Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 387806706 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
agosto 2017

L’ANP di Rembado perde la battaglia del portfolio dei presidi
di s-indelicato
3629 letture

Chi vincerà la guerra delle 1.600 reggenze dei presidi?
di s-indelicato
1953 letture

Personale ATA - Movimenti a.s. 2017/2018
di a-vetro
1588 letture

40 anni d’integrazione nella scuola che il governo vuole distruggere
di m-nicotra
1457 letture

Avviso urgentissimo - Personale Docente a.s. 2017/2018 - Nomine a T.I. - Convocati scuola Primaria da Concorso ordinario e GAE
di a-vetro
1426 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Andrea Oliva
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Patrizia Bellia
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Sergio Garofalo
· Marco Pappalardo
· Alfio Petrone
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ministero Istruzione e Università
Ministero Istruzione e Università

·Pubblicato bando PON da 350 milioni per Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia
·Ordinanza ministeriale racante 'Calendario degli esami e delle festività a.s. 2017/2018'
·ATA Scuola, on line il contingente delle assunzioni: 6.260 i posti disponibili a livello nazionale
·Reclutamento e formazione iniziale dei docenti, firmato il decreto sulle modalità di acquisizione dei crediti formativi universitari e accademici
·On line la graduatoria delle Biblioteche Innovative. Finanziati i primi 500 progetti, stanziati 5 milioni


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Scuola pubblica e o privata: Scuole paritarie. In attesa dei finanziamenti statali
Redazione
Il Sottosegretario Gabriele Toccafondi ha annunciato che sono in arrivo oltre 500 milioni di euro per le scuole paritarie. "Mai nessun Governo aveva destinato tanta attenzione alla parità scolastica, come mai nessuno ha fatto, come noi, controlli serrati al sistema delle paritarie, tanto da proporre la chiusura di 47 scuole, alle quali viene revocato il riconoscimento della parità". Il comunicato ha lasciato basiti i sindacati e gli esponenti radicali di alcuni partiti i quali l'hanno condannata come una "scelta gravissima e offensiva" rimproverando ancora una volta la disattenzione del Governo nei confronti della scuola pubblica e la difficoltà di trovare i fondi per il rinnovo del contratto per il personale. Il Sottosegretario ha sostenuto fortemente il ruolo dell'educazione non statale che offre un servizio pubblico ai cittadini, costretti a pagare due volte il diritto di scegliere la scuola per i propri figli, come indicato dalla Costituzione.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Giovedì, 27 luglio 2017 08:30:00 (357 letture)

(Leggi Tutto... | 6098 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Il governo regala 500 milioni di euro alle scuole private
Attività parlamentare
Il sottosegretario Gabriele Toccafondi ha annunciato che sono in arrivo oltre 500 milioni di euro per le scuole paritarie. Una scelta gravissima e offensiva, tanto più pesante di fronte ai drammatici problemi della scuola statale - ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI. Gravissime sono anche le considerazioni che l’esponente del governo ha ritenuto di dover rendere pubbliche in questa occasione: una forte rivendicazione del ruolo del ruolo dell’educazione non statale e la solita accusa di pregiudizio ideologico rivolta a chi è contrario ai finanziamenti alle scuole private. Sono parole gravi e sono posizioni contro il dettato costituzionale.

pcistruzione@libero.it
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 24 luglio 2017 07:30:00 (2959 letture)

(Leggi Tutto... | 2343 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Autonomia, parità e libertà, i pilastri di una scuola nuova e moderna
Redazione
Mons. Mariano Crociata, già vescovo di Noto ed ora vescovo di Latina, presidente della Commissione episcopale per l’Educazione cattolica  ha recentemente illustrato il do­cumento del Consiglio Nazionale della Scuola Cattolica, intitolato: “Autonomia, parità e libertà di scelta educativa” dichiarando che “ è frutto del lavoro co­mune compiuto dalle varie sigle e realtà che lo compongono e che rappresentano mondi in parte diversi per età, modalità di gestione e destinatari. La convergenza di tanti sog­getti merita un’adeguata considerazione.” Primario obiettivo è quello di sensibiliz­zare il mondo politico e amministrativo, a cui appartengono le maggiori responsabilità per colmare i vuoti legislativi esistenti. Sono trascorsi 17 anni dalla legge 62/2000, firmata Berlinguer, che definì il nostro sistema nazionale di istruzione costituito da scuole statali e paritarie, eppure la pie­na parità scolastica non è ancora stata raggiunta, né viene garantita la libertà di scelta educativa.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Mercoledì, 12 luglio 2017 08:30:00 (515 letture)

(Leggi Tutto... | 7742 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Cara Ministra Fedeli, i controlli nelle scuole paritarie siciliane dove sono?
Sindacati
Ministro Valeria Fedeli il 29 luglio 2016 sono stati conferiti in Sicilia gli incarichi ispettivi a 14 Dirigenti Scolastici per le ispezioni nelle scuole paritarie nell'ambito del Piano triennale straordinario di controllo dell'USR Sicilia, ai sensi dell'art. 1 c. 152 della L. 107/2015. Vorremo sapere se sono state riscontrate irregolarità. Mi sembra molto strano che a tutt'oggi non ci sia un rapporto sulle ispezioni né un elenco di scuole paritarie illegali alle quali è stata tolta l'autorizzazione al funzionamento. E' ancora più strano che siano stati nominati 14 dirigenti scolastici invece di assumere 14 nuovi ispettori tecnici. Qualcosa non quadra!
Volevo raccontarle una storia che è capitata ad una giovane laureata di Palermo, pubblico la sua lettera. Cara Ministra la legga attentamente, gradirei una sua risposta ...

Paolo Latella
Segretario della Lombardia
Dirigente nazionale Unicobas Scuola
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 03 marzo 2017 09:30:00 (611 letture)

(Leggi Tutto... | 6898 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Scuole pubbliche: paritarie e statali. Una parità da costruire, collaboriamo insieme
Redazione
"Sostenere le scuole paritarie significa sostenere la scuola pubblica" così ha scritto il Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini, in una lettera inviata a suor Anna Monia Alfieri, presidente della Fidae Lombardia, in occasione del riuscitissimo convegno "Una scuola per tutti: il costo standard di sostenibilità", svoltosi presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. "Queste occasioni di confronto aiutano a realizzare quello spirito di collaborazione indispensabile per affrontare le sfide educative e contribuisce al superamento degli stereotipi che da tempo accompagnato le scuole paritarie." Vincere e superare gli stereotipi significa aprire gli occhi e guardare con obiettività un fenomeno sociale, diventa sempre più vasto e complesso.

Giuseppe Adernò
g.aderno@alice.it
Postato da Giuseppe Adernò Giovedì, 20 ottobre 2016 08:30:00 (690 letture)

(Leggi Tutto... | 8774 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Scuola pubblica e o privata: Scuole paritarie 'libere di ... morire'
Redazione
Il futuro della scuola cattolica è stato il tema dell'incontro promosso dal Rotary Catania Ovest e dopo il saluto del presidente, notaio Carlo Zimbone, ha preso la parola Fratel Donato Petti, direttore de "La rivista Lasalliana", già Visitatore Provinciale dei Fratelli delle Scuole Cristiane. Con animata passione è stato analizzato il problema dell'eutanasia della scuola cattolica, constatando che in questi ultimi tre anni sono state chiuse ben 429 scuola cattoliche ed ogni anno si riducono i numeri dei frequentanti, rendendo instabile e insicuro il servizio scolastico di tanti docenti. La crisi delle vocazioni, la difficile situazione economica, la crisi della famiglia che si sfalda e perde i punti di riferimento, barattando la responsabilità educativa, sono tutti elementi che rendono complessa la situazione della scuola libera in Italia. Negli altri Stati europei la libertà di educazione è riconosciuta, valorizzata e sostenuta, come in ...

Giuseppe Adernò
g.aderno@alice.it
Postato da Giuseppe Adernò Lunedì, 17 ottobre 2016 07:30:00 (691 letture)

(Leggi Tutto... | 8263 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Lettera aperta al Ministro Stefania Giannini e alle Organizzazione Sindacali
Opinioni
Abbiamo avviato da quindici giorni una petizione (www.change.org) per chiedere che venga riconosciuto il punteggio per il servizio pre-ruolo svolto dai docenti nelle scuole paritarie, perché a 16 anni dalla legge sulla Parità Scolastica (n. 62/2000) che non si è occupata però di disciplinare il riconoscimento del servizio pre-ruolo ai fini della ricostruzione della carriera e nel “silenzio del legislatore”, come ricorda la Corte di Appello di Trento (decisione n. 88/2012), leggiamo ancora una volta - nelle Note Comuni alle Tabelle di valutazione dei titoli e dei servizi del Contratto Collettivo Nazionale Integrativo per la Mobilità del personale docente 2016-2017 siglato dal MIUR e dalle Organizzazione Sindacali - che “il servizio prestato nelle scuole paritarie non è valutabile in quanto non riconoscibile ai fini della ricostruzione di carriera”.

Docenti per il riconoscimento del servizio pre-ruolo nelle Scuole Paritarie
preruoloparitaria@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 02 marzo 2016 04:00:00 (1040 letture)

(Leggi Tutto... | 5491 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Scuola pubblica e o privata: La 'Buona scuola' senza giustizia ed equità. Ricomincia la giostra!
Redazione
Le scuole paritarie svolgono "un servizio pubblico", come recita l'art. 1 comma 3 della legge n. 62/2000 sulla parità scolastica e sono soggette "alla valutazione dei processi e degli esiti da parte del sistema nazionale di valutazione". Fanno parte attiva del sistema nazionale d'istruzione che è " costituito dalle scuole statali e dalle scuole paritarie private e degli enti locali". Dopo queste promesse dichiarative di "impegni" verso il "servizio pubblico" si registra che i docenti delle scuole paritarie sono stati esclusi da bonus da 500 euro, come se non fosse loro riconosciuto il diritto-dovere di aggiornarsi. Quest'asimmetria di trattamento non è equa e non è neanche nell'interesse dello Stato, che ha "come obiettivo prioritario l'espansione dell'offerta formativa" (art. 1 comma 1 della legge n. 62/2000), cioè di tutta l'offerta, indipendentemente da chi la eroghi, ...

Giuseppe Adernò
g.aderno@alice.it
Postato da Giuseppe Adernò Martedì, 10 novembre 2015 03:00:00 (1122 letture)

(Leggi Tutto... | 4629 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Il diritto di apprendere. Prezioso manuale a tre mani per la definizione del 'costo standard di sostenibilità' per le scuole pubbliche, statali e paritarie
Redazione
A quindici anni dalla legge n. 62/2000, che ha definito il Servizio Nazionale di Istruzione costituito dalla scuola pubblica statale e paritaria, la famiglia non ha ancora il pieno esercizio della libertà di scelta in un reale pluralismo educativo. Per fare un passo avanti decisivo, di civiltà e di diritto, avendo già sostenuto da ben dieci anni, si propone di introdurre il criterio del costo standard per allievo nell'unico Sistema Nazionale di Istruzione, molto auspicabile in politica di spending rew e alquanto significativo per una migliore "qualità educante", che ritrova "insieme" e non solo "accanto" le scuole statali e paritarie, entrambe riconosciute come istituzioni pubbliche al servizio del cittadino. Attribuendo al colore verde il segno della speranza e del futuro, il volume dal titolo "Il diritto di apprendere- nuove linee d'investimento per un sistema integrato" (Giappichelli editore) può essere definito il "libro verde" della nuova scuola.

Giuseppe Adernò
g.aderno@alice.it
Postato da Giuseppe Adernò Martedì, 03 novembre 2015 01:00:00 (1101 letture)

(Leggi Tutto... | 9131 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Una 'questione morale' anche per la scuola pubblica statale? Io ci sto!
Opinioni
La nostra categoria (dirigenti scolastici, insegnanti e personale non docente) dovrebbe fare un vero e sincero esame di coscienza, porre anche per la scuola pubblica statale una “questione morale” (per la scuola paritaria confessionale e privata sapete come la penso. Ho scritto un libro, scaricate la versione gratuita in formato pdf, sul pericolo di queste scuole private che sfruttano la parità scolastica per ricevere dallo stato quasi un miliardo di euro tra contributi diretti, indiretti. Agevolazioni fiscali alle famiglie che iscrivono i figli nelle scuole confessionali compreso il buono scuola sempre più corposo solo per loro). Come sindacato libertario, l'Unicobas Scuola si confronta e si confronterà con tutti e anche se a volte le idee interne non sono proprio convergenti, ci si rimbocca le maniche e si lavora con un solo obiettivo: dare a questo Paese una grande possibilità, quella di una scuola pubblica laica statale di qualità. Una delle iniziative alle quali il sindacato Unicobas Scuola è particolarmente attivo è la partecipazione al comitato della LIP (legge d’iniziativa popolare).
 
Paolo Latella
Insegnante e giornalista
Membro Esecutivo Nazionale Unicobas Scuola
Segretario della Lombardia
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 25 settembre 2015 01:00:00 (1128 letture)

(Leggi Tutto... | 8219 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Campanella (l'Altra Europa): Su ICI bene sentenza Cassazione
Attività parlamentare
"La sentenza della Cassazione sui due istituti livornesi rimette finalmente ordine. La Chiesa cattolica, come tutte le altre confessioni, infatti, ha diritto inderogabile a diffondere la propria visione anche culturale. Senza oneri per lo Stato, come dice la Costituzione". A dirlo è Francesco Campanella, senatore de L'altra Europa con Tsipras. "Gli indebiti esercizi di cesello giurisprudenziale su cui si stanno esercitando alcuni alti prelati, a spese di una sentenza della Suprema Corte, lasciano perplessi ...

UfficioStampa_Misto@senato.it
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 28 luglio 2015 02:00:00 (1742 letture)

(Leggi Tutto... | 2015 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Un docente precario indignato per i finanziamenti pubblici alle scuole paritarie
Opinioni
Sono un docente precario che ogni giorno è costretto ad assistere impotente, cosi come tanti migliaia di colleghi e colleghe, alle conseguenze dei tagli dei fondi destinati alla scuola pubblica. Ormai nella scuola pubblica si risparmia su tutto e si assiste quotidianamente alle scene più allucinanti: i docenti che possono fare fotocopie del materiale didattico di cui hanno bisogno solo in numero limitato (se sforano pagano con i soldi propri le tessere per le fotocopie), gli insegnanti di sostegno che sono utilizzati al posto dei supplenti per sostituire gli insegnanti curricolari assenti (snaturando cosi le funzioni per cui sono stati assunti e che dovrebbero esercitare nell’interesse degli alunni diversamente abili), il computer della sala docenti (l’unico messo a disposizione di tutti gli insegnanti) che funziona a giorni alterni, ...

Giuseppe Rizzuto
Candidato al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 25 aprile 2015 08:15:00 (1558 letture)

(Leggi Tutto... | 4347 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Unicobas a 'Matrix' sulle scuole paritarie illegali che non retribuiscono i docenti
Sindacati
Unicobas a 'Matrix' sulle scuole paritarie illegali che non retribuiscono i docentiEcco il video: giovedì 11 dicembre l'Unicobas a 'Matrix' sule scuole paritarie illegali che non retribuiscono i docenti, ma forniscono loro i punti per scavalcare nelle graduatorie pubbliche i precari che lavorano quando ne hanno diritto e non si piegano a fare gli schiavi. Scuole che non controllano neppure la frequenza degli 'alunni'. In studio la Gelmini, come la Giannini, che dopo aver ricevuto il libro denuncia dell'Unicobas non ha fatto nulla, difende le paritarie, mentre l'amministratore delegato di Mc. Donald Italia denuncia che la restituzione della busta paga (quando la busta paga esiste) è prassi normale nel meridione anche in altri settori. Infine ... Paolo Latella, autore de “Il libro nero della scuola italiana”, Segretario dell'Unicobas per la Lombardia, viene chiamato 'sindacalista Cobas': povero Paese !!!

unicobas.rm@tiscali.it
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 18 dicembre 2014 07:45:00 (2869 letture)

(Leggi Tutto... | 4018 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Pubblicato on line 'Il Libro Nero della scuola italiana'. Scarica gratuitamente la versione in pdf
Redazione
Un libro inchiesta che fa riflettere sull'illegalità nell'istruzione italiana (pubblica e privata) e le pressioni della Cei, Compagnia delle Opere, Opus Dei per la completa parità scolastica delle scuole religiose.
"Ciao Paolo, sono andato al colloquio in una scuola paritaria e quando si è toccato il tasto stipendio, il vice preside mi fa:
"
lei sa che in Sicilia la maggior parte delle paritarie non pagano, noi paghiamo"
sai quanto caro Paolo? 4 euro all'ora
..

l’USR Sicilia ha inviato un'informativa alle paritarie siciliane invitandole a non spezzettare una cattedra tra più docenti, infatti anche il vice preside mi ha detto che erano soliti fare così, 18 ore divise tra 4 docenti, è per questo che per un precario del nord ce ne sono 4 del sud. ciao e grazie..."

Alessandro (nome di fantasia)

prof. Paolo Latella - Membro dell'Esecutivo nazionale del sindacato Unicobas Scuola
paolo.latella@alice.it
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 03 novembre 2014 09:00:00 (2235 letture)

(Leggi Tutto... | 4524 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Da lunedì 3 novembre 2014 sarà possibile scaricare gratuitamente 'Il Libro Nero della scuola italiana'
Redazione
Sono passati 15 mesi da quando inviai al Ministro Maria Chiara Carrozza il dossier "La scuola paritaria: un business tutto italiano e la cartina della vergogna". Questo documento "scomodo" ha avuto il pregio di rendere pubblica (L'Espresso, Micromega, Il Fatto Quotidiano, Repubblica, L'Unità, Radio Radicale, Storie di Rai2 e molte testate giornalistiche locali come L'Attacco di Foggia) la cartina della vergogna italiana contenente le segnalazioni dei docenti che hanno vissuto e vivono situazioni al limite dello schiavismo, senza retribuzione o solo con rimborsi spese. Il sindacato Unicobas Scuola di cui faccio parte, ha nel proprio DNA la difesa della legalità ed è contrario al finanziamento delle scuole paritarie. Siamo per una scuola pubblica laica statale di qualità, lo abbiamo manifestato a Roma davanti al Ministero della pubblica Istruzione il 14 luglio e il 17 settembre. Del Dossier pubblicato nel 2013 se ne è occupata la redazione del TG2 con il giornalista Giammarco Sicuro. Ecco il link: Intervista RAI Tg2 "Storie" al prof. Paolo Latella sulle scuole paritarie illegali http://youtu.be/g-ul7QtAqQc

prof. Paolo Latella - Membro dell'Esecutivo nazionale del sindacato Unicobas Scuola
paolo.latella@alice.it
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 29 ottobre 2014 08:00:00 (2168 letture)

(Leggi Tutto... | 11957 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Le Cartoniadi a Milano. Escluse le scuole paritarie
Redazione
Il Comune di Milano lancia le Cartoniadi che puntano a valorizzare l'impegno della collettività verso un obbiettivo comune: quello di una più corretta gestione dei rifiuti, si legge nel programma di presentazione. Un progetto che coinvolge Nove Zone per un totale di 1.300.000 abitanti. Un progetto di alto valore educativo e civile indirizzato alla collettività tutta, cui si rivolge per un contributo al buon esito dell’iniziativa, ma che poi destina, in modo discriminato, alle sole scuole comunali e statali, della Zona vincitrice, un monte premi in denaro per finanziamento di beni o servizi. Le scuole paritarie sono state escluse dal progetto come denunciano le Associazioni dei genitori: AGesc, Age, Faes, i gestori: Amism, Aninsei, CdO Opere Educative, Comitato Politico Scolastico, Fidae, Filins, le associazioni professionali dei docenti: Diesse e Uciim.

Fidae.it
Postato da Redazione Lunedì, 27 ottobre 2014 08:30:00 (1829 letture)

(Leggi Tutto... | 4579 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: A fine ottobre 2014 'Il libro nero' sulla scuola Italiana
Sindacati
L'aggiornamento del dossier di Paolo Latella: "La scuola paritaria: un business tutto italiano e la cartina della vergogna" e tanto altro ancora. Un libro dossier/inchiesta che pone la questione dell'illegalità nell'istruzione italiana (pubblica e privata) a 360 gradi e l'ingerenza di Comunione e Liberazione sulla politica scolastica. Sono passati 15 mesi da quando inviai al Ministro Maria Chiara Carrozza il dossier "La scuola paritaria: un business tutto italiano e la cartina della vergogna". Questo documento "scomodo" ha avuto il pregio di rendere pubblica (L'Espresso, Micromega, Il Fatto Quotidiano, Repubblica, L'Unità, Radio Radicale, Storie di Rai2 e molte testate giornalistiche locali come L'Attacco di Foggia) la cartina della vergogna italiana contenente le segnalazioni dei docenti che hanno vissuto e vivono situazioni al limite dello schiavismo, senza retribuzione o solo con rimborsi spese.

prof. Paolo Latella - Membro dell'Esecutivo nazionale del Sindacato Unicobas scuola
paolo.latella@alice.it
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 29 settembre 2014 07:30:00 (2330 letture)

(Leggi Tutto... | 7954 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: La scuola statale e lo sponsor legato ai risultati. (Non fate arrabbiare ziu Micuzzu!)
Redazione
Scuola paritaria il nuovo futuro dell'istruzione in Italia.
Sport, musica, arte, lingue, economia e competenze digitali avranno vita lunga nella scuola statale, garantisce Matteo Renzi naturalmente grazie allo sponsor. Nella scuola statale tutto dovrà essere trasformato in privato per funzionare, un'idea che piace molto alle lobbies che gestiscono i partiti di maggioranza dell'Italia renziana, in questo momento sappiamo con assoluta certezza che Valentina Aprea sta brindando. In Italia tre scuole su quattro sono statali. A Caserta la proporzione è ribaltata: ci sono 413 scuole paritarie a fronte di 217 scuole statali. Un giro di soldi tra contributi diretti grazie alla Legge 62/2000 assegnando in media 6000 euro per classe e i contributi indiretti che nascono con accordi tra comuni e strutture scolastiche private con cifre che spesso superano i contributi nazionali in cambio ovviamente di consensi elettorali, infondo come si fa a non appoggiare un partito politico che ti garantisce 36000 euro ogni sei mesi?

prof. Paolo Latella
Membro dell'Esecutivo nazionale del Sindacato Unicobas Scuola
Segretario regione Lombardia
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 10 settembre 2014 08:00:00 (2027 letture)

(Leggi Tutto... | 6575 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: La libertà della scuola cattolica. I diritti si difendono senza danneggiare gli altri
Redazione
La vicenda della professoressa  alla quale non è stato rinnovato in contratto presso l’Istituto S. Cuore di Trento  è stata oggetto di dibattito di strumentalizzazioni da più parti con ogni sorta di forzatura e strumentalizzazione. Le contrapposte dichiarazioni delle protagoniste: la preside dell’Istituto Sacro Cuore di Trento e la professoressa, entrambe vittime di una strumentalizzazione mediatica e faziosa - rivelano una situazione complessa. Sulla questione abbiamo intervistato suor Anna Monia Alfieri, gestore di scuole paritarie a Milano,  esperta conoscitrice del mondo scolastico e sostenitrice della corresponsabilità con i laici anche e soprattutto nell'azione educativa.
Suor Anna Monia, come si possono coniugare e far dialogare i diritti della scuola cattolica e degli operatori laici ?

Giuseppe Adernò
g.aderno@alice.it
Postato da Giuseppe Adernò Sabato, 26 luglio 2014 07:30:00 (1797 letture)

(Leggi Tutto... | 12424 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Edilizia scolastica, ecco il piano da un miliardo
Redazione
Il piano di edilizia scolastica, fortemente voluto dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi, fin dal suo discorso di fiducia alle Camere del 24 febbraio 2014, prende il via. Un piano, composto da tre principali filoni, che coinvolgerà complessivamente 20.845 edifici scolastici per investimenti pari a 1.094.000.000 di euro. Quattro milioni di studenti e una scuola italiana su due sono protagonisti di questo primo progetto, che porta nell’arco del biennio 2014-2015 ad avere scuole più belle, più sicure e più nuove.

Ecco la mappa degli interventi per ogni regione
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 07 luglio 2014 10:00:00 (1708 letture)

(Leggi Tutto... | 4963 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: L'Unicobas 'buca' i media sullo scandalo scuole paritarie
Comunicati
RETTIFICA: L'Unicobas 'buca' i media sullo scandalo scuole paritarie. ATTENZIONE: l'intervista a Paolo Latella, Segretario Unicobas Lombardia e autore del dossier sulle scuole paritarie illegali e (sottolineiamo E) che non pagano gli insegnanti (i quali s'accontentano dei punti del servizio - regalati loro dalla vergognosa legge di 'parità scolastica' approvata ai tempi del ministro Berlinguer che ha equiparato il servizio nelle private a quello maturato negli istituti statali - per superare quanti fanno la fila nelle graduatorie pubbliche), sarà trasmessa giovedì 15 Maggio alle 20,30 nel Tg2 della Rai (e non più martedì 13 maggio).

unicobas.rm@tiscali.it
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 14 maggio 2014 06:00:00 (2485 letture)

(Leggi Tutto... | 2152 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Dallo SNALS una proposta interessante per la scuola: intramoenia per i corsi di recupero
Sindacati
Dallo Snals una proposta per la scuola.
Intervista al segretario generale del sindacato autonomo, Marco Paolo Niai
Postato da Salvatore Indelicato Sabato, 02 novembre 2013 19:04:22 (2895 letture)

(Leggi Tutto... | 781 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Scuola pubblica e o privata: Bologna, il referendum sulla scuola riscopre guelfi e ghibellini
Rassegna stampa
Domenica sarò a Bologna per vedere come andrà il referendum che deciderà cosa fare del finanziamento alle scuole materne private. Sarò sotto la torre degli Asinelli perché Bologna è solo il simbolo di ciò che accade in molti altri comuni d’Italia dove i finanziamenti pubblici, finiscono grazie a convenzioni, nelle mani di scuole paritarie spesso amministrate da enti religiosi.

Alex Corlazzoli - Ilfattoquotidiano.it
Postato da Filippo Laganà Martedì, 28 maggio 2013 03:00:00 (1849 letture)

(Leggi Tutto... | 4700 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Referendum, Bologna dice no al finanziamento alle scuole private
Rassegna stampa
Il no ai fondi alle scuole private dell'infanzia ha vinto il referendum consultivo di Bologna con il 59%. Sono i dati definitivi forniti dal sito del Comune. Per l'opzione A hanno votato 50.517 persone: 35.160, pari al 41%, per quella B, in difesa dell'attuale convenzione.
La cronaca di ieri
Bologna, la rossa e dotta città della cultura si spacca oggi (ieri, ndr) proprio sull'educazione e scopre, suo malgrado, che le sfumature possibili di rosso se non sono 50, di sicuro sono almeno due. A rendere edotti i bolognesi circa la nuova scala cromatico-politica e' un referendum sui finanziamenti pubblici alle scuole private.

Deborah Dirani - Ilsole24ore.com
Postato da Redazione Lunedì, 27 maggio 2013 10:13:23 (1764 letture)

(Leggi Tutto... | 5033 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Domenica 26 maggio 2013 vai a votare e invita ad andare a votare: ''A'' scuola pubblica!!
Sindacati
Vota  "A"  scuola pubblica !! al Referendum di Bologna del 26 maggio 2013 dalle ore 8:00 alle 22:00, vai a votare!! Esercita il diritto di democrazia e partecipazione alle scelte che ti riguardano!! IL QUESITO: "Quale fra le seguenti proposte di utilizzo delle risorse finanziarie comunali che vengono erogate secondo il vigente sistema delle convenzioni con le scuole d’infanzia paritarie a gestione privata ritieni più idonea per assicurare il diritto all’istruzione delle bambine e dei bambini che domandano di accedere alla scuola dell’infanzia?"
A) utilizzarle per le scuole comunali e statali
b) utilizzarle per le scuole paritarie private

L’ABC DEI PERCHE’ ....

cobas.comitati.di.base.scuola@gmail.com
Postato da Redazione Venerdì, 24 maggio 2013 07:45:00 (1809 letture)

(Leggi Tutto... | 8401 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Napolitano boccia laicisti: vescovi possono fare visite pastorali nelle scuole pubbliche
Rassegna stampa
I vescovi se vorranno da ora in poi potranno recarsi in visita pastorale nelle scuole pubbliche senza avere il timore di essere denunciati da qualche genitore anticlericale. Proprio come è successo alcuni anni fa al vescovo di Grosseto, monsignor Franco Agostinelli che dopo aver salutato i bambini e le maestre della scuola elementare statale del terzo circolo didattico della sua città, si è visto al centro di un caso giudiziario nazionale destinato a fare giurisprudenza. A stabilire che le visite pastorali negli istituti pubblici sono legittime è stato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano che attraverso un decreto ha rigettato il ricorso straordinario presentato dal padre di un alunno. (da Il Messaggero)

redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Domenica, 04 dicembre 2011 07:25:14 (1639 letture)

(Leggi Tutto... | 3868 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Profumo, scuola pubblica in Italia è molto importante
Rassegna stampa
''La scuola e' la scuola ma la scuola pubblica in Italia e' molto importante''. Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo, lasciando il Quirinale dopo il giuramento nelle mani del capo dello Stato.
Ai giornalisti che lo incalzavano chiedendogli da dove iniziera' il suo lavoro, il neo ministro ha risposto: ''Inizieremo dagli studenti e dai ricercatori''. Riferendosi poi alla manifestazione degli studenti in programma nei prossimi giorni, Profumo ha sottolineato che ''bisogna sentire le loro istanze e le loro aspirazioni per il futuro''.
''Il governo - ha quindi aggiunto - e' un governo molto attento che dovra' lavorare per il futuro del paese. Bisogna fare le cose con calma e attenzione. Poi, qualcosa si riuscira' a fare''.(ASCA)

redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Giovedì, 17 novembre 2011 07:17:39 (1941 letture)

(Leggi Tutto... | 1910 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Calabria, scuola: tutti i numeri delle scuole paritarie
Rassegna stampa
In occasione del Consiglio nazionale che si è svolto in questo fine settimana a Reggio Calabria, A.Ge.S.C. (Associazione Genitori Scuole Cattoliche) ha elaborato i dati MIUR (Ministero Istruzione Università Ricerca) sull’andamento del numero degli iscritti alla scuola paritaria e statale in Calabria e in provincia di Reggio, tra l’anno scolastico 2004/05 e 2008/09.
A livello regionale risulta che la scuola paritaria cresce per numero di iscritti del 12,43% (20.974 studenti contro 18.655 del 2005). Al contrario, gli studenti della statale fanno registrare un calo pari al 7,30% (312.672 alunni contro 337.280 nel 2009).
Analizzando per gradi (scuola / infanzia / primaria / secondaria di I e II grado) l’andamento dei due comparti (paritaria e statale) risulta eclatante la variazione nella scuola dell’infanzia nelle paritarie (+ 19,51%). La scuola non statale fa riscontrare tra il 2005 e il 2009 un incremento anche nella scuola primaria (+1,60%). (Da http://www.strill.it)

redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Lunedì, 17 ottobre 2011 00:30:00 (1807 letture)

(Leggi Tutto... | 6577 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Scuole paritarie, salta tetto minimo. Pochi alunni, insegnanti in nero
Rassegna stampa
Le scuole paritarie potranno osare quello che è vietato alle statali. Mentre il lavoro nero nelle scuole è in aumento, una recente circolare del ministero dell'Istruzione consentirà alle private di formare classi con meno di 8 alunni. Due aspetti che soltanto apparentemente sono separati. Ma andiamo con ordine. L'altro ieri, sul sito del ministero dell'Istruzione è comparsa la circolare numero 4334, datata 24 giugno, che ha per oggetto "scuole paritarie: numero minimo di alunni per classe". Il direttore generale Carmela Palumbo spiega che il Tar Lazio, con due diverse sentenze del 2009, ha annullato la disposizione introdotta nel 2007 dal ministro della Pubblica istruzione, Giuseppe Fioroni, relativa al requisito del numero minimo di alunni per classe per il riconoscimento della parità scolastica. (da La Repubblica)

redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Venerdì, 23 settembre 2011 07:15:00 (1883 letture)

(Leggi Tutto... | 4278 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Berlusconi contro la scuola pubblica. Pantaleo: parole eversive
Sindacati
Le parole del Presidente del Consiglio contro la scuola pubblica sono eversive perché mirano a cancellare la libertà d'insegnamento. È un ulteriore attacco ai valori della Costituzione per sostituirli con i suoi interessi privati.
Appare chiaro, da quelle farneticanti parole, come le controriforme del Ministro Gelmini mirino unicamente a distruggere l'istruzione pubblica e la libertà nelle scuole e nelle università pubbliche.
Un presidente del Consiglio e un Governo moralmente impresentabili non hanno alcun diritto di attaccare il diritto allo studio e la dignità dei docenti. Risponderemo con lo sciopero generale del 6 maggio e con una mobilitazione immediata nelle scuole e nelle università.
Sappia Berlusconi che non riuscirà a trasformare gli insegnanti in suoi portavoce o nelle veline delle sue televisioni. (da Flc-Cgil)

redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Domenica, 17 aprile 2011 06:54:14 (1811 letture)

(Leggi Tutto... | 2090 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Scuola pubblica e o privata: Gli studenti contro gli attacchi del premier: ''Non crede nella scuola pubblica? Vada a casa''
Rassegna stampa
Silvio Berlusconi torna ad attaccare 1 la scuola pubblica, che "inculca ideologie e valori diversi da quelli della famiglia". E la reazione degli studenti, di chi vive ogni giorno la scuola, non si fa attendere. Il messaggio è firmato dalla Rete degli Studenti: "Il premier come al solito ci delizia con uno dei suoi show che hanno come protagonisti i comunisti, gli insegnanti di sinistra e le scuole private, paladine della libertà". Uno show che stanca, annoia: "Se il premier la pensa in modo diverso dalla Costituzione lo pregiamo di andare a casa". Poi l'appello: "Tutti in piazza il 19 aprile". (di Carmine Saviano da Repubblica)

redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Domenica, 17 aprile 2011 06:51:14 (1743 letture)

(Leggi Tutto... | 5447 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Scuola pubblica e o privata: Scuola pubblica significa scuola libera
Opinioni
Libertà di pensiero, di parola, di manifestare.
Libertà di insegnamento. Libertà di essere liberi.
Diritto all’istruzione. Diritto alla formazione. Diritto al lavoro.
Diritto alle pari opportunità.
Diritto alla scuola pubblica. Diritto all’Università pubblica.
Diritto di sentirsi cittadini italiani.
Diritto si essere cittadini di un’Italia ancora UNA – UNITA- REPUBBLICANA
A Catania siamo scesi in piazza in migliaia. I numeri li lasciamo agli altri.
Vengano a contarci ad uno ad uno. Le immagini parlano e il composto corteo tricolore lungo via Etnea è la più eloquente testimonianza.

Antonella Distefano
Segr. Provinciale Flc Catania
redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Domenica, 13 marzo 2011 19:45:14 (1933 letture)

(Leggi Tutto... | 3973 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Scuola pubblica e o privata: “Giù le mani dalla Costituzione….. e dalla scuola pubblica”. La FLC Sicilia aderisce all’appello e partecipa alle manifestazioni del 12 marzo.
Sindacati
Il 12 marzo sarà un grande evento per la partecipazione di tante italiane e tanti italiani liberi che “scenderanno in piazza senza essere strumentalizzate” come invece ha dichiarato il ministro Gelmini (sigh!).
Il 12 marzo sarà ancora una volta un fiume di popolo, perché… “ se non ora quando” invadere pacificamente le piazze d’Italia risvegliando le coscienze  a difesa della Carta Costituzionale e della scuola pubblica statale dopo le recenti farneticazioni del Presidente del Consiglio(sigh!) sugli insegnanti e sugli insegnamenti.
Per difendere la scuola pubblica che il Governo ha praticamente distrutto perchè TUTTI comincino a difenderla e non solo chi ci lavora o chi la frequenta, TUTTI per essere pronti a ricostruirla meglio di come l’abbiamo lasciata all’inizio di questo incubo berlusconiano.
La FLC Cgil siciliana aderisce alla manifestazione “ A DIFESA DELLA COSTITUZIONE ( e della scuola pubblica statale ). SE NON ORA, QUANDO?” partecipando con le proprie Federazioni provinciali per garantire la presenza delle lavoratrici e dei lavoratori della Conoscenza alle iniziative programmate nei territori dal comitato promotore per il 12 marzo 2011. (Comunicato Stampa)

redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Domenica, 06 marzo 2011 07:07:51 (2827 letture)

(Leggi Tutto... | 2800 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Scuola pubblica, in rete contro il premier: ''Parole che fanno paura''
Rassegna stampa
Approda e si moltiplica sul web la rabbia degli insegnanti e dei cittadini dopo le parole di Silvio Berlusconi sulla scuola pubblica. Nei giorni scorsi il presidente del Consiglio ha sottolineato che i genitori devono essere liberi di scegliere dove mandare i propri figli, soprattutto se si parla di scuola privata. Anche perché in quella statale "gli insegnanti inculcano idee diverse da quelle che vengono trasmesse nelle famiglie". Immediate le reazioni politiche e non e ora viene preso d'assalto il web con Facebook, neanche a dirlo, protagonista del coro di critiche. Sul social network fioccano le pagine create a difesa della scuola pubblica come questa: "Tutti devono sapere - la scuola pubblica sta morendo".  (www.dire.it)

redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Mercoledì, 02 marzo 2011 19:49:10 (1583 letture)

(Leggi Tutto... | 3786 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Scuola pubblica e o privata: Veltroni: prima di parlare di scuola pubblica bisogna entrarci
Rassegna stampa
"La scuola pubblica e' una cosa importante, che va difesa: prima di parlarne bisognerebbe metterci piede almeno una volta nella vita". Lo ha detto il deputato del Partito Democratico, Walter Veltroni, nel corso dell'incontro nell'aula magna con gli studenti del Liceo Classico 'Vittorio Emanuele II' di Lanciano. "Quasi tutti quelli che ne parlano in questi giorni - ha spiegato Veltroni piu' tardi nell'incontro con la stampa - hanno frequentato scuole private: non ho nulla contro il privato, ma per parlare di scuola pubblica bisogna conoscerla". L'ex segretario del Partito Democratico si e' intrattenuto due ore con gli alunni del Liceo Classico 'Vittorio Emanuele II' per parlare del suo romanzo, 'Noi'. L'incontro e' stato organizzato dal Liceo Classico 'Vittorio Emanuele II' nell'ambito delle celebrazioni del 150simo dell'Unita' d'Italia.(AGI)

redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Mercoledì, 02 marzo 2011 09:45:00 (1550 letture)

(Leggi Tutto... | 2076 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: E ora giù le mani dal sapere: appello per la difesa della scuola pubblica
Comunicati
Silvio Berlusconi parla di principi (da che pulpito!) e insulta la scuola pubblica e gli insegnanti. Il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini invece di chiedergli conto e/o dimettersi, difende il premier andando ad infoltire la già nutrita pattuglia degli avvocati del premier. Ma sono sono in tanti a indignarsi e a chiedere, non comizi,ma politiche a favore della scuola pubblica, cioè della scuola per tutti. Dal nostro giornale parte un appello e una raccolta di firme a difesa della scuola pubblica, e per dire che è inaccettabile oltre che paradossale che il capo di un governo attacchi frontalmente  uno dei perni del Paese che rappresenta e che dovrebbe governare. Allo stesso tempo non si può stare zitti di fronte all’offesa portata a migliaia di insegnanti che, grazie a questo governo, hanno subito tagli alle retribuzioni e ai diritti e ogni giorno vedono deperire le loro scuole vinte dalla scarsità di risorse e avvilite da riforme inutili oltre che dannose. (Da l'Unità)

 redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Lunedì, 28 febbraio 2011 09:28:18 (1700 letture)

(Leggi Tutto... | 3492 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Scuola pubblica e o privata: La nuova piazza: «Il 12 marzo in difesa della scuola pubblica»
Rassegna stampa
È rivolta fra insegnanti, studenti e sindacati, compresa l’Ugl, per l’attacco lanciato sabato da Silvio Berlusconi contro la scuola pubblica: nella sua pseudo-smentita conferma il concetto sull’«indottrinamento politico e ideologico» che farebbero i docenti. La ministra dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, invece di sentirsi colpita nel suo ruolo, difende il premier. Al punto che il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ne chiede le dimissioni: «Se la Gelmini fosse un vero ministro, invece di arrampicarsi sui vetri per difendere Berlusconi, dovrebbe dimettersi». Perché «la scuola pubblica è nel cuore degli italiani. Da Berlusconi arriva uno schiaffo inaccettabile, non permetteremo che la distrugga». E Dario Franceschini, Pd, da Twitter lancia la proposta di una manifestazione per «difendere la scuola pubblica dagli insulti di Berlusconi»: «Tutti di nuovo in piazza, come le donne il 13 febbraio, senza simboli e bandiere ». (da l'Unità di Natalia Lombardo)

redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Lunedì, 28 febbraio 2011 09:20:48 (1831 letture)

(Leggi Tutto... | 5467 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Bastico (PD): ''Inaccettabile che Gelmini difenda Berlusconi invece che la scuola pubblica: si dimetta''
Comunicati
"Invece di difendere la scuola pubblica, della quale in qualità di Ministro ricopre il ruolo di prima responsabile, la Gelmini difende Berlusconi, che ha attaccato in modo pesante e inaccettabile la scuola stessa." Lo dichiara la senatrice Mariangela Bastico.
"Me lo aspettavo - prosegue la Senatrice -, perché si è sempre comportata così! Perché condivide con il premier il disegno di impoverimento e di dequalificazione della scuola pubblica a vantaggio di una scuola privata per i ragazzi appartenenti a famiglie agiate, a favore di un “mercato” dell’istruzione, anche sostenuto con risorse pubbliche attraverso i buoni scuola, nel quale le famiglie e gli studenti più forti economicamente e più istruiti possano rafforzare ulteriormente la loro posizione, mentre i più deboli, quelli ai quali le istituzioni pubbliche dovrebbero garantire maggiore sostegno e risorse (art. 3, c. 2  Costituzione), saranno sempre più indeboliti ed emarginati."

redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Domenica, 27 febbraio 2011 18:57:09 (1509 letture)

(Leggi Tutto... | 2644 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Scuola pubblica e o privata: B. contro la scuola pubblica (di nuovo)
Rassegna stampa
La “bulimia oratoria”, come l’ha chiamata Angela Finocchiaro, di Silvio Berlusconi non risparmia la scuola pubblica. Non è la prima volta, lo sappiamo. Ma in questo momento in cui lo iato tra ruolo istituzionale del premier, sue condotte private e pubbliche e dichiarazioni contro alcune delle maggiori istituzioni della Repubblica rischia di creare un vero e proprio corto-circuito della democrazia, la cosa fa ancora più impressione.
Il presidente del Consiglio ha stigmatizzato la possibilità, il “rischio” che ai genitori possa essere impedito di scegliere una scuola privata (da chi? Non certo da questo governo che, a fronte di 8 miliardi di euro tagliati in tre anni alla scuola pubblica, ha mantenuto inalterati o addirittura aumentato i sussidi a quella privata. Da chi? Dalle regioni di centrodestra che, come la Lombardia, elargiscono il buono scuola a chi non si serve della scuola dello Stato?).  (Boscaino da  http://www.ilfattoquotidiano.it/)

redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Domenica, 27 febbraio 2011 08:46:15 (1674 letture)

(Leggi Tutto... | 3852 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Veneto- PDL, appoggio ad appello scuole paritarie
Rassegna stampa
Il consigliere regionale veneto, Davide Bendinelli (Pdl), presidente della commissione Agricoltura di Palazzo Ferro Fini, in vista della discussione del bilancio e della finanziaria in Consiglio regionale, dichiara di appoggiare pienamente l'appello sottoscritto qualche giorno fa dai presidenti regionali delle associazioni delle scuole non statali tra cui AGeSC, Cdo, CONFAP, FIDAE, e FISM. Lo riferisce una nota dello stesso Consiglio regionale.
''Gli organismi regionali che rappresentano le scuole paritarie d'ispirazione cristiana, - precisa l'esponente del Pdl - chiedono alla Regione di giungere a breve all'erogazione dei contributi del buono scuola. Infatti, mancano ancora all'appello gli assegni per le famiglie dell'anno scolastico 2009-2010''.  (ASCA)

redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Martedì, 01 febbraio 2011 18:00:00 (1655 letture)

(Leggi Tutto... | 3106 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Scuola pubblica e o privata: Flc Cgil MB a Napoli per difendere la scuola pubblica - Napoli 30 ottobre 2010
Eventi
Manifestazione 30 ottobre 2010Anche la FLC CGIL di Monza e Brianza aderisce alla manifestazione nazionale in difesa della scuola pubblica, per il diritto allo studio e per il lavoro, che si terrà a Napoli, sabato 30 ottobre, alle ore 14.30.
L’iniziativa, presentata con lo slogan “Vogliamo un’eruzione di pubblica istruzione!”, è organizzata da Coordinamento Precari Scuola Napoli, Precari Scuola Caserta, Coordinamento Precari Scuola Sanniti e Coordinamento Precari Scuola Avellino.
Il Coordinamento Precari della FLC CGIL Monza e Brianza sta organizzando il viaggio, sulla base di un contributo che sia accessibile a tutti. Chi vuole partecipare può inviare una mail, entro martedì 26 ottobre, all’indirizzo vincenzo.delninno@cgil.lombardia.it
redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 25 ottobre 2010 20:29:13 (1712 letture)

(Leggi Tutto... | 2616 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Gelmini: con le scuole paritarie lo stato risparmia sei miliardi di euro all'anno
Rassegna stampa
Più di sei miliardi di euro. Questa la spesa che lo stato dovrebbe affrontare se fosse costretto ad accogliere nella scuola pubblica tutti gli studenti che attualmente frequentano le scuole paritarie. Non solo. Un alunno di una scuola paritaria costa allo stato 584 euro all'anno, quello di una scuola pubblica 6.116.
Cifre che stanno a dimostrare come la libertà di scelta delle famiglie per l'educazione dei propri figli sia ancora un traguardo molto lontano nonostante la legge sulla parità scolastica, la 62 del 2000, abbia compiuto dieci anni. Fu un governo di centrosinistra a vararla quando era ministro della Pubblica Istruzione Luigi Berlinguer. (da http://www.ilgiornale.it  di Francesca Angeli)

Redazione
Postato da Pasquale Almirante Mercoledì, 07 luglio 2010 07:06:32 (1581 letture)

(Leggi Tutto... | 4979 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Scuola pubblica e o privata: Scuola pubblica: le molte colpe dei genitori
Opinioni
Bidelli e operai al lavoro oggi per risistemare la scuola Loredana Campanari di Monterotondo Scalo, resa inagibile da vandali che hanno rovesciato gli estintori, allagato completamente le aule e lasciato scritte su pareti, finestre e pavimenti.
In Giappone li chiamano monster parents: sono genitori terribili, padri e madri di figli altrettanto terribili.
Sono l’incubo di presidi e insegnanti. Un incubo dal quale non spesso riescono più a liberarsi nemmeno i dirigenti e i docenti delle scuole italiane, quotidianamente vessati da richieste e minacce a tutela dei propri pargoli.La scuola pubblica italiana è alle prese con un processo di delegittimazione del corpo docente senza precedenti.

lagana.filippo@email.it
Postato da Filippo Laganà Sabato, 05 giugno 2010 18:45:00 (1612 letture)

(Leggi Tutto... | 5737 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Scuola pubblica e o privata: 1° maggio a difesa della scuola pubblica. Lo chiede Professione Insegnante ai Sindacati
Comunicati
Chiediamo, ai segretari confederali, ai sindacati scuola rappresentativi e non, a tutte le associazione dei docenti, alle associazione e ai coordinamenti dei precari della scuola dell' Università e della Ricerca, alle associazioni degli studenti,alle associazione e ai coordinamenti dei genitori, a tutti i lavoratori, a tutti i cittadini di appoggiare la richiesta , mandando una lettera a Epifani, Bonanni, Angeletti e ai segretari generali di comparto Pantaleo, Scrima e Di Menna.
Primo maggio 2010 dedicato alla difesa della scuola pubblica. Lo chiede Professione Insegnante ai Segretari generali di CGIL CISL UILQuello che hanno in mente.

Redazione
Postato da Pasquale Almirante Martedì, 20 aprile 2010 07:38:01 (1768 letture)

(Leggi Tutto... | 4328 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Scuola pubblica e o privata: Senza via di uscita la scuola pubblica?
Opinioni
Sembra ormai senza via di uscita la nostra scuola pubblica, e ciò che è detto è detto echeggia, almeno a sentire la ministra Gelmini, appena qualche settimana dopo il parto: le graduatorie saranno a carattere regionale e i risparmi ottenuti con la messa alla porta di migliaia di docenti precari, comprese le sarde che stanno leccando le scuole, saranno impiegati per premiare i migliori professori, i numeri uno. Quella che era sembrata una boutade dei compagni di Bossi e una sfarfallonata di Formigoni si sta invece dimostrando una sorta di nube vulcanica che minaccia il volo umiliante e sotto costrizione di tanti professori, ma pure presidi, verso le pianure padane.

Pasquale Almirante

p.almirante@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Martedì, 20 aprile 2010 06:00:00 (1710 letture)

(Leggi Tutto... | 4889 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Scuola pubblica alla ricerca di denaro
Rassegna stampa
C'è sempre un problema da qualche tempo a scuola, l'ultimo riguarda i finanziamenti per mandare avanti la baracca che, come i presidi denunciano, fa acqua da tutte le parti. La ministra Gelmini da un lato promette fondi: 1.000 euro in media per ogni scuola (pari a qualche risma di carta e qualche dozzina di penne) e dall'altro rimprovera i dirigenti di imporre balzelli illegali alle famiglie. Tuttavia deve decidersi: o stanzia più fondi o consente che i presidi si arrangino coi contributi. E' brutto che la scuola pubblica, gratuita, si avvinghi alle tasse, ma la baracca deve pure puntellarsi e fino a quando non sarà richiesto ai docenti di provvedere anche a questa abbisogna, qualcuno dovrà pagare.
La Sicilia del 29 Marzo 2010
Pasquale Almirante
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 29 marzo 2010 20:47:01 (1673 letture)

(Leggi Tutto... | 3614 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Scuola pubblica e o privata: PD: Governo restituisca maltolto a scuole pubbliche
Rassegna stampa
Lo dice Francesca Puglisi, Responsabile Scuola della Segreteria Nazionale PD: ''La scuola pubblica e' al collasso e i dirigenti scolastici stanno raschiando il fondo del barile per pagare una supplenza, un po' di materiale didattico, tenere aperti i laboratori. Ormai e' diventata prassi, per le famiglie italiane, mandare i figli a scuola con la carta igienica e il sapone in cartella''.

Redazione
redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Venerdì, 12 febbraio 2010 08:40:38 (1799 letture)

(Leggi Tutto... | 2097 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Collettivo studentesco: Esiste ancora la scuola pubblica?
Opinioni
E’ una inchiesta e una analisi condotta nelle scuole romane a cura del Collettivo Studentesco http://www.senzatregua.org/ che si chiede se la scuola pubblica abbia ancora la sua funzione strategica all’interno della società italiana, in considerazione del fatto che è quasi sull’orlo del fallimento per mancanza di fondi da parte dello Stato. 

Redazione
redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Mercoledì, 03 febbraio 2010 11:17:50 (1874 letture)

(Leggi Tutto... | 9063 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Scuole private lombarde: 1 insegnate su 5 non è abilitato
Rassegna stampa
L’ufficio scolastico della Lombardia dà questi numeri sulla base di una ricerca effettuata su 2.491 scuole paritarie a cui si è chiesto di presentare una scheda con i dati dei loro professori e il rispetto del contratto di lavoro. Si scopre così che un docente su cinque non ha abilitazione: 3.684 insegnanti su 21.526 (cioè oltre il 17 per cento) risultano sguarniti dei titoli necessari a ricoprire l´incarico.
Redazione
redazione@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Mercoledì, 03 febbraio 2010 08:35:31 (2487 letture)

(Leggi Tutto... | 2352 bytes aggiuntivi | Voto: 4.5)

Scuola pubblica e o privata: Eurispes:fuga di studenti dalle scuole pubbliche per le private.
Rassegna stampa
Perchè gli stanziamenti maggiori di fondi si registrano particolarmente nelle regioni del Nord? E perché si sta incrementando la fuga di alunni verso le scuole private? Uno dei motivi, spiega il rapporto Eurispes, "è la presenza degli stranieri nelle scuole”, ma c’è anche la richiesta di scuole meno “complicate” per sfuggire agli assilli che la scuola pubblica mantiene. Non si considera però che nella scuola pubblica il confronto sulle grandi idealità è garantito, mentre la pluralità culturale e politica dei docenti non consentirà mai pensieri unici.

Pasquale Almirante
p.almirante@aetnanet.org
Postato da Pasquale Almirante Sabato, 30 gennaio 2010 09:04:02 (2105 letture)

(Leggi Tutto... | 3507 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: TUTTI I PROVVEDIMENTI DELLA MAGGIORANZA DI GOVERNO CONTRO LA SCUOLA PUBBLICA
Comunicati

I provvedimenti della maggioranza di governo contro la scuola pubblica...by Silvana La Porta (da cgilscuola)

Postato da Silvana La Porta Giovedì, 08 gennaio 2009 00:05:00 (2064 letture)

(Leggi Tutto... | 15468 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: LE POLITICHE DEL CENTRODESTRA CONTRO LA SCUOLA PUBBLICA: UNA SCHEDA
Comunicati

Negli ultimi mesi il Governo e la maggioranza hanno proposto e/o approvato numerosi provvedimenti che mirano allo smantellamento della scuola pubblica contro i quali abbiamo manifestato e scioperato lo scorso 30 ottobre...by Silvana La Porta (da Cgilscuola)
Postato da Silvana La Porta Giovedì, 04 dicembre 2008 00:05:00 (1969 letture)

(Leggi Tutto... | 1316 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Comitato in difesa della Scuola Pubblica
Comunicati
COMUNICATO STAMPA

Venerdì 24 ottobre, alle ore 17,00, presso l’Auditorium dell’ex-Monastero dei Benedettini, è indetta un’assemblea cittadina per discutere, analizzare e criticare il Dl 133 (cosiddetto decreto Gelmini sulla Scuola e l’Università).
Le sigle e i soggetti che indicono tale assemblea invitano studenti, docenti, lavoratori della Scuola, dell’Università e degli Istituti di Ricerca e tutti i cittadini catanesi a partecipare e protestare contro un provvedimento di legge che punta a smantellare il sistema nazionale della formazione e della ricerca, colpendo in modo grave il futuro economico e sociale del nostro paese.
Firme: Comitato in difesa della Scuola Pubblica, Facoltà di Lingue e Letterature Straniere di Catania, Facoltà di resistere, Studenti della Sissis, Movimento studentesco, Ricercatori e Tecnici precari dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Catania, STEP1, Studenti Democratici, Unione degli Universitari.
Partecipano: FLC CGIL, CISL Università, UIL Università, Nidil CGIL.
Postato da Maria Allo Mercoledì, 22 ottobre 2008 16:20:36 (2074 letture)

(Leggi Tutto... | 2520 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Scuola pubblica e o privata: Mariastella Gelmini, ministro dell’ Istruzione: “ Nessuna caduta della Scuola pubblica"
Opinioni

Così, il Ministro Gelmini risponde, in una intervista a "Professione docente", ai timori espressi dalla GILDA degli INSEGNANTI , specificando anche cosa intende per merito,  come sarà la  valutazione nella scuola,  e chi se ne  assumerà responsabilità, e in che modo “Il Governo dimostrerà fiducia, considerazione, e ammirazione per gli insegnanti della scuola italiana.”...da Professione docente
Postato da Filippo Laganà Lunedì, 01 settembre 2008 00:20:00 (2687 letture)

(Leggi Tutto... | 9607 bytes aggiuntivi | Voto: 4)

Scuola pubblica e o privata: SCUOLA PUBBLICA QUALE IDENTITA'? DIBATTITO TRA INTELLETTUALI
Redazione
 Il malessere della società dietro la crisi di un’istituzione: dopo il j’accuse lanciato da Galli della Loggia parlano gli intellettuali

M ancano ormai poche settimane all’inizio della ripresa scolastica, ma quest’anno più che mai, sembra proprio che la campanella suonerà rintocchi sinistri. Al capezzale della nostra società giace la scuola italiana, sprofondata da tante (forse troppe) riforme che non riformano o riformano male, da governi pronti più a tagliare piuttosto che a investire, da docenti insoddisfatti, da studenti che figurano nei bassifondi delle classifiche di rendimento internazionale. Il panorama è quello di un caotico cantiere senza fine, un’enorme tela di Penelope che procede per strappi e rattoppi.
L’ultimo grido di dolore si è levato ieri sulle colonne del Corriere della Sera a firma di Ernesto Galli della Loggia. Lo storico ne ha avute per tutti: «La scuola è lo specchio della profonda incertezza di coloro che a vario titolo guidano l’Italia o le danno voce, i governanti, gli apparati dello Stato, gli imprenditori, gli intellettuali, l’opinione pubblica - circa il senso e il rilievo del suo passato, circa i suoi veri bisogni attuali e quello che dovrebbe essere il suo domani». Una denuncia senza sconti ad un Paese che ha smarrito la propria storia.(Da Avvenire) a cura di M.Allo
Postato da Maria Allo Sabato, 23 agosto 2008 10:26:18 (2064 letture)

(Leggi Tutto... | 16769 bytes aggiuntivi | Voto: 3)

Scuola pubblica e o privata: IN DIFESA DELLA SCUOLA PUBBLICA E CONTRO OGNI TENTATIVO DI SMANTELLARLA!
Rassegna stampa

Il Comitato Precari - LIGURIA, attraverso la partecipazione diretta dei lettori ha voluto elaborare un manifesto per la scuola di tutti, da diffondere e condividere, nell'intento di coagulare il vario mondo associativo della Scuola intorno ad un unico insieme di valori. Il sito www.paolomalerba.it/precariamente che lo ospita rimarrà aperto per il tempo necessario alla sottoscrizione da parte dei lettori e delle associazioni che si riconosceranno in esso. Ma eccovi il CIP: Resoconto del sit-in svolto il 23 luglio 2008 in p.zza Montecitorio e dell'audizione alla Camera (da Orizzonte Scuola.it)


Postato da Maria Allo Venerdì, 25 luglio 2008 18:32:05 (2475 letture)

(Leggi Tutto... | 9206 bytes aggiuntivi | Voto: 4.6)

Scuola pubblica e o privata: Piano regionale del programma nazionale ''Scuole aperte'' delle scuole paritarie
Ufficio Scolastico Provinciale


-
Piano regionale del programma nazionale "Scuole aperte" delle scuole paritarie

Con riferimento al Programma Nazionale "Scuole Aperte", di cui alla nota di questo ufficio prot. n. 28289 del 6/12/2007, si trasmette, allegato alla presente, il piano regionale indicato in oggetto che integra e sostituisce il piano precedentemente pubblicato in allegato alla nota prot. n. 7633 del 4/3/2008.

Postato da Renato Bonaccorso Mercoledì, 12 marzo 2008 21:29:12 (3483 letture)

(Leggi Tutto... | 3148 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: L’INARRESTABILE DECLINO DELLA SCUOLA PUBBLICA
Opinioni

Una riforma dopo l’altra, provvedimenti a singhiozzo, ma il declino per la nostra scuola sembra inarrestabile. Siamo gli ultimi o quasi nella graduatoria dei valori culturali.

Ora il ministro della Pubblica Istruzione, Fioroni, va a ripescare gli esami di riparazione. Un risposta come un’altra alla deriva, ma il problema di fondo purtroppo resta. Chi amministra la scuola? I docenti sono le sagge guide dei ragazzi? Il loro sapere risponde realmente alle esigenze minime della cultura?

Postato da Renato Bonaccorso Sabato, 05 gennaio 2008 19:44:21 (3103 letture)

(Leggi Tutto... | 5248 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: SCUOLE PARITARIE, IDEE PER UN COMPROMESSO
Rassegna stampa

Un’intera manovra Finanziaria: tanto costerebbe allo Stato italiano il collasso del sistema delle scuole paritarie. Certi maestri del laicismo preconcetto, ben inteso, farebbero carte false pur di vedere lucchetti arrugginiti e spranghe sui cancelli delle scuole non pubbliche, specie di quelle cattoliche, anche se questo volesse significare lo sfascio dei conti italiani.

Un po’ di cronistoria. Le paritarie non hanno mai entusiasmato i governi: il centrosinistra, prima del 2001, destinò alle istituzioni non pubbliche 473 milioni di euro. Poca roba.

Postato da Renato Bonaccorso Venerdì, 02 novembre 2007 22:51:29 (2271 letture)

(Leggi Tutto... | 4275 bytes aggiuntivi | Voto: 3.66)

Scuola pubblica e o privata: IL MINISTRO FIORONI SCRIVE AGLI STUDENTI, AI GENITORI...E ALLE SCUOLE PARITARIE
Comunicati

 

Care Studentesse, cari Studenti, abbiamo davanti un nuovo anno scolastico, un nuovo tratto di strada da percorrere insieme. Vi attendono opportunità, sfide, ostacoli, novità e cambiamenti che affronterete insieme ai vostri compagni e ai vostri docenti nel difficile e avvincente cammino di formazione: negli anni che state vivendo, quelli dell’adolescenza, è un cammino che procede rapidissimo, con straordinaria intensità...by Silvana La Porta (da MPI)
Postato da Silvana La Porta Martedì, 18 settembre 2007 00:05:00 (1762 letture)

(Leggi Tutto... | 23617 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE: ECCO I PUNTI DEL DECRETO
Comunicati

 

Il decreto, a firma del ministro della pubblica istruzione, Beppe Fioroni, è stato pubblicato, sul sito del ministero, l'8 agosto scorso. La registrazione da parte della Corte dei conti risaliva a oltre un mese prima, il 2 luglio. Il decreto fissa, recita l'incipit, «criteri e parametri per l'assegnazione dei contributi alle scuole paritarie per l'anno scolastico 2007/08». Un semplice atto...by Silvana La Porta (da ItaliaOggi9
Postato da Silvana La Porta Martedì, 28 agosto 2007 08:01:40 (6050 letture)

(Leggi Tutto... | 8418 bytes aggiuntivi | Voto: 3.5)

Scuola pubblica e o privata: FIORONI: ''GIUSTO FINANZIARE LE SCUOLE PRIVATE''
Comunicati

 

Il Meeting dell’Amicizia 2007 si è concluso ieri con l'atteso intervento del ministro Fioroni su un tema molto sentito dal movimento di Comunione e Liberazione: le prospettive della libertà di educazione in Europa...by Silvana La Porta (da Tuttoscuola)

Postato da Silvana La Porta Lunedì, 27 agosto 2007 08:03:05 (2513 letture)

(Leggi Tutto... | 2141 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Scuole private: fondi a rischio
Rassegna stampa
«No» alla semplice privatizzazione, «sì» ad una maggiore sussidarietà. Il ministro dell’Istruzione Giuseppe Fioroni risponde così alla sollecitazione della Compagnia delle Opere, partita dal meeting ciellino di Rimini, per la liberalizzazione in campo scolastico. Il ministro Fioroni precisa le linee del suo ministero in campo scolastico.
«Con la semplice privatizzazione - dice intervenendo a Cortina - e non con un concetto di vera sussidarietà, rischieremmo di avere una scuola a due velocità: la scuola di chi può permettersi il di più e meglio e la scuola dei poveri, affidata allo Stato». Corsia preferenziale alla scuola pubblica, dunque.
Postato da Renato Bonaccorso Mercoledì, 23 agosto 2006 20:56:48 (2408 letture)

(Leggi Tutto... | 2786 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Scuola pubblica e o privata: Scuole Paritarie
Comunicati
Scuole Paritarie: Erogazione del contributo alle famiglie degli iscritti nell’a.s. 2005/2006
Postato da Grazia Patrizia Raciti Lunedì, 05 giugno 2006 22:51:42 (4624 letture)

(Leggi Tutto... | 659 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Comunicato stampa FIDAE: Risorse pubbliche e parità scolastica
Rassegna stampa

Roma, 12 Aprile 2006

RISORSE PUBBLICHE E PARITÀ SCOLASTICA per una piena ed effettiva libertà di educazione senza condizionamenti economici

AI RESPONSABILI POLITICI ITALIANI AD ELEZIONI CONCLUSE
Nel pluralismo culturale della nostra società famiglia e scuola insieme per una piena libertà di educazione nel sistema pubblico nazionale di istruzione e formazione...

Postato da Renato Bonaccorso Sabato, 15 aprile 2006 23:45:24 (2245 letture)

(Leggi Tutto... | 4062 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Organizzati in Sicilia i controlli sulle scuole paritarie
Ufficio Scolastico Regionale
Costituita una task forza in Sicilia di ispettori per la vigilanza sulle scuole private. Potranno anche farne parte presidi e dirigenti scolastici in pensione da non più di tre anni. Saranno compensati con fondi regionali. In tal senso è stato stipulato un protocollo d'intesa USR-Assessorato regionale alla P.I.
Postato da Salvatore Indelicato Mercoledì, 12 gennaio 2005 18:36:46 (6658 letture)

(Leggi Tutto... | 19486 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Più letto di Oggi
Incarico di reggenza DSGA a.s. 2017/2018
di a-vetro
552 letture




Social AetnaNet
Cerca


Community
Community
Diventa utente attivo della community di Aetnanet!
Inviaci articoli, esperienze, testimonianze sul mondo della scuola.

scrivi a: redazione@aetnanet.org


Pubblicità
pubblicità su Aetnanet.org


Seguici
telegram facebook
google plus facebook
mobile twitter
youtube rss


Bandi PON

Pubblicato bando PON da 350 milioni per Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia
di a-vetro

Scuola, assegnati 26 milioni per laboratori musicali, coreutici e sportivi: 270 i progetti finanziati. Pubblicata la graduatoria dell’Avviso PON
di a-vetro

La Scuola al Centro pubblicata la graduatoria finale del bando
di m-nicotra

PON, Fedeli: ''Stanziati 50 milioni per l'integrazione
di a-vetro

Fondi Strutturali Europei 2014/2020
di a-vetro

PON 2014-2020 – Avviso pubblico prot.n. 3504 del 31/03/2017 per il potenziamento della Cittadinanza europea
di a-vetro

PON 2014-2020 – Avviso pubblico prot. AOODGEFID/3340 del 23/03/2017 – Pubblicazione del Manuale Operativo
di a-vetro

PON Scuola, Fedeli: “80 milioni per la Cittadinanza Europea”
di a-vetro

PON 2014-2020 Avviso pubblico ''Competenze di Cittadinanza Globale'' prot. AOODGEFID/3340 del 23-03-2017
di a-vetro

Fondi strutturali e di Investimento Europei (SIE) – Programmazione 2014/2020 e 2007/2013 - Richiamo su adempimenti di Informazione e pubblicità.
di a-vetro

Indice Progetti PON


Top Five Settimana
i 5 articoli più letti della settimana

Scuola secondaria di I grado. Utilizzazioni per classi di concorso e di sostegno e assegnazioni provvisorie provinciali e interprovinciali di sostegno a.s. 2017/2018. Graduatorie provvisorie
di a-vetro
1027 letture

Personale Scuola secondaria di I grado. Assegnazioni provvisorie provinciali e interprovinciali per classi di concorso a.s. 2017/2018. Graduatorie provvisorie
di a-vetro
794 letture

Personale Docente a.s. 2017/2018 - Contingente nomine in ruolo. Ulteriore ripartizione
di a-vetro
747 letture

Solo la musica, insegna, educa, salva
di m-nicotra
626 letture

Pubblicato bando PON da 350 milioni per Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia
di a-vetro
611 letture


Top Video
Video
Riflessioni della maestra Margherita sull'Innovazione didattica a scuola di Giovanni Biondi - Presidente INDIRE
1063 letture

26 Novembre, manifestazione nazionale contro la violenza maschile sulle donne: le CattiveMaestre ci saranno
1770 letture

Human - Le fonti. Trovare il proprio posto
1680 letture

Sicilia, record dei beneficiati dalla legge 104 nella scuola, e Agrigento è la prima provincia per numero di applicazioni
3263 letture

La 5A Informatica di Belpasso discute di Rivoluzione industriale 4.0
4748 letture

L'unione fa la scuola - Palermo 24 ottobre 2015
3238 letture

NO DDL Scuola Renzi - Flash mob 09 maggio 15
9499 letture

Sciopero scuola 5 maggio 2015 Catania - No DDL Riforma Scuola
9943 letture

Renzi: 3 miliardi per la scuola e centomila insegnanti in più
9607 letture

No DDL Scuola - spot promo sciopero 5-6 maggio 2015
11219 letture



Articoli Precedenti
Seleziona il mese da vedere:

  Agosto, 2017
  Luglio, 2017
  Giugno, 2017
  Maggio, 2017
  Aprile, 2017
  Marzo, 2017
  Febbraio, 2017
  Gennaio, 2017

[ Mostra tutti gli articoli ]


Chi è Online
Benvenuto Anonimo
Se ancora non hai un account clicca qui per registrarti



Utenti registrati:
Ultimo: gmirabella
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 11170

Persone Online:
Visitatori: 193
Iscritti: 0
Totale: 193

Traffico Generato
Anonimi: 193 (100%)
Registrati: 0 (0%)
Numero massimo di utenti online:193
Membri:0
Ospiti:193
Ultimi 5 Registrati
gmirabella
    Jan 28, 2017.
raffagre
    Jan 28, 2017.
gvaccaro
    Jan 28, 2014.
mrdinoto
    Jul 09, 2013.
sostegno
    Jul 09, 2013.

Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2002

Pagine visitate
· Visitate oggi 105,529
· Visitate ieri 123,972

Media pagine visitate
· Oraria 2,811
· Giornaliera 67,459
· Mensile 2,051,887
· Annuale 24,622,648

Orario Server
· Ora

22:39:29

· Data

19 Aug 2017

· Zona

+0200

© Weblord.it


contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.64 Secondi