Benvenuto su Aetnanet.org

version 0.2 for Mobile




AetnaNet ha attivato il proprio canale su Telegram (è un'app di messaggistica focalizzata sulla velocità e sulla sicurezza che può essere installata su smartphone, ma anche sul personal computer https://telegram.org/).
Una volta installata l'app, basta cliccare su questo link https://telegram.me/aetnanet e dopo cliccare su Unisciti.
Si accettano proposte per attivare nostri canali monotematici, tipo Riforma, Esami di stato, Graduatorie, Mobilità, Precariato; indirizzare le richieste a telegram@aetnanet.org

Il Ministro Bianchi elogia la preside Brigida Morsellino. “Grazie per aver tenuto gli studenti a rischio legati alla scuola”

postato: 2021-04-14 15:53:19 da Andrea Oliva

La dirigente dell’Istituto Nautico “Duca degli Abruzzi” di Catania, Brigida Morsellino, sarà ospite della trasmissione di TV 2000 “Questa è vita “ che andrà in onda il 14 aprile alle ore 21,30 su Canale 28.
 Durante la serata si ascolterà il video messaggio del Ministro Patrizio Bianchi, il quale ringrazia la preside “per aver tenuto gli studenti a rischio legati alla scuola”.
“Saluto con grande gioia Brigida Morsellino, una dirigente scolastica, una preside che nel momento più difficile ha dimostrato che cos’è la nostra scuola. Una scuola che non abbandona nessuno, una scuola innovativa”.
Intervistata da Rita Dalla Chiesa Brigida Morsellino ha raccontato come durante il lockdown la comunità scolastica si è attivata per coordinare le attività didattiche a distanza, e assicurare agli studenti il servizio d’istruzione e formazione, venendo incontro alla difficoltà e ai disagi di alcuni studenti.
 Si evidenziano le espressioni di apprezzamento e di elogio da parte del Ministro Bianchi che intervenendo nella trasmissione rivolge un ringraziamento a tutti i dirigenti delle scuole d’Italia.
 Nel momento del bisogno la nostra preside è andata a cercarsi tutti i ragazzi, quelli più difficili e a rischio di abbandono. È riuscita, usando tutti gli strumenti su cui ha dimostrato capacità d’innovazione, a tenerli uniti e legati alla propria scuola. Ringrazio Brigida Morsellino e i dirigenti delle nostre scuole a nome di tutto il Paese”.
Brigida Morsellino con soddisfazione commenta: “Sono commossa, è un regalo meraviglioso ed essendo io persona delle istituzioni credo molto nelle istituzioni. Le parole del Ministro hanno un valore incommensurabile”.
Giuseppe Adernò

Da Catania Today

Ministro Bianchi a preside di Catania: “Grazie per aver tenuto gli studenti a rischio legati alla scuola” (cataniatoday.it)


Sogno d’una notte d’inverno, tra città e saperi

postato: 2021-04-12 06:00:00 da Angelo Battiato

A volte, di notte, mi perdo nelle infinite conurbazioni delle mie città dei sogni. Mi ritrovo nei grovigli, negli intrecci e li attraverso tutti, in lungo e in largo, da cima a fondo. Mi intrufolo nelle viuzze, nelle intimità delle case, nei nascondigli, negli angoli più ostili. Ne ascolto gli odori, le luci, persino i sapori. Mi lascio inseguire dai suoni, dal ritmo del vento, dalla musica che sgorga da persiane socchiuse, dal rumore della grancassa. Mi perdo e mi ritrovo altrove, più lontano del tempo, nel segreto moto delle cose, dei suoi ingranaggi, dei suoi nudi nascondimenti. E’ tutto legato, tutto collegato da un filo sottile che unisce, come una rete, gli spazi e le distanze, i silenzi e le lontananze, le rose e i violini. Tutto e tutti. Per non parlare poi degli uomini e delle donne che vi abitano. Li vedo accanto a me, di soppiatto, e poi scomparire, e poi riapparire ancora. Mi raccontano storie incredibili e incomprensibili. D’altri mondi.

Angelo Battiato


L’arte speciale di Aliaia, del Liceo Artistico 'Emilio Greco', di Catania

postato: 2021-04-11 20:21:56 da Angelo Battiato

Piccoli artisti crescono al Liceo Artistico Statale “Emilio Greco”, della sede distaccata di Sant’Agata Li Battiati. Anche in tempo di Covid, con il distanziamento e le regole previste per garantire a tutti la sicurezza, il liceo artistico catanese continua in maniera proficua la propria funzione didattica ed educativa, soprattutto con gli alunni “speciali. Aliaia, nome d’arte, è una ragazza di 16 anni, affetta da una grave e rara patologia, che frequenta con vivo interesse il liceo artistico etneo, ed è un’alunna attenta, comunicativa, ed interagisce in maniera proficua con i docenti e con i suoi compagni di classe. La sua vena artistica è stata “scoperta” a scuola, quasi per caso, durante le lezioni di Discipline Pittoriche, grazie all’osservazione attenta della sua insegnante di sostegno, la prof.ssa Angelita Liotta e dell’assistente alla comunicazione, la dott.ssa Angela Maiello, che hanno notato, nei segni e nei disegni di Aliaia, un tratto estetico inusuale, accattivante e molto interessante. Così le insegnanti hanno stimolato quotidianamente l’alunna ad intensificare la sua attività artistica e ad utilizzare materiali di maggiore resa, quali tele cartonate, pastelli ad olio, ed altro, realizzando dei veri e propri “quadri d’autore”, incorniciati con un passepartout abbinato o in contrasto, in modo da rifinire ed esaltare la loro resa.

prof. Angelo Battiato
Referente Ufficio Stampa del Liceo Artistico “Emilio Greco”, Catania


A Voz no Morro - Redi Jazz Orchestra 'In the space'

postato: 2021-04-08 00:00:00 da Michelangelo Nicotra

Finalmente pronto per essere ascoltato, il nuovo lavoro della Redi Jazz Orchestre, ennesimo tentativo di tenere in vita un gruppo che purtroppo... non suona insieme da più di un anno.
La Redi Jazz Orchestra è l'orchestra jazz dell’Istituto "Francesco Redi" (nelle sue sezioni del liceo scientifico "A. Russo-Giusti" e dell'ITIS "G. Ferraris" di Belpasso) e nasce nel 2017 dal fortunato incontro tra il prof. Fabio Desiderio, jazzista, ed un gruppo di ragazzi simpatici, brillanti e musicalmente pieni di talento.

m.nicotra@aetnanet.org


Il Rotary “Catania Nord” dona tablet per DAD all’ICS “Giovanni Falcone” di San Giovanni la Punta

postato: 2021-04-08 17:00:00 da Andrea Oliva

Il Rotary “Catania Nord”, Presidente notaio Salvatore Cultrera, assieme al past president dott. Massimo Consoli si sono recati presso l’Istituto Comprensivo statale Giovanni Falcone di San Giovanni La Punta. Al termine dell’incontro con la Dirigente, dott.ssa Concetta Matassa, e la direttrice dei servizi generali e amministrativi, Venera Maria Cristaldi, hanno fatto dono di 5 tablet destinati agli studenti meno abbienti, nell’ambito del progetto del Rotary International “Tablet per dad sovvenzione USAID”.
Una pregevole iniziativa apprezzata dalla Dirigente, un segnale anche di incoraggiamento nel momento difficile di emergenza sanitaria Covid.

Lella Battiato Majorana



Cinquant’anni fa con la Legge 118/71 iniziò il cammino dell’inclusione

postato: 2021-04-07 18:00:00 da Andrea Oliva

Il 30 marzo 1971 è entrata in vigore la Legge n.118 dal titolo “Conversione in legge del D.L. 30 gennaio 1971, n. 5 e nuove norme in favore dei mutilati ed invalidi civili” con la quale ha preso avvio il processo d’integrazione sociale che attraverso le graduali modifiche di passaggio dal semplice inserimento all’integrazione scolastica, oggi, dopo cinquant’anni giunge al traguardo dell’inclusione sociale dei disabili e degli studenti “bisognosi di particolari attenzioni”.
La legge118, risentiva ancora del dramma del dopo guerra ed è stata approvata dal Parlamento dopo il Decreto legge n. 5 del 30 gennaio 1971, con la finalità  di facilitare la vita di relazione dei mutilati e degli invalidi civili per l’accesso agli edifici pubblici o aperti al pubblico ed alle istituzioni scolastiche, prescolastiche o d’interesse sociale costruite in conformità alla circolare del Ministero dei lavori pubblici del 15 giugno 1968 riguardante l’eliminazione delle barriere architettoniche.
Le disposizioni riguardano appunto l’assistenza sanitaria, i servizi dei trasporti pubblici che dovranno essere accessibili agli invalidi non deambulanti, i centri di riabilitazione, gli educatori specializzati, l’assegno mensile, di accompagnamento e la pensione degli invalidi.
 In nessun luogo pubblico o aperto al pubblico può essere vietato l'accesso ai minorati; in tutti i luoghi, dove si svolgono pubbliche manifestazioni o spettacoli, che saranno in futuro edificati, dovrà essere previsto e riservato uno spazio agli invalidi in carrozzella”.

Giuseppe Adernò


Graduatorie permessi per il diritto allo studio - Anno 2021 - Rettifiche

postato: 2021-04-03 17:00:00 da Andrea Oliva

Pubblicazione dispositivo AT Catania e graduatorie riguardanti il personale docente di I e II grado.

Allegati:

Download [Dispositivo] 358 kB
Download [I grado] 251 kB
Download [II grado] 164 kB


Accussì, il libro di poesie in lingua siciliana di Angelo Battiato

postato: 2021-04-03 11:34:54 da Michelangelo Nicotra

Accussì. Così anche gli insegnanti scrivono poesie. E Accussì è il primo libro di poesie in lingua siciliana di Angelo Battiato, fresco di stampa per i tipi della Youcanprint Editore. E in tempi di social, e a causa del covid, l’opera è stata presentata direttamente in Rete, sul canale Youtube dell’autore. Le poesie di Angelo Battiato evocano, con un linguaggio semplice, asciutto, pregno di musicalità, le emozioni, i sentimenti e i ricordi dell’autore, ma anche i modi di vivere di un’intera comunità. Parlano di amore, di passione, di memorie di gioventù, del lavoro dei campi del padre, e di tanto altro. E poi c’è la lingua siciliana, che costituisce il segno distintivo e di riconoscimento di un popolo, ne racconta le storie, le leggende, i miti, le passioni, gli amori.

Perché il titolo Accussì?
«Con “Accussì”, una parola piccola, semplice, essenziale, vorrei dire tanto cose: svelare, far capire, far immaginare, ma anche nascondere, coprire, contenere. Accussì è la parola che ho scelto per indicare la mia raccolta di poesie in lingua siciliana. Perché anche i miei versi sono piccoli, umili, asciutti. Come le parole vive, come i versi veri, come le poesie autentiche».

m.nicotra@aetnanet.org


I disabili nelle paritarie non più a carico delle famiglie

postato: 2021-04-03 08:00:00 da Andrea Oliva

Il Ministro Patrizio Bianchi, che intende mettere al centro del Paese la scuola, non aggiunge attributi, “parla sempre e solo di “scuola”, che nel “Servizio Nazionale di Istruzione “ comprende la scuola  statale e paritaria.
Si registra  un cambio epocale quando il ministro Bianchi firma il decreto che definisce i criteri e i parametri per l’utilizzo dei 61.944.000 euro destinati all’ampliamento dell’Offerta Formativa, chiarisce che saranno utilizzati dalle scuole  per mettere in campo azioni mirate, in risposta ai problemi determinati dalla pandemia, soprattutto nelle aree maggiormente disagiate del Paese.”
Sostenuto da un Governo di unità nazionale, il 12.03.2021 ha firmato il decreto che stanzia 513.734.589 euro per i 900 mila allievi (circa 570 euro ad allievo) che frequentano le scuole paritarie.
A queste risorse si aggiungono 113,4 Mln di euro destinati a favorire l’inclusione degli alunni con disabilità, stabilendo una corrispondenza con il “ costo standard di sostenibilità per allievo” come più volte richiesto e sollecitato da Suor Anna Monia Alfieri, tenace sostenitrice della libertà di scelta educativa.

Giuseppe Adernò


Tanti fatti e poche parole. Ginevra Ferlito Sindaco dei ragazzi della Scuola Martoglio di Belpasso

postato: 2021-04-01 08:00:00 da Andrea Oliva

Giuro di essere fedele alla Repubblica…. mi impegno a collaborare per  il bene della scuola, piccola città e per la crescita sociale e civile della comunità scolastica”
Recitando questa formula con la mano sul testo della Costituzione, Ginevra Ferlito alunna della classe seconda I della scuola Media “Nino Martoglio” di Belpasso, è diventata “sindaco" del Consiglio Comunale dei Ragazzi della “scuola piccola città”.
La cerimonia ha avuto luogo il 29 marzo presso l’aula consiliare del Municipio di Belpasso, introdotta dal Canto degli italiani, alla presenza del Sindaco, Daniele Motta, del Presidente del Consiglio comunale Patrizia Vinci, dell’assessore all’Istruzione Fiorella Vadalà, della dirigente scolastica Anna Spampinato, della docente referente, Mariella Chiantello, della docente di sostegno Agata Tomasello e del fondatore e coordinatore dei Ragazzi Sindaci, Giuseppe Adernò.
Il Sindaco uscente Alessandro  Marletta ha presentato una dettagliata relazione delle attività svolte lo scorso anno, prima e durante il lockdown e, ringraziando la sua squadra per la collaborazione, ha depositato la fascia tricolore, che in seguito è stata indossata dalla neo sindaco Ginevra Ferlito.
Il vice sindaco Alice Nicoloso, con delega assessoriale alla Legalità e Pari opportunità,  gli assessori: Davide Catania  (Politiche giovanili e cultura), Giuseppe Cirino (Solidarietà e disabilità), Maria Chiara Russo (Sport, salute e transizione ecologica), Ettore Corsaro (Cooperazione scolastica e transizione digitale) hanno recitato coralmente la formula del giuramento, così pure i Consiglieri eletti: Francesco Occhipinti, Maria Teresa Galizia, Salvatore Mio, Andrea Lipera, Irene Gaito e Alessandro Mio.
La neo sindaco ha, quindi,  consegnato il campanello al Presidente del Consiglio Francesco Occhipinti, il quale ha dato avvio alla prima riunione .
Nel suo intervento Ginevra Ferlito ha presentato un ricco programma di proposte operative che gli assessori hanno dettagliato nei diversi ambiti, in coerenza con il motto: ”Tanti fatti, poche parole”.
Originali i programmi di “transizione ecologica e digitale”  che il Sindaco Motta ha elogiato, in linea di continuità con gli impegni dell’amministrazione comunale.

redazione@aetnanet.org



31-MAR-2021 - PRESIDENZA DELLA REGIONE - Ordinanza contingibile e urgente n°29

postato: 2021-04-01 06:05:00 da Andrea Oliva

CORONAVIRUS
Ordinanza contingibile e urgente n°29 del 31.3.2021 - Ulteriori misure per l'emergenza epidemiologica da Covid-19.

 Allegato: Visualizza l'Ordinanza 



Mobilità del personale docente, educativo ed A.T.A. a.s. 2021/2022

postato: 2021-04-01 06:00:00 da Andrea Oliva

Pubblicazione nota MI 10112 del 29/3/2021 - OM 106 del 29/03/2021 - OM 107 del 29/03/2021.
Per maggiori informazioni: collegamento al sito MIUR
 
Allegati:
Download [Nota MI] 538 kB
Download [OM 106] 362 kB
Download [OM 107] 268 kB


TIK TOK nessuno li chiami più giochi

postato: 2021-03-27 20:05:00 da Andrea Oliva

E’ quanto emerso dall’incontro deontologico di formazione in streaming per i giornalisti, sul tema “Attualità della Carta di Treviso”, promosso dalla sezione UCSI di Catania, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, che ha assegnato 5 crediti formativi ai 72 partecipanti.
Dopo il saluto del presidente Ucsi regionale, Domenico Interdonato, Giuseppe Adernò, presidente della sezione di Catania ha introdotto l’argomento percorrendo le tappe del documento che disciplina i rapporti tra informazione e infanzia, a tutela dei diritti dei minori, redatto a Treviso il 5 ottobre 1990 dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana in collaborazione con l’associazione Telefono azzurro.
In considerazione delle ripetute violazioni della “Carta”, nel novembre del 1995 è stato redatto un “Vademecum del 1995” con le indicazioni operative da adottare, norme che sono confluite nel “Codice di autoregolamentazione TV e minori” del 2002.
Nel 2006 i diritti di tutela sono stati ampliati alle comunicazioni digitali, e dal protocollo d’Intesa del 2012 è scaturito l’inserimento di tali principi nel “Testo unico dei doveri del giornalista”; a distanza di trent’anni, la Carta va riscritta in coerenza con i nuovi linguaggi social, informatici e virtuali.
Il giornalista moderatore dell’incontro, Salvatore Di Salvo, componente della Giunta nazionale UCSI, ha coordinato gli interventi dando la parola al sociologo prof. Francesco Pira dell’Università di Messina, autore del volume “I Figli delle app”, il quale ha illustrato gli esiti di una survey online, condotta durante il lockdown, intervistando 1.858 ragazze e ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori, che hanno risposto ad un questionario online composto di diciassette domande.

redazione@aetnanet.org




Vaccini, Sicilia prima in Italia. Figliuolo: “Ora raddoppiare”

postato: 2021-03-27 19:00:00 da Andrea Oliva

PALERMO – La Sicilia è la prima regione d’Italia per percentuale di dosi di vaccino anti Covid inoculate: l’86%, di fronte a una media nazionale dell’82,2%. Ne sono state somministrate 723.242 delle 840.535 ricevute.
E’ quanto emerge dal Report vaccini anti Covid pubblicato dal sito del governo nazionale, aggiornato a stamattina. Un dato che arriva nel giorno in cui nell’Isola sbarca il commissario nazionale per l’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo.
La giornata siciliana di Figliuolo ha preso il via questa mattina da Messina. Il generale, dopo un incontro in prefettura, ha visitato l’hub vaccinale della città dello Stretto – realizzato all’interno della Fiera campionaria – dove è stato accolto dal capo della protezione civile regionale, Salvatore Cocina, dal commissario per l’emergenza Coronavirus nel territorio della Asp di Messina, Alberto Firenze, e dal direttore dell’azienda sanitaria, Dino Alagna.
“La Sicilia sta facendo 20 mila vaccinazioni al giorno e siamo nel pieno target della campagna vaccinale – ha detto Figliuolo -. E’ chiaro che dobbiamo raddoppiare e arrivare intorno alle 50 mila dosi”.


da  lasiciliaweb del 27_03_2021


Figli delle App. Il sociologo Francesco Pira intervista le nuove generazioni digital-popolari e social-dipendenti. Il 98% ha uno smartphone, il 68% ha un profilo falso, il 60% si sente solo

postato: 2021-03-26 17:00:00 da Andrea Oliva

Il sociologo Francesco Pira, professore associato di sociologia dei processi culturali e comunicativi, docente di Comunicazione e Giornalismo all’Università degli Studi di Messina, parla ai nostri figli, ai ragazzi di oggi che non sono marziani ma adolescenti e giovani pieni di speranze e carichi di fragilità.
Nel titolo provocatorio “Figli delle App”, l’autore che si definisce “immigrato digitale e adolescente, riecheggia il ritornello della canzone di Alan Sorrenti.
“Noi siamo figli delle stelle/ Non ci fermeremo mai per niente al mondo/ Per sempre figli delle stelle/ Senza storia senza età, eroi di un sogno…” e si chiede se i figli delle App siano veramente “eroi di un sogno” o vittime del consumismo tecnologico che, come afferma Zygmunt Bauman “rischia di trasformarci in individui senza storia e identità”.
I ragazzi di oggi si muovono tra App e dimensione social, in un fluire quotidiano h24 d’interazioni, produzione di contenuti e creatività mentre, con la didattica a distanza, anche l’e-learning è entrato nella loro vita.
Il terzo capitolo del volume “La mia via ai tempi del Covid.” è interamente dedicato ai risultati della survey online, condotta durante il lockdown, nel periodo aprile – maggio 2020, che ha coinvolto 1.858 ragazze e ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori, i quali hanno risposto ad un questionario online composto da diciassette domande.
I dati evidenziano come questi adolescenti rappresentino a tutti gli effetti, la prima generazione digitale.
Il 96,6% degli intervistati possiede uno smartphone e l’88,8% ha un computer. Uno degli aspetti di maggiore interesse emerso è quello relativo alla tendenza ad isolarsi rispetto all’ambiente familiare.  I ragazzi appaiono sempre più dipendenti dal gruppo di pari e, durante il lockdown, hanno vissuto una forte sensazione d’isolamento, di paura e di scoraggiamento.
Appare significativo che il 69% degli intervistati ha dichiarato di trascorrere la giornata su Instagram e WhatsApp e di essere in possesso di un profilo social falso, confermando così, come nell’era liquido-moderna, l’inganno sia diventato centrale nei processi di comprensione del reale, e la distinzione tra vero e falso non sia più percepita.
Nel testo, il prof. Pira spiega come oggi si registra il passaggio da una non-comunicazione all’iper-comunicazione, alla “vetrinizzazione” dell’io ed alla sistematica manipolazione della realtà, con impatti profondi sulle dinamiche di sviluppo della società nel suo complesso.

Giuseppe Adernò


Organico di adeguamento personale docente a.s. 2020/21 – Decreto ulteriori posti di sostegno

postato: 2021-03-24 16:31:42 da Andrea Oliva

Pubblicato all’albo, categoria “generale”.

Allegati:

Download [m_pi.AOODRSI.REGISTRO UFFICIALE(U).0006506.19-03-2021] 643 kB


La scuola è una Istituzione

postato: 2021-03-21 14:00:00 da Michelangelo Nicotra

Si aspettano con ansia i giorni in cui si potrà tornare serenamente a scuola e mettersi dietro le spalle due anni tra i più infelici degli ultimi tempi. Tornare come prima? Come se niente fosse? Spero che non accada, perché vorrebbe dire che non si è imparato nulla, nemmeno dai giorni più difficili. Al primo posto delle preoccupazioni dovrebbe esserci quella di rendere le scuole sicure, sotto ogni profilo e non soltanto dal punto di vista sanitario. Sicure non basta; devono essere accoglienti per la convivialità dei giovani e multifunzionali per attività che non possono ridursi a lezioni e ad esercitazioni. Luoghi non solo di istruzione, ma della più ampia formazione umana, per generazioni che fuori dal recinto scolastico un po' dappertutto trovano solo occasioni per dissipare i loro anni migliori. Mai come in questi ultimi tempi si è potuto constatare la centralità della scuola e degli insegnanti; mai come in questi ultimi tempi si è sentito il bisogno di una scuola che funzioni bene in qualsiasi circostanza, senza abbassare il livello delle sue prestazioni. Una scuola a pieno regime per ogni evenienza è la grande sfida da affrontare.
Ma la scuola nella società che cosa è?
E' questa una questione preliminare ad ogni sua possibile organizzazione e manifestazione e ad essa si cercherà di dare qualche cenno di risposta.

Raimondo Giunta


LA GIORNATA MONDIALE della FELICITÀ

postato: 2021-03-21 17:05:00 da Andrea Oliva

Il 20 Marzo, è stata celebrata la Giornata Internazionale della Felicità, istituita dall'Assemblea Generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (Onu) il 28 giugno 2012 affermando che: “L'Assemblea generale [...] consapevole che la ricerca della felicità è uno scopo fondamentale dell'umanità, [...] riconoscendo inoltre un approccio più inclusivo, equo ed equilibrato alla crescita economica che promuova lo sviluppo sostenibile, l'eradicazione della povertà, la felicità e il benessere di tutte le persone …
In un recente convegno, svoltosi alla LUISS, promosso dalla Fondazione Guido Carli, è stata avanzata la proposta di introdurre, nell’articolo 3 della Costituzione della Repubblica Italiana, un comma finale che ponga il diritto alla felicità, sulla scorta di quanto affermato nella Dichiarazione d’Indipendenza degli Stati Uniti d’America, ove si afferma: “Noi riteniamo che sono per se stesse evidenti queste verità: che tutti gli uomini sono creati eguali; che essi sono dal Creatore dotati di certi inalienabili diritti, che tra questi diritti sono la Vita, la Libertà, e il perseguimento della Felicità; che per garantire questi diritti sono istituiti tra gli uomini governi che derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati.
La dichiarazione dei Padri Fondatori, che sancisce che tutti gli uomini sono creati eguali e dotati del Creatore di diritti inalienabili quali la Vita e la Libertà, che consentono il perseguimento della felicità, è condivisibile totalmente, specie nella prospettiva dei valori cristiani su cui si sono basati i Costituenti statunitensi.
La felicità, però, non è equiparabile al solo benessere economico, all’ottenimento dei piaceri, al possesso di denaro, di beni, di oggetti … Tutto ciò non dà la felicità.
Purtroppo la superficialità consumistica dei nostri tempi tende a farlo credere, ma la felicità, non si compra!
Il concetto di felicità è complesso e ad esso hanno dedicato profonde ricerche e riflessioni filosofi e poeti e come paradossalmente dice Giacomo Leopardi. “Gli uomini sarebbero felici se non avessero cercato e non cercassero di esserlo”.
La felicità è uno stato di sereno equilibrio con se stessi e con il prossimo, in una visione di umanesimo e di un’ecologia integrale.

Giuseppe Adernò


Giornalisti nelle scuole, rinnovata l'intesa con il Ministero- collaborazione con l’UCSI

postato: 2021-03-21 17:00:00 da Andrea Oliva

Nonostante la pandemia, l’Ordine dei giornalisti rilancia l’intesa con il Ministero dell’istruzione per favorire tra i più giovani la conoscenza del mondo del giornalismo e dell’informazione.
Artefice del nuovo protocollo è stato soprattutto il presidente della Commissione culturale dell’Ordine Alberto Lazzarini, che è anche membro della giunta e tesoriere nazionale dell’Ucsi (Unione Cattolica Stampa Italiana.)
In pratica, “pur in un momento così difficile caratterizzato da una pandemia che ha bloccato tanti progetti”, sarà consentito ai professionisti dell’informazione di condurre lezioni strutturate nelle scuole superiori di tutta Italia sottolineando i più importanti ambiti di interesse, le tecniche più qualificanti e la ricaduta culturale dell’informazione sullo sviluppo democratico del Paese.
Il titolo dell’intesa dimostra di per sé l’ampiezza del progetto: “L’informazione come strumento di formazione per comprendere la complessità dei fenomeni sociali, economici, scientifici e culturali”.
Il protocollo è stato sottoscritto dal neoministro Patrizio Bianchi alla presenza del Direttore generale e Capo Dipartimento delle risorse umane, Giovanna Boda. di Carlo Verna, presidente dell’Ordine e di Alberto Lazzarini hanno ricordato i risultati ottenuti nelle sei edizioni svolte. In totale sono stati coinvolti 479 istituti scolastici, 1.939 classi, 41.909 studenti, oltre a 503 docenti-giornalisti.

redazione@aetnanet.org


Via libera al dl sostegni, per la scuola 300 milioni. Il Ministro Patrizio Bianchi: “Riconosciuta importanza strategica della scuola”

postato: 2021-03-20 19:02:03 da Andrea Oliva

Via libera, in Consiglio dei Ministri, al decreto legge sostegni che prevede 300 milioni di euro per sostenere le istituzioni scolastiche nella gestione dell’emergenza sanitaria, sia sotto il profilo dell’acquisto di strumenti e della predisposizione di servizi per la sicurezza di studentesse, studenti e personale, sia nello sviluppo di attività volte a potenziare l’offerta formativa, il recupero della socialità, il consolidamento degli apprendimenti. Si tratta di risorse che saranno gestite dal Ministero dell’Istruzione. 
“Il governo - sottolinea il Ministro dell’Istruzione, Professor Patrizio Bianchi - ha riconosciuto, dentro un provvedimento che mette in campo interventi dello Stato a favore della ripresa del Paese, l’importanza strategica della scuola”. 
Due sono le voci presenti per l’Istruzione. “Ci sono risorse per il ritorno in sicurezza, quanto prima, a tutte le attività in presenza - spiega il Ministro -. E ci sono risorse per accompagnare la chiusura dell’anno scolastico e la costruzione di un ponte verso il prossimo, per il recupero di competenze e socialità. Siamo al lavoro per integrare ulteriormente gli stanziamenti dedicati al potenziamento dell’offerta formativa”, conclude. 



Immissioni in ruolo da procedure concorsuali per scorrimento - Anno scolastico 2020/2021 - Decorrenza economica 2021/2022 - Assegnazioni sedi

postato: 2021-03-20 18:44:48 da Andrea Oliva

Pubblicazione nota A.T. Catania e allegato.

Allegati:

Download [Nota A.T. Catania] 204 kB
Download [Allegato] 273 kB


Indizione della procedura di aggiornamento delle graduatorie di circolo e di istituto di terza fascia del personale ATA – Triennio scolastico 2021-2023

postato: 2021-03-20 18:44:30 da Andrea Oliva

Pubblicazione nota MI 9256 del 18/3/2021 - Decreto MI n. 50 del 03/03/2021 - Parere DGCASIS

Allegati:

Download [Nota MI] 634 kB
Download [Decreto MI] 440 kB
Download [Parere DGCASIS] 175 kB


Gli alunni della Teresa di Calcutta incontrano lo Haiku

postato: 2021-03-18 09:00:00 da Michelangelo Nicotra

Gli alunni della 5A plesso Immacolata del Circolo Didattico “Teresa di Calcutta” di Tremestieri Etneo, hanno incontrato la Professoressa Maria Concetta Conti, nata a Catania dove si è laureata in Filosofia, che insegna Lettere nell’Istituto comprensivo “De Amicis” di Tremestieri Etneo. Amante della poesia in tutte le sue forme, si è specializzata in Haiku, particolare testo poetico della tradizione letteraria giapponese, e i suoi testi e le sue liriche sono stati pubblicati in riviste straniere e italiane. L’idea di fondo alla base dell’iniziativa è stata quella di favorire l’incontro con autori del territorio e sperimentare con loro differenti tipologie di testi, per approcciarsi in modo creativo alla narrazione, utilizzando linguaggi e tecniche diversi. L’autrice ha pubblicato nel 2019, insieme alla collega Ines Torrisi, il piccolo volume “Risate e sogni”, una raccolta di haiku scritti dai ragazzi della scuola in cui insegna e che rappresenta una vera e propria sperimentazione metodologica che va incontro al cambiamento e all’innovazione.

Rosanna Cristaldi
Referente per la comunicazione


Giardino della Memoria All’Istituto “XX Settembre” di Catania

postato: 2021-03-18 08:15:00 da Andrea Oliva

La rassegna Il giardino della memoria ricordando la Shoah organizzata dall’Istituto Comprensivo XX Settembre di Catania, si conclude il 19 marzo alle ore 11 con l’incontro sul tema: “La Shoah dei bambini”.
La prof.ssa Stefania Mazzone, del Dipartimento Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania, dialoga “  a distanza” con il Prof. Bruno Maida, docente di Storia Contemporanea dell’Università di Torino, autore del volume “La persecuzione dell'infanzia ebraica in Italia 1938-1945”
L’incontro sarà introdotto da Pinella Di Gregorio, presidente del
Corso di Laurea Magistrale in Storia e Cultura dei Paesi Mediterranei - Università di Catania.  
L’iniziativa, promossa dal dirigente scolastico, Antonino Rosselli con la collaborazione della docente referente per l’Educazione Civica, prof.ssa Cinzia Corso, è stata avviata mediante una serie d’incontri on-line su piattaforma meet, con l’obiettivo di rispondere alla domanda: “Come affrontare tematiche così importanti con gli alunni in modo esaustivo? Quali strumenti risultano più adeguati alle varie fasce d'età per dare significato e valore alla ricorrenza del 27 gennaio, Giornata della Memoria?.

redazione@aetnanet.org


Santo Vitale, Sindaco dei ragazzi. Circolo didattico di Belpasso

postato: 2021-03-18 08:10:00 da Andrea Oliva

Santo Vitale , alunno della classe IV del Circolo Didattico "Madre Teresa di Calcutta” di Belpasso  emozionatissimo, ma deciso ha recitato la formula di giuramento , con la mano sul testo della Costituzione, impegnandosi a “collaborare per  il bene della scuola, piccola città e per la crescita sociale e civile della comunità scolastica“
La cerimonia ha avuto luogo  il 16 marzo  presso l’aula consiliare del Municipio di Belpasso, introdotta dal Canto degli italiani,  alla presenza del Sindaco Daniele Motta, del Presidente del Consiglio comunale Patrizia Vinci, dell’assessore all’Istruzione Fiorella Vadalà, della   dirigente scolastica Giuseppina Ferrante    delle  docenti referenti: Mimma Motta, Caterina Longo , Maria Concetta Conte e  del fondatore e coordinatore dei Ragazzi Sindaci, Giuseppe Adernò.
Il Consiglio comunale dei ragazzi , già attivo presso il Circolo Didattico riprende così il nuovo cammino.
Dopo aver ricevuto dal Sindaco la fascia tricolore ha chiamato per nome il vice sindaco Maria Sole Capuana, gli assessori: Carola Malfitana (Istruzione), Sofia Dieli (Sport), Ginevra Ferruccio (Ambiente), Chiara Motta (Solidarietà), i quali hanno recitato coralmente la formula del giuramento, così pure i Consiglieri: Alfio Signorello, Federico Sciuto, Maria Chiara Giordano, Sofia Moschitta, Emma Panzera.
Nel suo discorso il neo sindaco ha presentato un ricco programma di proposte operative: sistemazione del campo Capuana, già deliberato dal Comune, le lavagne interattive in tutte le classi, le olimpiadi di fine anno.
La nuova dirigente, Giuseppina Ferrante ha ben condiviso l’efficacia educativa del progetto nell’ambito dell’Educazione civica che “si impara facendo”, sviluppando la partecipazione attiva che diventa servizio, dialogo e dono.
Il Sindaco, Daniele Motta, si è impegnato a sostenere le iniziative dei Consigli dei Ragazzi ed ha comunicato che nel prossimo bilancio i tre CCR del comune avranno a disposizione una somma da utilizzare secondo i progetti dei ragazzi per il bene della Città e, sperando di superare al più presto la fase della pandemia, ha annunciato per fine anno la “festa dell’abbraccio”.

redazione@aetnanet.org




17 marzo - 160 anni L’Italia nel cuore. Iniziative dei Ragazzi Sindaci con il patrocinio della Camera dei Deputati e del Presidente dell’ANCI. Lezione di Educazione civica applicata

postato: 2021-03-18 08:05:00 da Andrea Oliva

Il 17 marzo di 160 anni fa venne proclamato il Regno d’Italia ed ricordo dell’Unità d'Italia ha impegnato i Ragazzi Sindaci, a promuovere nelle rispettive scuole “Piccole città”, iniziative, incontri di studio, lezioni di storia, preparazione di striscioni, cartelli, bandiere e coccarde.
La scuola è in festa, anche se il recente decreto della didattica a distanza, per la pandemia, ha limitato gli aspetti organizzativi esterni.
Sono stati realizzati manifesti, cartelloni, ricerche sui personaggi della storia del Risorgimento; sulle porte e alle finestre delle aule sono stati esposte coccarde e bandiere tricolori.
 
Le iniziative programmate con il motto: “160 anni – L’Italia nel cuore” hanno ricevuto il Patrocinio della Camera dei Deputati ed un particolare messaggio del Presidente dell’Anci , Antonio Decaro, il  quale, plaudendo alla lodevole iniziativa dei ragazzi , scrive: “mi inorgoglisce e mi riempie il cuore di speranza  celebrare l’Unità del Paese ed il Tricolore, vessillo di libertà e simbolo dei sacrifici e del martirio di tanti italiani che nel corso di questi 160 anni hanno lottato per difendere e tutelare quei valori di oggi ispirano la nostra Costituzione”
Il Consiglio dei Ragazzi dell’Istituto “San Giovanni Bosco” di CATANIA ha organizzato l’evento presso “Porta Ferdinandea”, detta anche “Porta Garibaldi, dove , insieme alla delegazione del Consiglio di quartiere  il sindaco dei ragazzi, Manuel Pillera esporrà lo striscione.
I ragazzi del CCR hanno realizzato anche delle mascherine con il Tricolore e la data del 160°.

redazione@aetnanet.org





Quando la difficoltà diventa opportunità. Dal Ministero 100 computer alla scuola ” di Catenanuova

postato: 2021-03-18 08:00:00 da Andrea Oliva

4 Marzo 2020 ore 18.00: la ministra  Lucia Azzolina comunica una notizia senza precedenti “La chiusura delle scuole  per evitare la diffusione del contagio da Covid-19”
4 Marzo 2021 ore 18.00: GENERAL DISTRIBUZIONE  consegna 50 tablet e 50 PC all’Istituto “E.Fermi”  di Catenanuova.
 
L’Istituto  “Fermi”  di Catenanuova è stato individuato dal Ministero dell’Istruzione  tra i cinque Istituti siciliani destinatari delle risorse  per la didattica a distanza.
Mentre nelle città deserte si respirava l’atmosfera surreale del silenzio  e in TV scorrevano le immagini   delle  lunghe colonne di camion militari nel centro di Bergamo, ci si rendeva sempre più conto  della necessità di attivare la Didattica a Distanza come  unica modalità per garantire il diritto alla studio, ma soprattutto per mantenere, pur nella virtualità, quello scambio “ di sguardi” e “ di voci” di cui si sostanzia l’azione educativa.
In pochissimo tempo i docenti recuperano i ritardi decennali  sull’utilizzo delle metodologie didattiche a mediazione digitale, si moltiplicano le occasioni di “ incontro”, di formazione, di scambio, di monitoraggio…ma i dispositivi sempre pochi per soddisfare le continue richieste delle famiglie.
Marco, 9 anni, abita nella sezione rurale di Carcaci, a pochi chilometri da Centuripe: non ha dispositivi, non ha rete ed ogni giorno percorre diverse centinaia di metri per “cercare il campo”, con il cellulare della mamma.

Giuseppe Adernò


L'Italia si illumina di lilla

postato: 2021-03-14 17:46:56 da Andrea Oliva

In occasione della X Giornata Nazionale dedicata ai Disturbi Alimentari, l'Associazione "Stella Danzante - onlus" aderisce al progetto di sensibilizzazione "L'Italia si illumina di Lilla". L'iniziativa si svolge con il patrocinio del Comune di Catania che illuminerà la facciata del Palazzo degli Elefanti nei giorni 15 e 16 marzo.

redazione@aetnanet.org


L'isola che c'e' - Una rete per i disturbi alimentari

postato: 2021-03-14 16:48:36 da Andrea Oliva

In occasione della X Giornata Nazionale dedicata ai Disturbi Alimentari l'Associazione" Stella Danzante - onlus" organizza un webinar che si svolgerà sulla piattaforma Zoom, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, con l'obiettivo di fornire strumenti di conoscenza a docenti e familiari per individuare il manifestarsi di un DCA e sulle strategie di cura.
I disturbi alimentari (anoressia, bulimia, binge eating e altro) rappresentano una patologia che da anni si sta insinuando sempre più nel tessuto sociale e che, a causa dell'isolamento determinato dall'attuale pandemia, ha avuto un incremento dei casi che oscilla intorno al 30%.
In questa giornata puntiamo i riflettori sui DCA con l'auspicio di contribuire alla creazione di una rete di assistenza e supporto.
download: locandina X Giornata Nazionale dedicata ai disturbi alimentari

redazione@aetnanet.org


Studenti modello “Alfieri della Repubblica” 2021

postato: 2021-03-13 08:05:00 da Andrea Oliva

Fare del bene, aiutare gli altri, manifestare attenzione e solidarietà ai più deboli, sono valori che la scuola insegna e che molti studenti traducono nella pratica ordinaria cercando di “essere un dono per gli altri”.
A 28 di questi studenti il Presidente Sergio Mattarella, ha assegnato il prestigioso riconoscimento di “Alfiere della Repubblica”, premiando il loro impegno e le azioni coraggiose e solidali e, leggendo le motivazioni dell’alto riconoscimento emerge uno spaccato di esemplarità che meritatamente viene “posta sopra il moggio” per essere di stimolo ed esempio per gli altri.
Sono giovani che nel 2020 "si sono distinti per l'impegno e le azioni coraggiose e solidali, e che, attraverso la loro testimonianza, rappresentano il futuro e la speranza, in un anno che rimarrà nella storia per i tragici eventi legati alla pandemia".
Tra i 28 nuovi “Alfieri della Repubblica” sono stati segnalati due studenti siciliani:.
Andrea Lo Guzzo, 17 anni, di Nicosia, il quale ha compiuto un gesto di cittadinanza attiva quando, assistendo ad un incidente stradale ha reso possibile risalire all’automobilista che aveva omesso il soccorso nei confronti del bambino di 8 anni che aveva investito.
In occasione di una cerimonia della Polizia di Stato, il Questore  aveva espresso pubblicamente ad Andrea, che frequenta il quarto anno del liceo classico “Fratelli Testa” un ringraziamento per l’aiuto fornito ed ora al primo riconoscimento di aggiunge per lui anche il titolo di “Alfiere della Repubblica”.
Ho solo fatto quello che era giusto fare” ha dichiarato Andrea, prendendo il numero della targa dell’auto pirata  per fornirla agli agenti della “volante”.

Giuseppe Adernò


Catania, al polivalente Valdisavoia con la rete civica della salute percorsi di competenze trasversali in democrazia partecipata, empowerment e cittadinanza responsabile

postato: 2021-03-13 08:00:00 da Andrea Oliva

Catania – Gli studenti diventano “catalizzatori” di empowerment nel settore, amplissimo, della Salute come valore e obiettivo comune, a partire da una formazione mirata sui temi della democrazia partecipata, della sicurezza, dell’Urban Health e della prevenzione, fino all’esperienza di incontri ad hoc con il Servizio Sanitario ma anche con quei volontari che hanno deciso di impegnarsi in prima persona per contribuire al benessere delle comunità. La responsabilizzazione e il coinvolgimento delle nuove generazioni in un percorso di competenze trasversali e orientamento che l’Istituto Polivalente Valdisavoia di Catania, diretto dalla prof. Anna Maria Di Falco, realizza in collaborazione con la Rete Civica della salute, partner della scuola.
“L’alleanza con i ragazzi è strategica e irrinunciabile”, ha detto nell’incontro di presentazione il Coordinatore Regionale della Rete Civica della Salute, prof. Pieremilio Vasta. “Da loro ci aspettiamo idee, spunti, progetti; e analisi, riflessioni, considerazioni. Gli elementi fondativi rintracciabili nella Costituzione, le sentenze e, soprattutto, la continua crescita della consapevolezza comune definiscono la salute come il ‘bene comune’ per eccellenza.

redazione@aetnanet.org



All’Istituto San Vincenzo il 53° della liberazione dello Stato delle Mauritius

postato: 2021-03-12 08:00:00 da Andrea Oliva

Gli abitanti delle Isole   Mauritius nell’Oceano Indiamo, il 12 marzo 1968 conquistarono l'indipendenza e si costituì la Repubblica di Mauritius.
L’evento viene celebrato il 12 marzo presso l’Istituto San Vincenzo, nel rispetto delle norme di prevenzione Covid, con il coinvolgimento dei bambini, i quali hanno preparato i canti e le bandiere, con la guida degli insegnanti Francesca Vasta e Antonio Amato.
 Alla presenza di alcune autorità locali l’ambasciatore Davide S. Ramboll, mediatoremauritus, ricorderà gli eventi storici del suo Paese, ripercorrendo il cammino verso l’indipendenza.
L’arcipelago che i Portoghesi scoprirono nel 1505  e  chiamarono “isola del cigno” venne abitata  prima dagli olandesi, i quali diedero appunto il nome di Mauritius, in onore del principe Maurizio di Nassau
Nel 1715 i francesi ne presero possesso, ribattezzandola “Île de France”.
Nel dicembre del 1810 le isole furono conquistate dai britannici  ritornò al suo nome olandese. Il 1º febbraio 1835 l'amministrazione abolì la schiavitù..
Nel 1902 divenne repubblica nell'ambito del Commonwealth ed ha sempre conservato 1992 una democrazia stabile, con elezioni libere e regolari, nel rispetto dei diritti umani.
L’esecuzione degli inni e lo scambio delle bandiere costituirà il segno di amicizia e di Cooperazione internazionale.
La Comunità mauriziana residente a Catania ha adottato il percorso formativo un bambino dell’Istituto.

redazione@aetnanet.org


Scuola, il Ministro Patrizio Bianchi firma decreto sull’edilizia scolastica: sbloccati 1 miliardo e 125 milioni di euro per la messa in sicurezza e la riqualificazione energetica delle secondarie di secondo grado

postato: 2021-03-12 07:55:00 da Andrea Oliva

Il Ministro dell’Istruzione, Professor Patrizio Bianchi, ha firmato oggi un Decreto sull’edilizia scolastica che assegna 1 miliardo e 125 milioni di euro per interventi di manutenzione straordinaria sulle scuole secondarie di secondo grado. Il Decreto Ministeriale attribuisce le risorse economiche direttamente alle Province, alle Città metropolitane e agli enti di decentramento territoriale per interventi di messa in sicurezza, riqualificazione energetica e nuova costruzione.

“Con questi investimenti, oggi, abbiamo impresso una forte accelerazione. Stiamo lavorando per sbloccarne rapidamente altri. Gli edifici scolastici nel nostro Paese sono circa 40.200, questo significa che la scuola è dappertutto ed è il segnale che lo Stato c’è. Cominciamo a lavorare affinché tutte le scuole di questo Paese siano luoghi di sicurezza, di sostenibilità, luoghi di accoglienza e di socialità”. Lo dichiara il Ministro, che oggi è intervenuto alla presentazione del “XX rapporto sulla qualità dell’edilizia scolastica e dei servizi” di Legambiente.

miur.gov.it





Coronavirus - vaccini per i settantenni, al via le prenotazioni

postato: 2021-03-12 07:50:00 da Andrea Oliva

11 marzo 2021
Da oggi, in Sicilia, tutti i cittadini dai 70 ai 79 anni (dalla classe
1951 fino alla classe 1942) potranno avere accesso ai sistemi di prenotazione per richiedere il vaccino anti Covid. Entra nel vivo, infatti, una nuova fase della campagna vaccinale che complessivamente potrà interessare una platea di oltre 567mila persone alla quale verrà somministrato il vaccino AstraZeneca (esclusi i soggetti estremamente vulnerabili, vedi nota allegata).
Le procedure di prenotazione sono analoghe a quelle già in atto nel territorio della Regione Siciliana per altri target della campagna vaccinale: si può, infatti, adoperare la piattaforma della struttura commissariale nazionale, gestita da Poste Italiane (prenotazioni.vaccinicovid.gov.it) o attraverso il portale regionale (www.siciliacoronavirus.it ).
Oltre alla modalità online, è possibile prenotare anche attraverso il call center dedicato - telefonando al numero verde 800.00.99.66 attivo da lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 18 (esclusi sabato e festivi) - attraverso i 687 sportelli Postamat e tramite il canale costituito dai portalettere di Poste Italiane che possono inserire in agenda gli appuntamenti richiesti dai cittadini appartenenti alla categoria interessata.
Si ricorda che il vaccino è gratuito e non obbligatorio.
pti.regione.sicilia.it


A Guidonia i vecchi banchi doppi diventano installazione d’arte

postato: 2021-03-10 15:00:00 da Andrea Oliva

A Guidonia Montecello, cittadina a 21 km da Roma, presso l’Istituto superiore di Via Roma 298, che aggrega il polo liceale “E. Majorana” ed il polo tecnico “L. Pisano”,  adoperando i banchi doppi non più utilizzabili e rimossi dalle aule, è stata realizzata un’installazione didattica effimera all’aperto.
Gli studenti della scuola ed anche studenti di altri istituti hanno così un luogo alternativo all’aula ove svolgere delle lezioni, nel quale i banchi costituiscono l’oggetto e lo strumento di un racconto che, partendo dalla storia dell’arte, offre molteplici spunti per collegamenti interdisciplinari.
Il progetto “double desk trib[ut]e”, promosso e coordinato da Roberto Ianigro, docente di Storia dell’Arte e coordinatore dello spazio museale “Per Artem”, prevede lo svolgimento di una lezione “diversa” che, attraverso le 24 istallazioni realizzate con i banchi doppi non più utilizzabili all’interno, fa compiere agli studenti un percorso didattico nuovo, ma all’esterno dell’edificio
Gli studenti hanno avuto modo di lasciare un segno, una traccia, una propria testimonianza compiendo un’azione abitualmente non consentita: scrivere o disegnare sul banco.
Nelle installazioni,  genere di arte visiva sviluppatosi in epoca postmoderna,   si usano deliberatamente  materiali poveri o quotidiani e l’obiettivo è quello di sollecitare la percezione del fruitore che diventa parte integrante del lavoro

Giuseppe Adernò


Progetto Erasmus+ ka2 ''C.R.E.A.C.T.I.O.N.'' all’Istituto “San Giorgio” di Catania

postato: 2021-03-09 13:00:00 da Andrea Oliva

L'Istituto comprensivo "San Giorgio" di Catania dal 25 al 29 Gennaio ha “ospitato virtualmente” la Mobilità conclusiva del PROGETTO ERASMUS+ KA2 "C.R.E.A.C.T.I.O.N.", che ha visto coinvolti 6 Paesi europei: Italia, Francia, Turchia, Regno Unito, Finlandia e Spagna.
Il tema era "Be an Artist!". “Linguaggi espressivi, creatività e forme d'arte ad ampio spettro, con espressione dei talenti presenti in ogni giovane
Le ragazze e i ragazzi selezionati hanno presentato delle performance, evidenziando ciascuno i propri talenti  nel canto, nel ballo, nel teatro in lingua, nel disegno, nella musica strumentale e nella  ginnastica.
 Le limitazioni imposte dalla pandemia hanno impedito di ospitare i Partner nella nostra scuola,  dichiara la dirigente Concetta Manola, come era stato programmato  nel Marzo  del 2020, ma, nonostante ciò, non è mancato l'impegno, l'entusiasmo e l'emozione nel vivere questa nuova esperienza.
I ragazzi, protagonisti del progetto, sono cresciuti in competenza, sicurezza, autostima e questa esperienza ha consentito loro di leggere in positività il disagio del distanziamento e delle limitazioni determinate dal Covid-19
Le foto del collage documentano alcune fasi del progetto “Creaction”.

Laura Anselmi
(Coordinatrice del progetto)


Tirocinio TFA sostegno (difficoltà a trovare le scuole dove svolgerlo)

postato: 2021-03-08 08:00:00 da Andrea Oliva

Con molto ritardo rispetto alla programmazione inziale è stato avviato il V ciclo dei Corsi TFA (Tirocinio Formativo Attivo) gestiti dalle Università per far conseguire ai docenti che hanno superato la prova selettiva, il titolo di specializzazione finalizzato all'abilitazione all'insegnamento nelle scuole   dell’Infanzia, primarie e secondarie.
 Numerosi rinvii e spostamento di date delle prove scritte e orali hanno allungato oltremodo le scadenze previste.
Per recupere il tempo sono state programmate lezioni con un ritmo accelerato che impegnano i corsisti tutti i pomeriggi, il sabato per l’intera giornata ed anche la domenica mattina.
E’ previsto come parte integrante del Corso il tirocinio pratico presso le scuole con la guida di un docente tutor, già specializzato nel sostegno con 5 anni di servizio, ma la particolare emergenza Covid non consente tale attività. Le scuole, specie di secondo grado, non hanno disponibilità per ospitare i tirocinanti.
Negli istituti dove sono presenti alunni disabili, non tutti i docenti di sostegno sono disponibili a svolgere l’attività di Tutor, che comporta una particolare attenzione alle metodologie da adottare, all’operativa delle verifiche e all’impegno di guidare e avviare i nuovi docenti di sostegno nel non facile compito educativo e professionale.
Non tutti gli Istituti hanno dichiarato la disponibilità ad accogliere i “tirocinanti” e tra quelli “accreditati” spesso si riscontrano delle difficoltà logistiche, per le limitazioni delle norme Covid, che non consentono di assicurare gli spazi idonei nell’aula per ospitare il docente curriculare, il docente di sostegno e il docente tirocinante.

Giuseppe Adernò


Giornata di studio sull’ambiente al liceo scientifico 'A. Russo Giusti di Belpasso'

postato: 2021-03-07 00:00:00 da Michelangelo Nicotra

Giorno 9 marzo p.v. presso il Liceo Scientifico “Antonino Russo Giusti” di Belpasso, sede associata dell’IIS “Francesco Redi” di Paternò, avrà luogo - in videoconferenza su piattaforma online dedicata -  un importante incontro in linea con la programmazione di Educazione civica ed avente per oggetto una attività di Educazione ambientale. Dopo i saluti istituzionali della dott.ssa Marilisa Pogliese e della Dirigente scolastica, dott.ssa Giuseppa Morsellino, il Seminario vedrà quale relatore della tematica “Energie alternative: presente e futuro” il Professore Francesco Noto, docente presso l’Università degli Studi di Catania.
La dott.ssa Marilisa Pogliese, Presidente del “Lions Club-Catania Riviera dello Ionio”, illustrerà agli studenti l’impegno costante e proficuo del “Lions”  nel promuovere iniziative volte alla tutela e valorizzazione ambientale.
Coordinerà il dibattito con gli studenti la Professoressa Elena Làudani, promotrice della giornata di studio.

Ufficio Stampa
IIS Francesco Redi - Belpasso


Francesco Capodanno: Preside, Maestro, Amico a tre anni dalla sua scomparsa

postato: 2021-03-04 10:20:05 da Andrea Oliva

Per iniziativa della sezione UCIIM di Catania, in collaborazione con i familiari, è stata pubblicata la raccolta degli scritti e ricordi del Preside Francesco Capodanno, il quale “ha lasciato una preziosa traccia di deontologia dirigenziale” nella scuola catanese e nell’UCIIM, associazione degli insegnanti cattolici.  
Nelle 217 pagine del volume s’intrecciano le notizie biografiche s’intrecciano ad alcuni articoli e interventi riguardanti la famiglia, alla scuola, all’impegno ecclesiale, politico e culturale svolto dal Preside nei 44 anni di servizio nella scuola italiana.
Il titolo “Note” fa riferimento ad una poesia del 1943 e alla metafora del dirigente è inteso come “direttore d’orchestra” che armonizza le singole note e pianifica l’armonia della Comunità scolastica che “insieme” collabora, coopera e costruisce la “scuola di tutti e per ciascuno”, riservando amorevole cura agli studenti “bisognosi di particolari attenzioni”.
Nel volume, curato dal preside Giuseppe Adernò, con la presentazione della presidente UCIIM di Catania, Maria Antonietta Baiamonte sono inseriti i contributi di Maria Teresa Moscato, Luciano Corradini, Salvatore Latora, Alfonso Sciacca, Pino Costantino, Puccio Vascone e di tanti altri Amici e Colleghi, ex docenti ed ex alunni della mitica Scuola Media “Leonardo Grassi”, fucina e palestra d’innovazione metodologica e didattica.
Avendo vissuto da protagonista le stagioni delle riforme scolastiche dal 1962, con l’avvio della scuola media unica, obbligatoria e gratuita per tutti, del tempo prolungato, dell’inserimento nelle classi comuni degli handicappati, denominati ora, più esattamente disabili in un processo di efficace inclusione sociale, il preside Capodanno ha scritto sul pentagramma della storia una pagina memorabile di scuola attiva e dinamica, capace di formare uomini e cittadini.
Protagonista e organizzatore del 36° Convegno Nazionale dell’UCIIM al Castello Ursino di Catania nel febbraio del 1957, ha contribuito all’elaborazione dei documenti che nel 1958 il Ministro dell’Istruzione Aldo Moro ha adottato per introdurre nella scuola italiana l’Educazione Civica, che da quest’anno  scolastico è rientrata nei Programmi come disciplina trasversale e oggetto di valutazione.
La buona semente sparsa ed il solco profondo tracciato dal Preside Capodanno hanno dato “buoni frutti” e, sfogliando le pagine del libro, si percepisce “il modello formativo” che egli ha saputo imprimere e la ricchezza di tanti suoi insegnamenti, ancora oggi attuali e imprescindibili, per una scuola di qualità.

redazione@aetnanet.org


L’Ordine al Merito della Repubblica italiana (OMRI) il 3 marzo compie 70 anni.

postato: 2021-03-04 10:07:20 da Andrea Oliva

Sono trascorsi 70 anni dalla legge n. 178 del 3 marzo 1851,con la quale è stato istituito l’Ordine al Merito della Repubblica  con lo scopo di «ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, dell'economia e nell'impegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici e umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari».
Il Presidente della Repubblica può conferire l'onorificenza, di propria iniziativa, per «benemerenze di segnalato rilievo nel campo delle attività sopra indicate e per ragioni di cortesia internazionale
Dal 30 marzo 2001 sono in vigore le nuove decorazioni per le varie classi e gradi onorifici: Cavaliere di Gran Croce decorato  di Gran Cordone; Cavaliere di Gran Croce; Grande Ufficiale; Commendatore; Ufficiale; Cavaliere, detto anche Cavaliere della Repubblica.
 Il Presidente della Repubblica italiana è il capo dell'Ordine, retto da un Consiglio composto di un Cancelliere e sedici membri. La cancelleria dell'ordine ha sede a Roma e i colori dell'Ordine sono il verde e il rosso.
Le concessioni delle onorificenze hanno luogo il 2 giugno, ricorrenza della fondazione della Repubblica Italiana, e il 27 dicembre, ricorrenza della promulgazione della Costituzione italiana.
In questi anni il Presidente Mattarella ha concesso con  motu proprio presidenziale delle onorificenze al personale sanitario “per essersi distinto durante la pandemia Covid-19” e per particolari gesti eroici di servizio civile.
Alla Legge 3 marzo 1951, n. 178   ha fatto seguito il DPR   13 maggio 1952, n. 458 e il DPR 16 gennaio 2020, relativo alla determinazione numerica delle onorificenze.
L’elenco degli Insigniti conta 328.044 iscritti
 
Giuseppe Adernò


SCUOLA PER TUTTI e…. PER CIASCUNO

postato: 2021-03-02 17:00:00 da Andrea Oliva

“Più scuola per tutti” in ogni area territoriale; “più scuola per tutti” in ogni famiglia; “più scuola per tutti” per l’intero anno solare”. Sono questi gli obiettivi e i traguardi verso cui tende la nuova compagine ministeriale del Governo Draghi, con la guida di Patrizio Bianchi: mettere al primo posto del programma la “centralità della scuola” per scommettere su un futuro basato sulle competenze necessarie per affrontare le sfide globali del XXI secolo.
Lo slogan che segue l’immagine del “Tutti a scuola”, che, in questi anni, ha fatto da sfondo alle cerimonie d’inaugurazioni dell’anno scolastico, stampata sulle magliette bianche degli studenti, viene riproposta per mettere in luce i principi cardine:
·   Del diritto allo studio, sancito dall’art. 34 della Costituzione nel rispetto dalla Dichiarazione Universale dei diritti umani e della Convenzione dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.
·  Della regolare continuità del servizio scolastico senza interruzioni o alternanze, così da consentire di valorizzare il “tempo scuola” come “tempo di apprendimento”.
·    Della collaborazione con la famiglia per una linea di continuità e di convergenza educativa cercando il miglior bene dei “figli”, a scuola “studenti”.

Giuseppe Adernò


Completato l’assetto politico-amministrativo del Ministero. Quale futuro immaginare?

postato: 2021-03-01 14:10:00 da Andrea Oliva

01_03_05
A poco più di una settimana dal giuramento del Ministro Prof. Patrizio Bianchi, la governance politica e amministrativa del ministero si completa con la nomina dei Sottosegretari Sen. Floridia e On.le Sasso (in attesa delle deleghe) cui si aggiungono Luigi Fiorentino capo gabinetto del Ministro, Stefano Versari alla guida del Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione e Giovanna Boda confermata alla guida del Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali.
Una squadra di “donne e uomini di scuola” cui è affidata la gestione di un pilastro fondamentale del sistema paese messo a dura prova nella gestione pandemica.
Ancodis si chiede quale visione questa squadra abbia per il futuro del sistema scolastico italiano e confida – a partire dalla straordinarietà di questa emergenza – nella possibilità di innestare quegli “elementi innovativi” che devono riportare la scuola italiana ad essere riferimento culturale e modello per gli altri paesi europei.

Per ANCoDiS

Prof. Rosolino Cicero


UNA STORIA DI FEDE E DI SPERANZA. Covid, i medici vogliono staccare la spina ma la moglie fa un voto a Sant’Agata: si sveglia dopo tre mesi

postato: 2021-03-01 14:05:00 da Andrea Oliva

01_03_03 Ritorna alla vita un maratoneta di 45 anni, da un anno ricoverato in ospedale Notizia pubblicata da “La Stampa” del 27 febbraio-
«Mia moglie ha fatto un voto a Sant’Agata e sono tornato alla vita».  Inizia così la testimonianza di Maurizio «Jack» Giustolisi, 45 anni, di Catania, dipendente della St Microelectronics e maratoneta, colpito da Covid, conosciuto e amato nella città dove l’ultimo anno ci sono state mille e 100 vittime del virus.
In questi dodici mesi, «Jack» è stato ricoverato in ospedale. «Morto tre volte», come racconta a «LiveSicilia.it» per descrivere i momenti più critici, quando i suoi polmoni sono stati collegati alle macchine per funzionare.
Lui è certo: il voto fatto dalla moglie gli ha salvato la vita. E’ avvenuto quando i medici gli hanno detto che non c’erano più speranze e che avrebbero staccato le macchine.
La moglie è andata di corsa in cattedrale, racconta “con la mia coccarda da devoto». Da quel momento ha cominciato a muovere la mano ed ha ripreso a vivere.

Giuseppe Adernò



Verso il primo settembre. I temi urgenti: Covid precariato, graduatorie ATA

postato: 2021-03-01 14:00:00 da Andrea Oliva

Il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, nel gestire la situazione di emergenza sanitaria dovuta al Covid, si è fatto portavoce delle richieste delle Regioni per avere un parere dal Comitato Tecnico Scientifico sull’apertura o chiusura delle scuole: gli esperti, dovrebbero fornire anche un report aggiornato sulla situazione epidemiologica complessiva nel settore scuola.
Ha proposto di aprire un tavolo denominato “Primo settembre”, puntando l’attenzione all’apertura delle scuole per il prossimo anno scolastico, dopo questi due anni di difficoltoso svolgimento delle attività didattiche. Gli esperti studieranno, infatti, la questione degli apprendimenti perduti durante la Dad, allontanando dunque l’ipotesi di un prolungamento generalizzato del calendario scolastico.
Incontrando i Sindacati, il Ministro Bianchi ha messo al  primo posto la necessità di intervenire su “reclutamento e mobilità” per avere il personale al completo a settembre.
Uno dei primi atti dovrebbe riguardare l’organico e la definizione del numero degli alunni per classe, rivedendo la legge 183 del 2008, nella prospettiva di poter assicurare a tutti gli studenti una regolare attività didattica in presenza.

Giuseppe Adernò


Un’idea di giustizia

postato: 2021-03-01 13:28:40 da Michelangelo Nicotra

Le sofferenze, i disagi e le preoccupazioni che la pandemia sta seminando in ogni angolo della terra rende nelle coscienze più avvertite necessaria una riflessione sulle condizioni di debolezza delle istituzioni democratiche, mostrate nell'affrontare una sciagura che ha sconvolto la vita di moltissime nazioni ed ha allargato il fossato delle disuguaglianze. Una riflessione che per forza di cose ci conduce ai problemi della giustizia sociale, dopo qualche decennio di abbandono sistematico. I partiti e i sindacati, nati nel suo segno, dovrebbero essere i primi a farla e dovrebbero aver preso coscienza che è stato alto il prezzo pagato per avere allentato e diluito i rapporti con le proprie tradizioni;i primi col ridimensionamento del peso politico, i secondi con la perdita di consensi e di iscritti. Pagano, soprattutto i partiti, per essersi fatti testimoni e garanti della promessa di buone occasioni per tutti, proclamata ad alta voce dall'imperante neo-liberismo. Non è bastato, però, suonare la fanfara per i nuovi diritti civili conquistati, per occultare la miseria dei risultati ottenuti. E' stato un grave errore, perchè i diritti civili non possono e non devono essere messi in rotta di collisione con quelli sociali.

Raimondo Giunta


Consiglio Comunale dei ragazzi di Motta S Anastasia. Cerimonia di giuramento

postato: 2021-02-27 17:00:00 da Andrea Oliva

La piazzetta antistante al Castello normanno di Motta S Anastasia, in una splendida giornata di sole, il 25 febbraio, si è trasformata in “aula consiliare”.
 La cerimonia svoltasi all’aperto e nel rispetto delle norme di prevenzione Covid-19 ha avuto inizio con il canto dell’inno d’Italia e il saluto del sindaco uscente Desiré Giunta, la quale ha relazionato sulle attività svolte dal CCR nel biennio precedente, quindi ha deposto sul leggio, accanto al testo della Costituzione la fascia tricolore. Con evidente attaccamento al progetto e alle splendide esperienze formative, alcuni membri del precedente Consiglio dei Ragazzi, ormai liceali, hanno accompagnato il Sindaco uscente: Giada Egitto, Christian Caudullo, Dario Virgillito e Samuele Bellia.
Con viva commozione il neo sindaco dei ragazzi, Diana Giuffrida, ha recitato la formula: “Giuro di essere fedele alla Repubblica, di rispettare le leggi dello Stato, … di collaborare per il bene della scuola, piccola città e per la crescita sociale e civile della Comunità scolastica” con la mano sul testo della Costituzione e quindi ha ricevuto dall’Assessore alla cultura, Carmen Zappalà, in rappresentanza del Sindaco, Anastasio Carrà, la fascia tricolore.

redazione@aetnanet.org


Nominati i Capi dipartimento al Ministero dell’Istruzione: Giovanna Boda e Stefano Versari

postato: 2021-02-27 16:58:54 da Andrea Oliva

27_02_03
Dopo la nomina dei Sottosegretari, con l’arrivo al Ministero dell’Istruzione del leghista Rossano Sasso e della pentastellata Barbara Floridia, sono stati definiti i capi della struttura amministrativa, di competenza diretta del nuovo Ministro, Patrizio Bianchi, il quale, confermando come capo di gabinetto il consigliere Luigi Fiorentino, ha proposto al Consiglio dei Ministri, con delibera del 26 febbraio, la conferma della dott.ssa Giovanna BODA, 46 anni, dirigente di prima fascia, nell'incarico di “Capo del Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali del Ministero dell'istruzione”
In questi anni la dott.ssa Giovanna Boda è stata fortemente impegnata nell’affrontare le molteplici emergenze nazionali: dal terremoto dell’Aquila e di Amatrice, le alluvioni, gli atti di violenza sui minori e di vandalismo delle scuole, ed in questi mesi l’emergenza della pandemia, attraverso il sostegno quotidiano alle scuole, soprattutto quelle più in difficoltà.


Nicolò Mannino,
Presidente del Parlamento Internale della legalità
Giuseppe Adernò, Coordinatore dei Consigli Comunali dei Ragazzi
La Redazione di Aetnanet


Esami / Valutare le competenze

postato: 2021-02-26 08:00:00 da Andrea Oliva

Le disposizioni concernenti gli esami di primo e secondo grado fanno da cornice all’azione valutativa della scuola che trova le radici storiche nella legge 517 del 1977 e che man mano ha assunto forme ed espressioni diverse in un costante processo evolutivo di miglioramento.
Oggetto della valutazione sono, appunto, le competenze; la prova scritta e orale degli esami è orientata a rendere evidente come affermava Grant Wiggins e come Mario Castoldi ha tradotto: “Non ciò che lo studente sa, ma ciò che sa fare, con ciò che sa”.
Il “sapere” si connette con il “fare “e le conoscenze si traducono in competenze, principio pedagogico che il Maestro Manzi aveva già adottato nella sua azione didattica, quando nel valutare i suoi studenti scriveva: “ Fa quel che può; quel che non può, non fa”, intrecciando conoscenze e competenze.
Il termine “conoscenze” come ha scritto Michele Pellerey, è “riferito ai fatti, alle idee acquisite attraverso lo studio, la ricerca, l’osservazione o l’esperienza e designa un insieme d’informazioni che sono state comprese”.
Le “competenze”, invece, si riferiscono alla capacità di rispondere a situazioni complesse, sono i traguardi delle abilità esercitate, dimostrano la capacità di applicazione delle conoscenze nella sfera pratica e coinvolgono diversi ambiti disciplinari.
Proprio per questa specifica caratteristica non possono essere quantificate con un voto numerico, ma richiedono una descrizione analitica e puntuale, in relazione al lavoro effettivamente svolto.
Già con la circolare n.51 del 20 maggio 2009 le scuole sono state coinvolte nel lavoro di sperimentazione delle ”certificazioni delle competenze” e, oggi, dopo 12 anni, si fatica ancora a cogliere l’essenza della valutazione delle competenze, “unità di misura del curricolo” che prende in esame non solo le nozioni, ma anche la capacità di generalizzare, trasferire e utilizzare le conoscenze acquisita nei contesti reali.
 
Giuseppe Adernò


Un economista al comando della scuola. Quando il turno di un pedagogista?

postato: 2021-02-24 15:00:00 da Michelangelo Nicotra

1) Una nuova disciplina
Il nuovo ministro è un nome dell'economia dell'istruzione ed è stato assessore regionale all'istruzione nella Regione Emilia-Romagna. Ogni ministro si porta appresso il proprio bagaglio di cultura, di esperienze e di specifica professionalità. Il bagaglio dell'economia dell'istruzione non è di quelli che si puo' lasciare a casa ed è molto ingombrante. Questo ramo dell'economia politica viene fuori con forza dalle riflessioni sulla crisi fiscale dello Stato negli anni '70 e anche in Italia ha cominciato ad avere i suoi cultori. Nel DNA di questa disciplina c'è l'impulso a rendere efficiente la spesa pubblica per l'istruzione e soprattutto c'è la preoccupazione a non ad aumentaSi è cominciato a dire, proprio perché c'è la crisi fiscale dello Stato, che non è più sostenibile la pretesa di pensare che la composizione della spesa pubblica non debba cambiare e che debba solo crescere. Le risorse per l'istruzione che bisogna strappare all'avidità di altri reparti dello Stato devono essere spese bene, senza sprechi, in modo efficace e ogni innovazione, così come il mantenimento dell'esistente, devono essere sottoposti ad una rigorosa analisi dei costi . Anche il diritto allo studio e alla formazione, come il necessario prolungamento dell'obbligo scolastico non possono e non devono essere esclusi da una ricerca approfondita di questo genere. Potrebbero non essere inviolabili come si crede. . . Ma già nei primi tempi qualche dubbio sulle pretese di questa disciplina incominciò a circolare. In un saggio esemplare per chiarezza e profondità di analisi pubblicato nel n. 239 del quindicinale CENSIS del Febbraio '76, U. Trivellato, che è stato sempre un grande esperto di problemi scolastici e anche Rettore della Facoltà di Statistica a Padova, indicava le notevoli difficoltà analitiche nel definire l'impiego ottimale delle risorse in campo educativo.

Raimondo Giunta