Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 495577466 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
febbraio 2020

Lettera aperta alla Ministra Lucia Azzolina
di m-nicotra
3788 letture

'Agata, Vergine e Martire' di Pino Pesce al Teatro Sangiorgi di Catania. Una sacra rappresentazione multimediale fra medievalità e contemporaneità
di m-nicotra
1334 letture

Cara Lucia Azzolina, prima che diventassi ministro, eri d’accordo su tutto quello che ho scritto in questo articolo. Oggi lo sei ancora?
di m-nicotra
1327 letture

Francesco Paratore Sindaco dei Ragazzi dell’Istituto 'Gabelli' di Misterbianco. I Commissari: lodevole iniziativa che dovrà coinvolgere tutte le scuole.
di a-oliva
1319 letture

Io non sono così cattivo. Questo personaggio mi fa stare male. Non mi piace anche se lo interpreto. La banalità del male!
di m-nicotra
1269 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Comunicati
Comunicati

·Annunciato concorso per docenti di religione. Cisl Scuola “un tavolo al Miur, si pensi alla stabilizzazione dei precari”.
·Premio ETIC Edizione 2019-2020
·IV Edizione “Premio Giacomo Leopardi”. Sede Regionale di svolgimento il Convitto Nazionale “ Mario Cutelli” Catania. SCADENZA 20 DICEMBRE 2019
·'Sebastiano Addamo. Il pensiero, il silenzio, la parola' di Maria Valeria Sanfilippo - Sabato 23 novembre Pinacoteca N. Sciavarello
·Olimpiadi di Informatica nazionali ed internazionali - Edizione 2019-2020


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


AetnaNet: Redazione

Cerca in questo argomento:   
[ Vai in Home | Seleziona un nuovo argomento ]

Costume e società: Dopo Sant’Agata - Culto e devozione. Le Candelore abbiano un rettore spirituale
Redazione
Nel comune linguaggio dei catanesi l’anno solare ha centro la festa di Sant’Agata per cui è comune l’espressione “Prima di Sant’Agata” e “Dopo Sant’Agata”. Nell’incontro, che ha avuto luogo presso la Sala Consiliare di Palazzo degli Elefanti sul tema “Dopo Sant’Agata: culto e devozione”, è stato condiviso il concetto che per i catanesi Sant’Agata non ha un tempo “prima e dopo”, ma è sempre viva e presente, perché segno e vita della devozione e del culto di un popolo che nella giovane Martire si ritrova e converge. Anche il poeta Micio Tempio, noto per il suo linguaggio, parlava sempre con rispetto di Sant’Agata, ed ha usato la metafora della “calamita”, perché S. Agata attira e unisce.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 24 febbraio 2020 10:05:03 (1134 letture)

(Leggi Tutto... | 4575 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Aggiornamento: Scuola di Formazione Politica per il bene comune. Al via sabato a Catania la seconda edizione organizzata da Fondazione Sussidiarietà e Futurlab.
Redazione
Al via sabato a Catania la seconda edizione della “Scuola di Formazione Politica per il bene comune” organizzata da Fondazione Sussidiarietà e Futurlab. Da febbraio a giugno sei incontri con grandi esperti provenienti da diversi ambiti, per discutere, in maniera critica e apartitica su temi come il futuro dell’Europa, la digitalizzazione del Paese, il bene comune, una nuova Pubblica amministrazione, i nuovi scenari geopolitici, modelli economici e finanza globale, il sistema degli Enti locali.
Sono invitati anche gli studenti e sarebbe auspicabile che gli studenti delle ultime classi possano fruire di tale preziosa occasione di incontri con esperti e studiosi e aprire gli occhi alla realta sociale  in maniera responsabile e consapevole. Si terrà sabato 22 febbraio alle 9.30 presso il Camplus Catania la  lezione inaugurale  della Scuola di Formazione Politica per il Bene Comune, giunta alla sua seconda edizione e promossa nel capoluogo etneo dalla Fondazione per la Sussidiarietà e dall’Associazione FuturLab – Costruiamo il Futuro.
Postato da Andrea Oliva Giovedì, 20 febbraio 2020 10:16:17 (896 letture)

(Leggi Tutto... | 10262 bytes aggiuntivi | Aggiornamento | Voto: 0)

Aggiornamento: Giornata di studio 'Dentro il Processo Penale Minorile: la Persona e la Comunità, l'Educazione e la Responsabilità'
Redazione
La S.V. è invitata alla Giornata di studio "Dentro il Processo Penale Minorile: la Persona e la Comunità, l'Educazione e la Responsabilità", che si terrà venerdì *21 febbraio 2020* dalle ore 8.30 alle ore 17.00 presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali di via Gravina 12 a Catania, organizzato dalla Sezione di Catania dell'Associazione Italiana dei Magistrati per i Minorenni e la Famiglia e dalla Struttura Territoriale di Formazione Decentrata del Distretto di Catania della Scuola Superiore della Magistratura, con ingresso libero. Sono previsti 3 crediti formativi per gli avvocati e sono stati richiesti crediti per gli assistenti sociali (Regione Sicilia: Id 37848).

Qualora non si fosse già iscritto/a è necessario iscriversi compilando il modulo, attraverso il seguente Link: https://forms.gle/hxT1XyE6ypbR95KeA

I magistrati, i magistrati onorari, i Mot e i tirocinanti di tribunale potranno iscriversi tramite il portale: www.scuolamagistratura.it - (sezione decentrata).

aimmf.catania@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 16 febbraio 2020 08:00:00 (855 letture)

(Leggi Tutto... | 3478 bytes aggiuntivi | Aggiornamento | Voto: 0)

Cultura e spettacolo: 'Agata, Vergine e Martire'. Dramma sacro di Pino Pesce al teatro Sangiorgi, di Catania
Redazione
E’ stato come ritornare indietro nel tempo, quando era difficile essere cristiani, quando chi abbracciava la nuova fede venuta dall’oriente “appendeva la propria vita sulla punta di un bastone”, quando anche una giovane ragazza siciliana di buona famiglia, che si consacrava a Gesù metteva a repentaglio la sua esistenza, e quando la fede era veramente vissuta come “sale della terra”, “luce del mondo” per illuminare le genti con l’amore e la carità. Quest’atmosfera di speranza e di persecuzione, di luce e di buio, di lotta tra il bene e il male, in un ambiente semplice, normale, quasi casalingo, l’abbiamo vissuta intensamente, lunedì 3 febbraio, al teatro Sangiorgi di Catania, con lo spettacolo teatrale, “Agata, Vergine e Martire”, di Pino Pesce, patrocinato dal “Comitato dei festeggiamenti per Sant’Agata”, nell’ambito delle celebrazioni per la Santa Patrona di Catania. Siamo nel III d.C. e infuriano le persecuzioni contro i cristiani, per ordine dell’Imperatore Decio, e a Catania il proconsole Quinziano segue alla lettera i dettami imperiali, perseguitando, imprigionando e uccidendo chiunque si fosse “macchiato” dal fuoco della nuova e incomprensibile religione cristiana.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Mercoledì, 12 febbraio 2020 18:00:00 (1168 letture)

(Leggi Tutto... | 5706 bytes aggiuntivi | Cultura e spettacolo | Voto: 0)

Didattica: Tre discorsi sull’ebraismo - Gershom Scholem
Redazione
Questo esile testo è il mio primo approccio con Scholem;  ne sono rimasto stupito per la profondità e l’originalità delle riflessioni.Credo che debba essere una lettura necessaria per chi vuole comprendere che cosa sia oggi l’ebraismo ,come religione,come cultura e quali siano le questioni vive che l’attraversano. Popolo ebraico e religione ebraica sono sempre la stessa cosa? Che significato puo’ avere l’ebraismo senza la religione ebraica? L’ebraismo ora che ha trovato la sua terra originaria è sempre lo stesso? Quali sono i tratti distintivi di questa religione? Dei ragionamenti  di Scholem porterò in sintesi molto succinta quelli che di più sono riuscito a connettere con le mie esperienze e conoscenze;quello che dirò non è quindi una presentazione fedele di tutto quello che vi è scritto. Al centro delle riflessioni del pensatore ebraico si impongono le questioni che riguardano  la sua religione, che ha come fondamenta la rivelazione sinaitica e la tradizione ininterrotta di interpretazioni  che hanno cercato di attualizzarla, di renderla disponibile nel tempo e nelle situazioni.

Raimondo Giunta
Postato da Nuccio Palumbo Mercoledì, 12 febbraio 2020 08:00:00 (1100 letture)

(Leggi Tutto... | 6412 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 0)

Concorsi: L’importanza della Privacy nell’ambito del Genoma approvato al Concorso nazionale Giornata di formazione a Montecitorio - Liceo Scientifico dell'ISS Francesco Redi di Paternò
Redazione
"Facta non verba! finis coronat opus"
La passione per la ricerca scientifica e per l'approfondimento giuridico diventano esperienza da vivere. La classe V A del Liceo Scientifico "Russo Giusti" di Belpasso, sede coordinata dell’I.I.S.S. “Francesco Redi” è stata selezionata come vincitrice al concorso nazionale che ogni anno viene bandito dal Miur in collaborazione con la Camera dei Deputati. Gli alunni, guidati dalla docente di storia e filosofia prof.ssa Maria Gabriella Virgillito, si sono cimentati nell'elaborazione di un complesso dossier di documentazione sul genoma umano e sulle implicazioni etico-giuridiche del trattamento e diffusione dei dati genetici. Nelle giornate del 19 e 20 Maggio prossimi, la classe sarà ricevuta a Montecitorio per presentare e discutere il proprio lavoro dinanzi alla Camera dei Deputati debitamente convocata per l' occasione.... Summa con laude!

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 11 febbraio 2020 09:00:00 (1153 letture)

(Leggi Tutto... | 2342 bytes aggiuntivi | Concorsi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il male non è mai banale. Appunti per la comprensione del 'male assoluto'
Redazione
Pubblicato nel 1963, il famoso saggio “La banalità del male (Eichmann a Gerusalemme)”, di Hannah Arendt, è il resoconto del processo a cui fu sottoposto, a Gerusalemme, l’ufficiale delle SS Adolf Eichmann ad opera delle autorità israeliane, dal 1960 al 1962, e che si concluse con la condanna a morte mediante impiccagione, la cui sentenza venne eseguita la notte tra il 31 maggio e il 1 giugno 1962.
Da allora il termine “banalità del male” è diventato un “giudizio” condiviso universalmente, accettato da tutti per comprendere e spiegare il “male assoluto”. L’autrice, dopo aver seguito le 120 sedute del processo, arrivò alla deduzione che il “male assoluto” commesso dai nazisti non fosse dovuto ad una innata indole malvagia, connaturata nell’uomo, quanto invece frutto della inconsapevolezza, del senso di impersonalità, della frammentarietà delle azioni, dell’incapacità di comprendere pienamente e fino in fondo il significato dei singoli fatti commessi da una moltitudine indefinita e non correlata di persone.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Domenica, 09 febbraio 2020 07:00:00 (1113 letture)

(Leggi Tutto... | 9588 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Voce alla Scuola: 'Agata, Vergine e Martire' di Pino Pesce al Teatro Sangiorgi di Catania. Una sacra rappresentazione multimediale fra medievalità e contemporaneità
Redazione
L’attesa sacra rappresentazione “Agata, Vergine e Martire” di Pino Pesce, andrà in scena il 3 febbraio alle ore 17:30, al Teatro “Sangiorgi” di Catania. L’autore, già docente di Italiano e Storia,  della pièce è anche régisseur.  Negli ultimi anni, Pesce si è accostato al Teatro con successo scrivendo, rielaborando e dirigendo importanti testi: da “L’uomo dal fiore in bocca” di Pirandello a “Rosa Balistreri/A memoria di una Voce”. In questo suo ultimo lavoro, l’autore ha messo “in campo 100 eccellenze”. La produzione è del “Comitato dei festeggiamenti a Sant’Agata”, presidente il dott. Riccardo Tomasello. Ogni cittadino catanese, devoto di Sant’Agata, sente forte la responsabilità verso la Città e la Patrona per cui prova emozione nel confrontarsi con la verità di cui si sente possessore, quando si parla della vicenda della Santa Patrona, divenuta parte e simbolo dell’immaginario collettivo, della spiritualità della coscienza e dell’anima. I temi della rappresentazione religiosa di Pesce si riversano in scena per rappresentare la complessità del dramma cosmico in un periodo storico che attraversa la crisi dell’io. Studio, ricerca e sperimentazione sono il fil rouge dello spettacolo; un atto unico che racconta il dramma del martirio, fra storia e voce popolare, mettendo in luce la vita straordinaria di Agata, giovinetta nata e vissuta alle pendici dell’Etna nel III secolo dopo Cristo. Della protagonista vengono focalizzati i momenti più importanti della sua vita (dall’infanzia al martirio) attraverso le immagini-video, le luci, i costumi e le musiche che toccano il culmine negli interventi musical-canori del Coro Lirico Siciliano.

Lella Battiato Majorana
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 05 febbraio 2020 05:00:00 (1334 letture)

(Leggi Tutto... | 7827 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Ragazzi sindaci alla processione della cera
Redazione
Come già da diversi anni tutti i ragazzi sindaci della Provincia sono invitati a partecipare alla solenne processione dell’offerta del cera del 3 febbraio (Carrozza del Senato). Saranno appunto i ragazzi sindaci ad aprire il solenne corteo della processione  e ciascuno porterà una candela e un fiore.  Hanno aderito alla partecipazione i ragazzi sindaci con i CCR delle scuole cittadine: Parini, San Giovanni Bosco, Brancati, Istituto San Vincenzo, Ist.Maria Ausiliatrice; di S Agata Li Battiati: “Pluchinotta”, “Mercede” e Circolo Didattico; dell’Istituto Gabelli di Misterbianco; D’Annunzio di Motta S Anastasia;   di Paternò: 1° e 3° Circolo e  Istituto Marconi;  Ragalna; Belpasso:  Istituto “Martoglio” e Circolo didattico; San Pietro Clarenza; Camporotondo;   Maletto; Tremestieri ; Santa Venerina e Caltagirone.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 03 febbraio 2020 16:00:00 (875 letture)

(Leggi Tutto... | 2776 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Omaggio al Verga nel giorno del 98° anniversario della morte
Redazione
Un prolungato e commosso silenzio ha accompagnato il gesto dei numerosi studenti delle scuole intitolate a Verga che hanno deposto un fiore sulla tomba del Verga nel giorno del 98° anniversario della morte avvenuta, appunto, il 27 gennaio del 1922. La cerimonia semplice e significativa, è stata avviata nel 1986 dal preside Giuseppe Adernò, allora dirigente della scuola Verga di Petralia Soprana e quest'anno i ragazzi di Petralia Soprana sono tornati a Catania, insieme ai ragazzi della scuola Verga di Comiso, di Vizzini, di Leonforte e dell'istituto Don Bosco di Catania, del Liceo Principe Umberto, del Consiglio comunale dei Ragazzi di Nicolosi. Gli studenti che hanno aderito all'iniziativa hanno vissuto, una significativa esperienza di insegnamento-apprendimento e riascoltando alcuni testi delle novelle verghiane hanno "incontrato" Verga scrittore e Verga uomo.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 29 gennaio 2020 10:00:00 (980 letture)

(Leggi Tutto... | 4986 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Concorsi: Edizione 2020 del Premio Letterario SDA sul tema 'Quante oscurità bisogna traversare / per divenire luminosi'
Redazione
La sezione didattica della “Società Dante Alighieri” di Catania indice l’edizione 2020 del Premio Letterario SDA sul tema «Quante oscurità bisogna traversare / per divenire luminosi».Viaggi reali, viaggi letterari, viaggi immaginari. La partecipazione al concorso è riservata agli studenti del triennio conclusivo della Scuola secondaria di secondo grado di Catania e provincia. L’argomento potrà cioè essere trattato da un’angolazione soggettiva, con riferimento all’esperienza individuale o all’immaginazione dello scrivente, oppure lo scritto potrà essere orientato in direzione saggistica, con una focalizzazione sul tema del viaggio in letteratura.

dantescuolact@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 29 gennaio 2020 09:00:00 (1532 letture)

(Leggi Tutto... | 3322 bytes aggiuntivi | Concorsi | Voto: 0)

Costume e società: Per non dimenticare
Redazione
L'unico progresso cui tutti noi umani dovremmo essere interessati è quello interiore. Solo se smetteremo di odiare e di essere succubi di ideologie aberranti, e di assurdi pregiudizi razziali, potrà cambiare qualcosa. Nessuna idea, nessun obiettivo può giustificare l'odio, la sofferenza, la persecuzione, la tortura, la oppressione e la morte di un uomo NOSTRO SIMILE E FRATELLO. (Tra il 1933 e il 1945, furono circa 15-17 milioni le vittime dell'Olocausto ), 27 gennaio 2020 giornata della memoria dell'olocausto. Nei campi di sterminio nazisti furono istituite delle squadre speciali chiamate "Sonderkommando", composte da prigionieri che avevano il compito di far funzionare i forni crematori e le camere a gas. Il compito dei "Sonderkmmando" consisteva nel recuperare i cadaveri e provvedere al loro incenerimento nel crematorio. Ad Auschwitz si avvicendarono 12 Sonderkommando, ognuno dei quali utilizzava da 700 a 1000 addetti. Da aggiungere che i componenti delle "squadre speciali" , in quanto testimoni scomodi delle atrocità compiute, venivano periodicamente eliminati.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Venerdì, 24 gennaio 2020 14:00:00 (499 letture)

(Leggi Tutto... | 2995 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Didattica: De Sanctis, un maestro
Redazione
"Acquistai autorità sui discepoli, e l’impressione fu durevole, perché, con quel fine fiuto dei giovani, sentivano che in quelle lezioni io ci mettevo tutto me, ed ero sincero, e non c’era ciarlataneria, e serbava modestia e naturalezza….Io non mettevo nessuna cura a velare i miei lati deboli; mi mostravo tutto al naturale, e mi piaceva di stare in loro (dei discepoli, n.d.r.) compagnia e spassarmi insieme con loro. Così nacque quella parentela spirituale che non si ruppe mai più, e che ancora oggi m’intenerisce, quando qualcuno di quei giovani mi viene innanzi alla mente” ( Francesco De Sanctis, La giovinezza ,. ed. Perinetti Casoni, 1945)- ! Così De Sanctis scriveva nel 1889, nel frammento autobiografico della sua giovinezza. Marciscono, in vero, le nozioni, quando sono impartite meccanicamente dagli insegnanti, e non trovano ricadute didattiche significative sulle esperienze della vita quotidiana dei giovani; e sono inutili, anche, se non colpiscono il materiale e l’immaginario del loro cuore e della mente;

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 16 gennaio 2020 09:30:04 (397 letture)

(Leggi Tutto... | 3456 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 0)

Concorsi: PREMIO THEMIS all’insegna della Libertà”. Una positiva occasione offerta per valorizzare talenti e creatività degli studenti.
Redazione

Si rinnova alle scuole l’invito a partecipare al Premio Themis che quest’anno compie 10 anni dalla prima edizione promossa dall’Associazione  Culturale “Orizzonti Liberi” di Bronte con il patrocinio dell’Università di Catania. Il premio offre agli studenti delle scuole medie e superiori l’occasione di riflettere sul tema della LIBERTÀ, letto e interpretato nelle forme espressive di poesia o di racconto, ipotizzando anche un  “ Se fossi….” un magistrato, un poeta, un pittore, un politico, un educatore….E’ questa una bella e significativa occasione che stimola gli studenti a dare creatività espressiva al valore della libertà che “non finisce quando comincia la libertà dell’altro”, ma essendo un valore che, come diceva Montesquieu “ E’la legge che ciascuno dà a se stesso”, guida nella scelta del miglior bene per se stessi e per la società. Le poesie e i racconti (secondo il bando) saranno presentati a fine mese di febbraio e l’assegnazione dei premi per gli studenti (100 e 50 euro) offerti dalla banca Igea, targhe e diplomi per i partecipanti, pubblicazione del racconto premiato nell’antologia del Premio, che sarà pubblicato dalla testata giornalistica Live Sicilia come premio speciale “Francesco Foresta”, avrà luogo al termine delle lezioni. Un riconoscimento speciale “Prof al top” e “Scuola al top”, sarà assegnato presso una sede universitaria ai professori e ai dirigenti delle scuole che hanno meglio diffuso il premio e coinvolto un maggior numero di studenti in questa bella avventura d’impegno, che valorizza le eccellenze e scopre i talenti, a volte nascosti, degli studenti.

redazione@aetnanet.org

 

Postato da Andrea Oliva Lunedì, 13 gennaio 2020 12:55:34 (1005 letture)

(Leggi Tutto... | 8944 bytes aggiuntivi | Concorsi | Voto: 0)

Costume e società: Amministrare la giustizia con scienza e coscienza
Redazione
Ci sono norme morali non scritte ma eterne nel cuore dell’uomo (come, per fare solo un esempio: le leggi della pietà), che un giudice, "prudente", non può eludere, né violare o ignorare. Il Diritto, evidentemente, da solo non basta; è la giustizia, con la sua sete di verità, che deve inverarlo, vedendo dove altri non vedono, andando "oltre" il puro criterio "oggettivo" della norma che impone di attenersi, nel giudicare, alla semplice valutazione dei “fatti” nudi e crudi.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Mercoledì, 08 gennaio 2020 10:00:00 (492 letture)

(Leggi Tutto... | 1800 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il parlamento internazionale della legalità al Cairo sulle orme della Sacra Famiglia si costituisce l’Ambasciata della Fratellanza e del Dialogo
Redazione
La delegazione del Parlamento della Legalità con 64 partecipanti si trova al Cairo, in Egitto per uno scambio culturale. L’azione diplomatica è iniziata a Roma presso Villa Adua, dove il presidente Nicolò Mannino ha incontrato l'ambasciatore egiziano in Italia Hisham Badr,  ed è proseguita  al Cairo la delegazione è stato accolta dall‘Ambasciatore italiano in Egitto S.E. Giampaolo Cantini.
 All’incontro hanno partecipato anche gli imprenditori  petrolieri George Ayad Hanna e Basem Salama Ibrahim che da tempo hanno curato i dettagli per accogliere  in Egitto la delegazione del Parlamento della legalità internazionale (con studenti, docenti e personalità italiane). La visita ha avuto il suo momento centrale nella costituzione al Cairo dell’Ambasciata della Fratellanza e del Dialogo  e, come ha dichiarato il prof. Mannino: “Abbiamo aggiunto un prezioso tassello nel grande mosaico della cultura della vita e del dialogo con i popoli e sono certo che tutti gli uomini di buona volontà e con grandi principi umanitari possono collaborare al grande progetto che il Bambino Gesù ha espresso all’interno della Sacra Famiglia: Padre fa che tutti siano una cosa sola”

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Mercoledì, 08 gennaio 2020 09:30:00 (952 letture)

(Leggi Tutto... | 5093 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Voce alla Scuola: 'Cittadini virtuosi' Piccoli eroi di ogni giorno
Redazione
“Nel corso della storia, in tempi d’incertezza, il mondo cerca eroi. Nel 2019 la ricerca di eroi è aumentata vertiginosamente”. Inizia con queste parole il breve video riassuntivo con cui Google, il motore di ricerca per internet più utilizzato al mondo, fa un bilancio degli argomenti più ricercati dai suoi utenti nel corso dell’anno appena concluso. L’Associazione Nazionale Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (ANCRI) ha varato un progetto nazionale “Cittadini virtuosi” per premiare il coraggio e dare voce al bene che non fa rumore, alle buone notizie che vengono trascurate ed esprimere plauso e solidarietà ai piccoli eroi di ogni giorno.Tante storie, infatti, di quelle che la cronaca relega in poche righe nella colonna “brevi” nascondono gesti di grande coraggio, onestà e solidarietà.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Mercoledì, 08 gennaio 2020 09:00:00 (563 letture)

(Leggi Tutto... | 5742 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Cultura e spettacolo: Un Paese dei Balocchi declassato a sogno dei poveri
Redazione
Sto pensando a PINOCCHIO di Matteo Garrone...Ma come, tu, all'alba del 2020, col mondo che brulica di eventi, vai a pensare a un film...Il fatto si è che, al momento, la cronaca politica m'induce al riserbo, al raccoglimento...per riprendere fiato e poi, forse, dire la mia... Ieri pomeriggio (un comodo poco affollato spettacolo delle 17,15 in quell'Ariston che m'è nel cuore sin dagli anni del CUC, Centro Universitario Cinematografico, di Mughini, Recupero &Co; dell'arrivo a Catania di Carlo Muscetta, poi mio maestro d'Italianistica e di civili passioni)) ho riconsiderato il film...con diversa concentrazione rispetto ai vocianti "Portali" dove, attorniato dai preziosi nipotini, la mia attenzione si doveva, più o meno equamente, distribuire tra i loro fanciulleschi diritti e l'offerta propriamente estetica di un'opera d'autore.
E così Garrone, dopo le crudezze di "Dogman", mi ha ridonato la poesia, quella del racconto e della fiaba, dell'onirico e del fantasioso (linea saggiata con "Il racconto dei racconti", che pure mi parve più estemporaneo, meno 'necessario': pronto a ricredermi, ritrovandolo...).

Fernando Gioviale
Postato da Nuccio Palumbo Mercoledì, 01 gennaio 2020 07:00:00 (964 letture)

(Leggi Tutto... | 4128 bytes aggiuntivi | Cultura e spettacolo | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Una scuola chiamata poesia
Redazione
E come ascoltare una storia antica, in famiglia, rosolati dal camino, mentre fuori si scatena il buio e il vento gelido dell’inverno. Siamo agli sgoccioli del vecchio anno, nella lunga notte in attesa dell’alba, del nuovo sole, del nuovo anno. E pare di sentire ancora la voce della nonna che racconta favole e storie fantastiche di maghi, di cammelli, di incantesimi. O il timbro gentile, sereno, calmo, del maestro di scuola che racconta una storia, con parole semplici, pulite, ricercate…
“Sognai la scuola, una notte. / Vuota, buia, sgangherata. / La sognai tante volte, come si sogna il pranzo di Natale. / Nuda, senza sedie, senza voci. / La sognai lontana, dietro i monti / vicina alla scuola di Barbiana. / La sognai ferma, decisa, indaffarata / come si sogna una finale mondiale”.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Mercoledì, 01 gennaio 2020 00:05:00 (915 letture)

(Leggi Tutto... | 3784 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Auguri a Lucia Azzolina, Ministro dell'Istruzione
Redazione
In occasione del Natale il Sottosegretario all'Istruzione Lucia Azzolina ha inviato a tutti i docenti un messaggio di augurio e di prosperità. Adesso è devenuta Ministro dell'Istruzione e dopo 11 anni dal Palazzo di Viale Trastevere si distacca la complessità e specificità del Ministero dell'Università e Ricerca. Giungano a Lei gli auguri per il nuovo anno e per il nuovo lavoro che l'attende nel 2020.
Lucia Azzolina è "nostra" perché siciliana, di Floridia, "nostra" perché Docente di sostegno e da poco neo Dirigente, che conosce i problemi della scuola dall'interno, avendo svolto anche azione sindacale, quindi si auspica che possa meglio incidere sull'apparato burocratico e gestire con solerzia e dinamicità il cammino di crescita e di sviluppo della scuola italiana, ricca di tante risorse, ma che stenta a decollare per i molteplici ostacoli e le ataviche zavorre. La sua agenda è piena di emergenze, a cominciare dai concorsi quello straordinario e quello ordinario, dalla necessità di porre fine al precariato, di qualificare il personale docente e di sostegno, di rilanciare l'aggiornamento professionale di tutto il Personale della scuola. I problemi della scuola sono a Lei noti, ed ora li esamina osservandoli nella complessità del sistema nazionale e sono tanti. Le auguriamo di pianificare piccoli passi, decisivi e chiari, di tenere fermo il timone non solo per tenere a galla, ma per solcare nuovi mari e consentire alla scuola di crescere, di valorizzare le eccellenze, di stimolare i ragazzi nello sviluppo delle competenze. Come hanno scritto i docenti del Corso di Specializzazione per il Sostegno del IV Ciclo in un indirizzo di augurio al nuovo Ministro " La valorizzazione delle competenze e della professionalità ha sempre caratterizzato il Suo approccio e ci auguriamo che la Sua apertura al dialogo con chi opera nel mondo della Scuola possa portare anche al settore del Sostegno Didattico quella spinta alla normalizzazione che tanto i ragazzi con Bisogni Educativi Speciali quanto i docenti di sostegno attendono".

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Domenica, 29 dicembre 2019 08:00:00 (832 letture)

(Leggi Tutto... | 5840 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Costume e società: Laura Honoris causa a Nicolò Mannino. Presidente del Parlamento delle Legalità Internazionale Multietnico
Redazione
Il magnifico Rettore ISFOA Libera e Privata Università di Diritto Internazionale, Stefano Masullo ha comunicato il conferimento della " Laurea Honoris Causa" in Economia e Tecniche delle relazioni Sociali ed Internazionali, al presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, Nicolò Mannino, docente di Religione Cattolica presso l'Istituto "Ferrara" di Palermo. La laurea che sarà consegnata il 24 gennaio nella splendida sala del Teatro  Stabile di Potenza, premia l'impegno culturale e sociale di promozione della cultura della legalità, condotto dall'instancabile e dinamico presidente che, diffondendo tra gli studenti il seme della legalità, dell'impegno, della responsabilità personale e della coerenza tra il dire e il fare, ha promosso in tutto il territorio nazionale ben 40 Ambasciate che aggregano gli studenti, i militari, i pazienti degli ospedali, nell'essere testimoni credibili di valori ed oltre alle 23 cittadinanze onorarie e a cinque premi nazionali per la cultura, è autore di 25 pubblicazioni, tra le quali: "Peccatori sì, corrotti mai " e "Profeticamente scomodi".

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Sabato, 28 dicembre 2019 08:00:00 (1029 letture)

(Leggi Tutto... | 3498 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Costume e società: Per un Natale migliore
Redazione
Natale è un giorno della nostra infanzia. È un giorno di gioia, di festa, di stupore, d’innocenza. E di mistero. A Natale pensiamo alla vita, alla nostra vita. Pensiamo agli inizi, agli albori, ai primi vagiti, ai primi passi. Pieni di speranze, di attese, di sogni, di desideri. Come per quel bambino, come per ogni bambino di ogni tempo e di ogni latitudine. Forse l’uomo, ogni uomo, non sarà più tanto uomo come lo fu quel bambino, in quella grotta, in quel momento, ai confini dell’impero, e come lo fummo noi da bambini, tanti anni fa, accanto ai nostri genitori. Forse non ci sarà più un’unione, una condivisione, una “connessione” così intima, così carnale, così umana e divina, tra l’uomo e la natura come in quella notte, in quella grotta. Perché la nascita è sempre un atto di ribellione, di rivincita, di riscatto, di rottura. E perché la grotta di Betlemme è metafora, simbolo, emblema di tutte le nascite e di tutte le grotte del mondo. Della vita e della morte. Della ricchezza e della povertà.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Mercoledì, 25 dicembre 2019 00:05:00 (902 letture)

(Leggi Tutto... | 4449 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Costume e società: Premio Giulio Regeni. Il 15 gennaio tesi di laurea per la tutela dei diritti umani in ambito economico, sociale e politico
Redazione
Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, ha istituito cinque premi intitolati a Giulio Regeni, ragazzo sindaco, giovane dottorando italiano dell'Università di Cambridge torturato e ucciso in Egitto nel 2016, dov'era per svolgere la sua attività di ricerca. Il coordinamento dei Consigli Comunali dei Ragazzi è grato al Ministro Fioramonti per tale segno di attenzione nel ricordare un piccolo eroe, che sui banchi di scuola e anche come Sindaco dei Ragazzi di Fiumicello, ha appreso la cultura dell'impegno, della coerenza, della ricerca del bene comune. I premi sono stati istituiti con un decreto del Ministro Lorenzo Fioramonti d'intesa con la famiglia del ragazzo e saranno conferiti ogni anno il 15 gennaio, in occasione della data di nascita del giovane ricercatore.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Lunedì, 23 dicembre 2019 08:00:00 (1018 letture)

(Leggi Tutto... | 3447 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Voce alla Scuola: A Natale il dono della cittadinanza per gli studenti extracomunitari
Redazione
Il Parlamento della legalità internazionale e multietnico in prossimità delle feste natalizie ha organizzato a Monreale il Gran Galà della Cultura e della Solidarietà al quale è pervenuto anche il messaggio augurale del Presidente della Repubblica e della Presidente del Senato. I lavori sono stati introdotti dal presidente Nicolò Mannino e dal vice presidente Salvo Sardisco e sono intervenuti: il Comandante interregionale della Guardia di Finanza, Carmine Lopez; il Generale di Divisione del comando Regionale dei Carabinieri, Giovanni Cataldo; l'On. Renata Polverini, già presidente della regione Lazio, il Procuratore Generale di Caltanissetta, Lia Sava, l'Assessore regionale all'Istruzione Roberto Lagalla; il rettore della facoltà di Giurisprudenza, Antonio Scaglione, figlio di Pietro Scaglione, ucciso dalla mafia nel 1971.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Sabato, 21 dicembre 2019 09:00:00 (864 letture)

(Leggi Tutto... | 4075 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Voce alla Scuola: I ragazzi Sindaci incontrano il Prefetto e il Sindaco della Città Metropolitana
Redazione
Doppia visita istituzionale per le 15 delegazioni dei Consigli Comunali dei Ragazzi della provincia. Un primo appuntamento presso il Centro Direzionale della Città Metropolitana a Canalicchio, dove i ragazzi hanno addobbato un caratteristico albero bianco di Natale con festoni, palline colorate e decorazioni preparate a scuola ed hanno incontrato il Sindaco Metropolitano, Salvo Pogliese. Nella sequenza delle presentazioni i 15 sindaci di Motta S Anastasia, Misterbianco, Belpasso, Piano Tavola, San Pietro Clarenza, Camporotondo, Paternò, Gravina, S Agata Li Battiati, Tremestieri, Trecastagni, e delle scuole S Giovanni Bosco, Maria Ausiliatrice, Brancati e Parini di Catania, i ragazzi sindaci hanno presentato insieme agli auguri le molteplici iniziative messe in atto dal Consiglio dei Ragazzi nella ricerca del miglior bene per la scuola e per una sana educazione di rispetto dell'ambiente e numerose sono le iniziative per la raccolta differenziate, la riduzione della plastica e la custodia del creato. Sarà una dura battaglia, ma si riuscirà.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 20 dicembre 2019 08:00:00 (944 letture)

(Leggi Tutto... | 4548 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Costume e società: Dico e mi contraddico: L'uomo non è un burattino
Redazione
Se l'uomo fosse un burattino in balia dei propri appetiti, sarebbe una bestia piuttosto che un essere razionale - Per fortuna egli è un animale che sa controllare gli impulsi istintivi; è la cultura dell'umanesimo cristiano che lo salva, rendendolo capace di interagire con i suoi simili in forza della sua intelligenza e della civiltà della parola "aperta" al dialogo, e sensibile all'ascolto delle ragioni dell'altro. Si direbbe che l'uomo si ritrova e si scopre tutto nelle le sue azioni consapevoli e volontarie. Come scrive L. von Mises: "In principio c'era l'atto [...] Il concetto di uomo è soprattutto il concetto di un essere che agisce;... di un essere che aggiusta il suo comportamento deliberatamente", in modo "cosciente e responsabile". Ciò non significa che l'uomo non possa sbagliare. Errare - si sa - è umano. Ma gli sbagli sono sempre "personali", cioè imputabili all'"azione individuale ", non si possono demandare alla società, poiché "la società - afferma sempre L. von Mises - non esiste che nelle azioni degli individui".

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Mercoledì, 18 dicembre 2019 08:00:00 (921 letture)

(Leggi Tutto... | 2773 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Costume e società: Francesco, buon compleanno!! L’insegnamento di un grande Papa
Redazione
Giocare la vita per grandi ideali. Scommettere su cose grandi. Andare oltre. Volere una Chiesa che esca per le strade, a difendersi da tutto ciò che è mondanità, immobilismo, comodità, da ciò che è clericalismo, da tutto quello che è l'essere chiusi in noi stessi. Non "bere la fede" come un 'frullato' perché essa va "bevuta intera". Andare controcorrente. Non pretendere di giudicare gli altri. E ancora, rivolto ai giovani: Non vogliamo giovani smidollati, giovani "del fin qui e non di più, né sì né no". Non vogliamo giovani che si stancano subito e vivono stanchi, con la faccia annoiata. Vogliamo giovani forti. Vogliamo giovani con speranza e con fortezza". Questo, il messaggio di Papa Bergoglio!
Queste le parole di un pensiero che nel suo forte candore evangelico, è implacabile, non ha paura di andare controcorrente, e rifiuta schemi di verità precostituiti, e ogni forma di fondamentalismo clericale.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Martedì, 17 dicembre 2019 09:00:00 (925 letture)

(Leggi Tutto... | 3308 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Qualche riflessione
Redazione
Bisogna ricordare ai giovani, (e pure ai docenti?) che spesso le ragioni della storia, quelle biografiche poetiche estetiche sociologiche economiche politiche, ecc. ecc. non sono poi tanto indispensabili per gustare semplicemente le bellezze di un testo poetico; e ciò, per il semplice motivo che tutte quelle ragioni non coincidono molto spesso con le istanze e le ragioni ideali più profonde del nostro essere umano. In effetto, non sono i quadri storici di riferimento, non è la storia della letteratura, né tanto meno la storia tout court, che possa stabilire e ordinare ciò che è giusto e ciò che è ingiusto, ciò che è bello e ciò che è brutto, ciò che è da condannare o da assolvere, ciò che va accettato e ciò che va rifiutato, ciò che è degno di essere ricordato o no, ecc. cc.; dare ragione dei fatti, non significa dare ragione ai fatti!

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Martedì, 17 dicembre 2019 08:00:00 (1185 letture)

(Leggi Tutto... | 2548 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Piano Tavola ha il sindaco dei Ragazzi
Redazione
Avere un sindaco per Piano Tavola è stato un grande desiderio, tema di referendum e battaglia politica degli abitanti del territorio che s'interseca tra i comuni di Misterbianco, Motta S Anastasia e Belpasso. Adesso il sindaco c'è ed è Giovanni Strozzi della classe seconda media dell'Istituto Giovanni Paolo II di Piano Tavola, eletto nell'ambito del progetto didattico del Consiglio Comunale dei Ragazzi. E' stato eletto a conclusione di un'intensa campagna elettorale e a seguito di un ballottaggio con il concorrente Domenico Consolo, al quale è stata affidata la carica di "Ambasciatore della fratellanza", istituita da recente, avendo la scuola aderito al Parlamento della Legalità internazionale. Fortemente emozionati, i neo assessori e consiglieri di Piano Tavola sono stati accolti dal sindaco Davide Motta nella splendida sala del Consiglio Comunale, dove si è svolta la solenne cerimonia del giuramento, guidata dal preside Giuseppe Adernò, fondatore e coordinatore provinciale dei Consigli dei Ragazzi.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Sabato, 14 dicembre 2019 09:53:39 (1020 letture)

(Leggi Tutto... | 4888 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Attualità perenne dei classici
Redazione
[…] Non abbiamo diritto di dolerci degli insegnanti. Un professore di scuole medie guadagna molto meno di un facchino di porto[…] Non parliamo poi dei maestri!  Nessuno rispetta l’educatore, vittima della meschinità del mondo sociale che lo ha chiamato al suo ufficio, senza volontà di rispettarlo e senza fede nell’educazione; tutti poi pretendono che sia uno spirito eroico! […] il rinnovamento dell’educazione nazionale esige che diventi centrale il problema della educazione delle classi dirigenti…
E che meraviglia se gli uomini politici, per i quali non c’è la Patria ma la loro posizioncella in Parlamento, invece di risanare la scuola, tendono a inquinarla? […]Bisogna fare i maestri. Bisogna ottenere una borghesia capace di sentire il valore del problema educativo…[…] L’abbiamo questa borghesia? No.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Venerdì, 13 dicembre 2019 15:00:00 (666 letture)

(Leggi Tutto... | 2211 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Didattica: Modo INDICATIVO o CONGIUNTIVO?
Redazione
L'uso del congiuntivo si è fatto sempre più raro nella pratica della quotidiana comunicazione verbale, addirittura scomparso nel linguaggio nudo e crudo facebookkiano! Ai giovani non piace codesto modo, forse perché Il congiuntivo vive fuori della grazia delle loro certezze, è meno franco e spiccio, e virile, del modo dell'indicativo. E' più sottile, più cerimonioso, raffinato, delicato, il congiuntivo, talora fin troppo da parere un modo della ipocrisia velata smancerosa e perbenista. Una cosa è certa: non ama l'urlo, i toni forti, il congiuntivo; è vero! E' problematico, possibilista, diplomatico; certo più adatto alle complicità, ai compromessi, che alle decisioni ineluttabili e irreversibili. Il congiuntivo è il modo del desiderio cortese, del timido supporre, del sussiego di chi non sa, e non vuole, imporre o comandare niente a nessuno! E', per così dire, il congiuntivo, più il modo della Dissimulazione onesta che del Principe. Ma ai giovani piace un pensiero assertivo, prammatico; piace pensare all'indicativo, per dire che tutto "dipende" da loro piuttosto che accettare che nulla "dipenda" da noi! Per quanto mi riguarda, sinceramente non saprei dire se abbiano ragione o no. Dipende!

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Venerdì, 13 dicembre 2019 07:00:00 (772 letture)

(Leggi Tutto... | 2850 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 0)

Didattica: Je regrette ...
Redazione
Il Natale si aspettava dagli inizi di dicembre quando ero bambina: albe fredde e notti ad indovinare le stelle, contarle anche dietro l'ombra delle nuvole, facendo la corte alla luna. Con mia madre si andava per anfratti a raccogliere il muschio a Tresolino, una nostra terra davanti alla casa del nonno paterno e bisognava fare attenzione a staccarlo intatto e a posarlo con delicatezza come abito di seta. Il paniere luccicava di quel verde rugiadoso e mia madre reggeva con le mani vassoi improvvisati come trofei, doni preziosi.
Già il presepe era nei nostri occhi ed i pastori più antichi ogni anno venivano riparati. Io amavo di più l'albero che arrivava superbo a casa portato da Salvatore, il contadino fedele, col viso scavato e bruno, come certe statue di santi nelle chiese, gli occhi vivaci e le mani virtuose. Lui portava doni, le arance bellissime, le verdure dai fogliami folti come capelli di donna, il cappone da lui curato, un formaggio piccante che trasudava olio. Aiutava mia madre a sistemare l'albero e rimaneva con noi a volte anche a pranzo.

Sara Gentile
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 12 dicembre 2019 08:00:00 (636 letture)

(Leggi Tutto... | 3686 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 0)

Didattica: 12 dicembre 1969. La strage di Piazza Fontana. Quando l’Italia perse l’innocenza
Redazione
Tutto ebbe inizio cinquant'anni fa. Esattamente venerdì 12 dicembre 1969, ore 16.37. Milano, piazza Fontana, presso la Banca Nazionale dell'Agricoltura. Un ordigno piazzato nel salone principale dell'istituto di credito scoppiava mentre ancora all'interno dell'edificio si trovavano molte persone. Fu una strage, morirono 17 persone, delle quali 13 sul colpo, e 87 feriti. Fu la "madre di tutte le stragi" e di tutti i misteri d'Italia, l'inizio degli anni di piombò. Quel giorno la Repubblica italiana perse l'innocenza, per sempre. In quegli stessi momenti un altro ordigno, inesploso, venne rinvenuto in piazza della Scala, a Milano, mentre a Roma, altri tre attentati provocarono 16 feriti, uno nella sede della Banca Nazionale del Lavoro, uno a piazza Venezia e un terzo presso l'Altare della Patria. Impossibile parlare di pura coincidenza. Qualche "mente raffinatissima" muoveva le fila. Iniziavano gli "anni di piombo", la "notte della Repubblica", la "strategia della tensione".

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Giovedì, 12 dicembre 2019 07:00:00 (880 letture)

(Leggi Tutto... | 3952 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 0)

Aggiornamento: Leopardi tra antico e moderno di Rosalba Galvagno - giovedì 12 dicembre
Redazione
Inaugurazione del nuovo anno sociale della "Società Dante Alighieri" di Catania che si terrà il prossimo giovedì 12 dicembre alle ore 17 presso il Coro di Notte del Monastero dei Benedettini (piazza Dante 32, CT); in quest'occasione il presidente del comitato catanese SDA, Dario Stazzone, terrà una conferenza dal titolo: "Realizzando la leggenda dell'Araba Fenice": Catania nel Grand Tour. Seguirà un ciclo di incontri dedicati al tema del viaggio (che potrebbero essere di sicuro interesse per i docenti delle Secondarie, soprattutto di materie letterarie) dal titolo: "Misi me per l'alto mare aperto". Il viaggio in letteratura, la letteratura di viaggio. Ecco il link dell'evento creato su Facebook: https://www.facebook.com/events/2401244853470176/

Novella Primo
Referente SDA per le scuole
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 11 dicembre 2019 20:42:12 (696 letture)

(Leggi Tutto... | 2476 bytes aggiuntivi | Aggiornamento | Voto: 0)

Didattica: Uno scrittore non finisce mai di dire quello che ha da dire. Calvino, 28 anni dopo
Redazione
Il mito del labirinto si fonda sull'opposizione dialettica tra ordine e caos. In realtà, esso, solo in età moderna acquista una categorizzazione psicologica inquietante. Il labirinto, infatti, come emblema di mistero, è un'idea che nasce nel secolo XVII, col barocco; appartiene a quest'epoca storica la fioritura iconografica del labirinto come luogo di disorientamento e di disordine, espressione della condizione tragica dell'esistenza umana smarrita di fronte all'inestricabile, e insieme attratta dalla sfida di venire a capo dell'intrigo, dell'ingarbugliamento. Nell'immaginario della letteratura del Novecento, codesta attrazione, mediata anche dalla eredità ottocentesca del romanzo gotico, e dalle filosofie in vario modo irrazionalistiche, ha assunto le caratteristiche della ricerca spasmodica delle ragioni dell'essere; ragioni che sfuggono, irrelate come sono con la complessità labirintica, nascoste nelle strutture stesse del disordine, ma alle quali, tuttavia, non possiamo rinunciare, pena un andare disorientante e disordinato, che sarebbe come un riconoscimento di sconfitta, un perdersi e uno smarrirsi nel "non senso" angosciante dell'esistenza.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Mercoledì, 11 dicembre 2019 09:00:00 (769 letture)

(Leggi Tutto... | 6545 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 0)

Dirigenti Scolastici: E’ questo il primo Natale da Dirigente. Grande gioia e tante emozioni
Redazione
E’ questo il primo Natale da Dirigente
Grande gioia e tante emozioni.
Un anno di prova che richiede sacrifici:
innaffialo con il Tuo entusiasmo.
La tua diligenza premia il grande sforzo
Il Tuo amore per il lavoro renderà bello ogni giorno,
ricco e fruttuoso della Tua  operosità.
Raccoglierai frutti copiosi e segni di bontà:
un nuovo arcobaleno spunterà
ed ogni tuo gesto di amore ti renderà “Leader”
Manager, ma sempre Educatore
La tua professionalità crescerà ogni giorno
in relazione alla capacità di saper donare.


Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Mercoledì, 11 dicembre 2019 08:00:00 (672 letture)

(Leggi Tutto... | 2370 bytes aggiuntivi | Dirigenti Scolastici | Voto: 0)

Nuove Tecnologie: Il sogno di una scuola così.Martedì 10 dicembre dalle ore 16:30 c/o la biblioteca della SM Dante Alighieri–CT Via Cagliari,59 presentazione del volume di LORENZO BORDONARO “Giù le cattedre–Guida alla sopravvivenza nella scuola di oggi e di domani”
Redazione
Lorenzo

A Roma, al Palazzo della “Minerva” al Viale Trastevere, sede del Ministero dell’Istruzione, nei pressi della storica Biblioteca, sono allestiti due spazi: uno riproduce l’aula scolastica di ieri: con cattedra con la bacchetta del Maestro, banchi doppi con il foro per il calamaio, lavagna di resina con spugna e gessetti, l’appendiabiti con il grembiule nero e di fronte è stato allestito uno spazio dai colori chiari con computer, lim, tablet, monitor, videoproiettori, tavoli circolari e poltroncine.
Due realtà che raccontano la storia della scuola che cresce e risponde all’esigenza dei nuovi linguaggi, che adotta i nuovi alfabeti, per continuare una comunicazione efficace con i giovani.
Il libro di Lorenzo Bordonaro “Giù le cattedre. Guida alla sopravvivenza nella scuola di oggi e di domani” (Gaeditori-2019) risponde agli interrogativi riproposti in copertina: “Serve la scuola? – Come si costruisce la professione dell’insegnante?”.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Lunedì, 09 dicembre 2019 08:00:00 (1134 letture)

(Leggi Tutto... | 13911 bytes aggiuntivi | Nuove Tecnologie | Voto: 0)

Didattica: Quasimodo, un nostro classico!
Redazione
Lessi Quasimodo per la prima volta quand'ero al IV Ginnasio; non a scuola lo lessi, s'intende, ché, allora, non si concepivano simili letture divaganti dai nostri un po' stagionati e pigri programmi scolastici ministeriali; ma nella vetusta e polverosa biblioteca comunale del mio paese, per mio conto e mio divagamento, là in un cantuccio dell'unica sala di lettura, vicino alla stufa, d'inverno, alla finestra aperta sul cortile fiorito, d'estate. Sedimentati negli anni del Liceo, pochi versi rimasero, in verità, chiari e accessibili alla mia mente; il resto lo dimenticai come cosa oscura e sibillina. Oscurità, credo, accentuata in me, fra l'altro, da una gran confusione di lettura sincronica di "Tutte le poesie", che, mentre non mi offriva nessun punto certo di partenza e di orientamento, confondendomi il centro con la periferia (se mai poi vi fossero di codeste differenze nelle poesie di Quasimodo, e non fossero, invece, centro e periferia, che poli dialettici di un unico continuum poetico), tanto meno poteva darmi - simile metodo di lettura - la possibilità di cogliere lo spessore delle stratificazioni storiche di quella poesia, il suo processo di svolgimento per linee interne, oltre che esterne, di intuire l'intelligenza profonda della parola quasimodiana che cresceva sopra se stessa, divenendo sempre più amaramente saggia e divinamente presaga attraverso un continuo tormentato processo di autoriconoscimento, di autoanalisi, di autocritica, tanto da sembrare, alla fine, il suo lo svolgimento di un processo contraddittorio.

Nuccio Palumbo
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 08 dicembre 2019 08:00:00 (787 letture)

(Leggi Tutto... | 7533 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 5)

Dirigenti Scolastici: Presidi in pensione incontro di Natale il 10 dicembre
Redazione
Si resta sempre "presidi" anche quando si è pensione e si continua ad amare la scuola, anche se non si esercita la funzione dirigenziale. Nelle ricorrenze di Natale e Pasqua, per iniziativa del preside Giuseppe Adernò ci si incontra  e si scambiano insieme agli auguri esperienze e ricordi. L’incontro di Natale presso l’Hotel Nettuno è programmato per il 10 dicembre  e sarà preceduto da una conversazione con Alfonso Sciacca, già Preside del Liceo classico “Gulli e Pennisi” di Acireale, in quale in occasione del suo ottantesimo compleanno ha pubblicato  il volume “Memoriter ett  Iucunde -  Quel che resta dell’amicizia”. Parlare di amicizia e di ricordi rende la vita serena e le difficoltà del quotidiano si affrontano con una particolare saggezza.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 08 dicembre 2019 06:00:00 (899 letture)

(Leggi Tutto... | 1898 bytes aggiuntivi | Dirigenti Scolastici | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Fare Scuola? Resistere
Redazione
Non tutti abbiamo studiato medicina o giurisprudenza e di fronte ai professionisti che le esercitano abbiamo un atteggiamento per lo più di umiltà quando non addirittura di deferenza, ma non c’è davvero nessuno che non sia stato a scuola. Chiunque si crede quindi autorizzato ad esprimere giudizi sulle sue criticità che certamente sono tante, e che però forse non sono così facili né da interpretare né da risolvere. Snaturata da logiche di mercato che a partire dagli anni ’90 ne hanno modificato scopi, funzione e linguaggio (utenti, manager, spendibilità, etc.), la Scuola marcia con fatica fra istanze progressiste e conservatrici, sconta il troppo lento ricambio della classe docente, nonché l’adeguamento ai paesi europei ‘geneticamente’ diversi dall’Italia, e a direttive che non ne rispettano affatto né l’impianto di studi (storicistico, critico-speculativo, classicista) né la specificità della grande tradizione di studi del nostro paese, che tuttavia non può più permettersi gli alti livelli di dispersione scolastica che si registrano e che deve necessariamente adeguarsi al presente. Non è qui possibile affrontare tutte le criticità della Scuola italiana, pertanto mi limiterò a qualche riflessione. Sono una persona speranzosa.
Per indole e per ruolo: non potrei essere un’insegnante, se non avessi fiducia nel cambiamento. Personalmente non sto lì a chiedermi se ...

Marta Aiello
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 07 dicembre 2019 08:30:00 (1409 letture)

(Leggi Tutto... | 15416 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Didattica: Ci vuole della buona pedagogia
Redazione
La scuola che abbiamo alle spalle è stata nelle sue varie manifestazioni una scuola nazionale;incardinata nelle finalità proprie di una nazione. Non credo, però che si possa ancora restare in questo ambito di finalità. Dopo due guerre mondiali, dopo la shoah, dopo la fine del colonialismo, dopo la costruzione della Comunità Europea, la scuola in una nazione democratica deve avere un respiro e un orientamento più vasti; deve porsi come luogo in cui si formano i cittadini del mondo e in cui si educa alla solidarietà umana, al rispetto di ogni persona,al confronto delle culture e delle civiltà. La missione della scuola è stata sempre quella di educare a vivere con gli altri; ma oggi gli altri sono quelli che vengono da molto lontano, vivono molto lontano e sono diversi da noi e diversi tra di loro. La scuola oggi ha responsabilità di fare vivere armoniosamente e quotidianamente le diversità, di porsi consapevolmente come antidoto contro l'imperversare di sentimenti di odio, contro la manipolazione dell'informazione che di fatto ne è strumento; la scuola oggi o diventa scuola del dialogo o non è scuola; dialogo tra gli alunni; dialogo tra docenti e docenti; tra alunni e docenti; dialogo tra alunni e il sapere; dialogo tra scuola e società. Per respirare un po' di aria buona bisogna liberarsi dalle mitologie che vogliono una scuola nuova ad ogni cambio di stagione.

Raimondo Giunta
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 07 dicembre 2019 07:00:00 (732 letture)

(Leggi Tutto... | 8612 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 0)

Concorsi: Il Premio Themis compie 10 anni. In palio anche il premio speciale 'Francesco Foresta'
Redazione
Un anniversario importante, un traguardo fatto di passione, lavoro e cultura. E dieci anni non sono certo pochi, tanti quanti le candeline che il “Premio Themis” spegnerà quest’anno. Ancora una volta pronto a diventare per i molti scrittori, o aspiranti tali, di tutta Italia un mezzo per dare libero sfogo alla propria creatività, dando forma alle tante idee che spesso affollano la testa in attesa di diventare parole. “Un traguardo – nelle parole della ideatrice Barbara Prestianni – che è stato possibile raggiungere grazie a chi ha sempre creduto in noi, ai partecipanti, ai qualificati giurati e ai supporter pubblici e privati che non ci hanno mai abbandonato”. E dieci anni sono la dimostrazione che la formula funziona, sebbene di edizione in edizione l’Associazione Culturale Orizzonti Liberi, organizzatrice del concorso, cerchi di dare sempre qualcosa in più. “Quest’anno il primo regalo è già arrivato – continua la presidente – e porta il logo dell’Università degli Studi di Catania che ha patrocinato l’evento. Per noi un importante riconoscimento”. Online è già disponibile il nuovo bando che porta con sé tradizione e innovazione. Riproposta infatti la formula originaria del premio con le tradizionali sezioni di poesia, in lingua o in dialetto siciliano, e racconto a cui studenti delle scuole medie inferiori e superiori e cittadini over diciannove anni potranno concorrere, ciascuno nella propria categoria, entro il 18 febbraio 2020.
redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 06 dicembre 2019 08:00:00 (1041 letture)

(Leggi Tutto... | 6809 bytes aggiuntivi | Concorsi | Voto: 0)

Vi racconto ...: Padre Calanna - Imprenditore della carità e dell’inclusione
Redazione
"Generoso dono alla Chiesa, diligente attenzione agli ultimi e ai disabili. Con un'ammirevole imprenditorialità creativa ha prodotto un'impresa, capace di dare lavoro e servizi" è questa l'espressione sintesi che descrive i 92 anni di Mons. Antonino Calanna, storico fondatore dell'Opera Diocesana Assistenza di Catania.
Commentando le letture della Messa di suffragio al Duomo di Catania, l'Arcivescovo Mons Gristina, ha dichiarato che "Mons. Calanna ha asciugato tante lacrime".
Il 14 aprile del 1961, all'età di 24 anni, giovane sacerdote, ordinato nel 195 da Mons. Pennisi, don Antonino Calanna, dal piccolo seminario di Bronte fu chiamato da Mons. Guido Luigi Bentivoglio e dal Vicario Gene­rale, Mons. Nicolò Ciancio e fu incaricato a dirigere la P.O.A. (Pontificia Opera Assistenza), rete di sostegno, fondata da Papa Pio XII nel 1944 che inizialmente rivolse particolare attenzione ai reduci di guerra e ai deportati nei campi di concentramento. Nacquero così le mense dei poveri, le colonie estive per i bambini, i percorsi di avviamento al lavoro e l'azione della Chiesa, attraverso la Pontificia Opera Assistenza, era rivolta verso le periferie del Paese, rispondendo ai disastri della guerra, della disoccupazione e del sottosviluppo.
Cominciò così la sua "avventura" di "sacerdote amministratore" che è durata per 43 anni attraverso l'ODA (Opera Diocesana Assistenza) istituita nel 1962 quale Ente Ecclesiastico riconosciuto dalla Presidenza della Repubblica come Ente Morale con il decreto n. 819 del 24 aprile del 1963.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Giovedì, 05 dicembre 2019 08:00:00 (1314 letture)

(Leggi Tutto... | 9726 bytes aggiuntivi | Vi racconto ... | Voto: 0)

Cultura e spettacolo: Sabato 23 novembre, presso la Pinacoteca N. Sciavarrello (piazza Manganelli), ha avuto luogo la presentazione del volume “Sebastiano Addamo. Il pensiero, il silenzio, la parola” (ed. Aracne) di Maria Valeria Sanfilippo.
Redazione
Maria Valeria 3

Nella cornice della Pinacoteca Sciavarrello, promossa dalla Biblioteca della Città Metropolitana di Catania in collaborazione con l’Università etnea e l’Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano, ha avuto luogo la presentazione del volume “Sebastiano Addamo. Il pensiero, il silenzio, la parola” (ed. Aracne) di Maria Valeria Sanfilippo. A dare il saluto introduttivo Angela Bruno della Città Metropolitana di Catania. Relatori d’eccezione Rosaria Sardo e Sergio Sciacca, sapientemente coordinati da Sarah Zappulla Muscarà. Un folto pubblico è intervenuto all’incontro nel corso del quale la voce di Sebastiano Addamo è risuonata anche grazie alle intense letture a cura degli attori Salvo Valentino e Pietro Cucuzza della Compagnia dei Giovani.
Il volume s’impone come una monografia su di un
autore di nicchia, scrittore per pochi, per ammissione dello stesso Addamo “scrittore di grande insuccesso”. Eppure questo autore, che ha spaziato dalla narrativa alla poesia, dalla saggistica al giornalismo, ha pubblicato con prestigiose case editrici e collaborato con riviste internazionali.
Tradotto in Francia, Bulgaria e nella Germania dell’Est, è definito da Pasolini “il nuovo Goncarov”, da Sciascia “il fratello diverso” per la singolarità della sua scrittura e ritenuto da Calvino “il più fedele dei suoi critici”. La sua produzione, vasta ed eterogenea, affronta temi scottanti di grande attualità: l’incomunicabilità, la diversità, la solitudine, la vecchiaia, la malattia, la denuncia del conformismo, per citarne soltanto alcuni. Scabra, incisiva, graffiante la scrittura.

Dopo
La fortuna scenica di Luigi Capuana (ed. Sciascia), Giuseppe Bonaviri e le Novelle saracene (ed. Aracne) e Il giardino di Armida (ed. Thule), Maria Valeria Sanfilippo traccia questa volta l’itinerario esistenziale e artistico di Addamo, contribuendo ad arricchire la bibliografia critica, alla luce di documenti che illuminano i rapporti intercorsi tra l’autore e intellettuali di spicco tra i quali Vittorini, Calvino, Pasolini, Siciliano, Crovi, Gallo, Sereni, Pagnanelli, Porta ed editori come Einaudi, Mondadori, Garzanti, Scheiwiller, Sciascia, Sellerio.

redazione@aetnanet.org

Postato da Andrea Oliva Sabato, 30 novembre 2019 09:31:03 (727 letture)

(Leggi Tutto... | 7284 bytes aggiuntivi | Cultura e spettacolo | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Parlamento della Legalità Internazionale e 38 ambasciate
Redazione

Il Parlamento della Legalità, che nel logo propone l'immagine di un tempio greco, da piccolo movimento di scuola e di quartiere, fondato e coordinato inizialmente come “Centro Studi Parlamento della Legalità” da Nicolò Mannino che ne è l’ideatore, nasce dopo anni d’intensa attività culturale antimafia ancor prima delle stragi di Capaci e Via D’Amelio.
Man mano è cresciuto prima a livello regionale poi ha assunto dimensioni nazionali e adesso anche internazionali, in quanto la cultura della legalità non ha confini o barriere.
Il 18 Marzo del 1989 nell’aula magna dell’I.T.C. “Marco Polo” di Palermo, Paolo Borsellino e Nicolò Mannino incontrano i giovani per riflettere sul tema “Una Coscienza più forte, per una scuola più unita, oltre il fenomeno mafioso”.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Sabato, 30 novembre 2019 08:00:00 (666 letture)

(Leggi Tutto... | 11556 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Didattica: 'A cugnizioni familiare: fondamento della civiltà romana
Redazione
Che cos'è 'a "cugnizioni"? Cosa rappresenta, cosa significa, come spiegarla!? E soprattutto, cosa c'entra con l'impero romano!? Io credo che la storia della civiltà romana, dalla repubblica all'impero, non può essere compresa fino in fondo se non si capisce cos'è 'a cugnizioni", se non si comprende il concetto e il significato di questo termine e il suo senso profondo. Perché dietro questa semplice "paruledda" - ne sono convinto e proverò a spiegarlo - si nasconde la grandezza e la potenza millenaria di Roma. In questa espressione ci sta l'essenza, l'identità e la ragione stessa dell'esistenza di Roma, il motivo della sua forza e della sua continuità storica. Anzi, dirò di più, l'intera civiltà romana, durata oltre mille anni, trae fondamento da questa parola, si poggia su questo concetto, ne trae sostanza e vitalità. 'A cugnizioni. Nella cultura romana la famiglia era il fondamento e il cardine della società, era un'istituzione sacra su cui si fondava la Stato, la nazione, l'identità, la tradizione, l'economia.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Domenica, 24 novembre 2019 06:00:00 (841 letture)

(Leggi Tutto... | 7617 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 0)

Didattica: Attualità della Commedia di Dante
Redazione
La Commedia è anzitutto un'opera di grande poesia e di forte impegno esistenziale; e per questo si pone come invito alla riflessione per l'uomo di tutti i tempi; si pone come un'opera, che, a noi lettori "extralocali" del secolo XXI, al nostro mondo globalizzato, alla nostra società post-moderna, e "fluida", caratterizzata dalla frammentarietà, dalla precarietà, dal "pensiero debole", disorientata dalla eteronomia dei riferimenti etici, appiattita tutta sul presente, e non sempre facilmente pronta a distinguere il bene dal male, la libertà dall'asservimento occulto ai media, il libero arbitrio dall'anarchia sterile e distruttiva, il contingente dal necessario, il finito dall'Infinito; inaridita e schiavizzata dalla civiltà dei consumi, può fornire ancora risposte valide e seri spunti di riflessione.
Il perché può esserci ancora utile, e interessante, la Commedia, è presto detto:...

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 23 novembre 2019 06:30:00 (642 letture)

(Leggi Tutto... | 3961 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 0)

Voce alla Scuola: I Ragazzi Sindaci incontrano il Presidente della Repubblica
Redazione
La delegazione dei Ragazzi sindaci della provincia ha vissuto con particolare entusiasmo la giornata del 21 novembre. Di mattina al Teatro Massimo “Vincenzo Bellini” hanno salutato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per la seconda volta a Catania, in occasione dell’80° del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e la consegna della medaglia d’oro alla Bandiera dei Vigili del Fuoco. Con grande emozione i ragazzi sindaci con la fascia tricolore, accanto ai Sindaci dei Comuni della Provincia, hanno partecipato al concerto intercalato dalla proiezione d’immagini che hanno ripercorso l’iter storico del Corpo dei Vigili del Fuoco. Il messaggio del Presidente della Regione Nello Musumeci, del Sindaco Salvo Pogliese e le testimonianze dei Vigili del Fuoco sono rimasti ben impressi nell’animo dei ragazzi, che apprezzano il coraggio, la forza, la generosità dei Vigili del Fuoco sempre pronti al servizio, al soccorso, alla tutela del patrimonio artistico e naturalistico della nostra terra.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Sabato, 23 novembre 2019 08:00:00 (964 letture)

(Leggi Tutto... | 5603 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Costume e società: 'La scapigliatura tra solitudine e trasgressione' il nuovo libro di Norma Viscusi
Redazione
Il Comune di Paternò e la Città Metropolitana di Catania organizzano per giovedì 21 novembre 2019, alle ore 17.30, presso la Biblioteca Comunale, di Paternò, via Monastero, 1, la presentazione del libro, "La scapigliatura tra solitudine e trasgressione. Lo spazio di Dio in Tarchetti, Rovani e Dossi" (Bastogi Editore Roma, 2019), di Norma Viscusi. All'incontro interverranno il prof. Francesco Diego Tosto, docente di Letteratura Religiosa e Storia del Cristianesimo presso l'I.S.S.R. "San Luca", Catania; il prof. Francesco Giordano, storico e la dott.ssa Gabriella Cirino, giornalista. Sarà presente l'autrice. Il volume di Norma Viscusi sulla Scapigliatura e i suoi scrittori offre una visione interessante, originale, approfondita, ben documentata e, soprattutto, meno spigolosa e controcorrente del movimento letterario di fine Ottocento.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 19 novembre 2019 07:00:00 (926 letture)

(Leggi Tutto... | 3183 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Scuola pubblica e o privata: Scuola paritaria ed equità sociale. Casellati e Bassetti insieme per una possibile soluzione
Redazione

“Dare agli studenti e ai genitori la possibilità di scegliere tra una buona scuola pubblica statale e una buona scuola pubblica paritaria, favorirebbe una proficua, leale e necessaria concorrenza tra gli istituti scolastici”. Con queste parole la presidente del Senato della Repubblica, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha avviato il seminario su “Autonomia, parità e libertà di scelta educativa in Italia e in Europa” che si è tenuto oggi presso la sala convegni Usmi (Unione superiori maggiori d’Italia)-Cism (Conferenza italiana superiori maggiori). La tanto conclamata “equità sociale” ha inizio dalla possibilità economica di accedere all’istruzione, nel rispetto dei principi della libertà di scelta educativa che la Costituzione garantisce ai genitori, primari responsabili dell’educazione dei figli. “Promuovere una vera uguaglianza nell’accesso all’istruzione, ha detto la Presidente del Senato, significa sostenere una crescita equa di tutto il Paese, basata sul merito, sulle capacità, sull’impegno e sulla passione”. Per conseguire tale traguardo occorre mettere in atto la proposta contenuta nel documento della CEI (Conferenza Episcopale Italiana), che suggerisce la determinazione di un “costo standard di sostenibilità per studentea carico dello Stato, da distribuire a beneficio tanto delle scuole pubbliche, quanto di quelle paritarie”.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 18 novembre 2019 08:00:00 (626 letture)

(Leggi Tutto... | 13229 bytes aggiuntivi | Scuola pubblica e o privata | Voto: 0)

Didattica: La letteratura è artificio e menzogna. I Novissimi dell’avanguardia degli anni ‘60
Redazione
"Ogni universo è in primo luogo un universo linguistico in quanto è proprio una morfologia ed è sottoposto a tutta l'arbitrarietà delle morfologie. [...] Io credo che ci sia un piccolo equivoco: l'idea che quando si usa la parola "linguaggio" si alluda a qualcosa che significa. Il linguaggio, a mio avviso, è semplicemente organizzazione. Di niente. Organizzazione di se stesso". Lo scrittore non è altro che un raffinato giullare, un " fool". In quanto tale "egli non può tenere discorsi, non può commentare, non ha pareri, non consente né dissente; ma gli si concede, anzi si vuole che egli straparli, scioccheggi, strologhi, berlinghi, fàbuli e affabuli, concioni agli inesistenti, spieghi carabattole, ed a se stesso dia torto e ragione, si insulti ed approvi, si accetti e ripudi, In quel che dice molte materie e qualità si invischiano: ma non mai la verità, e non mai il suo contrario" (G. Manganelli). Quant'è travagliata e miscidata la storia delle nostre patrie lettere, e quanto grande, d'altra parte, la giullaresca adattabilità dei nostri maitres à penser, di fronte a certe pressure avanguardistiche!

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Venerdì, 15 novembre 2019 07:00:00 (703 letture)

(Leggi Tutto... | 4834 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 0)

Didattica: Classicismo romantico del Carducci
Redazione
Sulla poesia del Carducci la critica si è variamente espressa, ora per evidenziare il carattere retorico ed accademico del suo classicismo, ora per precisarne il significato polemico positivo e salutare esercitato nei confronti della più sfumata ed edulcorata poesia tardo-romantica. Nell'un caso e nell'altro non si è andati spesso fuori di un giudizio interessato e di parte, troppo schematico per essere esaustivo, o troppo rigido e convenzionale per poter accogliere e far propri i temi e le forme della più intima e complessa ispirazione poetica carducciana.(1) L'interpretazione del Croce, per esempio, se è valsa a contrapporre polemicamente l'ideale della "sanità" del classicismo del Carducci come l'antidoto più sicuro contro il "veleno delle vacue fantasticherie romantiche, ha finito, poi, per mitizzare la figura del poeta-vate "scudiero dei classici", precludendosi ogni ulteriore approfondimento dello svolgimento della esperienza lirica carducciana.(2) Per non dire di quei critici che, più carducciani dello stesso Carducci, hanno voluto negare persino la presenza di venature romantiche nella sua poesia, ritenendo il classicismo ...

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Martedì, 12 novembre 2019 10:00:00 (570 letture)

(Leggi Tutto... | 9639 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 0)

Indagini statistiche: Scuole in competizione
Redazione
La Fondazione Agnelli ogni anno pubblica l’atlante delle scuole superiori, di cui ci si puo' fidare, perchè vanno bene e fanno tutto quello che bisogna fare per primeggiare sulle altre. Sono informazioni, ammesso che abbiano solide fondamenta, utili solo a quelli e a quanti hanno il tempo per leggerle, ma che contribuiscono a iniettare il veleno della concorrenza tra le scuole, non certamente per avere migliori servizi. Questa specie di mercato scolastico è uno dei frutti avariati dell’autonomia scolastica. La formazione delle nuove generazioni non è un compito che si puo' far meglio mettendo le scuole una contro l’altra; è un compito difficile, complicato che puo' dare risultati soddisfacenti solo se le scuole collaborano, se scambiano tra di loro esperienze e competenze, aperte l’una all’altra e non in guerra per l’accaparramento di risorse e per vanitose ricerche di visibilità, di cui fa le spese la coerenza del processo educativo e del curriculum.

Raimondo Giunta
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 10 novembre 2019 12:00:00 (718 letture)

(Leggi Tutto... | 3871 bytes aggiuntivi | Indagini statistiche | Voto: 5)

Costume e società: Il muro di Berlino, ovvero Càlati juncu ca passa la china!
Redazione
C'era una volta il muro di Berlino. Lo diremo ai nostri figli, lo leggeremo nei libri di storia, ne sentiremo parlare in radio o in televisione, ne cercheremo notizie su Internet. C'era una volta il muro di Berlino, che divideva in due la città. Per la verità, da chi l'aveva costruito, veniva chiamato "Barriera di protezione antifascista" (quando anche le parole fanno politica!), era un sistema di fortificazione, un muro di mattoni - in seguito di cemento armato - lungo più di 150 Km e alto 3,60 m, iniziato il 13 agosto 1961, dal governo della Germania Est (Repubblica Democratica Tedesca), per impedire il "passaggio di persone e spie nemiche" verso la parte occidentale della città di Berlino, nel territorio della Repubblica Federale di Germania. Divideva a metà, come una lama di coltello, la città che fu la capitale del Terzo Reich, la città rasa al suolo dall'Armata Rossa, la città sconfitta nella Seconda guerra Mondiale. Che ancora sul selciato sotto la porta di Brandeburgo, a due passi dal muro, si sentiva il "passo d'oca" dell'esercito del Fuhrer.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Domenica, 10 novembre 2019 07:00:00 (733 letture)

(Leggi Tutto... | 4842 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Signum contradictionis
Redazione
Molti non amano gli artisti intellettuali poeti che si contraddicono; li trovano narcisisti, egoisti, non credibili, fatui e inaffidabili, dimenticando, o non capendo, che i "signa" delle loro contraddizioni sono spesso segni anche della loro grandezza e sofferente lucidità, stemma e stigma insieme. Pieni di incertezze e di dubbi, e di interrogativi, poeti artisti intellettuali sono uomini che umilmente cercano la verità, consapevoli che la umana ragione, e il rampollante critico pensiero spesso soccombono alla complessità del reale nonché alla volontà loro in-decisa su cosa fare o non fare. A caratterizzarli è proprio codesto doloroso, inevitabile relativismo agnitivo! Operosi e abulici al tempo stesso per costituzione, l'intellettuale, l'artista il poeta, sono soggetti alla nevrastenia, e, pur sani, s'immaginano pieni di malattie! Perché, alla base della loro vita c'è il male di esistere, e la consapevolezza della precarietà consustanziale a ogni essere vivente. Il sentimento della infinita vanità del tutto.
Ed io, ho grande rispetto per la loro egoicità, non eroica ma dolorosamente problematica, signum della loro profonda e dolorante umanità.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 09 novembre 2019 10:00:00 (710 letture)

(Leggi Tutto... | 2794 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Didattica: La letteratura e diritto
Redazione
"E non pensavo che i tuoi editti avessero tanta forza, che un mortale potesse trasgredire le leggi non scritte e incrollabili degli dei. Infatti queste non sono di oggi o di ieri, ma sempre vivono, e nessuno sa da quando apparvero". (Sofocle: Antigone, Secondo episodio vv. 453-455).
Il diritto, privato della giustizia, diventa arbitraria forma di esercizio del puro potere, strumento di prevaricazione dell'uomo sull'uomo. Ora, se dovere di un giudice saggio - ( per non dire "sapiente" ) -, è quello di obbedire alla Legge, e di far valere il Diritto, è anche suo imperativo categorico cercare la verità, senza la quale non c'è giustizia, né rispetto e tutela della dignità della persona. Che senso potrebbe - del resto - avere la fredda applicazione di una norma giuridica, di un diritto, "privato della giustizia", ossia depauperato della verità vera, cui aspira l'uomo?

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 07 novembre 2019 07:00:00 (732 letture)

(Leggi Tutto... | 4315 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 0)

Didattica: Croce - Breviario di estetica
Redazione
Il Breviario di estetica di Benedetto Croce, pubblicato nel 1913, ha centosei anni. Ma non si notano. I classici sono sempre attuali! Si tratta di un volumetto contenente quattro lezioni attraverso cui il filosofo napoletano riassume i tratti più importanti della sua concezione della poesia. Quattro lezioni - come si legge nell'Avvertenza dello stesso autore - che "potrebbero essere utili ai giovani che si volgono allo studio della poesia e, in genere, dell'arte; e fors'anche entrare in loro servigio nelle scuole secondarie, come lettura di aiuto agli insegnamenti letterari e filosofici".Oggi, mi limito a riassumere, come posso, le prime due lezioni, nella speranza di essere da stimolo a qualche volenteroso studente di scuola secondaria che, appassionato di Estetica, volesse andare diritto a leggersi l'originale!
"Poca favilla gran fiamma seconda"! Chissà!
Un ripassino. Pro bono, malum!

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Mercoledì, 06 novembre 2019 08:00:00 (605 letture)

(Leggi Tutto... | 6068 bytes aggiuntivi | Didattica | Voto: 0)

Voce alla Scuola: La scuola, Moby Dick e l’eterna lotta tra il bene e il male
Redazione
E se la scuola, anziché la bonaccia, trova la bufera!? Se invece di "acque chiare e tranquille", all'improvviso il mare si piega, si increspa, sbotta, si tinge di nero e inizia la tempesta. E non c'è nessuno a calmare la tormenta, a sedare l'uragano, e i Lestrigoni e Poseidone e la "furia di Nettuno" prendono il sopravvento e issano sull'albero maestro il vessillo dell'ingratitudine e dell'indifferenza. E la scuola prende il largo e cola a picco. E ai passeggeri rimane solo il ricordo di tempi gloriosi, di giorni fruttuosi, di momenti di gloria, passati e sbiaditi per sempre. E noi non sapremo mai di capitani coraggiosi, di insegnanti impettiti e preparati, e dal cuore generoso, non sapremo mai di alunni volenterosi e assennati, con la testa china sui manuali e su fogli da vergare, non sapremo mai delle chimere dei giorni di lotta, non sapremo mai dei pianti nei corridoi.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 05 novembre 2019 10:00:00 (696 letture)

(Leggi Tutto... | 3748 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Costume e società: Non fatevi manovrare nelle piazze dei politicanti, e non andate dietro vessilli falsi e bugiardi
Redazione
Cari studenti,
Lo so: si vive in tempi calamitosi e di estrema precarietà. La crisi economica ci deprime . E non è tempo di fare prediche o appelli lirici, né di salire in cattedra per fare predicozzi, specie a voi, giovani delusi, sfiduciati, indignati e disorientati nella selva oscura della casta politica che ci "sgoverna"! Ma una cosa la voglio dire. Una consegna desidererei che osservaste: non fatevi manovrare nelle piazze dei politicanti, e non andate dietro vessilli "falsi e bugiardi". Siate voi gli artefici del vostro destino; non affidatevi alla faciloneria demagogica delle parole di chi, gattopardescamente, promette di voler cambiare tutto per non cambiare nulla. Né a quelle di chi grugnisce ( per pigrizia e povertà di spirito), per dire che non c'è nulla da fare e non resta che rassegnarsi. Insomma: non siate sordi e passivi consumatori di ciò che vi appartiene di diritto; riprendetevi il vostro tempo, la vostra vita, il vostro futuro con le vostre scelte. Riprendetevi la cultura, la storia, il sapere identitario dei vostri padri. Cambiare? Si può.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Domenica, 03 novembre 2019 10:00:00 (658 letture)

(Leggi Tutto... | 3891 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Tre intense giornate a Roma - Delegazione dei Ragazzi Sindaci della provincia di Catania
Redazione
La delegazione dei Ragazzi Sindaci della provincia di Catania, guidata dal coordinatore preside Giuseppe Adernò, ha vistato il Senato, il Quirinale, ed il terzo giorno ha incontrato Papa Francesco. Tre intense giornate che hanno coinvolto 40 ragazzi degli istituti comprensivi di Santa Venerina, Piano Tavola e dell’Istituto “S. Maria della Mercede di Padre Giuliano” di S Agata Li Battiati. Il programma delle tre giornate, articolato in “Roma istituzionale, Roma imperiale e Roma cristiana”, ha offerto una preziosa occasione di studio e di conoscenze storiche e culturali che nel corso dell’anno gli insegnanti svilupperanno svolgendo il programma delle lezioni. Tutti i momenti del viaggio hanno avuto la caratteristica della sorpresa, della meraviglia e della scoperta: dal volo in aereo, all’Aula di Palazzo Madama; dal Pantheon, all’Ara Pacis; dalla fontana di Trevi, alle splendide sale del Quirinale; dall’omaggio al Milite Ignoto all’Altare della Patria, al Colosseo e dopo l’emozionante partecipazione all’Udienza con Papa Francesco la visita al Castel Sant’Angelo, osservando dall’alto il panorama di Roma. Tanti nuovi spunti e notazioni storiche e culturali sono stati offerti ai ragazzi dai docenti accompagnatori nei tre giorni intensi di visite e di positiva socializzazione tra realtà di scuole diverse. Non sono mancati il Mcdonald e lo shopping per i regali e i ricordi del viaggio a Roma.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 02 novembre 2019 08:00:00 (1136 letture)

(Leggi Tutto... | 5079 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 2)

Costume e società: Litigare fa bene
Redazione
Litigare, in via propedeutica, fa bene! Può avere anche una funzione educativa il litigio; può contribuire a incidere positivamente nella formazione del carattere. Un ragazzino che non bisticcia mai con i suoi compagnetti, che non ha un moto di stizza mai, che non conosce il confronto, lo scontro anche, se necessario, che non reagisce per "educazione", ma sempre subisce, non mi pare antropologicamente uno ben "formato", ossia pronto all'agone della vita, che è anche lotta per la sopravvivenza; né tantomeno si può crederlo tout court uno stinco di "santo". Litigare, in certi casi, oltre a non far male, è necessario: nella realtà della vita non sempre si può essere con tutti d'accordo, o con tutti passivamente accondiscendenti, o accomodanti ...

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 02 novembre 2019 01:00:00 (608 letture)

(Leggi Tutto... | 3381 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Costume e società: Il Parlamento della Legalità a Montecitorio, l’ambasciata del dono, nel nome di Nicholas Green
Redazione
Nel corso della solenne cerimonia promossa dal Parlamento Internazionale della legalità, presso il salone dei Gruppi Parlamentari a Montecitorio, il presidente Nicolò Mannino e la Signora Maria Scaglione, figlia del primo Magistrato ucciso dalla mafia: il giudice Pietro Scaglione, hanno consegnato alla delegazione dei Ragazzi Sindaci, guidata dal preside Giuseppe Adernò, l’attestato ufficiale dell’Ambasciata del Dono, nel segno di Nicholas Green. La scelta di intitolare alla “cultura del dono” la 38° Ambasciata è stata sollecitata dalla ricorrenza dei 25 anni dalla tragica fine del piccolo Nicholas Green, i cui genitori hanno donato gli organi, consentendo a sette cittadini italiani di continuare a vivere ed hanno dato all’Italia una splendida lezione di civiltà e di generosità che ha rilanciato a diffuso la cultura della donazione. Al “piccolo eroe” è stato intitolato il reparto di rianimazione del Policlinico “G. Martino” di Messina ed il suo dolce sorriso, come appare nel dipinto di Anna Bonomo, dà conforto e serenità ai pazienti del reparto nel difficile momento di sofferenza.

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Venerdì, 01 novembre 2019 12:00:00 (1044 letture)

(Leggi Tutto... | 4669 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

PNSD: New media Education- Per un mondo più umano. Saggio pedagogico di Suor Rosetta Calì
Redazione
I media influenzano gli stili di vita, di comunicazione, di socializzazione e impongono nuove sfide educative e nuovi percorsi da seguire anche attraverso l’esercizio di una nuova “cittadinanza digitale”, nell’uso corretto del nuovo social. Suor Rosetta Calì,  salesiana, Figlia di Maria Ausiliatrice, sempre attenta ai problemi dei giovani, ha pubblicato il  libro, “New Media Education, Per un mondo più umano”, edito da “Passione Educativa”. La lettura del messaggio di Don Vincenzo Corrado, direttore dell’Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali della CEI, sulla scia di Don Ivan Maffeis, ha fatto da cornice alla presentazione del saggio pedagogico, frutto della vulcanica creatività di Suor Rosetta, la quale dal 2012, dona ogni anno un nuovo libro ai suoi alunni nativi digitali e agli ex alunni, ora genitori e docenti. La sensibilità pedagogica salesiana ed il carisma di Madre Mazzarello che raccomandava alle sue suorine sarte “Ogni punto d’ago sia un atto di amore per Dio” sono diventati augurio per Suor Rosetta: “Ogni lettera che pigi sulla testiera del tuo computer sia un atto di amore”.

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Martedì, 29 ottobre 2019 16:00:00 (645 letture)

(Leggi Tutto... | 6130 bytes aggiuntivi | PNSD | Voto: 5)

Costume e società: Elogio dell’Umiltà, ovvero gli ultimi saranno i primi
Redazione
Eppure Lui ce l’aveva sempre detto! Ce lo ricordava in tutti i modi, in tutte le salse! Non passava giorno che non lo diceva. In ogni discorso che faceva, ovunque andava, a chiunque incontrava lo ripeteva sempre. Era la sua idea fissa, il suo unico pensiero, sembrava quasi un “tormentone”. E invece,… invece era la sua missione, il suo pensiero più alto, il suo insegnamento più grande, il suo messaggio più vero, più genuino, più rivoluzionario: «Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti […] Chi vuole essere grande si farà vostro servitore. […] Chi vuole essere il primo tra di voi, si faccia ultimo». E poi ancora «Gli ultimi saranno i primi».
E noi, come al solito, niente, sùffuru!

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 29 ottobre 2019 07:00:00 (652 letture)

(Leggi Tutto... | 5968 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Cultura e spettacolo: Associazione “Giustizia e Pace” III anniversario ricordando i magistrati Livatino e Costa, martiri di Giustizia
Redazione
La sala delle arti Emilio Greco di Gravina di Catania, col patrocinio del Comune, alla presenza dell'assessore alla cultura e legalità Patrizia Costa e l’assessore avv. Fabio Cantarella, ha accolto la cerimonia per il terzo anniversario dell'Associazione Giustizia e Pace intitolata ai Giudici Livatino e Gaetano Costa fondata dal Procuratore in quiescenza Vittorio Fontana ex Procuratore Generale della Corte di Cassazione, sezione di Catania presieduta da Ugo Tomaselli. Hanno ricordato l’importanza della lotta alla mafia anche attraverso il trailer del film “Sub Tutela Dei”, del regista palermitano Francesco Millonzi, realizzato in collaborazione con il quotidiano “La Sicilia”.

Lella Battiato Majorana
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 26 ottobre 2019 10:00:00 (1050 letture)

(Leggi Tutto... | 4035 bytes aggiuntivi | Cultura e spettacolo | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Un dono di amicizia. Alfonso Sciacca
Redazione
Preparato come un dono agli amici in occasione del suo 80° compleanno, il preside Alfonso Sciacca ha arricchito il suo dono completando il volume "Memoriter et iucunde. quel che resta dell'amicizia" (Algra Editore) con altri scritti nei quali, dialogando con gli autori classici dell'antichità si recuperano messaggi e valori che durano nel tempo e sono ancora oggi attuali. Sono questi incisivi e preziosi messaggi che il preside Sciacca dona ai suoi ex ed ex alunni e quindi a tutti gli educatori e ai giovani di oggi. "Leggere il passato con gli occhi del presente e progettare il futuro alla luce dei valori" è una prassi che risulta sempre utile e preziosa per meglio comprendere e interpretare l'oggi. La lezione dei classici nel volume del preside Sciacca si presenta nell'intreccio di uno scambio epistolare con un compagno di scuola, Gaetano, ora monaco dell'Abbazia benedettina di Orval). Il volume che oscilla tra il romanzo epistolare e il saggio, intreccia memoria, ricordi, vita e moti dell'animo ne coglie i benefici e i vantaggi in riferimento, appunto dalla derivazione del verbo iuvo e quindi vantaggio e risorsa. I titoli in lingua latina e le ricercate espressioni linguistiche e metaforiche, quasi prosa poetica, testimoniano "quanto poca sia distanza tra l'antico e il moderno", come si legge nel lembo della copertina che riproduce l'allegoria della Prudenza di Tiziano Vecellio, con le immagini di tre teste: il lupo, il leone e il cane, che simboleggiano il passato, il presente e il futuro.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Sabato, 26 ottobre 2019 08:05:00 (618 letture)

(Leggi Tutto... | 6346 bytes aggiuntivi | Voce alla Scuola | Voto: 0)

Aggiornamento: 'New media education - Per un mondo più umano' - Convegno all’Istituto Maria Ausilatrice - Sabato 26 ottobre Catania
Redazione
Oggi Sabato 26 ottobre alle ore 17:00  presso l’Istituto Maria Ausuliatrice con ingresso da Via Canfora, 15 avrà luogo il convegno sul tema ”New media education - Per un mondo più umano”. La tavola rotonda,  moderata dal preside Giuseppe Adernò, prevede gli interventi  del  giornalista Rai e regista  Salvatore Presti; della prof.ssa Enza Grecuzzo, già presidente del SIESC;  di don Paolo Fichera, già preside del liceo “S. Francesco di Sales” e concluderà l’autrice  Suor  Rosetta Calì sugli aspetti sociologici e psicologici dei new media.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Sabato, 26 ottobre 2019 08:00:00 (970 letture)

(Leggi Tutto... | 1700 bytes aggiuntivi | Aggiornamento | Voto: 0)

Costume e società: Stupore, successo e lunghi applausi al porto di Catania: una speciale sfilata sulle note di Vincenzo Bellini
Redazione
Performance con gruppi di modelle vestite per l’occasione tra eccentricità e “luxury fashion” che hanno ampliato il dialogo e lasciato a bocca aperta i turisti al porto di Catania. Sinergia tra arte, moda e turismo per rendere omaggio a Vincenzo Bellini e alla sua musica con un evento unico dal titolo “Parto dal Porto”, ideato da Liliana Nigro docente dell’Accademia di Belle Arti di Catania. Le note di Casta Diva, la voce di Maria Callas, i preziosi tessuti degli abiti realizzati dagli allievi della cattedra di Storia del Costume per lo spettacolo disegnato, organizzato e diretto dalla creativa Liliana Nigro e dai talentuosi stilisti della Maison Du Cochon abbracciano i numerosi passeggeri della nave crociera in procinto di salpare dal porto etneo. I turisti, dopo aver visitato Catania, con stupore al loro ingresso nell’area portuale per riprendere il loro viaggio croceristico, si ritrovano in un backstage di moda degno delle passerelle internazionali più importanti, pronto ad andare in scena, e dare vita ad un evento, unico ed originale nel suo genere realizzato fino ad oggi a Catania: ...

Lella Battiato Majorana
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 25 ottobre 2019 11:00:00 (870 letture)

(Leggi Tutto... | 5762 bytes aggiuntivi | Costume e società | Voto: 0)

Aggiornamento: Autonomia, parità e libertà di scelta educativa. Seminario di studio A Roma Il 14 Novembre con la Presidente del Senato e il Presidente della CEI
Redazione
Sul tema: "Autonomia, parità e libertà di scelta educativa in Italia e in Europa" giovedì 14 novembre 2019 si svolgerà a Roma presso la Sala Convegni USMI-CISM, Via Zanardelli, un seminario di studio con la partecipazione eccezionale della Presidente del Senato Maria Elisabetta ALBERTI CASELLATI, del Card. Gualtiero BASSETTI, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, di Padre Luigi GAETANI, Presidente C.I.S.M. Nazionale. Nell'occasione sarà presentato il documento "Autonomia, parità e libertà di scelta educativa" che presenta i dati emergenti sulla scuola cattolica in Italia. Hanno aderito all'incontro nazionale promosso dall'U.S.M.I Nazionale, con la partecipazione dei presidenti nazionali della FIDAE, Virginia KALADICH; dell'AGESC , Giancarlo FRARE; del CDO-FOE, Marco MASI; dei delegati della Scuola cattolica del CISM - Don Roberto DAL MOLIN; del CONFAP, Suor Lauretta VALENTE e del Segretario Generale della FISM - Luigi MORGANO
La tavola rotonda sarà coordinata dalla giornalista Lorena BIANCHETTI.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Mercoledì, 23 ottobre 2019 10:00:00 (846 letture)

(Leggi Tutto... | 4779 bytes aggiuntivi | Aggiornamento | Voto: 0)

Dispersione scolastica: La Dispersione Scolastica
Redazione
Nei giorni che precedevano l'inizio delle lezioni, finchè sono stato in servizio, impegnavo il collegio dei docenti e i gruppi di coordinamento a discutere sui risultati dell'anno precedente e in modo particolare su quelli che fanno parlare di dispersione scolastica. Il proposito era quello di vedere come e se era possibile contenerla. Trasmettevo ai miei docenti la preoccupazione e l'amarezza di vedere tanti giovani perdersi e perdere le occasioni per istruirsi, per andare avanti, per impossessarsi degli strumenti che sono indispensabili per diventare cittadini e lavoratori all'altezza dei tempi. La definizione degli insuccessi scolastici come dispersione non mi è mai piaciuta e non mi piace ancora. Sembra quasi che si tratti di un fenomeno naturale, che si verifichi a prescindere dalle decisioni degli uomini, dalle scelte fatte dagli uomini. Una volta con più precisione si parlava di selezione, ma il termine era ed è sovraccarico di molteplici significati contrastanti e pro bono pacis non lo si usa più, tranne negli articoli di quegli intellettuali che nei quotidiani la reclamano ad alta voce per dare prestigio alla scuola e al sapere e anche per darsi un alto contegno...
 
Raimondo Giunta
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 20 ottobre 2019 19:00:00 (967 letture)

(Leggi Tutto... | 10176 bytes aggiuntivi | Dispersione scolastica | Voto: 0)

Più letto di Oggi
Ancora Nessun Articolo.


Social AetnaNet
Cerca


Community
Community
Diventa utente attivo della community di Aetnanet!
Inviaci articoli, esperienze, testimonianze sul mondo della scuola.

scrivi a: redazione@aetnanet.org


Pubblicità
pubblicità su Aetnanet.org


Seguici
telegram facebook
google plus facebook
mobile twitter
youtube rss


Bandi PON

Reiterazione avviso ad evidenza pubblica per la selezione di esperti esterni “madre lingua” francese - PON/FSE: avviso pubblico n. 4396 del 09/03/2018 - FSE - Competenze di base - 2a edizione
di m-nicotra

Bando di selezione n. 3 Esperti esterni madrelingua inglese e n. 3 Esperti esterni madrelingua francese - Scuola Media Castiglione di Bronte
di m-nicotra

I ragazzi del Liceo Cutelli al Processo Simulato del Lavoro a.a. 2019/2020
di m-nicotra

Da Roma all’Europa: tappe del progetto di Cittadinanza Europea per gli studenti del Liceo Classico Europeo del Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
di a-oliva

Bando selezione esperti FSE/PON - Liceo Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra

Proposta formativa Competenze Digitali e Certificazioni ECDL-AICA per il PON Avv. Prot. 26502 “CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA”.
di a-oliva

Richiesta pubblicazione Avviso selezione Esperti - PON Competenze di base - II edizione
di m-nicotra

Contrasto alla povertà educativa: pubblicato il bando per 50 milioni
di m-nicotra

Bando selezione esperti madrelingua FSE/PON - ICS San Domenico Savio - San Gregorio di Catania
di s-tricomi

Concluso il Pon 10.2.5A-FSEPON-SI-2018-164 con i due moduli 'Maletto, tra arte e natura' e 'Panchine letterarie a Maletto all'IC Galilei di Maletto
di m-nicotra

Indice Progetti PON


Top Five Settimana
i 5 articoli più letti della settimana

Dopo Sant’Agata - Culto e devozione. Le Candelore abbiano un rettore spirituale
di a-oliva
1134 letture

L’Istituto Comprensivo 'Italo Calvino', di Catania, celebra il Carnevale Medievale
di a-battiato
528 letture

Arte e Ambiente. Convegno organizzato dal Liceo Artistico Emilio Greco, al Polivalente di San Giovanni La Punta
di a-battiato
427 letture

Job orientation and work experience in Europe
di s-garofalo
379 letture


Top Video
Video
L'aeronautico di Catania si prepara al lavoro nella base di Sigonella
1277 letture

Premiazione concorso #Zerobullismo, la tua storia contro il bullismo in rete - Liceo Classico 'Tommaso Fazello' di Sciacca
1305 letture

Il Caffè filosofico al Liceo scientifico dell'IISS Francesco Redi di Belpasso
7651 letture

Riflessioni della maestra Margherita sull'Innovazione didattica a scuola di Giovanni Biondi - Presidente INDIRE
8998 letture

26 Novembre, manifestazione nazionale contro la violenza maschile sulle donne: le CattiveMaestre ci saranno
10222 letture

Human - Le fonti. Trovare il proprio posto
9460 letture

Sicilia, record dei beneficiati dalla legge 104 nella scuola, e Agrigento è la prima provincia per numero di applicazioni
12219 letture

La 5A Informatica di Belpasso discute di Rivoluzione industriale 4.0
12526 letture

L'unione fa la scuola - Palermo 24 ottobre 2015
10786 letture

NO DDL Scuola Renzi - Flash mob 09 maggio 15
17409 letture



Articoli Precedenti
Seleziona il mese da vedere:

  Febbraio, 2020
  Gennaio, 2020

[ Mostra tutti gli articoli ]


Chi è Online
Benvenuto Anonimo
Se ancora non hai un account clicca qui per registrarti



Utenti registrati:
Ultimo: gmirabella
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 11170

Persone Online:
Visitatori: 261
Iscritti: 0
Totale: 261

Traffico Generato
Anonimi: 261 (100%)
Registrati: 0 (0%)
Numero massimo di utenti online:261
Membri:0
Ospiti:261
Ultimi 5 Registrati
gmirabella
    Jan 28, 2017.
raffagre
    Jan 28, 2017.
gvaccaro
    Jan 28, 2014.
mrdinoto
    Jul 09, 2013.
sostegno
    Jul 09, 2013.

Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2002

Pagine visitate
· Visitate oggi 23,953
· Visitate ieri 44,043

Media pagine visitate
· Oraria 3,100
· Giornaliera 74,396
· Mensile 2,262,911
· Annuale 27,154,930

Orario Server
· Ora

13:12:55

· Data

27 Feb 2020

· Zona

+0100

© Weblord.it


contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.71 Secondi