Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 486138427 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
agosto 2019

Contrasto alla povertà educativa: pubblicato il bando per 50 milioni
di m-nicotra
1276 letture

Sedi vacanti e disponibili dopo le operazioni di Mobilità dei Dirigenti Scolastici a. s. 2019/20 Sicilia
di m-nicotra
1017 letture

Concorso Dirigenti Scolastici, pubblicata l’assegnazione regionale dei vincitori
di m-nicotra
781 letture

Pubblicata la graduatoria del concorso per dirigenti scolastici
di m-nicotra
743 letture

Sulla povertà
di m-nicotra
694 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Rassegna stampa
Rassegna stampa

·Ciao Andrea. La Sicilia democratica e antifascista ti ricorda con grande affetto
·Concorso per presidi va avanti, il Consiglio di Stato accoglie l’appello del Miur. Bussetti: 'Ora le assunzioni'
·Concorso presidi, Tar del Lazio annulla lo scritto
·Le avventure dei Cyberkid: impegno continuo per il futuro dei nostri ragazzi
·La certificazione ECDL cambia nome e diventa ICDL


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Costume e società: Sulla povertà
Opinioni
La povertà non è solo e semplicemente una condizione di grave privazione e afflizione materiale, ma altresì di sofferenza interiore. È motivo di vergogna ed imbarazzo, per cui si fa di tutto per negare e celare tale situazione deprecabile in una società capitalistica e consumistica, che esalta l'ideologia del benessere e del mercato, il potere e il prestigio derivanti dal denaro. Non a caso, la percentuale dei "poveri invisibili" è in costante aumento. Essi ci sono, subiscono in silenzio, sopraffatti dal senso di profondo disagio e mortificazione morale per l'umile condizione socio-economica ed esistenziale in cui si è precipitati. Si tratta di persone che, magari, fino ad ieri godevano di agiatezze materiali, successo e privilegi, improvvisamente costrette nell'abisso della povertà dalla crisi socio-economica galoppante, individui che hanno perso casa e lavoro, accusando gli effetti dolorosi della recessione, per cui incontrano difficoltà a mantenere sé stessi e le proprie famiglie.

Lucio Garofalo
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 04 agosto 2019 09:00:00 (694 letture)

(Leggi Tutto... | 2984 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: A spasso sulla Luna
Redazione
Che luna malandrina quella notte! Enorme, immensa come non l’abbiamo mai più vista. Con il suo enorme volto bianco argento, sembrava vicinissima, fino a sfiorarla con gli occhi, fino a toccarla con un dito, fino a sentirla nostra. Pareva disegnata, come nei presepi della nostra infanzia, imperlata di cotone e di carta velina, su d’un cielo incartapecorito, nerissimo e invitante; galleggiava quasi, tra i nostri sogni e la perduta innocenza d’un mondo che da allora cambiò per sempre.
Solo la luna quella notte. La nostra amata luna. A pensarci bene, sembravamo tanti piccoli Ciàula che “scoprivamo la luna” quella notte.
“Grande, placida, come in un fresco luminoso oceano di silenzio, gli stava di faccia la Luna. Eccola, C’era la Luna! la Luna!”.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Sabato, 20 luglio 2019 08:00:00 (475 letture)

(Leggi Tutto... | 4297 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: Ciao Andrea. La Sicilia democratica e antifascista ti ricorda con grande affetto
Rassegna stampa
Con la Sua dipartita Andrea Camilleri porta via con se la storia “vissuta” della Sicilia e dell’Italia intera del novecento. La Sua memoria, l’insigne cultura propagata, il racconto degli accadimenti, l’indistruttibile impegno civile, rimangono. Forti ed indelebili. Faro e guida nella travagliatissima fase sociale e politica che attraversa l’Italia. Cantore appassionato e “lettore” dei veri umori e sentimenti popolari, in stile e tonalità, umanità e  sapienza, dei contenuti perenni di coerenza, riscatto, lotta e solidarietà. Non solo scrittore di primissimo piano internazionale, ma rappresentante raffinato nell’antica arte del cuntu, scritto e orale. Principale fonte dell’apprendimento e nello scambio delle esperienze umane che costruiscono e solidificano la convivenza e i veri rapporti sociali.

Ottavio Terranova
Coordinatore regionale – Vicepresidente nazionale
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 19 luglio 2019 15:00:00 (392 letture)

(Leggi Tutto... | 3835 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Basta fango su Gino
Sindacati
Lettera a "Repubblica"
È di stamattina la notizia apparsa sull'edizione di Palermo di Repubblica secondo la quale Gino Giannetti, un professore del L.A.S. "E. Catalano" di Palermo, sarebbe "al centro di un'indagine della Digos e della procura". L'indagine sarebbe partita dalla segnalazione di alcune studentesse e alcuni studenti su delle frasi che Gino avrebbe detto in classe e sull'invio ad una studentessa - che glielo aveva richiesto - di un link a una video-intervista fatta al Direttore del Memoriale e Museo di Auschwitz-Birkenau. La vicenda ci rattrista molto sia per il clima che la circonda sia perché conosciamo Gino. Infatti, il clima che si è creato intorno al "caso" è davvero inusuale: 5 allievi e allieve riportano quanto accaduto al dirigente scolastico che, a sua volta, sporge denuncia alla Polizia e avvia un procedimento disciplinare senza che Gino sia mai ascoltato, mentre invece si sarebbero svolte "riunioni ufficiali programmate" dal dirigente scolastico alla presenza di "alunni, docenti e genitori".

Ferdinando Alliata
Candida Di Franco
Carmelo Lucchesi
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 30 giugno 2019 08:00:00 (739 letture)

(Leggi Tutto... | 4633 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Domenico Mazzeo, rieletto per il terzo mandato consecutivo a Segretario Regionale Cida per la Sicilia
Sindacati
Ieri pomeriggio (mercoledì 26.06.2019) a Catania, nella sede Federale di Federmanager Sicilia Orientale (via Firenze 59), alla presenza del vice presidente nazionale Cida, Licia Cianfriglia (Fp/Cida), si è insediato il nuovo Consiglio Regionale della Confederazione CIDA Sicilia che rappresenta unitariamente, a livello istituzionale, dirigenti, quadri e alte professionalità del pubblico e del privato. Nel corso dell'insediamento si è proceduto - come da statuto - alla elezione del segretario regionale, nella persona di Domenico Mazzeo che per il terzo mandato consecutivo (2013/16, 2016/19 e 2019/22) andrà a ricoprire il prestigioso incarico sindacale.
Il Consiglio Regionale della CIDA Sicilia, per il triennio 2019/22 sarà composto dai delegati territoriali aderenti alla Confederazione siciliana.

Ufficio Stampa Cida Sicilia
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 27 giugno 2019 08:00:00 (731 letture)

(Leggi Tutto... | 4746 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Presentato al Monastero dei Benedettini di Catania il libro “Né carne, né pesce”, della giovane scrittrice Gaia Sarpietro, che riscuote successo e condivisione evocando il male generazionale: i disturbi del comportamento alimentare
Redazione
I Disturbi del Comportamento Alimentare comprendono un'ampia gamma di patologie fra cui il binge eating (Disturbo da Alimentazione Incontrollata); nella provincia di Catania, da uno studio prospettico, per il 2019 sono attesi oltre 50.000 casi. Problematica affrontata al Monastero dei Benedettini, Coro di Notte, per la presentazione del saggio "Né carne né pesce" di Gaia Sarpietro; moderatore Lella Battiato Majorana. Ha presenziato il questore di Catania Alberto Francini, e ha voluto dare supporto e solidarietà ai problemi legati ai disturbi alimentari. Giuseppina Mendorla, docente di psicologia dello sviluppo Università Catania, ha introdotto in modo efficace la tematica emergente dal libro. Sono intervenuti Maria Olivieri psicoterapeuta che con modalità esaustive fa notare come il cibo protagonista, è un segnale di come non si riesce a gestire il vuoto interiore. L'autrice, testimonial di questo percorso di sofferenza sta per giungere al traguardo della soluzione finale; si mobilita per aiutare le ragazze prigioniere dei DCA.

Lella Battiato Majorana
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 22 giugno 2019 08:00:00 (860 letture)

(Leggi Tutto... | 4203 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Noi siamo insegnanti
Redazione
Il nostro lavoro non è volontariato, non è una missione ma una grande professione, la vera passione per l'insegnamento che coltiviamo ogni giorno tra mille difficoltà ed è al centro della nostra vita. Siamo entrati a scuola per la seconda volta e ci siamo seduti dalla parte della cattedra, abbiamo studiato e superato mille difficoltà, vinto uno e più concorsi, nessuno ci ha regalato nulla, nessuno ci ha regalato punteggi... non abbiamo bussato alla porta delle scuole confessionali, private per comprare punteggi e sottostare a compromessi illegali, non siamo andati all'estero per comprare abilitazioni, noi siamo dei veri insegnanti  professionisti D.O.C.G. della didattica.

Paolo Latella
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 09 giugno 2019 08:00:00 (657 letture)

(Leggi Tutto... | 2226 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: Insegnare il coraggio
Redazione
Credo fermamente che i Dirigenti Scolastici proprio in quest'ultimi giorni di scuola, accanto alle circolari sugli "Adempimenti di fine anno" e "Scrutini finali", dovrebbero far protocollare e diramare un'altra circolare. Possibilmente breve, sintetica, con poche parole, ma chiare, perentorie, tassative. Con alcune semplici "raccomandazioni": Insegnanti, attenzione a maneggiare con cura la vita dei nostri ragazzi, perché la vita dei ragazzi è sacra. Insegnare è un nostro dovere, ma valutare richiede capacità, cura, responsabilità, attenzione. Istruire è una cosa, insegnare è tutt'altra cosa. Un conto è essere istruttori e un altro è essere educatori. E voi insegnanti siete soprattutto educatori. Non basta "chiedere" in quante parti è divisa la Costituzione, cosa dice il teorema di Euclide, cosa sono i condensatori, cos'è la sovrastruttura di Marx o il mito della caverna di Platone, quando è stata scritta la Divina Commedia, quali sono le opere di Montale, cosa sono i neutrini, chi furono i macchiaioli o i vedutisti, chi ha vinto la battaglia di Filippi, quando è stata invasa l'Unione Sovietica e da chi.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Venerdì, 07 giugno 2019 07:30:00 (490 letture)

(Leggi Tutto... | 3484 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 'L' infinito' ai tempi di facebook
Redazione
Fredda, e meccanica, la "facebookiana" scrittura di fumo, leggera e sincopata, non pretende di dovere per forza, significar qualcosa.
Ma sedendo e digitando, io nel pensier mi fingo interminati deliri di parole gentili, e sovrumani conversari, e mi sovvien, cliccando, l'amico lontano a me vicino, e "mi piace", allora, il naufragar dolce nel mare del virtuale aereo comunicare.

Antonino Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Venerdì, 31 maggio 2019 07:00:00 (640 letture)

(Leggi Tutto... | 1130 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Papa Francesco abbraccia i Ragazzi Sindaci di Catania
Redazione
La delegazione dei Ragazzi Sindaci di Catania composta dagli studenti della scuola "Gabelli" di Misterbianco; "D'Annunzio" di Motta S Anastasia; "Don Milani" di Paterno; "De Amicis" di Tremestieri Etneo e "Dante Alighieri" di Francofonte ha partecipato alla visita istituzionale a Roma che, articolata in tre giorni, ha consentito a ragazzi di fare un percorso didattico che ingloba la Roma imperiale ( con la visita al Campidoglio, alla sala dei Cesari, e delle bandiere, ai Musei Capitolini, al Foro Romano e al Colosseo); la Roma istituzionale: con la visita al Palazzo del Quirinale, sede del Capo dello Stato, Fontana di Trevi, Piazza di Spagna e nel pomeriggio visita a Palazzo Montecitorio nel corso della quale i ragazzi hanno assistito dalle tribune ai lavori d'aula.

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Domenica, 19 maggio 2019 09:00:00 (663 letture)

(Leggi Tutto... | 3649 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Il Leviatano sparito
Redazione
Casal Bruciato oggi: le immagini, la violenza, ciò e chi l'ha riempita, alimentata, fatta esplodere sembrano quasi indicibili, non rappresentabili,ma sono lì come tentacoli ed artigli minacciosi su di noi. Il ministro dell'Interno ha un'altra idea di ordine e sicurezza e nel recinto Italia c'è posto per pochissimi.
L'aspetto giuridico di un diritto che non può essere conculcato, quello di un assegnatario di una casa, che viene invece assalito e minacciato, si mescola mostruosamente a quello istintuale del rancore incontenibile, della sopraffazione, direi della ferinità... di un quartiere in rivolta, sobillato, urlante. Secoli fa Hobbes ci soccorse col Leviatano, l'autorità superiore e riconosciuta, che, in cambio di protezione dalla ferinità e violenza degli uomini gli uni contro gli altri, esigeva la devoluzione da parte della società di alcune funzioni e poteri ad esso, quindi il sottomettersi a regole che garantissero il convivere fra gli individui situati ed organizzati in società.

Sara Gentile
Postato da Nuccio Palumbo Domenica, 12 maggio 2019 08:00:00 (730 letture)

(Leggi Tutto... | 3224 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Naufragare tra questa immensità
Redazione
Non c'è nulla che delimiti o circoscriva le immagini che Leonardo crea. Se Piero della Francesca con il Cristo alla Colonna costruisce per noi uno spazio perfettamente strutturato con "esprit de geometrie", dove ad ogni punto, si direbbe, l'autore ha mentalmente associato una terna di coordinate cartesiane, Leonardo - che conosce non meno bene di Piero la teoria della prospettiva - non contiene le sue visioni in una gabbia prospettica, ma apre verso l'infinito. Non ci sono linee di fuga che convergendo, determinino i limiti della visione e quindi, in un certo senso, anche dello spazio. No. Lo spazio di Leonardo non si chiude. Come una tumultuosa opera musicale, nella quale da una cellula melodica germinano in continuazione nuovi temi e quando questi sembra che stiano per esaurirsi altri si impongono all'ascolto (non saprei trovare miglior riferimento dei concerti brandeburghesi di Bach), lo spazio che Leonardo crea è senza limiti; sembra che abbia un limite nelle rocce che parzialmente chiudono come una skené il gruppo delle figure in primo piano, ma si tratta di un limite che nega sé stesso.

Maurizio Ternullo
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 09 maggio 2019 19:00:00 (443 letture)

(Leggi Tutto... | 3656 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Branco confuso
Redazione
Ordine, sicurezza, tutti in fila per due e poi armi a braccio, città recintate, paesi fortificati, bambini tutti autoctoni di origine controllata, per il ministro dei travestimenti e delle maldestre imitazioni, Salvini. E poi le donne che stiano attente a non alzare la voce, anzi a non emetterla, e l'anima a non tirarla furi perché non ce l'hanno. E poi tutti coloro che non sono italiani di razza che non credono, che non applaudono, per questi non c'è posto, strada, casa, non c'è spazio, non c'è diritto. E poi a scuola tutti con grembiule per la disciplina, tutti in divisa, completamente masse. Ogni tanto il branco viene sciolto e portato a pascolare, scorazzare nei grandi spazi senza tempo, né volto, spazi allettanti dove c'è tutto, merci-cibo-loisirs, i circhi che si chiamano ipermercati, casermoni vestiti a festa, tutti uguali con percorso obbligato. Lì si può consumare tutto soprattutto se stessi, a patto di onorare le mille finzioni che la "distruttività creatrice" del capitalismo attuale mette in bella mostra.

prof.ssa Sara Gentile
(Studiosa dei fenomeni politici contemporanei)
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 09 maggio 2019 08:30:00 (656 letture)

(Leggi Tutto... | 3183 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Homo sapiens
Redazione
Il re del creato è sufficientemente stupido perché riesca a spodestarsi da sé stesso. A fronte di un elevato livello di competenze scientifico-tecnologiche, sta la sua incapacità di emanciparsi dai comportamenti istintuali che lo porterà fatalmente all'estinzione. Con una decina e più di stati che posseggono l'arma nucleare, c'è una probabilità "consistente" che entro un lasso di tempo non lunghissimo (parliamo di pochi secoli) in uno di questi stati salga al potere un personaggio irresponsabile che decida di usarla, o che una di queste armi cada in mano di gruppi terroristici. Dando per acquisito che una guerra nucleare comporti la scomparsa dell'umanità, credo che l'apparizione sulla scena del mondo della scimmia antropomorfa autonominatasi "Homo sapiens" debba essere considerato come un accidente di breve durata, devastante per la sopravvivenza delle altre specie e dell'ambiente, ma al quale porrà riparo lo stesso "sapiens", autodefenestrandosi da questo mondo.

Maurizio Ternullo
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 27 aprile 2019 08:00:00 (779 letture)

(Leggi Tutto... | 4732 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Costume e società: Catania, al Teatro Bellini celebrato il 167° anniversario della Polizia di Stato: festa della memoria. 'Esserci sempre'
Redazione
Compleanno della Polizia di Stato che ha spento 167 candeline, grande giornata di riconoscimenti: "la questura di Catania è la sesta per risultati e quindi per importanza nel nostro Paese", encomio altamente gradito che giunge in diretta da Roma. La prestigiosa ed eccezionale cornice del Teatro "Bellini" ospita una sobria cerimonia, equilibrata tra spettacolo, considerazioni e premiazioni in cui il questore di Catania Alberto Francini ha voluto fortemente celebrare la Festa della Polizia, per rendere omaggio alla cultura locale. Affiancato dal prefetto Vittorio Rizzi, vicecapo della Polizia, per testimoniare la sua presenza, insieme al capo della Polizia Franco Gabrielli "alla nostra città, alla nostra questura, ai poliziotti catanesi e alla società civile" sottolinea il Questore con il famoso claim "Esserci sempre". Festeggiato l'impegno, il sacrificio e l'incessante lavoro dei poliziotti, alla presenza del prefetto Claudio Sammartino, il Sindaco Salvo Pogliese, le massime Autorità civili, militari e religiose, i tanti poliziotti e i loro congiunti. Un sentito ringraziamento del Questore all'Istituto Alberghiero "Karol Wojtyla" per l'esecuzione con maestria ed eleganza della magnifica torta artistica omaggiata alla Polizia di Stato, ammirata e gustata nel foyer del "Bellini" da tutti gli ospiti presenti.

Lella Battiato Majorana
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 24 aprile 2019 09:00:00 (775 letture)

(Leggi Tutto... | 12041 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: L’Elogio della Biodiversità
Redazione
Ho conosciuto una storia, tanto tempo fa. L’ho appresa in una città lontanissima, in un tempo indefinito, quasi alla fine del mondo. Me l’ha narrata un amico che l’aveva sentita da un altro, e poi da un altro ancora… Un Uomo soleva girare per le vie del mondo a piedi, percorreva, ogni giorno, chilometri e chilometri, senza stancarsi, senza mai lamentarsi, anzi, esultava, si rallegrava a “girovagare”, ad incontrare tante persone ed a parlare con tutti; amava, soprattutto, visitare i villaggi, i paesini di montagna, le periferie delle città, dove c’erano i “piccoli”, la “gente vera”, come diceva lui.
Si fermava un giorno, a volte due, il tempo giusto di conoscere e di farsi riconoscere, di raccontare, dialogare con tutti, parlare con i poveri, visitare gli infermi, intrattenersi con i bambini; mangiava poco, dove capitava, dove veniva invitato, poi ripartiva, per altri luoghi, altri paesi, altre genti. Di notte dormiva dove poteva, in una capanna, in un rifugio, in una grotta, non dava molta importanza al luogo. Non temeva il freddo, né i ladri. Ripeteva spesso: “Osservate gli uccelli del cielo: essi non seminano, non mietono e non raccolgono in granai; eppure il Padre li nutre”.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Venerdì, 19 aprile 2019 09:00:00 (731 letture)

(Leggi Tutto... | 8130 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dalle cudduredde ai panareddi: quando la cucina si fa arte
Redazione
Per rendere solenni eventi festivi e cerimoniali, il pasto condiviso con la famiglia, con gli amici e con il vicinato, ha da sempre rappresentato un evento irrinunciabile tanto che lo storico Fernand Braudel affermava che mangiare e bere non erano soltanto necessità, o al caso lussi sociali, ma veri e propri giuochi comunitari, rapporti fra l’uomo e la società, fra l’uomo e il mondo materiale, fra l’uomo e l’universo soprannaturale. Natale e Pasqua nella società contadina tipica del nostro territorio sono da sempre due appuntamenti che segnano la scansione temporale dell’esistenza materiale e spirituale della popolazione e il cibo preparato e consumato collettivamente, con la sua ritualità e la frugale ostentazione, contribuiva ad attenuare l’insicurezza e la precarietà del vivere quotidiano. L’IPSSEOA dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Cucuzza Euclide” di Caltagirone, si è fatto carico di tramandare le tradizioni locali delle “cudduredde” e dei ”panareddi” tenendo due laboratori sulla preparazione di questi dolci tipici calatini. I laboratori rientrano in un ciclo di seminari dal titolo “Storia, origini e tradizioni culinarie”, e in sintonia e supporto della Società Filosofica Italiana sezione Iblea, l’Istituto alberghiero ha proposto per quest’anno scolastico 2018/2019 il recupero e la condivisione delle tradizioni locali permettendo di cogliere per pochi istanti ‘un tempo che non è perduto ma soltanto passato’.

Stefania Sinardo e Sebastiano Russo
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 18 aprile 2019 09:00:00 (499 letture)

(Leggi Tutto... | 8082 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: il riso di Giglio
Redazione
«Chi ha il coraggio di ridere è padrone degli altri, come chi ha il coraggio di morire», scriveva Giacomo Leopardi. E mi sovviene, questo pensiero dell'immenso poeta, mentre rivedo il riso (che si scioglie in sorriso, sotto gli occhi vivacissimi e sbarazzini) di G., di quel ragazzino quasi novantacinquenne della cui amicizia ho la fortuna di godere, e che citavo in un post di qualche giorno fa. Ha sempre riso e sorriso, G., anche davanti alla guerra, e alle abiezioni più terribili: come nel corso di quei giorni tremendi in cui rischiò persino di morire, pur di non precipitare nel buio di un campo di concentramento nazista. Ma questa è un'altra storia, che forse un giorno troverà la sua pagina. Qui ed ora vorrei invece dire del ridere, del riso, del sorriso ...

Giuseppe Giglio
Postato da Nuccio Palumbo Martedì, 09 aprile 2019 12:00:00 (550 letture)

(Leggi Tutto... | 2520 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dei fatti di Torre Maura e dell'intervento di un 15enne
Redazione
Credo che chiunque sappia quanto tengo alla correttezza formale, sintattica, ortografica, alla precisione dello stile. Lo sanno davvero molto bene i miei alunni i cui compiti scritti sono irti di correzioni in rosso e i cui voti in italiano sono sempre sottesi ad un controllo rigorosissimo della loro espressione, così come dei contenuti che argomentano. Trovo tuttavia incondivisibile la posizione della scrittrice Stancanelli che, criticandone la competenza linguistica, in una battuta liquida l'intervento di un 15enne che si esprime contro alcune prese di posizione di Casa Pound. Personalmente sto con Simone che ha avuto la prontezza di adattare lessico, linguaggio, registro e stile al contesto e all'uditorio. Si chiama consapevolezza della realtà che hai davanti, si chiama intelligenza. Adattare il linguaggio al contesto: lo abbiamo fatto tutti quelli che non siamo entrati in servizio direttamente al liceo classico, ma abbiamo avuto la grandissima fortuna di fare la gavetta delle scuole a rischio, di frontiera, di periferia, di ogni ordine e grado.

Marta Aiello
Postato da Nuccio Palumbo Lunedì, 08 aprile 2019 07:30:00 (541 letture)

(Leggi Tutto... | 3644 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Scuola intitolata ad Agnelli? No, Grazie
Attività parlamentare
Hanno fatto proprio bene i docenti della scuola media della zona del Lingotto, a Torino, che hanno manifestato un orientamento negativo a intitolare la loro scuola a Giovanni Agnelli, preferendo mantenere il prestigioso nome di Enrico Fermi. La scuola è interessata da un progetto di ristrutturazione finanziato dalla Fondazione Agnelli. Siamo di fronte ad una storia esemplare: mentre lo stato abdica ad una delle funzioni essenziali previste dalla Costituzione (garantire il funzionamento adeguato del sistema dell’istruzione) continuando a tagliare risorse, s’inseriscono i grandi poteri economici che pretendono di imprimere il marchio ideologico del loro mecenatismo (abbastanza provinciale, tra l’altro). La Fondazione Agnelli, inoltre, non è un’istituzione caritatevole ma uno dei centri studio padronali ispiratori delle controriforme che hanno devastato la scuola italiana, a partire dalla legge 107 del governo Renzi.

pcistruzione@libero.it
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 30 marzo 2019 07:00:00 (3375 letture)

(Leggi Tutto... | 2548 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Degna di essere vissuta
Redazione
Poco alla volta e quasi senza accorgercene sta passando nella sensibilità comune l’idea che non tutte le vite umane sono degne di essere vissute e rispettate. Si è dentro un preoccupante, scivoloso tracollo della nostra civiltà e della nostra umanità dal quale dobbiamo risalire ad ogni costo. Non si puo’ fare della prevaricazione, della violenza e del disprezzo degli altri le abituali presenze della nostra quotidianità. Ogni vita umana deve essere rispettata e difesa, a maggiore ragione se è la vita di poveri sventurati. Su questo principio si costruiscono gli spazi di libertà della morale rispetto alla politica, si fonda la dignità inviolabile della persona rispetto alle decisioni dello Stato, la sua insopprimibile autonomia e alterità.

Raimondo Rosario Giunta
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 28 marzo 2019 20:00:00 (6760 letture)

(Leggi Tutto... | 3130 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Consegna della Carta Costituzionale al sindaco di Adrano
Redazione
Nell'ambito del progetto "Viaggio tra i valori e i simboli della Repubblica" promosso dall'ANCRI (Associazione degli Insigniti dell'Ordine al Merito della Repubblica) la Sezione di Catania per celebrare la "Giornata dell'Unità nazionale, della Costituzione, dell'Inno e della Bandiera" ha scelto il Comune di Adrano. Venerdi 22 marzo presso il Comune di Adrano alle ore 9,30 si svolgerà la cerimonia di consegna della Costituzione al Sindaco di Adrano, Angelo D'agate. La manifestazione promossa e coordinata del Cav. Nicolò Moschitta, presidente della Pro Loco, prevede: L'alzabandiera; l'esecuzione dell'Inno d'Italia da parte dei bambini del 2° Circolo Didattico; la relazione sulla storia del Tricolore presentata dal presidente della Sezione ANCRI di Catania, Gr Uff. Giuseppe Adernò e la relazione sulla nascita della Carta Costituzionale a cura dell'avv. Enzo Caldarella. Seguiranno gli interventi programmati degli studenti, rappresentanti di tutte le scuole del Comune di Adrano, i quali si sono preparati all'incontro studiando la Costituzione e i simboli della Repubblica.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 21 marzo 2019 07:00:00 (3291 letture)

(Leggi Tutto... | 3885 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Il ruolo degli Exallievi nella società, nella Chiesa e nella Famiglia salesiana oggi
Comunicati
Domenica 23 marzo la città di San Cataldo sarà invasa dagli Exallievi e dalle Exallieve di Don Bosco della Federazione ispettoriale Sicula che terranno, presso l’oratorio salesiano San Luigi, la terza festa regionale dell’Exallievo sul tema: “Il ruolo degli Exallievi nella società, nella Chiesa e nella Famiglia salesiana oggi”. “A quasi cinquant’anni dall’inizio del Concilio Vaticano II (11 ottobre 1962) è tempo nella Chiesa di bilanci e – perché no? – di rilanci. Uno dei grandi temi affrontati dai padri conciliari – afferma il presidente regionale degli Exallievi, Mario Li Causi- riguardò la natura della Chiesa, che passò da una concezione gerarchica e piramidale a una essenzialmente comunionale. A che punto è la loro responsabilizzazione dei laici oggi nella Chiesa? Hanno una loro autonomia o sono ancora gregari rispetto alla gerarchia? Gli Exallievi di Don Bosco quale ruolo debbono avere oggi nella società e nella Famiglia salesiana di Sicilia? Su questo ed altri interrogativi, in un clima di festa tipico salesiano, ci confronteremo per guardare avanti con fiducia e speranza, così come voleva il nostro Padre, Maestro ed Amico Don Bosco”.

Valerio Martorana
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 20 marzo 2019 07:00:00 (3125 letture)

(Leggi Tutto... | 6637 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Attacco in due moschee in Nuova Zelanda: 49 morti - Se questo è un uomo
Redazione
Che uomo è uno che va a sparare contro persone inermi che pregano pacificamente il loro dio, con la sola motivazione che l'assassino ne prega un altro (49 morti) ? Eppure è un cristiano, come era cristiano Breivik, il norvegese che uccise 77 giovani in odio ai musulmani che minacciavano di alterare la purezza razziale e religiosa della Norvegia. Come lo è quel Traini di Macerata che si mise a sparare contro chiunque avesse la pelle scura, per simili ragioni. Come lo era quel Graziani che sterminò migliaia di etiopi con i gas, facendo da solo più vittime innocenti di quante ne abbiano fatte i nazisti - che erano cristiani anch'essi, ovviamente - a Marzabotto, Boves, S. Anna di Stazzena e alle Fosse Ardeatine. Come lo era quel Cadorna, cattolico praticante, padre di due figlie monache, che ordinò la decimazione dei soldati che avessero dimostrato poco senso dell'onore militare (cioè, che non avevano voglia di sparare su degli esseri umani). Come lo era quel generale Cialdini che diede fuoco ai paesi di Casalduni e Pontelandolfo con tutti i loro abitanti, ma non prima che i suoi bersaglieri avessero fatto incetta di pollastri, pane, vino e capponi.

Maurizio Ternullo
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 16 marzo 2019 08:30:00 (3111 letture)

(Leggi Tutto... | 3468 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Polizia, 60 anni di donne in divisa, una festa corale al Comune di Catania per celebrare l’anniversario di fondazione della Polizia femminile
Redazione
Sotto il comandante della Polizia di Stato dell’epoca, Giovanni Calcaterra, nel 1959 venne istituito il “Corpo di polizia italiano femminile ad ordinamento civile”, composto dal personale femminile dedicato alla protezione della donna e tutela dei minori; in esso vennero inglobati gli ex agenti del corpo di polizia femminile di Trieste, retaggio dell’amministrazione militare anglo-americana del territorio libero di Trieste, istallata in quei territori dalla fine della Guerra Mondiale al 1954. Tale corpo, dipendente dall’amministrazione della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, con regolamento autonomo rispetto all’ordinamento militare della Polizia di allora; la legge 121 del 1981 di riforma dell’ordinamento che smilitarizzò la Polizia di Stato, dispose lo scioglimento del corpo femminile, integrando il personale nel corpo della Polizia di Stato.

Carlo Majorana Gravina
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 14 marzo 2019 08:00:00 (3194 letture)

(Leggi Tutto... | 7574 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Incontri, Teatro, Cinema: al centro le DONNE
Associazioni
Sono le donne a essere protagoniste di alcune delle iniziative organizzate e promosse dall'Istituto Cervi nel mese di marzo, nell'occasione della Giornata Internazionale della Donna. Un calendario di eventi che intrecciano - attraverso diverse modalità espressive - il racconto delle vite e delle esperienze di donne che hanno contribuito e ancora contribuiscono, pur con tante difficoltà, all'evoluzione e alla crescita dei processi collettivi di partecipazione e di democraticizzazione della società.

Paola Varesi
paola.varesi@istitutocervi.it
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 06 marzo 2019 08:00:00 (1029 letture)

(Leggi Tutto... | 5648 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: L'IIS Cucuzza Euclide con l'adesione alla campagna M'illumino di meno, organizza il 'RI-Pranzo' rivolto a bambini e famiglie di Caltagirone
Istituzioni Scolastiche
Venerdì primo marzo presso la Città dei Ragazzi di Caltagirone, l’IIS “Cucuzza Euclide”, il Circolo di Legambiente “Il Cigno”e la Caritas Diocesana di Caltagirone organizzano il “RI-Pranzo” rivolto a bambini e famiglie di Caltagirone. “L’economia circolare e la riduzione degli sprechi sono il cardine della nostra proposta formativa. L’adesione alla campagna di sensibilizzazione M’illumino di meno si inserisce nel quadro di iniziative promosse dalla nostra scuola verso il territorio. Saremo presenti nei locali della Città dei Ragazzi con i docenti e gli alunni dell’IPSSEOA per organizzare il RI-Pranzo all’insegna del recupero di alimenti che purtroppo una cultura troppo piegata al consumismo destina alla spazzatura quando ancora è possibile ridare una nuova vita con ricette appetitose” La dirigente scolastica Maria Malignaggi così commenta l’adesione dell’IIS “Cucuzza Euclide” di Caltagirone all’iniziativa di Caterpillar Rai Radio 2.
Download Locandina
Sebastiano Russo
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 02 marzo 2019 08:30:00 (860 letture)

(Leggi Tutto... | 5456 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Premio Nazionale 'Essenza Donna 2019' (XIX Edizione), al Castello Normanno di Motta Sant'Anastasia
Redazione
L’Accademia d’Arte Etrusca con il Patrocinio e la collaborazione del Comune di Motta Sant’Anastasia organizzano il Premio Nazionale “Essenza Donna 2019” (XIX Edizione), che si terrà venerdì 8 marzo 2019, alle ore 17.00, presso il Castello Normanno di Motta Sant’Anastasia. Dopo i saluti del dott. Anastasio Carrà, Sindaco di Motta Sant’Anastasia, del dott. Antonio Bellia, Vice Sindaco, e del dott. Tommaso Alessandro Distefano, Assessore alla Cultura, interverranno: Carmen Arena, Presidente dell’Accademia d’Arte Etrusca, don Salvatore Petrolo, Parroco della Chiesa Madre, il prof. Giuseppe Adernò, Preside e Giornalista, il Colonnello Massimo Lucca, Comandante del Centro Documentale Esercito Catania, e il Generale Ettore Mastrojeni, Associazione Nazionale Carabinieri Catania. Madrina della serata sarà l’avv. Angela Chimento, con la partecipazione dell’Ammiraglio Rinaldo Veri.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Sabato, 02 marzo 2019 07:30:00 (827 letture)

(Leggi Tutto... | 3419 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Comunità e individualismo
Redazione
La consistenza di una persona non dipende solo dai tratti della sua personalità; dipende anche dai suoi legami comunitari. Ma si è fatto vanto che siano stati in gran parte dissolti, iscrivendo questa vicenda nel segno di una maggiore libertà, di una più estesa autonomia delle persone. E' più aderente alla realtà, invece, pensare che questo fenomeno di spoliazione delle tradizioni culturali e politiche delle comunità sia da addebitare alla globalizzazione. Non sarebbe la prima volta che le classi dominanti in nome della modernità e di un pretestuoso sentimento elitario cerchino di avere "ragione" delle resistenze fondate dei ceti subalterni. Lo sfaldamento delle strutture ideali, etiche, politiche sociali e culturali della comunità alla quale si appartiene non ha nulla di rassicurante e provoca smarrimento, inquietudine e anche paura. I beni culturali di cui ci si sta o ci stanno privando non sono facilmente sostituibili come quelli materiali. Perderli, non è per nulla un guadagno, ma un impoverimento.

Raimondo Giunta
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 23 febbraio 2019 21:47:47 (862 letture)

(Leggi Tutto... | 6097 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dico e mi contraddico: Per rinfrescarci la memoria
Redazione
Un lascito discutibile, della riforma di Luigi Berlinguer, ministro della Pubblica Istruzione, dal 1996 al 2000. Di che si tratta? Presto detto: a partire dalla fine del secolo scorso, esautorato il potere elettivo del collegio docenti, il collaboratore vicario viene cooptato direttamente, per atto d'imperio, dal Dirigente scolastico. IL prescelto, l'unto, d'allora in poi, diventa l'immagine speculare del suo Capo, o, almeno, fa finta di essere in simbiosi con Lui: ne conosce i tic, asseconda con compiacenza le sue nevrosi, le idiosincrasie; condivide (o fa finta di condividere) le idee, i progetti, le finalità educative che il Capo propone, e, soprattutto, è sempre a sua disposizione; sopperisce, se il caso, alle sue deficienze strutturali, caratteriali, alle sue dimenticanze, alle sue eventuali inadempienze burocratiche ecc. Del resto, lo dice il proverbio nostrano: "nuddu ti pigghia cca nun ti rassumigghia".

Antonino Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 14 febbraio 2019 08:00:00 (736 letture)

(Leggi Tutto... | 3480 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Cittadinanza & Costituzione
Comunicati
Inserito in seconda edizione della Biennale della Cittadinanza, promossa dall’Università di Catania, il seminario di studio sul tema: “I 70 anni della Costituzione Italiana e l’insegnamento dell’Educazione Civica “, ha avuto notevole successo. Promosso dall’UCSI di Catania con l’intento di sensibilizzare gli operatori dell’informazione sui temi dell’Educazione, ai quali l’UNESCO ha dedicato la giornata mondiale il 24 gennaio, il seminario di studi ha sviluppato in due sessioni i temi riguardanti l’Educazione civica e all’Educazione alla salute. Due finestre sono state aperte all’osservazione attenta dei giornalisti in risposta alle emergenze educative e ala salvaguardia e prevenzione della salute. La prima sessione è stata coordinata dal preside Giuseppe Adernò, presidente UCSI di Catania e, dopo il saluto introduttivo dell’assessore all’Istruzione del Comune di Catania, Barbara Mirabella, sono state presentate le notazioni storiche della nascita dell’Educazione Civica in occasione del 36° convegno nazionale dell’UCIIM presso il Castello Ursino di Catania.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 02 febbraio 2019 09:00:00 (809 letture)

(Leggi Tutto... | 7254 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 27 gennaio Giorno della Memoria Adrano - commemorazione del martire antifascista Carmelo Salanitro
Comunicati
Il 27 gennaio 1945 i soldati dell' "Armata Rossa" dell'Unione Sovietica liberarono dal dominio nazista il lager di sterminio di Auschwitz. In Italia con la legge 20 luglio 2000 si è istituito il " Giorno della Memoria". Per " ricordare lo sterminio del popolo ebraico....e dei deportati militari e politici nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell'Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia del nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere.....". Tra i tanti milioni di europei (circa diciassette di, bambini, donne e uomini: ebrei, rom, disabili, slavi-non ariani, oppositori politici, prigionieri militari, omosessuali, dissidenti religiosi.....) deportati ed assassinati nei lager, vengono commemorati i 44.500 italiani deportati nei lager nazisti, di cui 8500 di religione ebraica.
Ne ritornò solo uno su dieci.
I rastrellamenti verso i luoghi dell'orrore e dello sterminio, messi in atto dalla furia nazista sorretta direttamente dai fascisti della RSI, iniziarono negli ultimi mesi del 1943: ebrei, partigiani, antifascisti, militari aggregatosi alla Resistenza, scioperanti delle grandi fabbriche del nord, uomini e donne che lottavano per liberare l'Italia, dalle nefandezze della dittatura e dalle atrocità della guerra scatenata contro i popoli europei dai cultori nazifascisti della "razza eletta". Da aggiungere i 600.000 militari italiani deportati dai nazisti - IMI - dopo l'armistizio del'8 settembre 1943.

a cura di "Lettera di Memoria e Libertà"
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 28 gennaio 2019 09:00:00 (571 letture)

(Leggi Tutto... | 6491 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Una poesiola per gli amici di Aetnanet
Redazione
Bruciamo come ceppi
nel camino,
ignari delle leggi
che governano
il fuoco e il tempo
del mondo,
prigionieri gelosi
dell’inutile peso
di una fredda memoria
di cenere.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Lunedì, 28 gennaio 2019 08:00:00 (577 letture)

(Leggi Tutto... | 868 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Verità per Giulio Regeni
Comunicati
Ricorre il 25 gennaio il terzo 'anniversario della scomparsa del giovane ricercatore italiano rapito e torturato in Egitto per le sue ricerche sul campo. Un omicidio che ancora non ha un colpevole, perché i nomi di chi ha ordinato, eseguito e coperto il suo omicidio non sono ancora stati rivelati dalle autorità egiziane. Il coordinamento provinciale dei CCR Consigli comunale dei Ragazzi di Catania, guidato dal preside Giuseppe Adernò, aderisce e partecipa alla manifestazione nazionale "Verità per Giulio Regeni", insieme ai ragazzi delle scuole italiane, che si stringono attorno alla famiglia di Giulio per continuare a chiedere giustizia. Tre anni senza Giulio, Tre anni senza Verità. Un particolare segno di stima e di affettuosa amicizia unisce i ragazzi Sindaci d'Italia al caro Giulio che è stato sindaco dei Ragazzi di Fiumicello nel terzo mandato 2001-2003 e poi, sfogliando le pagine d'internet, sembra che l'esperienza del Consiglio Comunale dei Ragazzi, avviata nel 1997 abbia lasciato un segno sulla sua formazione al senso civico e alla cittadinanza attiva e responsabile.

Coordinamento provinciale dei CCR
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 24 gennaio 2019 09:00:00 (498 letture)

(Leggi Tutto... | 3873 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Quando la scuola diffonde la gioia. Consegnata la targa di Ambasciata della Gioia all’Istituto “E. De Nicola” di San Giovanni La Punta
Redazione
L'ampio auditorium del Polivalente di San Giovanni La Punta ha ospitato l'assemblea degli studenti dell'Istituto Superiore Tecnico, Economico e Tecnologico "E. De Nicola"  e tema della giornata è stato "Il valore della gioia". Gli studenti, accogliendo l'invito del presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, Nicolò Mannino, a costituire nella scuola un'ambasciata, hanno scelto come titolo "la gioia". Il 24 ottobre 2018 in occasione dell'inaugurazione dell'anno accademico del Movimento, hanno ricevuto il diploma ufficiale presso la Sala dei Gruppi Parlamentari a Montecitorio, ed il 19 gennaio, nel ricordo della nascita di Paolo Borsellino è stata consegnata la targa con il titolo e si è costituito nella scuola il Parlamento della legalità con la rappresentanza di studenti di tutte le classi e indirizzi, coordinato dalle professoresse: Agata Palazzo, Martina Pavone e Maria Proietto.

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Lunedì, 21 gennaio 2019 08:30:00 (1807 letture)

(Leggi Tutto... | 5996 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Festa del Tricolore all'IC San Giovanni Bosco di Catania
Redazione
Il 7 gennaio si celebra la Giornata nazionale della Bandiera, ricordando il primo Tricolore d'Italia adottato il 7 gennaio del 1797 a Reggio Emilia su proposta di Giuseppe Compagnoni, come bandiera nazionale della Repubblica Cispadana. Nel tempo ha subito alcune trasformazioni nella forma delle fasce fino al 1948, e come si legge all'art. 12 della Costituzione "La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni". Nell'ambito del progetto "Decoro della Bandiera", l'ANCRI , associazione che aggrega gli Insigniti dell'Ordine al Merito della Repubblica con circa tre mila aderenti, ha organizzando iniziative a carattere territoriale ed all'estero, che culmineranno con l'evento organizzato per il 13 gennaio p.v. a Palazzo Montecitorio, al fine di mantenere sempre alta l'attenzione sul Tricolore, simbolo per eccellenza dell'identità nazionale.

redazione@aetnanet.org
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 05 gennaio 2019 08:00:00 (646 letture)

(Leggi Tutto... | 4463 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Con il nuovo anno, si cambia? Vent’anni e passa di 'guerra civile fredda' il Paese ha dovuto sopportare!
Redazione
Vent'anni di vergogne: quella di una casta politica ingorda e sfacciata, - e insensibile ai disagi del paese reale; che non ha saputo fare altro che ridurre il Parlamento a spazio da corrida e a spaccio di favoritismi e scambi di vessilli e di poltrone; un parlare a vuoto di "riforme strutturali" senza mai farle; un preferire alla dialettica del discorso rispettoso delle ragioni altrui, la violenza verbale, la zuffa, lo scontro e la demonizzazione dell'avversario politico, usando spesso eccessi verbali da postribolo; un diluviare di contumelie e scandali, pubblici e privati; e truffe, e sperpero di denaro pubblico; evasioni fiscali vergognose, e privilegi da alto medioevo; e lassismo etico da basso impero, e incultura elevata a sistema. Anni bui, quelli che hanno piagato il nostro belpaese: esodati, precari, disoccupati, disperati per la perdita del lavoro; e fabbriche chiuse, e imprese fallite, e povertà aumentate!
E la Scuola? e l'Istruzione, la Ricerca e la Sanità pubblica?

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Venerdì, 04 gennaio 2019 11:00:00 (757 letture)

(Leggi Tutto... | 3034 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: La luce del Santo Natale illumini i giorni del Nuovo Anno, sereno e ricco di positività
Redazione
Carissimi Colleghi
Grazie per il dono della Vostra generosa adesione all'iniziativa dell'incontro dei PRESIDE "E": emeriti, eccellenti, esemplari. E' stato bello rivederci, incontrarci, scambiare esperienze e ricordi. Ci dispiace per gli assenti e sono stati graditi i messaggi che alcuni hanno fatto pervenire e abbiamo sentiti vicini e presenti, quanti non hanno partecipato per problemi di salute. "Non diventate vecchi !!!"La nostra professione caratterizza il nostro sentire il bene sociale e la convivenza civica come un dono che va diffuso e comunicato agli altri. Grazie di cuore per la collaborazione.
Auguri di buona salute e tanta serenità in famiglia
Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Giovedì, 27 dicembre 2018 08:00:00 (644 letture)

(Leggi Tutto... | 2430 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Quando nasce un bambino ...
Redazione
Venti gelidi flagellavano tutt'intorno le case. E a tratti s'udiva la voce della tormenta che, come un ululato, faceva tremare di paura persino il selciato. Era notte. Tutto era buio. In giro non si vedeva anima viva. Le case del paesino sembravano accucciate una sull'altra, a riscaldarsi, a consolarsi, a farsi coraggio. Solo il cielo, lassù, brulicava di stelle e sembrava felice, in attesa chissà di quale insolito evento. Neppure i soldati, quella notte, ebbero il coraggio d'uscire dal loro accampamento, e se ne stavano attorno al fuoco, a bere e a parlare ridendo delle solite cose di uomini, che da parecchi mesi non vedevano le loro donne. Poi all'improvviso calò un silenzio innaturale, gli alberi sembrarono pietrificati, la tormenta si fermò, le case erano al buio, i cani s'addormentarono. Tutto era spento. Laggiù, s'udì solo una luce che accendeva una piccola grotta, cosparsa di freddo e di fieno, con un uomo e una donna. Era nato un bambino.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 25 dicembre 2018 00:05:00 (566 letture)

(Leggi Tutto... | 3385 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Ragazzi sindaci in Prefettura di Catania
Redazione
Ancora una volta i piccoli sindaci della provincia di Catania sono stati protagonisti attivi in Prefettura in occasione della solenne cerimonia di consegna delle Onorificenze concesse al Cav. di Gran Croce, dott. Branca e a 10 Cavalieri della Repubblica. Schierati accanto all'albero di Natale, dai ragazzi stessi addobbato con originali decori e con gli articoli della Dichiarazione dei Diritti Universali, hanno partecipato insieme alle massime cariche dello Stato al significativo evento. E' stato un espresso desiderio del Prefetto voler la presenza e la partecipazione all'evento dei Ragazzi Sindaci e Miriam Adamo, piccolo sindaco dell'Istituto San Giovanni Bosco di Catania, a nome dei ragazzi sindaci della provincia ha rivolto al Prefetto un messaggio augurale e di testimonianza dell'operosità dei CCR nelle scuole considerate come "piccole città". Il gradito invito ha coronato il progetto, ideato 25 anni fa dal Preside Giuseppe Adernò, come lezione di Educazione Civica applicata che consente ai ragazzi di "imparare, facendo" la cultura della partecipazione democratica e di esercitare la cittadinanza attiva.

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Domenica, 23 dicembre 2018 07:30:00 (738 letture)

(Leggi Tutto... | 5480 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Il sogno di una Catania nuova
Comunicati
Sul tema "Dissesti finanziari degli Enti locali, cause, rimedi e... dolori" ha avuto luogo presso l'Auditorium del Palazzo della Regione Siciliana, in piazza San Domenico, un incontro informativo promosso dall'ANCRI, associazione degli Insigniti dell'Ordine al Merito della Repubblica. Dopo il saluto del vice presidente nazionale ANCRI, Cav. Franco Graziano, ha presentato una dettagliata relazione sul tema, il Gr. Uff. dott. Luigi Albino Lucifora, già Segretario Generale di Comuni e Provincie Regionali, nonché commissario straordinario in Comuni dichiarati "in dissesto". "L'attualità del tema, ha dichiarato il presidente della sezione ANCRI di Catania, Gr. Uff. Giuseppe Adernò, sollecita una qualificata partecipazione di cittadini, in questo difficile momento storico del Comune di Catania. Essere informati ed essere informati criticamente, aiuta a meglio comprendere i problemi delle Amministrazioni locali, e sollecita i cittadini ad un maggior senso di responsabilità civica nella ricerca del bene comune".

Il Presidente e i Soci ANCRI di Catania
Postato da Giuseppe Adernò Mercoledì, 19 dicembre 2018 08:00:00 (511 letture)

(Leggi Tutto... | 8565 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Venerdì 21 dicembre 2018 il Liceo Classico Mario Cutelli celebra il 120° anniversario della fondazione
Istituzioni Scolastiche
Venerdì 21 dicembre 2018 il Liceo Classico Mario Cutelli celebra il 120° anniversario della fondazione.
Per l'occasione apriremo la Scuola alla città, a chi ha fatto parte, ognuno nel suo ruolo, di questa straordinaria istituzione, a chi, pur non conoscendola, ha avuto modo di apprezzarne la qualità e l’importanza riconosciuta nel nostro  territorio e in tutto il Paese.
Download invito e locandina
Ufficio stampa Liceo Cutelli
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 18 dicembre 2018 14:00:00 (869 letture)

(Leggi Tutto... | 1856 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: I flussi migratori e di diritti di permanenza. Modalità di richiesta di protezione e permessi di soggiorno
Redazione
L’Aula consiliare del Municipio di Acicastello  ha ospitato l’incontro dibattito sul tema: “I flussi migratori e di diritti di permanenza. Modalità di richiesta di protezione e permessi di soggiorno”, promosso dall’ANCRI di Catania, associazione degli Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica, con la partecipazione dei Soci del Rotary Catania Est.
Dopo il saluto di accoglienza della Vice sindaco Ezia Carbone e del presidente, ANCRI di Catania, Giuseppe Adernò, sono intervenuti: l’avv. Santi Di Paola, il Vice questore aggiunto della Polizia di Stato, dott. Pasquale Alongi, e la giovane avvocatessa Irene Patella. La tematica è stata trattata nella sua complessità sociale, culturale e legislativa, anche alla luce del recente “Decreto sicurezza” n. 113/2018 che regolamenta i tempi e le procedure di certificazione dello stato di rifugiato, titolare anche del patrocinio gratuito.

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Domenica, 02 dicembre 2018 07:00:00 (738 letture)

(Leggi Tutto... | 4984 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: I ragazzi Sindaci alla festa dei Carabinieri
Redazione
In onore della "Virgo Fidelis", Patrona dell'Arma dei Carabinieri è stata celebrata presso il Duomo di Catania una Messa solenne officiata dall'Arcivescovo Metropolita di Catania, S.E. Monsignor Salvatore Gristina, ed hanno partecipato le massime cariche istituzionali cittadine nonché numerose autorità civili, militari e religiose, i familiari dei Militari "Vittime del Dovere" e i rappresentanti dell'Associazione Nazionale Carabinieri. La Cattedrale era gremita in ogni ordine di posto da moltissimi fedeli e da tanti Carabinieri, tutti in servizio nei vari comandi della provincia etnea. Alla celebrazione è seguito l'intervento del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Catania, Colonnello Raffaele Covetti, che si è rivolto alle Autorità religiose, civili e militari presenti, alle rappresentanze dell'ANC, delle associazioni combattentistiche e della Croce Rossa Italiana, ai Carabinieri e ai loro familiari.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 23 novembre 2018 08:00:00 (676 letture)

(Leggi Tutto... | 3982 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Catania è al dissesto, ne prendiamo atto. L’intervento della CUB SUR Sicilia
Comunicati
Ha governato, post Dc, negli ultimi 25 anni, lo stesso blocco sociale, gli stessi uomini degli affari, degli appalti, sindacalisti di regime che diventavano assessori, politici che come ballerine di terza fila da avanspettacolo cambiavano schieramento, condannati per malaffare che si facevano sostituire da parenti, amici, amici degli amici. Il livello di disoccupazione coinvolge ormai quasi la metà della popolazione attiva, la delinquenza minorile la fa da padrona in centro storico ed in periferia, le piazze di spaccio fanno floridi affari, i ragazzi non studiano e neanche lavorano. Il mercato delle case è in mano agli speculatori, la riqualificazione del centro urbano è una bestemmia. 1 miliardo e 600 milioni di dissesto non sono una bazzecola. La città muore ed i soliti noti non solo se ne fottono ma manifestano contro il dissesto da loro causato. Se vai in una scuola, se vai in ospedale, se prendi un autobus capisci che tutto è alla malora, alla malora è anche la speranza dei lavoratori e dei cittadini onesti.

Francesco Tomasello (Segretario Regionale CUB SUR)
Postato da Angelo Battiato Lunedì, 19 novembre 2018 08:00:00 (698 letture)

(Leggi Tutto... | 3768 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: Per non dimenticare ...
Redazione
"I ragazzi delle scuole imparano chi fu Muzio Scevola o Orazio Coclite, ma non sanno chi furono i fratelli Cervi. Non sanno chi fu quel giovanetto della Lunigiana che, crocifisso ad una pianta perché non voleva rivelare i nomi dei compagni, rispose: «Li conoscerete quando verranno a vendicarmi», e altro non disse. Non sanno chi fu quel vecchio contadino che, vedendo dal suo campo i tedeschi che si preparavano a fucilare un gruppo di giovani partigiani trovati nascosti in un fienile, lasciò la sua vanga tra le zolle e si fece avanti dicendo: «Sono io che li ho nascosti (e non era vero), fucilate me che sono vecchio e lasciate la vita a questi ragazzi». Non sanno come si chiama colui che, imprigionato, temendo di non resistere alle torture, si tagliò con una lametta da rasoio le corde vocali per non parlare. E non parlò. Non sanno come si chiama quell'adolescente che, condannato alla fucilazione, si rivolse all'improvviso verso uno dei soldati tedeschi che stavano per fucilarlo, lo baciò sorridente dicendogli: «Muoio anche per te… viva la Germania libera!».

Piero Calamandrei
Postato da Nuccio Palumbo Domenica, 11 novembre 2018 07:00:00 (1338 letture)

(Leggi Tutto... | 2816 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Giada Santangelo eletta sindaco dei Ragazzi. Il 15 novembre cerimonia di giuramento al Municipio di Belpasso
Redazione
Nonostante la chiusura per le festività di tutti i Santi, si è registrata alla scuola media "Martoglio" di Belpasso grande animazione con volantini e manifesti nel corso della campagna elettorale per il ballottaggio tra Ettore Messina e Giada Santangelo, alunni delle classi seconde, candidati al compito di "Sindaco dei ragazzi". I ragazzi della III F, coordinati dalla prof.ssa Mariella Chiantello, referente del progetto CCR, e con la collaborazione delle professoresse Pina Caniglia e Maria Concetta Toscano, hanno svolto in modo lodevole le funzioni di presidenti e segretari dei seggi elettorali per consentire ai 602 studenti elettori di esercitare il diritto di voto ed esprimere la propria scelta tra i due candidati concorrenti. La dirigente Anna Spampinato ha comunicato con solennità l'esito delle votazioni che hanno fatto registrare 313 preferenze per Giada Santangelo di II B, eletta "Sindaco dei Ragazzi" ed Ettore Messina di II A che ha riportato 277 preferenze e quindi nominato "vice sindaco".

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Sabato, 10 novembre 2018 07:30:00 (834 letture)

(Leggi Tutto... | 3630 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 'E l’uomo trae canti dai suoi fallimenti. E monumenti dalle sue rovine' (A.P.)
Redazione
Oggi il mio pensiero va a quei giovani che 100 anni fa furono strappati alle loro famiglie e ai loro campi o alle loro povere botteghe per morire nel fango di una trincea, uccisi da altri giovani simili a loro in tutto fuorché nel colore della divisa o dai loro stessi ufficiali che così intendevano punire la loro presunta codardia e dare un feroce ammonimento ai loro commilitoni. Morirono e la sola "menzione d'onore" che ebbero li chiamava vili e codardi.  Quanti di essi furono presi prigionieri, furono considerati disertori dal comando supremo che, in piena sintonia con il governo, non volle alleviare la durezza della loro condizione con l'invio di generi di conforto che altri governi fecero avere ai loro soldati prigionieri per il tramite della Croce Rossa.

Maurizio Ternullo
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 10 novembre 2018 07:00:00 (553 letture)

(Leggi Tutto... | 2486 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 'Autori in divisa'. Poliziotti scrittori si raccontano a Sant’Agata Li Battiati
Redazione
All'interno del contest culturale "Battiati Cult" si è svolta lo scorso 26 ottobre, a Sant'Agata Li Battiati, la terza edizione della manifestazione "Autori in divisa", promossa dall'Associazione Culturale "Graziella Corso", di Misterbianco, con la collaborazione del Comune  di Sant'Agata Li Battiati. L'iniziativa vuole promuovere la cultura del libro e della legalità attraverso la presentazione di opere di poliziotti che hanno la "passione di scrivere", autori in divisa, appunto. E nei locali della Biblioteca comunale del paesino etneo, alla presenza del sindaco, dott. Marco Rubino, dell'assessore alla cultura, Mario Pulvirenti, e di un folto e qualificato pubblico, tre poliziotti scrittori hanno presentato i loro libri: l'Assistente Capo Cristiana Zingarino, in servizio all'ufficio di Gabinetto presso la Questura di Catania, con il suo libro "Butta la lenza"; il Sovrintendente Capo Gianluca Granieri, in servizio alla Polizia di Frontiera dell'aeroporto di Catania, con il suo libro "Un milanese a Catania"; e l'Assistente Capo Coordinatore Francesco Manna, in servizio all'ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico presso la Questura di Catania, nonché fondatore e presidente dell'associazione "Graziella Corso", con il suo libro "Storie di tutti i giorni".

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Sabato, 03 novembre 2018 07:00:00 (743 letture)

(Leggi Tutto... | 5945 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Belpasso - Consiglio comunale dei Ragazzi al ballottaggio Ettore Messina e Giada Santangelo
Redazione
Il progetto del Consiglio Comunale dei ragazzi, proposto dal preside Giuseppe Adernò, coordinatore provinciale dei CCR, è stato ben accolto dalla Dirigente della scuola media "Martoglio" di Belpasso, Anna Spampinato, e dopo diversi anni di sosta riprende l'avventura delle elezioni del Sindaco dei Ragazzi. Con diligente impegno le docenti di Lettere delle classi seconde, coordinate dalla prof.ssa Mariella Chiantello, hanno svolto nella prima quindicina di ottobre le elezioni primarie, individuando 11 candidati a sindaco e 22 consiglieri che si sono aggregati in tre liste con tre originali motti: " Se vuoi arrivare primo corri da solo, se vuoi arrivare lontano, cammina insieme"; "Noi:una storia inseparabile"; "La vita non è trovare te stesso. La vita è creare te stesso". Alla luce di questi valori i candidati consiglieri hanno elaborato i programmi delle liste e li hanno comunicati a tutti i compagni riuniti in assemblea nel teatro della scuola.

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Giovedì, 01 novembre 2018 08:00:00 (716 letture)

(Leggi Tutto... | 5006 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Un vulcano di parole. Sabato 27 ottobre a Bronte
Redazione
Sabato 27 ottobre a Bronte, presso la Pinacoteca "Nunzio Sciavarrello" in Via Cardinale De Luca 14, alle ore 9.30 avrà luogo "Un vulcano di parole", evento aperto a tutti, organizzato dal presidente Carmelo Indriolo con la collaborazione di Grazia Emmanuele, dirigente scolastico dell'Istituto Superiore "Ven. Ignazio Capizzi", e il Comune di Bronte. Dopo i saluti del sindaco, Graziano Calanna, avverranno a ruota due appuntamenti: "Le colate raccontate", vulcanologia storica dell'Etna e narrativa surreale insieme tra esattezza scientifica e finzione letteraria, e "Etna patrimonio dell'umanità, manuale raccontato di vulcanologia e itinerari", volume edito da Giuseppe Maimone Editore. Il contenuto de "Le colate raccontate" questa volta sarà l'eruzione storica più importante del nostro territorio, quella del 1669, che in poco più di 4 mesi cambiò morfologia, usi e costumi della città di Catania e di una parte del fianco meridionale del vulcano. La presenterà il giornalista Gaetano Perricone e lo scrittore Sergio Mangiameli.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 25 ottobre 2018 08:30:00 (603 letture)

(Leggi Tutto... | 3708 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Lettera al Sindaco Pogliese
Redazione
All'on. Sindaco di Catania
On. Salvo Pogliese
Comune di Catania
Carissimo Signor Sindaco
Anche a nome dei Ragazzi Sindaci, e dei Genitori sento il dovere di farLe pervenire i più sentiti e vivi apprezzamenti per le lettera speciale inviata agli studenti in occasione dell'allerta meteo che ha determinato la chiusura delle scuole per due venerdì del mede di ottobre. Grazie per la bella lezione di Educazione Civica che ha offerto alla cittadinanza e ai giovani studenti, spiegando le motivazioni della chiusura delle scuole e declinando diritti e doveri che scandiscono la vita degli studenti nel corso dell'esperienza scolastica.
I riferimenti alle esperienze personali, caro Sindaco, La rendono vicino ai suoi cittadini, giovani e adulti, e la sua sensibilità umana e civica diventa monito di impegno e di responsabilità nell'uso della politica che ricerca il bene comune.

Il Coordinatore provinciale
Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Mercoledì, 24 ottobre 2018 07:30:00 (741 letture)

(Leggi Tutto... | 3924 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: La Scuola 'Narbone' a Firenze!
Istituzioni Scolastiche

Nei giorni 27 e 28 settembre 2018 l’Istituto Comprensivo “A. Narbone”, dirigenza scolastica prof. Francesco Pignataro, ha partecipato al seminario nazionale per l’accompagnamento delle indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’Infanzia e del primo ciclo di istruzione, nonché al tavolo inter-associativo intitolato “Saltamuri”. A Firenze la scuola ha partecipato al dibattito avviato da Italo Fiorin, che ha evidenziato l’importanza, per lo sviluppo della persona, di promuovere azioni e percorsi interdisciplinari, finalizzati alla restituzione di competenze chiave di cittadinanza.

Gabriella Longobardi

Postato da Daniele La Delia Venerdì, 12 ottobre 2018 17:03:34 (661 letture)

(Leggi Tutto... | 6319 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 2° Galà degli ex Allievi del Convitto “Mario Cutelli”.
Associazioni
Gli ex Allievi del Convitto Nazionale M. Cutelli, oggi Collegio Cutelli, si sono incontrati sabato 06 all’interno della Corte Vaccarini e del Refettorio, in occasione del “2° Galà degli ex Allievi”. E’ stata servita ai tavoli una cena con intrattenimento musicale che ha visto un’ottima partecipazione. Il Presidente dell’Associazione Prof. Filippo Galatà ha aperto la serata con i consueti saluti e ringraziamenti agli intervenuti. Dopo la cena, sono stati festeggiati gli ex Allievi “decani” quali l’Ing. Gaetano D’Emilio ed il Barone Cosimo Forte, ai quali è stata donata una targa ricordo. A tutti è stata donata una medaglietta in ricordo della serata che si è conclusa con l’augurio di poter ripetere l’anno venturo simile iniziativa.
Andrea Oliva
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 12 ottobre 2018 08:00:00 (1316 letture)

(Leggi Tutto... | 2180 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: Vangelo scomodo
Redazione
Una ricchezza incontestabile possiede la Chiesa: l'annuncio evangelico. Sta qui tutta la sua antica modernità, e la sua forza imperitura. Scriveva Manzoni nelle sue Osservazioni sulla morale cattolica: "Sono convinto che essa [la morale cattolica] è la sola morale santa e ragionata in ogni sua parte; che ogni corruttela viene anzi dal trasgredirla, dal non conoscerla, o dall'interpretarla alla rovescia [...] Tutto si spiega col Vangelo tutto conferma il Vangelo". Tuttavia il nostro tempo, gli uomini del nostro tempo, sembrano averlo dimenticato codesto magistero del vangelo. Una mentalità economicista dominante tende sempre più a defraudare l'uomo della sua spiritualità. Siamo al materialismo più becero e volgare: si è, in quanto si ha. L'egoismo e l'utilitarismo trionfanti ci allontanano sempre più dalla possibilità di concepire l'idea che si possa realizzare una fraterna e solidale unione per la difesa e lo sviluppo degli interessi comuni, pur nel rispetto della libertà delle singole persone e dell'autonomia di ciascuno; ci dispensano dal pensare che ogni anno più di trenta milioni di persone muoiono a causa di una alimentazione insufficiente. Ossia per fame. Ossia per mancanza di pane. Ossia per il fatto che tutta la ricchezza del nostro pianeta è concentrata nelle mani di poche centinaia di persone, mentre più del 60 % della popolazione mondiale vive in quella che è stata definita "fame assoluta", quantitativa e qualitativa!

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Domenica, 23 settembre 2018 12:00:00 (965 letture)

(Leggi Tutto... | 4745 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 3P. Padre Pino Puglisi, supereroe rompiscatole, di Marco Pappalardo
Redazione
Sicilia, Palermo, Brancaccio, il Vangelo, l'educazione, il bene comune, l'amicizia, la mafia, il degrado, il coraggio, il sorriso, la giustizia, la speranza. Sono tante le parole che racconta la straordinaria vita di Padre Pino Puglisi (detto 3P, 1937-1993, beatificato nel 2013), il quale, come sacerdote e come insegnante, ha donato le sue energie per i giovani, morendo ucciso dalla mafia, che ha avuto paura di lui. Nel "diario" padre Pino racconta di sé, condivide i suoi pensieri, ricorda momenti brutti e belli, insegna l'impegno per ciò che è buono, il desiderio di non arrendersi, la voglia di fare ciascuno qualcosa per migliorare la società. Ad arricchire la narrazione, diversi brani scritti da 3P e le originali illustrazioni di Massimiliano Feroldi. In più, in Appendice, sono riportate le parole di ricordo pronunciate da varie personalità, tra cui gli ultimi tre papi e il presidente Mattarella.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 14 settembre 2018 12:00:00 (840 letture)

(Leggi Tutto... | 4750 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Ricordo di Padre Giuliano
Redazione
La comunità cittadina di Sant'Agata Li Battiati si unisce nel ricordo di uno dei suoi figli illustri: il sacerdote Padre Luigi Giuliano, fondatore dell'Istituto scolastico "Santa Maria della Mercede" e del centro sportivo nel cuore della cittadina pedemontana. Venerdì 7 settembre alla ore 16 presso l'Istituto si terrà un momento di preghiera e di ricordi e grata riconoscenza e quindi il corteo si dirige presso la Chiesa Madre di S. Agata Li Battiati, dove l'Arcivescovo di Catania, Mons. Gristina, presiederà alle ore 17,00 la solenne concelebrazione di suffragio. Padre Giuliano, nato il 6 agosto del 1923, è stato ordinato sacerdote nel 1949 ha diretto per tanti anni il piccolo seminario di Trecastagni ed è stato rettore della Chiesa Madonna dell'Aiuto di Trecastagni. Negli anni Settanta ha dato vita alla sua opera organizzando una scuola paritaria eccellente , innovativa, tecnologica e di grande qualità, dove sono state formate intere generazioni di studenti e famiglie.
Postato da Giuseppe Adernò Venerdì, 07 settembre 2018 07:00:00 (805 letture)

(Leggi Tutto... | 3214 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Inaugurazione dell’anno scolastico all’isola d’Elba
Ministero Istruzione e Università
L'Istituto  Tecnico Commerciale "Cerboni" dell'Isola d'Elba ospiterà quest'anno la tradizionale cerimonia di apertura dell'anno scolastico. Alla presenza del Presidente della Repubblica, del Ministro dell'Istruzione e delle alte cariche dello Stato, il 17 settembre alle ore 16 si svolgerà la cerimonia inaugurale dell'anno scolastico con la partecipazione delle delegazioni di studenti, docenti e dirigenti delle scuole d'Italia che si sono distinte per il costante impegno nella crescita educativa, culturale e sociale dei cittadini di domani. La cerimonia sarà trasmessa in diretta RAI TV dalle ore 15,45. In rappresentanza della Sicilia Orientale parteciperanno alla manifestazione nazionale la delegazione dei Ragazzi Sindaci della provincia di Catania, guidata dal coordinatore provinciale, preside Giuseppe Adernò e saranno rappresentate le scuole "San Giovanni Bosco" di Catania e "Pluchinotta di S Agata Li Battiati con la dirigente Linda Piccione.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 05 settembre 2018 12:00:00 (661 letture)

(Leggi Tutto... | 3580 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dieci rose ai nuovi docenti dell'Istituto paritario San Vincenzo Catania
Istituzioni Scolastiche
Il primo giorno dell’anno scolastico all’Istituto San Vicenzo, scuola paritaria nel cuore della città, zona Monserrato, secondo la tradizione, il preside Giuseppe Adernò  ha accolto i docenti offrendo loro una rosa. L’Istituto continua la preziosa opera delle Figlie della Carità, con un gruppo di bambini di scuola dell’infanzia e primaria e  la  gestione  affidata ad un cooperativa di docenti e genitori assicura il servizio didattico ai bambini  della scuola dell’infanzia e primaria, accogliendo anche i bambini   di diverse nazionalità (inglesi, portoghesi, messicani, cileni ) i quali con la guida del maestro educatore Ivan Rizzotto  e dell’artista Giusy Messina sviluppano in maniera sperimentale il progetto didattico del metodo steineriano. L’aver messo al centro dell’attività didattica la crescita armonica del bambino,  in un  ambiente sereno e con le caratteristiche dello stile familiare qualifica il progetto educativo e il piano triennale dell’offerta formativa , rendendo gioiosa la permanenza a scuola dei bambini e rassicurando i genitori che affidano i piccoli a docenti qualificati e attenti alla crescita e allo sviluppo di ciascuno.

ist.s.vincenzo@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 05 settembre 2018 07:00:00 (786 letture)

(Leggi Tutto... | 4066 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: E’ finita l’estate?
Redazione
Bella l'estate che se ne va! Quest'anno poi è sembrata ancor più breve dell'altr'anno. Già nei cieli le nuvole fanno comunella e si incontrano pure, e sorridono in attesa del loro tempo, folate di vento ancora caldo scuotono i vetri delle città e le nostre fragili coscienze. E il tempo si colora d'attesa. A tratti avvertiamo ancora il patema d'animo dei nostri ragazzi nell'esame di Stato passato, e già consultiamo il sito della scuola, il calendario per gli esami di riparazione e gli adempimenti d'inizio anno scolastico. Mentre oramai solamente su WhatsApp, il "canale di comunicazioni ufficiose a carattere prettamente scolastico", apprendiamo dei trasferimenti e delle "migrazioni" dei colleghi, e con una semplice "rimozioni dell'utente" vengono cancellati volti e "stati", con l'immancabile saluto a base di lacrime e cuoricini (tanto un saluto non si nega a nessuno!).

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Venerdì, 31 agosto 2018 08:00:00 (674 letture)

(Leggi Tutto... | 4007 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: La metafora del ponte e le responsabilità dell’Educatore
Redazione
La tragedia del crollo del ponte Morandi di Genova ha occupato le colonne  e i palinsesti di tutti i social, segnando a lutto il ferragosto del 2018. Al doveroso ricordo delle vittime che hanno incontrato la morte in modo inatteso e imprevedibile, si sono aggiunte amare critiche ai costruttori e a quanti hanno il dovere di assicurare la manutenzione diligente e costante.
E’ in pericolo la vita del cittadino e l’incuria imperversa. Anche sotto i piloni del grande ponte di Modica e della nostra Autostrada Catania-Messina (conosco bene quelli di Letojanni) sono state costruite le case ed il pericolo è raddoppiato nella conta di eventuali danni, come a Genova, ove l’immane tragedia ha fatto registrare non solo i morti e i feriti, ma anche gli sfollati, perché costretti ad abbandonare le abitazioni.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Giovedì, 16 agosto 2018 12:00:00 (791 letture)

(Leggi Tutto... | 7224 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Nicolosi ricorda Gioacchino Russo Morosoli patron della Funivia dell’Etna
Redazione
Sono trascorsi cinque anni dalla tragica e improvvisa perdita dell'imprenditore Gioacchino Russo Morosoli, fondatore della Funivia dell'Etna, titolare dell'Unistar. I piccoli cantori del coro interscolastico "Vincenzo Bellini" di Catania, diretti dalla M° Daniela Giambra e le corali polifoniche " Giuseppe Tovini", "San Marco". S. Cuore", dirette dal M° Pietro Valguarnera, hanno animato il concerto memorial nella splendida cornice della villa comunale di Nicolosi. Presente la moglie Daniela Vinci, il figlio Francesco è stato ricordato quel "grande uomo, grande imprenditore che sempre sul solco della legalità è riuscito a creare una realtà economica importantissima per il tessuto economico etneo". Ora la sua opera è affidata al figlio Francesco, che sulle orme del Padre, continua l'opera anche di solidarietà sociale e di beneficenza, mediante la Fondazione che porta il suo nome e nell'occasione è stata istituita una borsa di studio, assegnata all'Istituto San Vincenzo di Catania, per assicurare la retta scolastica di uno studente meritevole e bisognoso.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 04 luglio 2018 18:00:00 (1413 letture)

(Leggi Tutto... | 4016 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dico e mi contraddico. Politica bislacca
Redazione
Molti i segnali negativi preoccupanti. In crescita la disoccupazione giovanile; in perdita le entrate dello Stato (leggasi evasione fiscale); in difficoltà il decollo economico; in crisi la famiglia e la scuola. Aggiungasi, - per non farci mancare nulla -, un triumvirato governativo che si muove a vista, e ogni giorno se ne inventa una nuova di politica! Nel frattempo, i principi valoriali, su cui poggia la trama del tessuto della convivenza civile, si sfilacciano a misura che, allentandosi tutti i freni inibitori che aprono la strada alla pratica del "ciò ch'ei piace, ei lice", ognuno si sente autorizzato ad avere il diritto di agire come vuole, fuori di ogni regola etica, di ogni senso della misura, e del rispetto degli altri. La società "liquida" del consumismo e dell'apparire sembra promuovere al successo una antropologia istintuale, tutta muscoli, priva di scrupoli, sfrontata arrivista egoista individualista, ecc. ecc.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 23 giugno 2018 12:00:00 (898 letture)

(Leggi Tutto... | 2944 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: Festa per l’Arma dei Carabinieri, a Catania celebrati i 204 anni dalla Fondazione nella caserma 'Vincenzo Giustino' di piazza Giovanni Verga
Rassegna stampa
Celebrazione per i 204 anni della fondazione dell'Arma dei Carabinieri; alla presenza delle Autorità cittadine, il Comandante Provinciale, Colonnello Raffaele Covetti, nella caserma "Vincenzo Giustino" di Piazza Giovanni Verga, ha illustrato i risultati operativi conseguiti dall'Arma etnea. Il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha ricordato l'anniversario in una nota: "si festeggia il 204.mo anniversario della fondazione dell'Arma dei Carabinieri. Oltre due secoli di storia, da quando Vittorio Emanuele I istituì a Torino il "Corpo dei carabinieri Reali" per difendere lo Stato e tutelare la sicurezza dei cittadini, non hanno scalfito quel legame indissolubile tra l'Arma e il territorio. Un rapporto sempre più intenso che vede nei militari, soprattutto con la presenza delle locali stazioni, indubbi punti di riferimento, oltre che irrinunciabili presidi di legalità ed espressioni concrete della presenza dello Stato.

Lella Battiato Majorana
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 19 giugno 2018 08:00:00 (1066 letture)

(Leggi Tutto... | 13504 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 'Storia di tutti i giorni', di Agata Sava e Francesco Manna. Un’avventura a quattro mani
Redazione
Leggere un libro è sempre una bella avventura. Sai come inizia, conosci il titolo, chi lo ha scritto, quant’è lungo, ma non sai mai cosa ci trovi dentro, non sai mai quando finisci di leggerlo, e quando finisci non sai come sei, come sei diventato, cosa ti è piaciuto, cosa hai imparato, cosa ti è rimasto dentro. Perché un libro è un mondo sconosciuto, un albero secolare, un mare in tempesta, un vulcano sonnecchiante, una notte d’amanti. Soprattutto se il libro è scritto da un amico, anzi da due amici, a quattro mani. Perché se è difficile scrivere un libro in solitudine, figurarsi scriverlo in due. Poi quando lo leggi ti sembra quasi di sentire il loro tono di voce, di percepire la cadenza, la battuta, il doppio senso; scorgi persino il loro sorriso, la gioia, le pause di tristezza, di malinconia, le righe di speranza, i sogni, i desideri; comprendi perché mettono le virgole, perché ad un tratto si fermano e mettono il punto. Capisci cosa vogliono dire con quell’allusione, perché usano quell’aggettivo, quel verbo, perché usano le virgolette. A tutto questo ho pensato leggendo il nuovo libro di Agata Sava e Francesco Manna, “Storie di tutti i giorni”, pubblicato di recente, per i tipi di Youcanprint Editore. Tra le sue pagine c’è di tutto, l’amore, la passione, lo scherzo, l’ira, la rabbia, la violenza, la fantasia.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Domenica, 17 giugno 2018 08:00:00 (1131 letture)

(Leggi Tutto... | 4430 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica al preside Giuseppe Adernò
Redazione
Il 2 giugno in occasione della Festa dell Repubblica, celebrata a Catania in Piazza Università, il preside Giuseppe Adernò, già Commendatore, ha ricevuto dal Presidente della Repubblica l'alta onorificenza di Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica. Ha consegnato il diploma il Prefetto di Catania S Ecc. dott.ssa Silvana Riccio. Hanno partecipato alla manifestazione i Ragazzi Sindaci, i docenti dell'UCIIM, i Cavalieri dell'ANCRI, i giornalisti dell'UCSI, gli amici del CAD e del Futurlab, associazioni nelle quali opera.
Al nostro Direttore responsabile, la Redazione di Aetnanet formula fervide felicitazioni per il meritato riconoscimento.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 05 giugno 2018 08:00:00 (821 letture)

(Leggi Tutto... | 2241 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Il professore, un compagno di viaggio
Redazione
docente non è come un trenoCaro studente, il tuo insegnante consideralo come un compagno di viaggio, un po’ più esperto di te perché ha studiato di più, ha letto di più, ha riflettuto, si è avventurato in certi percorsi, e via via ha imparato tante cose che tu non hai avuto ancora l’occasione di imparare. Detto ciò, caro studente, ricordati anche, però, che il tuo docente non è come un treno che, anche se dormi, ti porta all’arrivo. Se non collabori, se non hai interesse, se non recepisci i suoi suggerimenti, se dormi, appunto, salire sulla carrozza sarà come fare una inutile scarruziata. Tempu persu!

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 24 maggio 2018 07:00:00 (900 letture)

(Leggi Tutto... | 1604 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Codice di abbigliamento a scuola
Redazione
La buona educazione esige che si indossino abbigliamenti adeguati alle circostanze. Se si partecipa ad una cerimonia nuziale occorrono abiti adeguati, se si va al Quirinale, dal Papa, o in visita al Parlamento occorre indossare un abbigliamento idoneo, come pure se si va al mare o in campagna o in palestra si scelgono altri abbigliamenti. La scuola è un'istituzione di servizio pubblico che vede gli studenti protagonisti della loro formazione attraverso lo studio e l'approccio ai saperi della cultura e quindi, anche l'abbigliamento deve essere consono e adeguato al decoro e alle finalità della scuola. Un tempo si indossava il grembiule anche per non sporcarsi di inchiostro, oggi si usano le felpe o le tute, ma non è decoroso andare a scuola come se si andasse alla spiaggia o in discoteca. "Niente minigonne e rossetto per le ragazze, né canottiera o jeans strappati per gli studenti". Così recitano le circolari di alcuni dirigenti scolastici di Moncalieri e di Torino.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Giovedì, 10 maggio 2018 08:00:00 (1288 letture)

(Leggi Tutto... | 3230 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: L’insegnamento di un grande Papa
Redazione
Giocare la vita per grandi ideali. Scommettere su cose grandi. Andare oltre. Volere una Chiesa che esca per le strade, a difendersi da tutto ciò che è mondanità, immobilismo, comodità, da ciò che è clericalismo, da tutto quello che è l'essere chiusi in noi stessi. Non "bere la fede" come un 'frullato' perché essa va "bevuta intera". Andare controcorrente. Non pretendere di giudicare gli altri. E ancora, rivolto ai giovani: Non vogliamo giovani smidollati, giovani "del fin qui e non di più, né sì né no". Non vogliamo giovani che si stancano subito e vivono stanchi, con la faccia annoiata. Vogliamo giovani forti. Vogliamo giovani con speranza e con fortezza". Questo, il messaggio di Papa Bergoglio! Queste le parole di un pensiero che nel suo forte candore evangelico, è implacabile, non ha paura di andare controcorrente, e rifiuta schemi di verità precostituiti, e ogni forma di fondamentalismo clericale.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Domenica, 06 maggio 2018 08:00:00 (872 letture)

(Leggi Tutto... | 3349 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Populismo ... per risvegliare e rigenerare valori nuovi
Redazione
Cari intellettuali, politici letterati e filosofi, è inutile che arzigogoliate sul significato del termine "populismo", per dirne tutto il male possibile e immaginabile. Non vorrei che pensaste che tutto ciò che finisce in "ismo" sia da schedare sempre pregiudizialmente come prodotto scaduto e deteriorato. L'"ismo" di cui qui si fa cenno non è letteratura, non è una categoria concettuale! Populismo significa semplicemente questo: il popolo ha sete di giustizia, fame di lavoro e necessità di sicurezza. Finora ha sopportato, ma c’è un limite oltre il quale lecita è la rivolta, come atto maieutico che possa risvegliare e rigenerare valori nuovi per un nuovo ordine, inteso a dare una nuova dignità all’essere sociale.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Mercoledì, 25 aprile 2018 11:00:00 (917 letture)

(Leggi Tutto... | 1810 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Più letto di Oggi
Ancora Nessun Articolo.


Social AetnaNet
Cerca


Community
Community
Diventa utente attivo della community di Aetnanet!
Inviaci articoli, esperienze, testimonianze sul mondo della scuola.

scrivi a: redazione@aetnanet.org


Pubblicità
pubblicità su Aetnanet.org


Seguici
telegram facebook
google plus facebook
mobile twitter
youtube rss


Bandi PON

Contrasto alla povertà educativa: pubblicato il bando per 50 milioni
di m-nicotra

Bando selezione esperti madrelingua FSE/PON - ICS San Domenico Savio - San Gregorio di Catania
di s-tricomi

Concluso il Pon 10.2.5A-FSEPON-SI-2018-164 con i due moduli 'Maletto, tra arte e natura' e 'Panchine letterarie a Maletto all'IC Galilei di Maletto
di m-nicotra

Progetti PON all'Istituto Comprensivo 'P. A. Coppola': investire nella cultura e nell'apprendimento attivo
di m-nicotra

Avviso per la selezione di Esperti - IC Leonardo da Vinci di Castel di Iudica
di m-nicotra

Avviso di selezione personale esterno madrelingua INGLESE e FRANCESE Progetto 10.2.2A-FSEPON-SI-2017-185 Competenze di base Scuola Primaria
di m-nicotra

Bando per la selezione esperti esterni madrelingua inglese – I. C. 'G. Rodari' – Acireale
di p-bellia

Bando per la selezione esperti esterni – I. C. 'G. Rodari' – Acireale
di p-bellia

Proroga avviso pubblico per la fornitura pasti – servizio mensa per il Progetto 'Competenze di Base' PON 10.2.2A-FSEPON-SI-2017-487
di m-nicotra

Avviso pubblico per la fornitura pasti – servizio mensa per il Progetto 'Competenze di Base' PON 10.2.2A-FSEPON-SI-2017-487
di m-nicotra

Indice Progetti PON


Top Five Settimana
i 5 articoli più letti della settimana


Top Video
Video
Premiazione concorso #Zerobullismo, la tua storia contro il bullismo in rete - Liceo Classico 'Tommaso Fazello' di Sciacca
724 letture

Il Caffè filosofico al Liceo scientifico dell'IISS Francesco Redi di Belpasso
4065 letture

Riflessioni della maestra Margherita sull'Innovazione didattica a scuola di Giovanni Biondi - Presidente INDIRE
5855 letture

26 Novembre, manifestazione nazionale contro la violenza maschile sulle donne: le CattiveMaestre ci saranno
7012 letture

Human - Le fonti. Trovare il proprio posto
6567 letture

Sicilia, record dei beneficiati dalla legge 104 nella scuola, e Agrigento è la prima provincia per numero di applicazioni
9266 letture

La 5A Informatica di Belpasso discute di Rivoluzione industriale 4.0
9669 letture

L'unione fa la scuola - Palermo 24 ottobre 2015
7706 letture

NO DDL Scuola Renzi - Flash mob 09 maggio 15
13975 letture

Sciopero scuola 5 maggio 2015 Catania - No DDL Riforma Scuola
14549 letture



Articoli Precedenti
Seleziona il mese da vedere:

  Agosto, 2019
  Luglio, 2019
  Giugno, 2019
  Maggio, 2019
  Aprile, 2019
  Marzo, 2019
  Febbraio, 2019
  Gennaio, 2019

[ Mostra tutti gli articoli ]


Chi è Online
Benvenuto Anonimo
Se ancora non hai un account clicca qui per registrarti



Utenti registrati:
Ultimo: gmirabella
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 11170

Persone Online:
Visitatori: 221
Iscritti: 0
Totale: 221

Traffico Generato
Anonimi: 221 (100%)
Registrati: 0 (0%)
Numero massimo di utenti online:221
Membri:0
Ospiti:221
Ultimi 5 Registrati
gmirabella
    Jan 28, 2017.
raffagre
    Jan 28, 2017.
gvaccaro
    Jan 28, 2014.
mrdinoto
    Jul 09, 2013.
sostegno
    Jul 09, 2013.

Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2002

Pagine visitate
· Visitate oggi 1,612
· Visitate ieri 63,839

Media pagine visitate
· Oraria 3,126
· Giornaliera 75,035
· Mensile 2,282,340
· Annuale 27,388,081

Orario Server
· Ora

00:29:38

· Data

25 Aug 2019

· Zona

+0200

© Weblord.it


contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.34 Secondi