Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 516256025 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
gennaio 2021

Lu Trenu
di a-battiato
1803 letture

# Ragazzi Sindaci di Sicilia uniti salutano il 2020
di a-oliva
1687 letture

Valutazione scuola primaria senza voti, ma…
di a-oliva
1607 letture

Elogio del tempo, ovvero, al nuovo anno che verrà
di a-battiato
1563 letture

Come sarà la festa di S. Agata?
di a-oliva
1485 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Associazioni
Associazioni

·Conte in videocollegamento con l’Assemblea annuale Anci
·Definizione nuova data concorso Gianni Rodari e insieme per suonare cantare danzare
·Domani sabato 26 ottobre 2019, alle ore 17:30 conferenza presso l'Aula Magna del Convitto “M. Cutelli” – Catania dal titolo “Le malattie debilitanti neurodegenerative''.
·Miur: assunzioni a ribasso e nuova ondata di precari
·L’Osservatorio sulla violenza di genere della Regione Calabria invita le scuole ad ‘adottare la storia di una vittima di femminicidio’. Le storie delle donne non si adottano


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: ANCoDiS: la scuola in presenza è davvero sicura?
Redazione
25_01_01
Seppur lentamente e con tutte le criticità non risolte in alcune aree regionali o territoriali, la didattica in presenza è un obiettivo conseguito in quasi tutte le regioni italiane seppur con tutte le limitazioni connesse all’evoluzione dell’emergenza pandemica che sembra allentare molto lentamente.
L’esperienza di questi mesi ci induce a riconsiderare la necessità di potenziare le azioni di prevenzione di sistema e protezione individuale che sicuramente hanno avuto effetti mitigatori nel controllo della diffusione del virus in territorio scolastico per le scuole del primo ciclo nel corso del primo quadrimestre.
Nel rapporto n. 63 dell’ISS si legge che “Per un ritorno a scuola in presenza, dopo le misure restrittive adottate in seguito alla seconda ondata dell’epidemia di COVID-19, è necessario bilanciare le esigenze della didattica con quelle della sicurezza. Le scuole devono far parte di un sistema efficace e tempestivo di test, tracciamento dei contatti, isolamento e supporto con misure di minimizzazione del rischio di trasmissione del virus, compresi i dispositivi di protezione individuale e un’adeguata ventilazione dei locali.”
 
Per ANCoDiS
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 25 gennaio 2021 08:05:00 (322 letture)

(Leggi Tutto... | 12999 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Video e rap per la Shoah. Il Coro interscolastico di voci bianche 'Vincenzo Bellini'
I video della scuola
Il video Shoah-Rap interpretato dal Coro Interscolastico “Vincenzo Bellini” diretto da Daniela Giambra, rende particolarmente emozionante la “giornata della memoria”, appuntamento educativo che offre ai ragazzi l’opportunità di riflettere sulla tragedia della Shoah e contribuisce alla formazione di una coscienza civile a difesa dei diritti dell’uomo. La scuola istruisce, insegna, offre opportunità educative come quella della celebrazione della “Giornata della memoria” e il piccolo seme di parole e pensieri di un ragazzo di 12 anni, Gabriele Rinaldi, esce dalle pagine di un quaderno dimenticato, viene oggi alla luce, germoglia e fiorisce con l’elaborazione musicale composta dalla mamma, la maestra del Coro interscolastico di voci bianche, “Vincenzo Bellini”, Daniela Giambra. Ogni parola nel canto diventa “lezione” per i ragazzi del coro che per primi hanno imparato quei versi e si trasforma in messaggio forte per le coscienze di quanti ascolteranno il testo sul ritmo rap che piace ai giovani e che con convinzione ripetono a se stessi e agli adulti: “Se vuoi, cambiare puoi”.
Ecco la prospettiva pedagogica di educare al rispetto delle differenze contro ogni forma di violenza e discriminazione.
L’ispirazione del video-rap è nata durante una visita alla Comunità ebraica e alla Sinagoga di Roma ripetendo per le vie ghetto i canti ebraici. La coreografia del video che vede i ragazzi del coro in abito bianco, la base musicale della danza tradizionale ebraica "Ma Navu", su musica di Yossi Spivak, appartiene al filone Yemenita, e s’ispira al testo di un salmo biblico che inneggia alla Pace ed alla Speranza con le parole del profesta Isaia che nel cap.52 esalta la liberazione di Sion: “Quanto sono piacevoli, sui monti, i passi del messaggero di buone notizie che annunzia la liberazione che annunzia la pace” mentre le immagini delle simboliche anime dalle vesti bianche sulla nuda sabbia, rendono il video particolarmente emozionante.

m.nicotra@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 25 gennaio 2021 06:00:00 (202 letture)

(Leggi Tutto... | 6989 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Scuole in competizione
Redazione
EDUSCOPIO anche quest’anno ha pubblicato l’atlante delle scuole superiori, di cui ci si puo’ fidare, perchè vanno bene e fanno tutto quello che bisogna fare per primeggiare sulle altre. Sono informazioni, ammesso che abbiano solide fondamenta, utili solo a quelli e a quanti hanno il tempo per leggerle, ma che contribuiscono a iniettare il veleno della concorrenza tra le scuole, non certamente per avere migliori servizi. Questa specie di mercato scolastico è uno dei frutti avariati dell’autonomia scolastica. La formazione delle nuove generazioni non è un compito che si puo’ far meglio mettendo le scuole una contro l’altra; è un compito difficile, complicato che puo’ dare risultati soddisfacenti solo se le scuole collaborano, se scambiano tra di loro esperienze e competenze, aperte l’una all’altra e non in guerra per l’accaparramento di risorse e per vanitose ricerche di visibilità, di cui fa le spese la coerenza del processo educativo e del curriculum.
Il principio che ogni scuola debba essere una comunità educativa viene messo in discussione da queste pratiche concorrenziali. D’altra parte vorrei chiedere a quanti producono graduatorie tra le scuole e se ne godono se al punteggio contribuisca la capacità di dare risposte efficaci agli alunni portatori di disabilità o quella di riuscire a migliorare il rendimento degli alunni difficili o quella di accogliere nel proprio seno e integrare alunni figli di immigrati. Vorrei chiedere se sono buone le scuole che lavorano con alunni che non avrebbero bisogno di insegnanti o quelle in cui ai ragazzi bisogna dare tutto, a cominciare dai libri di testo.

Raimondo Giunta
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 24 gennaio 2021 19:31:48 (346 letture)

(Leggi Tutto... | 4777 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: PARLAMENTO DELLA LEGALITA' MULTIETNICO ALL'ISTITUTO “F.FERRARA” DI PALERMO
Redazione
Gli studenti e le studentesse dell'Istituto Superiore "Francesco Ferrara " di Palermo, con la guida del professore di religione Nicolò Mannino, hanno attivato il Parlamento della Legalità internazionale e Multietnico.
L’Istituto accoglie, infatti, studenti di diverse nazionalità che, di là dal colore della pelle e dell’essere musulmani, buddisti, protestanti, frequentano con interesse e attivo coinvolgimento le lezioni di Religione cattolica e sentono forte il senso della “fratellanza universale”, si aiutano a vicenda e si sentono tutti parte attiva della Comunità scolastica.
 Anche in tempo di pandemia Il virus non è riuscito a spegnere il loro entusiasmo e “a distanza”, con collegamenti on line hanno mantenuto vivo il gruppo studentesco, hanno eletto il presidente e i collaboratori, continuando nel desiderio di crescere insieme, incontrando e condividendo le problematiche sociali e le diversità culturali dei coetanei.
Sono giovani studenti che professano tanti "credo " e arrivano da diverse parti del mondo, ciò non impedisce loro di condividere un cammino culturale ricco di riflessioni a favore di quei valori che volano alto: la dignità della persona umana, la libertà, il rispetto, la legalità, l’onore.

 Giuseppe Adernò
 
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 20 gennaio 2021 17:00:00 (281 letture)

(Leggi Tutto... | 8658 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: 'Il MUOStro di Niscemi' - Antonio Mazzeo, all’I.I.S. 'Mario Rapisardi' – Liceo Classico ed Artistico di Paternò, ospite del Progetto 'Incontri con l’Autore'
Istituzioni Scolastiche
I temi legati all’ambiente, alla salute, alla pace, alla legalità sono intimamente connessi con la Scuola e con le funzioni educative di cui essa è portatrice.
“Fare Scuola” -  nella nostra società improntata a principi di democrazia - , acquisisce un significato ampio che racchiude tutta una gamma di aspetti culturali e civili, come sottolineato ultimamente dalla Legge 92 del 2019 che prevede l’inserimento strutturale all’interno dei curriculi, nei vari gradi di Istruzione, dell’Educazione civica.
Ma, al di là dell’obbligo normativo, è il sentire collettivo, sono le urgenze dell’oggi, che richiedono la formazione della consapevolezza etico-politica nei giovani.In questo complesso percorso si inserisce con iniziative di portata significativa l’I.I.S. “Mario Rapisardi”, di Paternò.
Download Locandina e Programma

Maria Làudani
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 20 gennaio 2021 04:00:00 (1000 letture)

(Leggi Tutto... | 14057 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: Covid - SCUOLE PULITE - GRAZIE ai COLLABORATORI
Redazione
Osservando le scuole oggi, in tempo di Covid, forse l’unico elemento positivo è vedere le scuole pulite, o meglio più pulite di prima, disinfettate, igienizzate, in azione protettiva dai contagi del virus Covid-19.
 Grande merito si deve attribuire ai collaboratori scolastici, componenti attivi della Comunità scolastica, dei quali si parla poco, ma sono essenziali e preziosi per il regolare e buon funzionamento della scuola.
L’incremento del numero dei Collaboratori sollecitato dall’emergenza pandemica ha apportato nella scuola forze nuove e giovani desiderosi di lavorare e fare ben il proprio dovere, sentendosi parte attiva della Comunità scolastica, quasi veri “azionisti” nell’impresa cooperativa della scuola, che cresce in relazione alla sempre migliore qualità ed efficienza dei servizi.
L’assunzione nei ruoli di nuovi collaboratori provenienti dalle aziende che avevano prima i contratti di pulizia delle scuole ha facilitato il compito di un più attento servizio di pulizia reso urgente delle norme di prevenzione del Covid-19. La loro presenza e la loro qualificazione professionale ha positivamente contagiato il personale in servizio e i nuovi assunti a seguito dell’ampliamento dell’organico dei Collaboratori e si auspica che non resti collegato alla crisi pandemica, ma che il personale assunto resti in servizio nella scuola anche dopo la fase emergenziale della crisi sanitaria.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 18 gennaio 2021 15:00:00 (411 letture)

(Leggi Tutto... | 8414 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Scuola primaria e classi prime medie in presenza
Redazione
Le nuove restrizioni a causa della diffusione del virus per la Sicilia, dichiarata fino al 31 gennaio in “zona Rossa”, hanno riservato un segno di attenzione verso il servizio scolastico, consentendo ai bambini della scuola primaria e della prima classe delle medie di frequentare in presenza.
L’Ancodis, - Associazione che sostiene il riconoscimento giuridico e contrattuale dei Collaboratori dei DS e delle Figure di sistema che lavorano nelle autonome Istituzioni scolastiche -. ritiene incomprensibile chiede la revisione dell’articolo 5 dell’Ordinanza Regionale n. 10 del 16/1/2021 ritenendola rispettosa del DPCM, ma non coerente con la precedente ordinanza di didattica a distanza per tutti gli alunni del primo ciclo fino al 31 gennaio, perché si determina un significativo spostamento di genitori che accompagnano i figli a scuola e risulta complessa l’organizzazione degli orari scolastici.
Nel dare priorità ai bisogni degli alunni, la risposta di buon senso mette in luce le difficoltà oggettive della didattica a distanza per i bambini piccoli per i quali è indispensabile la presenza e la guida dei genitori e la necessità di non spezzare il legame di continuità che a fatica è stato creato con gli alunni in classe.

Giuseppe Adernò
 
Ecco il COMUNICATO STAMPA A.N.Co.Di.S.
Postato da Andrea Oliva Domenica, 17 gennaio 2021 15:00:00 (616 letture)

(Leggi Tutto... | 15195 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: OPEN DAY: “Classe II A in esubero”
Redazione
“Visitando la scuola, in occasione dell’Open day, mi ha colpito la scritta sulle porte delle aule: classe IA, classe IIA, classe IIA in esubero, classe IIIA.
Mi sentivo fortunato poter visitare i locali della scuola media che mio figlio frequenterà il prossimo anno, mentre in altre scuole l’Open day si fa on line e dopo qualche minuto il collegamento s’interrompe per dare spazio ad altri.
L’iscrizione si fa on line e quindi non c’è alcun contatto neanche con la Segreteria.
 A mio parere il termine II A in esubero sa di eccedente, di superfluo, di discriminante, e per usare un termine moderno e sociale “di scarto”.
Mi è stato spiegato che in quell’aula ci sono i ragazzi della seconda A che è stata sdoppiata nel rispetto delle norme Covid, considerato il numero degli studenti e gli spazi dell’aula.
Il termine appare poco felice e la scuola, che vuole essere “inclusiva”, non può utilizzare un’espressione che ha tutte le caratteristiche della discriminazione.
 
Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Domenica, 17 gennaio 2021 08:00:00 (679 letture)

(Leggi Tutto... | 8336 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Pandemia educativa 34 mila gli assenti da scuola. Con questo titolo il quotidiano “Avvenire” ha presentato il rapporto di Save the Children, descrivendo lo stato di stanchezza, sfiducia, paura del futuro tra gli adolescenti.
Redazione
Dopo la pausa delle vacanze natalizie tradizionalmente si rientrava a regime nel ritmo dello studio, delle interrogazioni di fine quadrimestre e poi…. Le schede di valutazione.
La ripresa quest’anno è stata rallentata e diversificata nel territorio nazionale e questo stato di confusione ha fortemente inciso sullo stato d’animo degli studenti, i quali hanno attivato anche manifestazioni di “sciopero bianco” chiedendo le lezioni in presenza.
“Vedere gli studenti in piazza a chiedere: garanzia del diritto all’istruzione; autonomia ai presidi e alle scuole mi pare il riscatto della Libertà educativa”, ha scritto Suor Anna Monia Alfieri.
 Oltre alla pandemia sanitaria, l’Italia deve affrontare la pandemia educativa, che pone una pesante ipoteca sul successo di una generazione e sullo sviluppo del Paese. Due anni senza scuola regolare, fa registrare un rallentamento nello sviluppo culturale di cinque anni e, purtroppo il tempo perduto non si potrà recuperare, nonostante tutto l’impegno e le innovazioni didattiche e tecnologiche.  Il 46%, degli studenti intervistati parla di un "anno sprecato" e la costrizione di vivere incontri solo virtuali ha fatto riscoprire a molti il valore della relazione "dal vivo".

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Martedì, 12 gennaio 2021 16:05:00 (426 letture)

(Leggi Tutto... | 10175 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: SCIOPERO BIANCO ALLA PARINI “ I nostri figli non seguiranno alcuna lezione a distanza; svolgeranno i compiti assegnati dalle maestre, ma non si collegheranno da remoto”
Redazione
12_01_01

LETTERA APERTA DEI GENITORI DEGLI ALUNNI DELLA CLASSE 2a A DELL’ Istituto  “G. PARINI” CATANIA : niente didattica a distanza.


Alla dirigente scolastica
Noi genitori degli alunni della classe 2° A, preso atto dalla decisione di istituire la didattica a distanza per la settimana intercorrente tra i giorni 11/ 1 e 15/1 pp.vv. e dopo esserci riuniti, abbiamo deciso di rivogerLe il nostro pensiero comune.-
I recenti provvedimenti adottati dai nostri amministratori locali penalizzano oltremodo i nostri figli costretti - nuovamente – a restare chiusi in casa.-
Ci permetta di dire, senza timore di essere smentiti, che le motivazioni frettolosamente sbandierate a giustificazione dell’improvvisa chiusura della scuola primaria appaiono ai più pretestuose e del tutto contrarie allo spirito di protezione delle nuove generazioni, ancora una volta calpestate.
E’ opportuno premettere che nessuno, tra noi, sottovaluta l’attuale situazione emergenziale e siamo ben consapevoli della pressione che subiscono le strutture ospedaliere chiamate a fronteggiare il copioso aumento dei ricoveri.
Tuttavia, non è in alcun modo condivisibile la scelta di posticipare il rientro a scuola individuando tra i giovani alunni la categoria sulla quale far ricadere il peso di condotte di una minoranza ristretta di incoscienti e che per i loro comportamenti si decida di recludere i nostri figli a casa, negando loro il diritto alla formazione.
Sembrerebbe mancare qualsivoglia criterio in ciò che viene deciso per le scuole.

A nome dei genitori :  Avv. Todaro
Postato da Andrea Oliva Martedì, 12 gennaio 2021 16:00:00 (722 letture)

(Leggi Tutto... | 12379 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: Valutazione scuola primaria senza voti, ma…
Redazione
La normativa ha individuato, per la scuola primaria, un impianto valutativo che supera il voto numerico su base decimale nella valutazione periodica e finale e consente di rappresentare, in trasparenza, gli articolati processi cognitivi e meta-cognitivi, emotivi e sociali attraverso i quali si evidenziano i risultati degli apprendimenti.
La motivazione principale di tale innovazione trova le sue radici nel cuore dell’azione didattica che è orientata non solo all’acquisizione di nozioni, ma ancor più allo sviluppo di apprendimenti e quindi di specifiche competenze, espressione della modificazione dei comportamenti, del modo di pensare, di sentire e di agire dello studente.
 Le competenze non sono elementi misurabili con il metro del voto, né utilizzando la scala numerica decimale, né tanto meno sono codificabili con termini descrittivi preconfezionati dei “livelli di apprendimento”.
Unica formula della valutazione delle competenze è di tipo descrittivo, che prevede una dettagliata elencazione dei traguardi conseguiti in stretta connessione con il percorso didattico realizzato. Tale descrizione va espressa sotto forma di parole che fotografano nel dettaglio gli effettivi obiettivi raggiunti e le competenze acquisite.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Domenica, 10 gennaio 2021 10:00:00 (1607 letture)

(Leggi Tutto... | 10289 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: UNA MAESTRA INDIGNATA. La scuola è un ambiente educativo e di apprendimento. I nostri alunni nutriti con amore, condivisione, collaborazione, curiosità, affettività in una didattica che coniuga cervello ed emozioni
Redazione
10_01_01
Considero una vergogna nazionale chiudere nuovamente i giovani a casa, rinfacciando a tutti la festa organizzata da una superficiale di qua o un deficiente di là.
 È vero da Nord a Sud un gruppetto d’incoscienti c’è stato, anche percentualmente era prevedibile, ma da qui a recludere tutti in casa, negando il diritto alla formazione, lo trovo un abuso. La cosa più grave è che sono stati proprio i giovani di Catania e provincia a organizzare una petizione affinché non si tornasse in presenza… “per la tutela della salute propria e dei propri cari.”
 L’80% di essi ritiene non sia sicuro ritornare a scuola… piuttosto che scendere in piazza per pretendere mezzi di trasporto dedicati, tamponi settimanali o quindicinali, garanzia di tracciamento. È evidente lo stato di ottundimento: in solo 8 mesi d’isolamento, i giovani si sono abituati e quasi rassegnati alle norme dei DPCM.
Analizziamo insieme il termine rassegnarsi: disposizione ad accogliere senza reagire fatti che appaiono inevitabili: soffrire con santa, eroica rassegnazione], ma non con rassegnamento e sottomissione. longanimità, pazienza, che molti oggi confondono con il più nobile sostantivo resilienza che implica, invece, la non alienazione della propria identità.
 
Ins. Paola Liuzzo
Postato da Andrea Oliva Domenica, 10 gennaio 2021 09:45:00 (825 letture)

(Leggi Tutto... | 11471 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: CAOS SCUOLA. LO SCOTTO PIÙ DEVASTANTE PER I RAGAZZI, LE FAMIGLIE ED IL PAESE. Quale futuro per gli studenti Covid-19?
Redazione
08_01_04
"I genitori italiani sono gravemente preoccupati per le scelte politiche sulla scuola che il Governo sta attuando in risposta alla crisi pandemica", queste parole di Carlo Stacchiola, Presidente di Articolo 26, Associazione nazionale membro del FoNAGS, il Forum Nazionale dei Genitori nella Scuola presso il MIUR, trovano consenso diffuso tra genitori, docenti, e studenti.
 L’incertezza della data di ripresa delle lezioni al termine delle vacanze natalizie, la variegata modulazione di orari e di tipologia didattica “ distanza” o “in presenza” sono il segno della pesante confusione che caratterizza ancora una vola il nuovo anno appena iniziato.
Spettacolo indecoroso, sulla pelle degli alunni, delle famiglie, dei dirigenti e docenti, dell’intera società, che, temiamo, sarà destinato a proseguire”, afferma l’ex ispettore, Roberto Leoni, presidente della Fondazione “Sorella Natura”.
 I ragazzi, le nuove generazioni stanno pagando il prezzo più elevato in termini di disagio psicologico, rischio d’insuccesso e abbandono scolastico.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 08 gennaio 2021 21:50:48 (463 letture)

(Leggi Tutto... | 8705 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Festa del Tricolore. Lezione di Educazione Civica con 55 ragazzi sindaci
Redazione
Il 7 gennaio, primo girono di scuola dopo le vacanze natalizie, si celebra il 224° anniversario della Giornata nazionale della Bandiera, il simbolo della Patria, di onore di unità nazionale.
Era il 1797 quando da Reggio nell’Emilia ha avuto inizio il percorso durante il quale il Tricolore si è radicato lungo tutta l’Italia come simbolo dello Stato unitario e poi della Repubblica, affermando i valori di libertà e democrazia che hanno ispirato tante generazioni d’italiani».
Durante il lockdown abbiamo provato una grande emozione nel vedere tanti tricolori esposti alle finestre, sulle terrazze e sulle case lungo tutta la Penisola. Lo scorso 2 giugno la pattuglia acrobatica nazionale delle “Frecce tricolore” hanno “visitato” diverse città capoluoghi di regioni e la ricorrenza del 7 gennaio ha impegnato 55 ragazzi sindaci e consiglieri del CCR di: Catania, Motta S. Anastasia, Piano Tavola, Camporotondo, San Pietro Clarenza, Tremestieri, S Agata Li Battiati, Caltagirone e poi ancora il CCR di Zevio e Palù in provincia di Verona.
In video conferenza hanno seguito con vivo interesse la lezione di Educazione Civica sulla storia del Tricolore tenuta dal coordinatore dei CCR, preside Giuseppe Adernò, nominato dall’UCIIM ambasciatore dell’Educazione Civica.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 08 gennaio 2021 21:35:37 (378 letture)

(Leggi Tutto... | 9284 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: il 50% degli studenti del secondo ciclo resterà “fuori le mura”. Siamo di fronte all’ennesima prova per la scuola italiana.
Redazione
La Nota MPI 2241 del 28 dicembre 2020 avente come oggetto: “Ordinanza del Ministro della salute 24 dicembre 2020” firmata dal Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione, dottor Marco Bruschi, fa riferimento all’Ordinanza del Ministero della Salute che dispone il rientro in classe in presenza dal prossimo 7 gennaio (8 gennaio in Sicilia) per il 50 per cento degli studenti del secondo ciclo di studi.
Tante le problematiche che le scuole per l’ennesima volta si trovano ad affrontare: attività didattica in presenza; attività di didattica a distanza; entrate ed uscite differenziate; rimodulazione dell’orario scolastico per alunni e docenti; rimodulazione dei servizi del personale ATA; applicazione di misure prudenziali e precauzionali sempre più attente e quant’altro.
Bisognerà creare le condizioni per un ritorno alla didattica in presenza che riprenda le esperienze realizzate in DaD in modo che si possa garantire in tutto e per tutti il diritto allo studio.
E’ possibile iscriversi al meeting attraverso il seguente link: https://forms.gle/1R2pyuiG8P9dh6MU6
Si allega la locandina
Per ANCoDiS
Prof.ssa Connie Fascella*
*componente del Direttivo ANCoDiS
Postato da Andrea Oliva Sabato, 02 gennaio 2021 15:11:22 (451 letture)

(Leggi Tutto... | 8016 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: # Ragazzi Sindaci di Sicilia uniti salutano il 2020
Redazione
Per salutare il 2020, un anno da dimenticare, pieno di preoccupazioni, smarrimenti e tristezza, un anno che ci ha messo tutti sullo stesso piano e che ha fatto scendere piogge di lacrime, non potevamo fare altro che recitare la preghiera che Papa Francesco ha scritto per il bene dell’umanità, in questo momento afflitta dalla Pandemia.
È questa l’iniziativa promossa dal Comune di Maletto, rivolta a tutti i #Sindaci e ai Baby Sindaci della Sicilia, uniti insieme nella preghiera per le proprie comunità, la sera del 31 dicembre alle ore 18:00.
Un modo per essere uniti, seppur distanti, con un pensiero rivolto a coloro che hanno perso una persona cara o che lottano in prima persona per fronteggiare l'emergenza sanitaria come gli operatori sanitari, le forze dell'ordine e tutti i lavoratori dei servizi essenziali, e con la speranza che tutte le famiglie del mondo possano superare questo brutto momento guardando al futuro con coraggio e ottimismo.
 Delle nove provincie siciliane oltre 100 Comuni hanno aderito all’iniziativa, coinvolgendo Sindaci e Assessori dalle sale dei Consigli Comunali e, dalle loro case, in video collegamento il baby Sindaco, il vice sindaco, e il presidente del Consiglio Comunale dei Ragazzi. I social hanno diffuso la notizia condivisa con tanti “mi piace”.
Della provincia di CATANIA hanno aderito i comuni di: Maletto, Bronte, Maniace, Randazzo, Linguaglossa, Biancavilla, Paternò, Ragalna, Belpasso, San Pietro Clarenza, Camporotondo, Tremestieri, Trecastagni, Sant'Agata Li Battiati, Nicolosi, Fiumefreddo, Mascali, Giarre, Mazzarrone, San Michele di Ganzeria, Caltagirone, Grammichele, Zafferana, Gravina di Catania, Caltagirone, Pedara, Licodia Eubea, Motta Sant'Anastasia.
 
redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Sabato, 02 gennaio 2021 15:00:00 (1687 letture)

(Leggi Tutto... | 10130 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ConvittOrienta 9-13-23 gennaio 2021. Prenota il tuo webinar al Convitto Cutelli per la Scuola Primaria, Secondaria di Primo Grado, Liceo Classico Europeo sul sito istituzionale http://convittocutellict.gov.it/
Redazione

Quest’anno l’orientamento sarà tutto in modalità on line, dal momento che le piattaforme didattiche hanno temporaneamente sostituito la fisicità di alunni, docenti e famiglie.
Il Convitto Cutelli organizza dei virtual open days in sostituzione degli open days in presenza. E se quest’anno non sarà possibile, com’era nostra consuetudine, permettere agli alunni delle scuole medie del territorio della Sicilia Orientale di trascorrere una giornata da semiconvittori, vivendo sulla pelle emozioni ed esperienze, per poter poi scegliere in serenità il proprio percorso di studi al Liceo Classico Europeo, cercheremo di accogliere virtualmente al Convitto Cutelli tutti coloro che lo vorranno.
Il nostro canale youtube Convitto Nazionale M. Cutelli Catania mostrerà gli interni del nostro splendido palazzo monumentale e il suo moderno adattamento alle aule scolastiche, oltre alle attività e peculiarità delle nostre scuole, attraverso i video dei nostri alunni.
Prenotando sul sito istituzionale http://convittocutellict.gov.it/ il webinar on line sarà possibile conoscere il Convitto nei suoi tre ordini di scuola, Primaria, Secondaria di Primo Grado e Liceo Classico Europeo, anche interagendo formulando domande sugli aspetti di maggior interesse. Accedendo ai link sarà possibile ricevere l'invito (link sulla e-mail indicata nel modulo di prenotazione) al webinar prescelto dal calendario. Vi aspettiamo numerosi.

Sito istituzionale: http://convittocutellict.gov.it/   -  Canale youtube: Convitto Nazionale M. Cutelli Catania

Calendario webinar:
http://convittocutellict.gov.it/media/attachments/2020/11/20/calendario-webinar-orientamento.pdf
Modulo adesione webinar Primaria https://forms.gle/ZPMBXhcDJ9FNvb9Y6
Modulo adesione webinar Secondaria Primo Grado https://forms.gle/mB1eLonwpmGehfiA7
Modulo adesione webinar Liceo Classico Europeo https://forms.gle/9LJ6U4vsPef5GTpV6

Stay tuned 😜
Team Orientamento Convitto Cutelli

Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 30 dicembre 2020 08:00:00 (562 letture)

(Leggi Tutto... | 8612 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il Coordinamento ITP chiede 'riconoscimento giuridico e pari dignità'
Comunicati
Quella dei docenti ITP (Insegnanti Tecnico Pratici) è una vicenda tanto nota, quanto complessa e intricata. Una querelle tanto semplice, quanto (sembra) di difficile soluzione. Una controversia, comunque, che ha bisogno solamente d’un po’ d’attenzione e tanta buona volontà, per avere una dignitosa e definitiva risoluzione. Ed è sicuramente una delle tante ingiustizie della scuola italiana. Per conoscerla a fondo abbiamo voluto sentire la loro “campana”, la voce degli insegnanti ITP, di chi si batte, da anni, per il riconoscimento dei “diritti e della dignità”, attesi da troppo tempo e fino adesso negati. Siamo andati fino a Biella per ascoltare le loro rimostranze e le loro richieste. Hanno costituito pure un’associazione per meglio tutelare le loro istanze, il “Coordinamento ITP”, il cui portavoce da sempre è il prof. Liborio Butera, un siciliano trasferitosi da anni in Piemonte.
«Lo storico Coordinamento ITP, mai domo, dopo le dure lotte del passato, che hanno salvato la categoria dall’ira “riformista” della ministra Moratti e della ministra Gelmini, che volevano cancellare i docenti di laboratorio dalla scuola italiana; dopo aver ottenuto la riconversione sul sostegno, per sanare gli esuberi creati dalla loro scellerata politica scolastica, adesso ha deciso di spostato la lotta nei tribunali italiani. – è un fiume in piena il prof. Butera, raggiunto al telefono – E i risultati positivi non si sono fatti attendere, confermando la bontà e la giustezza delle nostre rivendicazioni. – continua Liborio Butera – Gli esponenti del coordinamento ITP hanno ottenuto delle sentenze straordinarie, in alcuni Tribunali del Lavoro italiani, come quella ottenuta presso la Corte d’Appello di Torino, che finalmente ha riconosciuto l’equiparazione economica tra docenti diplomati e docenti laureati, specializzati sul sostegno.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Giovedì, 24 dicembre 2020 20:57:25 (1235 letture)

(Leggi Tutto... | 5573 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Phisycs vs manga, dai fumetti alle leggi della Fisica. Seminario di studi al Liceo Scientifico 'A. Russo Giusti' di Belpasso
Istituzioni Scolastiche
Cosa può avere a che fare un personaggio dei fumetti come Lupin con le leggi della Fisica? Mazinga, Conan, Holly e Benji con la Meccanica classica?
L’associazione potrebbe apparire peregrina, invece spiegare la teoria della gravità differenziata o la relatività partendo dalle avventure degli eroi dei più noti cartoni animati giapponesi è stato il filo conduttore che ha tenuti con il fiato sospeso ed ha entusiasmato per circa due ore gli studenti del Liceo scientifico “Antonino Russo Giusti” di Belpasso lo scorso 21 dicembre.
L’idea è nata, qualche anno fa, davanti ad un caffè, quando due compagni di classe del Liceo si ritrovano dopo anni a parlare; da una parte c’è il Dott. Antonio Mannino Direttore dell’evento Etnacomics e dall’altra il Prof. Noto.
Promotrice del Seminario dal suggestivo titolo “Phisycs vs manga”  la professoressa Elena Làudani, insegnante di Materie scientifiche e Direttrice di Dipartimento del Liceo; relatore il Professore Francesco Noto, Docente di Analisi matematica presso l’Università di Catania, Tecnologo e Progettista meccanico per l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare -  Laboratori Nazionali del Sud.

Gruppo Orientamento
Liceo Scientifico “A. Russo Giusti” - Belpasso
IIS “Francesco Redi”
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 23 dicembre 2020 08:00:00 (825 letture)

(Leggi Tutto... | 7273 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: S. AGATA LI BATTIATI – Si insedia il Consiglio Comunale dei ragazzi dell’Istituto S Maria dalla Mercede
Redazione
“Giuro di essere fedele alla Repubblica … mi impegno a collaborare per il bene della scuola, piccola città”
Con queste parole Martina Vaiana, con solennità e grande emozione ha pronunziato la formula del giuramento come quarto sindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi dell’Istituto S Maria della Mercede e, quindi ha ricevuto dal Sindaco Nunzio Rubino la fascia tricolore.
Nella sala del Consiglio comunale di S Agata Li Battiati alla presenza del Sindaco Nunzio Rubino, dei dirigenti scolastici Lina Di Caro, dell’istituto Mercede; Linda Piccione della scuola Pluchinotta; del preside Giuseppe Adernò, e di Miriam Puliatti, Sindaco dei ragazzi della scuola Pluchinotta, si è svolta la cerimonia che ha visto in sequenza la recita della formula da parte dei componenti della giunta e gli assessori hanno presentato i loro programmi: Martina Argurio, vice sindaco e assessore alla solidarietà; Matteo Messina, assessore alla cultura; Valerio Giuffrida, assessore al bilancio e all’economia; Gaia Alberati, assessore allo sport; Luigi D’Arrigo, assessore all’ambiente; Lorenzo Duscio, assessore all’igiene.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 21 dicembre 2020 08:00:00 (786 letture)

(Leggi Tutto... | 7556 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Per una scuola giusta
Redazione
1) Parlare di giustizia
La disuguaglianza a scuola è un problema serio,ma è scomparso da tanto tempo dal dibattito pubblico, come se fosse stato risolto o semplicemente perché non ha avuto più alcuna rilevanza nelle preoccupazioni delle formazioni politiche che hanno costituito i governi nell’ultimo ventennio. La giustizia a scuola, anche se disattesa,è un problema politico di prima grandezza, preminente sui problemi dell’organizzazione, dell’efficienza, dell’autonomia, della qualità e delle dotazioni tecnologiche ai quali si è voluto ridurre la questione scolastica e ai quali ci si è interessati in modo esclusivo.A quanti non si interessano di sapere se a scuola c’è giustizia, si deve ricordare che ancora oggi non tutti i gradi di istruzione sono accessibili alla generalità dei giovani e che rimane alta la percentuale delle persone, che escono dal sistema scolastico e formativo prive delle necessarie competenze per esercitare i diritti di cittadinanza. Quasi sessanta anni dopo la riforma della media unificata (‘62) e dopo decenni di scolarizzazione di massa non si riesce di fatto a parificare l’istruzione tecnica e professionale con quella liceale e a disarticolare la confluenza, socialmente condizionata, degli alunni verso i vari indirizzi di istruzione secondaria superiore. Non solo. Più gravi sono diventate le conseguenze sociali dell’insuccesso scolastico. L’attuale organizzazione del lavoro non è in grado di offrire opportunità ai drop-outs del sistema scolastico e di assorbirli come avveniva non molto tempo fa. Proprio per questo è sempre meno tollerabile la disparità nella qualità dell’insegnamento dato e ricevuto. L’attenzione verso la giustizia nella scuola esprime una preoccupazione realistica per quelle disuguaglianze che possono diventare intollerabili e incompatibili con la coesione sociale. Una scuola giusta rimane sempre la più importante giustificazione della sua esistenza ed è la via d’uscita dalla sua crisi. Rappresenta la sfida per il suo futuro. La scuola pubblica deve formare cittadini uguali, con uguali chances di partecipare alla vita pubblica, economica e sociale. Al centro del problema della giustizia a scuola si pone il bene, primario e necessario nel terzo millennio, della conoscenza e del sapere. Il problema è quello della distribuzione e dell’accesso al sapere e alla conoscenza. Bisogna chiedersi allora se il patrimonio collettivo di esperienze e conoscenze consegnatoci dalle generazioni precedenti sia al servizio di tutti o di pochi privilegiati e se la conoscenza come bene pubblico per definizione non debba essere posseduto da tutti.Se la conoscenza è e deve essere per pochi, infatti, non si capisce perché si debba mantenere un sistema pubblico di istruzione.

Raimondo Giunta
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 20 dicembre 2020 09:00:00 (1775 letture)

(Leggi Tutto... | 27660 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Curriculo di sicurezza. Premiata la scuola Verga di Siracusa
Redazione
Il progetto pilota “La sicurezza a partire dai banchi di scuola: 10 Scuole, 10 Ordini, 10 Città”, elaborato dal Gruppo di lavoro Sicurezza del CNI e avente come obiettivo primario la diffusione della cultura della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro, ha coinvolto e premiato anche una scuola siciliana: il IV Istituto Comprensivo Giovanni Verga di Siracusa, ad indirizzo musicale.
Il 14 maggio 2019 è stato sottoscritto un importante protocollo d’intesa tra il Consiglio Nazionale Ingegneri (CNI), il Ministero dell’Istruzione (MIUR) ed il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri per sviluppare un programma di promozione e di educazione alla sicurezza partendo dai banchi di scuola, a cominciare dalla scuola media inferiore. Il progetto è stato avviato nel mese di settembre 2019 e si è concluso nell’ottobre 2020, nonostante le difficoltà e i condizionamenti dovuti alla pandemia Covid-19.
Mercoledì 16 dicembre nel corso di un webinar  si è svolta online la Cerimonia di Premiazione dei progetti che il comitato paritetico del progetto con rappresentanti del Ministero dell’Istruzione e del  Consiglio Nazionale degli Ingegneri  ha selezionato Sono stati premiati i tre migliori safety project e sono state assegnate due menzioni speciali.

 Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Sabato, 19 dicembre 2020 09:53:56 (467 letture)

(Leggi Tutto... | 11618 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Oltre la distanza, insieme per la legalità attraverso il cinema - Sabato 19 Dicembre in streaming sul canale youtube del Redi
Istituzioni Scolastiche
Invito a partecipare attraverso la diretta streaming sul canale YouTube dell’Istituto d'Istruzione Superiore "Francesco REDI", alla cerimonia di presentazione del protocollo d’intesa “Cinema, legalità e cultura”. Si rende noto che, nel quadro delle attività dirette all'Educazione alla Legalità, allo studio trasversale dell’Educazione Civica e nella realizzazione delle finalità connesse alla Funzione Strumentale volta ai rapporti con il territorio, in seguito all’approvazione del Consiglio d’Istituto, sabato 19 dicembre a partire dalle ore 11.00, si procederà, in diretta streaming sul canale Youtube dell’Istituto, alla firma di un protocollo d'intesa con l'Associazione "Antimafia e Legalità" e con l'Associazione no profit "Cinemaset" volto a promuovere iniziative finalizzate alla diffusione presso le giovani generazioni della cultura antimafia e della sicurezza attraverso la formazione di una coscienza civile.Saranno presenti i sindaci delle città di Paternò, Belpasso, Biancavilla,con il saluto, in collegamento web,di S. Ecc. Rev.ma Mons. Antonino Raspanti, Vescovo di Acireale,Vicepresidente della Conferenza Episcopale Italiana; della dott.ssa Giovanna Boda, Capo Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali MI.
Interverranno alla cerimonia: il Vicequestore dot. Paolo Leone, Dirigente Commissario Polizia di Stato;
l’avv. Enzo Guarnera, vicepresidente Associazione “Antimafia e legalità”;
il produttore cinematografico Antonio Chiaramonte, Presidente Associazione “Cinemaset”;
mons. Giovanni Lanzafame, Vicario foraneo della città di Belpasso.
Download Invito
Il Dirigente Scolastico
dott.ssa Giuseppa Morsellino
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 19 dicembre 2020 08:11:45 (689 letture)

(Leggi Tutto... | 7952 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Regalo di Natale. Un container di banchi e materiale didattico verso il Senegal
Redazione
I vecchi banchi scolastici biposto sono stati sostituiti da quelli monoposto arrivati in tutte le scuole a seguito dell’emergenza Covid-19.
Che cosa fare dei banchi non utilizzati che sono ancora in buone condizioni?
Ce lo siamo chiesti in tanti, vedendoli ammassati nei corridoi e nei cortili ,ed abbiamo esteso l’invito a donarli alle associazioni, oratori, parrocchie.
L’invito è stato accolto dal Liceo “Lombardo Radice” a favore di un istituto di Acireale ed il Liceo “Turrisi Colonna” di Catania, ha destinato i banchi, (come da foto) all’Associazione Cappuccini Onlus”, alla Parrocchia S. Croce del Villaggio S. Agata e alla Parrocchia S. Maria di Valverde.
L’invito rivolto ai Salesiani è stato ben accolto dall’Associazione Don Bosco 2000 che ha attivato già dal 2016 un progetto di cooperazione allo sviluppo “migrazione circolare” in Senegal.
Il progetto è articolato in due focus:
1. Beteyà BIO: Attività generatrici di reddito in campo agricolo e avicolo per l'autosufficienza alimentare dei villaggi più poveri
2. Beteyà EDU: attività educative e animazione territoriale a favore di bambini e ragazzi dei villaggi, accompagnamento all'inserimento scolastico con donazione Kit didattici e materiali di studio.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 16 dicembre 2020 15:00:00 (443 letture)

(Leggi Tutto... | 8887 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: L’arte di orientare
Istituzioni Scolastiche
Orientare ed orientarsi, conoscere la strada da indicare e da percorrere, sapere dove ci troviamo e pianificare il percorso da seguire per raggiungere una meta, non brancolare nella confusione e nel buio (l’oriente del sole che sorge indica la via e guida i viandanti), tutto questo dovrebbe essere l’accompagnamento alle scelte di passaggio da un ordine di studi all’altro e, in senso più ampio e completo, a tutta la costruzione del sé come oggetto e soggetto di un processo davvero permanente.
Troppo spesso, però, nonostante le consapevolezze teoriche e le oneste buone intenzioni, le attività di orientamento scolastico sembrano snaturare l’etimologia della loro stessa definizione; quanto conta far emergere le attitudini personali, rendere autoconsapevoli di punti di forza e di debolezza, far scoprire e maturare passioni, a fronte di una logica divenuta troppo spesso aziendale anche nel contesto formativo, della necessità di attrarre l’utenza e di battere la concorrenza?
E tutte le figure adulte in gioco, genitori e docenti dei diversi ordini di studi, legislatori e organi di governo, vedono e conoscono il s - oggetto della loro educazione per ciò che realmente è e potenzialmente sarà, o lo guardano con occhi velati dalle attese, dai convincimenti e i desideri personali?

La docente FS Orientamento
IIS “M. Rapisardi” - Liceo Classico ed Artisitco
prof.ssa Lorena Grazia Salfi
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 13 dicembre 2020 11:00:00 (1625 letture)

(Leggi Tutto... | 5559 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: L’I.I.S. “Mario Rapisardi” di Paterno’ – Liceo Classico ed Artistico e l’I.C. “G. Marconi” Paternò – Ragaln. Incontrano l’autore Massimo Arcangeli
Istituzioni Scolastiche
Lunedì 14 e martedì 15 dicembre 2020, h 9.30 -11.00,  presso l’IIS “Mario Rapisardi” di Paternò - Liceo Classico ed Artistico,  prenderà l’avvio una nuova edizione del Progetto “Incontro con l’Autore”. L’attività, -  creata per aprire ai giovani l’orizzonte della Letteratura contemporanea mediante il contatto diretto con gli scrittori  - è rivolta sia ai ragazzi del “M. Rapisardi”, ma anche agli alunni delle Scuole secondarie di primo grado del territorio, infatti favorisce  il raccordo in senso verticale tra gli ordini di istruzione e orienta alla scelta mirata della Scuola superiore. Il primo incontro ospiterà una personalità rilevantissima del panorama culturale e letterario italiano, il Professore Massimo Arcangeli, docente universitario ordinario di Linguistica italiana presso la Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Cagliari, responsabile scientifico mondiale del PLIDA – Dante Alighieri, saggista e scrittore, collaboratore dell’Enciclopedia Treccani, opinionista su testate giornalistiche nazionali, direttore di vari Festival tra i quali il prestigioso “Memoria/Futuro” Festival di Ascoli Piceno, ed altro ancora.


Ufficio Stampa
I.I.S. “Mario Rapisardi” – Paternò
Liceo Classico ed Artistico
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 13 dicembre 2020 10:00:00 (946 letture)

(Leggi Tutto... | 8043 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il Convitto Cutelli vince al Concorso “Con lo sguardo del cuore” ed. 2020. I silenzi del lockdown che “urlano” sui fogli digitali… In occasione della “Giornata internazionale del disabile 2020
Redazione

”Il Centro Italiano Femminile, il Centro Amico Onlus e il C.I.F., Casa dell’Amicizia hanno indetto l’ottava edizione del concorso "Con lo sguardo del cuore", a cui hanno partecipato sei nostri alunni del Liceo Classico Europeo nelle due aree letteraria e grafico visiva. Ci sono sembrate interessanti, infatti, sia il tema proposto per la sezione scuole ovvero “Il lockdown: una parentesi di silenzi che urlano”, sia la possibilità di promuovere un mondo post Covid-19 inclusivo della disabilità, accessibile e sostenibile per combattere ogni forma di discriminazione. E, difatti, abbiamo sentito i ragazzi molto coinvolti da entrambe le riflessioni e il risultato non ha tardato ad arrivare poiché, a parte la cospicua partecipazione, due allieve hanno ottenuto il primo premio in entrambe le sezioni: Anna Allibrio di ID per aver realizzato un magnifico disegno digitale dal titolo “Immersa per tutti” e Lisa Behm per il racconto “Il silenzio di Lucy” in cui narra le vicende della protagonista durante il periodo del primo lockdown e di come, con coraggio e determinazione, non si è abbattuta nel dover continuare ad affrontare “i silenzi, i lunghi e interminabili silenzi: per le strade, nelle piazze, nei vicoli…”, interrotti solo “dai canti e dalle ballate sui balconi: voci sparse di un popolo con il desiderio di condividere, di incontrarsi, in qualche modo”. Per lei è stato “come se il mondo intero si fosse ritirato da qualche parte”. E, nelle motivazioni, vengono sottolineate appunto “la puntualità cronachistica, le nitide e piacevoli riflessioni, la speranza di riavere la libertà quotidiana” per il racconto così come “l’immagine surreale che già nel titolo evidenzia la precarietà di una situazione che rendono la protagonista prigioniera in una capsula di vetro con gli occhi vuoti e la mano tesa in cerca di aiuto” per il disegno. Nel corso della cerimonia di premiazione, tenutasi on line a causa dell’emergenza Covid-19 giovedì 10 dicembre, le giovani studentesse hanno ricevuto in premio due targhe-ricordo e due buoni libri. La prof.ssa Giusy Gattuso, referente per i concorsi artistico-letterari del Convitto, le ha seguite ed accompagnate nelle varie fasi della partecipazione come per tutti i concorsi proposti, al fine di educare gli studenti del gruppo Aspiranti autori alla “buona” competizione, intesa come valore positivo, per far emergere i loro talenti e le loro peculiarità ed indirizzarli a riflettere sui temi proposti per poi “mettersi alla prova” sperimentando la scrittura e la produzione artistica personale.

Prof.ssa Giusy Gattuso

Postato da Andrea Oliva Sabato, 12 dicembre 2020 08:05:00 (949 letture)

(Leggi Tutto... | 6902 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: I RAGAZZI SINDACI PARTE CIVILE AL PROCESSO REGENI
Redazione
Nel giorno  che ricorda il 72 ° anniversario  della Dichiarazione universale dei Diritti umani,  appresa la notizia delle chiusura delle indagini per il rapimento, le torture e l’omicidio di Giulio Regeni , i Ragazzi Sindaci  hanno scritto una lettera al Presidente della Camera dei Deputati , Roberto Fico,  dichiarando di volersi costituire parte civile” nel processo a sostegno della verità e della giustizia, sul caso Giulio Regeni  denunciando gli errori commessi  a causa del non corretto svolgimento delle indagini e delle falsità che dal 2016 hanno costellato la complessa vicenda, che nel tempo ha assunto carattere diplomatico e  internazionale.
Nella lettera hanno presentato la motivazione della proposta in considerazione del fatto che Giulio Regeni nel triennio 2001-2003 è stato Sindaco dei Ragazzi di Fiumicello, in provincia di Udine, e questa esperienza d’impegno civile l’ha formato a quella serietà e coerenza, che hanno caratterizzato il suo operare, fino alla tragica fine, come si evince dalle indagini della Procura di Roma.
Il racconto dei testimoni e le atroci torture subite dal giovane ricercatore suscitano sentimenti di rabbia e attivano il grande desiderio di giustizia e di verità.
Già dal 25 gennaio del 2016 quando si è appresa la notizia della morte di Giulio Regeni i ragazzi del CCR dell’Istituto “Parini” con la guida delle professoresse Graziella Buscemi, e Loredana Raudino hanno fatto una ricerca su Giulio ed hanno preparato delle riflessioni e messaggi sull’impegno sociale di Giulio, maturato anche grazie all’esperienza di “Sindaco dei Ragazzi”.
Hanno scritto di lui: Ludovica Lentano, Giusy Seminara, Maria Zorzanello e Salvo Di Bartolo. Il Dossier è stato presentato al Presidente della Repubblica e ai Presidenti della Camera: Laura Boldrini e Roberto Fico.
Nella lettera, i Ragazzi Sindaci, che hanno nel ricordo di Giulio una testimonianza di ricerca del bene, una lezione da imitare ed un modello d’impegno civile da seguire, rinvolgono un messaggio di solidarietà e di vicinanza ai cari Genitori, che stanno affrontando con ammirevole coraggio e forza il difficile cammino verso la verità.  

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Sabato, 12 dicembre 2020 08:00:00 (463 letture)

(Leggi Tutto... | 8968 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Scuola in movimento e banchi colorati
Redazione
“Se sapeste che iattura sono i banchi a rotelle, specie in una scuola media inferiore. I ragazzi li hanno accolti con entusiasmo euforico. Al vederli hanno realizzato subito che è finita la scuola ed è iniziata la giostra. Loro ci hanno messo pochi secondi, a renderli funzionali allo scopo.
La Ministra ancora non si rende conto e si vanta di questa prodezza.
A nulla sono servite le proteste degli insegnanti avviliti ed esasperati.”.
E’ questo un messaggio captato su WhatsApp in una chat di professionisti impegnati sul sociale e sulle problematiche della famiglia.
La professoressa Angela continua il messaggio allegando la lettera inviata alla Dirigente della scuola media di Gagliano, in provincia di Enna.
Gentile dirigente, preside -----,
 
Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Martedì, 08 dicembre 2020 08:00:00 (2126 letture)

(Leggi Tutto... | 12788 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: S.AGATA LI BATTIATI ISTITUTO MERCEDE Martina Vaiana quarto sindaco dei Ragazzi dell’Istituto “S. Maria della Mercede” di S. Agata Li Battiati
Redazione
Martina Vaiana, alunna della classe quinta B, dell’Istituto “S. Maria della Mercede” di S. Agata Li Battiati è stata eletta quarto sindaco della scuola – piccola città, nella quale è stato attivato il Consiglio comunale dei Ragazzi.
Il progetto, proposto dal preside Giuseppe Adernò, coordinatore dei CCR. da alcuni anni fa parte  integrante del Piano dell’Offerta Formativa dell’Istituto. Ben accolto dal Collegio dei Docenti, ha entusiasmato anche i Genitori, lieti della significativa opportunità offerta ai ragazzi di fare l’esperienza del voto e di praticare la democrazia e la partecipazione attiva alla cosa pubblica.
Con diligente impegno la maestra Melina Basile e le colleghe hanno coinvolto i bambini delle classi terze e mentre tra gli alunni delle classi quarte e quinte, sono stati scelti nelle elezioni primarie i quattro candidati a sindaco: Martina Argurio, Valerio Giuffrida, Matteo Messina e Marina Vaiana e i dieci candidati a consiglieri.
Sono state composte due liste con i motti, una: “Un mondo migliore si può: Progettare e costruire insieme”, “ Una scuola fatti di noi”.
Molto coinvolgenti sono stati i programmi elettorali presentati ed esposti nei cartelloni a scuola e in classe nel rispetto delle norme Covid-19.
Tra le attività proposte sono ricorrenti: organizzare cineforum, gare sportive, la “fiera delle Scienze”, attività di giardinaggio, raccolta differenziata, un giornalino scolastico, laboratori di lingua e d’informatica, anche con l’ausilio del robot; lo scambio dei libri da leggere; aumentare di cinque minuti la ricreazione.
Anche i piccoli di terza elementare per la prima volta hanno espresso nella “cabina elettorale” il loro voto, segnando la X sulla scheda per l’elezione del Sindaco e dei Consiglieri.       

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 07 dicembre 2020 08:00:00 (606 letture)

(Leggi Tutto... | 9473 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: 4 Dicembre Web-Pressing “Fermiamo la strage di scuola pubbliche paritarie
Redazione
143 istituti scolastici paritari hanno chiuso.  Quasi 28.000 studenti hanno perso la loro scuola. Altrove la retta è cresciuta troppo, divenendo ormai appannaggio solo di ricchi. Per i disabili scegliere una  scuola “paritaria” comporta costi inarrivabili.
E’ questa la fotografia della scuola paritaria in Italia, riconosciuta per legge, ma ostacolata di fatto nell’espletare un servizio “pubblico”, facendo parte del sistema scolastico nazionale.
La proposta di legge di stabilità (“Bilancio 2021”)  in discussione alla Camera dei Deputati continua a  sottovalutare la sempre più grave situazione di disabili e  delle scuole paritarie, esposti al perdurare di una crisi che non risparmia certo i soggetti più fragili.
La liberta di scelta educativa, sancita dalla Costituzione viene calpestata facendo morire  il  già ridotto  pluralismo scolastico presente in Italia, che sarebbe addirittura scomparso senza l’impegno comune dello scorso giugno di decine di associazioni, di tantissimi partecipanti a quel web-pressing” e di (quasi) tutti i gruppi parlamentari che, mettendo fondi “propri”, hanno poi raddoppiato lo stanziamento del “Decreto Rilancio”.
Nel “web-pressing” del 4 dicembre  quasi tutti i gruppi parlamentari  sono compatti nell’approvare alcuni emendamenti finalizzati a non discriminare bambini e giovani, soprattutto con disabilità.
Interverranno al  Web pressing:  Suor Anna Monia ALFIERI (ALTIS-Univ. Cattolica-USMI), Maria Elena BOSCHI (Italia Viva), Piero FASSINO (PD), Stefano FASSINA (LEU), Padre Luigi GAETANI (USMI-CISM), Mariastella GELMINI (FI), Paola FRASSINETTI (Fratelli d'Italia), Giancarlo GIORGETTI (Lega), Virginia KALADICH (FIDAE-Agorà), Stefano LEPRI (PD, )Maurizio LUPI (misto), Luigi MORGANO (FISM-Agorà), Maria Rachele RUIU (membro Fonags), Gianluca ROSPI (Misto). Coordina  il giornalista Giancarlo LOQUENZI.
Per partecipare il 4 Dicembre 2020 ore 13.30-15.00, ecco il link:
https://us02web.zoom.us/meeting/register/tZIocOqqrDgoEt0B_Z908-ksCE3HFxHy6V5d


Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 02 dicembre 2020 08:00:00 (1755 letture)

(Leggi Tutto... | 10938 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: All’Europeo si ritornerà tra i banchi
Redazione
Il suono della campanella, sorda al silenzio dei corridoi, il colonnato del Vaccarini, che avvolge l’eco delle voci in fila per il pranzo …
Il Convitto sembra respirare solitudine, quasi come un albero cui han tagliato le fronde, le più basse, ma anche le più verdi e rigogliose.
Le nuove aule con i banchi, tutti incolonnati nel rispetto del protocollo di distanziamento, son là, sospese nel tempo dell’incertezza, finalmente pronte ad accogliere gli alunni.
Pur tuttavia, ancora i piccoli semiconvittori della primaria e della secondaria di primo grado corrono in cortile nella pausa dopo pranzo, seguiti dalle loro educatrici che, attente, ricordano loro di tener ben salda la mascherina al viso, come farebbe Zorro in una combattuta azione di salvataggio della sua bella señorita.
Presto bambini, è ora di fare i compiti, gridano loro con fermezza, e subito i piccoli riprendono l’impegno scolastico, che, al Convitto, si sa, non finisce mai, ma li farà crescere forti nella mente e nello spirito.
Nonostante tutto il Convitto non si arrende … Verranno ancora i giorni di lezione in presenza, con le aule dense di sapere, i pranzi dello chef, i gran galà col ballo di fine anno, le giornate della più sfrenata creatività, le feste di carnevale con il gruppo più votato per la maschera più bella, che stavolta li renderà tutti diversi e non tutti uguali, impauriti dall’altro, ma l’altro è nostro amico, l’altro è nostro fratello.

Cinzia Nigro
Postato da Andrea Oliva Domenica, 29 novembre 2020 11:00:00 (1851 letture)

(Leggi Tutto... | 7360 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Per chi suona la campanella?
Redazione
Per chi suona la campanella? Ci siamo chiesti in questi giorni muti e malinconici, con un sole pallido e asciutto che fa breccia fin dentro le aule semideserte di tutte le scuole d’Italia. Per chi suona la campanella? Ci chiediamo ogni mattina mentre fuori avanza un nemico insidioso e invisibile, e da tramontana si preannuncia una tempesta di furore e di paura, con lugubri nuvoloni che rubano anche il cielo. Per chi suona la campanella? Ci chiedono i ragazzi che proprio l’altro ieri sgambettavano sorridenti nei corridoi, nelle palestre, nei laboratori, nelle aule, mentre l’autunno con impeto attacca gli alberi e li denuda di foglie e di speranza. Oramai sono tante, troppe le domande senza più risposte, gli interrogativi che non trovano soluzioni, le richieste inevase, che fanno capolino dalle “alpi alle piramidi”, come i lamenti delle vestali nelle tragedie greche. “Chiuderanno tutto! Devono chiudere tutto!”: è il grido di dolore di tante mamme, di tanti insegnanti che snocciolano, come poste di rosario, cifre, luoghi, nomi, statistiche, percentuali, numeri da far paura, “aumenti esponenziali di dolore e di terrore”. E’ difficile “fare scuola” con quest’incubo, è difficile “stare a scuola” mentre tutt’intorno infuria la bufera, mentre quello che sapevamo vita sembra irriconoscibile, sembra quasi irrimediabilmente perduto.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 24 novembre 2020 06:00:00 (1535 letture)

(Leggi Tutto... | 4603 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il Liceo Artistico Emilio Greco, di Catania, promosso a pieni voti da EDUSCOPIA 2020
Istituzioni Scolastiche
Il Liceo Artistico Statale “Emilio Greco”, di Catania, diventa sempre più una delle più importanti istituzioni scolastiche e culturali e scuola polo per l’orientamento, la valorizzazione e la promozione delle competenze e dei saperi acquisiti dei propri studenti. E’ stata pubblicata nei giorni scorsi la classifica FGA che, pur essendo “molto scarna”, vede solo il liceo artistico catanese “Emilio Greco” con un indice pari al 54,72 % e una percentuale di diplomati in regola uguale al 53,7 %, promuovendolo agli onori della cronaca nazionale. E’ un risultato di grande valore che “entusiasma” il dirigente del liceo, il prof. Antonio Alessandro Massimino, «ringrazio per gli sforzi profusi da tutto il personale scolastico per gli ottimi risultati, per la trasmissione dei saperi ai nostri discenti e per la crescita esponenziale che la nostra scuola ha avuto in questi anni. Gli alunni devono essere adeguatamente preparati per affrontare le enormi sfide del mercato del lavoro, soprattutto in questi difficili tempi. - prosegue il preside Massimino - I risultati raggiunti dal liceo artistico Emilio Greco in termini di visibilità, ripagano degli anni di duro lavoro, in condizioni non proprio ottimali in cui opera la nostra istituzione scolastica, per il raggiungimento degli obiettivi nazionali determinati dall’Ufficio Scolastico Regionale. Grazie dunque a tutti gli operatori scolastici, Docenti e non Docenti, che si sono susseguiti ed impegnati negli anni e che hanno, con puntuale interesse, regalato alla città di Catania progetti e lavori preziosi ed importanti, degni di essere annoverati nei cataloghi artistici nazionali ed internazionali. - conclude Massimino - La gioia nel leggere il nome della nostra scuola tra le statistiche EDUSCOPIO dei migliori Licei catanesi è grande, ritengo che sia sentimento comune; siete gli artefici dei successi dei vostri ragazzi, quindi professionisti speciali.

prof. Angelo Battiato
Referente Ufficio Stampa del Liceo Artistico “Emilio Greco”, Catania
Postato da Angelo Battiato Lunedì, 23 novembre 2020 08:30:00 (756 letture)

(Leggi Tutto... | 5717 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: legge di bilancio e rinnovo contrattuale per la scuola del futuro
Redazione
E’ in dirittura d’arrivo l’esame della legge di bilancio per il 2021 in Commissione Bilancio della Camera e da parte di Ancodis è prestata ovvia attenzione agli articoli che interessano la scuola italiana.
“Tra le misure previste – fa rilevare il Presidente di Ancodis Rosolino Cicero - troviamo il piano pluriennale per l’assunzione in organico di diritto di 25000 docenti di sostegno che si accompagna al piano per la formazione sui temi dell’inclusione unitamente all’acquisto di ausili didattici, l’assunzione di 1000 docenti di potenziamento per rispondere alle carenze di organico nella scuola dell’infanzia, la stabilizzazione degli Assistenti tecnici nella scuola del primo ciclo e dei collaboratori scolastici ex LSU. Dal punto di vista infrastrutturale è posta l’attenzione per l’ammodernamento degli edifici, per il potenziamento della digitalizzazione delle scuole (implementata l’attività degli animatori digitali e dei team digitali), per il sistema dei trasporti urbani ed extraurbani che – in questa emergenza pandemica – si è rivelato uno degli anelli deboli. Viene, infine, incrementato il fondo per la formazione e l’apprendistato e “riesumata” e speriamo semplificata la 440, una legge che dà meritata attenzione all’arricchimento ed ampliamento dell’offerta formativa”.

Per Ancodis
Ins. Kelia Modica
Responsabile Comunicazione Ancodis
Postato da Andrea Oliva Domenica, 22 novembre 2020 08:00:00 (1585 letture)

(Leggi Tutto... | 14491 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: La voce dei ragazzi sul Covid. Proposta operativa di Educazione Civica
Redazione
Nel precedente lockdown, anche se in alcune realtà ha avuto buon esito la didattica a distanza, i ragazzi si sono sentiti trascurati e molti di essi hanno scritto nei loro diari “i professori fanno lezioni, ma non ci chiedono come ci sentiamo”.
Adesso è il caso di dare voce ai ragazzi, ascoltare i loro bisogni e aiutarli a recuperare la dimensione della positività e del futuro. Come sarà il post.Covid-19?
Su proposta dei Ragazzi Sindaci e dei Consigli Comunali dei ragazzi si estende a tutte le scuole l’invito a scrivere una pagina di diario sul tema: “Scrivere dritto su righe storte “ e raccontare esperienze, sentimenti, riflessioni, paure, sogni, desideri, nella semplicità del linguaggio spontaneo e creativo.
S’intende estendere l’iniziativa a tutte le scuole e rendere i ragazzi protagonisti attivi di cittadinanza, costruendo ponti di amicizia tra studenti del Nord e del Sud, allacciando una rete di cooperazione per la ricerca del bene comune, e attivare scambi d’idee e di proposte originali provenienti da diverse regioni, in vista di un futuro migliore.

Nell’ambito dell’insegnamento dell’Educazione Civica che quest’anno sarà valutata con voto, pur nella sua trasversalità, la proposta intende essere un invito a riflettere sul momento storico che stiamo attraversando in maniera critica e attenta, pensando al futuro e come costruire una società migliore post-Covid-19.
Si invitano gli studenti delle scuole ad inviare in formato Word prima di Natale, entro il 20 dicembre 2020  all’indirizzo e.mail  ccr.consiglio.ragazzi@gmail.com
 
le  riflessioni e i lavori prodotti   dai singoli o dai gruppi classe, con l’intento di realizzare una pubblicazione che raccolga la voce dei ragazzi sull’emergenza coronavirus.

Coordinatore CCR - Preside Giuseppe Adernò
giuseppe.aderno1@gmail.com -  ccr.consiglio.ragazzi@gmail.com

Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 18 novembre 2020 08:15:00 (1794 letture)

(Leggi Tutto... | 7740 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Il Giornale Web del Convitto Cutelli su Repubblica@Scuola
Redazione
14_01

Quest’anno, in occasione dell’iniziativa​ "Effetto Terra" realizzata da Repubblica@Scuola, il Convitto Nazionale Mario Cutelli partecipa alle proposte della nota testata giornalistica che ha lanciato i due concorsi “Il mio giorno perfetto con la natura” (con articolo giornalistici) e ”I colori delle stagioni”(con foto). Per il primo contest gli studenti partecipanti descrivono l’esperienza più bella fatta a contatto con la natura o ad avvicinarsi ad essa e raccontano ciò che li ha colpiti, in che modo quell’esperienza li ha fatti cambiare o se hanno fatto qualcosa, anche forse solo un piccolo gesto, per preservare quell’angolo di natura o, ancora, se immaginano qualcosa di particolare che possa essere utile a preservarlo. Per il secondo, invece, inviano una foto in cui sono riusciti a cogliere l’esplosione di luce e colori che la natura può offrire durante la stagione estiva o autunnale.
Saranno scelti​ due vincitori​ (uno per concorso), ritenuti gli autori più originali e interessanti tra tutti gli articoli e le foto e si aggiudicheranno due tablet.
Tutti i pezzi e le fotografie, inoltre, vengono pubblicati su Repubblica@Scuola, nelle sezioni dedicate a questi concorsi e sul Giornale scolastico della nostra scuola, che trova spazio da quest’anno sempre su Rep@Scuola.
L’iniziativa è seguita dalla prof.ssa Giusy Gattuso, referente per​ concorsi artistico-lettereri, e vede la partecipazione di un gruppo cospicuo di studenti che danno attivamente ed entusiasticamente il loro contributo.
Di seguito i link.
http://scuola.repubblica.it/sicilia-catania-lceconvittonazionalemcutelli
https://scuola.repubblica.it/blog/tema/il-mio-giorno-perfetto-con-la-natura/
https://scuola.repubblica.it/blog/la_mia_foto/i-colori-delle-stagioni/
http://scuola.repubblica.it/sicilia-catania-pmlceconvittonazionalemariocutelli/

Prof.ssa Giusy Gattuso
Postato da Andrea Oliva Sabato, 14 novembre 2020 08:00:00 (977 letture)

(Leggi Tutto... | 8114 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Non ce n’è coviddi? Tesi di laurea del giornalista siciliano Salvatore Ganci a Torino
Redazione
È questo il titolo originale della tesi di Laurea magistrale in Comunicazione Digitale e Marketing del giornalista siciliano, Salvatore Ganci, presentata all’Università di Torino, presso il dipartimento di Culture, politica e società. La tesi sviluppa una diligente analisi dell’orientamento verso la pandemia Covid-19 nella twittersfera italiana. La lezione tremendissima del virus ci ha introdotto forzatamente nella porta stretta della fratellanza che reclama libertà e uguaglianza e nello strano e surreale isolamento, proclamato “distanziamento sociale”, invece dovrebbe limitarsi solo a quello fisico, attraverso i social si è aperto ad una forma nuova di libertà e di socialità, senza limiti. Dopo una breve introduzione ed excursus storico di altre pandemie, come Sars, Ebola, Colera fino al Coronavirus, la tesi prende in esame 1800 tweet, annotati a mano, in un intervallo di tempo che va dal 31 gennaio al 31 marzo 2020, analizzando, attraverso tecniche mutuate dall'analisi del sentimento, le diverse dimensioni di opinioni degli utenti nei confronti della pandemia: la stance, ossia l’atteggiamento degli utenti verso la malattia di Covid-19 divisa in preoccupazione, neutralità, propositività e sottovalutazione; il sentiment dell’ironia rispetto al sarcasmo, prestando attenzione alle differenze tra queste due etichette, che sono ancora oggi difficili da rilevare dagli stessi strumenti di Sentiment Analysis; e infine fake news vs debunk, per evidenziare la presenza o meno di notizie false tra i tweet e se ci sono stati casi di smascheramento della bufala tra i tweet del corpus, campione di messaggi.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Lunedì, 09 novembre 2020 08:00:00 (724 letture)

(Leggi Tutto... | 5109 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Scrivere dritto su righe storte. Iniziativa del Consiglio dei Ragazzi di Zevio (Verona)
Redazione
Il sindaco dei ragazzi, Pietro Todeschini e i rappresentanti di classe, eletti al Consiglio Comunale dei Ragazzi dell’Istituto comprensivo di Zevio (Verona), coordinati dall’assessore comunale  all’istruzione, Paola Conti e dalla prof.ssa Francesca Beltrame coordinatrice del CCR e referente per l’Educazione Civica, hanno organizzato la prima riunione “a distanza”, invitando a partecipare anche il preside Giuseppe Adernò, primo ideatore dei Consigli Comunali dei Ragazzi in Sicilia nel 1993.
L’incontro è stato efficace nel rendere attiva l’Educazione Civica che quest’anno fa parte delle materie da valutare con voto, e il CCR costituisce uno spazio privilegiato di tale disciplina trasversale che insegna nel concreto e con “compiti di realtà” la cultura della democrazia e della partecipazione attiva e responsabile.
L’impossibilità di attivare scambi e gemellaggi in presenza ha reso necessario il collegamento in videoconferenza dalla quale sono emerse delle proposte operative.
In considerazione del momento difficile che vive la scuola e la società nello stato di emergenza contagio Covid -19, è emersa la proposta di raccogliere considerazioni e riflessioni personali e di gruppo classe sul tema: “Scrivere dritto su righe storte “con l’intento di socializzarle con i ragazzi di altri CCR d’Italia.
Il tema condiviso si presta a costruire una rete di relazione e di scambio tra le diverse regioni e realtà locali e presentare originali interpretazioni e commenti.


Postato da Andrea Oliva Sabato, 07 novembre 2020 08:00:00 (749 letture)

(Leggi Tutto... | 6159 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: La campanella è suonata
Redazione
La campanella è ritornata a suonare dopo circa sei mesi di lungo silenzio … il 4 marzo 2020 sarà una data che rimarrà ben scolpita nella memoria di tutti, chi avrebbe mai pensato che quello sarebbe stato l’ultimo giorno di scuola in presenza per l’anno scolastico 2019/2020? Sicuramente nessuno!!! La scuola nonostante l’angosciosa emergenza Covid 19 non si è mai fermata, perché dal giorno dopo ha continuato in modo diverso, con altri mezzi, utilizzando la DaD ed insegnanti ed allievi, per non interrompere il rapporto oltre che alle lezioni, si sono reinventati poiché si è compreso nell’immediatezza il bisogno di ritrovarsi in qualche modo insieme, ma soprattutto per dare tante rassicurazioni che potessero convincere i discenti che tutto sarebbe “andato bene”. Tutto ciò è stato possibile realizzarlo grazie all’impegno costante dei docenti e di molte famiglie che per quasi tre mesi di scuola sono riusciti a mantenere il gruppo classe coeso e vivo l’interesse dei nostri ragazzi.
Purtroppo, per molte altre famiglie la situazione è stata molto drammatica perché non in tutte le case vi erano strumentazioni adatte e connessione adeguata tanto da consentire di seguire le lezioni on-line; per non parlare poi della perdita del lavoro di molti genitori che ha causato un disagio economico non indifferente.

Bello Maddalena
Postato da Andrea Oliva Martedì, 27 ottobre 2020 08:00:00 (698 letture)

(Leggi Tutto... | 6118 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Al Convitto Cutelli colori, volti e gesti solidali in uno scatto per il Concorso “Solidarietà: un colore...un senso...un volto...un gesto...” ed. 2019
Redazione
cutelli
Come scriveva Alfred Stieglitz “nella fotografia c’è una realtà così sottile che diventa più reale della realtà stessa”, citazione che deve aver ispirato due alunne del Liceo Classico Europeo del Convitto Cutelli, ovvero Alice Turrisi di VC e Gloria Brancato di IVE, che giovedì 15 ottobre si sono aggiudicate il primo ed il secondo premio in ex aequo alla cerimonia di premiazione del concorso “Solidarietà: un colore… un senso… un volto… un gesto…”, organizzato dall’Associazione San Vincenzo de’ Paoli di Acireale. L’evento si è tenuto presso la Basilica di San Sebastiano della città, alla presenza del sindaco Stefano Alì, della presidente Adriana Vecchio e di un vasto pubblico, adeguatamente distanziato e immancabilmente con mascherina, che ha assistito interessato. Nel corso della cerimonia sono state mostrate le fotografie delle allieve dai titoli “Stiamo solo a guardare” (Alice Turrisi, primo premio), “ Un sorriso in Costa d’Avorio” (Alice Turrisi, secondo premio in ex aequo) e “Insieme si può” (Gloria Brancato, secondo premio in ex aequo) ed espresse le motivazioni dell’attribuzione del podio: sono state giudicate particolarmente efficaci, suggestive ed evocative, atte a mostrare squarci di realtà appunto così pregnanti e sfumate da esprimere, in quell’attimo fuggente, più significatività immediata della realtà stessa. Le giovani studentesse hanno ricevuto in premio due testi di fotografia e un attestato mentre al Convitto è stata regalata una targa-ricordo, un testo in tema di solidarietà e un mazzo di fiori alla prof.ssa Giusy Gattuso, che ha seguito ed accompagnato le ragazze e che guida e indirizza un gruppo di giovani studenti del Convitto Cutelli che coltivano l’arte e la letteratura e sono pronti a mettersi in gioco sperimentando la scrittura, la fotografia, il disegno e la produzione artistica personale in generale per avventurarsi nella mondo della creatività come motore per l’esplorazione del proprio mondo interiore.

Prof.ssa Giusy Gattuso
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 19 ottobre 2020 08:00:00 (1026 letture)

(Leggi Tutto... | 5700 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: la diffusione del Covid 19 e “l’autodifesa” della scuola
Redazione
In seguito agli ultimi dati epidemiologici relativi alla diffusione del Covid 19, si è accesso un aspro dibattito circa l’opportunità di tenere le scuole aperte o quanto meno limitarne l’apertura in alcuni territori anche a livello regionale.
Certamente l’andamento crescente dei casi di positività, dei ricoveri ospedalieri e dei pazienti in terapia intensiva deve suscitare una attenta riflessione che evidenzi cosa nel sistema di protezione e di controllo della diffusione del virus non sta funzionando.
E da questo punto di vista, a molti sembrerebbe che la scuola sia uno degli anelli deboli della catena.
E’ il caso di ricordare che in ciascuna scuola già dal mese di luglio sono state programmate, progettate e poi messe in campo dallo scorso mese di agosto, misure strategiche di prevenzione e di controllo che – sono certo di non poter essere smentito – hanno fortemente mitigato il rischio di contagio in tutti gli ambienti interni ed esterni.
I Dirigenti scolastici, con il sostegno dei loro Collaboratori, dei loro RSPP, dei medici competenti, hanno adottato tutte quelle misure di prevenzione che certamente hanno reso la scuola da cenerentola del sistema Italia la REGINA nel campo della sicurezza e della prevenzione anticovid.
 
Per Ancodis
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Domenica, 18 ottobre 2020 08:00:00 (1636 letture)

(Leggi Tutto... | 13125 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Scuola covidiana. Tempo scuola e tempo di apprendimento?
Redazione
Nei libri di pedagogia didattica si legge che “tutto il tempo scuola deve essere tempo di apprendimento”.
Le ore che i ragazzi trascorrono a scuola non possono avere vuoti formativi, ed anche la ricreazione, momento di socializzazione e di amicizia condivisa, è un’opportunità formativa.
I bravi pedagogisti insegnano che anche le ore di supplenza sono “opportunità formative” e non tempo fermo, libero o come spesso accade,“tempo perso”, da rendere veritiera l’espressione dei ragazzi, quando, tornando a casa e gettando la cartella per terra, alla domanda della mamma che chiede “cosa avete fatto oggi a scuola” la risposta  immediata è:“Niente!”
Leggendo il diario di un ragazzo di scuola secondaria di secondo grado si registra come l’emergenza Covid-19 e le restrittive norme di prevenzione dei contagi abbiano fortemente contratto il tempo di lezione, spazio dedicato all’insegnamento e momento privilegiato di apprendimento.
L’ora di lezione si riduce da sessanta a quarantacinque minuti per consentire le procedure di areazione, igienizzazione e cambio dei docenti.
Quel che è peggio si registra nel constatare che questa riduzione formale,  di fatto è ancor più contratta a quindici minuti, caricata di procedure burocratiche per la prevenzione: la registrazione della scheda di presenza, la consegna al collaboratore scolastico, l’attivazione del computer, il collegamento alla rete, spesso ballerina,  della scuola , la registrazione degli alunni presenti ed avvio al collegamento on line con gli alunni che non sono in presenza.
 
Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Sabato, 17 ottobre 2020 08:00:00 (622 letture)

(Leggi Tutto... | 10672 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: rientro degli alunni con sintomi NON riconducibili a Covid 19 nelle scuole della Sicilia
Redazione
06_01

Il Dipartimento Attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico dell’Assessorato della Salute della Regione Sicilia ha trasmesso all’USR la circolare esplicativa n. 33108 del 24/9/2020 avente ad oggetto “Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia” con la quale si danno indicazioni su come gestire i processi per contenere la diffusione di eventuali focolai.

In particolare, si analizzano i quattro casi possibili (alunno e personale con sintomatologia a scuola o a casa), si danno indicazioni su come gestire i contatti stretti, sulle procedure da seguire nella gestione della riammissione a scuola per alunni ed operatori sottoposti a tampone e, infine, - punto particolarmente delicato per le evidenti conseguenze – si suggerisce come gestire la riammissione a scuola per i casi con sintomatologia NON riconducibile a Covid 19.

Proprio su questo ultimo punto, Ancodis vuole focalizzare l’attenzione degli organi competenti, delle associazioni dei genitori, di categoria e dei DS delle autonome istituzioni scolastiche.


Per Ancodis

Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Martedì, 06 ottobre 2020 07:10:00 (788 letture)

(Leggi Tutto... | 13154 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Se cade l’occhio, ... lasciamolo cadere!
Redazione
Ha fatto scalpore nei primi giorni del nuovo anno scolastico, la notizia che la vice preside del Liceo Classico e Scientifico Statale “Socrate”, di Roma, ha vivamente “suggerito” alle studentesse di non andare a scuola con minigonne e abiti succinti, perché altrimenti ai prof maschietti gli può… cadere l’occhio! E se cade l’occhio, ... lasciamolo cadere, “suggerirei” sinceramente io! Cosa c’è di più strabiliante della bellezza della nostra gioventù, di più sincero, di più affascinate!?
I giovani vivono il loro presente con ardore e candore, con passione e fantasia, e pensano al loro futuro che verrà, avvincente e commovente, denso di sogni e d’emozioni, pieno d’impegno e di fatica, senza “guardare in faccia a nessuno”! I giovani non hanno tempo da dedicare alle dicerie e al chiacchiericcio. No! Sono roba d’altre generazioni!

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Venerdì, 02 ottobre 2020 20:57:40 (1887 letture)

(Leggi Tutto... | 3256 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: A Catania Scuola naturale presso l’Istituto San Vincenzo
Redazione

Nel cuore di Catania, tra via Caronda e via Canfora, zona Monserrato, l'Istituto paritario "San Vincenzo", gestito da una cooperativa di docenti e genitori, ha accolto bambini della classe sperimentale "Scuola naturale" secondo la metodologia Montessoriana e Steineriana ed il modello “outdoor education” educazione all’aperto.
Bambini
dai cinque ai sette anni, di diverse nazionalità: inglese, spagnola, cilena, russa, giapponese frequentano il modulo della classe eterogenea di scuola primaria adottando il progetto didattico di “scuola Naturale”. Le lezioni si svolgono presso l’azienda agricola Grimaldi e i bambini con la guida di esperti educatori acquisiscono conoscenze e competenze adottando nel concreto della giornata scolastica la regola pedagogica dell "imparare vedendo fare" e "imparare facendo" alternando momenti di lezioni, esercitazioni e attività laboratoriali di musica, inglese, yoga, disegno, arti plastiche, lavori in legno, storie illustrate, scienze, orto, cucina, culture del mondo (lingue, musica, cibo, paesaggi, architettura, moda, religioni, arte, tradizioni), educazione civica e galateo.
Il progetto, che mette al centro il bambino, intreccia l'approccio metodologico del fare, della scuola attiva montessoriana, la pedagogia del bosco e l'educazione all'aperto in un contesto naturale come sosteneva Rudolf Steiner: «Il nostro obiettivo: elaborare una pedagogia che insegni ad apprendere, per tutta la vita dalla vita stessa.», o come afferma Bernard di Clairvaux “Troverai più cose nei boschi che nei libri. Gli alberi e i sassi t’insegneranno cose che nessun uomo ti potrà dire”.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Lunedì, 28 settembre 2020 14:00:00 (656 letture)

(Leggi Tutto... | 9208 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Lacrime e scuola
Redazione
Chi non s’è commosso, fino alle lacrime, la mattina del 14 settembre, varcando il portone d’ingresso, incontrando i colleghi e il preside, e abbracciando “a distanza” i ragazzi dopo sette mesi di “vuoto cosmico” e risentire, come una lusinga, “prof”, scagli la prima pietra. E le lacrime sono visioni e palpitazioni, vibrazioni e manifestazioni di vita. Le lacrime sgorgano dal cuore e ci salvano dall’indifferenza e dalla solitudine, sono un balsamo per gli affetti e le emozioni, e danno la cifra esatta per la rinascita dell’uomo e la ripartenza della scuola. Certo, a guardarli bene sono di pessimo gusto i “banchi monoposto”, oltre ad essere inservibili, e sono goffe le mascherine che nascondono il sorriso e le strepitose abbronzature estive, ma forse sono “salvamento di vita” e quindi conviene fare… buon viso a cattivo gioco!
Anche per questo sarà un anno speciale, unico, difficile, forse un anno da dimenticare. Ma si ricomincia, finalmente!

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Domenica, 27 settembre 2020 08:00:00 (1242 letture)

(Leggi Tutto... | 3472 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: Istituto De Felice, primo giorno di scuola
Redazione
Martedì 22 settembre, primo giorno di scuola all’Istituto De Felice Giuffrida-Olivetti
Gli studenti saranno accolti nelle aule in modo da poter garantire il distanziamento previsto dal Comitato Tecnico Scientifico.
Sono state adibite ad aule ambienti quali la sala docenti, i laboratori d’informatica, la biblioteca, la stanza dei collaboratori della dirigente, il laboratorio per i diversamente abili, ecc.
Tutto ciò è stato organizzato con la supervisione del “Comitato contrasto Covid” e del “Gruppo di lavoro per la didattica digitale integrata”.
È stato costituito inoltre un gruppo di lavoro “Commissione monitoraggio contrasto Covid” che ha disposto un piano organizzativo tenendo conto sia delle esigenze sanitarie, sia di quelle specificatamente formative ed ha stilato un articolato programma operativo d’interventi prevedendo attività didattica in presenza e a distanza mediante collegamento diretto online.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Martedì, 22 settembre 2020 14:23:23 (588 letture)

(Leggi Tutto... | 6983 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: IL QUARTIERE VIGILA SULLA SCUOLA VESPUCCI
Redazione
L’Istituto Vespucci, Capuana Pirandello , che opera al centro di Catania,  ha avviato le attività dell’anno scolastico il 14 settembre  accogliendo gli  alunni nel rispetto di tutte le norme di sicurezza.
L’inizio dell’anno scolastico è stato segnato da un evento particolare degno di apprezzamento.
L’Assessore Regionale  aveva comunicato che l’inizio dell’anno scolastico poteva essere spostato al 24,  per gli Istituti sede di seggio elettorale, ma tutto il Personale della Vespucci Capuana Pirandello ci teneva a rispettare la data ufficiale d’inizio e con grande impegno ha intensificato i lavori di preparazione per l’accoglienza degli alunni.
Venerdì 12 settembre è il giorno della vigilia scolastica, di preparazione al grande evento e tutti Collaboratori scolastici, il Personale tecnico-amministrativo, il Corpo docente e la Dirigente lavorano intensamente fino a tarda sera.
La stanchezza  e le frenesia del lavoro ha determinato un inconveniente e l’ingresso laterale del plesso principale in via Zappalà Gemelli è rimasto aperto. La cosa non sfugge agli abitanti del quartiere  “pescheria”   molto frequentata anche per la vicinanza con le Terme dell’Indirizzo.
 
La Dirigente
Loredana Argentino
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 16 settembre 2020 09:54:47 (541 letture)

(Leggi Tutto... | 5607 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Catania: primo giorno di scuola all’Istituto San Vincenzo
Redazione
Tutti gli ambienti scolastici hanno subito una maxi disinfezione, specie negli spazi comuni di passaggio, nei servizi igienici e nelle aule e lunedì 14 settembre, nonostante la pioggia, sono arrivati all’Istituto San Vincenzo, i piccoli della sezione Primavera e Infanzia che sono stati accolti nella veranda esterna dalle Maestre Giovanna, Lucia, Laura, Maria; mentre i bambini della scuola Primaria sono stati accolti nel cortile dai Maestri Antonio, Emma, Rosalba, Diego e Raffaello.
    Tante e diverse sono state le emozioni del primo giorno e l’inizio di una nuova avventura scolastica per bambini e genitori, i quali hanno sottoscritto il “Patto di Responsabilità Reciproca” tra la scuola e la famiglia circa le misure igienico-sanitarie da rispettare ed hanno accompagnato i piccoli con lo zaino in spalla, con quaderni e merenda e la gioia del ritrovarsi insieme ai compagni si legge nei loro occhietti vispi.
    Il preside Giuseppe Adernò li ha accolti con un messaggio augurale: “Crescere e diventare grandi” e la scuola ha proprio questo compito: formare persone, uomini e cittadini.
    Ricominciare è l’infinito del verbo “vivere”. Conoscere, studiare, imparare ad imparare, saper stare con gli altri, acquisire competenze, guardare al futuro, imparare ad essere, sono i verbi all’infinito che vengono coniugati nella quotidianità della giornata scolastica, scandita quest’anno da interventi programmati di areazione ogni due ore e lavaggio delle mani più volte al giorno.
redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 14 settembre 2020 17:00:00 (1661 letture)

(Leggi Tutto... | 8630 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: “Tutti a Scuola”, oggi a Vo’ l’inaugurazione del nuovo anno scolastico con il Presidente Sergio Mattarella e la Ministra Lucia Azzolina
Ministero Istruzione e Università
Sarà la Scuola primaria ‘Guido Negri’ di Vo’ (Padova) ad ospitare ‘Tutti a Scuola’, l’annuale cerimonia di inaugurazione del nuovo anno scolastico che si terrà oggi pomeriggio, lunedì 14 settembre 2020, a partire dalle 16.30.
Alcune delegazioni di studentesse e studenti, in rappresentanza delle scuole di tutta Italia, celebreranno insieme al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e alla Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, il ritorno fra i banchi.La cerimonia sarà trasmessa in diretta su Rai Uno, dalle 16.30 alle 18.30, nel corso della trasmissione condotta da Flavio Insinna e da Andrea Delogu. Sul palco, oltre a studentesse e studenti, saliranno anche alcune personalità del mondo della cultura, dello spettacolo e dello sport, fra cui l’attore Alessio Boni, il commissario tecnico della Nazionale Roberto Mancini, le campionesse di nuoto Simona Quadarella e Benedetta Pilato. E ancora: il soprano Katia Ricciarelli, la cantautrice Levante, il cantautore Leo Gassmann e il gruppo Il Volo.   

miur.gov.it

Postato da Andrea Oliva Lunedì, 14 settembre 2020 13:05:13 (742 letture)

(Leggi Tutto... | 18817 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: la scuola riparte?
Redazione
03_1
La dura prova alla quale è stato sottoposto il nostro sistema scolastico ha fatto emergere criticità e punti di debolezza che hanno indotto in tutti i protagonisti una condizione di sconforto forse mai registrata nella scuola del dopo guerra.
Ancor di più il periodo delle vacanze che è stato segnato da incertezze, indicazioni poco chiare, opinioni fuorvianti, messaggi contraddittori anche al limite della perdita di ogni elemento di ragionevolezza.
Ma la scuola ha continuato – con i DS, i collaboratori dei DS ed i DSGA – a programmare, progettare, eseguire tempestivi monitoraggi di diversa provenienza per mettere un “popolo” nella condizione di poter riprendere a costruire - con i limiti indotti dall’evoluzione pandemica ma in sicurezza - i progetti educativi delle autonome Istituzioni scolastiche.

Per Ancodis
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Giovedì, 03 settembre 2020 08:10:00 (611 letture)

(Leggi Tutto... | 5613 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Mascherine e sussidi anche alle scuole paritarie
Redazione
Come annunciato dalla circolare  ministeriale del 26 agosto del Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali, a firma del Capo dipartimento, Giovanna Boda, anche nelle scuole paritarie stanno per essere consegnate a cura della Protezione civile, mascherine e sussidi per gli studenti.
E’ questo un positivo traguardo nel faticoso cammino del pieno riconoscimento del “diritto all’istruzione” per tutti come riconosciuto dalla Dichiarazione universale dei diritti dell’Uomo e numerosi documenti internazionali e accordi UE che vedono l’Italia fra gli Stati firmatari.
In questi 170 giorni di lockdown, come ha scritto Suor Anna Monia Alfieri “la costanza di centinaia di migliaia di cittadini ha ottenuto notevoli risultati”. 
Innanzitutto il riconoscimento ufficiale della qualità di “servizio pubblico” che le scuole paritarie svolgono nel rispetto della legge n.62/2000.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Giovedì, 03 settembre 2020 08:05:00 (740 letture)

(Leggi Tutto... | 6010 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Inizia la scuola, inizia la scalata ...
Redazione
Varcare questo nuovo anno scolastico 2020/2021 è come iniziare una scalata per monti sconosciuti, pieni d’insidie e irti, come “cocci di bottiglia”. Si spera di non dover incontrare la tormenta, la bufera, le slavine, di non rimanere seppelliti da una valanga. Si spera di non restare avvolti nella nebbia, in compagnia dei lupi e delle streghe. Si spera soprattutto di scalare la montagna con serenità, con entusiasmo, con vigore, e di vivere pienamente passo dopo passo, pietra su pietra, sempre più su, fino a toccare la cima, fino a sfiorare il cielo. E da lì guardare l’immensità delle valli con gioia, allegria, amicizia, e con profitto, giovamento, desiderio di continuare a salire. E’ necessario portare l’occorrente, piccozza, ramponi, moschettone, avere una corretta imbragatura, con corde, anelli, carrucola, evitare movimenti bruschi, evitare ansie, paure, sconforto, avere grinta, energia, coraggio. E sperare, alla fine, di giungere alla meta, in cima al mondo, a un passo dal blu, con tutti i compagni di ventura. E di mettere nello zaino “tutta merce fina”, conoscenza, competenza, capacità, abilità, esperienza, saperi, valori.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 01 settembre 2020 06:00:00 (2000 letture)

(Leggi Tutto... | 3912 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: AVVIO SCOLASTICO ALL’ISTITUTO SALESIANO DI CIBALI
Redazione
Come siete organizzati per spazi ed aule?
Risponde all’intervista il preside Don Enzo Timpano dell’Istituto Salesiano San Francesco di Sales di Cibali che fruisce di aule ampie, e spazi esterni adeguati al servizio scolastico.
La nostra scuola gode di spazi molto ampi sia all'aperto che al chiuso.  Già dal mese di giugno è stato possibile sistemare le aule in estrema sicurezza dato che ognuna può ospitare, garantendo una distanza fra i ragazzi di almeno 1,20 metri, fra i 25 ed i 35 studenti. Le aule solo tutte dotate di più porte e finestre grazie alle quali è garantita una costante e ampia aereazione. Sono molto ampi i corridoi, già divisi in più corsie delimitate con segnaletica sia orizzontale che verticale, per evitare che si possano creare assembramenti o incroci fra classi o gruppi di studenti. All'interno dell'istituto sono stati, poi, previsti 14 percorsi diversi che possano garantire ad ogni gruppo di spostarsi all'interno della scuola in estrema sicurezza. I grandi cortili ed i campi della scuola garantiscono poi la possibilità di ricreazioni all'aperto e sicure; così come le ore di scienze motorie che possono essere fatte sia all'aperto che nelle ampie palestre. Pensiamo di potere anche utilizzare i tanti laboratori che abbiamo, tutti collocati in ampi saloni e che stiamo dotando di apparecchiature ad ozono adatte per l'immediata sanificazione al termine di ogni attività didattica. Il personale della scuola è anche stato organizzato in turni e 'squadre' per provvedere all'igienizzazione di ambienti e bagni durante le mattinate scolastiche. Alla fine della giornata tutta la scuola verrà sanificata con apposite apparecchiature. Inizieremo il 3 settembre con i recuperi ed il 14 con le attività didattiche regolari.

Sarah Donzuso
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 31 agosto 2020 12:18:37 (642 letture)

(Leggi Tutto... | 7998 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: SETTEMBRE, andiamo ……. Semaforo rosso per le scuole. Addio compagno di banco
Redazione
Settembre, andiamo. È tempo di migrare. Ora in terra d'Abruzzi i miei pastori lascian gli stazzi e vanno verso il mare”
I versi dannunziani evocano una nuova forma di transumanza. Un cammino incerto che, invece di trovare il verde sereno della regolarità scolastica e il “sapor d'acqua natia” di una cultura attiva, dinamica, coinvolgente, registra un esponenziale incremento dei contagi Covid-19, che ha acceso il semaforo rosso ed ha elevato la  preoccupazione per l’avvio dell’anno scolastico.
Un cielo ancora grigio e nuvoloso copre con la sua coltre di incertezza l’inizio della scuola, fissato per il 14 settembre.
Scorrono i giorni del calendario e accanto al giorno del primo settembre  è scritto: “Collegio docenti”
Ma ci si chiede: Dove si farà? A scuola o “a distanza”’, Cosa si dovrà deliberare se tutto è incerto e insicuro?
Non è bello vivere nel dubbio del “Se succede qualcosa; Se il contagio diminuisce; Se continuerà la didattica a distanza”. Non è bello  per i dirigenti sentire il peso della responsabilità per eventuali casi di positività al virus,  essendo  collegato alla sicurezza  degli ambienti di lavoro ed il  caso Covid è  equiparato ad in “incidente sul lavoro”.
La profetica sciagura che dopo la pandemia le cose andranno diversamente si avvera e la scuola del “d. C” -  che non vuole dire com’è scritto sui libri di storia: “dopo Cristo”, bensì “dopo Covid-19 -  sarà diversa, non più luogo di cultura, comunità professionale che educa e forma le nuove generazioni.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Sabato, 29 agosto 2020 08:00:00 (1030 letture)

(Leggi Tutto... | 13224 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: Al liceo Cutelli di Catania didattica integrata e banchi tradizionali. Come andranno le cose a Settembre?
Redazione
Come andranno le cose a Settembre ?
Intervistando la dirigente del Liceo Classico Mario Cutelli di Catania, la prof.ssa Elisa Colella ha espresso con puntualità le azioni intraprese al fine di assicurare il regolare avvio dell’anno scolastico nel prestigioso liceo  classico di Catania.
Come siete organizzati per spazi e aule?
Delle 52 classi del Liceo soltanto 16 saranno organizzate con didattica integrata, comunque assicurando per ciascun studente la presenza a scuola per quattro giorni la settimana e per almeno due terzi del monte ore complessivo.
Gli Organi Collegiali, attraverso la condivisione di specifici criteri che garantissero la presenza al maggior numero di studenti possibile, hanno adottato un provvedimento che vede tutte le prime classi di quarta ginnasiale e le classi del biennio terminale (seconda e terza liceo) svolgere regolarmente le lezioni in presenza,  fatta eccezione per sole due classi.

Inoltre si garantisce l’attività didattica in presenza a tutti gli alunni delle classi quinte ginnasiali della sede succursale, mentre con una turnazione programmata le altre 16 classi svolgeranno lezioni in presenza e a distanza salvaguardando la relazione tra compagni e docenti grazie ad una ristrutturazione dei gruppi classe in sottoinsiemi.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 28 agosto 2020 07:30:00 (843 letture)

(Leggi Tutto... | 4965 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: è il tempo del vero organico dell’autonomia didattica, organizzativa e progettuale
Redazione
ancodis del 24_8_20
Al comma 5 dell’art. 1 della legge 107/2015 leggiamo “Al fine di dare piena attuazione al processo di realizzazione dell'autonomia e di riorganizzazione dell'intero sistema di istruzione, è istituito …… l'organico dell'autonomia, funzionale alle esigenze didattiche, organizzative e progettuali delle istituzioni scolastiche come emergenti dal piano triennale dell'offerta formativa predisposto ai sensi  del  comma  14.  I docenti dell'organico dell'autonomia concorrono alla realizzazione del piano triennale dell'offerta formativa con attività di insegnamento, di potenziamento, di sostegno, di organizzazione, di progettazione e di coordinamento.”
A tutti è noto però che l’organico dell’autonomia spesso si è rivelato insufficiente o non adeguato alle “esigenze didattiche, organizzative e progettuali delle istituzioni scolastiche” e, dunque, non idoneo a portare avanti il progetto educativo di ciascuna scuola.

Per Ancodis

Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Martedì, 25 agosto 2020 08:05:00 (558 letture)

(Leggi Tutto... | 7249 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Ancora nessun risveglio per gli insegnanti di Religione Cattolica. L’immissione in ruolo per gli insegnanti di religione sembra essere una chimera irraggiungibile! L’impegno sindacale della CISL Scuola non verrà meno.
Redazione
Ancora nessun risveglio per gli insegnanti di Religione Cattolica, dibattiti parlamentari e mille discussioni, decreto salva precari, commissione istruzione della camera ma nessun segno vero di un’aspettativa che deve necessariamente trovare una risposta. L’immissione in ruolo per gli insegnanti di religione sembra essere una chimera irraggiungibile!
La proposta è stata presentata con l’intenzione di dare una speranza concreta a questa categoria di lavoratori ma purtroppo tutto è ancora messo in discussione perché la risposta data dal Ministro non arriva minimamente a completare l’organico di ruolo attualmente disponibile a soddisfare quelle che sono le reali esigenze di questi insegnanti che da anni lavorano a tempo determinato subendo ogni giorno l’angoscia di ritrovarsi senza uno stipendio improvvisamente.
Il concorso del 2004, derivato dalla L. 186/2003, aveva regolarizzato la posizione degli IdR immettendo in ruolo il 70% del totale. Da allora sono passati sedici anni e, com’è naturale che sia, questo contingente si è ridotto lasciando scoperti molti posti di ruolo a motivo dei pensionamenti che vi sono stati in questi anni.
Nel recente incontro che si è svolto tra il Ministro Azzolina e le sigle sindacali è stato dichiarato, con grave disappunto delle OO. SS. che, secondo la proposta avanzata unilateralmente dal MIUR e senza discussione sindacale,  verranno immessi in ruolo, per l’a. s. 2020/2021, soltanto 112 per la scuola dell’infanzia e primaria e 360 per la Secondaria di Primo e Secondo Grado. In pratica limitandosi al solo il turn - over 2019/2020!
A fronte di questi 472 posti, realmente dovrebbero essere 2000 presi dalla graduatoria ad esaurimento del concorso, come ha dichiarato in un recente comunicato la Segretaria nazionale CISL scuola Prof.ssa Gissi.

Carmelo Mirisola
Responsabile Regionale IDR
CISL Scuola Sicilia

Postato da Andrea Oliva Giovedì, 13 agosto 2020 14:23:42 (1733 letture)

(Leggi Tutto... | 6875 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Programma Nazionale per la Ricerca 2021-2027: aperta la consultazione pubblica
Ministero Istruzione e Università
Il Ministero dell’Università e della Ricerca lancia la consultazione pubblica per la definizione del Programma Nazionale per la Ricerca 2021-2027 (PNR). L’iniziativa coinvolge per la prima volta i diversi portatori di interessi – non solo il mondo accademico e quello della ricerca pubblica e privata ma anche le autorità nazionali, regionali e locali, le imprese, le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali, le fondazioni, le organizzazioni della società civile e senza finalità di lucro, la società civile e tutti i cittadini – invitandoli a formulare osservazioni e proposte. 
Con il PNR 2021-2027, il Ministero dell’Università e della Ricerca intende mettere in moto una programmazione strategica partecipata e dinamica per contribuire allo sviluppo sostenibile della società e dare risposte anche alle istanze emergenziali. 
Al termine del periodo di consultazione, il MUR completerà la redazione del documento definitivo del Programma Nazionale per la Ricerca 2021-2027. 
È possibile rispondere al questionario online a partire dall’11 agosto e fino all’11 settembre p.v. collegandosi al link:
https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/MURPNR2127 
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 12 agosto 2020 08:05:00 (746 letture)

(Leggi Tutto... | 3472 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: una delegazione è stata ricevuta dalla Ministra Azzolina
Redazione
Giovedi 30 luglio una delegazione costituita dai Presidenti territoriali di Palermo (Rosolino Cicero), Firenze (Lara Borghi) e Roma (Carla Federica Spoleti con Arianna Cipriani) hanno incontrato la Ministra dell’Istruzione On.le Lucia Azzolina.
Il Presidente Cicero ha espresso alla Ministra solidarietà per i continui attacchi sul piano personale (a volte al limite del sessismo) ricevuti sin dall’inizio del suo dicastero e nel corso dell’incontro – durato oltre un’ora e ritenuto utile e costruttivo – ha sottolineato le criticità relative alle emergenze che purtroppo hanno segnato l’anno scolastico ed a quelle relative alla ripartenza di settembre.
I Collaboratori dei DS e le Figure di sistema – afferma il Presidente Cicero - hanno la visione delle proprie scuole sia sotto l’aspetto organizzativo-gestionale che didattico; sono dunque in grado di poter dare un contributo in termini di conoscenze e competenze e sostengono significativamente la realizzazione del progetto educativo.
Postato da Andrea Oliva Giovedì, 06 agosto 2020 08:00:00 (1731 letture)

(Leggi Tutto... | 8041 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Conclusione attività Centro Estivo Istituto “San Vincenzo”
Redazione
Per 45 giorni, dal 15 giugno al 31 luglio, 50 bambini e ragazzi hanno avuto l’opportunità di stare insieme, giocare, divertirsi e imparare tante cose, partecipando ai “Cantieri educativi” del “Centro estivo” attivato presso l’Istituto Sam Vincenzo, (zona Monserrato). 
Le attività sono state svolte nel rigoroso rispetto delle norme di prevenzione indicate dalle Linee guida emanate dal Governo e dalla Protezione civile.
Negli ampi cortili e la giornata “estiva” è stata animata da gioiosa accoglienza, balli di gruppo, attività di laboratorio, giochi all’aperto e in piscina. Inoltre nel mese di luglio per due giorni la settimana i ragazzi hanno fatto il bagno nei lidi della Plaja.
Un gruppetto, per motivi di lavoro dei genitori, ha avuto anche la possibilità di fruire del pranzo a scuola e delle attività pomeridiane fino alle ore 16,30.
Il preside Giuseppe Adernò ha ringraziato per il grande impegno i generosi docenti: Antonio Amato, Diego Ventura, Raffaello Fichera, gli “animatori”: Martina Fisicaro, Gabriella, Giorgia e Giulia Modica, insieme ad Alessia Bellinghieri e Giusy Di Pasqua per i piccoli della scuola dell’Infanzia, i quali hanno attivato laboratori creativi, artistici, sportivi e di animazione.
Sono stati molto soddisfatti i genitori per le opportunità formative che l’Istituto ha offerto, nonostante le difficoltà dell’emergenza coronavirus, segno di qualità pedagogica e  di viva sensibilità sociale.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Sabato, 01 agosto 2020 10:49:37 (1817 letture)

(Leggi Tutto... | 5067 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: un nuovo patto etico per la Scuola!
Redazione
“Se si dovesse fare un paragone tra l’organismo costituzionale e l’organismo umano, si dovrebbe dire che la scuola corrisponde a quegli organi che nell’organismo umano hanno la funzione di creare il sangue […]” diceva Piero Calamandrei nel famoso Discorso tenuto l’11 febbraio 1950 alla Società Umanitaria di Milano in occasione di un ciclo di conferenze sulla Costituzione.
Creare il sangue… cioè quel tessuto che consente a tutti gli altri organi di vivere ed insieme a questi dà vitalità all’intero organismo cioè la comunità di un Paese.
In questi anni – ahimè funesto ventennio! - la scuola italiana sembra aver perso la capacità di essere il motore vitale e l’Italia suo malgrado è diventata una delle “Cenerentole” europee sul piano sociale, economico e culturale.
Interventi politici sprovveduti, leggi finanziarie motivate da necessità di bilancio statale (tagli), generale perdita di una visione di sistema capace di far prevalere l’idea dell’investimento a quella della spesa pubblica, ripetuti picconamenti al sistema scolastico, hanno reso quell’organo (la scuola) incapace di svolgere pienamente la sua funzione vitale, rigeneratrice, protettiva contro tutti gli agenti patogeni che hanno provato ad aggredire, a volte riuscendovi, il sistema paese nella sua identità sociale, economica e nel suo patrimonio genetico (cioè culturale).
 
Per ANCODIS
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Sabato, 01 agosto 2020 08:00:00 (1879 letture)

(Leggi Tutto... | 6433 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: governare la scuola senza i Collaboratori dei DS e le figure di sistema? Semplicemente impossibile!
Redazione
Leggere dichiarazioni da parte di un esponente di un partito di maggioranza che riconosce l’importante lavoro svolto dai DS nella gestione dell’emergenza ed in quella relativa alla progettazione ed organizzazione del prossimo anno scolastico senza dare alcun onore e merito a chi è stato e sta al fianco del DS – anche in questo periodo di vacanza - fa male e ci induce a prendere una posizione fondata su una indiscutibile verità: senza i Collaboratori dei DS e le Figure di sistema tutto sarebbe stato e sarà impossibile!  
Lo affermiamo da tre anni ed oggi ancora di più: i Collaboratori dei DS hanno una loro identità professionale dichiarata e riconosciuta in tutte le scuole che completa, qualifica ed integra quella del docente curriculare.
A tal fine, al termine di questo straordinario e complicato anno scolastico, Ancodis ha proposto ai Collaboratori del DS l’annuale questionario con tema “Il Collaboratore del DS, risorsa indispensabile per il funzionamento delle Istituzioni scolastiche (.....ma ignorata dai decisori politici e dalle OO.SS.)”
Gli esiti del questionario (allegato) dimostrano il ruolo strategico dei Collaboratori del DS e delle Figure di sistema, dal momento che il DS ha oggettive difficoltà a gestire la molteplicità e complessità degli impegni connessi all’esercizio delle proprie funzioni.

Per ANCODIS
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 31 luglio 2020 08:10:00 (817 letture)

(Leggi Tutto... | 7471 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCODIS: il futuro dei Collaboratori dei DS e delle figure di sistema
Redazione
Nei mesi scorsi, l’Associazione Nazionale dei Collaboratori dei Ds ha svolto un importante questionario tra i suoi iscritti finalizzato a rilevare le posizioni relative ad una nuova identità, agli obiettivi ed alle proposte che l’Associazione si troverà a definire a tre anni dalla sua costituzione.
Riguardo l’identità si conferma la scelta fondativa: essere la realtà rappresentativa dei Collaboratori dei DS che assumono incarichi sul piano dell’organizzazione dei servizi, del funzionamento didattico, della sicurezza e prevenzione in tutti gli ambienti scolastici.
Oggi Ancodis tra i suoi iscritti rappresenta per oltre il 50% i Collaboratori noti come “Vicepresidi”, e con percentuali variabili i cosiddetti Secondi Collaboratori, i Responsabili di plesso ed i Collaboratori dei DS in genere.
L’83% ha un’anzianità di servizio di oltre 15 anni, circa il 10% compresa tra i 10 ed i 15 anni e poco meno del 7% una anzianità minore di 10 anni.

     Per ANCODIS
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Giovedì, 30 luglio 2020 08:00:00 (827 letture)

(Leggi Tutto... | 7281 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCODIS: la ripartenza della scuola nell’A.S. 2020/2021. Tornare a scuola in presenza ed in piena sicurezza: sincero auspicio o azzardata ipotesi?
Redazione
A.N.Co.Di.S.
Associazione Nazionale Collaboratori Dirigenti Scolastici

Se guardiamo alla scuola del mese di settembre è chiara una cosa: sarà un grande punto interrogativo per quanto riguarda l’organizzazione, il funzionamento, la didattica.
Sono state pubblicate sul sito del Ministero le attese indicazioni del Comitato tecnico-scientifico che sembrano in grande sintesi dare spazio all’autonomia scolastica prevista nel DPR 275/1999 declinate in quella didattica ed organizzativa ma senza alcun riferimento a quella finanziaria.
Chi conosce la realtà scolastica non può negare che la gestione e l’organizzazione di un sistema complesso quale è la scuola di oggi saranno messe a dura prova se non si metteranno in campo dei protocolli organizzativi e didattici (spazi e numero di allievi, attività didattica in presenza integrata a quella a distanza, orari flessibili) fondati su indicazioni nazionali, su un CCNL innovato e coerente ai nuovi bisogni organizzativi, sulle adeguate e necessarie risorse finanziarie, sulla conoscenza degli elementi di criticità e dei punti di forza che connotano ogni IS.

  Per ANCODIS
Rosolino Cicero

Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 29 luglio 2020 08:00:00 (1045 letture)

(Leggi Tutto... | 9854 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Quelle strane incongruenze nel curriculum della ministra Lucia Azzolina
Opinioni
“La cosa nella quale io ho sempre creduto pensando alla politica è il concetto di competenza, nei posti giusti ci devono stare le persone competenti. Avendo lavorato a scuola per anni, avendo due lauree e un percorso di studi molto selettivo con pratica legale di diritto scolastico e altro, credo, in questo momento, di essere la persona giusta al posto giusto, soprattutto ai tempi del coronavirus…”. A dichiararlo a Rai Radio 1 la ministra dell’istruzione Lucia Azzolina, stanca di essere sottoposta ad attacchi di ogni tipo. In verità il suo curriculum vitae è eccellente, anche se però a leggerlo bene c’è più di un’incongruenza. La ministra di origine siciliana ha conseguito la laurea specialistica in Storia della Filosofia presso l’Università degli Studi di Catania nell’a.a. 2007-08 con votazione 110 e lode e una media di 30/30 agli esami e, nel dicembre 2013, una laurea magistrale in Giurisprudenza all’Università di Pavia con votazione finale 105/110 e media degli esami di 28/30. Lucia Azzolina ha sempre rivendicato di essersi laureata a Pavia “mentre continuava ad insegnare, contemporaneamente, nelle Scuole secondarie di secondo grado” (dal 26 settembre 2008 ha ricoperto l’incarico di docente di storia e filosofia in alcuni licei di La Spezia e Sarzana).

Antonio Mazzeo 
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 23 luglio 2020 08:00:00 (3889 letture)

(Leggi Tutto... | 8416 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Esiti della Maturità 2020 all'Archimede di Rosolini: chi sono i centisti. Fieri di condividere l'elenco dei neodiplomati che hanno conseguito 100 e 100 e lode
Istituzioni Scolastiche
Rosolini - L'emergenza sanitaria del Covid19 ha lasciato un segno indelebile nell'animo degli studenti e delle studentesse dell'Istituto di Istruzione Secondaria Superiore "Archimede" di Rosolini. La situazione epidemiologica ha sovvertito le metodologie didattiche, a cui gli studenti hanno brillantemente risposto, riadattando con intelligenza e flessibilità le strategie e le tecniche di acquisizione dei saperi, rendendo possibile lo studio e gli approfondimenti disciplinari, oltre la metabolizzazione delle esperienze tecnologiche innovative che hanno permesso di ampliare le proprie conoscenze e capacità professionali. Il totale degli studenti che ha conseguito la maturità è di 119. Esiti encomiabili sono stati raggiunti dai discenti agli Esami di Stato 2019/2020, il loro successo ha ancor più valorizzato la testimonianza del lavoro svolto in équipe da un corpo docente professionalmente valido per tutti e tre gli indirizzi di studio: ...

Alessandra Brafa
Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia
Tessera n° 156308
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 19 luglio 2020 08:00:00 (1798 letture)

(Leggi Tutto... | 5385 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Gli Studenti licenziati con 100/100 e con 100/100 e lode del Liceo Cutelli di Catania
Istituzioni Scolastiche
Il rito si è compiuto anche quest’anno, per fortuna, nonostante tutto, nonostante i timori e la consapevolezza che non sarebbe stato in nessun modo uguale a prima. Lo sapevamo noi, gli adulti della Scuola, la Dirigente, il personale, insegnanti e genitori, che a nostro tempo abbiamo fatto gli “Esami di Maturità”, e lo immaginavano i nostri ragazzi senza avere idea di come sarebbe stato.
Ma le Studentesse e gli Studenti del Liceo Cutelli sono stati all’altezza della sfida e certamente con grande emozione  hanno affrontato e superato gli Esami che ancora rappresentano la chiusura di un ciclo   scolastico e formativo che apre il passaggio ad altri scenari di studio e di lavoro. Arrivare al traguardo per loro non è stato semplice, hanno subìto il distanziamento dai compagni e dai professori che, in molti casi, li hanno seguiti per cinque anni e li hanno visti crescere tra i banchi di scuola.

La Dirigente Scolastica
Prof.ssa Elisa Colella
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 15 luglio 2020 09:00:00 (1420 letture)

(Leggi Tutto... | 4682 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: 'Scrivere dritto su righe storte'
Redazione
E’ questo l’imperativo che dovranno applicare i Dirigenti scolastici al fine di assicurare un regolare avvio del nuovo anno scolastico.
Le Linee guida emanate dal Ministero, dense di fumo e di nebbia, delineano delle norme che non potranno essere attuate in alcuni contesti che presentano situazioni particolari, atipiche e speciali, gravati da situazioni contingenti di disponibilità di locali, condizionati dagli orari dei mezzi pubblici di trasporto, dalla carenza dei servizi aggiuntivi come mense, palestre, spazi esterni
Come già evidenziato anche dall’AGE (Associazione Genitori)  permangono dei  vincoli che di fatto rendono inapplicabile l’indicazione di “gruppi di non più di 10 alunni, ulteriormente ridotti  nella scuola dell’infanzia; ingressi  scaglionati,  soprattutto  nella  scuola  superiore,  per  ridurre l’affollamento  dei  mezzi  pubblici; aerazione  continua  degli  spazi  comuni  e  delle  palestre; invarianza degli organici di docenti e ATA (Ministero dell’Istruzione); obbligo della mascherina fino al raggiungimento del banco, 2mq di spazio individuale ad alunno, distanza fra docente e banchi di almeno 2 metri, per garantire le aree di passaggio (documento della Conferenza delle Regioni in data 11.6.2020)”

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 15 luglio 2020 08:00:00 (4156 letture)

(Leggi Tutto... | 16173 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Più letto di Oggi
Ancora Nessun Articolo.


Social AetnaNet
Cerca


Community
Community
Diventa utente attivo della community di Aetnanet!
Inviaci articoli, esperienze, testimonianze sul mondo della scuola.

scrivi a: redazione@aetnanet.org


Pubblicità
pubblicità su Aetnanet.org


Seguici
telegram facebook
google plus facebook
mobile twitter
youtube rss


Bandi PON

Progetto PON 'Comunicare per crescere'. Ovvero, insegnando s’impara, al Circolo Didattico Teresa di Calcutta, Tremestieri Etneo
di a-battiato

Reiterazione avviso ad evidenza pubblica per la selezione di esperti esterni “madre lingua” francese - PON/FSE: avviso pubblico n. 4396 del 09/03/2018 - FSE - Competenze di base - 2a edizione
di m-nicotra

Bando di selezione n. 3 Esperti esterni madrelingua inglese e n. 3 Esperti esterni madrelingua francese - Scuola Media Castiglione di Bronte
di m-nicotra

I ragazzi del Liceo Cutelli al Processo Simulato del Lavoro a.a. 2019/2020
di m-nicotra

Da Roma all’Europa: tappe del progetto di Cittadinanza Europea per gli studenti del Liceo Classico Europeo del Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
di a-oliva

Bando selezione esperti FSE/PON - Liceo Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra

Proposta formativa Competenze Digitali e Certificazioni ECDL-AICA per il PON Avv. Prot. 26502 “CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA”.
di a-oliva

Richiesta pubblicazione Avviso selezione Esperti - PON Competenze di base - II edizione
di m-nicotra

Contrasto alla povertà educativa: pubblicato il bando per 50 milioni
di m-nicotra

Bando selezione esperti madrelingua FSE/PON - ICS San Domenico Savio - San Gregorio di Catania
di s-tricomi

Indice Progetti PON


Top Five Settimana
i 5 articoli più letti della settimana

L’alberghiero Cucuzza Euclide di Caltagirone conquista la finale nella Challenge 2021 Cooking Quiz organizzato da Alma e che ha visto coinvolte 70 scuola di tutta Italia
di m-nicotra
351 letture

Scuole in competizione
di m-nicotra
346 letture

ANCoDiS: la scuola in presenza è davvero sicura?
di a-oliva
322 letture

Video e rap per la Shoah. Il Coro interscolastico di voci bianche 'Vincenzo Bellini'
di m-nicotra
202 letture

Padre La Placa, fondatore del Centro per Superdotati di Petralia Soprana. Sulle orme di Don Bosco e di Don Milani
di a-oliva
154 letture


Top Video
Video
Video e rap per la Shoah. Il Coro interscolastico di voci bianche 'Vincenzo Bellini'
202 letture

25 aprile, lontani ma vicini: i giovani cantori di Torino cantano 'Bella ciao'
2097 letture

Caro virus, non sei simpatico e gentile
2706 letture

L'aeronautico di Catania si prepara al lavoro nella base di Sigonella
2540 letture

Premiazione concorso #Zerobullismo, la tua storia contro il bullismo in rete - Liceo Classico 'Tommaso Fazello' di Sciacca
2648 letture

Il Caffè filosofico al Liceo scientifico dell'IISS Francesco Redi di Belpasso
17412 letture

Riflessioni della maestra Margherita sull'Innovazione didattica a scuola di Giovanni Biondi - Presidente INDIRE
15137 letture

26 Novembre, manifestazione nazionale contro la violenza maschile sulle donne: le CattiveMaestre ci saranno
16156 letture

Human - Le fonti. Trovare il proprio posto
15447 letture

Sicilia, record dei beneficiati dalla legge 104 nella scuola, e Agrigento è la prima provincia per numero di applicazioni
18291 letture



Articoli Precedenti
Seleziona il mese da vedere:

  Gennaio, 2021

[ Mostra tutti gli articoli ]


Chi è Online
Benvenuto Anonimo
Se ancora non hai un account clicca qui per registrarti



Utenti registrati:
Ultimo: gmirabella
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 11170

Persone Online:
Visitatori: 197
Iscritti: 0
Totale: 197

Traffico Generato
Anonimi: 197 (100%)
Registrati: 0 (0%)
Numero massimo di utenti online:197
Membri:0
Ospiti:197
Ultimi 5 Registrati
gmirabella
    Jan 28, 2017.
raffagre
    Jan 28, 2017.
gvaccaro
    Jan 28, 2014.
mrdinoto
    Jul 09, 2013.
sostegno
    Jul 09, 2013.

Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2002

Pagine visitate
· Visitate oggi 33,575
· Visitate ieri 86,173

Media pagine visitate
· Oraria 3,075
· Giornaliera 73,794
· Mensile 2,244,591
· Annuale 26,935,097

Orario Server
· Ora

10:32:02

· Data

28 Jan 2021

· Zona

+0100

© Weblord.it


contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.58 Secondi