Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 507478830 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
settembre 2020

Graduatorie Provinciali ad esaurimento definitive del personale docente di ogni ordine e grado nonché del personale educativo, aggiornate ed integrate in applicazione del D.M n.36 del 23 giugno 2020, per l’anno scolastico 2020/2021 - Rettifiche
di a-oliva
1983 letture

Atlantide e la spiritualità (Parte 1a)
di m-nicotra
1877 letture

Il meglio del giallo in salsa svedese con contorno nordico
di a-oliva
1722 letture

Inizia la scuola, inizia la scalata ...
di a-battiato
1702 letture

Test sierologico personale scolastico del liceo Cutelli di Catania
di m-nicotra
1658 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Recensioni
Recensioni

·Kaleidoscopio di Enzo Randazzo alla Fondazione Verga di Catania
·All'Ursino Recupero presentato il volume dell'italianista Maria Valeria Sanfilippo
·Venerdì 7 luglio, alle 17:00, all’Ursino Recupero (via Biblioteca 13), avrà luogo la presentazione del volume “Giuseppe Bonaviri e le Novelle saracene” (ed. Aracne) di Maria Valeria Sanfilippo
·La Madonna dei Bambini a Sant’Agata La Vetere
·Un libro per amico, 'Un milanese a Catania' di Gianluca Granieri


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Costume e società: Premiati gli eroi del quotidiano. IV Convegno Nazionale del Parlamento della legalità
Redazione
“Maledetta la terra che ha bisogno di eroi!” Nell’esercizio della professione, e del proprio mestiere ciascun cittadino diventa eroe, se svolge questi compiti in maniera corretta, puntuale, responsabile, contribuendo alla costruzione del bene comune e allo sviluppo culturale, morale e civile della società umana.
I valori dei “ diritti, doveri e legalità” che regolano il vivere civile, s’intrecciano in una concatenazione inscindibile e quando accadono particolari eventi che colpiscono l’opinione pubblica, emerge il caso, si esalta il coraggio, si ammirano la forza e la coerenza e scatta il dovere del ricordo, della memoria e della gratitudine.
Su questi temi è stato celebrato il 5 settembre a Poggio San Francesco - Monreale il IV Convegno Nazionale del Parlamento della Legalità Internazionale sul tema: Dovere, Legalità e Gratitudine: quando le persone normali diventano Eroi”.
Durante la mattinata si sono alternati sul palco momenti di saluti, di confronto, di dibattito in linea con gli obiettivi del movimento culturaleinterconfessionale e interreligioso che trova le sue radici nella “sete” di Verità e Giustizia a partire dalle stragi di Capaci e via D’Amelio. 
L’impegno di cooperare allo sviluppo del territorio e insieme divenire artefici e protagonisti di un presente che guarda al futuro e al domani dei giovani ha motivato i numerosi partecipanti provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Domenica, 13 settembre 2020 07:00:00 (1530 letture)

(Leggi Tutto... | 16830 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: “Dovere, Legalità, Gratitudine, quando le persone normali diventano eroi”. Convegno del Parlamento della Legalità a Monreale
Redazione
Sabato 5 settembre 2020 presso il Centro “Maria Immacolata” - Poggio San Francesco - Monreale avrà luogo il IV Convegno del Parlamento della Legalità Internazionale sul tema "Dovere Legalità, Gratitudine: quando le persone normali diventano Eroi".
L'evento, che gode del Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, mira a rafforzare il dialogo interconfessionale con tutte quelle realtà che condividono i grandi valori della vita, proponendo Uomini e Donne che hanno sacrificato la vita per una cultura di fraternità e di solidarietà, sollecitando tutti ad essere Testimoni e Ambasciatori di Vita sul sentiero della Speranza.
Nell’invito al convegno il presidente Nicolò Mannino ricorda le parole di Paolo Borsellino dopo la morte dell'amico Giovanni Falcone: “Abbiamo un grande debito e lo dobbiamo pagare gioiosamente " e con questo impegno, docenti, studenti delegati delle 38 ambasciate della legalità e operatori sociali s’incontrano a livello nazionale, nel rispetto delle norme di prevenzione.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Giovedì, 03 settembre 2020 08:00:00 (504 letture)

(Leggi Tutto... | 4783 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: La Lingua siciliana. Appunti per una corretta comprensione
Redazione
Parleremo del Siciliano, la lingua “addutata” (avuta in dono) dai nostri padri, ascoltata sin dalla più tenera età, nelle viscere delle nostre madri, imparata nell’infanzia, a casa, con i compagni di giochi, ancora prima d’andare a scuola. La lingua Siciliana è l’idioma parlato dagli abitanti della Sicilia, “considerato” dialetto, forse perché non ha avuto un esercito che l’abbia sufficientemente difesa, e un’università che l’ha custodita, studiata e codificata. Ma il siciliano, a differenza degli altri dialetti in uso in tutt’Italia, tolte alcune divergenze fonetiche locali e alcune tipiche inflessioni marginali, conserva una sorprendente uniformità, preserva un’unità grammaticale, grafica e fonetica, che la rende unica e originale e, per molte espressioni e modi di dire, intraducibile in altre lingue. Con il linguaggio comunichiamo, pensiamo, ci esprimiamo, ci orientiamo, ci facciamo riconoscere e riconosciamo l’altro, e gli altri. La lingua ci fa “essere”, ci dà identità, ci rende liberi. La lingua dà sostanza alla vita. E il dialetto siciliano è l’identità di un popolo, crea l’unità spirituale e culturale della comunità, produce cultura e sapere, determina condivisione del pensiero, della memoria, della tradizione, degli usi, dei costumi, delle credenze, della religione.
Perché la lingua, e il dialetto in particolare, manifesta in maniera evidente e semplice l’identità di una comunità, ne definisce i confini, le estensioni, le profondità, le attitudini e le abitudini; ne esprime i pensieri, i sentimenti, i ricordi, il modo di vivere; la lingua, più di ogni altro “elemento”, rappresenta il pathos d’un popolo; connota pienamente la comunità nazionale; segna in maniera netta, precisa, la cultura della società; ne circoscrive la sua origine, l’etnia, la storia, l’evoluzione sociale. La lingua costituisce la “bandiera” ideale e culturale di un popolo, il suo segno distintivo e di riconoscimento, marca i caratteri e ne misura la caratura, la sua propulsione a guardare al passato e al futuro, per contenere e comprendere l’evoluzione.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Domenica, 23 agosto 2020 09:00:00 (1942 letture)

(Leggi Tutto... | 16524 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: Coronavirus, la Sicilia a un passo da essere territorio Covid free
Rassegna stampa
19 giugno 2020
La Sicilia ad un passo dall'essere territorio Covid free. E' il risultato del delicato processo di allineamento dei dati relativi all'emergenza Coronavirus curato dall'osservatorio epidemiologico dell'assessorato della Salute in collaborazione con i dipartimenti di prevenzione delle Asp. Tale procedura, condotta in maniera analoga anche in altre Regioni del Paese, è stata avviata già nelle scorse settimane per avere un quadro preciso della situazione relativa ai soggetti attualmente positivi.
Va ricordato che dall'inizio dell'emergenza, la Sicilia, attenendosi scrupolosamente alle linee guida ministeriali, oltre a trasmettere alla Protezione civile i dati provenienti dai laboratori, dagli ospedali e dai dipartimenti delle Asp, ha caricato i record su una piattaforma informatica predisposta dall'ISS.
La procedura, appena ultimata, ha pertanto permesso l'allineamento dei due flussi tenendo conto delle progressive guarigioni cliniche di cittadini che sono stati singolarmente ricontrollati e dei tamponi. Il dato, inoltre, è stato raggruppato per domicilio (e non per residenza). Ad oggi i soggetti attualmente positivi sono in totale 153 tra pazienti ospedalizzati e in isolamento domiciliare. Gli uffici siciliani trasmetteranno domani all'Unità di crisi nazionale il dato allineato.
Va chiarito, infine, che i dati diffusi fin dall'inizio dell'emergenza hanno costantemente fotografato l'andamento epidemiologico del Coronavirus in Sicilia che oggi risulta essere quasi Covid Free.

pti.regione.sicilia.it
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 19 giugno 2020 15:50:44 (926 letture)

(Leggi Tutto... | 4812 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 'L’estate di Arturo', l’ultima fatica letteraria di Francesco Manna
Redazione
Pubblicato di recente per i tipi della Youcanprint, l’ultimo libro di Francesco Manna, “L’estate di Arturo”, sta già riscuotendo un buon successo di lettori e di critica. E’ il suo primo “romanzo giallo”, dove racconta la storia di un adolescente che, per un banale incidente stradale, si ritrova ingessato e costretto a stare a letto, e da casa sua comincia a notare strani movimenti di uomini e donne intorno al suo isolato, che destano la sua attenzione. Infine, suo malgrado, si ritrova testimone di un efferato delitto. Arturo, “fisico atletico, alto, magro, capelli neri e lisci”, è un quattordicenne assennato e maturo, nonostante la sua giovane età, ed è, soprattutto, un ragazzo curioso e desideroso di conoscere il mondo e di fare incetta di esperienze. E l’amore corrisposto per una compagna di classe è l’esperienza più bella, come per tutti i ragazzi della sua età, il desiderio di incontrarsi, di “conoscersi” studiando insieme, di assaporare emozioni, sguardi, le prime pulsioni amorose.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Giovedì, 18 giugno 2020 07:00:00 (901 letture)

(Leggi Tutto... | 5034 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Fase 3, Musumeci: 'L'Isola torna sempre di più alla normalità'
Rassegna stampa
14 giugno 2020
Si ritorna sempre di più alla normalità in Sicilia. Visto l'andamento della situazione epidemiologica, il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha firmato una nuova ordinanza che, a partire da lunedì, consentirà il riavvio, nell'Isola, di numerose attività economiche e sociali.
In particolare, potranno riaprire: sale giochi, sale scommesse e sale bingo; sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso, nonché le fiere e i congressi; centri benessere, centri termali (fatta eccezione per l'erogazione delle prestazioni rientranti nei Livelli essenziali di assistenza che sono erogate nel rispetto della vigente normativa), centri culturali e centri sociali; comprensori sciistici; servizi ristorazione; attività dei servizi alla persona; stabilimenti balneari e spiagge di libero accesso.


pti.regione.sicilia.it
Postato da Andrea Oliva Domenica, 14 giugno 2020 10:15:39 (1158 letture)

(Leggi Tutto... | 9580 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Elezioni amministrative, in Sicilia 62 Comuni al voto il 4 e 5 ottobre
Comunicati
12 giugno 2020
Si svolgeranno il 4 ottobre le elezioni amministrative in 62 Comuni dell'Isola. Lo ha deciso il governo Musumeci, su proposta dell'assessore alle Autonomie locali, Bernardette Grasso. L'eventuale ballottaggio è fissato per il 18 ottobre. A essere coinvolti dalla tornata elettorale straordinaria- a seguito del doppio rinvio deciso per contenere i rischi sanitari derivanti dalla diffusione della pandemia da Covid 19 - saranno oltre 810 mila siciliani. In precedenza, le elezioni erano state fissate il 24 maggio (ballottaggio il 7 giugno) e successivamente il 14 giugno (ballottaggio il 28). Ma, in entrambi i casi, visto l'evolversi della situazione emergenziale dovuta all'epidemia, la tornata elettorale era stato rinviato al secondo semestre 20202, in una data compresa tra il 15 settembre e il 15 novembre. A seguito dell'emergenza Covid 19, in questa tornata elettorale le urne saranno aperte due giorni: domenica (dalle 7 alle 22) e lunedì (dalle 7 alle 14) Lo scrutinio delle schede si terrà immediatamente dopo la conclusione delle votazioni. La costituzione dell'Ufficio elettorale, nei vari seggi, avverrà il sabato pomeriggio.

pti.regione.sicilia.it
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 12 giugno 2020 14:37:59 (920 letture)

(Leggi Tutto... | 7225 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Caro-voli, Musumeci: 'Un biglietto unico per i collegamenti Alitalia'
Comunicati
11 giugno 2020
«Chiediamo un biglietto unico con Alitalia, al di là del giorno di prenotazione. Non è possibile continuare a subire capricci e angherie da parte della compagnia di bandiera, la cui politica scoraggia la mobilità dei siciliani». Il presidente della Regione Nello Musumeci è stato molto netto, questa mattina all'aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo, nell'incontro tra la giunta regionale e una delegazione di trenta sindaci di tutta l'Isola, guidata dal presidente dell'Anci Sicilia, Leoluca Orlando. Nel corso della riunione è stato approvato un documento congiunto che verrà inviato al governo nazionale per esprimere una vibrata protesta nei confronti di Alitalia per la «inaccettabile radicale riduzione e, in alcuni casi, perfino la soppressione, delle tratte operate da e per la Sicilia».

pti.regione.sicilia.it
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 12 giugno 2020 13:57:44 (883 letture)

(Leggi Tutto... | 9073 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Immuni, già 500.000 download: scala le classifiche delle app più scaricate
Rassegna stampa
Immuni, l’app scelta dal Governo italiano che dovrebbe essere di aiuto a combattere l’epidemia di COVID-19, è già un successo e in un solo giorno ha scalato la classifica della app più scaricate sia su Android sia su iOS.
Secondo quanto dichiarato da ministro per l’Innovazione Paola Pisano, durante un’intervista al TG1, l’app è stata scaricata 500.000 volte in sole 24 ore. L’app, creata da Bending Spoons, sin dai primi minuti della disponibilità, è stata scaricata da moltissime persone, piazzandosi in poco tempo alle spalle di big come Zoom (app scaricatissima negli ultimi tempi per via del coronavirus che ha costretto tanti a trovare nuovi modi per lavorare da casa), TikTok, Whatsapp, Intagram, YouTube, Gmail.
Il segnale è incoraggiante. Tutti desideriamo ridurre la diffusione dell’epidemia, ridurre i rischi alla salute dei nostri cari e tornare al più presto a una vita normale. Immuni gioca un ruolo importante nella realizzazione di questi obiettivi. Grazie al sistema di notifiche di esposizione, l’app permette di avvertire gli utenti che sono stati in prossimità di un utente contagioso, suggerendo l’isolamento e di contattare il proprio medico di medicina generale.

Mauro Notarianni
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 03 giugno 2020 08:00:00 (918 letture)

(Leggi Tutto... | 8257 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Catania, per andare a messa basterà un clic. Fra Massimo Corallo, parroco di Santa Maria di Gesù, ha ideato una pagina sul sito internet della chiesa per velocizzare le prenotazioni
Rassegna stampa
Per andare a messa basterà un clic. E' l'idea di un parroco di Catania, frà Massimo Corallo, che ha ideato un metodo veloce per eliminare le chiamate telefoniche e eventuali code all'entrata della chiesa. Sulla pagina del sito della chiesa Santa Maria di Gesù, al centro della città, è stata creata una pagina dedicata alle prenotazioni per gli 82 posti della parrocchia. Un percorso molto simile a quello delle prenotazioni online per andare a teatro o al cinema. Frà Massimo Corallo è anche un docente universitario di comunicazione sociale e ha pensato di snellire la procedura della prenotazione dei posti in chiesa per assistere alla messa. Niente telefonate o turni fisici. Il nuovo decreto prevede che nelle parrocchie i posti a sedere dovranno essere distanti uno dall'altro almeno un metro e mezzo. Non potranno accedere i fedeli per occupare posti in piedi ma solo sulle sedie.

di Romina Marceca da “la Repubblica”
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 18 maggio 2020 07:00:00 (1147 letture)

(Leggi Tutto... | 3272 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: L’Arcivescovo di Catania in preghiera nella cappella di Sant’Agata per la fine della pandemia.
Redazione

Una preghiera a Sant’Agata nella cappella che conserva le sacre reliquie in Cattedrale è stato il segno di devozione che l’Arcivescovo Salvatore Gristina ha compiuto sabato 21 marzo.
Solo, senza la partecipazione di fedeli, secondo le disposizioni governative, l’Arcivescovo ha pregato a nome di tutti i catanesi devoti della concittadina Martire  Agata.

O amata nostra Sant’Agata, tu che hai sperimentato l’assistenza del Signore durante le sofferenze del martirio, ottienici abbondanza di fede e di speranza. T’invochiamo per le nostre famiglie, le persone anziane, i bambini e i giovani della nostra Città e del territorio che tante volte hanno sperimentato il tuo potente patrocinio. Aiutaci a stare vicini, anche con i mezzi di comunicazione, a tutti e particolarmente alle persone che soffrono per la solitudine o che si sentono abbandonate.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Sabato, 21 marzo 2020 10:40:36 (1446 letture)

(Leggi Tutto... | 8885 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dopo Sant’Agata - Culto e devozione. Le Candelore abbiano un rettore spirituale
Redazione
Nel comune linguaggio dei catanesi l’anno solare ha centro la festa di Sant’Agata per cui è comune l’espressione “Prima di Sant’Agata” e “Dopo Sant’Agata”. Nell’incontro, che ha avuto luogo presso la Sala Consiliare di Palazzo degli Elefanti sul tema “Dopo Sant’Agata: culto e devozione”, è stato condiviso il concetto che per i catanesi Sant’Agata non ha un tempo “prima e dopo”, ma è sempre viva e presente, perché segno e vita della devozione e del culto di un popolo che nella giovane Martire si ritrova e converge. Anche il poeta Micio Tempio, noto per il suo linguaggio, parlava sempre con rispetto di Sant’Agata, ed ha usato la metafora della “calamita”, perché S. Agata attira e unisce.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 24 febbraio 2020 10:05:03 (1763 letture)

(Leggi Tutto... | 4575 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Per non dimenticare
Redazione
L'unico progresso cui tutti noi umani dovremmo essere interessati è quello interiore. Solo se smetteremo di odiare e di essere succubi di ideologie aberranti, e di assurdi pregiudizi razziali, potrà cambiare qualcosa. Nessuna idea, nessun obiettivo può giustificare l'odio, la sofferenza, la persecuzione, la tortura, la oppressione e la morte di un uomo NOSTRO SIMILE E FRATELLO. (Tra il 1933 e il 1945, furono circa 15-17 milioni le vittime dell'Olocausto ), 27 gennaio 2020 giornata della memoria dell'olocausto. Nei campi di sterminio nazisti furono istituite delle squadre speciali chiamate "Sonderkommando", composte da prigionieri che avevano il compito di far funzionare i forni crematori e le camere a gas. Il compito dei "Sonderkmmando" consisteva nel recuperare i cadaveri e provvedere al loro incenerimento nel crematorio. Ad Auschwitz si avvicendarono 12 Sonderkommando, ognuno dei quali utilizzava da 700 a 1000 addetti. Da aggiungere che i componenti delle "squadre speciali" , in quanto testimoni scomodi delle atrocità compiute, venivano periodicamente eliminati.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Venerdì, 24 gennaio 2020 14:00:00 (951 letture)

(Leggi Tutto... | 2995 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Amministrare la giustizia con scienza e coscienza
Redazione
Ci sono norme morali non scritte ma eterne nel cuore dell’uomo (come, per fare solo un esempio: le leggi della pietà), che un giudice, "prudente", non può eludere, né violare o ignorare. Il Diritto, evidentemente, da solo non basta; è la giustizia, con la sua sete di verità, che deve inverarlo, vedendo dove altri non vedono, andando "oltre" il puro criterio "oggettivo" della norma che impone di attenersi, nel giudicare, alla semplice valutazione dei “fatti” nudi e crudi.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Mercoledì, 08 gennaio 2020 10:00:00 (881 letture)

(Leggi Tutto... | 1800 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Laura Honoris causa a Nicolò Mannino. Presidente del Parlamento delle Legalità Internazionale Multietnico
Redazione
Il magnifico Rettore ISFOA Libera e Privata Università di Diritto Internazionale, Stefano Masullo ha comunicato il conferimento della " Laurea Honoris Causa" in Economia e Tecniche delle relazioni Sociali ed Internazionali, al presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, Nicolò Mannino, docente di Religione Cattolica presso l'Istituto "Ferrara" di Palermo. La laurea che sarà consegnata il 24 gennaio nella splendida sala del Teatro  Stabile di Potenza, premia l'impegno culturale e sociale di promozione della cultura della legalità, condotto dall'instancabile e dinamico presidente che, diffondendo tra gli studenti il seme della legalità, dell'impegno, della responsabilità personale e della coerenza tra il dire e il fare, ha promosso in tutto il territorio nazionale ben 40 Ambasciate che aggregano gli studenti, i militari, i pazienti degli ospedali, nell'essere testimoni credibili di valori ed oltre alle 23 cittadinanze onorarie e a cinque premi nazionali per la cultura, è autore di 25 pubblicazioni, tra le quali: "Peccatori sì, corrotti mai " e "Profeticamente scomodi".

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Sabato, 28 dicembre 2019 08:00:00 (1461 letture)

(Leggi Tutto... | 3498 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Per un Natale migliore
Redazione
Natale è un giorno della nostra infanzia. È un giorno di gioia, di festa, di stupore, d’innocenza. E di mistero. A Natale pensiamo alla vita, alla nostra vita. Pensiamo agli inizi, agli albori, ai primi vagiti, ai primi passi. Pieni di speranze, di attese, di sogni, di desideri. Come per quel bambino, come per ogni bambino di ogni tempo e di ogni latitudine. Forse l’uomo, ogni uomo, non sarà più tanto uomo come lo fu quel bambino, in quella grotta, in quel momento, ai confini dell’impero, e come lo fummo noi da bambini, tanti anni fa, accanto ai nostri genitori. Forse non ci sarà più un’unione, una condivisione, una “connessione” così intima, così carnale, così umana e divina, tra l’uomo e la natura come in quella notte, in quella grotta. Perché la nascita è sempre un atto di ribellione, di rivincita, di riscatto, di rottura. E perché la grotta di Betlemme è metafora, simbolo, emblema di tutte le nascite e di tutte le grotte del mondo. Della vita e della morte. Della ricchezza e della povertà.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Mercoledì, 25 dicembre 2019 00:05:00 (1182 letture)

(Leggi Tutto... | 4449 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Premio Giulio Regeni. Il 15 gennaio tesi di laurea per la tutela dei diritti umani in ambito economico, sociale e politico
Redazione
Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, ha istituito cinque premi intitolati a Giulio Regeni, ragazzo sindaco, giovane dottorando italiano dell'Università di Cambridge torturato e ucciso in Egitto nel 2016, dov'era per svolgere la sua attività di ricerca. Il coordinamento dei Consigli Comunali dei Ragazzi è grato al Ministro Fioramonti per tale segno di attenzione nel ricordare un piccolo eroe, che sui banchi di scuola e anche come Sindaco dei Ragazzi di Fiumicello, ha appreso la cultura dell'impegno, della coerenza, della ricerca del bene comune. I premi sono stati istituiti con un decreto del Ministro Lorenzo Fioramonti d'intesa con la famiglia del ragazzo e saranno conferiti ogni anno il 15 gennaio, in occasione della data di nascita del giovane ricercatore.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Lunedì, 23 dicembre 2019 08:00:00 (1357 letture)

(Leggi Tutto... | 3447 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dico e mi contraddico: L'uomo non è un burattino
Redazione
Se l'uomo fosse un burattino in balia dei propri appetiti, sarebbe una bestia piuttosto che un essere razionale - Per fortuna egli è un animale che sa controllare gli impulsi istintivi; è la cultura dell'umanesimo cristiano che lo salva, rendendolo capace di interagire con i suoi simili in forza della sua intelligenza e della civiltà della parola "aperta" al dialogo, e sensibile all'ascolto delle ragioni dell'altro. Si direbbe che l'uomo si ritrova e si scopre tutto nelle le sue azioni consapevoli e volontarie. Come scrive L. von Mises: "In principio c'era l'atto [...] Il concetto di uomo è soprattutto il concetto di un essere che agisce;... di un essere che aggiusta il suo comportamento deliberatamente", in modo "cosciente e responsabile". Ciò non significa che l'uomo non possa sbagliare. Errare - si sa - è umano. Ma gli sbagli sono sempre "personali", cioè imputabili all'"azione individuale ", non si possono demandare alla società, poiché "la società - afferma sempre L. von Mises - non esiste che nelle azioni degli individui".

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Mercoledì, 18 dicembre 2019 08:00:00 (1262 letture)

(Leggi Tutto... | 2773 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Francesco, buon compleanno!! L’insegnamento di un grande Papa
Redazione
Giocare la vita per grandi ideali. Scommettere su cose grandi. Andare oltre. Volere una Chiesa che esca per le strade, a difendersi da tutto ciò che è mondanità, immobilismo, comodità, da ciò che è clericalismo, da tutto quello che è l'essere chiusi in noi stessi. Non "bere la fede" come un 'frullato' perché essa va "bevuta intera". Andare controcorrente. Non pretendere di giudicare gli altri. E ancora, rivolto ai giovani: Non vogliamo giovani smidollati, giovani "del fin qui e non di più, né sì né no". Non vogliamo giovani che si stancano subito e vivono stanchi, con la faccia annoiata. Vogliamo giovani forti. Vogliamo giovani con speranza e con fortezza". Questo, il messaggio di Papa Bergoglio!
Queste le parole di un pensiero che nel suo forte candore evangelico, è implacabile, non ha paura di andare controcorrente, e rifiuta schemi di verità precostituiti, e ogni forma di fondamentalismo clericale.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Martedì, 17 dicembre 2019 09:00:00 (1220 letture)

(Leggi Tutto... | 3308 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Alberto Angela a Catania come una rockstar. Riprese anche sull'Etna
Rassegna stampa
Il divulgatore più amato della tv sta girando una puntata del programma "Meraviglie" per Rai1. Riprese al Monastero dei Benedettini tra l'entusiasmo degli studenti.
Lo hanno atteso davanti al portone, lo hanno inondato di foto, selfie e libri da autografare. Alberto Angela, il divulgatore più amato della tv, è a Catania per girare una puntata del suo programma “Meraviglie” e gli studenti del Monastero dei Benedettini lo accolgono come una rockstar. Il celebre conduttore che racconta la grande bellezza del nostro Paese, che con eleganza e passione riesce a contagiare l’emozione della scoperta anche ai ragazzi, sta realizzando in questi giorni una puntata tra i crateri dell’Etna, dove ha girato questa mattina, e Catania, con un passaggio anche a Randazzo. Massimo riserbo sulle riprese, ma nella puntata potrebbero esserci anche altri luoghi simbolo della città. “Meraviglie, la penisola dei tesori”, che l’anno scorso ha ottenuto più di 4 milioni di spettatori, tornerà in onda su Rai1 dal 4 gennaio.
Centinaia di studenti, armati di entusiasmo e telefonini, appiccicati alle vetrate lo hanno seguito da lontano mentre girava nei chiostri venerdì e sabato scorsi.

di Ombretta Grasso "LaSicilia" del 15/12/2019
Postato da Andrea Oliva Domenica, 15 dicembre 2019 08:58:14 (1474 letture)

(Leggi Tutto... | 4569 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 'La scapigliatura tra solitudine e trasgressione' il nuovo libro di Norma Viscusi
Redazione
Il Comune di Paternò e la Città Metropolitana di Catania organizzano per giovedì 21 novembre 2019, alle ore 17.30, presso la Biblioteca Comunale, di Paternò, via Monastero, 1, la presentazione del libro, "La scapigliatura tra solitudine e trasgressione. Lo spazio di Dio in Tarchetti, Rovani e Dossi" (Bastogi Editore Roma, 2019), di Norma Viscusi. All'incontro interverranno il prof. Francesco Diego Tosto, docente di Letteratura Religiosa e Storia del Cristianesimo presso l'I.S.S.R. "San Luca", Catania; il prof. Francesco Giordano, storico e la dott.ssa Gabriella Cirino, giornalista. Sarà presente l'autrice. Il volume di Norma Viscusi sulla Scapigliatura e i suoi scrittori offre una visione interessante, originale, approfondita, ben documentata e, soprattutto, meno spigolosa e controcorrente del movimento letterario di fine Ottocento.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 19 novembre 2019 07:00:00 (1300 letture)

(Leggi Tutto... | 3183 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Il muro di Berlino, ovvero Càlati juncu ca passa la china!
Redazione
C'era una volta il muro di Berlino. Lo diremo ai nostri figli, lo leggeremo nei libri di storia, ne sentiremo parlare in radio o in televisione, ne cercheremo notizie su Internet. C'era una volta il muro di Berlino, che divideva in due la città. Per la verità, da chi l'aveva costruito, veniva chiamato "Barriera di protezione antifascista" (quando anche le parole fanno politica!), era un sistema di fortificazione, un muro di mattoni - in seguito di cemento armato - lungo più di 150 Km e alto 3,60 m, iniziato il 13 agosto 1961, dal governo della Germania Est (Repubblica Democratica Tedesca), per impedire il "passaggio di persone e spie nemiche" verso la parte occidentale della città di Berlino, nel territorio della Repubblica Federale di Germania. Divideva a metà, come una lama di coltello, la città che fu la capitale del Terzo Reich, la città rasa al suolo dall'Armata Rossa, la città sconfitta nella Seconda guerra Mondiale. Che ancora sul selciato sotto la porta di Brandeburgo, a due passi dal muro, si sentiva il "passo d'oca" dell'esercito del Fuhrer.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Domenica, 10 novembre 2019 07:00:00 (1036 letture)

(Leggi Tutto... | 4842 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Non fatevi manovrare nelle piazze dei politicanti, e non andate dietro vessilli falsi e bugiardi
Redazione
Cari studenti,
Lo so: si vive in tempi calamitosi e di estrema precarietà. La crisi economica ci deprime . E non è tempo di fare prediche o appelli lirici, né di salire in cattedra per fare predicozzi, specie a voi, giovani delusi, sfiduciati, indignati e disorientati nella selva oscura della casta politica che ci "sgoverna"! Ma una cosa la voglio dire. Una consegna desidererei che osservaste: non fatevi manovrare nelle piazze dei politicanti, e non andate dietro vessilli "falsi e bugiardi". Siate voi gli artefici del vostro destino; non affidatevi alla faciloneria demagogica delle parole di chi, gattopardescamente, promette di voler cambiare tutto per non cambiare nulla. Né a quelle di chi grugnisce ( per pigrizia e povertà di spirito), per dire che non c'è nulla da fare e non resta che rassegnarsi. Insomma: non siate sordi e passivi consumatori di ciò che vi appartiene di diritto; riprendetevi il vostro tempo, la vostra vita, il vostro futuro con le vostre scelte. Riprendetevi la cultura, la storia, il sapere identitario dei vostri padri. Cambiare? Si può.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Domenica, 03 novembre 2019 10:00:00 (961 letture)

(Leggi Tutto... | 3891 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Litigare fa bene
Redazione
Litigare, in via propedeutica, fa bene! Può avere anche una funzione educativa il litigio; può contribuire a incidere positivamente nella formazione del carattere. Un ragazzino che non bisticcia mai con i suoi compagnetti, che non ha un moto di stizza mai, che non conosce il confronto, lo scontro anche, se necessario, che non reagisce per "educazione", ma sempre subisce, non mi pare antropologicamente uno ben "formato", ossia pronto all'agone della vita, che è anche lotta per la sopravvivenza; né tantomeno si può crederlo tout court uno stinco di "santo". Litigare, in certi casi, oltre a non far male, è necessario: nella realtà della vita non sempre si può essere con tutti d'accordo, o con tutti passivamente accondiscendenti, o accomodanti ...

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 02 novembre 2019 01:00:00 (864 letture)

(Leggi Tutto... | 3381 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Il Parlamento della Legalità a Montecitorio, l’ambasciata del dono, nel nome di Nicholas Green
Redazione
Nel corso della solenne cerimonia promossa dal Parlamento Internazionale della legalità, presso il salone dei Gruppi Parlamentari a Montecitorio, il presidente Nicolò Mannino e la Signora Maria Scaglione, figlia del primo Magistrato ucciso dalla mafia: il giudice Pietro Scaglione, hanno consegnato alla delegazione dei Ragazzi Sindaci, guidata dal preside Giuseppe Adernò, l’attestato ufficiale dell’Ambasciata del Dono, nel segno di Nicholas Green. La scelta di intitolare alla “cultura del dono” la 38° Ambasciata è stata sollecitata dalla ricorrenza dei 25 anni dalla tragica fine del piccolo Nicholas Green, i cui genitori hanno donato gli organi, consentendo a sette cittadini italiani di continuare a vivere ed hanno dato all’Italia una splendida lezione di civiltà e di generosità che ha rilanciato a diffuso la cultura della donazione. Al “piccolo eroe” è stato intitolato il reparto di rianimazione del Policlinico “G. Martino” di Messina ed il suo dolce sorriso, come appare nel dipinto di Anna Bonomo, dà conforto e serenità ai pazienti del reparto nel difficile momento di sofferenza.

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Venerdì, 01 novembre 2019 12:00:00 (1408 letture)

(Leggi Tutto... | 4669 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Elogio dell’Umiltà, ovvero gli ultimi saranno i primi
Redazione
Eppure Lui ce l’aveva sempre detto! Ce lo ricordava in tutti i modi, in tutte le salse! Non passava giorno che non lo diceva. In ogni discorso che faceva, ovunque andava, a chiunque incontrava lo ripeteva sempre. Era la sua idea fissa, il suo unico pensiero, sembrava quasi un “tormentone”. E invece,… invece era la sua missione, il suo pensiero più alto, il suo insegnamento più grande, il suo messaggio più vero, più genuino, più rivoluzionario: «Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti […] Chi vuole essere grande si farà vostro servitore. […] Chi vuole essere il primo tra di voi, si faccia ultimo». E poi ancora «Gli ultimi saranno i primi».
E noi, come al solito, niente, sùffuru!

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 29 ottobre 2019 07:00:00 (905 letture)

(Leggi Tutto... | 5968 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Stupore, successo e lunghi applausi al porto di Catania: una speciale sfilata sulle note di Vincenzo Bellini
Redazione
Performance con gruppi di modelle vestite per l’occasione tra eccentricità e “luxury fashion” che hanno ampliato il dialogo e lasciato a bocca aperta i turisti al porto di Catania. Sinergia tra arte, moda e turismo per rendere omaggio a Vincenzo Bellini e alla sua musica con un evento unico dal titolo “Parto dal Porto”, ideato da Liliana Nigro docente dell’Accademia di Belle Arti di Catania. Le note di Casta Diva, la voce di Maria Callas, i preziosi tessuti degli abiti realizzati dagli allievi della cattedra di Storia del Costume per lo spettacolo disegnato, organizzato e diretto dalla creativa Liliana Nigro e dai talentuosi stilisti della Maison Du Cochon abbracciano i numerosi passeggeri della nave crociera in procinto di salpare dal porto etneo. I turisti, dopo aver visitato Catania, con stupore al loro ingresso nell’area portuale per riprendere il loro viaggio croceristico, si ritrovano in un backstage di moda degno delle passerelle internazionali più importanti, pronto ad andare in scena, e dare vita ad un evento, unico ed originale nel suo genere realizzato fino ad oggi a Catania: ...

Lella Battiato Majorana
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 25 ottobre 2019 11:00:00 (1176 letture)

(Leggi Tutto... | 5762 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: A sipario alzato
Opinioni
Stasera nel salotto logoro e sempiterno di Vespa va in onda il "confronto" fra Salvini e Renzi. Ne ho visto qualche minuto l'anteprima e ho capito che per me poteva bastare, temevo l'orticaria, per varie ragioni. Il cliché di uno spettacolo logoro con due personaggi che fanno a gara a chi le spara più grosse, che si rinfacciano errori, cadute, cercando ciascuno il proprio applauso scrosciante. Ma no, la politica è altro, è piacere del confronto, anche serrato, ma su progetti, o almeno programmi per una società, è capacità di immaginare, di costruire, di andare oltre il possibile. Non è una guerra fra bande con gli spettatori legati al tubo catodico, in dormiveglia, o vogliosi di rivincita come allo stadio.

Sara Gentile
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 17 ottobre 2019 14:00:00 (1051 letture)

(Leggi Tutto... | 3307 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Mons. Gaetano Zito, padre, maestro e amico
Comunicati
Un altro grave lutto colpisce la Chiesa di Catania con la perdita dell’ancora giovane monsignor Gaetano Zito, dal 2006 Vicario episcopale per la cultura della diocesi di Catania. Originario di Troina ha studiato a Catania e a Roma, conseguendo prestigiosi dottorati in Storia Ecclesiastica presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma ed anche il diploma in biblioteconomia ed archivistica conseguiti presso la Scuola Vaticana. Ha insegnato e ha diretto come preside per quattro mandati (1999-2005 - 2008-2014) lo Studio teologico San Paolo e nei suoi 65 anni di vita e 42 anni di ministero sacerdotale ha ricoperto tanti ruoli, compiti e funzioni. Il suo qualificato impegno pastorale, dopo l’ordinazione sacerdotale ricevute nel 1977, è si è incarnato nel quartiere di Monte Po, dove è stato zelante parroco, e poi come cappellano del Monastero San Benedetto, in via Crociferi e Rettore della Basilica di San Nicolò in Piazza Dante, sempre a servizio della Chiesa anche nel ruolo di Vicario episcopale per la cultura, in dialogo con il mondo della scuola e dell’università.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 09 ottobre 2019 12:47:15 (1243 letture)

(Leggi Tutto... | 6243 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Una campagna nella scuola contro le falsificazioni anticomuniste della storia
Attività parlamentare
La vergognosa risoluzione con cui una variopinta maggioranza del Parlamento europeo promuove, con un concentrato francamente inaudito di falsificazioni ed omissioni, l’equiparazione tra nazismo e comunismo è lo sviluppo pericolosissimo di un progetto di lungo periodo delle classi dominanti. Un progetto che ha la duplice caratteristica della vendetta storica contro quel movimento che ha messo in discussione il potere della borghesia e dell’ipoteca sull’avvenire.- ha dichiarato Luca Cangemi, Responsabile nazionale scuola del PCI. Questo progetto di distorsione (il termine revisionismo è probabilmente insufficiente) si è dispiegato mettendo in campo un apparato mediatico, editoriale, accademico con risorse praticamente illimitate. Le stesse istituzioni formative pubbliche ne sono state pesantemente permeate. Nella scuola pubblica italiana, nonostante la resistenza valorosa di tanti e tante docenti si è strutturato un discorso “revisionista”, in particolare facendo leva su un ambiguo uso della categoria di totalitarismo, che sta diventando senso comune. Un processo che si intreccia con quello più complessivo, ed anch’esso non casuale, di attacco alla dimensione storica nei percorsi scolastici.

Una battaglia politica e cultura essenziale per il futuro - ha concluso Cangemi
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 21 settembre 2019 09:00:00 (2056 letture)

(Leggi Tutto... | 4374 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Sulla povertà
Opinioni
La povertà non è solo e semplicemente una condizione di grave privazione e afflizione materiale, ma altresì di sofferenza interiore. È motivo di vergogna ed imbarazzo, per cui si fa di tutto per negare e celare tale situazione deprecabile in una società capitalistica e consumistica, che esalta l'ideologia del benessere e del mercato, il potere e il prestigio derivanti dal denaro. Non a caso, la percentuale dei "poveri invisibili" è in costante aumento. Essi ci sono, subiscono in silenzio, sopraffatti dal senso di profondo disagio e mortificazione morale per l'umile condizione socio-economica ed esistenziale in cui si è precipitati. Si tratta di persone che, magari, fino ad ieri godevano di agiatezze materiali, successo e privilegi, improvvisamente costrette nell'abisso della povertà dalla crisi socio-economica galoppante, individui che hanno perso casa e lavoro, accusando gli effetti dolorosi della recessione, per cui incontrano difficoltà a mantenere sé stessi e le proprie famiglie.

Lucio Garofalo
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 04 agosto 2019 09:00:00 (1224 letture)

(Leggi Tutto... | 2984 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: A spasso sulla Luna
Redazione
Che luna malandrina quella notte! Enorme, immensa come non l’abbiamo mai più vista. Con il suo enorme volto bianco argento, sembrava vicinissima, fino a sfiorarla con gli occhi, fino a toccarla con un dito, fino a sentirla nostra. Pareva disegnata, come nei presepi della nostra infanzia, imperlata di cotone e di carta velina, su d’un cielo incartapecorito, nerissimo e invitante; galleggiava quasi, tra i nostri sogni e la perduta innocenza d’un mondo che da allora cambiò per sempre.
Solo la luna quella notte. La nostra amata luna. A pensarci bene, sembravamo tanti piccoli Ciàula che “scoprivamo la luna” quella notte.
“Grande, placida, come in un fresco luminoso oceano di silenzio, gli stava di faccia la Luna. Eccola, C’era la Luna! la Luna!”.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Sabato, 20 luglio 2019 08:00:00 (1150 letture)

(Leggi Tutto... | 4297 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: Ciao Andrea. La Sicilia democratica e antifascista ti ricorda con grande affetto
Rassegna stampa
Con la Sua dipartita Andrea Camilleri porta via con se la storia “vissuta” della Sicilia e dell’Italia intera del novecento. La Sua memoria, l’insigne cultura propagata, il racconto degli accadimenti, l’indistruttibile impegno civile, rimangono. Forti ed indelebili. Faro e guida nella travagliatissima fase sociale e politica che attraversa l’Italia. Cantore appassionato e “lettore” dei veri umori e sentimenti popolari, in stile e tonalità, umanità e  sapienza, dei contenuti perenni di coerenza, riscatto, lotta e solidarietà. Non solo scrittore di primissimo piano internazionale, ma rappresentante raffinato nell’antica arte del cuntu, scritto e orale. Principale fonte dell’apprendimento e nello scambio delle esperienze umane che costruiscono e solidificano la convivenza e i veri rapporti sociali.

Ottavio Terranova
Coordinatore regionale – Vicepresidente nazionale
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 19 luglio 2019 15:00:00 (1054 letture)

(Leggi Tutto... | 3835 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Basta fango su Gino
Sindacati
Lettera a "Repubblica"
È di stamattina la notizia apparsa sull'edizione di Palermo di Repubblica secondo la quale Gino Giannetti, un professore del L.A.S. "E. Catalano" di Palermo, sarebbe "al centro di un'indagine della Digos e della procura". L'indagine sarebbe partita dalla segnalazione di alcune studentesse e alcuni studenti su delle frasi che Gino avrebbe detto in classe e sull'invio ad una studentessa - che glielo aveva richiesto - di un link a una video-intervista fatta al Direttore del Memoriale e Museo di Auschwitz-Birkenau. La vicenda ci rattrista molto sia per il clima che la circonda sia perché conosciamo Gino. Infatti, il clima che si è creato intorno al "caso" è davvero inusuale: 5 allievi e allieve riportano quanto accaduto al dirigente scolastico che, a sua volta, sporge denuncia alla Polizia e avvia un procedimento disciplinare senza che Gino sia mai ascoltato, mentre invece si sarebbero svolte "riunioni ufficiali programmate" dal dirigente scolastico alla presenza di "alunni, docenti e genitori".

Ferdinando Alliata
Candida Di Franco
Carmelo Lucchesi
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 30 giugno 2019 08:00:00 (1186 letture)

(Leggi Tutto... | 4633 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Domenico Mazzeo, rieletto per il terzo mandato consecutivo a Segretario Regionale Cida per la Sicilia
Sindacati
Ieri pomeriggio (mercoledì 26.06.2019) a Catania, nella sede Federale di Federmanager Sicilia Orientale (via Firenze 59), alla presenza del vice presidente nazionale Cida, Licia Cianfriglia (Fp/Cida), si è insediato il nuovo Consiglio Regionale della Confederazione CIDA Sicilia che rappresenta unitariamente, a livello istituzionale, dirigenti, quadri e alte professionalità del pubblico e del privato. Nel corso dell'insediamento si è proceduto - come da statuto - alla elezione del segretario regionale, nella persona di Domenico Mazzeo che per il terzo mandato consecutivo (2013/16, 2016/19 e 2019/22) andrà a ricoprire il prestigioso incarico sindacale.
Il Consiglio Regionale della CIDA Sicilia, per il triennio 2019/22 sarà composto dai delegati territoriali aderenti alla Confederazione siciliana.

Ufficio Stampa Cida Sicilia
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 27 giugno 2019 08:00:00 (1204 letture)

(Leggi Tutto... | 4746 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Presentato al Monastero dei Benedettini di Catania il libro “Né carne, né pesce”, della giovane scrittrice Gaia Sarpietro, che riscuote successo e condivisione evocando il male generazionale: i disturbi del comportamento alimentare
Redazione
I Disturbi del Comportamento Alimentare comprendono un'ampia gamma di patologie fra cui il binge eating (Disturbo da Alimentazione Incontrollata); nella provincia di Catania, da uno studio prospettico, per il 2019 sono attesi oltre 50.000 casi. Problematica affrontata al Monastero dei Benedettini, Coro di Notte, per la presentazione del saggio "Né carne né pesce" di Gaia Sarpietro; moderatore Lella Battiato Majorana. Ha presenziato il questore di Catania Alberto Francini, e ha voluto dare supporto e solidarietà ai problemi legati ai disturbi alimentari. Giuseppina Mendorla, docente di psicologia dello sviluppo Università Catania, ha introdotto in modo efficace la tematica emergente dal libro. Sono intervenuti Maria Olivieri psicoterapeuta che con modalità esaustive fa notare come il cibo protagonista, è un segnale di come non si riesce a gestire il vuoto interiore. L'autrice, testimonial di questo percorso di sofferenza sta per giungere al traguardo della soluzione finale; si mobilita per aiutare le ragazze prigioniere dei DCA.

Lella Battiato Majorana
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 22 giugno 2019 08:00:00 (1343 letture)

(Leggi Tutto... | 4203 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Noi siamo insegnanti
Redazione
Il nostro lavoro non è volontariato, non è una missione ma una grande professione, la vera passione per l'insegnamento che coltiviamo ogni giorno tra mille difficoltà ed è al centro della nostra vita. Siamo entrati a scuola per la seconda volta e ci siamo seduti dalla parte della cattedra, abbiamo studiato e superato mille difficoltà, vinto uno e più concorsi, nessuno ci ha regalato nulla, nessuno ci ha regalato punteggi... non abbiamo bussato alla porta delle scuole confessionali, private per comprare punteggi e sottostare a compromessi illegali, non siamo andati all'estero per comprare abilitazioni, noi siamo dei veri insegnanti  professionisti D.O.C.G. della didattica.

Paolo Latella
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 09 giugno 2019 08:00:00 (1039 letture)

(Leggi Tutto... | 2226 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: Insegnare il coraggio
Redazione
Credo fermamente che i Dirigenti Scolastici proprio in quest'ultimi giorni di scuola, accanto alle circolari sugli "Adempimenti di fine anno" e "Scrutini finali", dovrebbero far protocollare e diramare un'altra circolare. Possibilmente breve, sintetica, con poche parole, ma chiare, perentorie, tassative. Con alcune semplici "raccomandazioni": Insegnanti, attenzione a maneggiare con cura la vita dei nostri ragazzi, perché la vita dei ragazzi è sacra. Insegnare è un nostro dovere, ma valutare richiede capacità, cura, responsabilità, attenzione. Istruire è una cosa, insegnare è tutt'altra cosa. Un conto è essere istruttori e un altro è essere educatori. E voi insegnanti siete soprattutto educatori. Non basta "chiedere" in quante parti è divisa la Costituzione, cosa dice il teorema di Euclide, cosa sono i condensatori, cos'è la sovrastruttura di Marx o il mito della caverna di Platone, quando è stata scritta la Divina Commedia, quali sono le opere di Montale, cosa sono i neutrini, chi furono i macchiaioli o i vedutisti, chi ha vinto la battaglia di Filippi, quando è stata invasa l'Unione Sovietica e da chi.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Venerdì, 07 giugno 2019 07:30:00 (967 letture)

(Leggi Tutto... | 3484 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 'L' infinito' ai tempi di facebook
Redazione
Fredda, e meccanica, la "facebookiana" scrittura di fumo, leggera e sincopata, non pretende di dovere per forza, significar qualcosa.
Ma sedendo e digitando, io nel pensier mi fingo interminati deliri di parole gentili, e sovrumani conversari, e mi sovvien, cliccando, l'amico lontano a me vicino, e "mi piace", allora, il naufragar dolce nel mare del virtuale aereo comunicare.

Antonino Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Venerdì, 31 maggio 2019 07:00:00 (1088 letture)

(Leggi Tutto... | 1130 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Papa Francesco abbraccia i Ragazzi Sindaci di Catania
Redazione
La delegazione dei Ragazzi Sindaci di Catania composta dagli studenti della scuola "Gabelli" di Misterbianco; "D'Annunzio" di Motta S Anastasia; "Don Milani" di Paterno; "De Amicis" di Tremestieri Etneo e "Dante Alighieri" di Francofonte ha partecipato alla visita istituzionale a Roma che, articolata in tre giorni, ha consentito a ragazzi di fare un percorso didattico che ingloba la Roma imperiale ( con la visita al Campidoglio, alla sala dei Cesari, e delle bandiere, ai Musei Capitolini, al Foro Romano e al Colosseo); la Roma istituzionale: con la visita al Palazzo del Quirinale, sede del Capo dello Stato, Fontana di Trevi, Piazza di Spagna e nel pomeriggio visita a Palazzo Montecitorio nel corso della quale i ragazzi hanno assistito dalle tribune ai lavori d'aula.

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Domenica, 19 maggio 2019 09:00:00 (1119 letture)

(Leggi Tutto... | 3649 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Il Leviatano sparito
Redazione
Casal Bruciato oggi: le immagini, la violenza, ciò e chi l'ha riempita, alimentata, fatta esplodere sembrano quasi indicibili, non rappresentabili,ma sono lì come tentacoli ed artigli minacciosi su di noi. Il ministro dell'Interno ha un'altra idea di ordine e sicurezza e nel recinto Italia c'è posto per pochissimi.
L'aspetto giuridico di un diritto che non può essere conculcato, quello di un assegnatario di una casa, che viene invece assalito e minacciato, si mescola mostruosamente a quello istintuale del rancore incontenibile, della sopraffazione, direi della ferinità... di un quartiere in rivolta, sobillato, urlante. Secoli fa Hobbes ci soccorse col Leviatano, l'autorità superiore e riconosciuta, che, in cambio di protezione dalla ferinità e violenza degli uomini gli uni contro gli altri, esigeva la devoluzione da parte della società di alcune funzioni e poteri ad esso, quindi il sottomettersi a regole che garantissero il convivere fra gli individui situati ed organizzati in società.

Sara Gentile
Postato da Nuccio Palumbo Domenica, 12 maggio 2019 08:00:00 (1221 letture)

(Leggi Tutto... | 3224 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Naufragare tra questa immensità
Redazione
Non c'è nulla che delimiti o circoscriva le immagini che Leonardo crea. Se Piero della Francesca con il Cristo alla Colonna costruisce per noi uno spazio perfettamente strutturato con "esprit de geometrie", dove ad ogni punto, si direbbe, l'autore ha mentalmente associato una terna di coordinate cartesiane, Leonardo - che conosce non meno bene di Piero la teoria della prospettiva - non contiene le sue visioni in una gabbia prospettica, ma apre verso l'infinito. Non ci sono linee di fuga che convergendo, determinino i limiti della visione e quindi, in un certo senso, anche dello spazio. No. Lo spazio di Leonardo non si chiude. Come una tumultuosa opera musicale, nella quale da una cellula melodica germinano in continuazione nuovi temi e quando questi sembra che stiano per esaurirsi altri si impongono all'ascolto (non saprei trovare miglior riferimento dei concerti brandeburghesi di Bach), lo spazio che Leonardo crea è senza limiti; sembra che abbia un limite nelle rocce che parzialmente chiudono come una skené il gruppo delle figure in primo piano, ma si tratta di un limite che nega sé stesso.

Maurizio Ternullo
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 09 maggio 2019 19:00:00 (935 letture)

(Leggi Tutto... | 3656 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Branco confuso
Redazione
Ordine, sicurezza, tutti in fila per due e poi armi a braccio, città recintate, paesi fortificati, bambini tutti autoctoni di origine controllata, per il ministro dei travestimenti e delle maldestre imitazioni, Salvini. E poi le donne che stiano attente a non alzare la voce, anzi a non emetterla, e l'anima a non tirarla furi perché non ce l'hanno. E poi tutti coloro che non sono italiani di razza che non credono, che non applaudono, per questi non c'è posto, strada, casa, non c'è spazio, non c'è diritto. E poi a scuola tutti con grembiule per la disciplina, tutti in divisa, completamente masse. Ogni tanto il branco viene sciolto e portato a pascolare, scorazzare nei grandi spazi senza tempo, né volto, spazi allettanti dove c'è tutto, merci-cibo-loisirs, i circhi che si chiamano ipermercati, casermoni vestiti a festa, tutti uguali con percorso obbligato. Lì si può consumare tutto soprattutto se stessi, a patto di onorare le mille finzioni che la "distruttività creatrice" del capitalismo attuale mette in bella mostra.

prof.ssa Sara Gentile
(Studiosa dei fenomeni politici contemporanei)
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 09 maggio 2019 08:30:00 (1131 letture)

(Leggi Tutto... | 3183 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Homo sapiens
Redazione
Il re del creato è sufficientemente stupido perché riesca a spodestarsi da sé stesso. A fronte di un elevato livello di competenze scientifico-tecnologiche, sta la sua incapacità di emanciparsi dai comportamenti istintuali che lo porterà fatalmente all'estinzione. Con una decina e più di stati che posseggono l'arma nucleare, c'è una probabilità "consistente" che entro un lasso di tempo non lunghissimo (parliamo di pochi secoli) in uno di questi stati salga al potere un personaggio irresponsabile che decida di usarla, o che una di queste armi cada in mano di gruppi terroristici. Dando per acquisito che una guerra nucleare comporti la scomparsa dell'umanità, credo che l'apparizione sulla scena del mondo della scimmia antropomorfa autonominatasi "Homo sapiens" debba essere considerato come un accidente di breve durata, devastante per la sopravvivenza delle altre specie e dell'ambiente, ma al quale porrà riparo lo stesso "sapiens", autodefenestrandosi da questo mondo.

Maurizio Ternullo
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 27 aprile 2019 08:00:00 (1212 letture)

(Leggi Tutto... | 4732 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Costume e società: Catania, al Teatro Bellini celebrato il 167° anniversario della Polizia di Stato: festa della memoria. 'Esserci sempre'
Redazione
Compleanno della Polizia di Stato che ha spento 167 candeline, grande giornata di riconoscimenti: "la questura di Catania è la sesta per risultati e quindi per importanza nel nostro Paese", encomio altamente gradito che giunge in diretta da Roma. La prestigiosa ed eccezionale cornice del Teatro "Bellini" ospita una sobria cerimonia, equilibrata tra spettacolo, considerazioni e premiazioni in cui il questore di Catania Alberto Francini ha voluto fortemente celebrare la Festa della Polizia, per rendere omaggio alla cultura locale. Affiancato dal prefetto Vittorio Rizzi, vicecapo della Polizia, per testimoniare la sua presenza, insieme al capo della Polizia Franco Gabrielli "alla nostra città, alla nostra questura, ai poliziotti catanesi e alla società civile" sottolinea il Questore con il famoso claim "Esserci sempre". Festeggiato l'impegno, il sacrificio e l'incessante lavoro dei poliziotti, alla presenza del prefetto Claudio Sammartino, il Sindaco Salvo Pogliese, le massime Autorità civili, militari e religiose, i tanti poliziotti e i loro congiunti. Un sentito ringraziamento del Questore all'Istituto Alberghiero "Karol Wojtyla" per l'esecuzione con maestria ed eleganza della magnifica torta artistica omaggiata alla Polizia di Stato, ammirata e gustata nel foyer del "Bellini" da tutti gli ospiti presenti.

Lella Battiato Majorana
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 24 aprile 2019 09:00:00 (1162 letture)

(Leggi Tutto... | 12041 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: L’Elogio della Biodiversità
Redazione
Ho conosciuto una storia, tanto tempo fa. L’ho appresa in una città lontanissima, in un tempo indefinito, quasi alla fine del mondo. Me l’ha narrata un amico che l’aveva sentita da un altro, e poi da un altro ancora… Un Uomo soleva girare per le vie del mondo a piedi, percorreva, ogni giorno, chilometri e chilometri, senza stancarsi, senza mai lamentarsi, anzi, esultava, si rallegrava a “girovagare”, ad incontrare tante persone ed a parlare con tutti; amava, soprattutto, visitare i villaggi, i paesini di montagna, le periferie delle città, dove c’erano i “piccoli”, la “gente vera”, come diceva lui.
Si fermava un giorno, a volte due, il tempo giusto di conoscere e di farsi riconoscere, di raccontare, dialogare con tutti, parlare con i poveri, visitare gli infermi, intrattenersi con i bambini; mangiava poco, dove capitava, dove veniva invitato, poi ripartiva, per altri luoghi, altri paesi, altre genti. Di notte dormiva dove poteva, in una capanna, in un rifugio, in una grotta, non dava molta importanza al luogo. Non temeva il freddo, né i ladri. Ripeteva spesso: “Osservate gli uccelli del cielo: essi non seminano, non mietono e non raccolgono in granai; eppure il Padre li nutre”.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Venerdì, 19 aprile 2019 09:00:00 (1191 letture)

(Leggi Tutto... | 8130 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dalle cudduredde ai panareddi: quando la cucina si fa arte
Redazione
Per rendere solenni eventi festivi e cerimoniali, il pasto condiviso con la famiglia, con gli amici e con il vicinato, ha da sempre rappresentato un evento irrinunciabile tanto che lo storico Fernand Braudel affermava che mangiare e bere non erano soltanto necessità, o al caso lussi sociali, ma veri e propri giuochi comunitari, rapporti fra l’uomo e la società, fra l’uomo e il mondo materiale, fra l’uomo e l’universo soprannaturale. Natale e Pasqua nella società contadina tipica del nostro territorio sono da sempre due appuntamenti che segnano la scansione temporale dell’esistenza materiale e spirituale della popolazione e il cibo preparato e consumato collettivamente, con la sua ritualità e la frugale ostentazione, contribuiva ad attenuare l’insicurezza e la precarietà del vivere quotidiano. L’IPSSEOA dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Cucuzza Euclide” di Caltagirone, si è fatto carico di tramandare le tradizioni locali delle “cudduredde” e dei ”panareddi” tenendo due laboratori sulla preparazione di questi dolci tipici calatini. I laboratori rientrano in un ciclo di seminari dal titolo “Storia, origini e tradizioni culinarie”, e in sintonia e supporto della Società Filosofica Italiana sezione Iblea, l’Istituto alberghiero ha proposto per quest’anno scolastico 2018/2019 il recupero e la condivisione delle tradizioni locali permettendo di cogliere per pochi istanti ‘un tempo che non è perduto ma soltanto passato’.

Stefania Sinardo e Sebastiano Russo
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 18 aprile 2019 09:00:00 (1004 letture)

(Leggi Tutto... | 8082 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Costume e società: il riso di Giglio
Redazione
«Chi ha il coraggio di ridere è padrone degli altri, come chi ha il coraggio di morire», scriveva Giacomo Leopardi. E mi sovviene, questo pensiero dell'immenso poeta, mentre rivedo il riso (che si scioglie in sorriso, sotto gli occhi vivacissimi e sbarazzini) di G., di quel ragazzino quasi novantacinquenne della cui amicizia ho la fortuna di godere, e che citavo in un post di qualche giorno fa. Ha sempre riso e sorriso, G., anche davanti alla guerra, e alle abiezioni più terribili: come nel corso di quei giorni tremendi in cui rischiò persino di morire, pur di non precipitare nel buio di un campo di concentramento nazista. Ma questa è un'altra storia, che forse un giorno troverà la sua pagina. Qui ed ora vorrei invece dire del ridere, del riso, del sorriso ...

Giuseppe Giglio
Postato da Nuccio Palumbo Martedì, 09 aprile 2019 12:00:00 (1026 letture)

(Leggi Tutto... | 2520 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dei fatti di Torre Maura e dell'intervento di un 15enne
Redazione
Credo che chiunque sappia quanto tengo alla correttezza formale, sintattica, ortografica, alla precisione dello stile. Lo sanno davvero molto bene i miei alunni i cui compiti scritti sono irti di correzioni in rosso e i cui voti in italiano sono sempre sottesi ad un controllo rigorosissimo della loro espressione, così come dei contenuti che argomentano. Trovo tuttavia incondivisibile la posizione della scrittrice Stancanelli che, criticandone la competenza linguistica, in una battuta liquida l'intervento di un 15enne che si esprime contro alcune prese di posizione di Casa Pound. Personalmente sto con Simone che ha avuto la prontezza di adattare lessico, linguaggio, registro e stile al contesto e all'uditorio. Si chiama consapevolezza della realtà che hai davanti, si chiama intelligenza. Adattare il linguaggio al contesto: lo abbiamo fatto tutti quelli che non siamo entrati in servizio direttamente al liceo classico, ma abbiamo avuto la grandissima fortuna di fare la gavetta delle scuole a rischio, di frontiera, di periferia, di ogni ordine e grado.

Marta Aiello
Postato da Nuccio Palumbo Lunedì, 08 aprile 2019 07:30:00 (976 letture)

(Leggi Tutto... | 3644 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Scuola intitolata ad Agnelli? No, Grazie
Attività parlamentare
Hanno fatto proprio bene i docenti della scuola media della zona del Lingotto, a Torino, che hanno manifestato un orientamento negativo a intitolare la loro scuola a Giovanni Agnelli, preferendo mantenere il prestigioso nome di Enrico Fermi. La scuola è interessata da un progetto di ristrutturazione finanziato dalla Fondazione Agnelli. Siamo di fronte ad una storia esemplare: mentre lo stato abdica ad una delle funzioni essenziali previste dalla Costituzione (garantire il funzionamento adeguato del sistema dell’istruzione) continuando a tagliare risorse, s’inseriscono i grandi poteri economici che pretendono di imprimere il marchio ideologico del loro mecenatismo (abbastanza provinciale, tra l’altro). La Fondazione Agnelli, inoltre, non è un’istituzione caritatevole ma uno dei centri studio padronali ispiratori delle controriforme che hanno devastato la scuola italiana, a partire dalla legge 107 del governo Renzi.

pcistruzione@libero.it
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 30 marzo 2019 07:00:00 (10781 letture)

(Leggi Tutto... | 2548 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Degna di essere vissuta
Redazione
Poco alla volta e quasi senza accorgercene sta passando nella sensibilità comune l’idea che non tutte le vite umane sono degne di essere vissute e rispettate. Si è dentro un preoccupante, scivoloso tracollo della nostra civiltà e della nostra umanità dal quale dobbiamo risalire ad ogni costo. Non si puo’ fare della prevaricazione, della violenza e del disprezzo degli altri le abituali presenze della nostra quotidianità. Ogni vita umana deve essere rispettata e difesa, a maggiore ragione se è la vita di poveri sventurati. Su questo principio si costruiscono gli spazi di libertà della morale rispetto alla politica, si fonda la dignità inviolabile della persona rispetto alle decisioni dello Stato, la sua insopprimibile autonomia e alterità.

Raimondo Rosario Giunta
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 28 marzo 2019 20:00:00 (20445 letture)

(Leggi Tutto... | 3130 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Consegna della Carta Costituzionale al sindaco di Adrano
Redazione
Nell'ambito del progetto "Viaggio tra i valori e i simboli della Repubblica" promosso dall'ANCRI (Associazione degli Insigniti dell'Ordine al Merito della Repubblica) la Sezione di Catania per celebrare la "Giornata dell'Unità nazionale, della Costituzione, dell'Inno e della Bandiera" ha scelto il Comune di Adrano. Venerdi 22 marzo presso il Comune di Adrano alle ore 9,30 si svolgerà la cerimonia di consegna della Costituzione al Sindaco di Adrano, Angelo D'agate. La manifestazione promossa e coordinata del Cav. Nicolò Moschitta, presidente della Pro Loco, prevede: L'alzabandiera; l'esecuzione dell'Inno d'Italia da parte dei bambini del 2° Circolo Didattico; la relazione sulla storia del Tricolore presentata dal presidente della Sezione ANCRI di Catania, Gr Uff. Giuseppe Adernò e la relazione sulla nascita della Carta Costituzionale a cura dell'avv. Enzo Caldarella. Seguiranno gli interventi programmati degli studenti, rappresentanti di tutte le scuole del Comune di Adrano, i quali si sono preparati all'incontro studiando la Costituzione e i simboli della Repubblica.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 21 marzo 2019 07:00:00 (9433 letture)

(Leggi Tutto... | 3885 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Il ruolo degli Exallievi nella società, nella Chiesa e nella Famiglia salesiana oggi
Comunicati
Domenica 23 marzo la città di San Cataldo sarà invasa dagli Exallievi e dalle Exallieve di Don Bosco della Federazione ispettoriale Sicula che terranno, presso l’oratorio salesiano San Luigi, la terza festa regionale dell’Exallievo sul tema: “Il ruolo degli Exallievi nella società, nella Chiesa e nella Famiglia salesiana oggi”. “A quasi cinquant’anni dall’inizio del Concilio Vaticano II (11 ottobre 1962) è tempo nella Chiesa di bilanci e – perché no? – di rilanci. Uno dei grandi temi affrontati dai padri conciliari – afferma il presidente regionale degli Exallievi, Mario Li Causi- riguardò la natura della Chiesa, che passò da una concezione gerarchica e piramidale a una essenzialmente comunionale. A che punto è la loro responsabilizzazione dei laici oggi nella Chiesa? Hanno una loro autonomia o sono ancora gregari rispetto alla gerarchia? Gli Exallievi di Don Bosco quale ruolo debbono avere oggi nella società e nella Famiglia salesiana di Sicilia? Su questo ed altri interrogativi, in un clima di festa tipico salesiano, ci confronteremo per guardare avanti con fiducia e speranza, così come voleva il nostro Padre, Maestro ed Amico Don Bosco”.

Valerio Martorana
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 20 marzo 2019 07:00:00 (10441 letture)

(Leggi Tutto... | 6637 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Attacco in due moschee in Nuova Zelanda: 49 morti - Se questo è un uomo
Redazione
Che uomo è uno che va a sparare contro persone inermi che pregano pacificamente il loro dio, con la sola motivazione che l'assassino ne prega un altro (49 morti) ? Eppure è un cristiano, come era cristiano Breivik, il norvegese che uccise 77 giovani in odio ai musulmani che minacciavano di alterare la purezza razziale e religiosa della Norvegia. Come lo è quel Traini di Macerata che si mise a sparare contro chiunque avesse la pelle scura, per simili ragioni. Come lo era quel Graziani che sterminò migliaia di etiopi con i gas, facendo da solo più vittime innocenti di quante ne abbiano fatte i nazisti - che erano cristiani anch'essi, ovviamente - a Marzabotto, Boves, S. Anna di Stazzena e alle Fosse Ardeatine. Come lo era quel Cadorna, cattolico praticante, padre di due figlie monache, che ordinò la decimazione dei soldati che avessero dimostrato poco senso dell'onore militare (cioè, che non avevano voglia di sparare su degli esseri umani). Come lo era quel generale Cialdini che diede fuoco ai paesi di Casalduni e Pontelandolfo con tutti i loro abitanti, ma non prima che i suoi bersaglieri avessero fatto incetta di pollastri, pane, vino e capponi.

Maurizio Ternullo
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 16 marzo 2019 08:30:00 (10522 letture)

(Leggi Tutto... | 3468 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Polizia, 60 anni di donne in divisa, una festa corale al Comune di Catania per celebrare l’anniversario di fondazione della Polizia femminile
Redazione
Sotto il comandante della Polizia di Stato dell’epoca, Giovanni Calcaterra, nel 1959 venne istituito il “Corpo di polizia italiano femminile ad ordinamento civile”, composto dal personale femminile dedicato alla protezione della donna e tutela dei minori; in esso vennero inglobati gli ex agenti del corpo di polizia femminile di Trieste, retaggio dell’amministrazione militare anglo-americana del territorio libero di Trieste, istallata in quei territori dalla fine della Guerra Mondiale al 1954. Tale corpo, dipendente dall’amministrazione della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, con regolamento autonomo rispetto all’ordinamento militare della Polizia di allora; la legge 121 del 1981 di riforma dell’ordinamento che smilitarizzò la Polizia di Stato, dispose lo scioglimento del corpo femminile, integrando il personale nel corpo della Polizia di Stato.

Carlo Majorana Gravina
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 14 marzo 2019 08:00:00 (10522 letture)

(Leggi Tutto... | 7574 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Incontri, Teatro, Cinema: al centro le DONNE
Associazioni
Sono le donne a essere protagoniste di alcune delle iniziative organizzate e promosse dall'Istituto Cervi nel mese di marzo, nell'occasione della Giornata Internazionale della Donna. Un calendario di eventi che intrecciano - attraverso diverse modalità espressive - il racconto delle vite e delle esperienze di donne che hanno contribuito e ancora contribuiscono, pur con tante difficoltà, all'evoluzione e alla crescita dei processi collettivi di partecipazione e di democraticizzazione della società.

Paola Varesi
paola.varesi@istitutocervi.it
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 06 marzo 2019 08:00:00 (1678 letture)

(Leggi Tutto... | 5648 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: L'IIS Cucuzza Euclide con l'adesione alla campagna M'illumino di meno, organizza il 'RI-Pranzo' rivolto a bambini e famiglie di Caltagirone
Istituzioni Scolastiche
Venerdì primo marzo presso la Città dei Ragazzi di Caltagirone, l’IIS “Cucuzza Euclide”, il Circolo di Legambiente “Il Cigno”e la Caritas Diocesana di Caltagirone organizzano il “RI-Pranzo” rivolto a bambini e famiglie di Caltagirone. “L’economia circolare e la riduzione degli sprechi sono il cardine della nostra proposta formativa. L’adesione alla campagna di sensibilizzazione M’illumino di meno si inserisce nel quadro di iniziative promosse dalla nostra scuola verso il territorio. Saremo presenti nei locali della Città dei Ragazzi con i docenti e gli alunni dell’IPSSEOA per organizzare il RI-Pranzo all’insegna del recupero di alimenti che purtroppo una cultura troppo piegata al consumismo destina alla spazzatura quando ancora è possibile ridare una nuova vita con ricette appetitose” La dirigente scolastica Maria Malignaggi così commenta l’adesione dell’IIS “Cucuzza Euclide” di Caltagirone all’iniziativa di Caterpillar Rai Radio 2.
Download Locandina
Sebastiano Russo
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 02 marzo 2019 08:30:00 (1444 letture)

(Leggi Tutto... | 5456 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Premio Nazionale 'Essenza Donna 2019' (XIX Edizione), al Castello Normanno di Motta Sant'Anastasia
Redazione
L’Accademia d’Arte Etrusca con il Patrocinio e la collaborazione del Comune di Motta Sant’Anastasia organizzano il Premio Nazionale “Essenza Donna 2019” (XIX Edizione), che si terrà venerdì 8 marzo 2019, alle ore 17.00, presso il Castello Normanno di Motta Sant’Anastasia. Dopo i saluti del dott. Anastasio Carrà, Sindaco di Motta Sant’Anastasia, del dott. Antonio Bellia, Vice Sindaco, e del dott. Tommaso Alessandro Distefano, Assessore alla Cultura, interverranno: Carmen Arena, Presidente dell’Accademia d’Arte Etrusca, don Salvatore Petrolo, Parroco della Chiesa Madre, il prof. Giuseppe Adernò, Preside e Giornalista, il Colonnello Massimo Lucca, Comandante del Centro Documentale Esercito Catania, e il Generale Ettore Mastrojeni, Associazione Nazionale Carabinieri Catania. Madrina della serata sarà l’avv. Angela Chimento, con la partecipazione dell’Ammiraglio Rinaldo Veri.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Sabato, 02 marzo 2019 07:30:00 (1320 letture)

(Leggi Tutto... | 3419 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Comunità e individualismo
Redazione
La consistenza di una persona non dipende solo dai tratti della sua personalità; dipende anche dai suoi legami comunitari. Ma si è fatto vanto che siano stati in gran parte dissolti, iscrivendo questa vicenda nel segno di una maggiore libertà, di una più estesa autonomia delle persone. E' più aderente alla realtà, invece, pensare che questo fenomeno di spoliazione delle tradizioni culturali e politiche delle comunità sia da addebitare alla globalizzazione. Non sarebbe la prima volta che le classi dominanti in nome della modernità e di un pretestuoso sentimento elitario cerchino di avere "ragione" delle resistenze fondate dei ceti subalterni. Lo sfaldamento delle strutture ideali, etiche, politiche sociali e culturali della comunità alla quale si appartiene non ha nulla di rassicurante e provoca smarrimento, inquietudine e anche paura. I beni culturali di cui ci si sta o ci stanno privando non sono facilmente sostituibili come quelli materiali. Perderli, non è per nulla un guadagno, ma un impoverimento.

Raimondo Giunta
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 23 febbraio 2019 21:47:47 (1765 letture)

(Leggi Tutto... | 6097 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Dico e mi contraddico: Per rinfrescarci la memoria
Redazione
Un lascito discutibile, della riforma di Luigi Berlinguer, ministro della Pubblica Istruzione, dal 1996 al 2000. Di che si tratta? Presto detto: a partire dalla fine del secolo scorso, esautorato il potere elettivo del collegio docenti, il collaboratore vicario viene cooptato direttamente, per atto d'imperio, dal Dirigente scolastico. IL prescelto, l'unto, d'allora in poi, diventa l'immagine speculare del suo Capo, o, almeno, fa finta di essere in simbiosi con Lui: ne conosce i tic, asseconda con compiacenza le sue nevrosi, le idiosincrasie; condivide (o fa finta di condividere) le idee, i progetti, le finalità educative che il Capo propone, e, soprattutto, è sempre a sua disposizione; sopperisce, se il caso, alle sue deficienze strutturali, caratteriali, alle sue dimenticanze, alle sue eventuali inadempienze burocratiche ecc. Del resto, lo dice il proverbio nostrano: "nuddu ti pigghia cca nun ti rassumigghia".

Antonino Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Giovedì, 14 febbraio 2019 08:00:00 (1232 letture)

(Leggi Tutto... | 3480 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Cittadinanza & Costituzione
Comunicati
Inserito in seconda edizione della Biennale della Cittadinanza, promossa dall’Università di Catania, il seminario di studio sul tema: “I 70 anni della Costituzione Italiana e l’insegnamento dell’Educazione Civica “, ha avuto notevole successo. Promosso dall’UCSI di Catania con l’intento di sensibilizzare gli operatori dell’informazione sui temi dell’Educazione, ai quali l’UNESCO ha dedicato la giornata mondiale il 24 gennaio, il seminario di studi ha sviluppato in due sessioni i temi riguardanti l’Educazione civica e all’Educazione alla salute. Due finestre sono state aperte all’osservazione attenta dei giornalisti in risposta alle emergenze educative e ala salvaguardia e prevenzione della salute. La prima sessione è stata coordinata dal preside Giuseppe Adernò, presidente UCSI di Catania e, dopo il saluto introduttivo dell’assessore all’Istruzione del Comune di Catania, Barbara Mirabella, sono state presentate le notazioni storiche della nascita dell’Educazione Civica in occasione del 36° convegno nazionale dell’UCIIM presso il Castello Ursino di Catania.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 02 febbraio 2019 09:00:00 (1202 letture)

(Leggi Tutto... | 7254 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: 27 gennaio Giorno della Memoria Adrano - commemorazione del martire antifascista Carmelo Salanitro
Comunicati
Il 27 gennaio 1945 i soldati dell' "Armata Rossa" dell'Unione Sovietica liberarono dal dominio nazista il lager di sterminio di Auschwitz. In Italia con la legge 20 luglio 2000 si è istituito il " Giorno della Memoria". Per " ricordare lo sterminio del popolo ebraico....e dei deportati militari e politici nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell'Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia del nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere.....". Tra i tanti milioni di europei (circa diciassette di, bambini, donne e uomini: ebrei, rom, disabili, slavi-non ariani, oppositori politici, prigionieri militari, omosessuali, dissidenti religiosi.....) deportati ed assassinati nei lager, vengono commemorati i 44.500 italiani deportati nei lager nazisti, di cui 8500 di religione ebraica.
Ne ritornò solo uno su dieci.
I rastrellamenti verso i luoghi dell'orrore e dello sterminio, messi in atto dalla furia nazista sorretta direttamente dai fascisti della RSI, iniziarono negli ultimi mesi del 1943: ebrei, partigiani, antifascisti, militari aggregatosi alla Resistenza, scioperanti delle grandi fabbriche del nord, uomini e donne che lottavano per liberare l'Italia, dalle nefandezze della dittatura e dalle atrocità della guerra scatenata contro i popoli europei dai cultori nazifascisti della "razza eletta". Da aggiungere i 600.000 militari italiani deportati dai nazisti - IMI - dopo l'armistizio del'8 settembre 1943.

a cura di "Lettera di Memoria e Libertà"
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 28 gennaio 2019 09:00:00 (946 letture)

(Leggi Tutto... | 6491 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Una poesiola per gli amici di Aetnanet
Redazione
Bruciamo come ceppi
nel camino,
ignari delle leggi
che governano
il fuoco e il tempo
del mondo,
prigionieri gelosi
dell’inutile peso
di una fredda memoria
di cenere.

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Lunedì, 28 gennaio 2019 08:00:00 (1087 letture)

(Leggi Tutto... | 868 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Verità per Giulio Regeni
Comunicati
Ricorre il 25 gennaio il terzo 'anniversario della scomparsa del giovane ricercatore italiano rapito e torturato in Egitto per le sue ricerche sul campo. Un omicidio che ancora non ha un colpevole, perché i nomi di chi ha ordinato, eseguito e coperto il suo omicidio non sono ancora stati rivelati dalle autorità egiziane. Il coordinamento provinciale dei CCR Consigli comunale dei Ragazzi di Catania, guidato dal preside Giuseppe Adernò, aderisce e partecipa alla manifestazione nazionale "Verità per Giulio Regeni", insieme ai ragazzi delle scuole italiane, che si stringono attorno alla famiglia di Giulio per continuare a chiedere giustizia. Tre anni senza Giulio, Tre anni senza Verità. Un particolare segno di stima e di affettuosa amicizia unisce i ragazzi Sindaci d'Italia al caro Giulio che è stato sindaco dei Ragazzi di Fiumicello nel terzo mandato 2001-2003 e poi, sfogliando le pagine d'internet, sembra che l'esperienza del Consiglio Comunale dei Ragazzi, avviata nel 1997 abbia lasciato un segno sulla sua formazione al senso civico e alla cittadinanza attiva e responsabile.

Coordinamento provinciale dei CCR
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 24 gennaio 2019 09:00:00 (868 letture)

(Leggi Tutto... | 3873 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Quando la scuola diffonde la gioia. Consegnata la targa di Ambasciata della Gioia all’Istituto “E. De Nicola” di San Giovanni La Punta
Redazione
L'ampio auditorium del Polivalente di San Giovanni La Punta ha ospitato l'assemblea degli studenti dell'Istituto Superiore Tecnico, Economico e Tecnologico "E. De Nicola"  e tema della giornata è stato "Il valore della gioia". Gli studenti, accogliendo l'invito del presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, Nicolò Mannino, a costituire nella scuola un'ambasciata, hanno scelto come titolo "la gioia". Il 24 ottobre 2018 in occasione dell'inaugurazione dell'anno accademico del Movimento, hanno ricevuto il diploma ufficiale presso la Sala dei Gruppi Parlamentari a Montecitorio, ed il 19 gennaio, nel ricordo della nascita di Paolo Borsellino è stata consegnata la targa con il titolo e si è costituito nella scuola il Parlamento della legalità con la rappresentanza di studenti di tutte le classi e indirizzi, coordinato dalle professoresse: Agata Palazzo, Martina Pavone e Maria Proietto.

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Lunedì, 21 gennaio 2019 08:30:00 (2315 letture)

(Leggi Tutto... | 5996 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Festa del Tricolore all'IC San Giovanni Bosco di Catania
Redazione
Il 7 gennaio si celebra la Giornata nazionale della Bandiera, ricordando il primo Tricolore d'Italia adottato il 7 gennaio del 1797 a Reggio Emilia su proposta di Giuseppe Compagnoni, come bandiera nazionale della Repubblica Cispadana. Nel tempo ha subito alcune trasformazioni nella forma delle fasce fino al 1948, e come si legge all'art. 12 della Costituzione "La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni". Nell'ambito del progetto "Decoro della Bandiera", l'ANCRI , associazione che aggrega gli Insigniti dell'Ordine al Merito della Repubblica con circa tre mila aderenti, ha organizzando iniziative a carattere territoriale ed all'estero, che culmineranno con l'evento organizzato per il 13 gennaio p.v. a Palazzo Montecitorio, al fine di mantenere sempre alta l'attenzione sul Tricolore, simbolo per eccellenza dell'identità nazionale.

redazione@aetnanet.org
Postato da Nuccio Palumbo Sabato, 05 gennaio 2019 08:00:00 (1146 letture)

(Leggi Tutto... | 4463 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Con il nuovo anno, si cambia? Vent’anni e passa di 'guerra civile fredda' il Paese ha dovuto sopportare!
Redazione
Vent'anni di vergogne: quella di una casta politica ingorda e sfacciata, - e insensibile ai disagi del paese reale; che non ha saputo fare altro che ridurre il Parlamento a spazio da corrida e a spaccio di favoritismi e scambi di vessilli e di poltrone; un parlare a vuoto di "riforme strutturali" senza mai farle; un preferire alla dialettica del discorso rispettoso delle ragioni altrui, la violenza verbale, la zuffa, lo scontro e la demonizzazione dell'avversario politico, usando spesso eccessi verbali da postribolo; un diluviare di contumelie e scandali, pubblici e privati; e truffe, e sperpero di denaro pubblico; evasioni fiscali vergognose, e privilegi da alto medioevo; e lassismo etico da basso impero, e incultura elevata a sistema. Anni bui, quelli che hanno piagato il nostro belpaese: esodati, precari, disoccupati, disperati per la perdita del lavoro; e fabbriche chiuse, e imprese fallite, e povertà aumentate!
E la Scuola? e l'Istruzione, la Ricerca e la Sanità pubblica?

Nuccio Palumbo
Postato da Nuccio Palumbo Venerdì, 04 gennaio 2019 11:00:00 (1232 letture)

(Leggi Tutto... | 3034 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: La luce del Santo Natale illumini i giorni del Nuovo Anno, sereno e ricco di positività
Redazione
Carissimi Colleghi
Grazie per il dono della Vostra generosa adesione all'iniziativa dell'incontro dei PRESIDE "E": emeriti, eccellenti, esemplari. E' stato bello rivederci, incontrarci, scambiare esperienze e ricordi. Ci dispiace per gli assenti e sono stati graditi i messaggi che alcuni hanno fatto pervenire e abbiamo sentiti vicini e presenti, quanti non hanno partecipato per problemi di salute. "Non diventate vecchi !!!"La nostra professione caratterizza il nostro sentire il bene sociale e la convivenza civica come un dono che va diffuso e comunicato agli altri. Grazie di cuore per la collaborazione.
Auguri di buona salute e tanta serenità in famiglia
Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Giovedì, 27 dicembre 2018 08:00:00 (1115 letture)

(Leggi Tutto... | 2430 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Quando nasce un bambino ...
Redazione
Venti gelidi flagellavano tutt'intorno le case. E a tratti s'udiva la voce della tormenta che, come un ululato, faceva tremare di paura persino il selciato. Era notte. Tutto era buio. In giro non si vedeva anima viva. Le case del paesino sembravano accucciate una sull'altra, a riscaldarsi, a consolarsi, a farsi coraggio. Solo il cielo, lassù, brulicava di stelle e sembrava felice, in attesa chissà di quale insolito evento. Neppure i soldati, quella notte, ebbero il coraggio d'uscire dal loro accampamento, e se ne stavano attorno al fuoco, a bere e a parlare ridendo delle solite cose di uomini, che da parecchi mesi non vedevano le loro donne. Poi all'improvviso calò un silenzio innaturale, gli alberi sembrarono pietrificati, la tormenta si fermò, le case erano al buio, i cani s'addormentarono. Tutto era spento. Laggiù, s'udì solo una luce che accendeva una piccola grotta, cosparsa di freddo e di fieno, con un uomo e una donna. Era nato un bambino.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 25 dicembre 2018 00:05:00 (1037 letture)

(Leggi Tutto... | 3385 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Costume e società: Ragazzi sindaci in Prefettura di Catania
Redazione
Ancora una volta i piccoli sindaci della provincia di Catania sono stati protagonisti attivi in Prefettura in occasione della solenne cerimonia di consegna delle Onorificenze concesse al Cav. di Gran Croce, dott. Branca e a 10 Cavalieri della Repubblica. Schierati accanto all'albero di Natale, dai ragazzi stessi addobbato con originali decori e con gli articoli della Dichiarazione dei Diritti Universali, hanno partecipato insieme alle massime cariche dello Stato al significativo evento. E' stato un espresso desiderio del Prefetto voler la presenza e la partecipazione all'evento dei Ragazzi Sindaci e Miriam Adamo, piccolo sindaco dell'Istituto San Giovanni Bosco di Catania, a nome dei ragazzi sindaci della provincia ha rivolto al Prefetto un messaggio augurale e di testimonianza dell'operosità dei CCR nelle scuole considerate come "piccole città". Il gradito invito ha coronato il progetto, ideato 25 anni fa dal Preside Giuseppe Adernò, come lezione di Educazione Civica applicata che consente ai ragazzi di "imparare, facendo" la cultura della partecipazione democratica e di esercitare la cittadinanza attiva.

redazione@aetnanet.org
Postato da Giuseppe Adernò Domenica, 23 dicembre 2018 07:30:00 (1476 letture)

(Leggi Tutto... | 5480 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Più letto di Oggi
Personale ATA. Convocazione in modalità telematica per gli assistenti amministrativi aspiranti alla sostituzione dei D.S.G.A. nelle scuole normo dimensionate. A.S. 2020/2021. Chiarimenti ed integrazioni all'avviso del 24/09/2020
di a-oliva
130 letture




Social AetnaNet
Cerca


Community
Community
Diventa utente attivo della community di Aetnanet!
Inviaci articoli, esperienze, testimonianze sul mondo della scuola.

scrivi a: redazione@aetnanet.org


Pubblicità
pubblicità su Aetnanet.org


Seguici
telegram facebook
google plus facebook
mobile twitter
youtube rss


Bandi PON

Reiterazione avviso ad evidenza pubblica per la selezione di esperti esterni “madre lingua” francese - PON/FSE: avviso pubblico n. 4396 del 09/03/2018 - FSE - Competenze di base - 2a edizione
di m-nicotra

Bando di selezione n. 3 Esperti esterni madrelingua inglese e n. 3 Esperti esterni madrelingua francese - Scuola Media Castiglione di Bronte
di m-nicotra

I ragazzi del Liceo Cutelli al Processo Simulato del Lavoro a.a. 2019/2020
di m-nicotra

Da Roma all’Europa: tappe del progetto di Cittadinanza Europea per gli studenti del Liceo Classico Europeo del Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
di a-oliva

Bando selezione esperti FSE/PON - Liceo Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra

Proposta formativa Competenze Digitali e Certificazioni ECDL-AICA per il PON Avv. Prot. 26502 “CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA”.
di a-oliva

Richiesta pubblicazione Avviso selezione Esperti - PON Competenze di base - II edizione
di m-nicotra

Contrasto alla povertà educativa: pubblicato il bando per 50 milioni
di m-nicotra

Bando selezione esperti madrelingua FSE/PON - ICS San Domenico Savio - San Gregorio di Catania
di s-tricomi

Concluso il Pon 10.2.5A-FSEPON-SI-2018-164 con i due moduli 'Maletto, tra arte e natura' e 'Panchine letterarie a Maletto all'IC Galilei di Maletto
di m-nicotra

Indice Progetti PON


Top Five Settimana
i 5 articoli più letti della settimana

Concorso Ministero della Giustizia. Le certificazioni ECDL e ICDL valgono 2 punti
di a-oliva
1395 letture

ANCoDiS: il Recovery fund per la scuola italiana
di a-oliva
1179 letture

Porta Pia 150 anni dopo
di a-oliva
1147 letture

Personale docente di ogni ordine e grado - Disponibilità per incarichi a tempo determinato su posti comuni e di sostegno a.s. 2020/2021
di a-oliva
364 letture

AVVISO. Calendario delle convoc. in modalità telem. per eventuale stipula di contratto a T.D. su posti comuni e di sostegno dei doc. Infanzia e Primaria incl. nelle GAE, ....
di a-oliva
319 letture


Top Video
Video
25 aprile, lontani ma vicini: i giovani cantori di Torino cantano 'Bella ciao'
1520 letture

Caro virus, non sei simpatico e gentile
2098 letture

L'aeronautico di Catania si prepara al lavoro nella base di Sigonella
2064 letture

Premiazione concorso #Zerobullismo, la tua storia contro il bullismo in rete - Liceo Classico 'Tommaso Fazello' di Sciacca
2165 letture

Il Caffè filosofico al Liceo scientifico dell'IISS Francesco Redi di Belpasso
12390 letture

Riflessioni della maestra Margherita sull'Innovazione didattica a scuola di Giovanni Biondi - Presidente INDIRE
12974 letture

26 Novembre, manifestazione nazionale contro la violenza maschile sulle donne: le CattiveMaestre ci saranno
14057 letture

Human - Le fonti. Trovare il proprio posto
13280 letture

Sicilia, record dei beneficiati dalla legge 104 nella scuola, e Agrigento è la prima provincia per numero di applicazioni
16073 letture

La 5A Informatica di Belpasso discute di Rivoluzione industriale 4.0
21209 letture



Articoli Precedenti
Seleziona il mese da vedere:

  Settembre, 2020
  Agosto, 2020
  Luglio, 2020
  Giugno, 2020
  Maggio, 2020
  Aprile, 2020
  Marzo, 2020
  Febbraio, 2020
  Gennaio, 2020

[ Mostra tutti gli articoli ]


Chi è Online
Benvenuto Anonimo
Se ancora non hai un account clicca qui per registrarti



Utenti registrati:
Ultimo: gmirabella
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 11170

Persone Online:
Visitatori: 194
Iscritti: 0
Totale: 194

Traffico Generato
Anonimi: 194 (100%)
Registrati: 0 (0%)
Numero massimo di utenti online:194
Membri:0
Ospiti:194
Ultimi 5 Registrati
gmirabella
    Jan 28, 2017.
raffagre
    Jan 28, 2017.
gvaccaro
    Jan 28, 2014.
mrdinoto
    Jul 09, 2013.
sostegno
    Jul 09, 2013.

Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2002

Pagine visitate
· Visitate oggi 31,001
· Visitate ieri 45,107

Media pagine visitate
· Oraria 3,076
· Giornaliera 73,823
· Mensile 2,245,482
· Annuale 26,945,779

Orario Server
· Ora

17:14:55

· Data

26 Sep 2020

· Zona

+0200

© Weblord.it


contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.33 Secondi