Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 535759941 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
ottobre 2021

Liceo “G. Lombardo Radice” di Catania riparte in presenza promuovendo nella segreteria organizzativa un convegno internazionale di studi grazie al senso civico di responsabilità e alla sete di conoscenza
di a-oliva
3707 letture

Personale docente ed educativo - Esiti del conferimento delle supplenze a seguito della procedura informatizzata da GAE e GPS, per stipula di contratti a tempo determinato dopo il completamento da spezzoni orario - A.S. 2021/2022
di a-oliva
2520 letture

PREMIO NATALE CITTÀ DI TREMESTIERI ETNEO 33° edizione
di a-oliva
2431 letture

Covid – Prevenzione e imprudenza
di a-oliva
2423 letture

AVVISO di annullamento esiti del conferimento delle supplenze a seguito della procedura informatizzata da GAE e GPS, per stipula di contratti a tempo determinato - A.S. 2021/2022
di a-oliva
2301 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Eventi
Eventi

·Bocelli e Mitoraj a Noto per promuovere i siti Unesco Siciliani
·Job orientation and Work experience in Europe
·Tavola rotonda al III IC Rodari di Acireale
·Sabato 17 marzo Gara Regionale ''EXPONI le tue idee 2018'' per il Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
·Tavola rotonda su dislessia, disgrafia, discalculia, disturbo da deficit di attenzione e iperattività


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Costume e società: Cronaca: ''La tigre di Noto'' di Simona Lo Iacono
Rassegna stampa
E’ stato presentato nei saloni di Palazzo Sant’Alfano a Catania il volume “La Tigre di Noto” di Simona Lo Iacono (Neri Pozza Editore).
La manifestazione è stata promossa dal Rotary Club San Gregorio di Catania, in collaborazione con la sezione UCIIM di Tremestieri Etneo . Nel saluto introduttivo le rispettive presidenti Cinzia Torrisi e Agata Pennisi hanno  ringraziato l’autrice  del romanzo per la speciale attenzione riservata alla valorizzazione del ruolo della donna nella società, evidenziando in grandi progressi sociali e culturali che si sono registrati nel corso degli anni.
Nel presentare il volume, il preside Giuseppe Adernò , presidente emerito dell’UCIIM di Catania, ha  esordito dicendo: “ Nihil quod  netinum est alienum a me puto”  e, da originario di Noto, ha tratteggiato il percorso biografico della protagonista del romanzo, Marianna Ciccone, nata a Noto nel 1891, docente di Matematica  Fisica alla Normale di Pisa, ricercatrice di spettroscopia che ha anticipato la meccanica quantistica molecolare.
La professoressa Ciccone figura sorprendentemente dimenticata tra le pieghe della storia, viene ricordata per il suo eroico e coraggioso gesto nel  difendere come una  tigre gli strumenti scientifici e il  prezioso patrimonio librario dell’Istituto di Fisica dell’Università di Pisa, durante la seconda guerra mondiale nel 1944 nel corso dell’invasione tedesca, mettendo a repentaglio la propria vita, divenendo luminoso esempio di coraggio e di forza, doti  non sempre riconosciute al genere femminile.
Nel volume la luce diviene assoluta protagonista, caratterizza il personaggio, ne è un tratto distintivo e l’Autrice, magistrato di professione, con una scrittura lineare ed elegante, discorsiva e al contempo essenziale, poetica ed esaustiva sviluppa il tema del femminile, della maternità, dell’antisemitismo.
 Nel corso della serata sono stati letti da Patrizia Auteri alcuni brani del romanzo, intercalati dalle musiche eseguite d Vincenzo Messina al flauto ed Ettore Sapienza al violino.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Domenica, 11 luglio 2021 17:00:00 (2701 letture)

(Leggi Tutto... | 9858 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Vaccini ai maturandi, Lagalla: ''a Palermo oltre mille dosi in soli 2 giorni''
Istituzioni
31 maggio 2021
«Sono già oltre mille i maturandi che, a Palermo, si sono volontariamente sottoposti al vaccino anti-Covid». Lo afferma l'assessore regionale all'Istruzione, Roberto Lagalla, che, accolto dal Commissario per l'emergenza Covid Palermo Renato Costa, ha fatto visita all'Hub vaccinale del capoluogo regionale, presso l'ex Fiera del Mediterraneo.
«I dati raccolti questa mattina dimostrano come la popolazione studentesca abbia reagito molto positivamente all'iniziativa regionale volta a mettere in sicurezza quanti più ragazzi possibile in vista dei prossimi esami di maturità, a partire da metà giugno - aggiunge -. I giovani hanno compreso il valore della campagna vaccinale e l'importanza di tutelare la salute di sé stessi e dei propri compagni, in una fase ancora attiva della pandemia. Sono certo che questi numeri continueranno a crescere nelle prossime ore, non solo a Palermo ma anche in tutti gli altri punti vaccinali messi a disposizione in Sicilia».
Dal 26 maggio, infatti, così come previsto dall'ordinanza del presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, senza necessità di prenotazione e su base volontaria, gli studenti frequentanti il quinto anno degli istituti superiori, muniti di apposita attestazione scolastica, potranno essere immunizzati, avviando di fatto la stagione vaccinale delle generazioni più giovani alle quali, in queste ore, anche il governo nazionale guarda per assicurare una più ampia e diffusa azione anti-Covid entro l'estate.
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 31 maggio 2021 15:34:59 (3190 letture)

(Leggi Tutto... | 5026 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Nuova pubblicazione: 'Voci nel Silenzio' di Paolo Sidoti - Racconti
Redazione
Bartolo è un naufrago raccolto in mare da un barcone di migranti. Marcella trova la fuga dal suo matrimonio con la magia del cinema. Stefania è vittima della violenza di un mostro. Sergio e il suo amore cieco e malato. Marco e la sua ultima tappa vinta al Giro d'Italia. Ester e il suo domani svelato dai torocchi. Biagio e la misteriosa ragazza con la Smart bianca. Adriano scoprirà nel futuro il prezzo della sua libertà. Rosaria e il suo quartiere che non esiste più.  Alberto e Luca e le loro corse sulle orme di Caino e Abele. Nicuzza una storia che durata 60 anni, vista attraverso i suoi occhi di bambina.  Stella e la sua rinascita dopo il Covid, all’alba di un amore sospeso.
Le “Voci nel silenzio” sono solitudini non ascoltate,
Racconti che parlano di vite vere, vissute tra sogno e realtà
In questo periodo è come se alcune tristi realtà della nostra società,
fossero scomparse e non esistessero più. (La copertina con le cornici vuote riprende questo concetto)
- le violenze sulle donne,
- i barconi nel Mediterraneo e il traffico di esseri umani,
- i tossici che muoiono per un’overdose,
- mogli prigioniere tenute in ostaggio da mariti prepotenti,
- voci che attendono nel silenzio di sentirsi liberi.

Paolo Sidoti  
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 10 maggio 2021 07:00:00 (3244 letture)

(Leggi Tutto... | 6036 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: “I care” nuovo motto dell’Europa unita
Redazione
Il “mi sta a cuore” del prete-maestro di Barbiana, Don Lorenzo Milani, è un modo diverso per definire il principio di solidarietà che è il cardine dell’Europa dei 27.
Questa citazione della presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen nel suo discorso allo “Stato dell’Unione” del 6 maggio, traccia il nuovo percorso, un vero cambio di passo della Comunità Europea che riprende il cammino dopo la grave crisi pandemica che ha travolto il vecchio continente.  
Nel maggio 2021 si registrano i seguenti eventi: il Social Summit del 7 maggio ospitato a Porto dalla presidenza portoghese del Consiglio dell’Unione Europea, con l’obiettivo generale di definire l’agenda della politica sociale europea per il prossimo decennio, garantendo di affrontare le sfide del presente e del futuro “senza lasciare indietro nessuno”; il vertice informale dei Capi di Stato e di governo dei 27 Paesi per discutere di questioni sociali, tra cui quelle connesse alla pandemia di Covid-19 il giorno 8 maggio e l'inaugurazione della “Conferenza sul futuro dell'Europa”, proprio il 9 maggio, che celebra la “Giornata Europea” nel ricordo della Dichiarazione del primo ministro francese Robert Schuman, a Parigi nel 1950.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Domenica, 09 maggio 2021 14:05:00 (3972 letture)

(Leggi Tutto... | 9673 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: A MCTV si parlerà di Bullismo e Cyberbullismo con l’insegnante Pinella Scuderi. Venerdì 30 aprile 2021, ore 20.30
Redazione
Si parlerà di Bullismo e di Cyberbullismo, in tempo di Covid, nella trasmissione web di “Tutta un’altra storia” che, come ogni settimana, andrà in onda, in diretta, venerdì 30 aprile 2021, alle ore 20.30, su MCTV, la prima Tv Web siciliana (pagina Fb, canale Youtube, e sito mc.tv.it), condotta da Angelo Battiato, in compagnia di Angela Nastasi. La puntata, dal titolo “Bullismo e Cyberbullismo. Una sfida educativa e sociale. Come combatterli?”, vuole affrontare un argomento di pregnante attualità e di vera emergenza sociale. Ed a trattare l’argomento sarà l’insegnante Pinella Scuderi, docente di scuola primaria, del Circolo Didattico Statale “Giovanni Paolo II”, di Piano Tavola – Belpasso (Catania), che parlerà degli elementi specifici del bullismo e del cyberbullismo, dei possibili fattori di rischio che fanno di un ragazzo o di una ragazza un bullo o una vittima, e soprattutto delle azioni di prevenzioni e di contrasto da parte della “comunità educante”.

Angelo Battiato
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 29 aprile 2021 17:00:00 (3757 letture)

(Leggi Tutto... | 4655 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: 25 Aprile, il Ministro Bianchi premia al Quirinale le scuole vincitrici del concorso nazionale 'Uguaglianza e pari dignità sociale, conquiste della democrazia'
Ministero Istruzione e Università
In occasione delle celebrazioni ufficiali per il 76esimo anniversario della Liberazione, il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha premiato al Palazzo del Quirinale, le Scuole che si sono distinte nel concorso nazionale “Uguaglianza e pari dignità sociale, conquiste della democrazia”, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il concorso, promosso dal Ministero dell’Istruzione e dall’Associazione Nazionale Partigiani (Anpi), è rivolto a tutte le Scuole, con l’obiettivo di promuovere la consapevolezza del principio di uguaglianza sancito dall’articolo 3 della Costituzione. Le Scuole sono state premiate in video collegamento. A conclusione dell’evento è stato trasmesso un video con le opere vincitrici.

“Oggi celebriamo la Festa della Liberazione - ha detto il Ministro rivolgendosi alle Scuole in collegamento - cioè dell'atto cosciente di una, cento, mille, centomila persone che insieme hanno combattuto unite per la libertà non solo di se stessi ma di tutti, senza distinzione di fede, di origine, di genere, di convinzioni politiche, di condizioni sociali. Miur
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 25 aprile 2021 11:00:00 (2625 letture)

(Leggi Tutto... | 4515 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Sogno d’una notte d’inverno, tra città e saperi
Redazione
A volte, di notte, mi perdo nelle infinite conurbazioni delle mie città dei sogni. Mi ritrovo nei grovigli, negli intrecci e li attraverso tutti, in lungo e in largo, da cima a fondo. Mi intrufolo nelle viuzze, nelle intimità delle case, nei nascondigli, negli angoli più ostili. Ne ascolto gli odori, le luci, persino i sapori. Mi lascio inseguire dai suoni, dal ritmo del vento, dalla musica che sgorga da persiane socchiuse, dal rumore della grancassa. Mi perdo e mi ritrovo altrove, più lontano del tempo, nel segreto moto delle cose, dei suoi ingranaggi, dei suoi nudi nascondimenti. E’ tutto legato, tutto collegato da un filo sottile che unisce, come una rete, gli spazi e le distanze, i silenzi e le lontananze, le rose e i violini. Tutto e tutti. Per non parlare poi degli uomini e delle donne che vi abitano. Li vedo accanto a me, di soppiatto, e poi scomparire, e poi riapparire ancora. Mi raccontano storie incredibili e incomprensibili. D’altri mondi.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Lunedì, 12 aprile 2021 06:00:00 (4145 letture)

(Leggi Tutto... | 3548 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: LA GIORNATA MONDIALE della FELICITÀ
Redazione
Il 20 Marzo, è stata celebrata la Giornata Internazionale della Felicità, istituita dall'Assemblea Generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (Onu) il 28 giugno 2012 affermando che: “L'Assemblea generale [...] consapevole che la ricerca della felicità è uno scopo fondamentale dell'umanità, [...] riconoscendo inoltre un approccio più inclusivo, equo ed equilibrato alla crescita economica che promuova lo sviluppo sostenibile, l'eradicazione della povertà, la felicità e il benessere di tutte le persone …
In un recente convegno, svoltosi alla LUISS, promosso dalla Fondazione Guido Carli, è stata avanzata la proposta di introdurre, nell’articolo 3 della Costituzione della Repubblica Italiana, un comma finale che ponga il diritto alla felicità, sulla scorta di quanto affermato nella Dichiarazione d’Indipendenza degli Stati Uniti d’America, ove si afferma: “Noi riteniamo che sono per se stesse evidenti queste verità: che tutti gli uomini sono creati eguali; che essi sono dal Creatore dotati di certi inalienabili diritti, che tra questi diritti sono la Vita, la Libertà, e il perseguimento della Felicità; che per garantire questi diritti sono istituiti tra gli uomini governi che derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati.
La dichiarazione dei Padri Fondatori, che sancisce che tutti gli uomini sono creati eguali e dotati del Creatore di diritti inalienabili quali la Vita e la Libertà, che consentono il perseguimento della felicità, è condivisibile totalmente, specie nella prospettiva dei valori cristiani su cui si sono basati i Costituenti statunitensi.
La felicità, però, non è equiparabile al solo benessere economico, all’ottenimento dei piaceri, al possesso di denaro, di beni, di oggetti … Tutto ciò non dà la felicità.
Purtroppo la superficialità consumistica dei nostri tempi tende a farlo credere, ma la felicità, non si compra!
Il concetto di felicità è complesso e ad esso hanno dedicato profonde ricerche e riflessioni filosofi e poeti e come paradossalmente dice Giacomo Leopardi. “Gli uomini sarebbero felici se non avessero cercato e non cercassero di esserlo”.
La felicità è uno stato di sereno equilibrio con se stessi e con il prossimo, in una visione di umanesimo e di un’ecologia integrale.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Domenica, 21 marzo 2021 17:05:00 (1773 letture)

(Leggi Tutto... | 23456 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: UNA STORIA DI FEDE E DI SPERANZA. Covid, i medici vogliono staccare la spina ma la moglie fa un voto a Sant’Agata: si sveglia dopo tre mesi
Rassegna stampa
01_03_03 Ritorna alla vita un maratoneta di 45 anni, da un anno ricoverato in ospedale Notizia pubblicata da “La Stampa” del 27 febbraio-
«Mia moglie ha fatto un voto a Sant’Agata e sono tornato alla vita».  Inizia così la testimonianza di Maurizio «Jack» Giustolisi, 45 anni, di Catania, dipendente della St Microelectronics e maratoneta, colpito da Covid, conosciuto e amato nella città dove l’ultimo anno ci sono state mille e 100 vittime del virus.
In questi dodici mesi, «Jack» è stato ricoverato in ospedale. «Morto tre volte», come racconta a «LiveSicilia.it» per descrivere i momenti più critici, quando i suoi polmoni sono stati collegati alle macchine per funzionare.
Lui è certo: il voto fatto dalla moglie gli ha salvato la vita. E’ avvenuto quando i medici gli hanno detto che non c’erano più speranze e che avrebbero staccato le macchine.
La moglie è andata di corsa in cattedrale, racconta “con la mia coccarda da devoto». Da quel momento ha cominciato a muovere la mano ed ha ripreso a vivere.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Lunedì, 01 marzo 2021 14:05:00 (1218 letture)

(Leggi Tutto... | 8187 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dichiarazione del presidente di confeuropa imprese Giuseppe Alizzio
Comunicati
Il Presidente di Confeuropa Imprese Giuseppe Alizzio, unitamente a tutto il sistema  di Confeuropa,  augura al nuovo Governo Draghi ed alla sua squadra un buon lavoro e che, nell’arduo cammino che lo attende,  possa affrontare con successo le sfide per  rilanciare gli investimenti, per attenuare le differenze territoriali fra Nord e Sud,
nel  creare posti di lavoro, rafforzare la sanità e le reti sociali.
Il Prof. Mario Draghi è il nuovo presidente del Consiglio, dopo aver sciolto la riserva dinnanzi al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha annunciato poi la lista dei ministri. Ci sono 15 ministri politici e 8 tecnici: 4 del M5S, 3 del Pd, 3 di Forza Italia, 3 della Lega, uno ciascuno per Italia Viva e Leu.
Alle ore 14.00 il premier Mario Draghi si è insediato a Palazzo Chigi dopo il giuramento al Colle con la squadra dei Ministri che ha pronunciato la formula di rito. Con il passaggio di consegne con il suo predecessore Giuseppe Conte, il quale consegna all'entrante la campanella utilizzata per aprire le riunioni,  si è svolto il primo del Consiglio dei ministri.
Questa è l’antitesi. Tuttavia dobbiamo constatare e fare delle brevi considerazioni:

valerio.martorana75(at)gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 14 febbraio 2021 08:00:00 (3378 letture)

(Leggi Tutto... | 5592 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Un’intera vita da vivere
Redazione
“In verità, non era questa la vita che pensavo di vivere, non era questa la giovinezza che immaginavo, non erano questi le giornate, le serata che sognavo”. Come si fa a dire ad un ragazzo di vent’anni: rimani a casa, chiuditi dentro, non parlare con nessuno, non vedere anima viva, non abbracciare parenti, amici, fidanzata!? Ditemi, come si fa!? Certo, ci vuole fegato soltanto a pensarla una storia uguale, forse neppure i migliori sceneggiatori di Hollywood avrebbero potuto immaginare scene simili. Non fare una passeggiata in centro, non andare al bar con un amico, non andare al cinema con la fidanzata, non uscire la sera. Non poter andare a scuola. Non vivere una vita normale. Un incubo! E tutte le notti insonni, tutte le ansie, le inquietudini, le apprensioni, per una vita non vissuta!? E poi ascoltare dai Tg, dal web, dai mass media solo “parole, parole, parole”, “come cantava la grande Mina”.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Domenica, 07 febbraio 2021 07:00:00 (1642 letture)

(Leggi Tutto... | 3647 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Leonardo Sciascia, il 'maestro di Regalpetra'. A cent’anni dalla sua nascita
Redazione
Tanto si può dire e scrivere su Leonardo Sciascia, scrittore, saggista, giornalista, intellettuale siciliano che proprio in questi giorni ricorre il centenario della sua nascita (Racalmuto, 8 gennaio 1921). Si può dire della sua professione di maestro elementare, di “scoli vasci” (come amava dire); dei suoi straordinari romanzi che raccontano la Sicilia in maniera “spietata e illuminata”; delle sue lucide analisi sui mali dell’isola; del suo impegno politico che lo ha visto prima consigliere comunale a Palermo (1975-77) con il Partito Comunista, poi eletto al Parlamento nazionale (1979-83) con il Partito Radicale, e componente della Commissione parlamentare d’inchiesta sulla strage di via Fani e sul sequestro e l’uccisone di Aldo Moro, e della Commissione parlamentare sul fenomeno della mafia; delle sue famose polemiche, l’ultima, a due anni dalla sua scomparsa, nei confronti dei magistrati che si occupavano di mafia. A me piace dire del suo amore “smisurato e ragionato” per la Sicilia e per il suo paese d’origine, Racalmuto, un piccolo centro in provincia di Caltanissetta, di cui tanto scrisse nei suoi undici romanzi; del suo attaccamento, del suo “intenso e intimo” senso di appartenenza a questa terra, “Ce ne ricorderemo di questo pianeta” (“Così partecipo alla scommessa di Pascal e avverto che una certa attenzione questa terra, questa vita la meritano”).

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Lunedì, 01 febbraio 2021 06:00:00 (2099 letture)

(Leggi Tutto... | 5212 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Da 35 anni un fiore sulla tomba del Verga
Redazione
Anche in epoca Covid e la Sicilia in zona rossa, non poteva mancare il ricordo del 99° anniversario della morte di Giovanni Verga, portando un fiore sulla sua tomba.
Un gesto semplice che esprime gratitudine e omaggio al grande “Padre del Verismo italiano” compiuto in forma privata dall’Assessore  comunale ai Beni Culturali e Pubblica Istruzione, Barbara Mirabella con alcuni rappresentanti dell’assessorato ed dal preside Giuseppe Adernò che 35 anni fa, giovane preside a Petralia Soprana, (1986) accompagnò per la prima volta i ragazzi delle Madonie per “incontrare il Verga” al quale la scuola era intitolata.
Trovarono, egli racconta, la tomba sporca, abbandonata ed un’ape dei rifiuti parcheggiata nell’angolo.
 I ragazzi sono stati pronti a pulire la tomba deponendo un mazzo di fiori.
Nel tempo l’Amministrazione Comunale ha provveduto alla recinzione e cura della tomba del grande scrittore catanese, dando anche ufficialità alla manifestazione.
 Questo gesto ha coinvolto negli anni prima le scuole intitolate al Verga e dal 2014 anche tutte le scuole della città e provincia, rinnovando ogni anno il gesto di portare un fiore sulla tomba nel giorno anniversario della morte e poi visitando Casa Verga, il museo delle sculture in pietra lavica di Nino Valenziano Sant’Angelo, i luoghi verghiani, Acitrezza, ed alcune scolaresche anche Vizzini.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 29 gennaio 2021 08:00:00 (996 letture)

(Leggi Tutto... | 7668 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 54° Giornata mondiale della pace - 1° gennaio 2021. La cultura della cura come percorso di pace. Un nuovo CPS per il cammino del 2021
Redazione
Il messaggio di Papa Francesco in occasione della 54° giornata mondiale della pace risuona come monito per tutti i popoli, per il Governanti, e per il semplice cittadino, che come persona contribuisce alla costruzione della comunità civile.
Il 2020 è stato segnato dalla grande crisi sanitaria della pandemia Covid-19, che ha prodotto una pesante crisi economica, lavorativa e provocando pesanti sofferenze e disagi.
Guardando al futuro e iniziando il nuovo anno l’esortazione del “prendersi cura” del fratello che soffre, del bimbo che cresce, dello studente e del giovane che ha bisogno di una guida, e poi ancora il sentirsi “custodi del creato”, di un dono prezioso che Dio ha affidato all’uomo per renderlo fruttuoso e non per danneggiarlo o usarlo in maniera inopportuna.
Il “prendersi cura” è un gesto di maternità, di tenerezza che nell’iconografia del Natale appare evidente e Papa Francesco l’ha evidenziato facendo notare come Maria tiene in braccio il suo bambino prendendolo dalla culla.

 Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Domenica, 03 gennaio 2021 15:00:00 (1153 letture)

(Leggi Tutto... | 9166 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Il regista Pirrello nei cinema chiusi a Catania? Qui la vita continua in attesa che il pubblico ritorni?
Rassegna stampa
Catania. Cosa accade nelle sale cinematografiche chiuse al pubblico in questi mesi di pandemia? Ritornato nella sua Catania dopo mesi al lavoro in giro per l’Italia, il regista e film maker Marco Pirrello ha deciso di  verificarlo da solo, scoprendo che dentro i cinema storici la vita continua. Ha perciò girato un video di 8 minuti dal titolo “Solo nei migliori cinema”, condividendolo gratuitamente su Facebook per testimoniare l’amarezza ma anche la cura romantica e appassionata dei gestori.

Rosa Maria Di Natale
https://video.repubblica.it/edizione/palermo/il-regista-pirrello-nei-cinema-chiusi-a-catania-qui-la-vita-continua-in-attesa-che-il-pubblico-ritorni
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 02 gennaio 2021 20:27:20 (1314 letture)

(Leggi Tutto... | 2224 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Lu Trenu
Redazione
È l'eterna lotta tra il passato e il futuro. Tra ieri e domani. Tra il prima e il dopo. La memoria di ciò che era, e la speranza di ciò che sarà. Il ricordo, la nostalgia, la rimembranza, anche dolorosa, faticosa, difficile da decifrare del passato; e il desiderio, la speranza, la fiducia, il coraggio del futuro, del nuovo giorno, del nuovo anno. Il vecchio e il nuovo anno che si incontrano, ogni anno, proprio a mezzanotte. Si danno appuntamento il 31 dicembre. Per dirsi addio, con tenerezza, con indulgenza. Il vecchio anno muore e il nuovo anno nasce. Che coincidenza! Che destino! E nel mezzo scorre la vita, sempre nuova e sempre uguale. Si, la vita degli umani.
Che meraviglia! Buona vita a tutti!

Angelo Battiato
Lu trenu

Nta la stazioni di lu nostru munnu,
la notti tra dicembri e jnnaru,
s'ancontrunu, ma sulu ppi ‘n secunnu,
du treni, unu scuru, l'autru chiaru.

Unu si nni va lentu, pari stancu,
nun avi luci, è tuttu impolveratu.
L'autru arriva in fretta, è beddu, iancu,
di fili argentu e oru è cummigghiatu.

Supra a banchina c'è tanta cunfusioni,
carusi, picciriddi, genti ranni,
arrivunu di tutti li nazioni,
ccu tamburi, stindardi, interi banni.

“Evviva, finalmente, benvenutu!"
ci gridunu tra applausi e mortaretti.
Veni, ca tantu l'autru si nna gghiutu,
ccu li so tanti peni e i so dispetti.
Postato da Angelo Battiato Venerdì, 01 gennaio 2021 12:00:00 (2568 letture)

(Leggi Tutto... | 5145 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: Elogio del tempo, ovvero, al nuovo anno che verrà
Redazione
Il tempo è una ruota perfetta, diretta, navigata. Costruita da mani esperte e giudiziose. Generata in un luogo lontanissimo, che nessuno ha mai veduto. Non ha un inizio e una fine. Non ha amici, né nemici. Non conosce padrone, non accetta consigli, non chiede aiuto, non prende ordini. Tira dritto per la sua strada, senza guardare in faccia a nessuno. Senza lesinare nulla, senza risparmiare un sol centesimo, senza centellinare un millimetro. Conosce tutti i segreti, tutti i misteri, tutti i nascondigli. Misura il vettore, la direzione e l’intensità. Sa dove va e cosa vuole. Sa cosa lascia e a cosa mira. Prende tutto ciò che vuole, lascia tutto ciò che non serve. C’è nel primo vagito e c’è nell’ultimo respiro. Ha visto il Big Bang e vedrà la fine di tutto. Ha osservato tutte le notti e tutti i giorni del mondo. Ha scrutato le stagioni e i dolori dell’uomo. Carpisce l’ineffabile, l’indicibile, l’incommensurabile. E’ l’Alfa e l’Omega. L’inizio e la fine. Il principio e la meta. La partenza e il traguardo. E’ infinito. E’ tutto.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Venerdì, 01 gennaio 2021 06:00:00 (2263 letture)

(Leggi Tutto... | 3531 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: La redazione di AETNANET si congratula con il preside Giuseppe Adernò per avere ricevuto dall’UCIIM il prestigioso riconoscimento come “AMBASCIATORE DELL’ EDUCAZIONE CIVICA”
Redazione
In occasione dell’incontro  “Riflessioni sul  Natale 2020” promosso dalla Sezione UCIIM  (Unione Cattolica Docenti Educatori e Formatori) di Catania  e realizzato  in video conferenza, la presidente Maria Antonietta Baiamonte ha  consegnati i diplomi di “Ambasciatore dell’Educazione civica
- al  prof. Luciano Corradini, già Sottosegretario dell’Istruzione  e presidente emerito dell’UCIIM, promotore del “Progetto giovani”  e tenace difensore dei valori della cittadinanza attiva e responsabile  ha tracciato il percorso storico dell’Educazione civica  che completa il progetto educativo di formazione integrale dell’uomo, persona e cittadino;
- alla prof. Lucrezia Stellacci, presidente regionale  UCIIM di Puglia e coordinatore del Comitato Tecnico scientifico nazionale dell’Educazione Civica presso il Ministero dell’Istruzione, ha illustrato le Linee guida che accompagnano l’attuazione della Legge 92/2019 che introduce l’Educazione Civica nel curricolo didattico della scuola italiana;
- al  preside Giuseppe Adernò, presidente emerito della Sezione UCIIM di Catania, promotore del progetto “Ragazzi 2000” già dal 1993 ha  reso concreta e pratica  l’Educazione Civica attraverso l’attivazione del “Consiglio Comunale dei Ragazzi”, spazio di democrazia e di partecipazione nella scuola, considerata come una “piccola città”.
Nel ringraziare per il prestigioso riconoscimento il preside Adernò, che si è sempre speso per i ragazzi, organizzando iniziative, progetti, visite didattiche e istituzionali che hanno sviluppato tra i giovani il senso civico e l’amore per la politica, intesa come “ricerca del bene comune, ha comunicato che oltre il libro “ La scuola piccola città- Guida alle elezioni del Sindaco e del Consiglio comunale dei ragazzi” è in cantiere una raccolta di testi scritti dai ragazzi sull’esperienza della pandemia Covid-19 dal titolo :“ Scrivere dritto su righe storte”.
E’ la voce dei ragazzi che descrivono i loro sentimenti durante il lockdown e raccontano i loro sogni per il post Covid e per il loro futuro.
 
redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Martedì, 22 dicembre 2020 08:00:00 (1065 letture)

(Leggi Tutto... | 8874 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Premiati gli eroi del quotidiano. IV Convegno Nazionale del Parlamento della legalità
Redazione
“Maledetta la terra che ha bisogno di eroi!” Nell’esercizio della professione, e del proprio mestiere ciascun cittadino diventa eroe, se svolge questi compiti in maniera corretta, puntuale, responsabile, contribuendo alla costruzione del bene comune e allo sviluppo culturale, morale e civile della società umana.
I valori dei “ diritti, doveri e legalità” che regolano il vivere civile, s’intrecciano in una concatenazione inscindibile e quando accadono particolari eventi che colpiscono l’opinione pubblica, emerge il caso, si esalta il coraggio, si ammirano la forza e la coerenza e scatta il dovere del ricordo, della memoria e della gratitudine.
Su questi temi è stato celebrato il 5 settembre a Poggio San Francesco - Monreale il IV Convegno Nazionale del Parlamento della Legalità Internazionale sul tema: Dovere, Legalità e Gratitudine: quando le persone normali diventano Eroi”.
Durante la mattinata si sono alternati sul palco momenti di saluti, di confronto, di dibattito in linea con gli obiettivi del movimento culturaleinterconfessionale e interreligioso che trova le sue radici nella “sete” di Verità e Giustizia a partire dalle stragi di Capaci e via D’Amelio. 
L’impegno di cooperare allo sviluppo del territorio e insieme divenire artefici e protagonisti di un presente che guarda al futuro e al domani dei giovani ha motivato i numerosi partecipanti provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Domenica, 13 settembre 2020 07:00:00 (2363 letture)

(Leggi Tutto... | 16830 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: “Dovere, Legalità, Gratitudine, quando le persone normali diventano eroi”. Convegno del Parlamento della Legalità a Monreale
Redazione
Sabato 5 settembre 2020 presso il Centro “Maria Immacolata” - Poggio San Francesco - Monreale avrà luogo il IV Convegno del Parlamento della Legalità Internazionale sul tema "Dovere Legalità, Gratitudine: quando le persone normali diventano Eroi".
L'evento, che gode del Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, mira a rafforzare il dialogo interconfessionale con tutte quelle realtà che condividono i grandi valori della vita, proponendo Uomini e Donne che hanno sacrificato la vita per una cultura di fraternità e di solidarietà, sollecitando tutti ad essere Testimoni e Ambasciatori di Vita sul sentiero della Speranza.
Nell’invito al convegno il presidente Nicolò Mannino ricorda le parole di Paolo Borsellino dopo la morte dell'amico Giovanni Falcone: “Abbiamo un grande debito e lo dobbiamo pagare gioiosamente " e con questo impegno, docenti, studenti delegati delle 38 ambasciate della legalità e operatori sociali s’incontrano a livello nazionale, nel rispetto delle norme di prevenzione.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Giovedì, 03 settembre 2020 08:00:00 (1169 letture)

(Leggi Tutto... | 4783 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: La Lingua siciliana. Appunti per una corretta comprensione
Redazione
Parleremo del Siciliano, la lingua “addutata” (avuta in dono) dai nostri padri, ascoltata sin dalla più tenera età, nelle viscere delle nostre madri, imparata nell’infanzia, a casa, con i compagni di giochi, ancora prima d’andare a scuola. La lingua Siciliana è l’idioma parlato dagli abitanti della Sicilia, “considerato” dialetto, forse perché non ha avuto un esercito che l’abbia sufficientemente difesa, e un’università che l’ha custodita, studiata e codificata. Ma il siciliano, a differenza degli altri dialetti in uso in tutt’Italia, tolte alcune divergenze fonetiche locali e alcune tipiche inflessioni marginali, conserva una sorprendente uniformità, preserva un’unità grammaticale, grafica e fonetica, che la rende unica e originale e, per molte espressioni e modi di dire, intraducibile in altre lingue. Con il linguaggio comunichiamo, pensiamo, ci esprimiamo, ci orientiamo, ci facciamo riconoscere e riconosciamo l’altro, e gli altri. La lingua ci fa “essere”, ci dà identità, ci rende liberi. La lingua dà sostanza alla vita. E il dialetto siciliano è l’identità di un popolo, crea l’unità spirituale e culturale della comunità, produce cultura e sapere, determina condivisione del pensiero, della memoria, della tradizione, degli usi, dei costumi, delle credenze, della religione.
Perché la lingua, e il dialetto in particolare, manifesta in maniera evidente e semplice l’identità di una comunità, ne definisce i confini, le estensioni, le profondità, le attitudini e le abitudini; ne esprime i pensieri, i sentimenti, i ricordi, il modo di vivere; la lingua, più di ogni altro “elemento”, rappresenta il pathos d’un popolo; connota pienamente la comunità nazionale; segna in maniera netta, precisa, la cultura della società; ne circoscrive la sua origine, l’etnia, la storia, l’evoluzione sociale. La lingua costituisce la “bandiera” ideale e culturale di un popolo, il suo segno distintivo e di riconoscimento, marca i caratteri e ne misura la caratura, la sua propulsione a guardare al passato e al futuro, per contenere e comprendere l’evoluzione.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Domenica, 23 agosto 2020 09:00:00 (2846 letture)

(Leggi Tutto... | 16524 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: Coronavirus, la Sicilia a un passo da essere territorio Covid free
Rassegna stampa
19 giugno 2020
La Sicilia ad un passo dall'essere territorio Covid free. E' il risultato del delicato processo di allineamento dei dati relativi all'emergenza Coronavirus curato dall'osservatorio epidemiologico dell'assessorato della Salute in collaborazione con i dipartimenti di prevenzione delle Asp. Tale procedura, condotta in maniera analoga anche in altre Regioni del Paese, è stata avviata già nelle scorse settimane per avere un quadro preciso della situazione relativa ai soggetti attualmente positivi.
Va ricordato che dall'inizio dell'emergenza, la Sicilia, attenendosi scrupolosamente alle linee guida ministeriali, oltre a trasmettere alla Protezione civile i dati provenienti dai laboratori, dagli ospedali e dai dipartimenti delle Asp, ha caricato i record su una piattaforma informatica predisposta dall'ISS.
La procedura, appena ultimata, ha pertanto permesso l'allineamento dei due flussi tenendo conto delle progressive guarigioni cliniche di cittadini che sono stati singolarmente ricontrollati e dei tamponi. Il dato, inoltre, è stato raggruppato per domicilio (e non per residenza). Ad oggi i soggetti attualmente positivi sono in totale 153 tra pazienti ospedalizzati e in isolamento domiciliare. Gli uffici siciliani trasmetteranno domani all'Unità di crisi nazionale il dato allineato.
Va chiarito, infine, che i dati diffusi fin dall'inizio dell'emergenza hanno costantemente fotografato l'andamento epidemiologico del Coronavirus in Sicilia che oggi risulta essere quasi Covid Free.

pti.regione.sicilia.it
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 19 giugno 2020 15:50:44 (2072 letture)

(Leggi Tutto... | 4812 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 'L’estate di Arturo', l’ultima fatica letteraria di Francesco Manna
Redazione
Pubblicato di recente per i tipi della Youcanprint, l’ultimo libro di Francesco Manna, “L’estate di Arturo”, sta già riscuotendo un buon successo di lettori e di critica. E’ il suo primo “romanzo giallo”, dove racconta la storia di un adolescente che, per un banale incidente stradale, si ritrova ingessato e costretto a stare a letto, e da casa sua comincia a notare strani movimenti di uomini e donne intorno al suo isolato, che destano la sua attenzione. Infine, suo malgrado, si ritrova testimone di un efferato delitto. Arturo, “fisico atletico, alto, magro, capelli neri e lisci”, è un quattordicenne assennato e maturo, nonostante la sua giovane età, ed è, soprattutto, un ragazzo curioso e desideroso di conoscere il mondo e di fare incetta di esperienze. E l’amore corrisposto per una compagna di classe è l’esperienza più bella, come per tutti i ragazzi della sua età, il desiderio di incontrarsi, di “conoscersi” studiando insieme, di assaporare emozioni, sguardi, le prime pulsioni amorose.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Giovedì, 18 giugno 2020 07:00:00 (1531 letture)

(Leggi Tutto... | 5034 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Fase 3, Musumeci: 'L'Isola torna sempre di più alla normalità'
Rassegna stampa
14 giugno 2020
Si ritorna sempre di più alla normalità in Sicilia. Visto l'andamento della situazione epidemiologica, il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha firmato una nuova ordinanza che, a partire da lunedì, consentirà il riavvio, nell'Isola, di numerose attività economiche e sociali.
In particolare, potranno riaprire: sale giochi, sale scommesse e sale bingo; sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso, nonché le fiere e i congressi; centri benessere, centri termali (fatta eccezione per l'erogazione delle prestazioni rientranti nei Livelli essenziali di assistenza che sono erogate nel rispetto della vigente normativa), centri culturali e centri sociali; comprensori sciistici; servizi ristorazione; attività dei servizi alla persona; stabilimenti balneari e spiagge di libero accesso.


pti.regione.sicilia.it
Postato da Andrea Oliva Domenica, 14 giugno 2020 10:15:39 (2203 letture)

(Leggi Tutto... | 9580 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Elezioni amministrative, in Sicilia 62 Comuni al voto il 4 e 5 ottobre
Comunicati
12 giugno 2020
Si svolgeranno il 4 ottobre le elezioni amministrative in 62 Comuni dell'Isola. Lo ha deciso il governo Musumeci, su proposta dell'assessore alle Autonomie locali, Bernardette Grasso. L'eventuale ballottaggio è fissato per il 18 ottobre. A essere coinvolti dalla tornata elettorale straordinaria- a seguito del doppio rinvio deciso per contenere i rischi sanitari derivanti dalla diffusione della pandemia da Covid 19 - saranno oltre 810 mila siciliani. In precedenza, le elezioni erano state fissate il 24 maggio (ballottaggio il 7 giugno) e successivamente il 14 giugno (ballottaggio il 28). Ma, in entrambi i casi, visto l'evolversi della situazione emergenziale dovuta all'epidemia, la tornata elettorale era stato rinviato al secondo semestre 20202, in una data compresa tra il 15 settembre e il 15 novembre. A seguito dell'emergenza Covid 19, in questa tornata elettorale le urne saranno aperte due giorni: domenica (dalle 7 alle 22) e lunedì (dalle 7 alle 14) Lo scrutinio delle schede si terrà immediatamente dopo la conclusione delle votazioni. La costituzione dell'Ufficio elettorale, nei vari seggi, avverrà il sabato pomeriggio.

pti.regione.sicilia.it
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 12 giugno 2020 14:37:59 (1340 letture)

(Leggi Tutto... | 7225 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Caro-voli, Musumeci: 'Un biglietto unico per i collegamenti Alitalia'
Comunicati
11 giugno 2020
«Chiediamo un biglietto unico con Alitalia, al di là del giorno di prenotazione. Non è possibile continuare a subire capricci e angherie da parte della compagnia di bandiera, la cui politica scoraggia la mobilità dei siciliani». Il presidente della Regione Nello Musumeci è stato molto netto, questa mattina all'aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo, nell'incontro tra la giunta regionale e una delegazione di trenta sindaci di tutta l'Isola, guidata dal presidente dell'Anci Sicilia, Leoluca Orlando. Nel corso della riunione è stato approvato un documento congiunto che verrà inviato al governo nazionale per esprimere una vibrata protesta nei confronti di Alitalia per la «inaccettabile radicale riduzione e, in alcuni casi, perfino la soppressione, delle tratte operate da e per la Sicilia».

pti.regione.sicilia.it
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 12 giugno 2020 13:57:44 (1361 letture)

(Leggi Tutto... | 9073 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Immuni, già 500.000 download: scala le classifiche delle app più scaricate
Rassegna stampa
Immuni, l’app scelta dal Governo italiano che dovrebbe essere di aiuto a combattere l’epidemia di COVID-19, è già un successo e in un solo giorno ha scalato la classifica della app più scaricate sia su Android sia su iOS.
Secondo quanto dichiarato da ministro per l’Innovazione Paola Pisano, durante un’intervista al TG1, l’app è stata scaricata 500.000 volte in sole 24 ore. L’app, creata da Bending Spoons, sin dai primi minuti della disponibilità, è stata scaricata da moltissime persone, piazzandosi in poco tempo alle spalle di big come Zoom (app scaricatissima negli ultimi tempi per via del coronavirus che ha costretto tanti a trovare nuovi modi per lavorare da casa), TikTok, Whatsapp, Intagram, YouTube, Gmail.
Il segnale è incoraggiante. Tutti desideriamo ridurre la diffusione dell’epidemia, ridurre i rischi alla salute dei nostri cari e tornare al più presto a una vita normale. Immuni gioca un ruolo importante nella realizzazione di questi obiettivi. Grazie al sistema di notifiche di esposizione, l’app permette di avvertire gli utenti che sono stati in prossimità di un utente contagioso, suggerendo l’isolamento e di contattare il proprio medico di medicina generale.

Mauro Notarianni
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 03 giugno 2020 08:00:00 (1896 letture)

(Leggi Tutto... | 8257 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Catania, per andare a messa basterà un clic. Fra Massimo Corallo, parroco di Santa Maria di Gesù, ha ideato una pagina sul sito internet della chiesa per velocizzare le prenotazioni
Rassegna stampa
Per andare a messa basterà un clic. E' l'idea di un parroco di Catania, frà Massimo Corallo, che ha ideato un metodo veloce per eliminare le chiamate telefoniche e eventuali code all'entrata della chiesa. Sulla pagina del sito della chiesa Santa Maria di Gesù, al centro della città, è stata creata una pagina dedicata alle prenotazioni per gli 82 posti della parrocchia. Un percorso molto simile a quello delle prenotazioni online per andare a teatro o al cinema. Frà Massimo Corallo è anche un docente universitario di comunicazione sociale e ha pensato di snellire la procedura della prenotazione dei posti in chiesa per assistere alla messa. Niente telefonate o turni fisici. Il nuovo decreto prevede che nelle parrocchie i posti a sedere dovranno essere distanti uno dall'altro almeno un metro e mezzo. Non potranno accedere i fedeli per occupare posti in piedi ma solo sulle sedie.

di Romina Marceca da “la Repubblica”
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 18 maggio 2020 07:00:00 (2101 letture)

(Leggi Tutto... | 3272 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: L’Arcivescovo di Catania in preghiera nella cappella di Sant’Agata per la fine della pandemia.
Redazione

Una preghiera a Sant’Agata nella cappella che conserva le sacre reliquie in Cattedrale è stato il segno di devozione che l’Arcivescovo Salvatore Gristina ha compiuto sabato 21 marzo.
Solo, senza la partecipazione di fedeli, secondo le disposizioni governative, l’Arcivescovo ha pregato a nome di tutti i catanesi devoti della concittadina Martire  Agata.

O amata nostra Sant’Agata, tu che hai sperimentato l’assistenza del Signore durante le sofferenze del martirio, ottienici abbondanza di fede e di speranza. T’invochiamo per le nostre famiglie, le persone anziane, i bambini e i giovani della nostra Città e del territorio che tante volte hanno sperimentato il tuo potente patrocinio. Aiutaci a stare vicini, anche con i mezzi di comunicazione, a tutti e particolarmente alle persone che soffrono per la solitudine o che si sentono abbandonate.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Sabato, 21 marzo 2020 10:40:36 (1836 letture)

(Leggi Tutto... | 8885 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dopo Sant’Agata - Culto e devozione. Le Candelore abbiano un rettore spirituale
Redazione
Nel comune linguaggio dei catanesi l’anno solare ha centro la festa di Sant’Agata per cui è comune l’espressione “Prima di Sant’Agata” e “Dopo Sant’Agata”. Nell’incontro, che ha avuto luogo presso la Sala Consiliare di Palazzo degli Elefanti sul tema “Dopo Sant’Agata: culto e devozione”, è stato condiviso il concetto che per i catanesi Sant’Agata non ha un tempo “prima e dopo”, ma è sempre viva e presente, perché segno e vita della devozione e del culto di un popolo che nella giovane Martire si ritrova e converge. Anche il poeta Micio Tempio, noto per il suo linguaggio, parlava sempre con rispetto di Sant’Agata, ed ha usato la metafora della “calamita”, perché S. Agata attira e unisce.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 24 febbraio 2020 10:05:03 (2215 letture)

(Leggi Tutto... | 4575 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Per non dimenticare
Redazione
L'unico progresso cui tutti noi umani dovremmo essere interessati è quello interiore. Solo se smetteremo di odiare e di essere succubi di ideologie aberranti, e di assurdi pregiudizi razziali, potrà cambiare qualcosa. Nessuna idea, nessun obiettivo può giustificare l'odio, la sofferenza, la persecuzione, la tortura, la oppressione e la morte di un uomo NOSTRO SIMILE E FRATELLO. (Tra il 1933 e il 1945, furono circa 15-17 milioni le vittime dell'Olocausto ), 27 gennaio 2020 giornata della memoria dell'olocausto. Nei campi di sterminio nazisti furono istituite delle squadre speciali chiamate "Sonderkommando", composte da prigionieri che avevano il compito di far funzionare i forni crematori e le camere a gas. Il compito dei "Sonderkmmando" consisteva nel recuperare i cadaveri e provvedere al loro incenerimento nel crematorio. Ad Auschwitz si avvicendarono 12 Sonderkommando, ognuno dei quali utilizzava da 700 a 1000 addetti. Da aggiungere che i componenti delle "squadre speciali" , in quanto testimoni scomodi delle atrocità compiute, venivano periodicamente eliminati.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Venerdì, 24 gennaio 2020 14:00:00 (1492 letture)

(Leggi Tutto... | 2995 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Amministrare la giustizia con scienza e coscienza
Redazione
Ci sono norme morali non scritte ma eterne nel cuore dell’uomo (come, per fare solo un esempio: le leggi della pietà), che un giudice, "prudente", non può eludere, né violare o ignorare. Il Diritto, evidentemente, da solo non basta; è la giustizia, con la sua sete di verità, che deve inverarlo, vedendo dove altri non vedono, andando "oltre" il puro criterio "oggettivo" della norma che impone di attenersi, nel giudicare, alla semplice valutazione dei “fatti” nudi e crudi.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Mercoledì, 08 gennaio 2020 10:00:00 (1485 letture)

(Leggi Tutto... | 1800 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Laura Honoris causa a Nicolò Mannino. Presidente del Parlamento delle Legalità Internazionale Multietnico
Redazione
Il magnifico Rettore ISFOA Libera e Privata Università di Diritto Internazionale, Stefano Masullo ha comunicato il conferimento della " Laurea Honoris Causa" in Economia e Tecniche delle relazioni Sociali ed Internazionali, al presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, Nicolò Mannino, docente di Religione Cattolica presso l'Istituto "Ferrara" di Palermo. La laurea che sarà consegnata il 24 gennaio nella splendida sala del Teatro  Stabile di Potenza, premia l'impegno culturale e sociale di promozione della cultura della legalità, condotto dall'instancabile e dinamico presidente che, diffondendo tra gli studenti il seme della legalità, dell'impegno, della responsabilità personale e della coerenza tra il dire e il fare, ha promosso in tutto il territorio nazionale ben 40 Ambasciate che aggregano gli studenti, i militari, i pazienti degli ospedali, nell'essere testimoni credibili di valori ed oltre alle 23 cittadinanze onorarie e a cinque premi nazionali per la cultura, è autore di 25 pubblicazioni, tra le quali: "Peccatori sì, corrotti mai " e "Profeticamente scomodi".

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Sabato, 28 dicembre 2019 08:00:00 (1990 letture)

(Leggi Tutto... | 3498 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Per un Natale migliore
Redazione
Natale è un giorno della nostra infanzia. È un giorno di gioia, di festa, di stupore, d’innocenza. E di mistero. A Natale pensiamo alla vita, alla nostra vita. Pensiamo agli inizi, agli albori, ai primi vagiti, ai primi passi. Pieni di speranze, di attese, di sogni, di desideri. Come per quel bambino, come per ogni bambino di ogni tempo e di ogni latitudine. Forse l’uomo, ogni uomo, non sarà più tanto uomo come lo fu quel bambino, in quella grotta, in quel momento, ai confini dell’impero, e come lo fummo noi da bambini, tanti anni fa, accanto ai nostri genitori. Forse non ci sarà più un’unione, una condivisione, una “connessione” così intima, così carnale, così umana e divina, tra l’uomo e la natura come in quella notte, in quella grotta. Perché la nascita è sempre un atto di ribellione, di rivincita, di riscatto, di rottura. E perché la grotta di Betlemme è metafora, simbolo, emblema di tutte le nascite e di tutte le grotte del mondo. Della vita e della morte. Della ricchezza e della povertà.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Mercoledì, 25 dicembre 2019 00:05:00 (1665 letture)

(Leggi Tutto... | 4449 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Premio Giulio Regeni. Il 15 gennaio tesi di laurea per la tutela dei diritti umani in ambito economico, sociale e politico
Redazione
Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, ha istituito cinque premi intitolati a Giulio Regeni, ragazzo sindaco, giovane dottorando italiano dell'Università di Cambridge torturato e ucciso in Egitto nel 2016, dov'era per svolgere la sua attività di ricerca. Il coordinamento dei Consigli Comunali dei Ragazzi è grato al Ministro Fioramonti per tale segno di attenzione nel ricordare un piccolo eroe, che sui banchi di scuola e anche come Sindaco dei Ragazzi di Fiumicello, ha appreso la cultura dell'impegno, della coerenza, della ricerca del bene comune. I premi sono stati istituiti con un decreto del Ministro Lorenzo Fioramonti d'intesa con la famiglia del ragazzo e saranno conferiti ogni anno il 15 gennaio, in occasione della data di nascita del giovane ricercatore.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Lunedì, 23 dicembre 2019 08:00:00 (1959 letture)

(Leggi Tutto... | 3447 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dico e mi contraddico: L'uomo non è un burattino
Redazione
Se l'uomo fosse un burattino in balia dei propri appetiti, sarebbe una bestia piuttosto che un essere razionale - Per fortuna egli è un animale che sa controllare gli impulsi istintivi; è la cultura dell'umanesimo cristiano che lo salva, rendendolo capace di interagire con i suoi simili in forza della sua intelligenza e della civiltà della parola "aperta" al dialogo, e sensibile all'ascolto delle ragioni dell'altro. Si direbbe che l'uomo si ritrova e si scopre tutto nelle le sue azioni consapevoli e volontarie. Come scrive L. von Mises: "In principio c'era l'atto [...] Il concetto di uomo è soprattutto il concetto di un essere che agisce;... di un essere che aggiusta il suo comportamento deliberatamente", in modo "cosciente e responsabile". Ciò non significa che l'uomo non possa sbagliare. Errare - si sa - è umano. Ma gli sbagli sono sempre "personali", cioè imputabili all'"azione individuale ", non si possono demandare alla società, poiché "la società - afferma sempre L. von Mises - non esiste che nelle azioni degli individui".

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Mercoledì, 18 dicembre 2019 08:00:00 (1728 letture)

(Leggi Tutto... | 2773 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Francesco, buon compleanno!! L’insegnamento di un grande Papa
Redazione
Giocare la vita per grandi ideali. Scommettere su cose grandi. Andare oltre. Volere una Chiesa che esca per le strade, a difendersi da tutto ciò che è mondanità, immobilismo, comodità, da ciò che è clericalismo, da tutto quello che è l'essere chiusi in noi stessi. Non "bere la fede" come un 'frullato' perché essa va "bevuta intera". Andare controcorrente. Non pretendere di giudicare gli altri. E ancora, rivolto ai giovani: Non vogliamo giovani smidollati, giovani "del fin qui e non di più, né sì né no". Non vogliamo giovani che si stancano subito e vivono stanchi, con la faccia annoiata. Vogliamo giovani forti. Vogliamo giovani con speranza e con fortezza". Questo, il messaggio di Papa Bergoglio!
Queste le parole di un pensiero che nel suo forte candore evangelico, è implacabile, non ha paura di andare controcorrente, e rifiuta schemi di verità precostituiti, e ogni forma di fondamentalismo clericale.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Martedì, 17 dicembre 2019 09:00:00 (1783 letture)

(Leggi Tutto... | 3308 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Alberto Angela a Catania come una rockstar. Riprese anche sull'Etna
Rassegna stampa
Il divulgatore più amato della tv sta girando una puntata del programma "Meraviglie" per Rai1. Riprese al Monastero dei Benedettini tra l'entusiasmo degli studenti.
Lo hanno atteso davanti al portone, lo hanno inondato di foto, selfie e libri da autografare. Alberto Angela, il divulgatore più amato della tv, è a Catania per girare una puntata del suo programma “Meraviglie” e gli studenti del Monastero dei Benedettini lo accolgono come una rockstar. Il celebre conduttore che racconta la grande bellezza del nostro Paese, che con eleganza e passione riesce a contagiare l’emozione della scoperta anche ai ragazzi, sta realizzando in questi giorni una puntata tra i crateri dell’Etna, dove ha girato questa mattina, e Catania, con un passaggio anche a Randazzo. Massimo riserbo sulle riprese, ma nella puntata potrebbero esserci anche altri luoghi simbolo della città. “Meraviglie, la penisola dei tesori”, che l’anno scorso ha ottenuto più di 4 milioni di spettatori, tornerà in onda su Rai1 dal 4 gennaio.
Centinaia di studenti, armati di entusiasmo e telefonini, appiccicati alle vetrate lo hanno seguito da lontano mentre girava nei chiostri venerdì e sabato scorsi.

di Ombretta Grasso "LaSicilia" del 15/12/2019
Postato da Andrea Oliva Domenica, 15 dicembre 2019 08:58:14 (2012 letture)

(Leggi Tutto... | 4569 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 'La scapigliatura tra solitudine e trasgressione' il nuovo libro di Norma Viscusi
Redazione
Il Comune di Paternò e la Città Metropolitana di Catania organizzano per giovedì 21 novembre 2019, alle ore 17.30, presso la Biblioteca Comunale, di Paternò, via Monastero, 1, la presentazione del libro, "La scapigliatura tra solitudine e trasgressione. Lo spazio di Dio in Tarchetti, Rovani e Dossi" (Bastogi Editore Roma, 2019), di Norma Viscusi. All'incontro interverranno il prof. Francesco Diego Tosto, docente di Letteratura Religiosa e Storia del Cristianesimo presso l'I.S.S.R. "San Luca", Catania; il prof. Francesco Giordano, storico e la dott.ssa Gabriella Cirino, giornalista. Sarà presente l'autrice. Il volume di Norma Viscusi sulla Scapigliatura e i suoi scrittori offre una visione interessante, originale, approfondita, ben documentata e, soprattutto, meno spigolosa e controcorrente del movimento letterario di fine Ottocento.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 19 novembre 2019 07:00:00 (1969 letture)

(Leggi Tutto... | 3183 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Il muro di Berlino, ovvero Càlati juncu ca passa la china!
Redazione
C'era una volta il muro di Berlino. Lo diremo ai nostri figli, lo leggeremo nei libri di storia, ne sentiremo parlare in radio o in televisione, ne cercheremo notizie su Internet. C'era una volta il muro di Berlino, che divideva in due la città. Per la verità, da chi l'aveva costruito, veniva chiamato "Barriera di protezione antifascista" (quando anche le parole fanno politica!), era un sistema di fortificazione, un muro di mattoni - in seguito di cemento armato - lungo più di 150 Km e alto 3,60 m, iniziato il 13 agosto 1961, dal governo della Germania Est (Repubblica Democratica Tedesca), per impedire il "passaggio di persone e spie nemiche" verso la parte occidentale della città di Berlino, nel territorio della Repubblica Federale di Germania. Divideva a metà, come una lama di coltello, la città che fu la capitale del Terzo Reich, la città rasa al suolo dall'Armata Rossa, la città sconfitta nella Seconda guerra Mondiale. Che ancora sul selciato sotto la porta di Brandeburgo, a due passi dal muro, si sentiva il "passo d'oca" dell'esercito del Fuhrer.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Domenica, 10 novembre 2019 07:00:00 (1503 letture)

(Leggi Tutto... | 4842 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Non fatevi manovrare nelle piazze dei politicanti, e non andate dietro vessilli falsi e bugiardi
Redazione
Cari studenti,
Lo so: si vive in tempi calamitosi e di estrema precarietà. La crisi economica ci deprime . E non è tempo di fare prediche o appelli lirici, né di salire in cattedra per fare predicozzi, specie a voi, giovani delusi, sfiduciati, indignati e disorientati nella selva oscura della casta politica che ci "sgoverna"! Ma una cosa la voglio dire. Una consegna desidererei che osservaste: non fatevi manovrare nelle piazze dei politicanti, e non andate dietro vessilli "falsi e bugiardi". Siate voi gli artefici del vostro destino; non affidatevi alla faciloneria demagogica delle parole di chi, gattopardescamente, promette di voler cambiare tutto per non cambiare nulla. Né a quelle di chi grugnisce ( per pigrizia e povertà di spirito), per dire che non c'è nulla da fare e non resta che rassegnarsi. Insomma: non siate sordi e passivi consumatori di ciò che vi appartiene di diritto; riprendetevi il vostro tempo, la vostra vita, il vostro futuro con le vostre scelte. Riprendetevi la cultura, la storia, il sapere identitario dei vostri padri. Cambiare? Si può.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Domenica, 03 novembre 2019 10:00:00 (1465 letture)

(Leggi Tutto... | 3891 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Litigare fa bene
Redazione
Litigare, in via propedeutica, fa bene! Può avere anche una funzione educativa il litigio; può contribuire a incidere positivamente nella formazione del carattere. Un ragazzino che non bisticcia mai con i suoi compagnetti, che non ha un moto di stizza mai, che non conosce il confronto, lo scontro anche, se necessario, che non reagisce per "educazione", ma sempre subisce, non mi pare antropologicamente uno ben "formato", ossia pronto all'agone della vita, che è anche lotta per la sopravvivenza; né tantomeno si può crederlo tout court uno stinco di "santo". Litigare, in certi casi, oltre a non far male, è necessario: nella realtà della vita non sempre si può essere con tutti d'accordo, o con tutti passivamente accondiscendenti, o accomodanti ...

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 02 novembre 2019 01:00:00 (1340 letture)

(Leggi Tutto... | 3381 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Il Parlamento della Legalità a Montecitorio, l’ambasciata del dono, nel nome di Nicholas Green
Redazione
Nel corso della solenne cerimonia promossa dal Parlamento Internazionale della legalità, presso il salone dei Gruppi Parlamentari a Montecitorio, il presidente Nicolò Mannino e la Signora Maria Scaglione, figlia del primo Magistrato ucciso dalla mafia: il giudice Pietro Scaglione, hanno consegnato alla delegazione dei Ragazzi Sindaci, guidata dal preside Giuseppe Adernò, l’attestato ufficiale dell’Ambasciata del Dono, nel segno di Nicholas Green. La scelta di intitolare alla “cultura del dono” la 38° Ambasciata è stata sollecitata dalla ricorrenza dei 25 anni dalla tragica fine del piccolo Nicholas Green, i cui genitori hanno donato gli organi, consentendo a sette cittadini italiani di continuare a vivere ed hanno dato all’Italia una splendida lezione di civiltà e di generosità che ha rilanciato a diffuso la cultura della donazione. Al “piccolo eroe” è stato intitolato il reparto di rianimazione del Policlinico “G. Martino” di Messina ed il suo dolce sorriso, come appare nel dipinto di Anna Bonomo, dà conforto e serenità ai pazienti del reparto nel difficile momento di sofferenza.

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Venerdì, 01 novembre 2019 12:00:00 (2013 letture)

(Leggi Tutto... | 4669 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Elogio dell’Umiltà, ovvero gli ultimi saranno i primi
Redazione
Eppure Lui ce l’aveva sempre detto! Ce lo ricordava in tutti i modi, in tutte le salse! Non passava giorno che non lo diceva. In ogni discorso che faceva, ovunque andava, a chiunque incontrava lo ripeteva sempre. Era la sua idea fissa, il suo unico pensiero, sembrava quasi un “tormentone”. E invece,… invece era la sua missione, il suo pensiero più alto, il suo insegnamento più grande, il suo messaggio più vero, più genuino, più rivoluzionario: «Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti […] Chi vuole essere grande si farà vostro servitore. […] Chi vuole essere il primo tra di voi, si faccia ultimo». E poi ancora «Gli ultimi saranno i primi».
E noi, come al solito, niente, sùffuru!

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 29 ottobre 2019 07:00:00 (1388 letture)

(Leggi Tutto... | 5968 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Stupore, successo e lunghi applausi al porto di Catania: una speciale sfilata sulle note di Vincenzo Bellini
Redazione
Performance con gruppi di modelle vestite per l’occasione tra eccentricità e “luxury fashion” che hanno ampliato il dialogo e lasciato a bocca aperta i turisti al porto di Catania. Sinergia tra arte, moda e turismo per rendere omaggio a Vincenzo Bellini e alla sua musica con un evento unico dal titolo “Parto dal Porto”, ideato da Liliana Nigro docente dell’Accademia di Belle Arti di Catania. Le note di Casta Diva, la voce di Maria Callas, i preziosi tessuti degli abiti realizzati dagli allievi della cattedra di Storia del Costume per lo spettacolo disegnato, organizzato e diretto dalla creativa Liliana Nigro e dai talentuosi stilisti della Maison Du Cochon abbracciano i numerosi passeggeri della nave crociera in procinto di salpare dal porto etneo. I turisti, dopo aver visitato Catania, con stupore al loro ingresso nell’area portuale per riprendere il loro viaggio croceristico, si ritrovano in un backstage di moda degno delle passerelle internazionali più importanti, pronto ad andare in scena, e dare vita ad un evento, unico ed originale nel suo genere realizzato fino ad oggi a Catania: ...

Lella Battiato Majorana
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 25 ottobre 2019 11:00:00 (1846 letture)

(Leggi Tutto... | 5762 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: A sipario alzato
Opinioni
Stasera nel salotto logoro e sempiterno di Vespa va in onda il "confronto" fra Salvini e Renzi. Ne ho visto qualche minuto l'anteprima e ho capito che per me poteva bastare, temevo l'orticaria, per varie ragioni. Il cliché di uno spettacolo logoro con due personaggi che fanno a gara a chi le spara più grosse, che si rinfacciano errori, cadute, cercando ciascuno il proprio applauso scrosciante. Ma no, la politica è altro, è piacere del confronto, anche serrato, ma su progetti, o almeno programmi per una società, è capacità di immaginare, di costruire, di andare oltre il possibile. Non è una guerra fra bande con gli spettatori legati al tubo catodico, in dormiveglia, o vogliosi di rivincita come allo stadio.

Sara Gentile
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 17 ottobre 2019 14:00:00 (1528 letture)

(Leggi Tutto... | 3307 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Mons. Gaetano Zito, padre, maestro e amico
Comunicati
Un altro grave lutto colpisce la Chiesa di Catania con la perdita dell’ancora giovane monsignor Gaetano Zito, dal 2006 Vicario episcopale per la cultura della diocesi di Catania. Originario di Troina ha studiato a Catania e a Roma, conseguendo prestigiosi dottorati in Storia Ecclesiastica presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma ed anche il diploma in biblioteconomia ed archivistica conseguiti presso la Scuola Vaticana. Ha insegnato e ha diretto come preside per quattro mandati (1999-2005 - 2008-2014) lo Studio teologico San Paolo e nei suoi 65 anni di vita e 42 anni di ministero sacerdotale ha ricoperto tanti ruoli, compiti e funzioni. Il suo qualificato impegno pastorale, dopo l’ordinazione sacerdotale ricevute nel 1977, è si è incarnato nel quartiere di Monte Po, dove è stato zelante parroco, e poi come cappellano del Monastero San Benedetto, in via Crociferi e Rettore della Basilica di San Nicolò in Piazza Dante, sempre a servizio della Chiesa anche nel ruolo di Vicario episcopale per la cultura, in dialogo con il mondo della scuola e dell’università.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 09 ottobre 2019 12:47:15 (1716 letture)

(Leggi Tutto... | 6243 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Una campagna nella scuola contro le falsificazioni anticomuniste della storia
Attività parlamentare
La vergognosa risoluzione con cui una variopinta maggioranza del Parlamento europeo promuove, con un concentrato francamente inaudito di falsificazioni ed omissioni, l’equiparazione tra nazismo e comunismo è lo sviluppo pericolosissimo di un progetto di lungo periodo delle classi dominanti. Un progetto che ha la duplice caratteristica della vendetta storica contro quel movimento che ha messo in discussione il potere della borghesia e dell’ipoteca sull’avvenire.- ha dichiarato Luca Cangemi, Responsabile nazionale scuola del PCI. Questo progetto di distorsione (il termine revisionismo è probabilmente insufficiente) si è dispiegato mettendo in campo un apparato mediatico, editoriale, accademico con risorse praticamente illimitate. Le stesse istituzioni formative pubbliche ne sono state pesantemente permeate. Nella scuola pubblica italiana, nonostante la resistenza valorosa di tanti e tante docenti si è strutturato un discorso “revisionista”, in particolare facendo leva su un ambiguo uso della categoria di totalitarismo, che sta diventando senso comune. Un processo che si intreccia con quello più complessivo, ed anch’esso non casuale, di attacco alla dimensione storica nei percorsi scolastici.

Una battaglia politica e cultura essenziale per il futuro - ha concluso Cangemi
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 21 settembre 2019 09:00:00 (3462 letture)

(Leggi Tutto... | 4374 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Sulla povertà
Opinioni
La povertà non è solo e semplicemente una condizione di grave privazione e afflizione materiale, ma altresì di sofferenza interiore. È motivo di vergogna ed imbarazzo, per cui si fa di tutto per negare e celare tale situazione deprecabile in una società capitalistica e consumistica, che esalta l'ideologia del benessere e del mercato, il potere e il prestigio derivanti dal denaro. Non a caso, la percentuale dei "poveri invisibili" è in costante aumento. Essi ci sono, subiscono in silenzio, sopraffatti dal senso di profondo disagio e mortificazione morale per l'umile condizione socio-economica ed esistenziale in cui si è precipitati. Si tratta di persone che, magari, fino ad ieri godevano di agiatezze materiali, successo e privilegi, improvvisamente costrette nell'abisso della povertà dalla crisi socio-economica galoppante, individui che hanno perso casa e lavoro, accusando gli effetti dolorosi della recessione, per cui incontrano difficoltà a mantenere sé stessi e le proprie famiglie.

Lucio Garofalo
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 04 agosto 2019 09:00:00 (1635 letture)

(Leggi Tutto... | 2984 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: A spasso sulla Luna
Redazione
Che luna malandrina quella notte! Enorme, immensa come non l’abbiamo mai più vista. Con il suo enorme volto bianco argento, sembrava vicinissima, fino a sfiorarla con gli occhi, fino a toccarla con un dito, fino a sentirla nostra. Pareva disegnata, come nei presepi della nostra infanzia, imperlata di cotone e di carta velina, su d’un cielo incartapecorito, nerissimo e invitante; galleggiava quasi, tra i nostri sogni e la perduta innocenza d’un mondo che da allora cambiò per sempre.
Solo la luna quella notte. La nostra amata luna. A pensarci bene, sembravamo tanti piccoli Ciàula che “scoprivamo la luna” quella notte.
“Grande, placida, come in un fresco luminoso oceano di silenzio, gli stava di faccia la Luna. Eccola, C’era la Luna! la Luna!”.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Sabato, 20 luglio 2019 08:00:00 (1678 letture)

(Leggi Tutto... | 4297 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: Ciao Andrea. La Sicilia democratica e antifascista ti ricorda con grande affetto
Rassegna stampa
Con la Sua dipartita Andrea Camilleri porta via con se la storia “vissuta” della Sicilia e dell’Italia intera del novecento. La Sua memoria, l’insigne cultura propagata, il racconto degli accadimenti, l’indistruttibile impegno civile, rimangono. Forti ed indelebili. Faro e guida nella travagliatissima fase sociale e politica che attraversa l’Italia. Cantore appassionato e “lettore” dei veri umori e sentimenti popolari, in stile e tonalità, umanità e  sapienza, dei contenuti perenni di coerenza, riscatto, lotta e solidarietà. Non solo scrittore di primissimo piano internazionale, ma rappresentante raffinato nell’antica arte del cuntu, scritto e orale. Principale fonte dell’apprendimento e nello scambio delle esperienze umane che costruiscono e solidificano la convivenza e i veri rapporti sociali.

Ottavio Terranova
Coordinatore regionale – Vicepresidente nazionale
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 19 luglio 2019 15:00:00 (1422 letture)

(Leggi Tutto... | 3835 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Basta fango su Gino
Sindacati
Lettera a "Repubblica"
È di stamattina la notizia apparsa sull'edizione di Palermo di Repubblica secondo la quale Gino Giannetti, un professore del L.A.S. "E. Catalano" di Palermo, sarebbe "al centro di un'indagine della Digos e della procura". L'indagine sarebbe partita dalla segnalazione di alcune studentesse e alcuni studenti su delle frasi che Gino avrebbe detto in classe e sull'invio ad una studentessa - che glielo aveva richiesto - di un link a una video-intervista fatta al Direttore del Memoriale e Museo di Auschwitz-Birkenau. La vicenda ci rattrista molto sia per il clima che la circonda sia perché conosciamo Gino. Infatti, il clima che si è creato intorno al "caso" è davvero inusuale: 5 allievi e allieve riportano quanto accaduto al dirigente scolastico che, a sua volta, sporge denuncia alla Polizia e avvia un procedimento disciplinare senza che Gino sia mai ascoltato, mentre invece si sarebbero svolte "riunioni ufficiali programmate" dal dirigente scolastico alla presenza di "alunni, docenti e genitori".

Ferdinando Alliata
Candida Di Franco
Carmelo Lucchesi
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 30 giugno 2019 08:00:00 (1598 letture)

(Leggi Tutto... | 4633 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Domenico Mazzeo, rieletto per il terzo mandato consecutivo a Segretario Regionale Cida per la Sicilia
Sindacati
Ieri pomeriggio (mercoledì 26.06.2019) a Catania, nella sede Federale di Federmanager Sicilia Orientale (via Firenze 59), alla presenza del vice presidente nazionale Cida, Licia Cianfriglia (Fp/Cida), si è insediato il nuovo Consiglio Regionale della Confederazione CIDA Sicilia che rappresenta unitariamente, a livello istituzionale, dirigenti, quadri e alte professionalità del pubblico e del privato. Nel corso dell'insediamento si è proceduto - come da statuto - alla elezione del segretario regionale, nella persona di Domenico Mazzeo che per il terzo mandato consecutivo (2013/16, 2016/19 e 2019/22) andrà a ricoprire il prestigioso incarico sindacale.
Il Consiglio Regionale della CIDA Sicilia, per il triennio 2019/22 sarà composto dai delegati territoriali aderenti alla Confederazione siciliana.

Ufficio Stampa Cida Sicilia
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 27 giugno 2019 08:00:00 (1574 letture)

(Leggi Tutto... | 4746 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Presentato al Monastero dei Benedettini di Catania il libro “Né carne, né pesce”, della giovane scrittrice Gaia Sarpietro, che riscuote successo e condivisione evocando il male generazionale: i disturbi del comportamento alimentare
Redazione
I Disturbi del Comportamento Alimentare comprendono un'ampia gamma di patologie fra cui il binge eating (Disturbo da Alimentazione Incontrollata); nella provincia di Catania, da uno studio prospettico, per il 2019 sono attesi oltre 50.000 casi. Problematica affrontata al Monastero dei Benedettini, Coro di Notte, per la presentazione del saggio "Né carne né pesce" di Gaia Sarpietro; moderatore Lella Battiato Majorana. Ha presenziato il questore di Catania Alberto Francini, e ha voluto dare supporto e solidarietà ai problemi legati ai disturbi alimentari. Giuseppina Mendorla, docente di psicologia dello sviluppo Università Catania, ha introdotto in modo efficace la tematica emergente dal libro. Sono intervenuti Maria Olivieri psicoterapeuta che con modalità esaustive fa notare come il cibo protagonista, è un segnale di come non si riesce a gestire il vuoto interiore. L'autrice, testimonial di questo percorso di sofferenza sta per giungere al traguardo della soluzione finale; si mobilita per aiutare le ragazze prigioniere dei DCA.

Lella Battiato Majorana
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 22 giugno 2019 08:00:00 (1746 letture)

(Leggi Tutto... | 4203 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Noi siamo insegnanti
Redazione
Il nostro lavoro non è volontariato, non è una missione ma una grande professione, la vera passione per l'insegnamento che coltiviamo ogni giorno tra mille difficoltà ed è al centro della nostra vita. Siamo entrati a scuola per la seconda volta e ci siamo seduti dalla parte della cattedra, abbiamo studiato e superato mille difficoltà, vinto uno e più concorsi, nessuno ci ha regalato nulla, nessuno ci ha regalato punteggi... non abbiamo bussato alla porta delle scuole confessionali, private per comprare punteggi e sottostare a compromessi illegali, non siamo andati all'estero per comprare abilitazioni, noi siamo dei veri insegnanti  professionisti D.O.C.G. della didattica.

Paolo Latella
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 09 giugno 2019 08:00:00 (1387 letture)

(Leggi Tutto... | 2226 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: Insegnare il coraggio
Redazione
Credo fermamente che i Dirigenti Scolastici proprio in quest'ultimi giorni di scuola, accanto alle circolari sugli "Adempimenti di fine anno" e "Scrutini finali", dovrebbero far protocollare e diramare un'altra circolare. Possibilmente breve, sintetica, con poche parole, ma chiare, perentorie, tassative. Con alcune semplici "raccomandazioni": Insegnanti, attenzione a maneggiare con cura la vita dei nostri ragazzi, perché la vita dei ragazzi è sacra. Insegnare è un nostro dovere, ma valutare richiede capacità, cura, responsabilità, attenzione. Istruire è una cosa, insegnare è tutt'altra cosa. Un conto è essere istruttori e un altro è essere educatori. E voi insegnanti siete soprattutto educatori. Non basta "chiedere" in quante parti è divisa la Costituzione, cosa dice il teorema di Euclide, cosa sono i condensatori, cos'è la sovrastruttura di Marx o il mito della caverna di Platone, quando è stata scritta la Divina Commedia, quali sono le opere di Montale, cosa sono i neutrini, chi furono i macchiaioli o i vedutisti, chi ha vinto la battaglia di Filippi, quando è stata invasa l'Unione Sovietica e da chi.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Venerdì, 07 giugno 2019 07:30:00 (1467 letture)

(Leggi Tutto... | 3484 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 'L' infinito' ai tempi di facebook
Redazione
Fredda, e meccanica, la "facebookiana" scrittura di fumo, leggera e sincopata, non pretende di dovere per forza, significar qualcosa.
Ma sedendo e digitando, io nel pensier mi fingo interminati deliri di parole gentili, e sovrumani conversari, e mi sovvien, cliccando, l'amico lontano a me vicino, e "mi piace", allora, il naufragar dolce nel mare del virtuale aereo comunicare.

Antonino Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Venerdì, 31 maggio 2019 07:00:00 (1559 letture)

(Leggi Tutto... | 1130 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Papa Francesco abbraccia i Ragazzi Sindaci di Catania
Redazione
La delegazione dei Ragazzi Sindaci di Catania composta dagli studenti della scuola "Gabelli" di Misterbianco; "D'Annunzio" di Motta S Anastasia; "Don Milani" di Paterno; "De Amicis" di Tremestieri Etneo e "Dante Alighieri" di Francofonte ha partecipato alla visita istituzionale a Roma che, articolata in tre giorni, ha consentito a ragazzi di fare un percorso didattico che ingloba la Roma imperiale ( con la visita al Campidoglio, alla sala dei Cesari, e delle bandiere, ai Musei Capitolini, al Foro Romano e al Colosseo); la Roma istituzionale: con la visita al Palazzo del Quirinale, sede del Capo dello Stato, Fontana di Trevi, Piazza di Spagna e nel pomeriggio visita a Palazzo Montecitorio nel corso della quale i ragazzi hanno assistito dalle tribune ai lavori d'aula.

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Domenica, 19 maggio 2019 09:00:00 (1653 letture)

(Leggi Tutto... | 3649 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Il Leviatano sparito
Redazione
Casal Bruciato oggi: le immagini, la violenza, ciò e chi l'ha riempita, alimentata, fatta esplodere sembrano quasi indicibili, non rappresentabili,ma sono lì come tentacoli ed artigli minacciosi su di noi. Il ministro dell'Interno ha un'altra idea di ordine e sicurezza e nel recinto Italia c'è posto per pochissimi.
L'aspetto giuridico di un diritto che non può essere conculcato, quello di un assegnatario di una casa, che viene invece assalito e minacciato, si mescola mostruosamente a quello istintuale del rancore incontenibile, della sopraffazione, direi della ferinità... di un quartiere in rivolta, sobillato, urlante. Secoli fa Hobbes ci soccorse col Leviatano, l'autorità superiore e riconosciuta, che, in cambio di protezione dalla ferinità e violenza degli uomini gli uni contro gli altri, esigeva la devoluzione da parte della società di alcune funzioni e poteri ad esso, quindi il sottomettersi a regole che garantissero il convivere fra gli individui situati ed organizzati in società.

Sara Gentile
Postato da Nuccio Palumbo Domenica, 12 maggio 2019 08:00:00 (1693 letture)

(Leggi Tutto... | 3224 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Naufragare tra questa immensità
Redazione
Non c'è nulla che delimiti o circoscriva le immagini che Leonardo crea. Se Piero della Francesca con il Cristo alla Colonna costruisce per noi uno spazio perfettamente strutturato con "esprit de geometrie", dove ad ogni punto, si direbbe, l'autore ha mentalmente associato una terna di coordinate cartesiane, Leonardo - che conosce non meno bene di Piero la teoria della prospettiva - non contiene le sue visioni in una gabbia prospettica, ma apre verso l'infinito. Non ci sono linee di fuga che convergendo, determinino i limiti della visione e quindi, in un certo senso, anche dello spazio. No. Lo spazio di Leonardo non si chiude. Come una tumultuosa opera musicale, nella quale da una cellula melodica germinano in continuazione nuovi temi e quando questi sembra che stiano per esaurirsi altri si impongono all'ascolto (non saprei trovare miglior riferimento dei concerti brandeburghesi di Bach), lo spazio che Leonardo crea è senza limiti; sembra che abbia un limite nelle rocce che parzialmente chiudono come una skené il gruppo delle figure in primo piano, ma si tratta di un limite che nega sé stesso.

Maurizio Ternullo
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 09 maggio 2019 19:00:00 (1400 letture)

(Leggi Tutto... | 3656 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Branco confuso
Redazione
Ordine, sicurezza, tutti in fila per due e poi armi a braccio, città recintate, paesi fortificati, bambini tutti autoctoni di origine controllata, per il ministro dei travestimenti e delle maldestre imitazioni, Salvini. E poi le donne che stiano attente a non alzare la voce, anzi a non emetterla, e l'anima a non tirarla furi perché non ce l'hanno. E poi tutti coloro che non sono italiani di razza che non credono, che non applaudono, per questi non c'è posto, strada, casa, non c'è spazio, non c'è diritto. E poi a scuola tutti con grembiule per la disciplina, tutti in divisa, completamente masse. Ogni tanto il branco viene sciolto e portato a pascolare, scorazzare nei grandi spazi senza tempo, né volto, spazi allettanti dove c'è tutto, merci-cibo-loisirs, i circhi che si chiamano ipermercati, casermoni vestiti a festa, tutti uguali con percorso obbligato. Lì si può consumare tutto soprattutto se stessi, a patto di onorare le mille finzioni che la "distruttività creatrice" del capitalismo attuale mette in bella mostra.

prof.ssa Sara Gentile
(Studiosa dei fenomeni politici contemporanei)
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 09 maggio 2019 08:30:00 (1587 letture)

(Leggi Tutto... | 3183 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Homo sapiens
Redazione
Il re del creato è sufficientemente stupido perché riesca a spodestarsi da sé stesso. A fronte di un elevato livello di competenze scientifico-tecnologiche, sta la sua incapacità di emanciparsi dai comportamenti istintuali che lo porterà fatalmente all'estinzione. Con una decina e più di stati che posseggono l'arma nucleare, c'è una probabilità "consistente" che entro un lasso di tempo non lunghissimo (parliamo di pochi secoli) in uno di questi stati salga al potere un personaggio irresponsabile che decida di usarla, o che una di queste armi cada in mano di gruppi terroristici. Dando per acquisito che una guerra nucleare comporti la scomparsa dell'umanità, credo che l'apparizione sulla scena del mondo della scimmia antropomorfa autonominatasi "Homo sapiens" debba essere considerato come un accidente di breve durata, devastante per la sopravvivenza delle altre specie e dell'ambiente, ma al quale porrà riparo lo stesso "sapiens", autodefenestrandosi da questo mondo.

Maurizio Ternullo
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 27 aprile 2019 08:00:00 (1650 letture)

(Leggi Tutto... | 4732 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Costume e società: Catania, al Teatro Bellini celebrato il 167° anniversario della Polizia di Stato: festa della memoria. 'Esserci sempre'
Redazione
Compleanno della Polizia di Stato che ha spento 167 candeline, grande giornata di riconoscimenti: "la questura di Catania è la sesta per risultati e quindi per importanza nel nostro Paese", encomio altamente gradito che giunge in diretta da Roma. La prestigiosa ed eccezionale cornice del Teatro "Bellini" ospita una sobria cerimonia, equilibrata tra spettacolo, considerazioni e premiazioni in cui il questore di Catania Alberto Francini ha voluto fortemente celebrare la Festa della Polizia, per rendere omaggio alla cultura locale. Affiancato dal prefetto Vittorio Rizzi, vicecapo della Polizia, per testimoniare la sua presenza, insieme al capo della Polizia Franco Gabrielli "alla nostra città, alla nostra questura, ai poliziotti catanesi e alla società civile" sottolinea il Questore con il famoso claim "Esserci sempre". Festeggiato l'impegno, il sacrificio e l'incessante lavoro dei poliziotti, alla presenza del prefetto Claudio Sammartino, il Sindaco Salvo Pogliese, le massime Autorità civili, militari e religiose, i tanti poliziotti e i loro congiunti. Un sentito ringraziamento del Questore all'Istituto Alberghiero "Karol Wojtyla" per l'esecuzione con maestria ed eleganza della magnifica torta artistica omaggiata alla Polizia di Stato, ammirata e gustata nel foyer del "Bellini" da tutti gli ospiti presenti.

Lella Battiato Majorana
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 24 aprile 2019 09:00:00 (1544 letture)

(Leggi Tutto... | 12041 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: L’Elogio della Biodiversità
Redazione
Ho conosciuto una storia, tanto tempo fa. L’ho appresa in una città lontanissima, in un tempo indefinito, quasi alla fine del mondo. Me l’ha narrata un amico che l’aveva sentita da un altro, e poi da un altro ancora… Un Uomo soleva girare per le vie del mondo a piedi, percorreva, ogni giorno, chilometri e chilometri, senza stancarsi, senza mai lamentarsi, anzi, esultava, si rallegrava a “girovagare”, ad incontrare tante persone ed a parlare con tutti; amava, soprattutto, visitare i villaggi, i paesini di montagna, le periferie delle città, dove c’erano i “piccoli”, la “gente vera”, come diceva lui.
Si fermava un giorno, a volte due, il tempo giusto di conoscere e di farsi riconoscere, di raccontare, dialogare con tutti, parlare con i poveri, visitare gli infermi, intrattenersi con i bambini; mangiava poco, dove capitava, dove veniva invitato, poi ripartiva, per altri luoghi, altri paesi, altre genti. Di notte dormiva dove poteva, in una capanna, in un rifugio, in una grotta, non dava molta importanza al luogo. Non temeva il freddo, né i ladri. Ripeteva spesso: “Osservate gli uccelli del cielo: essi non seminano, non mietono e non raccolgono in granai; eppure il Padre li nutre”.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Venerdì, 19 aprile 2019 09:00:00 (1683 letture)

(Leggi Tutto... | 8130 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dalle cudduredde ai panareddi: quando la cucina si fa arte
Redazione
Per rendere solenni eventi festivi e cerimoniali, il pasto condiviso con la famiglia, con gli amici e con il vicinato, ha da sempre rappresentato un evento irrinunciabile tanto che lo storico Fernand Braudel affermava che mangiare e bere non erano soltanto necessità, o al caso lussi sociali, ma veri e propri giuochi comunitari, rapporti fra l’uomo e la società, fra l’uomo e il mondo materiale, fra l’uomo e l’universo soprannaturale. Natale e Pasqua nella società contadina tipica del nostro territorio sono da sempre due appuntamenti che segnano la scansione temporale dell’esistenza materiale e spirituale della popolazione e il cibo preparato e consumato collettivamente, con la sua ritualità e la frugale ostentazione, contribuiva ad attenuare l’insicurezza e la precarietà del vivere quotidiano. L’IPSSEOA dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Cucuzza Euclide” di Caltagirone, si è fatto carico di tramandare le tradizioni locali delle “cudduredde” e dei ”panareddi” tenendo due laboratori sulla preparazione di questi dolci tipici calatini. I laboratori rientrano in un ciclo di seminari dal titolo “Storia, origini e tradizioni culinarie”, e in sintonia e supporto della Società Filosofica Italiana sezione Iblea, l’Istituto alberghiero ha proposto per quest’anno scolastico 2018/2019 il recupero e la condivisione delle tradizioni locali permettendo di cogliere per pochi istanti ‘un tempo che non è perduto ma soltanto passato’.

Stefania Sinardo e Sebastiano Russo
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 18 aprile 2019 09:00:00 (1406 letture)

(Leggi Tutto... | 8082 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: il riso di Giglio
Redazione
«Chi ha il coraggio di ridere è padrone degli altri, come chi ha il coraggio di morire», scriveva Giacomo Leopardi. E mi sovviene, questo pensiero dell'immenso poeta, mentre rivedo il riso (che si scioglie in sorriso, sotto gli occhi vivacissimi e sbarazzini) di G., di quel ragazzino quasi novantacinquenne della cui amicizia ho la fortuna di godere, e che citavo in un post di qualche giorno fa. Ha sempre riso e sorriso, G., anche davanti alla guerra, e alle abiezioni più terribili: come nel corso di quei giorni tremendi in cui rischiò persino di morire, pur di non precipitare nel buio di un campo di concentramento nazista. Ma questa è un'altra storia, che forse un giorno troverà la sua pagina. Qui ed ora vorrei invece dire del ridere, del riso, del sorriso ...

Giuseppe Giglio
Postato da Nuccio Palumbo Martedì, 09 aprile 2019 12:00:00 (1507 letture)

(Leggi Tutto... | 2520 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dei fatti di Torre Maura e dell'intervento di un 15enne
Redazione
Credo che chiunque sappia quanto tengo alla correttezza formale, sintattica, ortografica, alla precisione dello stile. Lo sanno davvero molto bene i miei alunni i cui compiti scritti sono irti di correzioni in rosso e i cui voti in italiano sono sempre sottesi ad un controllo rigorosissimo della loro espressione, così come dei contenuti che argomentano. Trovo tuttavia incondivisibile la posizione della scrittrice Stancanelli che, criticandone la competenza linguistica, in una battuta liquida l'intervento di un 15enne che si esprime contro alcune prese di posizione di Casa Pound. Personalmente sto con Simone che ha avuto la prontezza di adattare lessico, linguaggio, registro e stile al contesto e all'uditorio. Si chiama consapevolezza della realtà che hai davanti, si chiama intelligenza. Adattare il linguaggio al contesto: lo abbiamo fatto tutti quelli che non siamo entrati in servizio direttamente al liceo classico, ma abbiamo avuto la grandissima fortuna di fare la gavetta delle scuole a rischio, di frontiera, di periferia, di ogni ordine e grado.

Marta Aiello
Postato da Nuccio Palumbo Lunedì, 08 aprile 2019 07:30:00 (1423 letture)

(Leggi Tutto... | 3644 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Scuola intitolata ad Agnelli? No, Grazie
Attività parlamentare
Hanno fatto proprio bene i docenti della scuola media della zona del Lingotto, a Torino, che hanno manifestato un orientamento negativo a intitolare la loro scuola a Giovanni Agnelli, preferendo mantenere il prestigioso nome di Enrico Fermi. La scuola è interessata da un progetto di ristrutturazione finanziato dalla Fondazione Agnelli. Siamo di fronte ad una storia esemplare: mentre lo stato abdica ad una delle funzioni essenziali previste dalla Costituzione (garantire il funzionamento adeguato del sistema dell’istruzione) continuando a tagliare risorse, s’inseriscono i grandi poteri economici che pretendono di imprimere il marchio ideologico del loro mecenatismo (abbastanza provinciale, tra l’altro). La Fondazione Agnelli, inoltre, non è un’istituzione caritatevole ma uno dei centri studio padronali ispiratori delle controriforme che hanno devastato la scuola italiana, a partire dalla legge 107 del governo Renzi.

pcistruzione@libero.it
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 30 marzo 2019 07:00:00 (18921 letture)

(Leggi Tutto... | 2548 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Degna di essere vissuta
Redazione
Poco alla volta e quasi senza accorgercene sta passando nella sensibilità comune l’idea che non tutte le vite umane sono degne di essere vissute e rispettate. Si è dentro un preoccupante, scivoloso tracollo della nostra civiltà e della nostra umanità dal quale dobbiamo risalire ad ogni costo. Non si puo’ fare della prevaricazione, della violenza e del disprezzo degli altri le abituali presenze della nostra quotidianità. Ogni vita umana deve essere rispettata e difesa, a maggiore ragione se è la vita di poveri sventurati. Su questo principio si costruiscono gli spazi di libertà della morale rispetto alla politica, si fonda la dignità inviolabile della persona rispetto alle decisioni dello Stato, la sua insopprimibile autonomia e alterità.

Raimondo Rosario Giunta
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 28 marzo 2019 20:00:00 (26997 letture)

(Leggi Tutto... | 3130 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Consegna della Carta Costituzionale al sindaco di Adrano
Redazione
Nell'ambito del progetto "Viaggio tra i valori e i simboli della Repubblica" promosso dall'ANCRI (Associazione degli Insigniti dell'Ordine al Merito della Repubblica) la Sezione di Catania per celebrare la "Giornata dell'Unità nazionale, della Costituzione, dell'Inno e della Bandiera" ha scelto il Comune di Adrano. Venerdi 22 marzo presso il Comune di Adrano alle ore 9,30 si svolgerà la cerimonia di consegna della Costituzione al Sindaco di Adrano, Angelo D'agate. La manifestazione promossa e coordinata del Cav. Nicolò Moschitta, presidente della Pro Loco, prevede: L'alzabandiera; l'esecuzione dell'Inno d'Italia da parte dei bambini del 2° Circolo Didattico; la relazione sulla storia del Tricolore presentata dal presidente della Sezione ANCRI di Catania, Gr Uff. Giuseppe Adernò e la relazione sulla nascita della Carta Costituzionale a cura dell'avv. Enzo Caldarella. Seguiranno gli interventi programmati degli studenti, rappresentanti di tutte le scuole del Comune di Adrano, i quali si sono preparati all'incontro studiando la Costituzione e i simboli della Repubblica.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 21 marzo 2019 07:00:00 (14583 letture)

(Leggi Tutto... | 3885 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Più letto di Oggi
Ancora Nessun Articolo.


Social AetnaNet
Cerca


Community
Community
Diventa utente attivo della community di Aetnanet!
Inviaci articoli, esperienze, testimonianze sul mondo della scuola.

scrivi a: redazione@aetnanet.org


Pubblicità
pubblicità su Aetnanet.org


Seguici
telegram facebook
google plus facebook
mobile twitter
youtube rss


Bandi PON

Progetto PON 'Comunicare per crescere'. Ovvero, insegnando s’impara, al Circolo Didattico Teresa di Calcutta, Tremestieri Etneo
di a-battiato

Reiterazione avviso ad evidenza pubblica per la selezione di esperti esterni “madre lingua” francese - PON/FSE: avviso pubblico n. 4396 del 09/03/2018 - FSE - Competenze di base - 2a edizione
di m-nicotra

Bando di selezione n. 3 Esperti esterni madrelingua inglese e n. 3 Esperti esterni madrelingua francese - Scuola Media Castiglione di Bronte
di m-nicotra

I ragazzi del Liceo Cutelli al Processo Simulato del Lavoro a.a. 2019/2020
di m-nicotra

Da Roma all’Europa: tappe del progetto di Cittadinanza Europea per gli studenti del Liceo Classico Europeo del Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
di a-oliva

Bando selezione esperti FSE/PON - Liceo Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra

Proposta formativa Competenze Digitali e Certificazioni ECDL-AICA per il PON Avv. Prot. 26502 “CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA”.
di a-oliva

Richiesta pubblicazione Avviso selezione Esperti - PON Competenze di base - II edizione
di m-nicotra

Contrasto alla povertà educativa: pubblicato il bando per 50 milioni
di m-nicotra

Bando selezione esperti madrelingua FSE/PON - ICS San Domenico Savio - San Gregorio di Catania
di s-tricomi

Indice Progetti PON


Top Five Settimana
i 5 articoli più letti della settimana

ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. E' indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, a milleottocentocinquantotto posti di consulente protezione sociale nei ruoli del personale dell'INPS
di a-oliva
1011 letture

Personale docente - Posti disponibili aggiornati per stipula di contratti a tempo determinato da GPS e GAE - A.S. 2021/2022
di a-oliva
893 letture

Personale docente ed educativo - Esiti del nuovo conferimento delle supplenze a seguito della procedura informatizzata da GAE e GPS, per stipula di contratti a tempo determinato - A.S. 2021/2022
di a-oliva
876 letture

Finanziamento Sezioni Primavera a.s. 2021/22. Sia la compilazione on line che l’invio dovrà avvenire entro e non oltre le h. 24,00 del 05 Novembre 2021
di a-oliva
535 letture


Top Video
Video
Video e rap per la Shoah. Il Coro interscolastico di voci bianche 'Vincenzo Bellini'
2531 letture

25 aprile, lontani ma vicini: i giovani cantori di Torino cantano 'Bella ciao'
4204 letture

Caro virus, non sei simpatico e gentile
4788 letture

L'aeronautico di Catania si prepara al lavoro nella base di Sigonella
4519 letture

Premiazione concorso #Zerobullismo, la tua storia contro il bullismo in rete - Liceo Classico 'Tommaso Fazello' di Sciacca
4781 letture

Il Caffè filosofico al Liceo scientifico dell'IISS Francesco Redi di Belpasso
22578 letture

Riflessioni della maestra Margherita sull'Innovazione didattica a scuola di Giovanni Biondi - Presidente INDIRE
20460 letture

26 Novembre, manifestazione nazionale contro la violenza maschile sulle donne: le CattiveMaestre ci saranno
21469 letture

Human - Le fonti. Trovare il proprio posto
20697 letture

Sicilia, record dei beneficiati dalla legge 104 nella scuola, e Agrigento è la prima provincia per numero di applicazioni
23536 letture



Articoli Precedenti
Seleziona il mese da vedere:

  Ottobre, 2021
  Settembre, 2021
  Agosto, 2021
  Luglio, 2021
  Giugno, 2021
  Maggio, 2021
  Aprile, 2021
  Marzo, 2021
  Febbraio, 2021
  Gennaio, 2021

[ Mostra tutti gli articoli ]


Chi è Online
Benvenuto Anonimo
Se ancora non hai un account clicca qui per registrarti



Utenti registrati:
Ultimo: gmirabella
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 11170

Persone Online:
Visitatori: 177
Iscritti: 0
Totale: 177

Traffico Generato
Anonimi: 177 (100%)
Registrati: 0 (0%)
Numero massimo di utenti online:177
Membri:0
Ospiti:177
Ultimi 5 Registrati
gmirabella
    Jan 28, 2017.
raffagre
    Jan 28, 2017.
gvaccaro
    Jan 28, 2014.
mrdinoto
    Jul 09, 2013.
sostegno
    Jul 09, 2013.

Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2002

Pagine visitate
· Visitate oggi 15,821
· Visitate ieri 62,230

Media pagine visitate
· Oraria 3,071
· Giornaliera 73,698
· Mensile 2,241,673
· Annuale 26,900,081

Orario Server
· Ora

05:57:49

· Data

27 Oct 2021

· Zona

+0200

© Weblord.it


contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.86 Secondi