Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 511338155 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2020

La scuola ha un futuro?
di m-nicotra
1699 letture

Chi cura le anime?
di g-aderno
1683 letture

Trasformazioni del piano e coniche: una proposta didattica
di m-nicotra
1620 letture

TFA e CONCORSI DA CONGELARE
di a-oliva
1423 letture

La voce dei ragazzi sul Covid. Proposta operativa di Educazione Civica
di a-oliva
1371 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Associazioni
Associazioni

·Conte in videocollegamento con l’Assemblea annuale Anci
·Definizione nuova data concorso Gianni Rodari e insieme per suonare cantare danzare
·Domani sabato 26 ottobre 2019, alle ore 17:30 conferenza presso l'Aula Magna del Convitto “M. Cutelli” – Catania dal titolo “Le malattie debilitanti neurodegenerative''.
·Miur: assunzioni a ribasso e nuova ondata di precari
·L’Osservatorio sulla violenza di genere della Regione Calabria invita le scuole ad ‘adottare la storia di una vittima di femminicidio’. Le storie delle donne non si adottano


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: Per chi suona la campanella?
Redazione
Per chi suona la campanella? Ci siamo chiesti in questi giorni muti e malinconici, con un sole pallido e asciutto che fa breccia fin dentro le aule semideserte di tutte le scuole d’Italia. Per chi suona la campanella? Ci chiediamo ogni mattina mentre fuori avanza un nemico insidioso e invisibile, e da tramontana si preannuncia una tempesta di furore e di paura, con lugubri nuvoloni che rubano anche il cielo. Per chi suona la campanella? Ci chiedono i ragazzi che proprio l’altro ieri sgambettavano sorridenti nei corridoi, nelle palestre, nei laboratori, nelle aule, mentre l’autunno con impeto attacca gli alberi e li denuda di foglie e di speranza. Oramai sono tante, troppe le domande senza più risposte, gli interrogativi che non trovano soluzioni, le richieste inevase, che fanno capolino dalle “alpi alle piramidi”, come i lamenti delle vestali nelle tragedie greche. “Chiuderanno tutto! Devono chiudere tutto!”: è il grido di dolore di tante mamme, di tanti insegnanti che snocciolano, come poste di rosario, cifre, luoghi, nomi, statistiche, percentuali, numeri da far paura, “aumenti esponenziali di dolore e di terrore”. E’ difficile “fare scuola” con quest’incubo, è difficile “stare a scuola” mentre tutt’intorno infuria la bufera, mentre quello che sapevamo vita sembra irriconoscibile, sembra quasi irrimediabilmente perduto.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 24 novembre 2020 06:00:00 (801 letture)

(Leggi Tutto... | 4603 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il Liceo Artistico Emilio Greco, di Catania, promosso a pieni voti da EDUSCOPIA 2020
Istituzioni Scolastiche
Il Liceo Artistico Statale “Emilio Greco”, di Catania, diventa sempre più una delle più importanti istituzioni scolastiche e culturali e scuola polo per l’orientamento, la valorizzazione e la promozione delle competenze e dei saperi acquisiti dei propri studenti. E’ stata pubblicata nei giorni scorsi la classifica FGA che, pur essendo “molto scarna”, vede solo il liceo artistico catanese “Emilio Greco” con un indice pari al 54,72 % e una percentuale di diplomati in regola uguale al 53,7 %, promuovendolo agli onori della cronaca nazionale. E’ un risultato di grande valore che “entusiasma” il dirigente del liceo, il prof. Antonio Alessandro Massimino, «ringrazio per gli sforzi profusi da tutto il personale scolastico per gli ottimi risultati, per la trasmissione dei saperi ai nostri discenti e per la crescita esponenziale che la nostra scuola ha avuto in questi anni. Gli alunni devono essere adeguatamente preparati per affrontare le enormi sfide del mercato del lavoro, soprattutto in questi difficili tempi. - prosegue il preside Massimino - I risultati raggiunti dal liceo artistico Emilio Greco in termini di visibilità, ripagano degli anni di duro lavoro, in condizioni non proprio ottimali in cui opera la nostra istituzione scolastica, per il raggiungimento degli obiettivi nazionali determinati dall’Ufficio Scolastico Regionale. Grazie dunque a tutti gli operatori scolastici, Docenti e non Docenti, che si sono susseguiti ed impegnati negli anni e che hanno, con puntuale interesse, regalato alla città di Catania progetti e lavori preziosi ed importanti, degni di essere annoverati nei cataloghi artistici nazionali ed internazionali. - conclude Massimino - La gioia nel leggere il nome della nostra scuola tra le statistiche EDUSCOPIO dei migliori Licei catanesi è grande, ritengo che sia sentimento comune; siete gli artefici dei successi dei vostri ragazzi, quindi professionisti speciali.

prof. Angelo Battiato
Referente Ufficio Stampa del Liceo Artistico “Emilio Greco”, Catania
Postato da Angelo Battiato Lunedì, 23 novembre 2020 08:30:00 (313 letture)

(Leggi Tutto... | 5717 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: legge di bilancio e rinnovo contrattuale per la scuola del futuro
Redazione
E’ in dirittura d’arrivo l’esame della legge di bilancio per il 2021 in Commissione Bilancio della Camera e da parte di Ancodis è prestata ovvia attenzione agli articoli che interessano la scuola italiana.
“Tra le misure previste – fa rilevare il Presidente di Ancodis Rosolino Cicero - troviamo il piano pluriennale per l’assunzione in organico di diritto di 25000 docenti di sostegno che si accompagna al piano per la formazione sui temi dell’inclusione unitamente all’acquisto di ausili didattici, l’assunzione di 1000 docenti di potenziamento per rispondere alle carenze di organico nella scuola dell’infanzia, la stabilizzazione degli Assistenti tecnici nella scuola del primo ciclo e dei collaboratori scolastici ex LSU. Dal punto di vista infrastrutturale è posta l’attenzione per l’ammodernamento degli edifici, per il potenziamento della digitalizzazione delle scuole (implementata l’attività degli animatori digitali e dei team digitali), per il sistema dei trasporti urbani ed extraurbani che – in questa emergenza pandemica – si è rivelato uno degli anelli deboli. Viene, infine, incrementato il fondo per la formazione e l’apprendistato e “riesumata” e speriamo semplificata la 440, una legge che dà meritata attenzione all’arricchimento ed ampliamento dell’offerta formativa”.

Per Ancodis
Ins. Kelia Modica
Responsabile Comunicazione Ancodis
Postato da Andrea Oliva Domenica, 22 novembre 2020 08:00:00 (1149 letture)

(Leggi Tutto... | 14491 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: La voce dei ragazzi sul Covid. Proposta operativa di Educazione Civica
Redazione
Nel precedente lockdown, anche se in alcune realtà ha avuto buon esito la didattica a distanza, i ragazzi si sono sentiti trascurati e molti di essi hanno scritto nei loro diari “i professori fanno lezioni, ma non ci chiedono come ci sentiamo”.
Adesso è il caso di dare voce ai ragazzi, ascoltare i loro bisogni e aiutarli a recuperare la dimensione della positività e del futuro. Come sarà il post.Covid-19?
Su proposta dei Ragazzi Sindaci e dei Consigli Comunali dei ragazzi si estende a tutte le scuole l’invito a scrivere una pagina di diario sul tema: “Scrivere dritto su righe storte “ e raccontare esperienze, sentimenti, riflessioni, paure, sogni, desideri, nella semplicità del linguaggio spontaneo e creativo.
S’intende estendere l’iniziativa a tutte le scuole e rendere i ragazzi protagonisti attivi di cittadinanza, costruendo ponti di amicizia tra studenti del Nord e del Sud, allacciando una rete di cooperazione per la ricerca del bene comune, e attivare scambi d’idee e di proposte originali provenienti da diverse regioni, in vista di un futuro migliore.

Nell’ambito dell’insegnamento dell’Educazione Civica che quest’anno sarà valutata con voto, pur nella sua trasversalità, la proposta intende essere un invito a riflettere sul momento storico che stiamo attraversando in maniera critica e attenta, pensando al futuro e come costruire una società migliore post-Covid-19.
Si invitano gli studenti delle scuole ad inviare in formato Word prima di Natale, entro il 20 dicembre 2020  all’indirizzo e.mail  ccr.consiglio.ragazzi@gmail.com
 
le  riflessioni e i lavori prodotti   dai singoli o dai gruppi classe, con l’intento di realizzare una pubblicazione che raccolga la voce dei ragazzi sull’emergenza coronavirus.

Coordinatore CCR - Preside Giuseppe Adernò
giuseppe.aderno1@gmail.com -  ccr.consiglio.ragazzi@gmail.com

Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 18 novembre 2020 08:15:00 (1371 letture)

(Leggi Tutto... | 7740 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il Giornale Web del Convitto Cutelli su Repubblica@Scuola
Redazione
14_01

Quest’anno, in occasione dell’iniziativa​ "Effetto Terra" realizzata da Repubblica@Scuola, il Convitto Nazionale Mario Cutelli partecipa alle proposte della nota testata giornalistica che ha lanciato i due concorsi “Il mio giorno perfetto con la natura” (con articolo giornalistici) e ”I colori delle stagioni”(con foto). Per il primo contest gli studenti partecipanti descrivono l’esperienza più bella fatta a contatto con la natura o ad avvicinarsi ad essa e raccontano ciò che li ha colpiti, in che modo quell’esperienza li ha fatti cambiare o se hanno fatto qualcosa, anche forse solo un piccolo gesto, per preservare quell’angolo di natura o, ancora, se immaginano qualcosa di particolare che possa essere utile a preservarlo. Per il secondo, invece, inviano una foto in cui sono riusciti a cogliere l’esplosione di luce e colori che la natura può offrire durante la stagione estiva o autunnale.
Saranno scelti​ due vincitori​ (uno per concorso), ritenuti gli autori più originali e interessanti tra tutti gli articoli e le foto e si aggiudicheranno due tablet.
Tutti i pezzi e le fotografie, inoltre, vengono pubblicati su Repubblica@Scuola, nelle sezioni dedicate a questi concorsi e sul Giornale scolastico della nostra scuola, che trova spazio da quest’anno sempre su Rep@Scuola.
L’iniziativa è seguita dalla prof.ssa Giusy Gattuso, referente per​ concorsi artistico-lettereri, e vede la partecipazione di un gruppo cospicuo di studenti che danno attivamente ed entusiasticamente il loro contributo.
Di seguito i link.
http://scuola.repubblica.it/sicilia-catania-lceconvittonazionalemcutelli
https://scuola.repubblica.it/blog/tema/il-mio-giorno-perfetto-con-la-natura/
https://scuola.repubblica.it/blog/la_mia_foto/i-colori-delle-stagioni/
http://scuola.repubblica.it/sicilia-catania-pmlceconvittonazionalemariocutelli/

Prof.ssa Giusy Gattuso
Postato da Andrea Oliva Sabato, 14 novembre 2020 08:00:00 (691 letture)

(Leggi Tutto... | 8114 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Non ce n’è coviddi? Tesi di laurea del giornalista siciliano Salvatore Ganci a Torino
Redazione
È questo il titolo originale della tesi di Laurea magistrale in Comunicazione Digitale e Marketing del giornalista siciliano, Salvatore Ganci, presentata all’Università di Torino, presso il dipartimento di Culture, politica e società. La tesi sviluppa una diligente analisi dell’orientamento verso la pandemia Covid-19 nella twittersfera italiana. La lezione tremendissima del virus ci ha introdotto forzatamente nella porta stretta della fratellanza che reclama libertà e uguaglianza e nello strano e surreale isolamento, proclamato “distanziamento sociale”, invece dovrebbe limitarsi solo a quello fisico, attraverso i social si è aperto ad una forma nuova di libertà e di socialità, senza limiti. Dopo una breve introduzione ed excursus storico di altre pandemie, come Sars, Ebola, Colera fino al Coronavirus, la tesi prende in esame 1800 tweet, annotati a mano, in un intervallo di tempo che va dal 31 gennaio al 31 marzo 2020, analizzando, attraverso tecniche mutuate dall'analisi del sentimento, le diverse dimensioni di opinioni degli utenti nei confronti della pandemia: la stance, ossia l’atteggiamento degli utenti verso la malattia di Covid-19 divisa in preoccupazione, neutralità, propositività e sottovalutazione; il sentiment dell’ironia rispetto al sarcasmo, prestando attenzione alle differenze tra queste due etichette, che sono ancora oggi difficili da rilevare dagli stessi strumenti di Sentiment Analysis; e infine fake news vs debunk, per evidenziare la presenza o meno di notizie false tra i tweet e se ci sono stati casi di smascheramento della bufala tra i tweet del corpus, campione di messaggi.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Lunedì, 09 novembre 2020 08:00:00 (461 letture)

(Leggi Tutto... | 5109 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Scrivere dritto su righe storte. Iniziativa del Consiglio dei Ragazzi di Zevio (Verona)
Redazione
Il sindaco dei ragazzi, Pietro Todeschini e i rappresentanti di classe, eletti al Consiglio Comunale dei Ragazzi dell’Istituto comprensivo di Zevio (Verona), coordinati dall’assessore comunale  all’istruzione, Paola Conti e dalla prof.ssa Francesca Beltrame coordinatrice del CCR e referente per l’Educazione Civica, hanno organizzato la prima riunione “a distanza”, invitando a partecipare anche il preside Giuseppe Adernò, primo ideatore dei Consigli Comunali dei Ragazzi in Sicilia nel 1993.
L’incontro è stato efficace nel rendere attiva l’Educazione Civica che quest’anno fa parte delle materie da valutare con voto, e il CCR costituisce uno spazio privilegiato di tale disciplina trasversale che insegna nel concreto e con “compiti di realtà” la cultura della democrazia e della partecipazione attiva e responsabile.
L’impossibilità di attivare scambi e gemellaggi in presenza ha reso necessario il collegamento in videoconferenza dalla quale sono emerse delle proposte operative.
In considerazione del momento difficile che vive la scuola e la società nello stato di emergenza contagio Covid -19, è emersa la proposta di raccogliere considerazioni e riflessioni personali e di gruppo classe sul tema: “Scrivere dritto su righe storte “con l’intento di socializzarle con i ragazzi di altri CCR d’Italia.
Il tema condiviso si presta a costruire una rete di relazione e di scambio tra le diverse regioni e realtà locali e presentare originali interpretazioni e commenti.


Postato da Andrea Oliva Sabato, 07 novembre 2020 08:00:00 (499 letture)

(Leggi Tutto... | 6159 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: La campanella è suonata
Redazione
La campanella è ritornata a suonare dopo circa sei mesi di lungo silenzio … il 4 marzo 2020 sarà una data che rimarrà ben scolpita nella memoria di tutti, chi avrebbe mai pensato che quello sarebbe stato l’ultimo giorno di scuola in presenza per l’anno scolastico 2019/2020? Sicuramente nessuno!!! La scuola nonostante l’angosciosa emergenza Covid 19 non si è mai fermata, perché dal giorno dopo ha continuato in modo diverso, con altri mezzi, utilizzando la DaD ed insegnanti ed allievi, per non interrompere il rapporto oltre che alle lezioni, si sono reinventati poiché si è compreso nell’immediatezza il bisogno di ritrovarsi in qualche modo insieme, ma soprattutto per dare tante rassicurazioni che potessero convincere i discenti che tutto sarebbe “andato bene”. Tutto ciò è stato possibile realizzarlo grazie all’impegno costante dei docenti e di molte famiglie che per quasi tre mesi di scuola sono riusciti a mantenere il gruppo classe coeso e vivo l’interesse dei nostri ragazzi.
Purtroppo, per molte altre famiglie la situazione è stata molto drammatica perché non in tutte le case vi erano strumentazioni adatte e connessione adeguata tanto da consentire di seguire le lezioni on-line; per non parlare poi della perdita del lavoro di molti genitori che ha causato un disagio economico non indifferente.

Bello Maddalena
Postato da Andrea Oliva Martedì, 27 ottobre 2020 08:00:00 (506 letture)

(Leggi Tutto... | 6118 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Al Convitto Cutelli colori, volti e gesti solidali in uno scatto per il Concorso “Solidarietà: un colore...un senso...un volto...un gesto...” ed. 2019
Redazione
cutelli
Come scriveva Alfred Stieglitz “nella fotografia c’è una realtà così sottile che diventa più reale della realtà stessa”, citazione che deve aver ispirato due alunne del Liceo Classico Europeo del Convitto Cutelli, ovvero Alice Turrisi di VC e Gloria Brancato di IVE, che giovedì 15 ottobre si sono aggiudicate il primo ed il secondo premio in ex aequo alla cerimonia di premiazione del concorso “Solidarietà: un colore… un senso… un volto… un gesto…”, organizzato dall’Associazione San Vincenzo de’ Paoli di Acireale. L’evento si è tenuto presso la Basilica di San Sebastiano della città, alla presenza del sindaco Stefano Alì, della presidente Adriana Vecchio e di un vasto pubblico, adeguatamente distanziato e immancabilmente con mascherina, che ha assistito interessato. Nel corso della cerimonia sono state mostrate le fotografie delle allieve dai titoli “Stiamo solo a guardare” (Alice Turrisi, primo premio), “ Un sorriso in Costa d’Avorio” (Alice Turrisi, secondo premio in ex aequo) e “Insieme si può” (Gloria Brancato, secondo premio in ex aequo) ed espresse le motivazioni dell’attribuzione del podio: sono state giudicate particolarmente efficaci, suggestive ed evocative, atte a mostrare squarci di realtà appunto così pregnanti e sfumate da esprimere, in quell’attimo fuggente, più significatività immediata della realtà stessa. Le giovani studentesse hanno ricevuto in premio due testi di fotografia e un attestato mentre al Convitto è stata regalata una targa-ricordo, un testo in tema di solidarietà e un mazzo di fiori alla prof.ssa Giusy Gattuso, che ha seguito ed accompagnato le ragazze e che guida e indirizza un gruppo di giovani studenti del Convitto Cutelli che coltivano l’arte e la letteratura e sono pronti a mettersi in gioco sperimentando la scrittura, la fotografia, il disegno e la produzione artistica personale in generale per avventurarsi nella mondo della creatività come motore per l’esplorazione del proprio mondo interiore.

Prof.ssa Giusy Gattuso
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 19 ottobre 2020 08:00:00 (870 letture)

(Leggi Tutto... | 5700 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: la diffusione del Covid 19 e “l’autodifesa” della scuola
Redazione
In seguito agli ultimi dati epidemiologici relativi alla diffusione del Covid 19, si è accesso un aspro dibattito circa l’opportunità di tenere le scuole aperte o quanto meno limitarne l’apertura in alcuni territori anche a livello regionale.
Certamente l’andamento crescente dei casi di positività, dei ricoveri ospedalieri e dei pazienti in terapia intensiva deve suscitare una attenta riflessione che evidenzi cosa nel sistema di protezione e di controllo della diffusione del virus non sta funzionando.
E da questo punto di vista, a molti sembrerebbe che la scuola sia uno degli anelli deboli della catena.
E’ il caso di ricordare che in ciascuna scuola già dal mese di luglio sono state programmate, progettate e poi messe in campo dallo scorso mese di agosto, misure strategiche di prevenzione e di controllo che – sono certo di non poter essere smentito – hanno fortemente mitigato il rischio di contagio in tutti gli ambienti interni ed esterni.
I Dirigenti scolastici, con il sostegno dei loro Collaboratori, dei loro RSPP, dei medici competenti, hanno adottato tutte quelle misure di prevenzione che certamente hanno reso la scuola da cenerentola del sistema Italia la REGINA nel campo della sicurezza e della prevenzione anticovid.
 
Per Ancodis
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Domenica, 18 ottobre 2020 08:00:00 (1493 letture)

(Leggi Tutto... | 13125 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Scuola covidiana. Tempo scuola e tempo di apprendimento?
Redazione
Nei libri di pedagogia didattica si legge che “tutto il tempo scuola deve essere tempo di apprendimento”.
Le ore che i ragazzi trascorrono a scuola non possono avere vuoti formativi, ed anche la ricreazione, momento di socializzazione e di amicizia condivisa, è un’opportunità formativa.
I bravi pedagogisti insegnano che anche le ore di supplenza sono “opportunità formative” e non tempo fermo, libero o come spesso accade,“tempo perso”, da rendere veritiera l’espressione dei ragazzi, quando, tornando a casa e gettando la cartella per terra, alla domanda della mamma che chiede “cosa avete fatto oggi a scuola” la risposta  immediata è:“Niente!”
Leggendo il diario di un ragazzo di scuola secondaria di secondo grado si registra come l’emergenza Covid-19 e le restrittive norme di prevenzione dei contagi abbiano fortemente contratto il tempo di lezione, spazio dedicato all’insegnamento e momento privilegiato di apprendimento.
L’ora di lezione si riduce da sessanta a quarantacinque minuti per consentire le procedure di areazione, igienizzazione e cambio dei docenti.
Quel che è peggio si registra nel constatare che questa riduzione formale,  di fatto è ancor più contratta a quindici minuti, caricata di procedure burocratiche per la prevenzione: la registrazione della scheda di presenza, la consegna al collaboratore scolastico, l’attivazione del computer, il collegamento alla rete, spesso ballerina,  della scuola , la registrazione degli alunni presenti ed avvio al collegamento on line con gli alunni che non sono in presenza.
 
Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Sabato, 17 ottobre 2020 08:00:00 (488 letture)

(Leggi Tutto... | 10672 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: rientro degli alunni con sintomi NON riconducibili a Covid 19 nelle scuole della Sicilia
Redazione
06_01

Il Dipartimento Attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico dell’Assessorato della Salute della Regione Sicilia ha trasmesso all’USR la circolare esplicativa n. 33108 del 24/9/2020 avente ad oggetto “Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia” con la quale si danno indicazioni su come gestire i processi per contenere la diffusione di eventuali focolai.

In particolare, si analizzano i quattro casi possibili (alunno e personale con sintomatologia a scuola o a casa), si danno indicazioni su come gestire i contatti stretti, sulle procedure da seguire nella gestione della riammissione a scuola per alunni ed operatori sottoposti a tampone e, infine, - punto particolarmente delicato per le evidenti conseguenze – si suggerisce come gestire la riammissione a scuola per i casi con sintomatologia NON riconducibile a Covid 19.

Proprio su questo ultimo punto, Ancodis vuole focalizzare l’attenzione degli organi competenti, delle associazioni dei genitori, di categoria e dei DS delle autonome istituzioni scolastiche.


Per Ancodis

Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Martedì, 06 ottobre 2020 07:10:00 (654 letture)

(Leggi Tutto... | 13154 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Se cade l’occhio, ... lasciamolo cadere!
Redazione
Ha fatto scalpore nei primi giorni del nuovo anno scolastico, la notizia che la vice preside del Liceo Classico e Scientifico Statale “Socrate”, di Roma, ha vivamente “suggerito” alle studentesse di non andare a scuola con minigonne e abiti succinti, perché altrimenti ai prof maschietti gli può… cadere l’occhio! E se cade l’occhio, ... lasciamolo cadere, “suggerirei” sinceramente io! Cosa c’è di più strabiliante della bellezza della nostra gioventù, di più sincero, di più affascinate!?
I giovani vivono il loro presente con ardore e candore, con passione e fantasia, e pensano al loro futuro che verrà, avvincente e commovente, denso di sogni e d’emozioni, pieno d’impegno e di fatica, senza “guardare in faccia a nessuno”! I giovani non hanno tempo da dedicare alle dicerie e al chiacchiericcio. No! Sono roba d’altre generazioni!

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Venerdì, 02 ottobre 2020 20:57:40 (1740 letture)

(Leggi Tutto... | 3256 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: A Catania Scuola naturale presso l’Istituto San Vincenzo
Redazione

Nel cuore di Catania, tra via Caronda e via Canfora, zona Monserrato, l'Istituto paritario "San Vincenzo", gestito da una cooperativa di docenti e genitori, ha accolto bambini della classe sperimentale "Scuola naturale" secondo la metodologia Montessoriana e Steineriana ed il modello “outdoor education” educazione all’aperto.
Bambini
dai cinque ai sette anni, di diverse nazionalità: inglese, spagnola, cilena, russa, giapponese frequentano il modulo della classe eterogenea di scuola primaria adottando il progetto didattico di “scuola Naturale”. Le lezioni si svolgono presso l’azienda agricola Grimaldi e i bambini con la guida di esperti educatori acquisiscono conoscenze e competenze adottando nel concreto della giornata scolastica la regola pedagogica dell "imparare vedendo fare" e "imparare facendo" alternando momenti di lezioni, esercitazioni e attività laboratoriali di musica, inglese, yoga, disegno, arti plastiche, lavori in legno, storie illustrate, scienze, orto, cucina, culture del mondo (lingue, musica, cibo, paesaggi, architettura, moda, religioni, arte, tradizioni), educazione civica e galateo.
Il progetto, che mette al centro il bambino, intreccia l'approccio metodologico del fare, della scuola attiva montessoriana, la pedagogia del bosco e l'educazione all'aperto in un contesto naturale come sosteneva Rudolf Steiner: «Il nostro obiettivo: elaborare una pedagogia che insegni ad apprendere, per tutta la vita dalla vita stessa.», o come afferma Bernard di Clairvaux “Troverai più cose nei boschi che nei libri. Gli alberi e i sassi t’insegneranno cose che nessun uomo ti potrà dire”.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Lunedì, 28 settembre 2020 14:00:00 (552 letture)

(Leggi Tutto... | 9208 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Lacrime e scuola
Redazione
Chi non s’è commosso, fino alle lacrime, la mattina del 14 settembre, varcando il portone d’ingresso, incontrando i colleghi e il preside, e abbracciando “a distanza” i ragazzi dopo sette mesi di “vuoto cosmico” e risentire, come una lusinga, “prof”, scagli la prima pietra. E le lacrime sono visioni e palpitazioni, vibrazioni e manifestazioni di vita. Le lacrime sgorgano dal cuore e ci salvano dall’indifferenza e dalla solitudine, sono un balsamo per gli affetti e le emozioni, e danno la cifra esatta per la rinascita dell’uomo e la ripartenza della scuola. Certo, a guardarli bene sono di pessimo gusto i “banchi monoposto”, oltre ad essere inservibili, e sono goffe le mascherine che nascondono il sorriso e le strepitose abbronzature estive, ma forse sono “salvamento di vita” e quindi conviene fare… buon viso a cattivo gioco!
Anche per questo sarà un anno speciale, unico, difficile, forse un anno da dimenticare. Ma si ricomincia, finalmente!

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Domenica, 27 settembre 2020 08:00:00 (1067 letture)

(Leggi Tutto... | 3472 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: Istituto De Felice, primo giorno di scuola
Redazione
Martedì 22 settembre, primo giorno di scuola all’Istituto De Felice Giuffrida-Olivetti
Gli studenti saranno accolti nelle aule in modo da poter garantire il distanziamento previsto dal Comitato Tecnico Scientifico.
Sono state adibite ad aule ambienti quali la sala docenti, i laboratori d’informatica, la biblioteca, la stanza dei collaboratori della dirigente, il laboratorio per i diversamente abili, ecc.
Tutto ciò è stato organizzato con la supervisione del “Comitato contrasto Covid” e del “Gruppo di lavoro per la didattica digitale integrata”.
È stato costituito inoltre un gruppo di lavoro “Commissione monitoraggio contrasto Covid” che ha disposto un piano organizzativo tenendo conto sia delle esigenze sanitarie, sia di quelle specificatamente formative ed ha stilato un articolato programma operativo d’interventi prevedendo attività didattica in presenza e a distanza mediante collegamento diretto online.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Martedì, 22 settembre 2020 14:23:23 (507 letture)

(Leggi Tutto... | 6983 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: IL QUARTIERE VIGILA SULLA SCUOLA VESPUCCI
Redazione
L’Istituto Vespucci, Capuana Pirandello , che opera al centro di Catania,  ha avviato le attività dell’anno scolastico il 14 settembre  accogliendo gli  alunni nel rispetto di tutte le norme di sicurezza.
L’inizio dell’anno scolastico è stato segnato da un evento particolare degno di apprezzamento.
L’Assessore Regionale  aveva comunicato che l’inizio dell’anno scolastico poteva essere spostato al 24,  per gli Istituti sede di seggio elettorale, ma tutto il Personale della Vespucci Capuana Pirandello ci teneva a rispettare la data ufficiale d’inizio e con grande impegno ha intensificato i lavori di preparazione per l’accoglienza degli alunni.
Venerdì 12 settembre è il giorno della vigilia scolastica, di preparazione al grande evento e tutti Collaboratori scolastici, il Personale tecnico-amministrativo, il Corpo docente e la Dirigente lavorano intensamente fino a tarda sera.
La stanchezza  e le frenesia del lavoro ha determinato un inconveniente e l’ingresso laterale del plesso principale in via Zappalà Gemelli è rimasto aperto. La cosa non sfugge agli abitanti del quartiere  “pescheria”   molto frequentata anche per la vicinanza con le Terme dell’Indirizzo.
 
La Dirigente
Loredana Argentino
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 16 settembre 2020 09:54:47 (471 letture)

(Leggi Tutto... | 5607 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Catania: primo giorno di scuola all’Istituto San Vincenzo
Redazione
Tutti gli ambienti scolastici hanno subito una maxi disinfezione, specie negli spazi comuni di passaggio, nei servizi igienici e nelle aule e lunedì 14 settembre, nonostante la pioggia, sono arrivati all’Istituto San Vincenzo, i piccoli della sezione Primavera e Infanzia che sono stati accolti nella veranda esterna dalle Maestre Giovanna, Lucia, Laura, Maria; mentre i bambini della scuola Primaria sono stati accolti nel cortile dai Maestri Antonio, Emma, Rosalba, Diego e Raffaello.
    Tante e diverse sono state le emozioni del primo giorno e l’inizio di una nuova avventura scolastica per bambini e genitori, i quali hanno sottoscritto il “Patto di Responsabilità Reciproca” tra la scuola e la famiglia circa le misure igienico-sanitarie da rispettare ed hanno accompagnato i piccoli con lo zaino in spalla, con quaderni e merenda e la gioia del ritrovarsi insieme ai compagni si legge nei loro occhietti vispi.
    Il preside Giuseppe Adernò li ha accolti con un messaggio augurale: “Crescere e diventare grandi” e la scuola ha proprio questo compito: formare persone, uomini e cittadini.
    Ricominciare è l’infinito del verbo “vivere”. Conoscere, studiare, imparare ad imparare, saper stare con gli altri, acquisire competenze, guardare al futuro, imparare ad essere, sono i verbi all’infinito che vengono coniugati nella quotidianità della giornata scolastica, scandita quest’anno da interventi programmati di areazione ogni due ore e lavaggio delle mani più volte al giorno.
redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 14 settembre 2020 17:00:00 (1543 letture)

(Leggi Tutto... | 8630 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: “Tutti a Scuola”, oggi a Vo’ l’inaugurazione del nuovo anno scolastico con il Presidente Sergio Mattarella e la Ministra Lucia Azzolina
Ministero Istruzione e Università
Sarà la Scuola primaria ‘Guido Negri’ di Vo’ (Padova) ad ospitare ‘Tutti a Scuola’, l’annuale cerimonia di inaugurazione del nuovo anno scolastico che si terrà oggi pomeriggio, lunedì 14 settembre 2020, a partire dalle 16.30.
Alcune delegazioni di studentesse e studenti, in rappresentanza delle scuole di tutta Italia, celebreranno insieme al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e alla Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, il ritorno fra i banchi.La cerimonia sarà trasmessa in diretta su Rai Uno, dalle 16.30 alle 18.30, nel corso della trasmissione condotta da Flavio Insinna e da Andrea Delogu. Sul palco, oltre a studentesse e studenti, saliranno anche alcune personalità del mondo della cultura, dello spettacolo e dello sport, fra cui l’attore Alessio Boni, il commissario tecnico della Nazionale Roberto Mancini, le campionesse di nuoto Simona Quadarella e Benedetta Pilato. E ancora: il soprano Katia Ricciarelli, la cantautrice Levante, il cantautore Leo Gassmann e il gruppo Il Volo.   

miur.gov.it

Postato da Andrea Oliva Lunedì, 14 settembre 2020 13:05:13 (663 letture)

(Leggi Tutto... | 18817 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: la scuola riparte?
Redazione
03_1
La dura prova alla quale è stato sottoposto il nostro sistema scolastico ha fatto emergere criticità e punti di debolezza che hanno indotto in tutti i protagonisti una condizione di sconforto forse mai registrata nella scuola del dopo guerra.
Ancor di più il periodo delle vacanze che è stato segnato da incertezze, indicazioni poco chiare, opinioni fuorvianti, messaggi contraddittori anche al limite della perdita di ogni elemento di ragionevolezza.
Ma la scuola ha continuato – con i DS, i collaboratori dei DS ed i DSGA – a programmare, progettare, eseguire tempestivi monitoraggi di diversa provenienza per mettere un “popolo” nella condizione di poter riprendere a costruire - con i limiti indotti dall’evoluzione pandemica ma in sicurezza - i progetti educativi delle autonome Istituzioni scolastiche.

Per Ancodis
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Giovedì, 03 settembre 2020 08:10:00 (539 letture)

(Leggi Tutto... | 5613 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Mascherine e sussidi anche alle scuole paritarie
Redazione
Come annunciato dalla circolare  ministeriale del 26 agosto del Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali, a firma del Capo dipartimento, Giovanna Boda, anche nelle scuole paritarie stanno per essere consegnate a cura della Protezione civile, mascherine e sussidi per gli studenti.
E’ questo un positivo traguardo nel faticoso cammino del pieno riconoscimento del “diritto all’istruzione” per tutti come riconosciuto dalla Dichiarazione universale dei diritti dell’Uomo e numerosi documenti internazionali e accordi UE che vedono l’Italia fra gli Stati firmatari.
In questi 170 giorni di lockdown, come ha scritto Suor Anna Monia Alfieri “la costanza di centinaia di migliaia di cittadini ha ottenuto notevoli risultati”. 
Innanzitutto il riconoscimento ufficiale della qualità di “servizio pubblico” che le scuole paritarie svolgono nel rispetto della legge n.62/2000.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Giovedì, 03 settembre 2020 08:05:00 (635 letture)

(Leggi Tutto... | 6010 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Inizia la scuola, inizia la scalata ...
Redazione
Varcare questo nuovo anno scolastico 2020/2021 è come iniziare una scalata per monti sconosciuti, pieni d’insidie e irti, come “cocci di bottiglia”. Si spera di non dover incontrare la tormenta, la bufera, le slavine, di non rimanere seppelliti da una valanga. Si spera di non restare avvolti nella nebbia, in compagnia dei lupi e delle streghe. Si spera soprattutto di scalare la montagna con serenità, con entusiasmo, con vigore, e di vivere pienamente passo dopo passo, pietra su pietra, sempre più su, fino a toccare la cima, fino a sfiorare il cielo. E da lì guardare l’immensità delle valli con gioia, allegria, amicizia, e con profitto, giovamento, desiderio di continuare a salire. E’ necessario portare l’occorrente, piccozza, ramponi, moschettone, avere una corretta imbragatura, con corde, anelli, carrucola, evitare movimenti bruschi, evitare ansie, paure, sconforto, avere grinta, energia, coraggio. E sperare, alla fine, di giungere alla meta, in cima al mondo, a un passo dal blu, con tutti i compagni di ventura. E di mettere nello zaino “tutta merce fina”, conoscenza, competenza, capacità, abilità, esperienza, saperi, valori.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 01 settembre 2020 06:00:00 (1910 letture)

(Leggi Tutto... | 3912 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: AVVIO SCOLASTICO ALL’ISTITUTO SALESIANO DI CIBALI
Redazione
Come siete organizzati per spazi ed aule?
Risponde all’intervista il preside Don Enzo Timpano dell’Istituto Salesiano San Francesco di Sales di Cibali che fruisce di aule ampie, e spazi esterni adeguati al servizio scolastico.
La nostra scuola gode di spazi molto ampi sia all'aperto che al chiuso.  Già dal mese di giugno è stato possibile sistemare le aule in estrema sicurezza dato che ognuna può ospitare, garantendo una distanza fra i ragazzi di almeno 1,20 metri, fra i 25 ed i 35 studenti. Le aule solo tutte dotate di più porte e finestre grazie alle quali è garantita una costante e ampia aereazione. Sono molto ampi i corridoi, già divisi in più corsie delimitate con segnaletica sia orizzontale che verticale, per evitare che si possano creare assembramenti o incroci fra classi o gruppi di studenti. All'interno dell'istituto sono stati, poi, previsti 14 percorsi diversi che possano garantire ad ogni gruppo di spostarsi all'interno della scuola in estrema sicurezza. I grandi cortili ed i campi della scuola garantiscono poi la possibilità di ricreazioni all'aperto e sicure; così come le ore di scienze motorie che possono essere fatte sia all'aperto che nelle ampie palestre. Pensiamo di potere anche utilizzare i tanti laboratori che abbiamo, tutti collocati in ampi saloni e che stiamo dotando di apparecchiature ad ozono adatte per l'immediata sanificazione al termine di ogni attività didattica. Il personale della scuola è anche stato organizzato in turni e 'squadre' per provvedere all'igienizzazione di ambienti e bagni durante le mattinate scolastiche. Alla fine della giornata tutta la scuola verrà sanificata con apposite apparecchiature. Inizieremo il 3 settembre con i recuperi ed il 14 con le attività didattiche regolari.

Sarah Donzuso
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 31 agosto 2020 12:18:37 (571 letture)

(Leggi Tutto... | 7998 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: SETTEMBRE, andiamo ……. Semaforo rosso per le scuole. Addio compagno di banco
Redazione
Settembre, andiamo. È tempo di migrare. Ora in terra d'Abruzzi i miei pastori lascian gli stazzi e vanno verso il mare”
I versi dannunziani evocano una nuova forma di transumanza. Un cammino incerto che, invece di trovare il verde sereno della regolarità scolastica e il “sapor d'acqua natia” di una cultura attiva, dinamica, coinvolgente, registra un esponenziale incremento dei contagi Covid-19, che ha acceso il semaforo rosso ed ha elevato la  preoccupazione per l’avvio dell’anno scolastico.
Un cielo ancora grigio e nuvoloso copre con la sua coltre di incertezza l’inizio della scuola, fissato per il 14 settembre.
Scorrono i giorni del calendario e accanto al giorno del primo settembre  è scritto: “Collegio docenti”
Ma ci si chiede: Dove si farà? A scuola o “a distanza”’, Cosa si dovrà deliberare se tutto è incerto e insicuro?
Non è bello vivere nel dubbio del “Se succede qualcosa; Se il contagio diminuisce; Se continuerà la didattica a distanza”. Non è bello  per i dirigenti sentire il peso della responsabilità per eventuali casi di positività al virus,  essendo  collegato alla sicurezza  degli ambienti di lavoro ed il  caso Covid è  equiparato ad in “incidente sul lavoro”.
La profetica sciagura che dopo la pandemia le cose andranno diversamente si avvera e la scuola del “d. C” -  che non vuole dire com’è scritto sui libri di storia: “dopo Cristo”, bensì “dopo Covid-19 -  sarà diversa, non più luogo di cultura, comunità professionale che educa e forma le nuove generazioni.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Sabato, 29 agosto 2020 08:00:00 (930 letture)

(Leggi Tutto... | 13224 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: Al liceo Cutelli di Catania didattica integrata e banchi tradizionali. Come andranno le cose a Settembre?
Redazione
Come andranno le cose a Settembre ?
Intervistando la dirigente del Liceo Classico Mario Cutelli di Catania, la prof.ssa Elisa Colella ha espresso con puntualità le azioni intraprese al fine di assicurare il regolare avvio dell’anno scolastico nel prestigioso liceo  classico di Catania.
Come siete organizzati per spazi e aule?
Delle 52 classi del Liceo soltanto 16 saranno organizzate con didattica integrata, comunque assicurando per ciascun studente la presenza a scuola per quattro giorni la settimana e per almeno due terzi del monte ore complessivo.
Gli Organi Collegiali, attraverso la condivisione di specifici criteri che garantissero la presenza al maggior numero di studenti possibile, hanno adottato un provvedimento che vede tutte le prime classi di quarta ginnasiale e le classi del biennio terminale (seconda e terza liceo) svolgere regolarmente le lezioni in presenza,  fatta eccezione per sole due classi.

Inoltre si garantisce l’attività didattica in presenza a tutti gli alunni delle classi quinte ginnasiali della sede succursale, mentre con una turnazione programmata le altre 16 classi svolgeranno lezioni in presenza e a distanza salvaguardando la relazione tra compagni e docenti grazie ad una ristrutturazione dei gruppi classe in sottoinsiemi.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 28 agosto 2020 07:30:00 (682 letture)

(Leggi Tutto... | 4965 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: è il tempo del vero organico dell’autonomia didattica, organizzativa e progettuale
Redazione
ancodis del 24_8_20
Al comma 5 dell’art. 1 della legge 107/2015 leggiamo “Al fine di dare piena attuazione al processo di realizzazione dell'autonomia e di riorganizzazione dell'intero sistema di istruzione, è istituito …… l'organico dell'autonomia, funzionale alle esigenze didattiche, organizzative e progettuali delle istituzioni scolastiche come emergenti dal piano triennale dell'offerta formativa predisposto ai sensi  del  comma  14.  I docenti dell'organico dell'autonomia concorrono alla realizzazione del piano triennale dell'offerta formativa con attività di insegnamento, di potenziamento, di sostegno, di organizzazione, di progettazione e di coordinamento.”
A tutti è noto però che l’organico dell’autonomia spesso si è rivelato insufficiente o non adeguato alle “esigenze didattiche, organizzative e progettuali delle istituzioni scolastiche” e, dunque, non idoneo a portare avanti il progetto educativo di ciascuna scuola.

Per Ancodis

Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Martedì, 25 agosto 2020 08:05:00 (497 letture)

(Leggi Tutto... | 7249 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Ancora nessun risveglio per gli insegnanti di Religione Cattolica. L’immissione in ruolo per gli insegnanti di religione sembra essere una chimera irraggiungibile! L’impegno sindacale della CISL Scuola non verrà meno.
Redazione
Ancora nessun risveglio per gli insegnanti di Religione Cattolica, dibattiti parlamentari e mille discussioni, decreto salva precari, commissione istruzione della camera ma nessun segno vero di un’aspettativa che deve necessariamente trovare una risposta. L’immissione in ruolo per gli insegnanti di religione sembra essere una chimera irraggiungibile!
La proposta è stata presentata con l’intenzione di dare una speranza concreta a questa categoria di lavoratori ma purtroppo tutto è ancora messo in discussione perché la risposta data dal Ministro non arriva minimamente a completare l’organico di ruolo attualmente disponibile a soddisfare quelle che sono le reali esigenze di questi insegnanti che da anni lavorano a tempo determinato subendo ogni giorno l’angoscia di ritrovarsi senza uno stipendio improvvisamente.
Il concorso del 2004, derivato dalla L. 186/2003, aveva regolarizzato la posizione degli IdR immettendo in ruolo il 70% del totale. Da allora sono passati sedici anni e, com’è naturale che sia, questo contingente si è ridotto lasciando scoperti molti posti di ruolo a motivo dei pensionamenti che vi sono stati in questi anni.
Nel recente incontro che si è svolto tra il Ministro Azzolina e le sigle sindacali è stato dichiarato, con grave disappunto delle OO. SS. che, secondo la proposta avanzata unilateralmente dal MIUR e senza discussione sindacale,  verranno immessi in ruolo, per l’a. s. 2020/2021, soltanto 112 per la scuola dell’infanzia e primaria e 360 per la Secondaria di Primo e Secondo Grado. In pratica limitandosi al solo il turn - over 2019/2020!
A fronte di questi 472 posti, realmente dovrebbero essere 2000 presi dalla graduatoria ad esaurimento del concorso, come ha dichiarato in un recente comunicato la Segretaria nazionale CISL scuola Prof.ssa Gissi.

Carmelo Mirisola
Responsabile Regionale IDR
CISL Scuola Sicilia

Postato da Andrea Oliva Giovedì, 13 agosto 2020 14:23:42 (1580 letture)

(Leggi Tutto... | 6875 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Programma Nazionale per la Ricerca 2021-2027: aperta la consultazione pubblica
Ministero Istruzione e Università
Il Ministero dell’Università e della Ricerca lancia la consultazione pubblica per la definizione del Programma Nazionale per la Ricerca 2021-2027 (PNR). L’iniziativa coinvolge per la prima volta i diversi portatori di interessi – non solo il mondo accademico e quello della ricerca pubblica e privata ma anche le autorità nazionali, regionali e locali, le imprese, le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali, le fondazioni, le organizzazioni della società civile e senza finalità di lucro, la società civile e tutti i cittadini – invitandoli a formulare osservazioni e proposte. 
Con il PNR 2021-2027, il Ministero dell’Università e della Ricerca intende mettere in moto una programmazione strategica partecipata e dinamica per contribuire allo sviluppo sostenibile della società e dare risposte anche alle istanze emergenziali. 
Al termine del periodo di consultazione, il MUR completerà la redazione del documento definitivo del Programma Nazionale per la Ricerca 2021-2027. 
È possibile rispondere al questionario online a partire dall’11 agosto e fino all’11 settembre p.v. collegandosi al link:
https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/MURPNR2127 
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 12 agosto 2020 08:05:00 (637 letture)

(Leggi Tutto... | 3472 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: una delegazione è stata ricevuta dalla Ministra Azzolina
Redazione
Giovedi 30 luglio una delegazione costituita dai Presidenti territoriali di Palermo (Rosolino Cicero), Firenze (Lara Borghi) e Roma (Carla Federica Spoleti con Arianna Cipriani) hanno incontrato la Ministra dell’Istruzione On.le Lucia Azzolina.
Il Presidente Cicero ha espresso alla Ministra solidarietà per i continui attacchi sul piano personale (a volte al limite del sessismo) ricevuti sin dall’inizio del suo dicastero e nel corso dell’incontro – durato oltre un’ora e ritenuto utile e costruttivo – ha sottolineato le criticità relative alle emergenze che purtroppo hanno segnato l’anno scolastico ed a quelle relative alla ripartenza di settembre.
I Collaboratori dei DS e le Figure di sistema – afferma il Presidente Cicero - hanno la visione delle proprie scuole sia sotto l’aspetto organizzativo-gestionale che didattico; sono dunque in grado di poter dare un contributo in termini di conoscenze e competenze e sostengono significativamente la realizzazione del progetto educativo.
Postato da Andrea Oliva Giovedì, 06 agosto 2020 08:00:00 (1662 letture)

(Leggi Tutto... | 8041 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Conclusione attività Centro Estivo Istituto “San Vincenzo”
Redazione
Per 45 giorni, dal 15 giugno al 31 luglio, 50 bambini e ragazzi hanno avuto l’opportunità di stare insieme, giocare, divertirsi e imparare tante cose, partecipando ai “Cantieri educativi” del “Centro estivo” attivato presso l’Istituto Sam Vincenzo, (zona Monserrato). 
Le attività sono state svolte nel rigoroso rispetto delle norme di prevenzione indicate dalle Linee guida emanate dal Governo e dalla Protezione civile.
Negli ampi cortili e la giornata “estiva” è stata animata da gioiosa accoglienza, balli di gruppo, attività di laboratorio, giochi all’aperto e in piscina. Inoltre nel mese di luglio per due giorni la settimana i ragazzi hanno fatto il bagno nei lidi della Plaja.
Un gruppetto, per motivi di lavoro dei genitori, ha avuto anche la possibilità di fruire del pranzo a scuola e delle attività pomeridiane fino alle ore 16,30.
Il preside Giuseppe Adernò ha ringraziato per il grande impegno i generosi docenti: Antonio Amato, Diego Ventura, Raffaello Fichera, gli “animatori”: Martina Fisicaro, Gabriella, Giorgia e Giulia Modica, insieme ad Alessia Bellinghieri e Giusy Di Pasqua per i piccoli della scuola dell’Infanzia, i quali hanno attivato laboratori creativi, artistici, sportivi e di animazione.
Sono stati molto soddisfatti i genitori per le opportunità formative che l’Istituto ha offerto, nonostante le difficoltà dell’emergenza coronavirus, segno di qualità pedagogica e  di viva sensibilità sociale.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Sabato, 01 agosto 2020 10:49:37 (1741 letture)

(Leggi Tutto... | 5067 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: un nuovo patto etico per la Scuola!
Redazione
“Se si dovesse fare un paragone tra l’organismo costituzionale e l’organismo umano, si dovrebbe dire che la scuola corrisponde a quegli organi che nell’organismo umano hanno la funzione di creare il sangue […]” diceva Piero Calamandrei nel famoso Discorso tenuto l’11 febbraio 1950 alla Società Umanitaria di Milano in occasione di un ciclo di conferenze sulla Costituzione.
Creare il sangue… cioè quel tessuto che consente a tutti gli altri organi di vivere ed insieme a questi dà vitalità all’intero organismo cioè la comunità di un Paese.
In questi anni – ahimè funesto ventennio! - la scuola italiana sembra aver perso la capacità di essere il motore vitale e l’Italia suo malgrado è diventata una delle “Cenerentole” europee sul piano sociale, economico e culturale.
Interventi politici sprovveduti, leggi finanziarie motivate da necessità di bilancio statale (tagli), generale perdita di una visione di sistema capace di far prevalere l’idea dell’investimento a quella della spesa pubblica, ripetuti picconamenti al sistema scolastico, hanno reso quell’organo (la scuola) incapace di svolgere pienamente la sua funzione vitale, rigeneratrice, protettiva contro tutti gli agenti patogeni che hanno provato ad aggredire, a volte riuscendovi, il sistema paese nella sua identità sociale, economica e nel suo patrimonio genetico (cioè culturale).
 
Per ANCODIS
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Sabato, 01 agosto 2020 08:00:00 (1818 letture)

(Leggi Tutto... | 6433 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: governare la scuola senza i Collaboratori dei DS e le figure di sistema? Semplicemente impossibile!
Redazione
Leggere dichiarazioni da parte di un esponente di un partito di maggioranza che riconosce l’importante lavoro svolto dai DS nella gestione dell’emergenza ed in quella relativa alla progettazione ed organizzazione del prossimo anno scolastico senza dare alcun onore e merito a chi è stato e sta al fianco del DS – anche in questo periodo di vacanza - fa male e ci induce a prendere una posizione fondata su una indiscutibile verità: senza i Collaboratori dei DS e le Figure di sistema tutto sarebbe stato e sarà impossibile!  
Lo affermiamo da tre anni ed oggi ancora di più: i Collaboratori dei DS hanno una loro identità professionale dichiarata e riconosciuta in tutte le scuole che completa, qualifica ed integra quella del docente curriculare.
A tal fine, al termine di questo straordinario e complicato anno scolastico, Ancodis ha proposto ai Collaboratori del DS l’annuale questionario con tema “Il Collaboratore del DS, risorsa indispensabile per il funzionamento delle Istituzioni scolastiche (.....ma ignorata dai decisori politici e dalle OO.SS.)”
Gli esiti del questionario (allegato) dimostrano il ruolo strategico dei Collaboratori del DS e delle Figure di sistema, dal momento che il DS ha oggettive difficoltà a gestire la molteplicità e complessità degli impegni connessi all’esercizio delle proprie funzioni.

Per ANCODIS
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 31 luglio 2020 08:10:00 (751 letture)

(Leggi Tutto... | 7471 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCODIS: il futuro dei Collaboratori dei DS e delle figure di sistema
Redazione
Nei mesi scorsi, l’Associazione Nazionale dei Collaboratori dei Ds ha svolto un importante questionario tra i suoi iscritti finalizzato a rilevare le posizioni relative ad una nuova identità, agli obiettivi ed alle proposte che l’Associazione si troverà a definire a tre anni dalla sua costituzione.
Riguardo l’identità si conferma la scelta fondativa: essere la realtà rappresentativa dei Collaboratori dei DS che assumono incarichi sul piano dell’organizzazione dei servizi, del funzionamento didattico, della sicurezza e prevenzione in tutti gli ambienti scolastici.
Oggi Ancodis tra i suoi iscritti rappresenta per oltre il 50% i Collaboratori noti come “Vicepresidi”, e con percentuali variabili i cosiddetti Secondi Collaboratori, i Responsabili di plesso ed i Collaboratori dei DS in genere.
L’83% ha un’anzianità di servizio di oltre 15 anni, circa il 10% compresa tra i 10 ed i 15 anni e poco meno del 7% una anzianità minore di 10 anni.

     Per ANCODIS
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Giovedì, 30 luglio 2020 08:00:00 (754 letture)

(Leggi Tutto... | 7281 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCODIS: la ripartenza della scuola nell’A.S. 2020/2021. Tornare a scuola in presenza ed in piena sicurezza: sincero auspicio o azzardata ipotesi?
Redazione
A.N.Co.Di.S.
Associazione Nazionale Collaboratori Dirigenti Scolastici

Se guardiamo alla scuola del mese di settembre è chiara una cosa: sarà un grande punto interrogativo per quanto riguarda l’organizzazione, il funzionamento, la didattica.
Sono state pubblicate sul sito del Ministero le attese indicazioni del Comitato tecnico-scientifico che sembrano in grande sintesi dare spazio all’autonomia scolastica prevista nel DPR 275/1999 declinate in quella didattica ed organizzativa ma senza alcun riferimento a quella finanziaria.
Chi conosce la realtà scolastica non può negare che la gestione e l’organizzazione di un sistema complesso quale è la scuola di oggi saranno messe a dura prova se non si metteranno in campo dei protocolli organizzativi e didattici (spazi e numero di allievi, attività didattica in presenza integrata a quella a distanza, orari flessibili) fondati su indicazioni nazionali, su un CCNL innovato e coerente ai nuovi bisogni organizzativi, sulle adeguate e necessarie risorse finanziarie, sulla conoscenza degli elementi di criticità e dei punti di forza che connotano ogni IS.

  Per ANCODIS
Rosolino Cicero

Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 29 luglio 2020 08:00:00 (970 letture)

(Leggi Tutto... | 9854 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Quelle strane incongruenze nel curriculum della ministra Lucia Azzolina
Opinioni
“La cosa nella quale io ho sempre creduto pensando alla politica è il concetto di competenza, nei posti giusti ci devono stare le persone competenti. Avendo lavorato a scuola per anni, avendo due lauree e un percorso di studi molto selettivo con pratica legale di diritto scolastico e altro, credo, in questo momento, di essere la persona giusta al posto giusto, soprattutto ai tempi del coronavirus…”. A dichiararlo a Rai Radio 1 la ministra dell’istruzione Lucia Azzolina, stanca di essere sottoposta ad attacchi di ogni tipo. In verità il suo curriculum vitae è eccellente, anche se però a leggerlo bene c’è più di un’incongruenza. La ministra di origine siciliana ha conseguito la laurea specialistica in Storia della Filosofia presso l’Università degli Studi di Catania nell’a.a. 2007-08 con votazione 110 e lode e una media di 30/30 agli esami e, nel dicembre 2013, una laurea magistrale in Giurisprudenza all’Università di Pavia con votazione finale 105/110 e media degli esami di 28/30. Lucia Azzolina ha sempre rivendicato di essersi laureata a Pavia “mentre continuava ad insegnare, contemporaneamente, nelle Scuole secondarie di secondo grado” (dal 26 settembre 2008 ha ricoperto l’incarico di docente di storia e filosofia in alcuni licei di La Spezia e Sarzana).

Antonio Mazzeo 
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 23 luglio 2020 08:00:00 (3272 letture)

(Leggi Tutto... | 8416 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Esiti della Maturità 2020 all'Archimede di Rosolini: chi sono i centisti. Fieri di condividere l'elenco dei neodiplomati che hanno conseguito 100 e 100 e lode
Istituzioni Scolastiche
Rosolini - L'emergenza sanitaria del Covid19 ha lasciato un segno indelebile nell'animo degli studenti e delle studentesse dell'Istituto di Istruzione Secondaria Superiore "Archimede" di Rosolini. La situazione epidemiologica ha sovvertito le metodologie didattiche, a cui gli studenti hanno brillantemente risposto, riadattando con intelligenza e flessibilità le strategie e le tecniche di acquisizione dei saperi, rendendo possibile lo studio e gli approfondimenti disciplinari, oltre la metabolizzazione delle esperienze tecnologiche innovative che hanno permesso di ampliare le proprie conoscenze e capacità professionali. Il totale degli studenti che ha conseguito la maturità è di 119. Esiti encomiabili sono stati raggiunti dai discenti agli Esami di Stato 2019/2020, il loro successo ha ancor più valorizzato la testimonianza del lavoro svolto in équipe da un corpo docente professionalmente valido per tutti e tre gli indirizzi di studio: ...

Alessandra Brafa
Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia
Tessera n° 156308
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 19 luglio 2020 08:00:00 (1591 letture)

(Leggi Tutto... | 5385 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Gli Studenti licenziati con 100/100 e con 100/100 e lode del Liceo Cutelli di Catania
Istituzioni Scolastiche
Il rito si è compiuto anche quest’anno, per fortuna, nonostante tutto, nonostante i timori e la consapevolezza che non sarebbe stato in nessun modo uguale a prima. Lo sapevamo noi, gli adulti della Scuola, la Dirigente, il personale, insegnanti e genitori, che a nostro tempo abbiamo fatto gli “Esami di Maturità”, e lo immaginavano i nostri ragazzi senza avere idea di come sarebbe stato.
Ma le Studentesse e gli Studenti del Liceo Cutelli sono stati all’altezza della sfida e certamente con grande emozione  hanno affrontato e superato gli Esami che ancora rappresentano la chiusura di un ciclo   scolastico e formativo che apre il passaggio ad altri scenari di studio e di lavoro. Arrivare al traguardo per loro non è stato semplice, hanno subìto il distanziamento dai compagni e dai professori che, in molti casi, li hanno seguiti per cinque anni e li hanno visti crescere tra i banchi di scuola.

La Dirigente Scolastica
Prof.ssa Elisa Colella
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 15 luglio 2020 09:00:00 (1269 letture)

(Leggi Tutto... | 4682 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: 'Scrivere dritto su righe storte'
Redazione
E’ questo l’imperativo che dovranno applicare i Dirigenti scolastici al fine di assicurare un regolare avvio del nuovo anno scolastico.
Le Linee guida emanate dal Ministero, dense di fumo e di nebbia, delineano delle norme che non potranno essere attuate in alcuni contesti che presentano situazioni particolari, atipiche e speciali, gravati da situazioni contingenti di disponibilità di locali, condizionati dagli orari dei mezzi pubblici di trasporto, dalla carenza dei servizi aggiuntivi come mense, palestre, spazi esterni
Come già evidenziato anche dall’AGE (Associazione Genitori)  permangono dei  vincoli che di fatto rendono inapplicabile l’indicazione di “gruppi di non più di 10 alunni, ulteriormente ridotti  nella scuola dell’infanzia; ingressi  scaglionati,  soprattutto  nella  scuola  superiore,  per  ridurre l’affollamento  dei  mezzi  pubblici; aerazione  continua  degli  spazi  comuni  e  delle  palestre; invarianza degli organici di docenti e ATA (Ministero dell’Istruzione); obbligo della mascherina fino al raggiungimento del banco, 2mq di spazio individuale ad alunno, distanza fra docente e banchi di almeno 2 metri, per garantire le aree di passaggio (documento della Conferenza delle Regioni in data 11.6.2020)”

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 15 luglio 2020 08:00:00 (4082 letture)

(Leggi Tutto... | 16173 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Cosa sarà?
Redazione
che sarà
Con questa canzone di Dalla De Gregori in testa consideravo che sono giorni concitati e frenetici quelli che si stanno vivendo in questi giorni a scuola. Con la fase 3 le scuole ricominciano ad essere popolate da docenti (volenterosi) e personale e si sta cercando di capire, tra comunicati e piani con relativi allegati tecnici, come poter rientrare a settembre e riprendere a fare scuola in presenza. Gli esami di maturità nella scuola secondaria hanno fornito un test importante per capire determinati meccanismi e procedure da attuare per ottenere il distanziamento sociale ed evitare gli assembramenti.
Ma potrà bastare tutto ciò? A me pare, sia per esperienza personale che da ciò che leggo e vedo, che in molte scuole la tendenza è quella di cercare di modificare il minimo possibile l'esistente sia in termini di didattica che di organizzazione (fatto salvo quanto indicato nel piano con relativi allegati tecnici) per far sì di rientrare in quell'atavica attitudine che ci caratterizza e cioè "fare in modo che tutto cambi perché tutto resti uguale". E cosa abbiamo imparato allora?

Prof. Lorenzo Bordonaro
Postato da Andrea Oliva Domenica, 05 luglio 2020 10:00:00 (2347 letture)

(Leggi Tutto... | 8709 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Sogno di una notte di inizio estate tra esame di stato e ricordi di una ormai lontana ... Stoccolma
Redazione
Ogni tanto mi chiedo se sarai l’unica e a malincuore devo accettare l’insolita risposta, ma son certo che l’originalità disegnata dai tuoi stati d’animo e dell'imprevedibile essenza permetterà sempre e comunque di donare momenti pennellati da un irreale infinito

Ho sognato e ho inevitabilmente costretto a sognare con me almeno due classi di quinto anno, e forse anche qualcun'altro .... è ormai cosa risaputa, dopo tanta energia restano a terra anche o solo un mucchio di macerie, dipende da dove si inizia a guardare. Ma è proprio a partire dalle macerie che si ricostruisce, con maggiore consapevolezza e maggiore "maturità" un sentimento di condivisione reale, autentica in cui il tutto è molto di più della somma delle singoli parti.......
Pietro ha 18 anni. Oggi è davanti alla Commissione d'esame.....esami strani, quasi surreali per tipologia, durata, natura......surreali come le giornate trascorse a casa negli ultimi tre mesi a metà tra senso di impotenza per non poter fare ciò che si vorrebbe, tra piacevole relax per non avere l'obbligo degli orari, degli impegni, delle scadenze giornaliere, tra preoccupazioni per un anno scolastico dagli esiti più che mai incerti. Ma è proprio questa complessità, questo "tutto" irriducibile ad una definizione univoca di stato d'animo che rende unico il percorso di Pietro, ma, in fondo di ognuno di noi,chiamati a vario titolo a "fare scuola".

renata.baroni@isfrancescoredi.edu.it
michelangelo.nicotra@isfrancescoredi.edu.it
IIS Francesco REDI di Paternò
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 02 luglio 2020 09:00:00 (1944 letture)

(Leggi Tutto... | 12357 bytes aggiuntivi | Voto: 4.66)

Voce alla Scuola: Compiègnie, l’esame di Stato e la vita che verrà ...
Redazione
Cos’è Compiègne? Compiègne è al di là del bene e del male. Compiègne è un mito. Compiègne è una metafora. Desiderio irrinunciabile di riscatto e di rivincita, di affrancamento e di emancipazione, di redenzione e di liberazione. E di giustizia. Perché solo chi ha la percezione d’aver subito un’ingiustizia può alzare le barricate per combattere l’Ingiustizia, con determinazione, con ferocia, con tenerezza, con indulgenza. L’ingiustizia è come una morsa, se stringe ti stritola e ti può anche “uccidere”, ma se gli dai spazio, respiro, se la combatti con gentilezza e intelligenza, con “speranza e carusanza”, ti fa sentire un altro. E le ingiustizie fanno d’un ragazzo un uomo, ed un uomo più uomo. La giustizia è come una notte dura d’inverno, come una mattina di pioggia, come un cavallo cocciuto, che conosce il sentiero e lo percorre, sino in fondo. Un’ora d’esame che m’è sembrato un minuto, e mentre parlava e rispondeva a tutte le domande, io ripensavo a uno, due, mille momenti della vita di prima, e come un “lungo miglio”, come il corridoio del film “la famiglia” di Ettore Scola, rivedevo i giochi e gli scarabocchi tracciati nel suo “ufficio”, e tutte le volte che l’ho aspettato, e tutte le nottate di studio, come presagi di futuro, come premesse di magnifici risvegli, come sequenze di giorni migliori e di lunghissimi sentieri.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Giovedì, 02 luglio 2020 09:00:00 (1957 letture)

(Leggi Tutto... | 4984 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: All’Istituto paritario S. Maria della Mercede di S Agata Li Battiati, la pagella e un CD ricordo dell’anno Covid-19
Redazione
La “casa” è stato il tema didattico scelto per l’anno scolastico 2019-2020 ed ha accompagnato le diverse fasi della programmazione didattica.
I temi del percorso educativo hanno seguito le diverse azioni didattiche, dando unità ai progetti sviluppati nelle singole classi.
Nel mese di marzo oltre che un valore simbolo, la casa è diventata segno concreto e vissuto a causa della pandemia per il Covid-19.
Chi l’avrebbe immaginato che la casa, luogo ideale di affetti e di sentimenti, diventasse operativamente anche luogo e spazio di apprendimento scolastico, aula virtuale e scuola di vita?
I docenti hanno lavorato intensamente e utilizzando la didattica a distanza, hanno reso attivi e impegnati nello studio i ragazzini, i quali hanno ben utilizzato il tempo di “segregazione domestica” condividendo nuove esperienze di vita familiare.
 
Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 01 luglio 2020 08:00:00 (1058 letture)

(Leggi Tutto... | 8032 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Scuola, pubblicati i risultati della mobilità dei docenti: soddisfatto oltre il 55% degli insegnanti. Per 8.000 ok a spostamento in altra Regione. Azzolina: “Importante aver garantito la procedura. Ora avanti con le assunzioni”
Ministero Istruzione e Università
Oltre il 55% delle richieste soddisfatte. È il dato che emerge dall’analisi degli esiti della mobilità dei docenti per l’anno scolastico 2020/2021 pubblicati oggi. Quest’anno sono state 108.676 le domande elaborate, di cui 90.306 per la mobilità territoriale e 18.370 per quella professionale. Oltre 96mila i docenti effettivamente coinvolti – al netto delle domande non accoglibili - 78.881 le donne e 17.696 gli uomini. Le domande soddisfatte a livello nazionale sono state 55.008, pari a oltre il 55% del totale dei docenti che hanno partecipato alla mobilità ordinaria. Nel dettaglio, sono state accolte 49.053 domande di mobilità territoriale, il 54,3% di quelle presentate, per un totale di 8.000 spostamenti circa fuori regione garantiti agli insegnanti.
“Aver garantito la procedura mobilità è stato importante e non scontato, dato che eravamo in piena emergenza sanitaria - sottolinea la Ministra Lucia Azzolina -.  Il Ministero ha svolto un grande lavoro, ha supportato il personale, ha portato avanti un’operazione normalmente ordinaria in tempi straordinari. Oggi questo risultato può sembrare scontato, ma ricordo che qualche mese fa non era considerato tale. Abbiamo garantito i diritti degli insegnanti, per 8mila di loro c’è uno spostamento fuori Regione che significa riavvicinamento a casa. Ora lavoriamo per le assunzioni da fare questa estate anche in vista della ripresa di settembre”.

Il Ministro

Lucia Azzolina

Postato da Andrea Oliva Martedì, 30 giugno 2020 08:00:00 (1011 letture)

(Leggi Tutto... | 4322 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il Piano Scuola 2020-2021 e la 'verità nascosta'
Sindacati
Oh autonomia scolastica, oh antipatica, odiata, insopportabile autonomia, finalmente qualcuno si accorge che davvero esisti! Finalmente qualcuno scrive che senza di te non sarà possibile ripartire a settembre! Nel "Piano Scuola 2020-2021", la Ministra, il Governo e le Regioni sottoscrivono il Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione" accorgendosi che davvero esisti ed hai il volto di tutte le componenti della comunità educante, nella complessità dei suoi protagonisti a tutti i livelli, nei volti di donne e uomini che fanno dell’istruzione e della formazione l’impegno etico e professionale di vita.
Un intero paragrafo è dedicato alla "Valorizzazione delle forme di flessibilità derivanti dall'Autonomia scolastica". Nella scuola della convivenza con Covid 19, ci si accorge - finalmente - della NECESSITA' di mettere in campo una "riflessione organizzativa e didattica in grado di non disperdere quanto le scuole sono riuscite a realizzare, valorizzando gli ambiti dell'autonomia scolastica e fornendo loro spazi di coordinamento finalizzati a coinvolgere i diversi attori in un rinnovato patto di corresponsabilità educativa". Eureka, direbbe il buon Archimede!

Per ANCODIS
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 28 giugno 2020 09:00:00 (2222 letture)

(Leggi Tutto... | 9231 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Lettera alla comunità scolastica per la riapertura delle scuole a settembre
Ministero Istruzione e Università
“Un bambino, un insegnante, un libro e una penna
possono cambiare il mondo.”
Malala Yousafzai
L’emergenza sanitaria che il Paese ha attraversato in questi mesi e che ancora non ha terminato di dispiegare i propri effetti ha inciso profondamente sulla vita di tutti. Otto milioni di studentesse e di studenti hanno dovuto lasciare le loro aule, ex abrupto, per vivere una scuola diversa, una scuola da casa. Non era mai successo prima. Grazie allo sforzo dei docenti, dei dirigenti scolastici, del personale ATA, di tanti dipendenti dell’Amministrazione ministeriale, centrale e territoriale, delle famiglie, che hanno dato un grande contributo, la scuola non li ha mai lasciati soli, non si è fermata. La comunità scolastica ha mostrato di essere un tessuto vivo e reattivo. In poche settimane, infatti, il sistema di istruzione italiano ha reagito, ha affrontato una crisi senza precedenti mettendo in piedi quasi da zero - perché praticamente da zero siamo partiti, anche a causa dei cronici ritardi del nostro Paese nei processi di formazione e digitalizzazione - la propria risposta in termini di didattica digitale a distanza. Con una rinnovata collaborazione fra Ministero dell’Istruzione e RAI sono stati messi a disposizione contenuti televisivi e programmi dedicati, anche in diretta, per integrare l’offerta. Un lavoro che non era mai stato fatto prima e che resterà anche per il futuro, anzi andrà implementato. Un patrimonio di esperienze e competenze di cui andare fieri e da non disperdere assolutamente: rappresenta un’eredità importante per il futuro.

Il Ministro
Lucia Azzolina
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 27 giugno 2020 14:00:00 (1050 letture)

(Leggi Tutto... | 14408 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Le linee guide che spezzano la scuola, non la riaprono
Attività parlamentare
Le cosiddette “linee guida” per il prossimo anno scolastico della ministra Azzolina sono un documento desolante, logico esito di mesi di confusione, irresponsabilità, propaganda e adesione alle peggiori idee di controriforma della scuola - Ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI. Un documento che mira a spostare lontano dal ministero le responsabilità per una situazione gravissima, un documento che cerca di coprire l’assenza delle scelte di investimento necessarie e, insieme a ciò, un documento che colpisce al cuore il diritto allo studio, la funzione docente, le condizioni di lavoro, il senso culturale stesso della scuola.

pcistruzione@libero.it
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 25 giugno 2020 08:00:00 (1231 letture)

(Leggi Tutto... | 2399 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Logistica del rientro a scuola dopo il lockdown. Proposte per una scuola di qualità in tempo di Covid-19
Comunicati
Quelli che seguono sono suggerimenti operativi per il rientro a scuola permanendo la pandemia Covid-19. Volutamente, non si entra nel merito della necessità di un pronto rientro a scuola per tutti i nostri giovani, che certo è unanimemente condivisa, né della necessità di sostenere i genitori che lavorano quando il figlio è in Didattica a distanza. Ci si limita a esporre alcuni accorgimenti e procedure che possono rendere più agevole la riapertura delle scuole, nel rispetto delle regole e dei limiti vigenti e del diritto alla salute di ciascuno. Un elenco non esaustivo, che invitiamo a utilizzare come punto di partenza per altre e più approfondite riflessioni. Questa ipotesi può essere applicata in qualsiasi contesto scolastico. VINCOLI
La nostra riflessione è partita dall’analisi dei vincoli esistenti: gruppi di non più di 10 alunni, ulteriormente ridotti  nella scuola dell’infanzia, ingressi  scaglionati,  soprattutto  nella  scuola  superiore,  per  ridurre l’affollamento  dei  mezzi  pubblici, aerazione  continua  degli  spazi  comuni  e  delle  palestre, pulizia approfondita, specie delle superfici di contatto (documento del Comitato tecnico scientifico del 28 maggio 2020 in merito alle ripresa delle attività didattiche); invarianza degli organici di docenti e ATA (Ministero dell’Istruzione); obbligo della mascherina fino al raggiungimento del banco, 2mq di spazio individuale ad alunno, distanza fra docente e banchi di almeno 2 metri, garantire le aree di passaggio (documento della Conferenza delle Regioni in data 11.6.2020).

Per informazioni: 328 8424375 – rita.manzani@age.it
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 24 giugno 2020 07:00:00 (1560 letture)

(Leggi Tutto... | 13831 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: La mia notte prima degli esami
Redazione
E poi arriva la notte prima degli esami. Arriva anche in questo difficile anno scolastico. Arriva all’improvviso, così, senza che neppure ce n’accorgiamo, arriva in un battibaleno, come tutte le cose che s’aspettano con ansia, con agitazione e con turbamento, arriva subito, arriva e basta. L’abbiamo aspettata lungamente, da tempo immemorabile, che ci sembrava irraggiungibile. Forse è arrivata troppo in fretta, come tutte le cose “che non vediamo l’ora che arrivino”, o forse troppo tardi (ma il tempo è galantuomo, e saprà riporre ogni cosa a suo posto!). Ma è arrivata la “fatidica e mitica” notte prima degli esami, in questo tempo sospeso, tra la paura d’uscire di casa e la voglia di abbracciare, in questo anno storico e incredibile, tra chi vuole gli “esami online” e chi li vuole “in presenza”, e sarà comunque un esame unico e irripetibile per la storia della scuola italiana. Ma questa non sarà una notte prima degli esami uguale a tutte le altre, “come un anno non è uguale a un altro anno”, come “non semu tutti ‘i stissi”. Non è una notte silenziosa, traditrice, misteriosa, non è una notte da lupi, una notte di luna piena, una notte d’aver paura. “Questa notte è ancora nostra”,… e sarà nostra per sempre, custodita come un bene prezioso, nei luoghi più ameni e segreti dell’anima, ci terrà compagnia, come un cofanetto di segreti, carica d’emozioni, “di lacrime e preghiere”, e di ricordi.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Domenica, 14 giugno 2020 12:41:06 (1856 letture)

(Leggi Tutto... | 5485 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: Anna Giuffrida, dirigente dell’I.C. 'Pizzigoni-Carducci', a conclusione del servizio regala un defibrillatore alla scuola che lascia
Redazione
Scende il sipario sull’anno scolastico che dal mese di marzo è stato interrotto e gestito “a distanza” con notevoli difficoltà e complessità, ma… finalmente è terminato!.
La ruota del tempo non si ferma e a conclusione dell’anno sono molti i docenti e il personale della scuola che terminano gli anni di servizio attivo e beneficiare della meritata pensione.
La festa del pensionamento è stata sempre un momento particolare della vita scolastica che prevedeva i saluti, i ringraziamenti, i ricordi degli anni trascorsi insieme, e tanta commozione.
Quest’anno le norme di prevenzione del Covid-19 hanno bloccato anche questo momento di socializzazione, caratterizzante lo stile familiare della “comunità scolastica”.
La dirigente dell’Istituto comprensivo Pizzigoni-Carducci, Anna Giuffrida, a conclusione del servizio attivo, consapevole che “Si va in pensione da un ufficio e non da un amore”, non potendo organizzare la tradizionale festa del saluto per il pensionamento, ha destinato la somma per l’acquisto di un defibrillatore, dispositivo salvavita che riconosce le alterazioni del ritmo della frequenza cardiaca, molto utile come dotazione della scuola per le attività sportive e le emergenze sanitarie.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Domenica, 14 giugno 2020 08:15:00 (1974 letture)

(Leggi Tutto... | 6046 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Settembre nero. Possibile una scuola rinnovata? Avanti, adagio, quasi indietro
Redazione
Il decreto che regolamenta l’avvio delle lezioni a settembre ha creato non poche perplessità tra i Dirigenti che hanno la responsabilità di organizzare “in sicurezza” la scuola per un sereno svolgimento delle attività didattiche per il nuovo anno scolastico.
Sono molti i rischi e le preoccupazioni perché la complessità delle norme scritte richiede risorse economiche che non ci sono, strutture e spazi che non si possono inventare dall’oggi al domani, cambiamento di stile di lavoro che non si ottiene con la bacchetta magica.
L’organico dell’Istituto necessariamente dovrà essere potenziato. Come? Quando?   Sono questi interrogativi che fanno pensare e diventano barriere e ostacoli per le possibili soluzioni.
Un’antica massima saggiamente descrive il presente della scuola italiana: “Avanti adagio, quasi indietro”.
C’era una volta la scuola a dimensione comunitaria, con poche classi e non numerose e piccole scuole ben governate, (dieci anni fa erano 12.000 le scuole, ora sono ridotte ad 8.000)

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 08 giugno 2020 08:05:00 (1061 letture)

(Leggi Tutto... | 9537 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Lettera ad una professoressa
Redazione
Il titolo del famoso libro scritto da Don Milani che venne pubblicato nel 1967 e che oggi rappresenta un'accusa verso la scuola italiana e che  presenta significativi insegnamenti e modelli di diligente azione educativa , ben si addice alla lettera spontanea e sincera che Gabriele Ricca , studente della 4^ B Elettronica dell’Istituto superiore Belpasso, ha indirizzato alla   sua docente di matematica, prof.ssa Angela Giardinaro,  che quest’anno conclude il servizio attivo nella scuola, senza i tradizionali momenti di festa di pensionamento.
E’ una testimonianza che conferma come i piccoli semi messi a dimora nel cuore e nelle menti dei ragazzi germogliano fiori profumati di bontà e di valore.  

Professoressa
in questi mesi più che mai ho capito che se il cuore vuole dire qualcosa, che sia un ti voglio bene o altro, lo si deve fare perché il tempo va via velocemente e a proposito di ciò volevo spendere due parole per Lei.
Senza dilungarmi troppo,  desidero solamente ringraziarLa in generale; per quanto riguarda la crescita didattica, ma soprattutto per  la mia crescita personale a cui ha contribuito tantissimo.
Vuole o non vuole abbiamo passato due anni  insieme ed è molto più tempo di quanto io passi con la mia famiglia...

Gabriele Ricca della 4^ B elettronica
Istituto superiore Belpasso
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 05 giugno 2020 08:00:00 (864 letture)

(Leggi Tutto... | 9433 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: I RAGAZZI SINDACI CANTANO “VA’ PENSIERO”
Redazione

Il preside Giuseppe Aderno', nella qualità di coordinatore dei Consigli Comunali dei Ragazzi, ha scritto al Presidente della Repubblica per manifestare a nome dei Ragazzi Sindaco " vivo apprezzamento e grande stima per il messaggio di unità morale" e per esprimere con parole semplici un concetto ribadito a carattere cubitali "SIAMO FIERI DI LEI". Un legame profondo quello tra il Coordinamento  dei Consigli Comunali dei Ragazzi e il Quirinale, sancito da tante e innumerevoli iniziative comuni e che prevedeva dall'1 al 3 giugno un nutrito e fitto calendario di impegni della delegazione che doveva essere presente a Roma. Quindi si esprime nella missiva il dispiacere per l'annullamento del programma , a causa della pandemia , e per mancata parata del 2 Giugno ai Fori imperiali in occasione della Festa della Repubblica, dove i Ragazzi Sindaci avrebbero sfilato davanti al Presidente Mattarella e alle massime Autorità dello Stato. Il vulcanico e attivo Dirigente scolastico non si è perso d 'animo e ha portato avanti lo stesso il programma che si era proposto, in cui tra l'altro si è realizzato un video, inviato anche a Sergio Mattarella, dove si esibisce il coro interscolastico "Vincenzo Bellini" nel celebre “Va’ Pensiero” dal Nabucco di Verdi,  diretto dal M° Daniela Giambra , corista del Teatro Massimo Bellini e dal M° Alessandro Vargetto, che è l'autore del video, coinvolgendo in questa splendida esperienza anche i genitori.

Rosario Sorace

Postato da Andrea Oliva Venerdì, 05 giugno 2020 07:55:00 (886 letture)

(Leggi Tutto... | 6518 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Maggio dei libri web per il liceo G. Lombardo Radice di Catania A spasso con lo stupor mundi
Istituzioni Scolastiche
Lunedì 25 maggio alle 11.30, grazie alla piattaforma gsuite meet del Liceo "G. Lombardo Radice" di Catania, nell'ambito del "Maggio dei libri" (iniziativa promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali (MiBACT) e dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR), Diego Magnano, dott. ing. scrittore ha tenuto un seminario dal titolo: “A spasso con lo Stupor mundi: tra letteratura, architettura, storia, archeologia e misteri”.
I lavori sono stati introdotti dal dirigente scolastico Professoressa Pietrina Paladino e moderati dalla professoressa Marcella Labruna, referente del progetto. Il tema di fondo, scelto tra quelli proposti dal "Maggio dei libri" per l'anno in corso per avvicinare gli studenti alla riflessione attraverso la lettura, è "#seleggoscopro, sintetizzato per la piattaforma del Miur in "A Spasso con lo stupor mundi”

Il referente del progetto
prof.ssa Marcella Labruna
Postato da Andrea Oliva Martedì, 26 maggio 2020 10:45:41 (1491 letture)

(Leggi Tutto... | 11215 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: 23 maggio 2020 giornata della legalità.
Redazione
Rispondendo all’invito a celebrare la  GIORNATA DELLA LEGALITÀ in maniera virtuale i  Ragazzi Sindaci con la fascia tricolore  nelle rispettive sedi  e Comuni hanno promosso degli eventi, messaggi, video, cantando  l’INNO DELLA LEGALITÀ composto dal M° Alberto Tomarchio del Teatro Massimo Bellini di Catania  in collaborazione con il  Coro Interscolastico “Vincenzo Bellini” di Catania, diretto dal M° Daniela Giambra.
I Ragazzi del CCR di Zevio (Verona) in preparazione  del GEMELLAGGIO  con la delegazione del CCR di Sicilia che si sarebbe dovuto compiere il 15 -18 marzo - incontro che non   si è potuto realizzare per la diffusione della pandemia Covid-19 - hanno predisposto un originale  lavoro di ENIGMISTICA DELLA LEGALITÀ che  in 11 pagine intreccia esercizi di cruciverba, acrostici, parole giuste al posto giusto, crucipuzzle sui personaggi, eventi, date, collegate alla strage di Capaci e ai diversi aspetti della legalità.
Non potendo partecipare al solenne corteo del 23 maggio a Palermo,  in maniera virtuale il 23 maggio alle ore 17,58, saranno spiritualmente presenti  e vicini alla cerimonia di omaggio e ricordo delle Vittime della mafia,  presso l’albero Falcone.
redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Sabato, 23 maggio 2020 08:00:00 (893 letture)

(Leggi Tutto... | 6504 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Lettera al Presidente del Consiglio da parte dei RAGAZZI SINDACI. Gradito cortese riscontro
Istituzioni Scolastiche
Catania 18  MAGGIO  2020
Ill.mo  Avv. Giuseppe Conte
Presidente del Consiglio dei Ministri
Palazzo Chigi

ROMA

download: Lettera al Presidente del Consiglio

Giuseppe Adernò
Coordinatore CCdR
Postato da Andrea Oliva Martedì, 19 maggio 2020 10:02:22 (906 letture)

(Leggi Tutto... | 2164 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Convitto Cutelli, dalla fase dell’emergenza alla riapertura
Istituzioni Scolastiche
Il Convitto catanese, nella sua peculiarità di unico istituto verticale per la Sicilia Orientale, con la sua scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado, non si è mai fermato in questi mesi di emergenza covid.
All’indomani del 4 marzo, ultimo giorno di scuola in presenza, il Dirigente, Prof. Stefano Raciti  e lo staff di dirigenza, hanno subito provveduto al riadattamento della didattica in modalità dad, partendo dal Liceo Europeo, riorganizzando ben 42 ore settimanali, consentendo l’accesso in piattaforma G-suite di docenti, educatori e alunni.
La programmazione didattica del Liceo Europeo è stata rimodulata garantendone la valorizzazione, per ogni singola disciplina, dell’attività laboratoriale che lo contraddistingue, grazie all’impegno profuso di tutti i docenti, dei conversatori di madrelingua che affiancano i docenti di lingua inglese e francese, degli educatori tutor, figure uniche nel panorama scolastico, che affiancano le classi, rivestendo il ruolo di punto di riferimento per alunni e docenti, specie in questo particolare periodo di mancata fisicità nelle relazioni interpersonali.

Prof.ssa Cinzia Nigro


Postato da Andrea Oliva Lunedì, 11 maggio 2020 08:00:00 (2218 letture)

(Leggi Tutto... | 6963 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: A settembre classe divisa ma unita. Proposta di didattica intensiva e modulare
Redazione
“Scrivere dritto su righe storte” non è solo uno slogan, né una formula  magica, ma è una regola dettata dal bisogno del docente educatore, il quale intende ricercare il miglior bene per i suoi studenti, impegnandosi ad accompagnarli nel processo di crescita e di formazione.
In vista dell’avvio dell’anno scolastico, dopo la chiusura per il Covid-19, la Ministra Azzolina rispondendo ad un’intervista ha avanzato la proposta di dividere la classe in due gruppi e alternare didattica frontale e a distanza, per garantire il distanziamento fisico e prevenire occasioni di contagio.
 Era questa una delle indicazioni formulate e pubblicate alcuni giorni fa in questo sito nell’articolo: “Sognando una scuola secondaria rinnovata Proposta di didattica flessibile, modulare e intensiva (almeno) per le prime classi”.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Martedì, 05 maggio 2020 08:00:00 (1623 letture)

(Leggi Tutto... | 12309 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Restiamo uniti, ora più che mai! e umani. Pensieri di-versi per di-vertimento al tempo del coronavirus
Redazione
E così, addio calorose strette di mano, abbracci e baci sorgenti da calore umano, gesti ineguagliabili, noti solo a chi ha veramente amato; ingorghi di macchine ruggenti per le strade, e vocio di gente sorridente ai mercati nei banconi tra le merci frugante, come branchi di pecore pascenti; addio! Quanto è triste il passo di allontanarsi, specie per chi è cresciuto tra voi, care abitudini; addio! Palestre e bar, cinema e teatri, e pizzerie, e balli e passeggiate in dolce e cara compagnia a mare o in montagna; addio ! Quello che dava a noi tanta giocondità non c'è più, sollazzo e riso sono scomparsi; addio! Orfani ancor gran tempo resteremo; ci preme ansia e paura e un animo turbato che teme, e si prefigura un soggiorno, su questo pianeta chiamato Terra, non tranquillo e pieno di incognite.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Domenica, 03 maggio 2020 10:00:00 (1374 letture)

(Leggi Tutto... | 2480 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: 25 aprile a Bronte.
Redazione
L’Amministrazione comunale di Bronte con il Sindaco Graziano Calanna e l’assessore all’Istruzione  Ketty Liuzzo hanno deposto la corona d’alloro al monumento dei Caduti in piazza Spedalieri.

Il sindaco dei ragazzi di Bronte, Noemi Costanzo della classe VD del CD “Mazzini”, ha letto e poi deposto la poesia “La madre del partigiano” di Gianni Rodari.

redazione@aetnanet.org

Postato da Andrea Oliva Lunedì, 27 aprile 2020 15:21:25 (1798 letture)

(Leggi Tutto... | 3100 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: SOGNANDO UNA SCUOLA SECONDARIA RINNOVATA. Proposta di didattica flessibile, modulare e intensiva (almeno) per le prime classi
Redazione

In vista del nuovo anno scolastico si pensa e si sogna una scuola nuova o rinnovata.
Si parla di un ritorno a scuola con doppi turni, con misure sul distanziamento, con la ricreazione e la mensa a piccoli gruppi, e con metodi d’insegnamento che prevedono metà classe presente e metà on line. La DaD (didattica a distanza) nuova sigla introdotta nel lessico scolastico non si fa utilizzando il modello d’insegnamento in presenza: appello, interrogazioni, compiti e ore di video lezioni.
L’intervento educativo e didattico a distanza dovrebbe incontrare il vissuto degli studenti e aiutarli a sviluppare pensieri e idee, non solo continuare il programma interrotto per la chiusura forzata della scuola. 

A settembre ci sarà la necessità di riprendere i temi portanti delle varie discipline, verificare l’acquisizione delle competenze relative ai contenuti dell’anno trascorso da sommare a quelle dell’anno scolastico 2020-2021 che prende avvio con non poche difficoltà organizzative, igieniche, di organico del personale e possibilità di sviluppo.



Giuseppe  Adernò

Postato da Andrea Oliva Lunedì, 27 aprile 2020 14:56:48 (1408 letture)

(Leggi Tutto... | 22457 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: SOGNANDO UNA SCUOLA RINNOVATA. Proposta di nuovo regolamento per alunni e docenti
Redazione
Dopo il Covid-19 nulla tornerà come prima, come quasi tutti ritengono, ed anche la scuola italiana sarà diversa.
Tante sono ancora le domande sul tappeto, ma al momento senza risposta.
Se la comunità scolastica è costituita da persone che pensano e cercano il miglior bene per gli studenti ecco alcuni suggerimenti che tendono a “riscrivere la storia”, a “scrivere diritto su righe storte”, a cogliere dal negativo del blocco della pandemia un’opportunità di rinascita e di rinnovamento.
Come diceva il filosofo tedesco George Christophe Lichtenberg “Io non so se le cose andranno meglio, quando andranno diversamente, ma una cosa è certa: andranno diversamente”.
Saranno pronti gli operatori scolastici a rendere la scuola diversa, nuova, efficiente?
Nei prossimi quattro mesi estivi che ci separano dall’inizio del nuovo anno scolastico2020-2021 e dalla ripresa delle attività didattiche, occorre preparare e predisporre il necessario per l’avvio.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Lunedì, 27 aprile 2020 08:00:00 (1479 letture)

(Leggi Tutto... | 5744 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Omaggio alla Bandiera il 25 aprile
Istituzioni Scolastiche

Omaggio alla Bandiera il 25 aprile

Verde, bianco e rosso
stando a casa evitiamo un guaio grosso!
Non ci costa niente
aspettare che ciò finisca immediatamente.
Pensiamo all'ambiente,
che a causa nostra è morente...
Ma non disperiamoci,
piuttosto che litigare, amiamoci!
Il mondo adesso sta meglio
ed è tutto un nuovo risveglio.
Presto ritorneremo a scuola
e rivedremo gli amici.
Sarà tutto più bello!
Saremo tutti felici!

Poesia di Elena Platania
Sindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi
V elementare CD Belpasso

redazione@aetnanet.org




Postato da Andrea Oliva Domenica, 26 aprile 2020 08:00:00 (1418 letture)

(Leggi Tutto... | 4558 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: In ricordo dei caduti il 25 aprile
Redazione

Domani in molti comuni del Piemonte verrá letta dai Sindaci e alla stessa ora, una poesia scritta durante la guerra da un prigioniero.
Il Sindaco di Maletto, Giuseppe De Luca  con il Sindaco  dei Ragazzi  alle ore 12,00 leggeranno una poesia di G. Rodari
Invitiamo i Sindaci e i Ragazzi Sindaci della Sicilia a leggere la stessa poesia.

LA MADRE DEL PARTIGIANO
G. Rodari

Sulla neve bianca bianca
c’è una macchia color vermiglio;
è il sangue, il sangue di mio figlio,
morto per la libertà.
Quando il sole la neve scioglie
un fiore rosso vedi spuntare:
o tu che passi, non lo strappare,
è il fiore della libertà.
Quando scesero i partigiani
a liberare le nostre case,
sui monti azzurri mio figlio rimase
a far la guardia alla libertà.

Sarà gradito ricevere notizia in quanti comuni questa iniziativa viene realizzata

Inviare e mail  ccr.consiglio.ragazzi@gmail.com

redazione@aetnanet.org

Postato da Andrea Oliva Sabato, 25 aprile 2020 09:00:00 (980 letture)

(Leggi Tutto... | 5870 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: GIORNATA NAZIONALE della GRATITUDINE. Proposta del Parlamento della legalità.
Redazione
Per non dimenticare i "santi della Porta accanto ", i medici gli infermieri, i sacerdoti che si sono dedicati all’assistenza degli ammalati di COVID-19, che hanno abbracciato la sofferenza  e il  dolore struggente causato dal  virus micidiale, il Parlamento della Legalita' Internazionale - movimento interconfessionale e interreligioso, oltre che apartitico-  ha chiesto a Sua Santità Papa Francesco e al Presidente della Repubblica. Sergio Mattarella di voler istituire a partire dal prossimo anno la "GIORNATA DELLA GRATITUDINE ".
Come ha scritto il Presidente , Nicolò Mannino, “Non possiamo solo commuoverci e dare sfogo a commenti di commiserazione, il dolore non si commenta, si vive e si incide nel cuore di chi "non deve dimenticare "
Il Coordinamento dei  Ragazzi Sindaci e dei Consigli Comunali dei Ragazzi,  che ha già promosso l’Ambasciata del Dono, insieme ad altre  Ambasciate, Associazioni e Movimenti si uniscono all’istanza del Parlamento della legalità, dando voce e impulso a questa iniziativa che non ha nessun colore di appartenenza, se non i battiti di un cuore di chi sa dire semplicemente "Grazie "-
E’ importante non dimenticare.  Fermarsi un giorno e condividere il valore della  Gratitudine verso coloro che hanno fatto con amore speciale il proprio dovere, in un  momento storico difficile e delicato ed alcuni ci hanno anche rimesso la vita , è proprio un dovere che interpella tutti.
La “Giornata nazionale della gratitudine per il COVID-19” il prossimo anno sarà un appuntamento da vivere con intensità e attivando una condivisa sensibilizzazione.

Giuseppe Adernò 
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 24 aprile 2020 08:00:00 (1032 letture)

(Leggi Tutto... | 5360 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il Consiglio dei Ragazzi di Vittoria promuove una rete di SOLIDARIETA’ per il Coronavirus
Redazione

Le Scuole, Istituzioni e Associazioni, in Rete per il percorso di Formazione  “Questioni di Genere – La Scuola non Tratta”,
Su proposta dell’I.C. San Biagio, di Vittoria, il Consiglio Comunale dei Ragazzi, impegnato nella “ricerca del bene comune”, ha avviato la costituzione di una rete di solidarietà che ha coinvolto le altre istituzioni scolastiche del territorio, enti e associazioni per rispondere alle emergenze che la pandemia del Coronavirus ha determinato nella comunità cittadina.

La rete di scuole e associazioni impegnata nel percorso di Formazione sui temi della pedagogia della differenza, con il titolo “Questioni di Genere – La Scuola non Tratta” si è aperta al territorio, rendendo viva e attiva la presenza delle istituzioni, mediante l’iniziativa di raccolta fondi da destinare all’Ospedale “Guzzardi” di Vittoria per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

La prima risposta generosa è pervenuta da uno studio di commercialiste e finora la somma raccolta ha raggiunto la quota di 2.500 euro e durerà fino al 20 aprile.

Insieme alle istituzioni scolastiche: “San Biagio”. “Mazzini”, ”Rodari”, “Fermi”, “Portella della Ginestra”, “Siascia”Marconi”, “Sacro Cuore”; la Fondazione “Turrisi Colonna; le associazioni “Donne del Sud”, “Filo di seta”; i clubs service, Fidapa   Soroptimist e Inner Wheel, insieme hanno costituito una rete di solidarietà che rende concreta la speranza che il virus si può vincere e ciascuno apporta il personale contributo, rendendosi presente e utile con il proprio piccolo dono.

Significativa l’espressione del manifesto. “Se si sogna da soli, è solo un sogno, se si sogna insieme, è realtà che comincia”.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Sabato, 18 aprile 2020 11:05:17 (1114 letture)

(Leggi Tutto... | 7356 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: La grande proletaria (digitale) si è mossa
Opinioni
Già circa quaranta giorni sono trascorsi dalla chiusura delle Scuole sull'intero territorio nazionale, causa coronavirus, e noi docenti siamo pronti ad una riflessione sui metodi ed i mezzi scesi in campo per affrontare l'emergenza. La prima, epidermica sensazione è che, ad oggi, fatta eccezione che per le mere petizioni di principio, il sostegno del Governo e del MIUR sia stato (e continui ad essere) quasi invisibile. Tutto è ricaduto sulle spalle larghe di Dirigenti scolastici, di ATA, di insegnanti, delle famiglie. Una specie di "armata Brancaleone" si è radunata, con il suo portato di competenze raccogliticce e difformi, ma con uno straordinario entusiasmo e spirito di sacrificio, con vero eroismo. La Scuola si è "reinventata": dalle realtà più grandi delle metropoli ai piccoli Istituti di paese, nessuno si è tirato indietro, con quello che ha potuto: tablet, computer, smartphone, telefono tradizionale. Tutti ci siamo attivati, dai docenti che bazzicavano da anni con le TIC a chi si barcamenava a stento con WhatsApp per comunicare tramite videochiamata con nipotini lontani: tutti!
È proprio il caso di dirlo, parafrasando un'immagine suggestiva: "la grande proletaria (digitale) si è mossa".

Maria Làudani
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 17 aprile 2020 08:00:00 (1638 letture)

(Leggi Tutto... | 10027 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Stefano Suraniti nuovo direttore dell'Ufficio scolastico regionale
Redazione
Dopo un anno di vuoto, il Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha nominato il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale di Sicilia, trasferendo a Palermo il dott. Stefano Suraniti, ex provveditore di Torino.  Originario di Troina, Classe 1979, è il più giovane direttore regionale. Ha conseguito la Laurea  in Economia e commercio all’Università di Catania e dal 2004 al 2010 è stato funzionario presso l’Agenzia delle entrate del capoluogo etneo. Nel 2010 ha vinto il corso-concorso per dirigenti della Pubblica amministrazione, occupando il ruolo di Dirigente dell'UST du Torino. La nomina era già stata annunciata del Ministro Lorenzo Fioramonti per la soluzione del caso della professoressa Rosa Maria Dell’Aria, la docente dell’istituto tecnico industriale Vittorio Emanuele III di Palermo, sospesa per due settimane nel maggio scorso perché i suoi alunni accostarono le leggi razziali al decreto sicurezza di Salvini.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Venerdì, 17 aprile 2020 07:00:00 (1762 letture)

(Leggi Tutto... | 3238 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Coronavirus: l’Italia si chiude in casa e si reinventa
Opinioni
Mi viene in mente una frase di Primo Levi, il quale, riferendosi alla tragedia dell'Olocausto, ha scritto: comprendere è impossibile, conoscere indispensabile. Non si possono dimenticare i momenti forti, drammatici, che la vita ci riserva, non si può dimenticare l'angoscia che ti divora e l'ansia che prende il sopravvento, non si può dimenticare la paura che incombe. Così come non si possono comprendere un evento, una sensazione, uno stato d'animo, se non si provano in prima persona. Ma è bene conoscere, anzi, doveroso. Dunque è bene raccontare, testimoniare. Raccontare oggi per capire domani, per informare, per lasciare sui libri di scuola la storia di questa catastrofe collettiva, che colpisce come un fulmine a ciel sereno, che ti costringe a casa e ti tiene distante dai colleghi, dagli amici e, questa la vera tragedia, anche dai tuoi familiari. Il nemico invisibile ha separato nonni e nipoti, mogli e mariti, docenti ed alunni, e ci lascia col fiato sospeso senza ancora nessuna certezza, se non quella che non si tratta di una normale influenza, che occorre attendere un'inversione di tendenza e che, fatti eccezione i motivi strettamente necessari, si rimane in casa. E qui viene la parte più bella, quella che ad ordinanza appena sfornata spaventava tutti, tutti noi che, abituati a ritmi frenetici, guardavano con paura, attoniti, increduli, l'idea di non dovere più uscire.

Cristina Pettinato
Scuola Secondaria di I grado “Dante Alighieri”  Catania
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 13 aprile 2020 09:00:00 (1817 letture)

(Leggi Tutto... | 5691 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Dico e mi contraddico: Un insegnante all’antica
Redazione
Sono convinto che il luogo naturale migliore di fare lezione per un docente sia quello di poter guardare negli occhi i propri studenti sui banchi seduti dentro un'aula. Sono all'antica. Confiteor! Non riesco ad accettare l'idea di un'educazione scolastica digitale, di un insegnante che faccia lezione comunicando e interagendo virtualmente, presente-assente dall'altra parte della barricataschermata; sarà un insegnante dimezzato, privato di poter "sentire ", il calore e il respiro, le emozioni e le attese di chi lo sta ad ascoltare; privato di poter capire se chi gli sta attorno dalla parte opposta, sia interessato o disinteressato; privato "sensibilmente " di poter redarguire chi si distragga!
Sì, sono un insegnante all'antica, mi piace il contatto fisico, sentire le emozioni vere reali, toccare con mano il sudore della fatica, e vedere per capire con i miei occhi "sensibilmente" se un pianto è di gioia vera o di stizza, o anche di rabbia dissimulata; se debbo.elogiare o redarguire, valutare o rimandare, al momento, al suo posto il mio studente (perché impreparato), o correggerlo (perché sproloquia).

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 09 aprile 2020 19:00:00 (1076 letture)

(Leggi Tutto... | 2606 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il Marconi Mangano attivo nella produzione di dispositivi per l’emergenza COVID
Istituzioni Scolastiche
Siamo in guerra e nell’economia di guerra ci vuole sinergia, collaborazione, solidarietà. E’ così che l’ Istituto Marconi- Mangano di Catania, diretto dal preside Egidio Pagano, ha aderito al workflow lanciato dalla piattaforma Fablab Open Mask Sicilia  per la realizzazione, mediante stampa 3D, degli accessori/sdoppiatori dei sistemi di ventilazione polmonare in uso nei reparti di terapia intensiva/semintensiva degli ospedali per far fronte all’emergenza covid19. Da stamattina i laboratori della scuola di via Vescovo Maurizio, centro Future lab per la Sicilia orientale, sono già operativi per la produzione di 50 adattatori Easy Covid 19 per il Policlinico Universitario G. Martino di Messina, in PLA “Isinnova Charlotte”che serviranno per modificare le maschere Easybreath da snorkeling che Decathlon, ideatore, produttore e distributore donerebbe alle regioni che ne fanno richiesta.  La maschera nata per tutt’altro scopo, si trasformerebbe così in maschera d’emergenza per respiratori ospedalieri, grazie alla valvola di raccordo in stampa 3D brevettata in urgenza dalla Isinnova di Brescia.

Lucia Andreano
docente referente comunicazione plesso Marconi
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 07 aprile 2020 07:00:00 (2071 letture)

(Leggi Tutto... | 4444 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Più letto di Oggi
Ancora Nessun Articolo.


Social AetnaNet
Cerca


Community
Community
Diventa utente attivo della community di Aetnanet!
Inviaci articoli, esperienze, testimonianze sul mondo della scuola.

scrivi a: redazione@aetnanet.org


Pubblicità
pubblicità su Aetnanet.org


Seguici
telegram facebook
google plus facebook
mobile twitter
youtube rss


Bandi PON

Reiterazione avviso ad evidenza pubblica per la selezione di esperti esterni “madre lingua” francese - PON/FSE: avviso pubblico n. 4396 del 09/03/2018 - FSE - Competenze di base - 2a edizione
di m-nicotra

Bando di selezione n. 3 Esperti esterni madrelingua inglese e n. 3 Esperti esterni madrelingua francese - Scuola Media Castiglione di Bronte
di m-nicotra

I ragazzi del Liceo Cutelli al Processo Simulato del Lavoro a.a. 2019/2020
di m-nicotra

Da Roma all’Europa: tappe del progetto di Cittadinanza Europea per gli studenti del Liceo Classico Europeo del Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
di a-oliva

Bando selezione esperti FSE/PON - Liceo Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra

Proposta formativa Competenze Digitali e Certificazioni ECDL-AICA per il PON Avv. Prot. 26502 “CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA”.
di a-oliva

Richiesta pubblicazione Avviso selezione Esperti - PON Competenze di base - II edizione
di m-nicotra

Contrasto alla povertà educativa: pubblicato il bando per 50 milioni
di m-nicotra

Bando selezione esperti madrelingua FSE/PON - ICS San Domenico Savio - San Gregorio di Catania
di s-tricomi

Concluso il Pon 10.2.5A-FSEPON-SI-2018-164 con i due moduli 'Maletto, tra arte e natura' e 'Panchine letterarie a Maletto all'IC Galilei di Maletto
di m-nicotra

Indice Progetti PON


Top Five Settimana
i 5 articoli più letti della settimana

ANCoDiS: legge di bilancio e rinnovo contrattuale per la scuola del futuro
di a-oliva
1149 letture

Per chi suona la campanella?
di a-battiato
801 letture

NELLA SCUOLA TORNA LA PAROLA EDUCAZIONE. Passaporto per i diritti, fedeltà ai doveri. Webinar dalla scuola “San Biagio” di Vittoria
di a-oliva
342 letture

Il Liceo Artistico Emilio Greco, di Catania, promosso a pieni voti da EDUSCOPIA 2020
di a-battiato
313 letture

Liceo ''Galilei'' di Catania - Scuola di riferimento per incarichi a T.D. - Calendario convocazioni del 21/11/2020
di a-oliva
267 letture


Top Video
Video
25 aprile, lontani ma vicini: i giovani cantori di Torino cantano 'Bella ciao'
1822 letture

Caro virus, non sei simpatico e gentile
2396 letture

L'aeronautico di Catania si prepara al lavoro nella base di Sigonella
2280 letture

Premiazione concorso #Zerobullismo, la tua storia contro il bullismo in rete - Liceo Classico 'Tommaso Fazello' di Sciacca
2383 letture

Il Caffè filosofico al Liceo scientifico dell'IISS Francesco Redi di Belpasso
14978 letture

Riflessioni della maestra Margherita sull'Innovazione didattica a scuola di Giovanni Biondi - Presidente INDIRE
14068 letture

26 Novembre, manifestazione nazionale contro la violenza maschile sulle donne: le CattiveMaestre ci saranno
15109 letture

Human - Le fonti. Trovare il proprio posto
14363 letture

Sicilia, record dei beneficiati dalla legge 104 nella scuola, e Agrigento è la prima provincia per numero di applicazioni
17182 letture

La 5A Informatica di Belpasso discute di Rivoluzione industriale 4.0
23706 letture



Articoli Precedenti
Seleziona il mese da vedere:

  Novembre, 2020
  Ottobre, 2020
  Settembre, 2020
  Agosto, 2020
  Luglio, 2020
  Giugno, 2020
  Maggio, 2020
  Aprile, 2020
  Marzo, 2020
  Febbraio, 2020
  Gennaio, 2020

[ Mostra tutti gli articoli ]


Chi è Online
Benvenuto Anonimo
Se ancora non hai un account clicca qui per registrarti



Utenti registrati:
Ultimo: gmirabella
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 11170

Persone Online:
Visitatori: 171
Iscritti: 0
Totale: 171

Traffico Generato
Anonimi: 171 (100%)
Registrati: 0 (0%)
Numero massimo di utenti online:171
Membri:0
Ospiti:171
Ultimi 5 Registrati
gmirabella
    Jan 28, 2017.
raffagre
    Jan 28, 2017.
gvaccaro
    Jan 28, 2014.
mrdinoto
    Jul 09, 2013.
sostegno
    Jul 09, 2013.

Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2002

Pagine visitate
· Visitate oggi 11,324
· Visitate ieri 67,437

Media pagine visitate
· Oraria 3,072
· Giornaliera 73,732
· Mensile 2,242,711
· Annuale 26,912,535

Orario Server
· Ora

04:23:17

· Data

27 Nov 2020

· Zona

+0100

© Weblord.it


contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.70 Secondi