Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 489087773 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
ottobre 2019

Domenica 6 ottobre Lungomare Fest per l’intera giornata all’insegna della solidarietà.
di a-oliva
739 letture

Richiesta pubblicazione Avviso selezione Esperti - PON Competenze di base - II edizione
di m-nicotra
622 letture

Grazie Nicholas
di a-oliva
547 letture

Proposta formativa Competenze Digitali e Certificazioni ECDL-AICA per il PON Avv. Prot. 26502 “CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA”.
di a-oliva
526 letture

Personale ATA - Elenco definitivo Assistenti Amministrativi disponibili alla copertura dei posti vacanti del profilo di D.S.G.A. – A.S. 2019/2020
di a-oliva
521 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Eventi
Eventi

·Job orientation and Work experience in Europe
·Tavola rotonda al III IC Rodari di Acireale
·Sabato 17 marzo Gara Regionale ''EXPONI le tue idee 2018'' per il Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
·Tavola rotonda su dislessia, disgrafia, discalculia, disturbo da deficit di attenzione e iperattività
·"Autismo: transizioni e sinergie"


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Scuola pubblica e o privata: Una 'questione morale' anche per la scuola pubblica statale? Io ci sto!

Opinioni
La nostra categoria (dirigenti scolastici, insegnanti e personale non docente) dovrebbe fare un vero e sincero esame di coscienza, porre anche per la scuola pubblica statale una “questione morale” (per la scuola paritaria confessionale e privata sapete come la penso. Ho scritto un libro, scaricate la versione gratuita in formato pdf, sul pericolo di queste scuole private che sfruttano la parità scolastica per ricevere dallo stato quasi un miliardo di euro tra contributi diretti, indiretti. Agevolazioni fiscali alle famiglie che iscrivono i figli nelle scuole confessionali compreso il buono scuola sempre più corposo solo per loro).

Come sindacato libertario, l'Unicobas Scuola si confronta e si confronterà con tutti e anche se a volte le idee interne non sono proprio convergenti, ci si rimbocca le maniche e si lavora con un solo obiettivo: dare a questo Paese una grande possibilità, quella di una scuola pubblica laica statale di qualità. Una delle iniziative alle quali il sindacato Unicobas Scuola è particolarmente attivo è la partecipazione al comitato della LIP (legge d’iniziativa popolare). L'Unicobas è a favore di un referendum che vada ad eliminare quei commi incostituzionali dell'art. 1 della Legge 107/2015, che cancellano la libertà di insegnamento, che aprono la porta ai privati, che tendono una mano e non solo alle scuole confessionali e che cancellano gli organi collegiali. Trasformando gli insegnanti in schiavi.

L'argomento sull'incostituzionalità è stato affrontato con forza il 6 settembre a Bologna davanti a 350 rappresentanti di tutte le associazioni, le organizzazioni sindacali, comitati e politici di vari schieramenti. Ma come ho scritto all'inizio dell’articolo, credo sia arrivato il momento di porre la questione della qualità dell'insegnamento e nel caso degli ata, del lavoro, una vera "Questione Morale" nella scuola pubblica statale. Le mie considerazioni non riguardano il mondo politico né il rapporto con le famiglie e gli studenti. (Sull'incompetenza politica e sui rapporti docenti-genitori ne ho ampliamente parlato, ricordando spesso che il declino dell'istruzione pubblica statale e della perdita del prestigio del mestiere dell'insegnante è notevolmente peggiorato già dal 2000 con il ministro Berlinguer per poi scadere del tutto con Gelmini e Giannini). Vado direttamente al nocciolo della questione: una parte dei docenti e del personale ata, pur conoscendo la propria materia, ha poca voglia di insegnare e lavorare (distinguo, le due cose perché diverse).

C'è un'altra parte del personale della scuola che è incompetente. Naturalmente mi riferisco ad una minoranza (corposa) che rovina con il loro modo di fare l'immagine dell'intera categoria. Come può oggi un sindacato chiedere a questi personaggi l'iscrizione e la tessera? Con quale coraggio? Come si può difendere un insegnante che non ha voglia di fare nulla o crea problemi a colleghi, dirigenti, studenti e genitori? Perché questi soggetti rimangono tranquillamente seduti dietro una cattedra in classe, in un laboratorio dietro ad una provetta o ad un pc, o il personale ata in un ufficio, nei corridoi senza fare assolutamente nulla? Se 100mila docenti sono professionisti della didattica per la propria materia (non ci reputiamo "lavoratori della conoscenza" ma professionisti della didattica) e svolgono la propria attività in modo corretto, non fanno notizia, ma se in una scuola ci sono due maestre su centocinquanta che non conoscono l'italiano e consegnano solo fotocopie agli alunni terrorizzandoli se si azzardano a raccontare ai propri genitori, quello che accade a scuola (ho fatto l'esempio delle maestre ma lo stesso discorso vale per le scuole secondarie di 1 e 2 grado non dimenticandoci anche delle materne), allora si generalizza e tutti i docenti italiani, per l’opinione pubblica diventano delle capre ignoranti.

Insomma l'educazione, il rispetto delle regole, le conoscenze e le competenze di un insegnante sono fondamentali. Anche se la Costituzione Italiana parla di istruzione, noi siamo anche portatori di modelli educativi. Siamo i primi difensori della democrazia ed i primi rappresentanti della legalità e garanti della Carta. Dobbiamo essere trattati con rispetto dall’opinione pubblica e dai politici! Essere retribuiti come gli insegnanti francesi, inglesi, tedeschi, pensate che anche un lavacessi tedesco guadagna più di noi (grande rispetto per gli inservienti germanici). Perciò lo dico con il cuore garibadino e poco cavouriano: per favore colleghi, che avete ottenuto punteggi fasulli nelle scuole paritarie confessionali e private senza aver mai insegnato, colleghi con titoli falsi comprati e stampati a Lesina (FG), colleghi che non “amate” insegnare, colleghi che vi imboscate... che trovare qualsiasi espediente per non fare lezione o per mettervi in malattia, andate via dalla scuola!

Lasciate la cattedra di italiano, matematica, informatica, diritto, laboratorio, lasciate il posto come ass. tecnico, come ass. amministrativo, come collaboratore scolastico. andata via dalla scuola! State rovinando gli studenti! Una cosa è certa, io non vi difenderò mai, perché siete indifendibili ed io non sono un avvocato, non sono amico del gattopardo, del giaguaro, del cazzaro, del massone e del mafioso. Bussate alla porta dei grandi sindacatoni vedrete che loro vi apriranno, il pelo sullo stomaco e sulla coscienza a loro non manca.

La questione riguarda una minoranza del personale scolastico della Lombardia (anche se la “malascuola” la troviamo in tutta Italia...).

Io difenderò come faccio da anni tutti coloro ai quali sono stati cancellati i diritti, è uno dei compiti di un sindacato pulito e non servo della casta. Io difendo la scuola pubblica laica statale!
 
Paolo Latella
Insegnante e giornalista
Membro Esecutivo Nazionale Unicobas Scuola
Segretario della Lombardia








Postato il Venerdì, 25 settembre 2015 ore 01:00:00 CEST di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi