Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 474953674 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
febbraio 2019

Cyberbullismo e i suoi Pericoli all'I. C. Fontanarossa di Catania
di m-nicotra
802 letture

La scuola come tramite nella valorizzazione culturale
di m-nicotra
780 letture

Giornata Mondiale della lingua greca al Convitto Nazionale Mario Cutelli di Catania. 12 Febbraio 2019, ore 11.00 - 13.00.
di a-oliva
753 letture

Cyber bullismo e insidie web. Il questore di Catania Alberto Francini incontra gli studenti del Liceo Classico Statale 'N. Spedalieri' con il dirigente del Compartimento Postale La Bella
di m-nicotra
684 letture

Il saluto di Misterbianco al Prof. Santo Mancuso, educatore e politico d’altri tempi
di a-battiato
667 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Patrizia Bellia
· Giuseppina Rasà
· Sergio Garofalo
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Attività parlamentare
Attività parlamentare

·Il governo colpisce il Centro-Sud e premia chi tassa gli studenti
·Sicurezza antisismica, preoccupazione per le scuole siciliane
·Maxi-aumento ai dirigenti, nulla per docenti ed ATA. Una scuola sempre più ingiusta
·Incontro del PCI ad Acireale per una scuola pubblica, unita e giusta
·Fuori il razzismo dalla scuola


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Scuola pubblica e o privata: Scuole paritarie. In attesa dei finanziamenti statali

Redazione
Il Sottosegretario Gabriele Toccafondi ha annunciato che sono in arrivo oltre 500 milioni di euro per le scuole paritarie. "Mai nessun Governo aveva destinato tanta attenzione alla parità scolastica, come mai nessuno ha fatto, come noi, controlli serrati al sistema delle paritarie, tanto da proporre la chiusura di 47 scuole, alle quali viene revocato il riconoscimento della parità". Il comunicato ha lasciato basiti i sindacati e gli esponenti radicali di alcuni partiti i quali l'hanno condannata come una "scelta gravissima e offensiva" rimproverando ancora una volta la disattenzione del Governo nei confronti della scuola pubblica e la difficoltà di trovare i fondi per il rinnovo del contratto per il personale.
Il Sottosegretario ha sostenuto fortemente il ruolo dell'educazione non statale che offre un servizio pubblico ai cittadini, costretti a pagare due volte il diritto di scegliere la scuola per i propri figli, come indicato dalla Costituzione.

Si ripropone la solita accusa di pregiudizio ideologico rivolta a chi è contrario ai finanziamenti alle scuole paritarie, in ossequio alla formula adottata nel testo della Costituzione per volontà del siciliano Concetto Marchese, che temeva in quel contesto storico la nascita delle scuole dei partiti, "Senza oneri per lo Stato" ha un'accezione specifica per il servizio privato e non per la scuola paritaria che rispetta le norme e le regole del sistema scolastico ed è autorizzata a rilasciare titoli e diplomi.

Oggi le scuole paritarie sono quasi tutte in gravi difficoltà economiche e molte di esse, specie le scuole cattoliche, sono state costrette a chiudere i battenti. A questa grave situazione di disagio si aggiunge l'incoerenza di non riconoscere il servizio prestato nelle scuole pubbliche paritarie.

Tanti docenti hanno fatto sacrifici e rinunce, accontentandosi soltanto del punteggio, in cambio del lavoro didattico svolto ed ora, passando alla scuola pubblica statale si trovano con in mano un pugno di mosche e il punteggio del servizio prestato non è utile in fase di mobilità (trasferimenti) e nella progressione di carriera (scatti di anzianità.)
Questa grave penalizzazione, è in contrasto con la legge n. 62/2000 che stabilisce che dal 1° settembre del 2000 "i servizi d'insegnamento prestati nelle scuole paritarie sono valutati nella stessa misura prevista per il servizio prestato nelle scuole statali " e fa prevalere il testo Unico del 1994 che non riconosceva tale diritto, ma allora non c'era la legge che regolamentava le scuole paritarie.

Qui i sindacati non intervengono per tutelare i lavoratori della scuola, privati di un diritto acquisito e sono tutti consapevoli che tanti docenti hanno sacrificato gli anni di carriera per accumulare punteggio e molti di essi non hanno percepito la giusta remunerazione, per la scarsità di fondi.

Recentemente la pronuncia del Giudice del lavoro di Palermo che, con sentenza n. 2124/2017, pubblicata il 5 luglio, ha condannato il MIUR ad attribuire alla parte ricorrente, punteggio derivante dal servizio pre-ruolo prestato presso le scuole paritarie, impegnando il Ministero dell'Istruzione a computare alla medesima stregua il servizio prestato presso le scuole statali e le scuole paritarie, anche ai fini della ricostruzione della carriera e della posizione stipendiale maturata. Pare che questo "diritto" sia relegato alla carta bollata e nelle aule dei tribunali.
Al di là degli schieramenti ideologici, occorre riconoscere il sistema d'istruzione nazionale è costituito da scuole statali e paritarie e solo nel nostro Paese queste scuole, che svolgono un servizio pubblico, vengono fortemente discriminate.

Con i contributi che saranno assegnati anche in presenza di alunni disabili potrà essere garantito tale servizio per tutti, senza escludere i disabili dalle scuole paritarie e senza dover chiedere alle famiglie un supplemento nella retta, rendendo così concreto il diritto d'integrazione e d'inclusione sociale.

La tanto dibattuta questione del "buono scuola" e la defini­zione del "costo standard per allievo", cioè l'individuazione del costo ottimale per l'istruzione di ogni alunno, ritornano ancora una volta ribadite, anche come appello alla giustizia e all'equità, constatando i gravosi costi della libertà di scelta, con doppi pagamenti allo Stato e alla scuola libera.

La promessa di questa boccata di ossigeno fa ben sperare per l'avvio del nuovo anno scolastico nelle scuole paritarie, e restituisce ai genitori il diritto di scegliere la scuola per i propri figli.

Giuseppe Adernò





dello stesso autore




Postato il Giovedì, 27 luglio 2017 ore 08:30:00 CEST di Giuseppe Adernò
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi