Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 396588186 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
ottobre 2017

Graduatorie di circolo e istituto di III fascia del personale Ata, disponibili i moduli per le domande
di a-vetro
1333 letture

Il 10 novembre sciopero generale della scuola contro la politica scolastica del governo e lo strapotere dei presidi
di m-nicotra
789 letture

Personale docente Scuola Secondaria di I e II grado. A.S. 2017/2018
di a-vetro
772 letture

Profilo di Collaboratore Scolastico - A.S. 2017/2018 - Ulteriore convocazione per incarichi a T.D. e disponibilità
di a-vetro
766 letture

Indizione della procedura di aggiornamento della terza fascia delle graduatorie di circolo e di istituto ATA –Triennio scolastico 2017- 2019
di a-vetro
714 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Andrea Oliva
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Patrizia Bellia
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Sergio Garofalo
· Marco Pappalardo
· Alfio Petrone
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Attività parlamentare
Attività parlamentare

·Ancora nel caos, ministra Fedeli sembra aver visto tutto un altro film
·Licei di 4 anni, scuole medie di 2: il governo 'studia' come diffondere l’ignoranza
·40 anni d’integrazione nella scuola che il governo vuole distruggere
·Il governo regala 500 milioni di euro alle scuole private
·Decreto mezzogiorno, per la scuola solo parole


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


INVALSI: A scuola i test Invalsi parlano inglese
Rassegna stampa
La prima novità dell’anno scolastico che sta per iniziare (si parte il 5 settembre a Bolzano, poi dall’11 al 15 si tornerà in classe in tutte le regioni) interessa gli alunni di primarie e medie: entrano, infatti, in vigore le nuove regole sulla valutazione e sugli esami di Stato, introdotte dai decreti attuativi della legge 107.
Alle “ex elementari” si potrà...

Claudio Tucci
Il Sole 24 Ore
Postato da Antonia Vetro Martedì, 29 agosto 2017 08:00:00 (537 letture)

(Leggi Tutto... | 6258 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Invalsi, il Meridione resta indietro
Rassegna stampa
Le scuole del Nord-Est e del Nord-Ovest si confermano piuttosto valide, con gli istituti tecnici che si scrollano di dosso l’etichetta di “scuole di serie B” e ottengono ottimi risultati, in alcuni casi persino migliori dei licei. Al Centro si resta nella media nazionale, con punte di eccellenza soprattutto nel primo ciclo (primarie e medie).
Il Meridione, seppur con qualche eccezione, la Puglia, per esempio, resta più distante, con diversi istituti che puntualmente finiscono sotto i riflettori per gli ..

Claudio Tucci
Il Sole 24 Ore
Postato da Antonia Vetro Venerdì, 07 luglio 2017 07:00:00 (756 letture)

(Leggi Tutto... | 6854 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Alunni ammessi al test finale anche con giudizio negativo
Rassegna stampa
Tirano un sospiro di sollievo gli studenti del 1° ciclo, che, a partire dal prossimo anno, saranno ammessi alla classe successiva e all’esame anche in presenza di una o più insufficienze.
Soddisfazione anche per quanto riguarda le prove Invalsi, che saranno somministrate entro il mese di aprile e non durante l’esame. La partecipazione alle prove, però, costituirà requisito d’accesso e gli esiti saranno riportati nella certificazione delle competenze, ma...

Alessandra Silvestri
Il Sole 24 Ore
Postato da Antonia Vetro Mercoledì, 03 maggio 2017 07:00:00 (852 letture)

(Leggi Tutto... | 5849 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Scuola, al via i test Invalsi per oltre due milioni
Rassegna stampa
Ancora 24 ore e per i primi 1,1 milioni di alunni, quelli della scuola primaria, mercoledì 3 maggio, scatteranno i consueti test Invalsi: si partirà con le domande d’italiano, seguite, solo per gli studenti di seconda primaria, da una prova di lettura della durata di due minuti. Il giorno 5 si replicherà con la matematica; per poi proseguire il 9 maggio con i 543mila ragazzi di seconda superiore, e chiudere il 15 giugno con i 571mila studenti di terza media (per loro è l’ultimo anno in cui l’Invalsi fa parte dell’esame di licenza). Complessivamente, anche quest’anno, si cimenteranno con i test oltre 2,2 milioni di alunni, sparsi in quasi 24mila istituti (poco più di 116mila classi). L’Invalsi invierà osservatori esterni in...

Claudio Tucci
Ilsole24ore.com
Postato da Antonia Vetro Sabato, 01 aprile 2017 07:00:00 (664 letture)

(Leggi Tutto... | 6292 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Nota sullo svolgimento delle prove INVALSI 2016-2017 per gli allievi con bisogni educativi speciali
Ufficio Scolastico Regionale
Nota Invalsi del 20/03/2017 contenente indicazioni sullo svolgimento delle Prove standardizzate da parte degli studenti con bisogni educativi speciali...

USR Sicilia
Postato da Antonia Vetro Sabato, 22 aprile 2017 07:00:00 (1108 letture)

(Leggi Tutto... | 886 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

INVALSI: Contro i quiz Invalsi, la legge 107 e gli otto decreti attuativi, sciopero della scuola il 3 maggio (Primaria e Media di primo grado) e il 9 maggio (Media Superiore)
Sindacati
Dal quadro generale degli otto decreti attuativi della legge 107 - approvati definitivamente il 7 aprile dal Consiglio dei Ministri e contro i quali abbiamo effettuato con successo lo sciopero generale del 17 marzo - emerge la centralità attribuita ai quiz Invalsi nella valutazione delle scuole, degli studenti e dei docenti. Nella Scuola Primaria essi svolgono rilevazioni nazionali nelle classi seconda e quinta, che costituiscono parte prioritaria di tale valutazione. Nella Scuola Media le rilevazioni, che riguardano italiano, matematica e inglese nella classe terza, dal prossimo anno rappresenteranno requisito indispensabile di ammissione all'esame conclusivo. Nella Scuola Superiore le prove si svolgeranno nella classe seconda e quinta; e durante l'ultimo anno gli studenti verranno sottoposti a quiz in inglese, italiano, matematica, i cui esiti saranno riportati all'esame di Maturità - per essere ammessi al quale è indispensabile aver svolto i quiz - in una specifica sezione del curriculum. Infine, per quel che riguarda l'Università, i risultati Invalsi potranno essere decisivi per l'accesso alle facoltà.

Piero Bernocchi portavoce nazionale COBAS
Stefano d'Errico segretario nazionale UNICOBAS
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 11 aprile 2017 07:30:00 (879 letture)

(Leggi Tutto... | 5743 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

INVALSI: Riapertura termini bando ed elenco definitivo degli Osservatori esterni nelle classi campione della rilevazione degli apprendimenti a.s. 2016/2017
Ufficio Scolastico Regionale
-Riapertura termini bando per l’individuazione degli osservatori esterni nelle classi campione della rilevazione degli apprendimenti a.s. 2016/2017 per le province di Catania, Siracusa, Ragusa, Trapani. Scadenza.23 marzo 2017...

-Elenco definitivo degli Osservatori esterni nelle classi campione della rilevazione degli apprendimenti a.s. 2016/2017...

USR Sicilia
Postato da Antonia Vetro Sabato, 18 marzo 2017 07:00:00 (1402 letture)

(Leggi Tutto... | 2305 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Individuazione scuole polo rilevazioni INVALSI 2017
Ufficio Scolastico Regionale
INDIVIDUAZIONE SCUOLE POLO RILEVAZIONI INVALSI 2017.  Documenti firmati digitalmente ai sensi del c.d. Codice dell’Amministrazione Digitale e normativa connessa. Gli originali sono conservati nel ProtocolloAsp...

USR Sicilia
Postato da Antonia Vetro Giovedì, 23 febbraio 2017 07:00:00 (1032 letture)

(Leggi Tutto... | 1000 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: DG n. 1295 del 01 dicembre 2016
Ministero Istruzione e Università
L'Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (INDIRE) di Firenze, svolgerà le opportune azioni di monitoraggio, anche in collaborazione con l'Amministrazione, al fine di individuare i nominativi degli studenti dei corsi di istruzione secondaria superiore delle scuole statali e paritarie...

Miur
Postato da Antonia Vetro Giovedì, 12 gennaio 2017 07:00:00 (677 letture)

(Leggi Tutto... | 1119 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Difendere la professionalità del docente
Opinioni
Il direttore della Fondazione Agnelli ha inviato una lettera al Corriere della sera sugli esami di Stato [22/6/16] e ha dato avvio a un confronto a più voci. L'ambito del problema è stato dilatato ma la superficialità delle argomentazioni, che sviliscono l'attività docente, non è stata rilevata. Si tratta dell'oggetto del mandato che trasferisce al governo la facoltà di legiferare in materia di valutazione delle prestazioni degli studenti. Riflettendo sulle prove Invalsi Andrea Gavosto dichiara: "Oggi sono diventate quasi una materia come le altre, con lezioni dedicate, eserciziari, affannose richieste delle famiglie di preparazioni specifiche".

Enrico Maranzana
zanarico@yahoo.it
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 24 settembre 2016 08:30:00 (753 letture)

(Leggi Tutto... | 3657 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Sistema Nazionale di Valutazione
Ministero Istruzione e Università
Dal 15 di settembre parte la consultazione nazionale sul Rapporto di autovalutazione della scuola dell’infanzia, curata dall’INVALSI, che coinvolgerà tutte le scuole statali e paritarie interessate. La consultazione avverrà tramite un questionario a risposte chiuse di cui si allega una copia. Le risposte fornite permetteranno...

Miur
Postato da Antonia Vetro Martedì, 30 agosto 2016 07:00:00 (896 letture)

(Leggi Tutto... | 1549 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Rapporto prove INVALSI 2016
Istituzioni
Rapporto nazionale sulle rilevazioni degli apprendimenti degli studenti realizzato dall’INVALSI...

INVALSI
Postato da Antonia Vetro Domenica, 10 luglio 2016 08:41:33 (1391 letture)

(Leggi Tutto... | 704 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Perché i test Invalsi sono contestati? Perché sono figli di una realtà remota
Opinioni
Un professionista conosce e applica principi e regole, tra cui:
Il controllo [feed-back] è il timone di un sistema, essenziale per il suo governo.
Il controllo consiste nella capitalizzazione delle informazioni contenute negli scostamenti risultati attesi .. risultati rilevati. L'esplicitazione e la condivisione degli obiettivi tra gli attori di un'organizzazione sono la condizione necessaria per la costituzione di efficaci punti di controllo. La dirigenza Miur vive in un'altra dimensione. Le analisi condotte per interpretare il rifiuto dei test Invalsi introducono la problematica: le presunte motivazioni dei docenti sono il principale oggetto dell'indagine. La visione d'insieme è sacrificata: i madornali errori commessi dai massimi organi dello Stato sono fuori scena.

Enrico Maranzana
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 19 maggio 2016 06:30:00 (891 letture)

(Leggi Tutto... | 4240 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Non mancano i motivi validi per dubitare dell'attendibilità e della serietà scientifica dei test INVALSI
Opinioni
Vi propongo una riflessione pragmatica alla luce dei test INVALSI somministrati quest'anno nelle classi seconde della scuola primaria. Non è una critica ideologica, astratta o aprioristica, frutto di una presa di posizione "pregiudiziale", bensì una serie di osservazioni empiriche, basate sull'esperienza concreta dei test INVALSI che ho avuto modo di constatare di persona. Parto da un punto: la prova di matematica mi è parsa più facile di quella di italiano. La prova di italiano per la seconda elementare prevedeva di leggere e capire ben 17 pagine. Come può un bambino di sette anni, riuscire a leggere e comprendere addirittura 17 pagine in pochi minuti? Temo che ciò costituisca una mancanza di rispetto verso la loro età e i loro tempi di attenzione. Temo che chi prepari i test INVALSI non abbia la minima conoscenza di cosa sia e di cosa sappia fare un bambino di sette anni. L'impressione, più che fondata, è che i presunti (o sedicenti) esperti dell'INVALSI non sappiano minimamente cosa sia insegnare e dubito che abbiano mai insegnato in classe.

Lucio Garofalo
l.garofalo64@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 13 maggio 2016 07:30:00 (1040 letture)

(Leggi Tutto... | 4245 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Le prove INVALSI: un’opportunità per crescere
Redazione
Nel mese di maggio le scuole vivono l'intensa esperienza delle prove Invalsi, momento atteso e temuto, desiderato e contrastato, spesso motivo per scioperi e alzata di scudi oppositivi.
Secondo alcuni operatori scolastici le prove sono "uno dei tanti strumenti che si possono eventualmente utilizzare nella scuola per valutare gli alunni"; a seconda dei casi, delle classi, dei contesti socio-culturali territoriali. Come afferma Reginaldo Palermo su "La Tecnica della scuola, "possono essere utili, possono non servire a niente, a volte sono anche dannose! Ma purtroppo nei nostri istituti questo tipo di dibattito è del tutto assente". Da una parte alcuni sostengono che in questi anni è stato dato eccessivo peso alle prove Invalsi in sede didattica, altri , come scrive Ninni Bonacasa, direttore di Ceripnews, le considerano delle "provettine",  giudicando "patetico che docenti e Ds, in questi giorni si sbraccino oltre ogni misura, per il buon esito delle stesse, peraltro raccontando anche "storielle" sulla valutazione a genitori impreparati e, quindi, non competenti".

Giuseppe Adernò
g.aderno@alice.it
Postato da Giuseppe Adernò Giovedì, 05 maggio 2016 06:00:00 (978 letture)

(Leggi Tutto... | 6413 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Ritorna il dottor INVALSI
Opinioni
Puntuale come Sanremo, ogni anno, nel mese di maggio, ritorna pure il dottor INVALSI. Ma a che serve, visto che la situazione non è affatto migliorata, anzi peggiora ulteriormente ogni anno che passa? In questo caso, il malato sarebbe la scuola italiana, ma i medici (ovvero il dottor INVALSI, che poi sarebbe il MIUR) non sono assolutamente in condizione di formulare la diagnosi esatta e tantomeno di suggerire la terapia più efficace per debellare il virus. Mi sorge spontaneo il dubbio che il virus possa appartenere al ceppo dello stesso INVALSI. In sostanza, il virus del morbo potrebbe addirittura essere (paradossalmente) il medico che dovrebbe debellarlo.

Lucio Garofalo
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 04 maggio 2016 07:00:00 (891 letture)

(Leggi Tutto... | 2225 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Recupero prove INVALSI non somministrate
Sindacati
L'USB (Unione Sindacale di Base) è informata del fatto che alcuni Dirigenti Scolastici della provincia di Catania intendono procedere al recupero delle prove INVALSI non somministrate nei giorni 6 e 7 maggio, a causa dell'adesione degli insegnanti alle azioni di sciopero o a causa delle assenze degli alunni. Occorre rammentare che il differimento della somministrazione delle prove è previsto dalla normativa solo in caso di eventi gravi e imprevedibili, che abbiano comportato l'inevitabile chiusura delle scuole, o in caso di impegni improcrastinabili prontamente comunicati allo stesso istituto INVALSI entro i termini previsti dal regolamento.

catania.scuola@usb.it
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 11 maggio 2015 02:00:00 (2065 letture)

(Leggi Tutto... | 2138 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Prove Invalsi tra doveri e astensione. Sentenza del giudice di Trieste le prove Invalsi sono da farsi e non ci si può sottrarre
Redazione
Non ci si può sottrarre alla somministrazione delle prove Invalsi, essa è di competenza del Ministero e non degli organi collegiali. Dal tribunale di Trieste giunge una sentenza che gela i detrattori delle prove Invalsi e colpisce il collegio docenti dell'Istituto Carducci di Trieste, dando ragione al Preside che non ha ammesso la votazione del Collegio in merito alle prove e aveva impugnato la decisione del Dirigente di avviare le procedure di somministrazione. Il Collegio docenti, secondo la sentenza dl tribunale di Trieste non ha potere decisionale sull'argomento, perché le prove attengono alla valutazione del sistema scolastico nel suo complesso e finalizzato al suo miglioramento. La docente che aveva chiesto anche 1.000 euro di danni morali per essere stata "costretta ad interrompere l'attività didattica come programmata e prevista e aver patito lesione della propria dignità professionale e psicofisica", è stata condannata a pagare, invece, la somma di EUR. 838,00.

g.aderno@alice.it
Postato da Giuseppe Adernò Domenica, 10 maggio 2015 02:30:00 (3929 letture)

(Leggi Tutto... | 6819 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

INVALSI: I gestori dell'Invalsi conoscono il diritto?
Sindacati
I gestori dell'Invalsi si accorgono, a modo loro, anche dell'esistenza del diritto di sciopero. La titolare dell'istituto con sede a Frascati rispondendo ad una domanda de "Il Sole 24ore" sulle motivazioni che hanno spinto la sua organizzazione a decidere, unilateralmente, lo slittamento della prova prevista per il 5 maggio nella scuola primaria, ha detto: "(...) abbiamo deciso di rinviarle di un giorno per rispettare il diritto di sciopero, ma senza incidere negativamente sulle prove". Si continua a tacere sul fatto che l'Invalsi, come tutti i committenti del mondo civile, dovrebbe preoccuparsi di corrispondere il giusto compenso a coloro di cui richiede l'impegno professionale, evidentemente pretendono di valutare la scuola italiana (con criteri decisi solo da loro) sulla base dello sfruttamento del lavoro intellettuale delle persone.

Salvatore Pizzo
Coordinatore Provinciale Gilda Unams - Parma
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 03 maggio 2015 07:30:00 (1700 letture)

(Leggi Tutto... | 3243 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Dopo lo sciopero del 24 la Giannini trema: gravissimo atto antisindacale: rinviati i test Invalsi
Sindacati
Renzi e la Giannini, sino a giovedì prossimo, dichiaravano baldanzosi di non temere gli scioperi della scuola. Ma già Venerdì hanno avuto una bella lezione con lo sciopero Unicobas, Anief, Usb e del resto del sindacalismo di base: gliel’hanno data le scuole chiuse per sciopero ed i docenti e gli ata in corteo a Roma (e non solo). Oggi il Presidente dell’Invalsi rinvia le prove nella Primaria dal 5 al 6 Maggio (e quelle previste per il 6 al 7). Ma allora gli scioperi non fanno più ‘ridere’ il Presidente del Consiglio! La Giannini, da parte sua, dando esempio di enorme viltà politica, ‘commissiona’ all’Invalsi, che non è parte datoriale, un gravissimo intervento impositivo sul lavoro dei docenti operato appunto senza titolo alcuno da un Ente terzo. Un intervento che nega alla radice persino il presupposto stesso della ‘autonomia’ scolastica: basti pensare a quegli istituti comprensivi che hanno disposto viaggi di istruzione o altre iniziative per la data del 7 Maggio o, il 6 di Maggio, per le classi non interessate ai test di matematica, oggi rinviati al 7 e sostituiti da quelli di italiano.

Stefano d’Errico
Segretario nazionale
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 28 aprile 2015 07:30:00 (1882 letture)

(Leggi Tutto... | 5611 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Condotta antisindacale. INVALSI differisce prima prova a giorno al 6 maggio
Sindacati
A seguito della decisione di INVALSI di differire la data della prima prova (relativa alla scuola primaria) dal 5 al 6 maggio 2015, la Cisal Dipartimento Scuola, che ha aderito ufficialmente allo sciopero del 5 maggio, ritenendo illegittimo quanto posto in essere, sta valutando la possibilità di intraprendere una iniziativa legale per condotta antisindacale.

Il segretario nazionale
Guglielmo Trovato
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 28 aprile 2015 07:00:00 (1732 letture)

(Leggi Tutto... | 1356 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

INVALSI: Al via il Sistema Nazionale di Valutazione: che sia la volta buona?
Redazione
1. Regolamento, direttiva e circolari: le tappe di un percorso
Con la pubblicazione del documento su "La Buona Scuola" il Governo in carica ha ribadito la volontà di dare seguito a quanto previsto dal DPR n. 80/2013 (Regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione SNV) in materia di istruzione e formazione. E la direttiva n. 11 del 18 settembre 2014, a cui ha fatto seguito la circolare ministeriale del 21 ottobre 2014, n. 47, testimonia operativamente tale volontà. A dire il vero, non è la priva volta che si sente parlare di valutazione del sistema scolastico italiano e per chi, come me, ha vissuto e operato a vario titolo nelle scuole, il termine valutazione è stato quasi sempre e solo accostato agli esiti scolastici e formativi degli allievi, molto meno agli altri soggetti che ora sono chiamati in causa.

Piero Cattaneo
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 08 gennaio 2015 07:30:00 (2331 letture)

(Leggi Tutto... | 15311 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: È un anno che non danno risposte ad un problema che riguarda il nostro territorio. Il governo a guida Pd come l’ex Pdl
Sindacati
E' trascorso un anno dalla presentazione di un'interrogazione parlamentare, presentata dalla senatrice Adele Gambaro (all'epoca del gruppo Misto) su richiesta della Gilda degli Insegnanti di Parma, relativa all'ingiustizia subita da un docente di una scuola elementare parmigiana, destinatario di una sanzione disciplinare per essersi rifiutato di svolgere lavori impiegatizi a favore di un ente di ricerca, l'Invalsi, rispetto al quale non è stato instaurato al contratto di lavoro con gli insegnanti italiani. Nessuno ha mai risposto ai quesiti posti: nel corso di questa legislatura la responsabilità della politica scolastica è ascrivibile al Pd, i cui esponenti preposti alla gestione degli enti, rispetto ai rapporti con i docenti e con le loro rappresentanze risultano essere gravemente deficitari.

gildaparma@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 08 agosto 2014 08:00:00 (1897 letture)

(Leggi Tutto... | 3727 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Invalsi & omertà: lo sfruttamento di manovalanza intellettuale nelle scuole
Sindacati
L'Invalsi nei giorni scorsi ha pubblicizzato il suo "rapporto annuale", tutti media ne hanno parlato dimenticando che questa entità che ha sede a Frascati (Roma) vanta un triste primato, è l'unico ente pubblico in Europa che grazie ad un generale clima intimidatorio che si è creato nelle scuole italiane nei confronti dei docenti, riesce a svolgere la sua attività principale, i quiz a crocette propinati agli studenti, grazie al fatto che viene reclutata, per il tramite di una stragrande maggioranza di dirigenti scolastici, talvolta conniventi o silenti, manovalanza intellettuale senza essere pagata. La legge dice che si tratta di "attività ordinaria d'Istituto", ma l'incombenza di svolgere gli adempimenti connessi (diversi dalla distribuzione ai ragazzi e dalla correzione) dovrebbe essere dei dipendenti dell'Invalsi, i cui gestori pur sparlando di valutazione dei docenti e delle scuole danno il cattivo esempio, visto che il lavoro che tocca alla loro istituzione viene coattivamente scaricato su gente costretta a farlo per evitare gravi ritorsioni.

Salvatore Pizzo, coordinatore Federazione Gilda Unams Parma
gildaparma@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 15 luglio 2014 06:30:00 (1865 letture)

(Leggi Tutto... | 3758 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

INVALSI: Scuola, presentato al Miur il Rapporto nazionale Invalsi 2014
Ministero Istruzione e Università
Roma, 10 luglio 2014 Un divario tra le regioni che si fa meno marcato e istituti tecnici che recuperano terreno sui licei, soprattutto per la matematica. Sono solo due dei principali dati emersi dalle rilevazioni Invalsi 2014, l’Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione che monitora annualmente i livelli di apprendimento degli alunni italiani relativamente alla comprensione della lettura e alla matematica...

Miur
Postato da Antonia Vetro Venerdì, 11 luglio 2014 09:00:00 (2026 letture)

(Leggi Tutto... | 3425 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Ancora una volta l’opposizione ai quiz Invalsi ha avuto modo di manifestarsi
Comunicati
Non si tratta solo dei docenti più accorti nel rifiuto di piegare la didattica ad un allenamento ai quiz, e partecipi di un’idea di scuola in cui creatività, cura delle capacità critiche, trovino lo spazio per esprimersi;
non soltanto di genitori che alla buona qualità della scuola pubblica tengono e che, come rileva il recente Rapporto sulla scuola a cura della Fondazione Agnelli, “in alcune scuole hanno guidato la fronda contro la sperimentazione”;
si tratta anche di studenti che sono scesi in campo contro l’idea d’esser considerati oggetto di valutazione di “competenze” che non hanno a che fare e vedere con la qualità delle loro “intelligenze multiple” e non vogliono sentirsi “clienti” della scuola resa azienda, ma soggetti del proprio presente.
Tutto ciò è il segno che l’opposizione ai quiz Invalsi non poggia sul timore, presunto da analisti frettolosi e interessati, dei docenti d’esser valutati, semmai invece sulla critica dell’idea farlocca della valutazione “oggettiva”.

Assemblea No Invalsi di Milano
invalsi@anche.no
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 05 giugno 2014 07:30:00 (1930 letture)

(Leggi Tutto... | 4302 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Parma: chiesti provvedimenti disciplinari per un'addetta dell'Invalsi
Sindacati
La Gilda degli Insegnanti di Parma rende noto di aver formalizzato alle autorità competenti una richiesta, relativa al comportamento di un'addetta dell'ente Invalsi, affinché vengano adottati i più opportuni provvedimenti nei confronti della stessa. La Gilda dopo aver effettuato un accesso agli atti amministrativi in una scuola parmense è venuta in possesso di una mail, in cui la referente dell'ente Invalsi invitava esplicitamente, senza mezzi termini, i dirigenti scolastici ad eludere le competenze del collegio dei docenti, che è competente a deliberare in merito all'adesione delle scuole ai progetti, di qualsiasi tipo, proposti da organismi esterni. La Gilda rileva che qui nel Parmense i dipendenti dell'Invalsi ed i loro preposti hanno un comportamento assurdo, vogliono relazionarsi con il mondo della scuola eludendo le rappresentanze del corpo docente. Un comportamento paradossale. L'Invalsi è l'unico ente pubblico che a Parma non intrattiene alcuna tipo di relazioni sindacale.

gildaparma@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 03 giugno 2014 07:30:00 (1988 letture)

(Leggi Tutto... | 3169 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: INVALSI: un ostacolo in meno per Linux a Scuola
Rassegna stampa
Un piccolo, grande aggiornamento per quanto riguarda l'uso di software libero a scuola. Da alcuni anni agli studenti delle scuole italiane vengono somministrati questionari volti a valutare la qualità e l'efficacia della didattica negli istituti, su iniziativa del Ministero per l'Istruzione e su supervisione dell'Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo (INVALSI). Purtroppo però l'unico modo con cui ogni scuola poteva trasmettere all'ente gli esiti delle prove è sinora stato un documento fruibile esclusivamente con il programma Microsoft Excel, pesantemente manipolato con funzionalità non interoperabili con applicativi analoghi quali LibreOffice o OpenOffice, e dunque impossibile da utilizzare su piattaforme operative diverse da Microsoft Windows.

Ils.org
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 19 maggio 2014 08:00:00 (2116 letture)

(Leggi Tutto... | 3741 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Invalsi, il Ministero risponde ad un'interrogazione negando l'esistenza di atti forniti in precedenza dalla stessa Amministrazione Scolastica
Sindacati
La Gilda fornisce le prove fotografiche! In Commissione Istruzione alla Camera il Miur ha fornito la risposta ad un'interrogazione presentata dall'On. Ivan Catalano (Gruppo Misto), relativa ad un episodio avvenuto nei mesi scorsi in provincia di Parma, di cui si è reso protagonista l'Invalsi:
a seguito di un accesso agli atti amministrativi compiuto dalla Gilda in un istituto comprensivo parmense, veniva confermata quella che prima era solo una voce, ovvero che i preposti dell'ente di ricerca che ha sede a Frascati, invitano i dirigenti scolastici a fare in modo che le scuole aderiscano al progetto "Valutazione e Miglioramento" senza la necessaria delibera del collegio dei docenti.
Un dirigente scolastico in sede di accesso agli atti ci ha fornito una comunicazione giunta da una preposta dell'Invalsi, che alleghiamo, nella risposta il Miur sostiene di non avere "elementi di riprova a tal riguardo".

gildaparma@gmail.com
Postato da Redazione Sabato, 17 maggio 2014 07:45:00 (2578 letture)

(Leggi Tutto... | 3313 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Il 13 maggio scioperiamo e boicottiamo i quiz Invalsi insieme agli studenti. A Palermo manifestazione a piazza Politeama, ore 9.30
Sindacati
Per chi non lo sapesse Anna Maria Ajello è da poche settimane la neo-presidente del carrozzone Invalsi, dopo una furiosa lotta interna tra gli aziendalisti della Fondazione Agnelli e l’apparato ministeriale, conclusasi, pare, con la vittoria di questi ultimi, accusati dai primi di aver sbagliato tutto nella gestione dei quiz e nel rapporto con i docenti. Il 6 maggio, durante la prima giornata di sciopero dei Cobas nella scuola dell’infanzia ed elementare, la presidente invalsiana, intervistata da Flavia Amabile, ha posto una lapide sul sepolcro della sua "creatura", con questa scritta: "Ho provato a leggere le domande del test di seconda elementare, in alcuni casi ho dovuto leggerle due volte prima di capire la domanda. Non è ammissibile, non si possono effettuare le prove sulla base di tranelli o furbizie".

Cobasscuolapalermo.wordpress.com
cobas.pa@libero.it
Postato da Redazione Lunedì, 12 maggio 2014 08:00:00 (3388 letture)

(Leggi Tutto... | 4717 bytes aggiuntivi | Voto: 4)

INVALSI: La scuola italiana che ha paura di farsi valutare
Rassegna stampa
Come da copione, le proteste: Cobas in piazza a Roma davanti alla sede del ministero dell’Istruzione, la scuola elementare Morosini di Milano dove gli insegnanti hanno scioperato facendo saltare le prove a tutti i bambini della seconda elementare. Come da copione, le polemiche: davvero si arriverà come sostiene la ministra Stefania Giannini a usare i test Invalsi come parametro per la revisione del contratto e dello stipendio degli insegnanti? O invece si cambierà di nuovo il test per renderlo meno complicato, come ha annunciato la presidente dell’Istituto di valutazione Anna Maria Ajello, che dichiara che «chi sostiene che i test servano a valutare gli insegnanti irrobustisce solo le critiche perché servono per valutare le competenze dei ragazzi»?
Ieri è stato il primo giorno delle prove Invalsi: si fanno in seconda, quinta elementare e seconda superiore, i ragazzi di terza media sosterranno invece il test insieme all’esame finale a giugno.

Gianna Fregonara - Corriere della Sera
Postato da Angelo Battiato Giovedì, 08 maggio 2014 07:45:00 (1855 letture)

(Leggi Tutto... | 6446 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Perchè lo sciopero contro l'Invalsi: 7 maggio (primaria) ed il 13 (superiori) si replica
Comunicati
Ormai sappiamo come vengono usate dal Miur le prove Invalsi. La superficialità ed il nozionismo di origine anglo- sassone, l'inadeguatezza dei test ai programmi ed alla metodologia italiana, l'unificazione dei risultati con quelli delle scuole private (che, da sole, ci fanno perdere venti posti nelle comparazioni con l'estero), tutto ciò serve a dimostrare il presunto "sfascio" della scuola pubblica. La propaganda di qualche editorialista "laudator temporis acti", spiana la strada al sistema de-meritocratico che volevano la Gelmini e Brunetta, per imporre valutazioni burocratiche atte ad incidere sulla busta paga dei docenti. Con la macchina ispettiva (peraltro oggi completamente latitante) ed il "bipartizan" Indire, l'Invalsi è uno dei tre pilastri pensati per "disciplinare" la scuola e traghettarla verso il sistema retributivo "a fasce". Per la casta burocratica (e sindacal-concertativa), non tener conto dello specifico delle scuole e dei quartieri, imporre prove identiche anche per i diversamente abili servirebbe a stabilire la ‘qualità’ dei docenti, per identificare chi pagare di meno ancora del, già imposto, più basso salario europeo e mettere alla gogna su internet.

Stefano d'Errico - Segretario nazionale Unicobas Scuola
unicobas.rm@tiscali.it
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 07 maggio 2014 08:00:00 (2531 letture)

(Leggi Tutto... | 7386 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Test Invalsi 2014, al via il 6 maggio le prove per 2 milioni di studenti
Rassegna stampa
Prove Invalsi al via dal prossimo 6 maggio per oltre 2 milioni di studenti. Un momento di verifica che serve ad accertare i livelli di apprendimento e le competenze degli alunni in due ambiti fondamentali: Italiano (comprensione della lettura e grammatica) e Matematica. Ogni anno le rilevazioni dell’Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e Formazione (Invalsi) offrono a ciascuna scuola dati che possono essere utilizzati come strumento di riflessione e miglioramento, poiché forniscono il paragone con un campione rappresentativo a livello regionale e nazionale. Nel 2013, spiega il Miur, tutte le scuole hanno partecipato alla rilevazione e il 71% degli istituti ha utilizzato il Rapporto restituito a settembre dall’Invalsi con le analisi relative alle proprie classi. Un numero in costante crescita: le prove hanno superato, a quattro anni dalla loro introduzione a regime, gran parte delle iniziali diffidenze registrate nella comunità scolastica.

ilfattoquotidiano.it
Postato da Redazione Lunedì, 05 maggio 2014 08:00:00 (2294 letture)

(Leggi Tutto... | 5805 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Scuola, dal 6 maggio al via le prove Invalsi - Oltre 2 milioni gli studenti coinvolti
Ministero Istruzione e Università
Prove Invalsi al via dal prossimo 6 maggio per oltre 2 milioni di studenti. Un momento di verifica che serve ad accertare i livelli di apprendimento e le competenze degli alunni in due ambiti fondamentali: Italiano (comprensione della lettura e grammatica) e Matematica. Ogni anno le rilevazioni dell'Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e Formazione (INVALSI) offrono a ciascuna scuola dati che possono essere utilizzati come strumento di riflessione e miglioramento, poiché forniscono il paragone con un campione rappresentativo a livello regionale e nazionale.
Nel 2013 tutte le scuole hanno partecipato alla rilevazione e il 71% degli istituti ha utilizzato il Rapporto restituito a settembre dall'Invalsi con le analisi relative alle proprie classi. Un numero in costante crescita: le prove  hanno superato, a quattro anni dalla loro introduzione a regime, gran parte delle iniziali diffidenze registrate nella comunità scolastica.
Il calendario e i numeri delle prove...

Miur
Postato da Antonia Vetro Lunedì, 05 maggio 2014 06:00:00 (1846 letture)

(Leggi Tutto... | 6699 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Scioperiamo e boicottiamo i quiz Invalsi il 6, 7 e 13 maggio
Sindacati
Errare è umano, perseverare diabolico: Giannini insiste con gli indovinelli. Contro la scuola-quiz e la scuola miseria, scioperiamo e boicottiamo i quiz Invalsi il 6 e il 7 maggio (infanzia e elementare) e il 13 maggio (media e superiore) con manifestazioni provinciali. A Roma sit-in al MIUR il 6 (ore 9.30) e il 13 (ore 10). La neo-ministra Giannini conferma la validità del vecchio aforisma, insistendo diabolicamente con gli indovinelli e rilanciando dal 6 al 13 maggio l’insensato rito dei quiz Invalsi. Eppure, che l’Invalsi sia inutile e dannoso, come sosteniamo fin dall’inizio della nostra lotta contro la scuola-quiz, è ora addirittura la tesi dei nostri principali avversari in questa battaglia, quella Fondazione Agnelli grande sostenitrice degli ”invalsiani”.
 
Piero Bernocchi   portavoce nazionale COBAS
cobas.comitati.di.base.scuola@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 03 maggio 2014 08:00:00 (2181 letture)

(Leggi Tutto... | 5309 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Elenco Osservatori esterni Sicilia – Rilevazioni del Sistema nazionale di Valutazione 2013-14
Ufficio Scolastico Regionale
Elenco degli Osservatori esterni per la Sicilia che verranno utilizzati nell’ambito delle Rilevazioni del Sistema nazionale di Valutazione 2013-14 distinti per provincia di residenza.
Vista la nota AOODRSI.REG. 3446 UFF. VIII del 14 .2.2014 di questa Direzione Generale relativa al reclutamento degli osservatori esterni necessari per la rilevazione nazionale degli apprendimenti a.s. 2013 -2014. Visti i criteri indicati nell’allegato n.3 della N ota del Direttore Generale dell’INVALSI n. 1419 del 10/02/2014. Tenuto conto delle istanze pervenute correttamente nei termini all’indirizzo indicato nella nota AOODRSI.REG. 3446 UFF. VIII d el 14.2.2014 di questa Direzione Generale. Rende noto l’elenco degli Osservatori distinti per Provincia di residenza.

F.to Il Direttore Generale
Maria Luisa Altomonte
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 30 aprile 2014 08:00:00 (3066 letture)

(Leggi Tutto... | 8006 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: La Gilda degli Insegnanti di Parma ha formalizzato la rivendicazione di avviare una contrattazione territoriale con l’ente di ricerca Invalsi
Sindacati
Da tempo l’ente di ricerca Invalsi, per il tramite dei dirigenti scolastici, pretende dal personale della scuola statale delle prestazioni lavorative, anche se coloro ai quali si rivolge (personale docente ed amministrativo) non  hanno instaurato alcun rapporto di lavoro con esso. Una formale richiesta è stata notificata al Presidente dell’Invalsi, al Direttore Scolastico dell’Emilia Romagna, al Dirigente Scolastico Provinciale di Parma, all’Aran, ai responsabili locali dei partiti politici della maggioranza di governo e per conoscenza ai dirigenti scolastici. Purtroppo i docenti spesso vengono minacciati dai dirigenti scolastici di sanzioni disciplinari le quali, anche se di dubbia legittimità, per evidenti problemi anche inerenti alle costose spese legali, non vengono impugnate dagli interessati, costretti così a subire un’evidente situazione di tipo ricattatorio, che assume aspetti di maggior  gravità visto che avviene all’interno di una pubblica amministrazione qual è quella scolastica.

gildaparma@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 22 marzo 2014 07:00:00 (1939 letture)

(Leggi Tutto... | 3359 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Bando di selezione degli osservatori esterni nell'ambito delle rilevazioni del Sistema nazionale di Valutazione relative all'a.s. 2013-2014.
Ufficio Scolastico Regionale
Bando di selezione degli osservatori esterni nell'ambito delle rilevazioni del Sistema nazionale di Valutazione relative all'a.s. 2013-2014.In allegato:
Allegato 1 (Bando)
Allegato 2 (Modello di domanda)....

MIUR – USR SICILIA
Postato da Antonia Vetro Lunedì, 17 febbraio 2014 10:24:42 (2697 letture)

(Leggi Tutto... | 1317 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Misure di accompagnamento al riordino della secondaria superiore - Seminario regionale, Qualità: il risultato degli apprendimenti nel biennio. Le pro
Ufficio Scolastico Regionale
Si trasmettono, in allegato, la Circolare del Dirigente dell’Uff. VII  dell’ USR Sicilia di cui all’oggetto; Programma del seminario di Palermo; Programma del seminario di Catania e  Scheda di adesione....

Maria Rosa Turrisi
Referente SNV – USR Sicilia
091 6909254
Postato da Antonia Vetro Martedì, 11 febbraio 2014 06:00:00 (1810 letture)

(Leggi Tutto... | 1326 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Invalsi, scelto il nuovo presidente: è la Professoressa Anna Maria Ajello
Ministero Istruzione e Università
Il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Maria Chiara Carrozza, ha individuato il nuovo Presidente dell’Invalsi, Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione....

MIUR
Postato da Antonia Vetro Venerdì, 07 febbraio 2014 07:00:00 (1783 letture)

(Leggi Tutto... | 2688 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: INVALSI - Uno schiaffo alla decenza
Redazione
Uno schiaffo alla decenza: mentre per "risparmiare" si predano gli emolumenti per le ferie ai docenti precari e agli insegnanti, tutti, si pagano stipendi da fame che tante volte arrivano anche in ritardo, i gestori dell'ente Invalsi, messi lì dalla politica, presentano in piano triennale che prevede 14 milioni di euro l'anno di spesa. In tutto questo tanti, nelle scuole, vengono costretti a prestare attività professionali a favore dell'Invalsi sotto la minaccia di sanzioni disciplinari, alle quali è difficile spesso resistere perché gli avvocati costano e i dirigenti scolastici, trasformandosi in reclutatori/caporali di manovalanza intellettuale a costo zero, non sono in grado di opporre la minima resistenza ad un sopruso che è in evidente contrasto con qualsiasi principio di diritto del lavoro.

Nuccio Palumbo
antonino11palumbo@gmail.com
Postato da Nuccio Palumbo Mercoledì, 05 febbraio 2014 06:00:00 (1640 letture)

(Leggi Tutto... | 2533 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: L’Invalsi nel paese dell’assurdo
Opinioni
La valutazione del sistema scolastico è una problematica di cui si dibatte, si dibatte, senza giungere a soluzioni condivise.
Questa nota sostiene la necessità di fondare il monitoraggio delle attività scolastiche sulla legge, sulla razionalità e sulla dottrina. Il servizio sanitario nazionale ha deciso di valutare il lavoro degli ospedali: ha incaricato una squadra di rilevatori per ottenere sistematiche osservazioni sulla temperatura ascellare dei cittadini.  Per evitare le sanzioni che deriverebbero da accertamenti negativi ha suggerito l’uso di pomate refrigeranti.  
Sorprendente il fatto che gli esperti, i giornalisti, i sindacati non abbiano colto la miopia strategica dell’accertamento e si soffermino sulla forma e sull’utilizzo dei termometri, sull’indebita intromissione, sulle modalità comunicative, sulle ascendenze teoriche, sulla condanna delle resistenze frapposte ...

Enrico Maranzana
zanarico@yahoo.it
Postato da Redazione Mercoledì, 27 novembre 2013 07:45:00 (1640 letture)

(Leggi Tutto... | 3779 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: No all’addestramento coatto ai quiz Invalsi! Non andremo a farci dire come insegnare dagli Invalsiani e dalle aziende!
Sindacati
Contro la scuola-quiz, boicottare l’Invalsi insieme agli studenti
Il varo definitivo del decreto-legge sulla scuola, pomposamente titolato “L’istruzione riparte” (ma per dove?), è stato salutato da un coro di elogi da parte dei sostenitori della scuola-miseria e della scuola-quiz, che hanno sottoscritto le valutazioni della ministra Carrozza la quale aveva affermato: “Dopo anni di sacrifici, di tagli alla cieca, questo decreto restituisce finalmente risorse e centralità al mondo dell’istruzione. Sono orgogliosa del lavoro fatto”. Risorse? Centralità? Ci sono forse massicci investimenti per una istruzione a cui lo Stato dedica solo l’8,4% della propria spesa contro una media nell’Unione Europea dell’11%? Per rendere gli istituti scolastici (gran parte dei quali è a rischio) degni di una scuola di qualità? Per restituire finalmente salario a docenti ed Ata, che, con i contratti e gli scatti di anzianità bloccati, hanno perso il 15% del reddito negli ultimi cinque anni e sono il finalino di coda delle retribuzioni europee?

Piero Bernocchi - portavoce nazionale COBAS
carmelolucchesi@libero.it
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 11 novembre 2013 08:30:00 (2241 letture)

(Leggi Tutto... | 6575 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: I dirigenti delle scuole parmensi invitati a richiedere fondi all’Ente Invalsi
Sindacati
La Gilda degli Insegnanti ha inviato una missiva tutti i dirigenti delle scuole statali presenti sul territorio della Provincia di Parma, invitandoli a rivolgersi all’Ente Invalsi (istituzione che si occupa delle rilevazioni statistiche nelle scuole), affinchè provveda celermente a farsi carico dei costi che ogni istituzione scolastica affronta, per svolgere le attività che questo ente in maniera crescente richiede, senza mai fornire né risorse umane né economiche. Spiega il coordinatore provinciale della Federazione Gilda-Unams, Salvatore Pizzo: “La legge obbliga le scuole a somministrare agli allievi le discusse schede di quiz a crocette, poi alcune sentenze, anche se solo di primo grado, hanno sancito che rientra nella funzione docente la correzione delle stesse, anche se si tratta di materiali di un ente esterno, ma – aggiunge – negli ultimi anni stiamo andando oltre, non richiedono più la correzione, ma adempimenti burocratici, tabulazione di dati, copiatura di risultati, compilazioni di schede e quant’altro, senza che l’Invalsi si faccia carico di alcun onere.
gildaparma@gmail.com
Postato da Redazione Mercoledì, 06 novembre 2013 06:45:00 (1616 letture)

(Leggi Tutto... | 3787 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Test Invalsi: realtà ed apparenze
Rassegna stampa
I test Invalsi hanno evidenziato ancora una volta il reale divario di preparazione esistente tra studenti ed insegnanti del Sud, rispetto a quelli del Nord Italia, in contrasto con l’apparenza dei voti assegnati nelle pagelle.
Per analizzare alcune delle possibili cause psicosocioculturali del fenomeno, potete leggere il breve saggio su “Orientamento scolastico-professionale”.
La scelta dei corsi di studio scolastici od universitari si rivela, spesso, “la scelta della vita”, poiché finisce con il condizionare positivamente, se essa si rivela giusta, o negativamente, se sbagliata, il successo o l’insuccesso negli studi stessi e nella futura attività lavorativa. Essa è importante, particolarmente, in Italia dove, ormai da alcuni anni, circa il 60-70% delle prime scelte degli studi universitari si rivelano sbagliate.

Cammarata Salvatore
cammarata.salvatore@yahoo.it
Postato da Redazione Lunedì, 16 settembre 2013 05:00:00 (2440 letture)

(Leggi Tutto... | 9876 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Tutti dieci ma l'Invalsi le rovina il voto finale
Rassegna stampa
La lettera di denuncia di una prof per quanto accaduto ad una sua alunna durante gli esami di terza media -  Pubblico questa lettera che pone un interrogativo molto diffuso fra gli insegnanti delle scuole medie: è giusto affidare una consistente quota della valutazione dei ragazzi alla prova Invalsi così com'è strutturata ora?
-------------------------------------------------------
Al Presidente della Camera dei Deputati 
Laura Boldrini   
Al Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 
Maria Chiara Carrozza    
Onorevole Presidente, Onorevole Ministro

sono un'insegnante di scuola secondaria di primo grado e Vi scrivo perché si è compiuta un'ingiustizia alla quale non avrei mai voluto prendere parte e che si ripeterà uguale a se stessa se Voi, Voi Uomini e Donne dello Stato non porrete rimedio...

Lastampa.it
Flavia Amabile
Postato da Antonia Vetro Giovedì, 08 agosto 2013 06:00:00 (2458 letture)

(Leggi Tutto... | 7006 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

INVALSI: Presentazione del Rapporto Invalsi 2013 - Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza.
Ministero Istruzione e Università
11/07/2013 Intervento del Ministro Carrozza alla presentazione del Rapporto Invalsi 2013...

Miur
Postato da Antonia Vetro Venerdì, 12 luglio 2013 07:00:00 (2543 letture)

(Leggi Tutto... | 725 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Richiesta di incontro al Pd di Parma, chiariscano la posizione che hanno sull’Invalsi
Sindacati
Il Coordinamento Provinciale della Gilda – Unams ha chiesto un incontro ufficiale al segretario provinciale del Pd, ai parlamentari locali dello stesso partito e all’esponente locale Giovanni Brunazzi, per conoscere quali sono le determinazioni e le posizioni del Partito Democratico in merito ai comportamenti assai anomali che l’ente Invalsi sta assumendo sul territorio parmense, richiedendo prestazioni professionali al corpo docente senza nemmeno avere avviato una contrattazione che disciplini questi oneri. Attività che vengono unilateralmente richieste al personale scolastico che fino a prova contraria non è dipendente dell’Invalsi.

gildaparma@gmail.com
Postato da Redazione Venerdì, 12 luglio 2013 06:30:00 (2166 letture)

(Leggi Tutto... | 2289 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Il regolamento Invalsi .. un obbrobrio
Opinioni
Se son rose fioriranno” scrive Maurizio Tiriticco per “riavviare la cultura della valutazione abbandonata da oltre un decennio” [Dell’Invalsi o del grande fratello]. Le rose, arbusti rustici, capaci di vivere anche in ambienti avversi, mostrano la pienezza dei loro caratteri solo se collocate in terreni sapientemente preparati e liberi da malerba.  Fuor di metafora: la problematicità della valutazione del  servizio scolastico  deriva  dalla confusione generata dall’affastellarsi di disposizioni contrastanti e dalla mancanza d’una visione sistemica. Benedetto Vertecchi fornisce l’incipit all’argomentazione che giustifica l’addebito: ...

Enrico Maranzana
zanarico@yahoo.it
Postato da Redazione Martedì, 09 luglio 2013 07:30:00 (1941 letture)

(Leggi Tutto... | 4791 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: 'Classi campione' Invalsi, i docenti Gilda a Parma non compilano i questionari
Sindacati
Numerosi docenti delle scuole statali che, nell’anno scolastico appena terminato, hanno esercitato la loro professione in classi unilateralmente individuate dall’ente Invalsi come "campione", hanno ricevuto una lettera per il tramite dei rispettivi Dirigenti Scolastici, firmata dal dott. Roberto Ricci, dipendente del suddetto Ente, mediante la quale li si invita a compilare un questionario elettronico che impegna gli interessati per circa un’ora. Una vera e propria richiesta di prestazione professionale per conto dell’Invalsi, soggetto che, almeno a livello territoriale, non ha mai provveduto ad avviare formali relazioni con i rappresentanti di categoria in merito alla definizione dei compensi per le attività che esso richiede, le quali esulano dalla normale somministrazione delle prove obbligatoria per legge.  Preso atto di ciò, la Gilda Unams, coordinamento provinciale di Parma, con una comunicazione inviata al dirigente del locale Ambito Territoriale Scolastico, a tutti i dirigenti scolastici del territorio e allo stesso dott. Ricci, ha manifestato l’indisponibilità ...

Salvatore Pizzo - Coordinatore Provinciale Gilda-Unams
Facebook.com/pages/Salvatore-Pizzo
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 05 luglio 2013 05:00:00 (2230 letture)

(Leggi Tutto... | 3764 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

INVALSI: Invalsi chiede la collaborazione dei docenti
Redazione
Questionario on line dal 20 giugno al 31 luglio.
In risposta a quanti ostacolano le prove Invalsi e le ritengono inutili e dannose per la scuola si registra una positiva azione di cooperazione che rende i docenti ancora una volta protagonisti attivi e non semplici esecutori di norme e di pratiche. Il 17 giugno durante gli esami di stato per le scuole del primo ciclo si sono svolte le prove Invalsi, tanto temute, specie quando non è stata approntata la necessaria preparazione di esercizi pratici di simulazione e solo in qualche caso poco valorizzate .
I ragazzi hanno affrontato la prova con senso di responsabilità e di impegno anche se alcune espressioni e alcuni quesiti potevano sembrare poco consoni con l’ordinario della didattica applica nelle classi. I ragazzini più svegli con intelligenza vivace hanno conseguito risultati brillanti e nella media generale gli esiti della prova Invalsi conferma la votazione generale conseguita nell’arco del triennio.

Giuseppe Adernò
g.aderno@alice.it
Postato da Giuseppe Adernò Sabato, 22 giugno 2013 06:00:00 (2728 letture)

(Leggi Tutto... | 10961 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Scuola, prove Invalsi per 584mila studenti della terza media. Tra Harry Potter e precari
Rassegna stampa
Il maghetto Harry Potter e il dramma dei precari entrano nel test Invalsi. Sono circa 584mila gli studenti (più di 8.600 i candidati esterni) che questa mattina hanno affrontato la prova Invalsi per l'esame di terza media. Circa 6mila le scuole interessate (nel tardo pomeriggio erano pervenuti i dati di circa 600 istituti). Due ore e 30 minuti il tempo a disposizione, con una pausa tra le due fasi della prova (italiano e matematica) per rispondere ai quesiti. E nella prova di italiano é spuntato anche il maghetto della Rowling, con un testo argomentativo sui lati positivi della lettura della saga, tratto dall'articolo di giornale "Harry Potter, la scuola della vita". Gli studenti hanno dovuto rispondere, nella prova di matematica, alla domanda: quanti sono i precari in Italia? Dopo aver proposto agli studenti il grafico sulla distribuzione dei precari per età relativa al 2012, gli è stato chiesto quanti fossero in totale e quale percentuale rappresentassero i 25-34enni. Ventotto le domande preparate, con la possibilità di usare righello graduato e/o squadra, compasso e goniometro, ma non la calcolatrice; al bando la matita, ammesse solo penne nere o blu....

Ilsole24ore.com
Postato da Antonia Vetro Martedì, 18 giugno 2013 08:00:00 (1965 letture)

(Leggi Tutto... | 5055 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Le scatole e le etichette. Sull'Invalsi e i BES nella scuola pubblica - Il dibattito sui BES 1
Rassegna stampa
Le scatole e l'Invalsi
“Senti collega, io dovrei spiegare le equazioni. E’ un argomento un po’ ostico ed è necessaria la massima attenzione. Tu e Marco usate forbici, colla e pennarelli e il rumore che fate crea distrazione per gli altri. Penso sia il caso.…” Penso sia il caso.… che vi togliate dalle scatole! Questo era il senso. Questa era la richiesta: uscire dalla classe e andare in un altro luogo, l’aula di sostegno. Era maggio del 1990: una vita fa. E’ una vita che faccio l’insegnante di sostegno alle medie, questa cosa può capitare. In verità prima, anni fa, capitava più spesso, ora quasi mai. I colleghi di matematica e anche quelli delle altre materie sono più sensibili, più preparati, più coinvolti. Dopo 23 anni da quella volta mi è successo di nuovo, qualche giorno fa. Stavolta però non è stato un collega di matematica, né di un’altra materia, è stato l’INVALSI.

Carlo Scataglini - laletteraturaenoi.it
Postato da Redazione Lunedì, 17 giugno 2013 07:00:00 (2554 letture)

(Leggi Tutto... | 12352 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: 'Dalle prove invalsi al miglioramento della didattica' alla Parini di Catania
Istituzioni Scolastiche
Martedì 22 maggio alle ore 10,30 presso l’istituto ”Parini” via Quasimodo 3 – Catania, si terrà la conferenza di servizio relativa al Piano di formazione e informazione dei team di valutazione alle indagini nazionali e internazionali Invalsi. Parteciperanno i dirigenti scolastici delle scuole della provincia di Catania  e di  Enna. Gli argomenti della conferenza di servizio “Dalle prove invalsi al miglioramento della didattica": percorsi trasversali a partire dall’italiano e dalla matematica  saranno trattati dai relatori del Gruppo di ricerca Invalsi: proff. Maria Pia Perelli e Giampaolo Baruzzo.

Il Dirigente Scolastico
prof. Giuseppe Adernò
Postato da Redazione Martedì, 21 maggio 2013 13:00:00 (2147 letture)

(Leggi Tutto... | 2168 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Sanare l’anomalia genetica dell’Invalsi
Redazione
Il mondo della scuola è in fermento: i test Invalsi scaldano gli animi delle fazioni in campo.  I contendenti analizzano settorialmente il problema e, privilegiando il proprio punto di vista, sacrificano l’approccio sistemico e dimenticano la genesi dell’istituto.
L’Invalsi è nato nel 2003 per onorare gli impegni che l’Italia aveva assunto in Europa: è stata bypassata l’esigenza di validare le politiche formative, educative e dell’istruzione delle singole scuole. Questa la ragione del suo esser percepito come un corpo estraneo. 

Enrico Maranzana
zanarico@yahoo.it
Postato da Redazione Martedì, 21 maggio 2013 06:30:00 (1580 letture)

(Leggi Tutto... | 6215 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Ottima conclusione degli scioperi contro la scuola-quiz
Sindacati
Si è conclusa molto positivamente la “tre giorni” di scioperi contro la scuola-quiz e gli indovinelli Invalsi. Dopo le prime due tappe nelle Elementari e Medie, con migliaia di classi che hanno rifiutato l’umiliante pratica malgrado i pesanti interventi di molti presidi con illegali sostituzioni del personale in sciopero e “riorganizzazioni” del servizio, oggi lo sciopero ha coinvolto le scuole Superiori con risultati anche migliori di quelli precedenti. Complessivamente, nelle tre giornate, hanno boicottato la farsa quizzarola decine di migliaia di docenti ed Ata con circa diecimila classi che, grazie anche all’importante contributo delle famiglie e degli studenti, non hanno svolto gli indovinelli: e non ingannino i dati ministeriali, che si riferiscono alle sole classi-campione, poco più del 5% del totale, ove la pressione degli invalsiani e dei presidi è assillante.

Piero Bernocchi   portavoce nazionale Cobas
carmelolucchesi@libero.it
Postato da Redazione Sabato, 18 maggio 2013 05:00:00 (1551 letture)

(Leggi Tutto... | 5579 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: 16-05-2013 Prove INVALSI Scuola Secondaria di II Grado - Griglia di correzione
Ufficio Scolastico Regionale
Griglie di correzione delle prove INVALSI di Italiano e Matematica della classe prima della Scuola secondaria di secondo grado....
www.usr.sicilia.it
Postato da Antonia Vetro Giovedì, 16 maggio 2013 20:01:10 (6026 letture)

(Leggi Tutto... | 963 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Prove INVALSI Scuola primaria - Griglia di correzione 10-05-2013
Ufficio Scolastico Regionale
Prove INVALSI Scuola primaria...
www.usr.sicilia.it
Postato da Antonia Vetro Lunedì, 13 maggio 2013 08:15:00 (10866 letture)

(Leggi Tutto... | 660 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Proseguono gli scioperi contro la scuola-quiz: il 14 maggio blocchiamo gli indovinelli alle Medie e il 16 alle Superiori
Sindacati
La ministra Carrozza: ridimensioniamo i quiz. Il sottosegretario Rossi Doria contro i quiz all’esame di Terza Media. Malgrado quanto affermato dal MIUR in occasione della prima giornata di sciopero contro la scuola-quiz, migliaia di classi alle elementari non si sono prestate ai distruttivi indovinelli Invalsi, nonostante i pesanti interventi di molti presidi e degli invalsiani su docenti ed Ata e le illegali sostituzioni del personale in sciopero e “riorganizzazioni” del servizio, verso le quali procederemo per via legale, trattandosi di azione antisciopero che avevamo fortemente diffidato a compiere. Il dato fornito dal MIUR è ridicolo, perché si riferisce alle sole 1500 classi-campione, blindate da ispettori invalsiani e da ...

Piero Bernocchi - portavoce nazionale Cobas
cobas.comitati.di.base.scuola@gmail.com
Postato da Redazione Lunedì, 13 maggio 2013 08:00:00 (1891 letture)

(Leggi Tutto... | 5557 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Parte bene la tre giorni di sciopero contro la scuola-quiz
Sindacati
Parte bene la “tre giorni” di scioperi contro la scuola-quiz e la scuola-miseria. In migliaia di classi delle elementari bloccati i quiz. il 14 sciopereranno le medie e il 16 le superiori. Malgrado i pesanti interventi di molti presidi e degli “invalsiani”, nonostante le pressioni su docenti ed Ata perché si piegassero alla presunta obbligatorietà dei quiz Invalsi e gli illegali tentativi di sostituzione del personale in sciopero o di “riorganizzazione” del servizio, tradotta ammassando intere classi in un’aula per imporre gli indovinelli, la lotta contro la scuola-quiz e la scuola-miseria è oggi partita bene, nel primo dei tre giorni di sciopero convocati dai Cobas. In migliaia di classi delle elementari le prove sono saltate, grazie allo sciopero di tanti docenti ed Ata ma anche alla sacrosanta decisione di molti genitori di tenere i figli a casa, evitando loro l’umiliante  e distruttiva pratica quizzarola.

Piero Bernocchi - portavoce nazionale Cobas
cobas.comitati.di.base.scuola@gmail.com
Postato da Redazione Mercoledì, 08 maggio 2013 07:15:00 (1635 letture)

(Leggi Tutto... | 5633 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Prove Invalsi e riforma Gelmini in discussione In campo contro le prove Invalsi e la riforma Gelmini
Opinioni
Oltre ai Cobas Scuola anche la Flc Cgil scende in campo contro le prove Invalsi, mentre Luciano Canfora sul sito www.ilsussidiario.net attacca congiuntamente prove Invalsi e riforma Gelmini. La richiesta al nuovo ministro Maria Chiara Carrozza è una sola: rivedere il regolamento sul sistema di valutazione "troppo centrato sui test Invalsi" (Flc Cgil) e cancellare la riforma Gelmini ripristinando il numero di docenti necessario, rendere le classi più piccole e più umane, e rendere più dignitoso il salario dei docenti (Canfora).

lagana.filippo@email.it
Postato da Filippo Laganà Lunedì, 06 maggio 2013 00:35:00 (2010 letture)

(Leggi Tutto... | 4088 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Tutto pronto per le prove Invalsi meno quiz e più domande aperte
Rassegna stampa
Il 7 maggio si parte con le scuole elementari - ROMA - Sono circa 2,2 milioni gli studenti che tra maggio e giugno sosterranno le prove Invalsi:...
Flavia Amabile
www.lastampa.it
Postato da Antonia Vetro Sabato, 04 maggio 2013 17:24:55 (1544 letture)

(Leggi Tutto... | 4265 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Volantino informativo sulle prove INVALSI
Istituzioni
Servizio nazionale di valutazione ...
Postato da Antonia Vetro Mercoledì, 24 aprile 2013 06:00:00 (2429 letture)

(Leggi Tutto... | 473 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Nella protesta contro i test Invalsi il fine non giustifica i mezzi
Opinioni
“Tenetea casai vostri figli nei giorni in cui verranno fatti i test Invalsi” è ilsuggerimento che arriva dalla Rete delle scuole fiorentine,  come riferisce un  articolo della Nazione di sabato 13 aprile. “L’alternativa”, secondoValerio Cai,rappresentante sindacale di base, “è entrare in classe, ma non farequei testche, ricordiamolo non sono obbligatori. Insomma chi li salta nonrischianessuna conseguenza sulla valutazione”.

Gruppodifirenze.blogspot.it
Postato da Filippo Laganà Venerdì, 19 aprile 2013 12:27:50 (2259 letture)

(Leggi Tutto... | 2408 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Le indicazioni nazionali e le prove Invalsi
Redazione
In linea di continuità con le Indicazioni Nazionali per le scuole del Primo Ciclo, presentate dal Ministro Fioroni  nel 2007 e approvate con durata biennale,  poi prorogate per ulteriori tre anni in fase sperimentale,  l’attuale Governo ha emanato le nuove Indicazioni nazionali datate  30 maggio 2012 e approvate nel 2013. Per il prossimo anno scolastico  le nuove Indicazioni dovrebbero costituire un puntuale riferimento per tutte le scuole del Primo Ciclo nell’ottica di un miglioramento della didattica resa funzionale ed organica mediante la redazione del Curricolo verticale che descrive nella gradualità lo sviluppo delle competenze del singolo studente, punto centrale dell’azione educativa e formativa della scuola. L’esigenza di dotare la scuola pubblica del nostro Paese di alcuni punti di riferimento, scrive Giancarlo Cerini, componente del nucleo redazionale  delle nuove Indicazioni, ...

Giuseppe Adernò
g.aderno@alice.it
Postato da Giuseppe Adernò Lunedì, 15 aprile 2013 12:54:19 (2681 letture)

(Leggi Tutto... | 7859 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: L'ossessione della valutazione: la scuola pubblica fra quiz Invalsi, declino della didattica e nuovo sistema nazionale di valutazione
Associazioni
Il CESP (Centro Studi per la Scuola Pubblica) e i COBAS (Comitati di Base della Scuola) organizzano giovedì 18 aprile 2013 alle ore 9.00 - 13.30 il convegno provinciale "L'ossessione della valutazione: la scuola pubblica fra quiz Invalsi, declino della didattica e nuovo sistema nazionale di valutazione". presso l'Istituto "Lombardo Radice" via Imperia, 21 Catania. Esonero dal servizio per tutto il personale docente e Ata (art. 64 commi 4, 5 e 7 del Ccnl 2006/2009). Iscrizione gratuita – Attestato di partecipazione.

antoninodec@tiscali.it
Postato da Redazione Lunedì, 15 aprile 2013 06:00:00 (2080 letture)

(Leggi Tutto... | 2249 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Firenze, le scuole contro i test Invalsi Alle famiglie: “Tenete i ragazzi a casa”
Rassegna stampa
Le prove di valutazione continuano a far discutere: «La scuola rischia di diventare un addestramento sulla base di un indicatore e i docenti degli impiegati»...
www.lastampa.it
Postato da Antonia Vetro Domenica, 14 aprile 2013 17:00:00 (1659 letture)

(Leggi Tutto... | 1928 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: Prove Invalsi alla maturità dal 2015
Rassegna stampa
Saranno nserite gradualmente a partire dall’anno prossimo...
www.lastampa.it
Postato da Antonia Vetro Giovedì, 11 aprile 2013 06:00:00 (2011 letture)

(Leggi Tutto... | 3887 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

INVALSI: I Cobas scuola contro i test Invalsi
Sindacati
Al via, da giovedì, la protesta dei Cobas Scuola presso la sede di via Rocco Cocchia, per dire "no" ai quiz Invalsi. "Dal 7 al 16 maggio prossimi nella scuola italiana, dalle elementari alle superiori, si ripeterà il distruttivo rito dei quiz-Invalsi, imposti come presunta misura della qualità del lavoro dei docenti e degli studenti e come valutazione, velleitaria e strumentale, del livello di istruzione fornita dai singoli istituti - spiegano i Cobas - Come uomini e donne di cultura che lavorano nei sistemi di istruzione ai vari livelli, come cittadini sensibili alla funzione decisiva della scuola pubblica nella formazione complessiva dello studente quale futuro cittadino, attueremo la nostra ferma opposizione all'Invalsi".“

Salernotoday.it
Postato da Redazione Mercoledì, 10 aprile 2013 05:00:00 (1900 letture)

(Leggi Tutto... | 2304 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

INVALSI: Prove Invalsi nell’ultimo anno delle scuole superiori
Sindacati
Le prove a partire dal 2015. A maggio il pre-test su base campionaria a livello nazionale. Il report dell’incontro: Si è svolta presso l’ITIS Galilei di Roma la presentazione dei quadri di riferimento per le prove Invalsi da somministrare agli studenti dell’ultimo anno delle scuola secondaria di II grado. Per la UIL Scuola hanno partecipato Noemi Ranieri e Rossella Benedetti. Oltre ai responsabili dell’Istituto è intervenuto anche il ministro Profumo. Sono state fornite informazioni sulla tempistica di somministrazione e sui quadri di riferimento provvisori che sottintendono alla realizzazione delle prove. Verranno valutate le competenze di letto-scrittura e matematiche. L’introduzione della prova sarà graduale:  a maggio di quest’anno verrà effettuato un pre-test su base campionaria, poi a gennaio 2014 su base censuaria e a gennaio 2015 ci sarà l’entrata a regime delle prove.Questo annuncio toglie ogni dubbio riguardo alla sostituzione della terza prova d’esame con le prove Invalsi. D’altra parte, le scuole potranno decidere se utilizzare i risultati come elemento valutativo degli alunni. In ogni caso, c’è l’intenzione da parte dell’Istituto di farne anche uno strumento di orientamento e di selezione per le Università, realizzando in tal modo una connessione più stretta con la scuola secondaria.
f.to Salvo Mavica, segretario generale Uil Scuola CT
Postato da Daniele La Delia Sabato, 06 aprile 2013 12:52:20 (1989 letture)

(Leggi Tutto... | 4581 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Più letto di Oggi
Ricerca, presentate al Miur le nuove scoperte nel campo dell'astronomia gravitazionale e multimessaggero Conferenza congiunta Asi-Inaf-Infn-Miur
di a-vetro
154 letture




Social AetnaNet
Cerca


Community
Community
Diventa utente attivo della community di Aetnanet!
Inviaci articoli, esperienze, testimonianze sul mondo della scuola.

scrivi a: redazione@aetnanet.org


Pubblicità
pubblicità su Aetnanet.org


Seguici
telegram facebook
google plus facebook
mobile twitter
youtube rss


Bandi PON

Pubblicato bando PON da 350 milioni per Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia
di a-vetro

Scuola, assegnati 26 milioni per laboratori musicali, coreutici e sportivi: 270 i progetti finanziati. Pubblicata la graduatoria dell’Avviso PON
di a-vetro

La Scuola al Centro pubblicata la graduatoria finale del bando
di m-nicotra

PON, Fedeli: ''Stanziati 50 milioni per l'integrazione
di a-vetro

Fondi Strutturali Europei 2014/2020
di a-vetro

PON 2014-2020 – Avviso pubblico prot.n. 3504 del 31/03/2017 per il potenziamento della Cittadinanza europea
di a-vetro

PON 2014-2020 – Avviso pubblico prot. AOODGEFID/3340 del 23/03/2017 – Pubblicazione del Manuale Operativo
di a-vetro

PON Scuola, Fedeli: “80 milioni per la Cittadinanza Europea”
di a-vetro

PON 2014-2020 Avviso pubblico ''Competenze di Cittadinanza Globale'' prot. AOODGEFID/3340 del 23-03-2017
di a-vetro

Fondi strutturali e di Investimento Europei (SIE) – Programmazione 2014/2020 e 2007/2013 - Richiamo su adempimenti di Informazione e pubblicità.
di a-vetro

Indice Progetti PON


Top Five Settimana
i 5 articoli più letti della settimana

PRESIDI INDIGNATI MANIFESTERANNO SPONTANEAMENTE A ROMA IL 21 OTTOBRE 2017
di s-indelicato
698 letture

Al via l’associazione dei dirigenti scolastici solo dirigenti
di s-indelicato
575 letture

Scuola e insegnanti di Religione
di g-aderno
293 letture

Esperienza di un Animatore Digitale siciliano ad Oslo
di m-nicotra
272 letture

L’arte di saper comunicare. Sezione UCSI - Sezione Provinciale di Catania
di g-aderno
244 letture


Top Video
Video
Riflessioni della maestra Margherita sull'Innovazione didattica a scuola di Giovanni Biondi - Presidente INDIRE
1234 letture

26 Novembre, manifestazione nazionale contro la violenza maschile sulle donne: le CattiveMaestre ci saranno
2023 letture

Human - Le fonti. Trovare il proprio posto
1942 letture

Sicilia, record dei beneficiati dalla legge 104 nella scuola, e Agrigento è la prima provincia per numero di applicazioni
3546 letture

La 5A Informatica di Belpasso discute di Rivoluzione industriale 4.0
5009 letture

L'unione fa la scuola - Palermo 24 ottobre 2015
3381 letture

NO DDL Scuola Renzi - Flash mob 09 maggio 15
9656 letture

Sciopero scuola 5 maggio 2015 Catania - No DDL Riforma Scuola
10103 letture

Renzi: 3 miliardi per la scuola e centomila insegnanti in più
9779 letture

No DDL Scuola - spot promo sciopero 5-6 maggio 2015
11401 letture



Articoli Precedenti
Seleziona il mese da vedere:

  Ottobre, 2017
  Settembre, 2017
  Agosto, 2017
  Luglio, 2017
  Giugno, 2017
  Maggio, 2017
  Aprile, 2017
  Marzo, 2017
  Febbraio, 2017
  Gennaio, 2017

[ Mostra tutti gli articoli ]


Chi è Online
Benvenuto Anonimo
Se ancora non hai un account clicca qui per registrarti



Utenti registrati:
Ultimo: gmirabella
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 11170

Persone Online:
Visitatori: 174
Iscritti: 0
Totale: 174

Traffico Generato
Anonimi: 174 (100%)
Registrati: 0 (0%)
Numero massimo di utenti online:174
Membri:0
Ospiti:174
Ultimi 5 Registrati
gmirabella
    Jan 28, 2017.
raffagre
    Jan 28, 2017.
gvaccaro
    Jan 28, 2014.
mrdinoto
    Jul 09, 2013.
sostegno
    Jul 09, 2013.

Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2002

Pagine visitate
· Visitate oggi 184,640
· Visitate ieri 176,033

Media pagine visitate
· Oraria 2,844
· Giornaliera 68,264
· Mensile 2,076,378
· Annuale 24,916,536

Orario Server
· Ora

16:52:27

· Data

18 Oct 2017

· Zona

+0200

© Weblord.it


contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 1.10 Secondi