Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 511335571 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2020

La scuola ha un futuro?
di m-nicotra
1698 letture

Chi cura le anime?
di g-aderno
1682 letture

Trasformazioni del piano e coniche: una proposta didattica
di m-nicotra
1620 letture

TFA e CONCORSI DA CONGELARE
di a-oliva
1423 letture

La voce dei ragazzi sul Covid. Proposta operativa di Educazione Civica
di a-oliva
1370 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Giurisprudenza
Giurisprudenza

·La negoziazione assistita
·Il Tribunale di Roma, in una recente sentenza, ha sancito il valore abilitante della laurea unitamente ai 24 cfu in materie psico-antropo-pedagogiche
·Corte D’Appello di Bologna: - Il D.S. non può comminare una sanzione di sospensione dal servizio per i docenti. Grande vittoria del Sindacato 'Politeia Scuola'
·Il caso dei DM, lungo quasi venti anni!
·Il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei docenti di Geografia contro lo scandalo delle cattedre atipiche


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Scuola pubblica e o privata: Riparte la scuola, ma non il diritto all’istruzione. Gelmini: “Tante scuole paritarie, rischiano di non aprire”

Redazione
“Tante scuole paritarie, un’eccellenza del nostro Paese, rischiano di non poter riaprire. Tante famiglie, magari colpite dalla crisi scatenata dal Covid, avranno grandi difficoltà ad iscrivere i propri figli in questi istituti. I genitori che decidono di seguire questo percorso abbiano la possibilità di dedurre le rette pagate per la scuola. Chiediamo che questa misura sia inserita nel decreto Agosto e lavoreremo in Parlamento per realizzare questa proposta. Bisogna garantire alle famiglie la libertà di scelta educativa, sancita anche dalla nostra Costituzione”.
Così si è espressa in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera, fotografando una realtà scolastica che il Governo sembra voler ignorare e disattendere.
A nulla o quasi sono valse le manifestazioni, le “maratone” per la Famiglia e la Scuola, il Web pressing parlamentare, i flash mob fuori da Montecitorio, attivati da docenti, studenti genitori e operatori delle scuole paritarie.
Le belle promesse che assicuravano: “Non lasceremo indietro nessuno”, sono rimaste parole al vento e la concretezza dei fatti descrive che a Settembre tante scuole cattoliche non apriranno, i genitori che non potranno pagare le rette opteranno, loro malgrado, per le scuole statali già in grosse difficoltà per la sistemazione degli alunni, e i nuovi non potranno essere accolti per mancanza di aule e di spazi, determinando in alcuni casi una “lista di attesa”: e questa si chiama “parità scolastica”!


PATTI EDUCATIVI FRA SCUOLA PUBBLICA STATALE E PARITARIA

Secondo Suor Anna Monia Alfieri, paladina della scuola paritaria, sostenitrice del “costo standard per studente”, promotrice in questi 160 giorni di emergenza Covid-19 di numerose battaglie condotte tra i Gruppi parlamentari, l’unica possibilità per garantire un regolare avvio dell’anno scolastico sono i Patti educativi statali e paritarie, per assicurare autonomia alla scuola statale e libertà alle paritarie, consentendo almeno lo sgravio fiscale delle rette scolastiche, anche in ragione del fatto che le famiglie che scelgono la scuola “pubblica-paritaria” sgravano lo Stato di sei miliardi di euro.
Tra i “Patti educativi” si propone che gli studenti che non potranno essere accolti nelle scuole statali per mancanza di aule e di spazi adeguati potrebbero spostarsi nelle scuole paritarie, beneficiando queste di una “quota capitaria” che abbia come tetto massimo il costo medio studente o “costo standard di sostenibilità per allievo”.
In questi giorni sono state pubblicate le graduatorie dei Progetti PON e per la prima volta è stato consentito anche alle scuole paritarie di eccedere, ma, a causa delle molteplici difficoltà e della ristrettezza dei tempi alle scuole paritarie che hanno aderito, sono riconosciute poche centinaia di euro, e per di più con la postilla “Ammessi con riserva” mentre le scuole statali, che hanno chiesto fondi che arrivano fino a 150 mila euro, trovano la dicitura “Valutato”.
Non si comprende il significato di tale “riserva”. Che cosa vuol dire?  Forse, che occorre provare il carattere non commerciale della scuola paritaria?  Elemento, questo, ben noto alla burocrazia ministeriale.
Mentre il Presidente della Repubblica dichiara che “la riapertura della scuola costituisce obiettivo primario da costruire in un clima che auspico di collaborazione e di condivisione” ed il premier Conte garantisce la regolare riapertura delle scuole, si costata che in realtà il diritto all’Istruzione non riparte, come denuncia la seconda lettera aperta a firma di varie associazioni, dove si legge che: “Il diritto all’istruzione e all’educazione o è garantito a tutti o non è più un “diritto”, ma un privilegio per ricchi, in spregio del volere costituzionale”.
La didattica a distanza - DAD, annunciata per le scuole superiori, riproporrà il problema che tanti studenti delle periferie saranno ancora una volta “discriminati” e rimarranno ai margini o privati del “diritto all’istruzione”.
Solo se cadranno i teli delle prevenzioni ideologiche si costruirà, post Covid, una scuola nuova, libera, autonoma, efficiente e di qualità in un sistema di servizio pubblico integrato.
 
Giuseppe Adernò


 








Postato il Lunedì, 10 agosto 2020 ore 08:00:00 CEST di Andrea Oliva
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi