Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483759566 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4345 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1437 letture

Il Consiglio di Istituto dell'IIS Majorana-Meucci di Acireale manifesta disagio per la decisione di non autorizzare la formazione della classe terza del Tecnico Economico
di m-nicotra
837 letture

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
760 letture

A scuola di robot al liceo scientifico ‘G. Galilei’ di Catania
di m-nicotra
757 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ufficio Scolastico Regionale
Ufficio Scolastico Regionale

·Rettifica elenco esclusi dalle graduatorie di conferma incarico di presidenza a.s. 2018/19
·Elenco posti di dirigenza disponibili - a.s. 2018/19
·Disponibilità posti dopo i movimenti Personale ATA a.s. 2018/2019
·Bando per il conferimento di 12 incarichi di prestazione occasionale per la preparazione di video-lezioni complete di materiale didattico a supporto e test di autovalutazione dell’apprendimento per MATEMATICA, BIOLOGIA, FISICA E CHIMICA
·Procedura per l’accesso al ruolo di Dirigente scolastico di cui all’art. 1, commi 87 e ss. della Legge n. 107/2015 - Immissioni in ruolo a.s. 2018-2019


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Manifestazioni non governative: Comunicato dell’Assemblea Nazionale per il ritiro di qualunque progetto di Autonomia differenziata
Opinioni
L’Assemblea Nazionale (organizzata da Appello per la scuola pubblica, Autoconvocati della scuola, ASSUR, Comitato 22 marzo per la difesa della scuola pubblica, LIPScuola, Manifesto dei 500) che si è tenuta a Roma il 7 luglio presso il liceo Classico “Tasso” per il ritiro di qualunque Autonomia differenziata, a cui hanno partecipato 200 persone e 70 associazioni di diverse categorie e settori provenienti da 38 città si costituisce in "Comitato provvisorio nazionale per il ritiro di qualunque Autonomia differenziata”. Si impegna nella costituzione di Comitati locali di scopo per il ritiro di ogni forma di Autonomia differenziata, che facciano crescere la consapevolezza che questo provvedimento minerebbe alle fondamenta la prima parte della Costituzione repubblicana, i diritti universali e le conquiste dei lavoratori.

autoconvocati.scuola@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 11 luglio 2019 09:00:00 (254 letture)

(Leggi Tutto... | 3077 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Lo 'Zaccagna-Galilei' di Carrara, la scuola dei diritti umani
Istituzioni Scolastiche
L'I.I.S. "D.Zaccagna" di Carrara, nell'ambito del Progetto didattico riguardante la difesa dei diritti umani , dopo aver già partecipato alla Campagna di Amnesty International per la verità sulla morte di Giulio Regeni , ha concluso l'anno scolastico coinvolgendo e responsabilizzando i propri studenti sulla drammatica vicenda della giovane cooperante italiana Silvia Romano, di soli 23 anni. Sono più di 6 mesi che Silvia è stata rapita in Kenya, esattamente il 20 novembre del 2018 nel villaggio di Chakama, a 80 chilometri da Malindi in Kenya. Silvia Romano lavorava come volontaria per l'organizzazione Africa Milele Onlus, che si occupa di progetti di sostegno all'infanzia. Gli studenti dello "Zaccagna" ovviamente confidano che sia ancora viva e che le nostre autorità stiano facendo di tutto per liberarla. Comprendendo il riserbo voluto dalla famiglia e dalle autorità per "non intralciare le indagini" l'Istituto carrarese teme che il silenzio sulla sua vicenda, anche da parte dei media italiani e internazionali, si possa tradurre in indifferenza.

I.I.S "D. Zaccagna" Carrara
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 06 giugno 2019 07:30:00 (396 letture)

(Leggi Tutto... | 3427 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Il ‘Lombardo Radice’ invita a manifestare per la libertà di insegnamento
Istituzioni Scolastiche
Il Personale del Liceo Il “G. Lombardo Radice” di Catania giorno 27 maggio si è riunito in assemblea  per discutere il gravissimo episodio che ha colpito la prof Dell’Aria con un’azione punitiva che non ha precedenti nella storia della Repubblica,  in aperta violazione dei principi fondamentali della Carta costituzionale ed in particolare degli articoli 21 e 33. I Docenti, in particolare, sono chiamati a resistere ad ogni attacco che possa mettere in discussione i diritti di libertà, di pensiero, di parola e d’insegnamento per garantire il diritto degli studenti ad un percorso di formazione, di crescita della persona e soprattutto allo sviluppo di una coscienza critica, capace di leggere la realtà storica attuale.

redazione@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 29 maggio 2019 09:00:00 (988 letture)

(Leggi Tutto... | 2612 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Solidarietà alla docente di Palermo sanzionata per reato di insegnamento
Sindacati
USB esprime la propria totale vicinanza alla docente dell’ITI Vittorio Emanuele III di Palermo, sanzionata con una sospensione di 15 giorni dal provveditorato, per aver semplicemente svolto il suo ruolo di insegnante e non aver limitato la libertà di espressione dei propri alunni, che avevano operato, utilizzando un articolo presente in rete di un noto giornalista italiano, un legittimo accostamento tra il decreto sicurezza e le leggi razziali durante la celebrazione del Giorno della Memoria. Luigi Del Prete, dell’Esecutivo Nazionale USB Scuola, sull’accaduto riporta così il pensiero dell’Organizzazione: “Assolutamente inquietante è il fatto che la denuncia al Ministro Bussetti sia arrivata, via social, da un giornalista di destra che ha segnalato la professoressa al Ministero, che prontamente si attivava sollecitando l’invio di un’ispezione”. L’accusa rivolta alla docente è di non essere intervenuta immediatamente per “redarguire” l’alunno per l’accostamento inopportuno.

scuola.usb.it scuola@usb.it
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 18 maggio 2019 07:30:00 (622 letture)

(Leggi Tutto... | 4427 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Manifestazioni non governative: Chi ha sospeso la docente di Palermo deve dimettersi
Sindacati
La sospensione della docente di Palermo accusata di non aver impedito ai propri studenti di esprimere le proprie idee, sgradite a chi governa, rappresenta una ferita gravissima - ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI. Chi si è assunta la responsabilità di erogare un provvedimento così grave ed estraneo allo spirito ed alla lettera della Costituzione della Repubblica, non può rimanere al proprio posto nell’amministrazione della scuola. Si deve dimettere o deve essere rimosso, immediatamente. È necessario lanciare subito un segnale che contrasti la tendenza di settori delle amministrazioni pubbliche ad operare servilmente, fuori e contro i propri doveri d’ufficio, come braccio armato della destra che governa il paese.

pcistruzione@libero.it
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 18 maggio 2019 07:00:00 (1182 letture)

(Leggi Tutto... | 2268 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Comunicato a sostegno dello sciopero del 17 maggio
Sindacati
Per il giorno 17 maggio p.v. era stato indetto uno sciopero unitario dei sindacati confederali, Gilda, Snals e dei sindacati di base contro la regionalizzazione della scuola (e per aumenti contrattuali e stabilizzazione dei precari). A seguito dell'accordo intercorso con il governo, confederali, Gilda e Snals hanno revocato lo sciopero, in attesa dello sviluppo delle trattative. Alcune delle associazioni inizialmente presenti al tavolo unitario - Associazione Nazionale per la Scuola della Repubblica, No Invalsi, Lipscuola, Appello per la Scuola Pubblica, Assur, Autoconvocati della Scuola - restano convinte che la posta in gioco sia troppo alta e che occorra da subito dare un forte segnale di mobilitazione.
Invitano, pertanto, tutti i lavoratori della scuola - a qualunque sindacato essi siano o non siano iscritti - a partecipare e far loro lo sciopero che i sindacati di base (Cobas, CUB, Unicobas, Anief e SGB) hanno mantenuto, ...

autoconvocati.scuola(at)gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 13 maggio 2019 08:00:00 (667 letture)

(Leggi Tutto... | 2821 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Sciopero del 17 maggio. Se la notte porta consiglio ...
Sindacati
Apprendiamo che le OO.SS., dopo una lunga notte di trattativa con il Premier Conte ed il Ministro Bussetti, hanno sospeso (e revocato?) la giornata di sciopero unitario proclamata per Venerdi 17 maggio 2019. Ricordiamo che gli argomenti di contestazione sindacale sono la regionalizzazione del sistema scolastico italiano, le basse retribuzioni ben lontane dalla media europea, alto tasso di precariato, insufficiente personale non docente. A questi temi certamente condivisi, i Collaboratori dei DS di Ancodis aggiungono quelli che ritengono meritevoli di essere evidenziati nel dibattito politico sindacale e che afferiscono alla visione di una moderna governance di ciascuna autonoma Istituzione scolastica.

prof. Rosolino Cicero, Presidente ANCODIS Palermo
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 26 aprile 2019 08:54:04 (529 letture)

(Leggi Tutto... | 4366 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: 21 marzo studenti contro le mafie in piazza con Libera
Comunicati
Oggi, in occasione della XXIV Giornata del ricordo e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie, si svolgeranno manifestazioni su tutto il territorio nazionale organizzate da Libera Contro le Mafie, a cui parteciperanno anche gli studenti scendendo in piazza da Nord a Sud del Paese. La piazza principale sarà a Padova, per portare l'attenzione sul fenomeno mafioso a Nordest. La Rete degli Studenti Medi e l’Unione degli universitari hanno aderito alle piazze e soprattutto a quella di Padova, coinvolgendo studenti da tutto il Triveneto, organizzando assemblee nelle scuole e nelle università e lanciando una piattaforma (www.studenticontrolemafie.it) per sensibilizzare ed informare gli studenti medi e universitari.

UDU - Unione degli Universitari
Enrico Gulluni, coordinatore nazionale
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 21 marzo 2019 07:30:00 (2789 letture)

(Leggi Tutto... | 7307 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Flash mob contro la regionalizzazione della scuola: 8 marzo ore 9.00 sotto il Pirellone
Comunicati
Venerdì 8 Marzo, alle ore 9,00 sotto il Pirellone in piazza Duca d'Aosta si terrà un flash mob di lavoratrici e lavoratori della scuola contro il progetto di autonomia differenziata. Abbiamo scelto l'8 marzo, un'importante giornata di lotta, per iniziare la nostra mobilitazione contro la Regionalizzazione della scuola perché riteniamo che questo progetto attacchi fortemente il principio di solidarietà sociale e uguaglianza, valori cardine della Scuola Statale e come donne e lavoratrici riteniamo sia nostro dovere difenderla, così come è nostro dovere difendere i diritti delle studentesse e degli studenti di tutta Italia ad avere medesime opportunità.

Assemblea contro la Regionalizzazione
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 08 marzo 2019 08:30:00 (2384 letture)

(Leggi Tutto... | 2121 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: ATA-ITP ex Enti Locali: sciopero 27 febbraio 2019
Comunicati
Il giorno 27 febbraio 2019 ha avuto luogo a Roma, davanti a Montecitorio, la manifestazione prevista per lo sciopero generale indetto da UNICOBAS, a cui ha aderito anche l’ANIEF. Il tema principale della protesta è la paventata Regionalizzazione del personale delle istituzioni scolastiche, e il rischio di diversificazioni dei piani e livelli di studio tra Regioni diverse. Il nostro Comitato ATA-ITP ex Enti Locali ha partecipato con determinazione. Questo argomento, per il quale molti rassicurano si tratti solo di un’ipotesi, e garantiscono che non risulti al momento alcuna concreta norma al riguardo, è una preoccupazione in più per tutti noi, personale in servizio e pensionati, tutti già pesantemente colpiti dallo stravolgimento della Legge 124/1999.

Il Presidente del Comitato 
 Antonio Brunaccini
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 03 marzo 2019 08:00:00 (1453 letture)

(Leggi Tutto... | 3164 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: 4000 docenti siciliani al Nord
Comunicati
Il 3 Gennaio 2019, davanti la sede dell' USR CAMPANIA, a Napoli ed in Piazza Parlamento, a  Palermo  i docenti che non hanno ottenuto  l’auspicato trasferimento nelle sedi di provenienza, hanno attivato una manifestazione contestando  la firma apposta dai sindacati sul nuovo CCNL per. la mobilità 19 - 20  che ha gravemente violato i diritti degli insegnanti fuori sede, non consentendo loro di tornare a casa per i prossimi quattro/cinque anni. Due importanti Regioni del Sud, Campania e Sicilia, detentrici del più alto numero di docenti esiliati-migranti, hanno unito le proprie energie per manifestare il dissenso verso un accordo lesivo e sibillino, il quale favorirà le nuove assunzioni, a discapito di una mobilità dovuta.
A Palermo, la delegazione di docenti  siciliani è stata ricevuta dal Presidente Nello Musumeci, ...

Comitato nonsisvuotailsud
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 07 gennaio 2019 08:00:00 (633 letture)

(Leggi Tutto... | 3694 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: #noisiamoilsud - Manifestazione 3 Gennaio 2019
Comunicati
La firma apposta dai sindacati sul nuovo CCNL per. la mobilità 19 - 20 ha gravemente violato i diritti degli insegnanti fuori sede, non consentendo loro di tornare a casa per i prossimi quattro/cinque anni. Quote pressoché inesistenti sconfessano le parole proclamate dai sottoscrittori del nuovo contratto negli ultimi giorni, antecedenti le festività natalizie, precludendo a chi è fuori ormai da anni di poter rientrare. Cadono le ultime speranze e con esse la fiducia dei docenti posta nelle istituzioni. In conseguenza a ciò, due importanti Regioni del Sud, Campania e Sicilia, detentrici del più alto numero di docenti esiliati-migranti, uniranno le proprie energie per manifestare il dissenso verso un accordo lesivo e sibillino, il quale favorirà le nuove assunzioni, a discapito di una mobilità dovuta.

#noisiamoilsud
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 03 gennaio 2019 09:00:00 (614 letture)

(Leggi Tutto... | 2909 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Salvini e DI Maio: chi ha paura di cambiare? gli studenti rispondono ai ministri
Opinioni
Oggi in più di 50 piazze in tutta Italia decine di migliaia di studenti hanno manifestato gridando “Chi ha paura di cambiare? Noi no!” ad un Paese che non investe in istruzione e non ascolta i giovani. I 5000 studenti del corteo di Roma hanno marciato fino al Ministero dell’Istruzione, dove hanno chiesto a nome di tutti i manifestanti d’Italia un incontro con il Ministro Bussetti, per condividere le vere problematiche che ogni giorno affrontiamo, nelle scuole e nelle università. Il Ministro ancora una volta ha scelto di non ascoltarci - dichiara Giammarco Manfreda, coordinatore nazionale della Rete degli Studenti Medi - non smentendosi rispetto ai giorni scorsi, preferendo unicamente il dialogo con il Movimento Giovanile della Lega.

Giammarco Manfreda
Enrico Gulluni
stampa@unionedegliuniversitari.it
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 13 ottobre 2018 07:30:00 (782 letture)

(Leggi Tutto... | 3258 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Gli studenti chiamano alla lotta tutto il mondo della scuola
Attività parlamentare
I ragazzi e le ragazze che hanno oggi riempito le strade di tante città italiane, lanciano un messaggio forte di consapevolezza e determinazione. La scuola italiana ha bisogno di una svolta, che chiuda definitivamente la lunga pagina di tagli e controriforme. Di questa svolta non c’è traccia e anzi si profilano scelte inaccettabili: nessuna abolizione della 107 e dei decreti attuativi, tagli certi ed altri (maggiori) probabili, nessun reale intervento sull’edilizia scolastica, niente soldi per il contratto, la prospettiva della regionalizzazione pretesa dai governatori leghisti di Veneto e Lombardia, la rottura del reclutamento nazionale con il domicilio professionale, nessun piano per il personale ATA. Tutto in un quadro di assoluta incertezza, di caos politico-amministrativo, di regressione culturale.

pcistruzione@libero.it
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 13 ottobre 2018 07:00:00 (663 letture)

(Leggi Tutto... | 2371 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Manifestazioni non governative: Grande giornata di lotta del precariato della scuola, 11 settembre
Sindacati
L'11 settembre, dalle 9 fino a pomeriggio inoltrato, migliaia di precari/e hanno manifestato davanti a Montecitorio in occasione del dibattito parlamentare sul Decreto Milleproroghe. In tale decreto era prevista una misura che riconosceva il diritto dei/delle precari/e abilitati/e ad essere inseriti/e in una graduatoria per la progressiva assunzione in ruolo. Pur essendo per noi un riconoscimento solo parziale del diritto all'assunzione per tutti i precari/e che da anni garantiscono il funzionamento della scuola italiana, tale provvedimento è stato incredibilmente bocciato dal governo del "cambiamento" e della "dignità", malgrado in campagna elettorale sia la Lega sia i Cinque Stelle si fossero ripetutamente impegnati a garantire il diritto di mantenere il proprio posto di lavoro alle maestre/i DM, in particolare, minacciate/i assurdamente di espulsione dalla scuola, dopo anni (o decenni) di lavoro impeccabile.

Piero Bernocchi
portavoce nazionale COBAS
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 13 settembre 2018 09:00:00 (600 letture)

(Leggi Tutto... | 4128 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: 11 settembre, il precariato della scuola in piazza per il riconoscimento del diritto ad un lavoro stabile e adeguatamente retribuito
Redazione
L'emendamento aldecreto "mille proroghe", approvato dal Senato il 3 agosto scorso, offre all'intero movimento dei/delle precari/e della scuola l'occasione per ritrovare la compattezza e l'unità purtroppo mancata spesso in passato e fondamentale per vincere la battaglia per il riconoscimento del diritto ad un lavoro stabile e adeguatamente retribuito. Tale emendamento può essere oggetto di diverse critiche, ma riteniamo che possa costituire un primo passo verso l'affermazione di tale diritto. Conseguentemente, in occasione dell'inizio della discussione del decreto alla Camera, abbiamo indetto come Anief, Cobas e Cub una "manifestazione nazionale per domani, 11 settembre, a Roma, davanti alla Camera, a Piazza Montecitorio, dalle 9 alle 14", alla quale invitiamo tutti/e i/le precari/e e le loro associazioni per dare vita ad una forte e significativa pressione sulle decisioni del nuovo Parlamento. La piattaforma sulla quale come Anief e Cobas abbiamo indetto la manifestazione è la seguente: ...

Piero Bernocchiportavoce nazionale COBAS
Marcello Pacifico presidente ANIEF
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 10 settembre 2018 12:00:00 (809 letture)

(Leggi Tutto... | 3441 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Prosegue la lotta delle maestre/i diplomate magistrali
Comunicati
Mercoledì 20 giugno trenta maestre/i diplomate/i magistrali hanno partecipato al presidio organizzato dai COBAS a Montecitorio. Oltre a maestre/i di Roma hanno partecipato al sit-in delegazioni di Pisa e Bologna. Dalle 10 alle 13 si sono alternati interventi, slogan e canti per riaffermare le ragioni della lotta che ininterrottamente prosegue da 6 mesi. Sono intervenuti al presidio parlamentari di diverse forze politiche: Alessandro Battilocchio e Maria Spena di Forza Italia; Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali; Veronica Giannone, Maria Pallini e Jessica Costanzo del Movimento 5 Stelle. Tutti i parlamentari hanno dimostrato disponibilità ad affrontare in tempi rapidi la questione dei diplomati magistrali pur sottolineando i ruoli distinti dei partiti di opposizione e di governo. Si è anche puntualizzato che da giovedì 21 giugno entreranno nel pieno delle loro funzioni le commissioni parlamentari con le quali ci hanno invitato ad avviare un immediato confronto.

Ilenia Badalamenti     COBAS Pisa             Tiziana Cundari    COBAS Roma         Salvatore Iocca    COBAS   Bologna
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 22 giugno 2018 07:00:00 (837 letture)

(Leggi Tutto... | 4207 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Dissenso, antifascismo e libertà: solidarietà alla maestra Cassaro
Sindacati
La vicenda di Lavinia Flavia Cassaro, maestra sospesa dal servizio per aver urlato la propria rabbia contro le forze dell'ordine è davvero il segno dei tempi che corrono e questi sono decisamente mala tempora. Lavinia, indicata dalla stampa borghese e perbenista come una "cattiva maestra", ha espresso il proprio dissenso contro quelle forze dell'ordine che durante le ultime manifestazioni antifasciste hanno caricato i cortei antifascisti a protezione di quei dichiarati fascisti di Casa Pound o Forza Nuova ai quali venivano concesse piazze e comizi nonostante quanto previsto dalla nostra Costituzione repubblicana costruita con il sangue e il sacrificio dei partigiani italiani. L'insegnante stigmatizzata dalla stampa e vista anche da alcuni colleghi come una "estremista" è tale solo di fronte a chi si è abituato al disprezzo dello stato sociale, dei diritti degli ultimi, dei valori della Repubblica, non ultimo l'antirazzismo.

scuola@usb.it
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 04 marzo 2018 12:00:00 (1011 letture)

(Leggi Tutto... | 7300 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Flash mob: costruiamo la scuola non distruggiamola!
Comunicati
Ieri, 21 gennaio, centinaia di maestri e maestre diplomati magistrali con genitori e bambini e altri insegnanti di ogni ordine e grado di ruolo e precari si sono ritrovati in via dei Mercanti a Milano per “costruire” la vera buona scuola. Una scuola che assuma i suoi insegnanti e non li sfrutti con decenni di precarietà licenziandoli quando fa comodo, una scuola che garantisca la continuità didattica, dove i docenti possano lavorare fianco a fianco serenamente senza gareggiare per prendere buoni di merito. Una scuola dove si insegni davvero e dove non si mandino i ragazzi a farsi sfruttare dalle aziende, una scuola dove il preside faccia il preside e non il dirigente d’azienda che si “sceglie la squadra” e può multare gli insegnanti. Vogliamo una vera buona scuola, di tutti e di ciascuno, dove nessuno venga escluso!
La vera buona scuola siamo noi!

Assemblea Dm (e non solo) autoorganizzati
Lavoratori scuola autorganizzati
Coord. Lavoratori scuola 3 ottobre
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 24 gennaio 2018 08:00:00 (1026 letture)

(Leggi Tutto... | 2856 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Grande successo dello sciopero e della manifestazione al MIUR delle diplomate/i magistrali
Sindacati
Grande successo dello sciopero e della manifestazione nazionale delle diplomate/i magistrali, almeno 5000 maestre/i protestano al MIUR durante tutta la giornata. Ora il movimento di lotta deve riunirsi in assemblee provinciali/regionali, verso una Assemblea nazionale che produca una piattaforma unitaria e le prossime iniziative di lotta. E’ terminata poco fa, dopo otto ore, l’eccellente manifestazione di protesta delle maestre/i diplomate/i magistrali contro l’inaccettabile sentenza del Consiglio di Stato che vorrebbe annullare i diritti acquisiti di questa importante parte della categoria, sentenza che va contro tutte le precedenti che in questi anni avevano dato ragione a decine di migliaia di docenti che adesso si vedono negare persino il diritto all’inserimento nelle Graduatorie a Esaurimento (GAE), e che vengono retrocessi a docenti di serie C.

Piero Bernocchi  portavoce nazionale COBAS
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 09 gennaio 2018 09:00:00 (1254 letture)

(Leggi Tutto... | 5515 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Manifestazione pro precari delle graduatorie d'istituto - 8 gennaio
Comunicati
Come noto, l'esito negativo sentenza dell'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato riguardante il diritto d'ingresso in GAE dei docenti in possesso di diploma magistrale conseguito prima del 2001/2002, provocherà il licenziamento di migliaia di insegnanti entrati di ruolo (o nelle GAE) dal 2014 a seguito di precedenti ordinanze cautelative dello stesso Consiglio di Stato. Per denunciare pubblicamente la grave situazione che si creerà a seguito della citata sentenza, giorno 8 gennaio alle ore 15:00 di fronte alla sede del MIUR a Roma, si svolgerà un'importante manifestazione organizzata dalle STORICHE associazioni ADIDA e MIDA, che, rispettivamente dal 2007 e dal 2008, si occupano dei precari delle graduatorie d'istituto.

Laura La Manna
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 02 gennaio 2018 09:00:00 (1682 letture)

(Leggi Tutto... | 2413 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Legge di Bilancio 2018: l’insoddisfazione dei Collaboratori dei DS. Appello alle forze politiche
Comunicati
Finalmente si è arrivati al termine della Legislatura con l'ultimo atto che gli italiani attendevano: l'approvazione della Legge di Bilancio 2018. Tante le misure previste per la Scuola ed, in particolare, l'istituzione di ulteriori posti di insegnamento nell'organico di diritto delle scuole; la destinazione del 5% dei posti dell'organico per il potenziamento dell'offerta formativa per promuovere le discipline motorie presso le scuole primarie; lo stanziamento di 75 milioni di euro per l'assistenza alle alunne e agli alunni con disabilità; l'istituzione di un fondo (10 milioni nel 2018, 20 milioni nel 2019 e 30 milioni a decorrere dal 2020) finalizzato alla valorizzazione dei docenti che si impegneranno particolarmente nella formazione, nella ricerca, nella sperimentazione didattica o che raggiungeranno particolari risultati nella diffusione nelle scuole di modelli di didattica per lo sviluppo delle competenze; la proroga della validità delle graduatorie del concorso per docenti bandito nel 2016; l'assunzione in ruolo del personale che, dall'entrata in vigore della legge n. 124 del 1999, lavora presso le scuole con contratti di co.co.co; la reintroduzione della possibilità di conferire supplenze brevi al personale ATA ed, infine, lo stanziamento di 10 milioni nel 2018, 20 milioni nel 2019 e 35 milioni a partire dal 2020 per gli Istituti tecnici superiori (ITS).
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 01 gennaio 2018 01:00:00 (1997 letture)

(Leggi Tutto... | 10165 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Plenaria: mobilitazione per l’8 gennaio. Il movimento dei precari della scuola non si arresta e non si arrende
Sindacati
È di queste ultime ore la pubblicazione delle decisioni dell'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato in merito alla posizione degli insegnanti in possesso di diploma magistrale. A distanza di numerosi anni dai primi provvedimenti favorevoli che hanno permesso ad oltre 3.000 docenti l'ingresso nelle GAE, oggi il Consiglio di Stato ribalta le decisioni precedenti statuendo che il diploma magistrale conseguito entro l'a.s. 2001/2002 "non ha mai costituito titolo sufficiente per l'inserimento nelle graduatorie permanenti". Nella decisione difatti si legge che "il diploma magistrale, se conseguito entro l'a.s. 2001/2002, rimane titolo di studio idoneo a consentire la partecipazione alle sessioni di abilitazione all'insegnamento o ai concorsi per titoli ed esame apposti all'insegnamento, ma di per se non consente l'immediato accesso ai ruoli. Il valore legale conservato in via permanente, quindi, si esaurisce nella possibilità di partecipare alle sessioni di abilitazione o ai concorsi".

adida.associazione@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 22 dicembre 2017 07:00:00 (1729 letture)

(Leggi Tutto... | 8061 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Continua la protesta al Liceo Artistico 'Emilio Greco'
Comunicati
Non si placa la protesta degli alunni del Liceo Artistico "Emilio Greco", di Catania. Dopo oltre una settimana di sospensione delle attività didattiche, con la piena occupazione degli edifici scolastici, assemblee straordinarie, petizioni e cogestione, adesso la protesta si sposta sulle strade di Catania, con un corteo che si muoverà da piazza Spedalieri e che attraverserà tutto il centro storico della città etnea, per concludersi sotto i portoni del Palazzo del Governo di via Etnea, sede della Prefettura e della Provincia Regionale di Catania, quest'ultima, proprietaria dei locali del Polivalente, e "causa prima" delle azioni di protesta dei ragazzi. E vogliamo ricordare ancora la causa del contendere: la mancanza di idonei spazi per svolgere in maniera regolare le attività didattiche al Polivalente di San Giovanni La Punta. Ma di chi è la colpa, di chi è la responsabilità!? Vorremmo capirlo anche noi.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 28 novembre 2017 08:00:00 (1230 letture)

(Leggi Tutto... | 4117 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Il Liceo Artistico 'Emilio Greco', di Catania, è in stato di occupazione
Comunicati
"La grande proletaria si è mossa!". Finalmente, i ragazzi del Liceo Artistico Statale "Emilio Greco", di Catania, fanno sentire la loro voce! Da due giorni gli alunni delle sedi di Catania e di San Giovanni La Punta sono in "stato di agitazione" a tempo indeterminato! I locali sono occupati, le lezioni sospese, gli edifici scolastici off limits per tutto il personale e i docenti "dirottati" in altre sedi. Finalmente,... tanto tuonò che piovve! Erano da parecchi settimane, dall'inizio del nuovo anno scolastico, che serpeggiava il malumore tra docenti, alunni e famiglie, con assemblee, manifestazioni, cortei, petizioni, raccolta firme e, adesso, con l'occupazione dei locali scolastici. Il motivo è, ormai, tristemente noto a tutti. La mancanza di idonei spazi per svolgere in maniera regolare le attività didattiche al Polivalente di San Giovanni La Punta.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Mercoledì, 22 novembre 2017 08:30:00 (1762 letture)

(Leggi Tutto... | 4349 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Inaudito: caricati gli insegnanti di Cobas e Unicobas in sciopero
Sindacati
Eravamo davanti al MIUR e avevamo finito di ascoltare gli interventi di Piero Bernocchi (Cobas) e Stefano d’Errico (Unicobas). Ci siamo allora messi in corteo ed hanno cominciato a fare storie sui numeri. Poi quando ci ha raggiunto l’altro pezzo di corteo ci hanno detto che dovevamo essere ancora di più. Noi gridavamo “corteo corteo “. Dopo ci hanno detto che non potevamo partire perché non potevamo bloccare il traffico. Allora la polizia è avanzata e ha cominciato a manganellare con almeno due feriti tra i manifestanti (uno dei quali ricoverato all’Ospedale Santo Spirito con un copioso taglio sul cuoio capelluto). Non contenti i poliziotti hanno caricato ancora una volta, mentre noi gridavamo “vergogna vergogna”! Subito dopo ci hanno detto che se nascondevamo le bandiere ci avrebbero fatto passare alla chetichella. A quel punto eravamo disorientati e stavamo per accettare ... ma quando

Stefano d’Errico (Segretario nazionale Unicobas Scuola&Università)
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 11 novembre 2017 08:00:00 (1119 letture)

(Leggi Tutto... | 5661 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Se tutti noi prof facessimo esclusivamente il nostro vero mestiere... insegnare?
Opinioni
Le conquiste salariali del movimento operaio negli ultimi 30 anni sono state cancellate dai governi di centro destra e centro sinistra. Più bassi sono i salari dei lavoratori più deboli sono i sindacati. Questo modo di trattare gli insegnanti come dei "volontari" immolati al sacro e potente dirigente scolastico sta producendo un malcontento generale in tutta Italia. La proposta di aumento di questo governo sono 85 euro (lordi) per i docenti e 500 per i dirigenti e sa veramente di ridicolo. Dimostra ancora una volta che la libertà di insegnamento non esiste più. Come non esiste più la democrazia in questo Paese. Un Governo che cancella ogni diritto e la dignità al lavoratore partendo dal salario insufficiente per vivere va cacciato! Ha ragione Marco Travaglio quando afferma che ci stanno pisciando in testa e vogliono convincerci che sta piovendo. Ricordo che la Costituzione Italiana con gli articoli 1, 3, 4 e 35 obbliga i governi a difendere dalla povertà i propri cittadini mettendoli nelle condizioni di lavorare e di vivere una vita dignitosa.

Paolo Latella
Unicobas Scuola & Università
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 09 novembre 2017 08:00:00 (1174 letture)

(Leggi Tutto... | 9577 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Manifestazioni non governative: Sciopero generale il 10 novembre 2017
Sindacati
Il 10 novembre scioperano la Scuola, i Trasporti, la Sanità, il Pubblico Impiego e il Lavoro Privato contro le politiche economiche e sociali del governo e la sua Finanziaria. Manifestazioni in molte città, a Roma al MIUR (ore 9.30) e al Parlamento (ore 11.30), al Ministero della Salute (ore 9). Il 10 novembre, indetto dai COBAS e da altre strutture del sindacalismo alternativo, si svolgerà lo sciopero di tutto il lavoro dipendente, dalla Scuola ai Trasporti, dalla Sanità alle Telecomunicazioni, nel Pubblico Impiego e nel Lavoro privato. Si svolgeranno manifestazioni in molte città d'Italia e in Sicilia a: PALERMO, ore 9:00 corteo da piazza Croci - CATANIA, ore 9:30 presidio davanti la prefettura in via Etnea.

Piero Bernocchi  portavoce nazionale COBAS
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 09 novembre 2017 07:30:00 (1149 letture)

(Leggi Tutto... | 4144 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Il 10 novembre sciopero generale della scuola
Sindacati
50 euro di elemosina per i docenti e ancor meno per gli ATA e 500 di aumento per i presidi, 10 volte tanto: basta con lo strapotere dei dirigenti scolastici! Il 10 novembre la scuola sciopera contro la politica scolastica del governo e l’inserimento nel contratto della legge 107, per il recupero almeno del 20% di salario perso in 10 anni. Le notizie riguardanti docenti ed ATA, che giungono dal fronte della Legge di Bilancio che verrà discussa in Parlamento nei prossimi giorni, sono micidiali. Dopo quasi dieci anni di blocco contrattuale, durante i quali hanno perso circa il 20% del salario reale, il governo annuncia che, col prossimo contratto, ad essi/e verrà restituito a mala pena il 3% (45-50 euro netti in media) e per giunta in un biennio, mentre per i presidi si prepara un aumento dieci volte tanto, di 500 euro mensili, per un totale di 11 mila euro lordi annui.

Piero Bernocchi  portavoce nazionale COBAS
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 31 ottobre 2017 07:00:00 (1174 letture)

(Leggi Tutto... | 6009 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Vittoria dei Cobas e delle scuole: il preside non può violare le delibere degli Organi Collegiali - Verso lo sciopero generale del 10 novembre
Sindacati
Pino Iaria, docente di matematica dell'I.I.S. Boselli di Torino e membro dell'Esecutivo Nazionale COBAS, in quest'anno scolastico era stato assegnato dal preside ad altra scuola, in violazione della continuità didattica e malgrado Collegio Docenti e Consiglio d'Istituto avessero indicato quale primo criterio di assegnazione proprio tale continuità. Insieme a Iaria anche altre/i docenti sono stati/e spostati dalle loro classi, esclusivamente a causa del loro contrasto con il preside. In particolare lo spostamento di Iaria era determinato da ragioni ritorsive stante l'attività sindacale del docente che ha denunciato più volte sia in Collegio che all'USR condotte non conformi ai doveri professionali da parte del preside (tramite una puntuale verifica dei progetti e delle spese dell'Alternanza scuola-lavoro), nonché le pressioni del dirigente per "ritoccare" verbali di scrutini, ricevendo una contestazione disciplinare, poi archiviata dopo le puntuali controdeduzioni. E a conferma di tale atteggiamento vessatorio, in data 18.5.2017 nel corso del Comitato di valutazione il preside si era rivolto al prof. Iaria affermando: "io la sposterò di sede perchè lei è un elemento disturbatore".

Piero Bernocchi - portavoce nazionale COBAS
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 26 ottobre 2017 06:00:00 (1155 letture)

(Leggi Tutto... | 5527 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Presidi indignati manifesteranno spontaneamente a Roma il 21 ottobre 2017
Sindacati
Tutto è nato sul web e su facebook senza alcun apparato, senza risorse e senza sponsorizzazioni da parte di 1.500 presidi indignati al grido PEREQUAZIONE e SICUREZZA.
Un movimento spontaneo sorprendente che in pochi mesi è esploso sulla chat di telegram “ Soli dirigenti “ e sul sito facebook collegato, anch’esso costituito di “ SOLO DIRIGENTI”
Il movimento è trasversale a tutti i sindacati e a tutte le associazioni di dirigenti scolastici e si pone l’obiettivo di costituirsi in associazione nazionale per la dignità dei presidi, offesi da una retribuzione mortificante senza perequazione e senza RIA e minacciati e inquisiti dalle istituzioni dello Stato deputate alla sicurezza che invece di aiutare i presidi li arrestano e li multano tempestandoli di molestie burocratiche.
Postato da Salvatore Indelicato Martedì, 17 ottobre 2017 11:55:40 (2395 letture)

(Leggi Tutto... | 8957 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Dopo le piazze il ministero accoglie una nostra delegazione studentesca!
Comunicati
Oggi le studentesse e gli studenti di tutto il Paese si sono rivoltati in più di 70 piazze per esprimere il loro dissenso verso modelli di alternanza scuola lavoro sbagliati e pericolosi e verso un sistema di pubblica istruzione che non garantisce la qualità e la gratuità dei percorsi educativi, dopo il corteo una delegazione della Rete degli Studenti Medi è salita a discutere negli uffici del Ministero. Giammarco Manfreda, Coordinatore Nazionale della Rete degli Studenti Medi, dichiara:” Oggi dopo il corteo che a Roma ha visto la partecipazione di più di 3000 studenti il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha accettato di accoglierci per discutere delle rivendicazioni che in tutta Italia stavamo portando nelle piazze. I casi in cui l’alternanza scuola lavoro non viene concepita come quello che in realtà dovrebbe
essere, strumento di didattica alternativa, ma viene scambiata come strumento ...

Rete degli Studenti Medi
Coordinatore Nazionale, Giammarco Manfreda
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 14 ottobre 2017 07:30:00 (1118 letture)

(Leggi Tutto... | 3993 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Rete Studenti: domani in piazza per cambiare la scuola
Comunicati
Domani mattina migliaia di studenti scenderanno nelle piazze di tutta Italia perché stanchi di una politica che non li ascolta e per riscrivere i paradigmi di una scuola diversa più equa e giusta. Dichiara Giammarco Manfreda, coordinatore nazionale Rete degli Studenti Medi: "Si parla di rilancio del paese, di PIL e di crescita. Il dato che rimane costante è il sottofinanziamento della scuola pubblica. Da un diritto allo studio completamente insoddisfacente, la cui assenza di fronte agli alti costi della scuola, alimenta i tassi di dispersione scolastica, ad una condizione mortificata degli studenti che li vede ogni giorno andare a scuola in condizioni di estrema difficoltà e trovarsi in edifici pericolanti e fatiscenti. Vogliamo una scuola gratuita, accessibile a tutti, che ci stimoli nel nostro percorso di crescita e non siamo più disposti a scendere a compromessi."

retedeglistudentimedi@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 12 ottobre 2017 15:00:00 (1502 letture)

(Leggi Tutto... | 7554 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Il 10 novembre sciopero generale della scuola contro la politica scolastica del governo e lo strapotere dei presidi
Sindacati
Durante lo scorso anno scolastico, pur lottando con forza e continuità, non siamo riusciti ad impedire che gli otto decreti attuativi della legge 107, varati dal governo Gentiloni per chiudere nella gabbia della "cattiva scuola" docenti, ATA e studenti, venissero approvati dal Parlamento e aggravassero ulteriormente i disastri della legge. A partire dai superpoteri dei presidi - che disgregano il tessuto unitario e collaborativo nelle scuole con soprusi continui nei confronti dei docenti ed ATA che non si piegano alle sciagurate logiche aziendalistiche - al dilagare di una grottesca "Alternanza scuola-lavoro", forma sfacciata di apprendistato gratuito e inutile; dalla centralità data agli assurdi quiz Invalsi al famigerato "bonus" per gli insegnanti più "collaborativi"; dalla chiamata diretta dei docenti da parte dei presidi (in estate naufragata ma già riproposta pervicacemente) alla minaccia della riduzione di un anno di scolarità: tutti gli effetti nefasti della politica scolastica governativa sono oramai squadernati in forma eclatante.

Piero Bernocchi portavoce nazionale COBAS - Stefano d'Errico  segretario nazionale UNICOBAS
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 01 ottobre 2017 08:00:00 (1598 letture)

(Leggi Tutto... | 4910 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Per uno sciopero generale unitario in autunno
Sindacati
Il successo dello sciopero dei trasporti, indetto unitariamente il 16 giugno scorso dal sindacalismo conflittuale e alternativo, ha confermato quanto sia importante, al di là della divisione organizzativa, l’unità d’azione in occasione di lotte specifiche o scioperi nazionali. Essa mette in atto un moltiplicatore di forze che mobilita una massa di lavoratori/trici ben più ampia della somma delle forze promotrici. Seppure è vero che l’eccessivo “pluralismo” di sigle, spesso con programmi pressoché identici e con nomi che si copiano e si clonano all’inverosimile, sconcerta non poco i lavoratori/trici, essi/e giudicherebbero già un vistoso passo in avanti se si realizzasse una sistematica unità d’azione tra tali strutture. Ed in tal senso è decisiva la scelta di date unitarie per lo svolgimento di scioperi a carattere nazionale, i quali, difficili anche di fronte a convocazioni unitarie, appaiono velleitari e autolesionisti quando si frantumano in più indizioni effettuate, in un breve lasso temporale, da sigle quasi indistinguibili tra loro.

Piero Bernocchi portavoce nazionale COBAS
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 15 settembre 2017 08:00:00 (1132 letture)

(Leggi Tutto... | 6106 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Martedì 14 ore 16,30 assemblea cittadina e venerdì 17 ore 9,30 Presidio in piazza Stesicoro con corteo
Sindacati
Martedì 14  marzo 2017 ore 16,30, presso l'aula Magna I.S. De Felice piazza Roma di Catania, Assemblea Cittadina.
17 marzo 2017 – ore 9,30 P. Stesicoro, Catania, sciopero generale della scuola contro i decreti attuativi della legge 107/15.
Intervengono: Teresa Modafferi (Portavoce Cobas Scuola Catania), Nino De Cristofaro (E.N. Cobas Scuola).

Cobas Scuola
cobascatania@libero.it
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 11 marzo 2017 09:00:00 (1635 letture)

(Leggi Tutto... | 1706 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Comunicato assemblea nazionale scuola del 21 gennaio 2017
Sindacati
Nel corso dell'assemblea si sono succeduti interventi di singoli lavoratori o genitori, e rappresentanti di varie realtà sindacali e di lotta in difesa della scuola pubblica, provenienti da diverse località italiane: Unicobas, Manifesto dei Cinquecento, Il Sindacato è un'altra cosa – opposizione in CGIL, Autoconvocati della scuola, Coordinamento Scuola della repubblica, Collettivo politico Galeano del Liceo Socrate, Cub, Coordinamento insegnanti e genitori contro la 107 di Cagliari, CPS Roma, Comitati LIP, Partigiani della Scuola Pubblica, USB, Cobas, CPS Napoli, Illuminitalia, Rifondazione Comunista, USI, Coordinamento docenti GAE, UDS, Cinecittà bene comune, Coordinamento Nazionale Docenti Fase C, Democrazia e lavoro area programmatica in CGIL. Per quanto attiene ai contenuti degli interventi, tutti hanno posto in evidenza l'ostinazione del nuovo governo nel perseguire la linea del precedente, nonostante il risultato del referendum costituzionale dello scorso 4 dicembre; segno ne è l'approvazione, nell'ultimo C.d.M. delle 8 deleghe che vanno a completare la legge 107.

autoconvocati.scuola@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 27 gennaio 2017 07:30:00 (1091 letture)

(Leggi Tutto... | 5438 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: La buona scuola: striscioni per la contestazione
Opinioni
La ministra Giannini, commentando lo sciopero degli studenti ha detto: "Di questi tempi, tutti gli anni, c'è una comprensibile e tradizionale voce degli studenti. Non mi pare che ci siano obiettivi precisi, mi sembra che sia una richiesta di attenzione" [Capri, 7 ottobre]. Come si può pretendere che gli studenti abbiano la maturità e la competenza per formulare obiettivi precisi se nemmeno il parlamento è stato capace di elencare gli "obiettivi formativi prioritari"? Il comma 7 della legge 107/2015 li stravolge, sostituendoli con alcune modalità operative. Come potrebbero essere gli striscioni "precisi" per un corteo studentesco?

Enrico Maranzana
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 11 ottobre 2016 08:00:00 (1453 letture)

(Leggi Tutto... | 4835 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Nuovo presidio di Cub e Sgb all'Usr Lazio
Comunicati
Ancora una giornata di passione all'USP Roma. Nel pomeriggio di ieri 19 settembre una nutrita delegazione di SGB, CUB e Lavoratori Autoconvocati si è presentata negli uffici di via Pianciani per chiedere la diffusione dei numeri relativi ai pensionamenti, numeri fondamentali per comprendere la situazioni dei ruoli e delle future supplenze da Gae e da Graduatorie d'Istituto. Le risposte che è stato possibile ottenere, data l'assenza delle funzionaria che si occupa dei dati relativi alla cessazione dell' attività lavorativa, sono state parziali: ci dovrebbe essere un elenco nominativo dei pensionamenti, ma senza la relativa suddivisione in classi di concorso (quindi dati incompleti e che non contribuiscono a fare luce sulla questione, se non in parte); per cui, per poter avere un quadro della situazione completo bisognerà aspettare il rientro della dott.ssa Secreti. La situazione è complicata dal fatto che quest'anno è stata prevista una mobilità straordinaria sull'intero territorio nazionale, compresa l'assegnazione provvisoria che tarda a definirsi, ...

cubscuolaromalazio@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 21 settembre 2016 08:30:00 (1452 letture)

(Leggi Tutto... | 6323 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Non si ferma la protesta dei precari: sit-in a Palermo e Catania contro i trasferimenti
Rassegna stampa
Continua la protesta degli insegnanti siciliani contro i trasferimenti forzati al Nord. Dopo il sit-in della scorsa settimana in via San Lorenzo, questa mattina dalle 9 il neonato Coordinamento SemiPrecari di Palermo, messo in piedi dalla docente Maria Pia Labita, ha indetto una manifestazione in via Cavour, davanti alla sede della prefettura. Domani, un'analoga manifestazione si svolgerà a Catania presso la sede del provveditorato agli studi (ora Ambito territoriale) con la partecipazione dei docenti delle province limitrofe: Messina e Ragusa. "Chiediamo con forza - spiega la Labita - l'annullamento delle operazioni di mobilità e la creazione di una graduatoria unica del trasferimento per ambito territoriale provinciale che tenga conto, fatte salve le priorità della 104, del punteggio degli anni di servizio pre-ruolo e dei titoli di studio e specializzazione acquisiti". Coloro che manifestano oggi chiedono ...

Salvo Intravaia - palermo.repubblica.it
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 10 agosto 2016 08:00:00 (1791 letture)

(Leggi Tutto... | 3882 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Mobilità non deportazione
Comunicati
Ieri, davanti la Prefettura di Palermo, come in molte città del sud d'Italia si è svolta una partecipata manifestazione fortemente voluta da numerosi docenti coinvolti nelle operazioni straordinarie di mobilità, previste dalla legge 107. Mentre un folto gruppo presidiava la strada, una delegazione è stata ricevuta dalla Dott.ssa Baratta e il Dott. Massocco, Capo di Gabinetto della Prefettura.
In più occasioni, abbiamo avuto modo di condannare la logica scellerata dell'attuale riforma dell'Istruzione voluta dal governo Renzi, che accelera il processo di aziendalizzazione della scuola; in più occasioni abbiamo denunciato gli altrettanto scellerati tagli al personale e ai finanziamenti attuati da tutti i governi nei decenni precedenti la legge 107; abbiamo denunciato l'iniquo meccanismo di assunzione e mobilità, la discriminante logica della chiamata diretta, la perdita di titolarità di sede con l'assunzione triennale o la scelta del candidato sulla base di un colloquio, insieme ai nuovi poteri attribuiti al dirigente. Ora, come era prevedibile, molti altri nodi vengono al pettine.

cobas.comitati.di.base.scuola@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 10 agosto 2016 07:30:00 (1389 letture)

(Leggi Tutto... | 5628 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Consegnate le scatole contenenti le firme raccolte in tutta Italia su Referendum scuola
Sindacati
I promotori dei 4 quesiti abrogativi di altrettanti punti della legge 107, la "cattiva scuola" scritta dal premier Renzi e dalla ministra Giannini hanno consegnato questa mattina le scatole contenenti le firme raccolte in tutta Italia. Un ottimo risultato che corona tre mesi di impegno diffuso in tutto il Paese, dove decine di migliaia di attivisti e attiviste hanno portato avanti una campagna di raccolta firme che ha fatto seguito alla mobilitazione straordinaria dell'autunno scorso contro questa riforma. La consegna delle firme in Cassazione, inizialmente prevista per il 5 luglio, è slittata di due giorni per il previsto imminente arrivo di numerosi altri moduli, grazie ai quali il numero complessivo di firme ha superato i 2 milioni.

Il Comitato Referendario Scuola Pubblica
cobasscuolapa@fastwebnet.it
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 11 luglio 2016 07:00:00 (1460 letture)

(Leggi Tutto... | 2742 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Manifestazioni non governative: Docenti di Religione al Ministero Manifestazione promossa dallo SNADIR
Sindacati
Il 21 giugno circa seicento docenti di religione provenienti da tutta Italia si sono ritrovati davanti al Miur di viale Trastevere a Roma in occasione del sit-in organizzato da Snadir per protestare contro la progressiva azione di marginalizzazione dell’insegnamento della religione derivante dalla nefasta legge 107/2015 (la cd. “Buona scuola”). I motivi della manifestazione sono stati: l’assunzione a tempo indeterminato attraverso lo scorrimento della graduatoria del 2004 e l’istituzione di un nuovo concorso (valorizzazione del servizio prestato e dei titoli culturali), la creazione della classe di concorso dell’IRC, la valutazione numerica dell’IRC secondo le modalità previste per gli altri insegnamenti, richieste di chiarimenti circa l’utilizzo improprio dei docenti del potenziamento per l’attività alternativa alla religione e l’applicazione o meno del comma 131 legge 107/2015 anche agli incaricati annuali di religione.

snadir.it
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 05 luglio 2016 07:00:00 (2662 letture)

(Leggi Tutto... | 3082 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Tagliati quasi 100 posti docenti scuole medie provincia di Cosenza. Continua la protesta del SAB
Sindacati
Per come già anticipato nell'incontro del SAB con il dirigente dell'ATP di Cosenza Luciano Greco, erano stati contestati i criteri di formulazione dell'organico di diritto delle scuole medie della provincia, in particolare il segretario generale prof. Francesco Sola contestava l'eccessiva creazione di docenti perdenti posti nonostante la presenza delle condizioni previste dalle disposizioni ministeriali di merito. Alla pubblicazione dei dati del predetto organico, le rimostranze del SAB trovano conferme nei numeri e sugli errati abbinamenti fra scuole che hanno creato 95 perdenti posto così suddivisi fra le varie materie: ...

F.to Prof. Francesco Sola
Segretario Generale SAB
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 09 giugno 2016 07:00:00 (1662 letture)

(Leggi Tutto... | 6637 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS Confsal hanno proclamato lo sciopero nazionale generale della scuola per venerdì 20 maggio
Sindacati
Per il contratto non rinnovato da sette anni:
la Corte costituzionale e una successiva pronuncia del Tribunale di Roma hanno sentenziato l’illegittimità di ulteriori rinvii. Il  5 aprile, inoltre, è stato sottoscritto l’Accordo Quadro che definisce le nuove aree contrattuali della Pubblica Amministrazione; il Governo non ha ormai più alcun alibi per giustificare il mancato avvio della contrattazione. Per il personale amministrativo tecnico e ausiliario (ATA): ignorato dalla legge 107 ma oggetto di attenzioni inaccettabili dalle varie leggi di Stabilità che tagliano l’organico, riducono la possibilità di sostituire il personale assente, riversano sulle segreterie scolastiche profluvi di adempimenti che nulla hanno a che fare con la funzione istituzionale della scuola. Assunzioni, concorsi per i DSGA,  incremento dell’organico, semplificazione amministrativa sono i punti rivendicativi fondamentali.

FLC CGIL - CISL SCUOLA - UIL SCUOLA - SNALS Confsal
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 20 maggio 2016 07:00:00 (1249 letture)

(Leggi Tutto... | 7906 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: ATA e Docenti, il 20 maggio 'l’ultima chiamata' ...
Comunicati
Prima di fare un breve report dell'assemblea sindacale di Roma di docenti e ATA, vorremmo partire dall'appello che è stato fatto da tutti i sindacati per una forte mobilitazione il giorno 20 maggio. SCIOPERO GENERALE VENERDI' 20 MAGGIO: Casualità vuole che lo sciopero generale della Scuola sia stato indetto in una data storica. Il 20 maggio del 1970 è stato approvato lo "Statuto dei Lavoratori" (legge 300/70) che con l'attuale governo rischia di fare una brutta fine. Lo sciopero generale unitario di giovedì 20 maggio sarà una sorta di ultima "chiamata alle armi" per contrastare le grosse iniquità derivate dalla legge 107 (cosiddetta "Buona Scuola") tra le quali la gestione centralistica dirigenziale dei bonus premiali, la filosofia divisiva del personale e il tentativo di cancellare, dopo anni e anni di precariato, le precarie e i precari delle Scuole dell'Infanzia e, soprattutto, i precari ATA che, ad oggi, si ritrovano con un contratto limitato abusivamente al 30 giugno 2016.

Ciardullidomenico.it
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 15 maggio 2016 07:30:00 (1590 letture)

(Leggi Tutto... | 7622 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Manifestazioni non governative: Un'altra notevole giornata di lotta contro i quiz e la legge 107
Sindacati
Un’altra notevole giornata di lotta contro i quiz Invalsi e la legge 107: nelle Superiori, grazie allo sciopero dei docenti ed Ata e al boicottaggio degli studenti, saltano i quiz in una classe su quattro. Decine di migliaia di lavoratori/trici in sciopero anche nelle Elementari, Medie e Infanzia. Docenti, Ata e studenti in piazza in più di 50 città, forte protesta al MIUR. Ed ora avanti con la raccolta delle firme per i referendum e per cancellare i punti più distruttivi della legge 107. Dopo gli scioperi anti-quiz del 4 e 5 maggio alle Elementari, quella di oggi è stata un’altra buona giornata di sciopero e di lotta contro i quiz Invalsi e la legge 107, grazie anche al contributo rilevante dato dagli studenti nel boicottaggio degli indovinelli: nelle Superiori, grazie al lavoro congiunto di docenti, Ata e studenti, nelle principali città sono saltati – o si sono svolti con un numero irrisorio di studenti o con l’accorpamento dei pochi presenti - i quiz in una classe su quattro.

Piero Bernocchi - portavoce nazionale COBAS
cobasscuolapa@fastwebnet.it
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 13 maggio 2016 07:00:00 (1166 letture)

(Leggi Tutto... | 6480 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Cardiopatie elettive: storie di precarietà incrociate - 13 maggio
Comunicati
Il Coordinamento Precari Scuola di Roma, in occasione della sentenza della Corte Costituzionale sui 36 mesi che riguarda tutto il settore pubblico, rilancia un percorso di mobilitazione per chiedere l'ottemperanza alla sentenza della Corte di giustizia europea, che ha condannato l'Italia per aver reiterato per più di tre anni i contratti a tempo determinato. Nel momento in cui, non solo a scuola, le lavoratrici e i lavoratori appaiano sempre più divisi e quasi in "contrasto" al loro interno, il Cps crede che sia indispensabile, partendo dall'unità del mondo del lavoro precario, prima di tutto ritornare a vivere momenti di condivisione e di confronto, per raccontare le nostre storie precarie e conoscerci meglio. Per questo vi invitiamo all'iniziativa "Cardiopatie elettive: storie di precarietà incrociate" che si terrà venerdì 13 maggio a partire dalle 18,30  a Communia, via dello Scalo San Lorenzo n°33.

movimentoinsegnantiprecari@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 06 maggio 2016 07:00:00 (1285 letture)

(Leggi Tutto... | 2585 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: La scuola in sciopero il 4, 5 e 12 maggio
Sindacati
Si ripete nelle scuole l'assurdo rito Invalsi. Il 4 e 5 maggio sciopero dei docenti delle elementari per boicottare i quiz. Ricordiamo ai presidi e alla Cisl che sostituire i docenti in sciopero è azione antisindacale illegale e che i responsabili verranno denunciati. Il 12 maggio sciopero generale della scuola contro la legge 107, i quiz Invalsi e in difesa dei precari, con manifestazioni provinciali (a Roma, MIUR, V.le Trastevere, ore 10). Cgil, Cisl, Uil e Snals respingono il nostro invito a non dividere la categoria e piazzano uno sciopero 8 giorni dopo il nostro. Il 4 e 5 maggio (elementari) e il 12 maggio (superiori) si rinnoverà il rito insensato dei quiz Invalsi, contro il quale elevata è l'opposizione dei lavoratori/trici della scuola, degli studenti e dei genitori. Mentre prosegue la resistenza all'applicazione della legge 107, il cui indirizzo nefasto è oramai palese, verso una scuola gerarchizzata guidata da presidi-padroni e con docenti ridotti a subordinati "tuttofare", risalta il ruolo centrale in essa degli indovinelli per la "valutazione" di docenti, studenti e scuole e per i finanziamenti.

Piero Bernocchi portavoce nazionale COBAS
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 05 maggio 2016 07:30:00 (1293 letture)

(Leggi Tutto... | 5609 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Il 12 maggio Sciopero generale della scuola; il 4 e 5 sciopero nella primaria contro i quiz Invalsi
Sindacati
Il 12 maggio sciopero generale della scuola contro la legge 107, i quiz Invalsi e in difesa dei precari, con manifestazioni nelle principali città. Il 4 e 5 maggio sciopero dei docenti (in Sardegna anche degli Ata) della primaria per boicottare i quiz.  E’ partita la raccolta firme per i Referendum sociali contro la legge 107 e la cattiva scuola di Renzi, contro gli inceneritori e le trivelle, per i Beni comuni. Gli effetti nefasti della legge 107 sono oramai evidenti. La volontà sfacciata di edificare una scuola gerarchizzata sul modello renziano di società (“un uomo solo al comando di strutture aziendali a caccia di profitti economici”), guidata da presidi-padroni e con docenti ridotti a “tuttofare”  minacciati di licenziamento, riduzioni salariali, trasferimenti, sta creando il caos in strutture già prostrate da più di due decenni di tagli al personale e ai finanziamenti.
 
Piero Bernocchi   portavoce nazionale COBAS
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 15 aprile 2016 06:00:00 (1253 letture)

(Leggi Tutto... | 5583 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Manifestazioni non governative: La Feder.A.T.A. denuncia i dirigenti scolastici e chiede al Ministro ispezione amministrativa
Sindacati
Gent.ma Ministro dell’Istruzione Senatore Stefania Giannini,
come certamente Lei saprà, la scrivente Federazione, il 18 marzo 2016 ha proclamato lo sciopero nazionale ed indetto una manifestazione davanti al MIUR. In quella occasione, abbiamo constatato oltre ai tanti mezzucci messi in campo dalle OO.SS.FLCGIL, CISL, UIL e SNALS, per boicottare lo sciopero del personale ATA, ed a seguito delle numerose segnalazioni pervenute a questa Federazione da parte di tantissimi colleghi da ogni parte d’Italia, abbiamo registrato anche il comportamento scorretto di molti Dirigenti Scolastici che non hanno rispettato la Legge 146/90. In considerazione delle avvisaglie di tali comportamenti, il 5 marzo 2016, al fine di evitare eventuali contenziosi e contestualmente per fornire suggerimenti ai Dirigenti, abbiamo inviato un lettera di diffida, che si trasmette in allegato, ed un documento di comportamento conseguente ad alcune incresciose situazioni derivanti dalla partecipazione allo sciopero del personale ATA.

Il Presidente Nazionale Feder.A.T.A.
Giuseppe Mancuso
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 08 aprile 2016 01:30:00 (1688 letture)

(Leggi Tutto... | 5778 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: La cattiva coscienza del governo e la necessità della ripresa del movimento
Comunicati
Appello per uno sciopero unitario dei precari a favore del superamento del comma 131 della L 107 - quello che obbliga a non assumere più il personale che ha superato i 36 mesi di servizio - contro lo stravolgimento del testo unico di reclutamento, per il diritto al lavoro, la continuità didattica, l'assunzione di tutti i precari, la promozione con le lotte dei quesiti referendari e la pressione politica per una sentenza a favore del mondo del lavoro da parte della Corte Costituzionale il 17 maggio 2016. Governo e giudici devono sentirci!
Il governo aveva già messo in preventivo la sconfitta. In seguito alla sentenza della Corte europea e alle conseguenti assunzioni più acclamante della storia, il governo ha sancito che: ...

Coordinamento precari scuola Roma
movimentoinsegnantiprecari@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 04 aprile 2016 03:00:00 (1520 letture)

(Leggi Tutto... | 6795 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: La cattiva coscienza del governo e la necessità della ripresa del movimento
Appello per uno sciopero unitario dei precari a favore del superamento del comma 131 della L 107 – quello che obbliga a non assumere più il personale che ha superato i 36 mesi di servizio – contro lo stravolgimento del testo unico di reclutamento, per il diritto al lavoro, la continuità didattica, l'assunzione di tutti i precari, la promozione con le lotte dei quesiti referendari e la pressione politica per una sentenza a favore del mondo del lavoro da parte della Corte Costituzionale il 17 maggio 2016.
Governo e giudici devono sentirci!
Il governo aveva già messo in preventivo la sconfitta. In seguito alla sentenza della Corte europea e alle conseguenti assunzioni più acclamante della storia, il governo ha sancito che: ...

Coordinamento precari scuola Roma
movimentoinsegnantiprecari@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 03 aprile 2016 02:00:00 (1436 letture)

(Leggi Tutto... | 6615 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Contribuisci alla riuscita dei referendum sociali, scuola pubblica, trivelle, inceneritori: in campo una grande alleanza sociale antiliberista
Sindacati
È partita nei giorni scorsi con la consegna dei quesiti del movimento in difesa della scuola pubblica contro la legge 107 e la cattiva scuola di Renzi, e di quelli del movimento Trivelle Zero e Rifiuti Zero, una inedita, complessa ma anche esaltante campagna referendaria su un vasto arco di tematiche sociali antiliberiste, fondata non su partiti o strutture istituzionali ma su una grande alleanza di movimenti, organizzazioni e reti sociali. La vastità e qualità dei temi affrontati non ha precedenti e non è paragonabile ad alcune "lenzuolate" di quesiti presentati negli anni scorsi da questo o quel partito o da schieramenti politicanti istituzionali. Questa volta il movimento per la scuola pubblica, il movimento per l'acqua e le campagne contro gli inceneritori e le trivelle hanno deciso di lanciare dal basso una straordinaria campagna di referendum sociali ...

Cobas Scuola Sicilia
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 01 aprile 2016 02:30:00 (1653 letture)

(Leggi Tutto... | 5447 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Il segnale forte del personale ATA ... noi esistiamo!!!!! 18 marzo 2016 ... grande successo dello sciopero proclamato dalla FEDER.A.T.A
Sindacati
"Dopo tutti i boicottaggi messi in campo dal Governo e dai sindacati FLC-CGIL, CISL, UIL, SNALS contro la FederATA, nel silenzio degli organi d'informazione nazionale, più del 70% delle scuole ieri sono rimaste chiuse e più di 100.000 colleghi ATA hanno scioperato"- ha dichiarato il Presidente Mancuso. Purtroppo ci dispiace che molti dirigenti scolastici non abbiano rispettato la Legge sui servizi minimi da garantire, facendo aprire le scuole ai docenti e facendo attività didattica senza collaboratori scolastici. Anche nella scuola della Sig.ra Renzi abbiamo avuto la totale adesione del personale ATA allo sciopero. "Siamo molto contenti, continua Mancuso, che finalmente il personale ATA inizi ad essere unito e compatto in difesa della propria dignità professionale, in difesa dei posti di lavoro e contro la esternalizzazione dei servizi, NON VOGLIAMO LE COOPERATIVE!!!"

Dipartimento stampa Feder. A.T.A.
federata@federata.it
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 23 marzo 2016 02:00:00 (1626 letture)

(Leggi Tutto... | 4705 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Manifestazioni non governative: Presentati i quesiti dei Referendum contro la legge 107/15 - 13 marzo a Roma
Sindacati
Domenica 13 marzo, a Roma, verranno ufficialmente presentati i quesiti dei Referendum contro la legge 107/15 (quella sulla scuola). Un ampio schieramento sindacale e sociale, dai primi di aprile, inizierà la raccolta firme per sottoporre al giudizio dei cittadini italiani le parti peggiori della legge: chiamata diretta dei docenti da parte dei presidi, "premio" per i cosiddetti docenti meritevoli, organizzazione dell'alternanza scuola-lavoro, ecc. I Cobas Scuola, fra i promotori dei referendum, intendono sviluppare una grande campagna di informazione per ribadire la centralità della scuola della Costituzione e l'importanza di garantire a tutte/i i cittadini il diritto allo studio.

Per i Cobas-scuola di Catania
Teresa Modafferi
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 12 marzo 2016 05:30:00 (1431 letture)

(Leggi Tutto... | 3134 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Con i referendum una nuova fase di lotta per la dignità della scuola
Attività parlamentare
Nelle prossime settimane le scuole ma anche le piazze e le strade del nostro paese saranno attraversate da una grande iniziativa: la raccolta delle firme a sostegno di quattro quesiti referendari contro la vergognosa legge 107 (beffardamente definita la “buona scuola”) imposta la scorsa estate dal governo Renzi, nonostante una corale opposizione del mondo dell’istruzione, espressa in un grande sciopero generale, in manifestazioni in ogni angolo del paese, nel blocco dei test INVALSI, nello sciopero articolato degli scrutini- scrive Luca Cangemi, segretario circolo PRC Olga Benario. Contemporaneamente saranno raccolte le firme per altri referendum sociali, che mirano a contrastare le politiche governative di privatizzazione, di distruzione dei diritti sociali, di devastazione speculativa dell’ambiente.

Luca Cangemi, segretario circolo PRC Olga Benario
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 03 marzo 2016 02:30:00 (2984 letture)

(Leggi Tutto... | 4090 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Manifestazioni non governative: Lunedì 22 No Confindustria nelle scuole. Presidio ore 15.30 ​sede Rai di Torino (Via Verdi)
Comunicati
Lunedi 22 Febbraio, l'Unione Industriale di Torino e l'Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, hanno organizzato un Congresso, che ha come tema la "piena dignità formativa al lavoro" riconosciuta dalla Legge 107/2015 "La Buona Scuola". La tavola rotonda sarà formata dal Presidente dell'Unione Industriale di Torino, dal Vice Presidente di Confindustria e Presidente di Unioncamere, dal Presidente IREN, e dal Presidente della Camera di commercio di Torino. L'invito è stato rivolto ai Dirigenti Scolastici e gli insegnanti che si occupano di Alternanza Scuola/Lavoro, al fine di sottoscrivere un Protocollo d'Intesa "per la collaborazione tra Scuole e Imprese del territorio, concordando obiettivi, iniziative, strumenti e metodi di lavoro comuni".

Assemblea studenti e lavoratori della scuola di Torino contro la L.107 e il Jobs Act
Coordinamento Contro La Buona Scuola Torino (Anche su FB) coord.controlabuonascuola.to@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 22 febbraio 2016 05:00:00 (1399 letture)

(Leggi Tutto... | 4733 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: 18 marzo 2016 - Sciopero personale Ata - Ci siamo anche noi
Sindacati
La Feder. A.T.A. nasce per unire tutte le figure del personale A.T.A, si vuole porre in controtendenza rispetto alle perdite di consenso fatte registrare negli ultimi anni dai sindacati tradizionali; ha l'intenzione di voler costruire un soggetto sindacale nuovo, che proceda ad una completa revisione del rapporto tra Sindacato e lavoratori, aggregando, con la FEDER. A.T.A., tutto il personale A.T.A., drasticamente diminuito dai tagli in corso e umiliato dall'attuale governo. Ma questo sciopero non è nato per metterci in passerella, è nato per soddisfare l'esigenza inderogabile di fare aggregazione, quella che ahimè non c'è mai stata. Vuole solo cercare di mutare il punto di debolezza della categoria in punto di forza, ebbene sì con la nostra disgregazione ci hanno massacrato, con il pensare solo ai nostri interessi personali (tanto io sono di ruolo, tanto io tra un po' passo di ruolo, tanto io l'incarico lo prendo ogni anno) abbiamo portato la categoria alla mortificazione storica.

Il segretario nazionale feder. A.T.A.
Antonio Carrella
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 13 febbraio 2016 03:30:00 (1558 letture)

(Leggi Tutto... | 4160 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: 12 febbraio 2016, giornata di mobilitazione in difesa dei diritti dei precari
Sindacati
Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams hanno deciso di promuovere e sostenere per venerdì 12 febbraio p.v. una giornata di mobilitazione in difesa dei diritti dei precari. L’iniziativa nasce per la totale assenza di confronto tra il Ministero e le organizzazioni sindacali su un tema, l’annunciato bando del concorso, che non può essere affrontato ignorando la realtà di un precariato al quale la legge 107 non ha dato le risposte che il Governo aveva assunto come suo preciso impegno. Un precariato fatto di docenti in servizio da anni, che hanno conseguito una costosa abilitazione, conciliando a fatica il lavoro a scuola con le esigenze personali e familiari, spesso costretti a trasferirsi in altra regione pur di avere un contratto a tempo determinato...

Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 10 febbraio 2016 04:30:00 (1836 letture)

(Leggi Tutto... | 4929 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Proclamazione sciopero nazionale del personale A.T.A. il 18 Marzo 2016
Sindacati
Premesso che in data 22 gennaio 2016 è stato esperito il tentativo di conciliazione presso il Ministero del Lavoro il cui riscontro ha dato esito negativo, con la presente, la scrivente Federazione del Personale ATA- Feder. A.T.A., nel rispetto delle norme vigenti in materia di sciopero e dei servizi pubblici essenziali, per la giornata del 18 Marzo 2016 proclama lo sciopero nazionale per l’intera giornata, di tutto il personale ATA della scuola per i seguenti motivi: 1. contro la violazione dell’art. 36. della Costituzione che recita “il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa”;

Il presidente nazionale Feder A.T.A.
Giuseppe Mancuso
Postato da Michelangelo Nicotra Martedì, 02 febbraio 2016 02:00:00 (1580 letture)

(Leggi Tutto... | 8887 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Presidio alla ragioneria dello Stato - 14 gennaio 2016
Comunicati
Siamo lavoratori e lavoratrici della scuola, siamo precari e siamo tanti, nonostante la propaganda del governo occulti la nostra esistenza. Ben 30000 di noi sono rimasti senza stipendio da settembre! Ci siamo rivolti alle segreterie, al servizio Noipa del Ministero del Tesoro sperando di avere buone notizie ma il rimpallo delle responsabilità è diventato un ritornello della peggiore canzonetta. L’emissione speciale del 24 dicembre, solo ad alcuni di noi e l’ultima prevista il 12 gennaio non cancellano i danni e l’umiliazione compiuti sulla nostra pelle! Tra diffide, disperazione e mobilitazione chiediamo ciò che è un nostro diritto: uno stipendio regolare, la certezza dei finanziamenti futuri alle supplenze e la fine della “precarietà nella precarietà”, il ripristino delle supplenze tagliate dalla legge di stabilità 2014 , le assunzioni, il rinnovo del contratto nella parte economica. Non vogliamo la precarizzazione di tutti ma piuttosto l'estensione dei diritti a noi precari!

movimentoinsegnantiprecari@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 14 gennaio 2016 02:30:00 (1447 letture)

(Leggi Tutto... | 3893 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Porteremo con rinnovato vigore la nostra assurda posizione di sfruttati all'attenzione della politica, anche in Europa
Sindacati
Importante risultato quello ottenuto ieri dalle organizzazioni Adida e Mida precari che hanno organizzato un importante appuntamento davanti al MIUR, in concomitanza dello sciopero indetto dal Saese, per denunciare l'iniquo trattamento riservato dal Governo ai docenti delle graduatorie d'istituto, rispetto ai loro colleghi delle graduatorie ad esaurimento. Nonostante le qualifiche e il servizio svolto, infatti, i docenti precari delle GI sono stati esclusi dai piani d'assunzione, e potranno accedere alla stabilizzazione solo attraverso un Concorso, inutile quanto iniquo. Dal concorso, poi, saranno esclusi tutti i docenti della III fascia, nonostante la professione la esercitino già da anni, in alcuni casi anche oltre dieci, ma da precari, a causa di un sistema di reclutamento inadeguato al reale fabbisogno della scuola.

Valeria Bruccola e Rosa Sigillò
adida.associazione@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 14 gennaio 2016 01:00:00 (1599 letture)

(Leggi Tutto... | 5393 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Aderiamo alla manifestazione del 23 gennaio / chiediamo uguaglianza per tutte e tutti
Redazione
In risposta all’appello lanciato da numerose associazioni LGBTQI in vista dell’approvazione del ddl sulle unioni civili, il 23 gennaio si mobiliteranno in molte città italiane associazioni, comitati e singoli cittadini, per dare forza ad un messaggio di uguaglianza e diritti che da troppo tempo è rimasto inascoltato nel paese.  La Rete degli Studenti Medi e L’Unione degli Universitari aderiscono all’appello promosso dalle realtà associative LGBTQI e sostengono con forza le piazze già organizzate in tutta Italia. Dichiara Irone, portavoce nazionale Rete degli Studenti Medi: “Come studenti medi riteniamo fondamentale scendere nelle piazze e prendere una posizione forte e decisa riguardo questi temi. Viviamo in una società in cui le disuguaglianze economiche e sociali sono enormemente cresciute negli ultimi anni: dobbiamo pretendere una risposta dal Governo e dal Parlamento.

Elisa Marchetti -  Responsabile Stampa UDU-Unione degli Universitari
stampa@unionedegliuniversitari.it
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 13 gennaio 2016 02:00:00 (1329 letture)

(Leggi Tutto... | 4543 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Il 13 novembre la protesta della scuola dal MIUR al Parlamento
Sindacati
Il 13 novembre la protesta del popolo della scuola dal Miur  (ore 10) al Parlamento. Sciopero e manifestazione nazionale a Roma contro la cattiva scuola di Renzi e la legge 107 e per significativi aumenti salariali a docenti ed Ata. Il 13 novembre mettiamo a disposizione dei lavoratori/trici della scuola, degli studenti e di tutti/e coloro che vogliono difendere e migliorare l’istruzione pubblica, l’unico sciopero della scuola possibile e fondamentale per impedire l’applicazione almeno delle parti più deleterie della legge 107 e della cattiva scuola voluta da Renzi. Contemporaneamente, ci batteremo contro la grottesca “offerta” governativa di rinnovo contrattuale (un aumento medio di 8 euro lorde al mese),  richiedendo un consistente recupero salariale per docenti ed Ata, nonché la stabilizzazione di tutti i precari abilitati o con 36 mesi di servizio, ingiustamente esclusi dalla 107.

Piero Bernocchi  portavoce nazionale COBAS
cobasscuolapa@fastwebnet.it
Postato da Michelangelo Nicotra Venerdì, 13 novembre 2015 00:30:00 (1371 letture)

(Leggi Tutto... | 4430 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Giga sostiene le ragioni dello sciopero generale della scuola e partecipa alla manifestazione nazionale a Roma del 13 novembre 2015
Comunicati
Il GIGA, Gruppo Insegnanti di Geografia Autorganizzati, sarà in piazza il 13 novembre a Roma per sostenere la protesta del mondo della scuola pubblica contro l'applicazione dei più deleteri provvedimenti della legge 107, la pessima scuola di Renzi, provvedimenti distruttivi di ogni forma di democrazia e partecipazione, vero e proprio atto finale di un disegno di completa aziendalizzazione del sistema dell'istruzione pubblica. Aderiamo allo sciopero e saremo in piazza per impedire che si consolidi nelle mani dei dirigenti scolastici un potere assoluto di gestione ed organizzazione della vita scolastica, che metterà in subordine la pratica della vera buona scuola a tutto favore di forme di consenso ottenuto con atti più o meno evidenti di coercizione o di favoritismi premiali.

g.ricco@libero.it
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 11 novembre 2015 03:00:00 (1500 letture)

(Leggi Tutto... | 4672 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Il 13 novembre scioperiamo contro la distruttiva legge 107, per un vero recupero salariale per docenti ed Ata
Sindacati
Altri giorni sono passati e oramai è definitivamente confermato: quello del 13 novembre sarà l’unico sciopero della scuola, utile, anzi indispensabile, per rendere inapplicabili perlomeno le parti più inaccettabili e distruttive della legge 107, di cui vogliamo la cancellazione; nonché per protestare con forza contro l’ignobile proposta governativa di rinnovo contrattuale (un aumento medio di 8 euro lorde al mese), per esigere un forte recupero salariale per docenti ed Ata, e l’assunzione stabile di tutti i precari abilitati o con 36 mesi di servizio, tagliati fuori dalla 107. I Cinque sindacati (Cgil-Cisl-Uil, Snals e Gilda) non hanno ascoltato le nostre ripetute proposte di sciopero comune, come invece è positivamente accaduto a maggio e giugno, e si sono limitati a convocare solo una manifestazione nazionale a fine novembre che, rinunciando allo sciopero cioè alla forma più conflittuale di lotta, invia al governo Renzi un segnale di resa, arriva in ritardo rispetto all’iter della Legge di (in)stabilità, riguarda l’intero Pubblico impiego sul solo aspetto del contratto (per giunta con una richiesta salariale davvero misera), e minimizza la lotta contro la 107.

cobas.comitati.di.base.scuola@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 09 novembre 2015 01:30:00 (1379 letture)

(Leggi Tutto... | 4852 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Il 13 novembre lo sciopero della scuola con manifestazione nazionale a Roma
Sindacati
Il 13 novembre l’unico possibile sciopero utile contro la distruttiva legge 107, per un significativo recupero salariale per docenti ed Ata, per l'assunzione stabile dei precari abilitati o con 36 mesi di servizio. Manifestazione nazionale a Roma, ore 10 al Miur, ore 12 al Parlamento. Quello del 13 novembre sarà l’unico possibile sciopero utile ed indispensabile della scuola per fermare l’applicazione almeno dei peggiori provvedimenti della legge 107, per esprimere l’indignazione dei docenti ed Ata per la grottesca proposta di contratto (inserita nella Legge di (in)stabilità, con un aumento medio di 8 euro lorde al mese), per esigere un consistente recupero salariale e l’assunzione stabile di tutti i precari abilitati o con 36 mesi di servizio.

Piero Bernocchi  portavoce nazionale COBAS
cobasscuolapa@fastwebnet.it
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 05 novembre 2015 02:00:00 (1593 letture)

(Leggi Tutto... | 5237 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Manifestazioni non governative: Tutti allo sciopero USB del 20 novembre: la scuola dentro la mobilitazione del pubblico impiego
Sindacati
Tutti i siti di informazione scolastica puntano l'accento, in questi giorni, sulla selva di scioperi e manifestazioni che per tutto il mese di novembre e parte di quello di dicembre coinvolgeranno la scuola. Usb Pubblico Impiego ha proclamato lo sciopero generale per venerdì 20 novembre, con manifestazioni a Milano, Roma e Napoli. La scuola fa pienamente parte di questo percorso. Pensare, oggi, ad una mobilitazione solo di comparto, come quella proposta per il 13 novembre, significa non cogliere la questione del momento: la legge di stabilità e la provocatoria proposta di rinnovo dei contratti dell'intero pubblico impiego. È in questo quadro che la lotta delle scuole contro la 107/2015 può riprendere senso e vigore. Al bonus per il merito va opposto un ragionamento forte sui salari e sulla funzione collettiva del lavoro pubblico. La scuola deve unirsi agli altri settori, alla lotta per la sanità pubblica, per i trasporti, per i servizi, per il welfare. L'isolamento corporativo è destinato alla sconfitta.

Luigi del Prete, Usb Scuola Sicilia
palermo.scuola@usb.it
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 04 novembre 2015 00:30:00 (1439 letture)

(Leggi Tutto... | 3808 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Manifestazioni non governative: Sciopero della scuola indetto dai Cobas - Venerdì 13 novembre 2015
Sindacati
Confermato lo sciopero generale della scuola per l'intera giornata che i Cobas hanno proclamato qualche settimana addietro per il 13 novembre 2015, con la disponibilità a spostare la data nel caso in cui arrivasse una proclamazione di sciopero dagli altri sindacati, al fine di ripetere la positiva mobilitazione unitaria della scorsa primavera. CGIL, CISL, UIL, SNALS e Gilda hanno, invece deciso di non proseguire nel contrasto alla "cattiva scuola" di renzi e all'ennessima finanziaria che taglia investimenti nei servizi e deprime ulteriormente il potere d'acquisto degli stipendi dei lavoratori della scuola (8 euro lordi in media), puntando a una manifestazione nazionale di tutto il pubblico impiego, per sabato 28 novembre, senza sciopero.

Cobas Scuola Palermo
cobasscuolapa@fastwebnet.it
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 02 novembre 2015 02:30:00 (1654 letture)

(Leggi Tutto... | 3502 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Più letto di Oggi
Ancora Nessun Articolo.


Social AetnaNet
Cerca


Community
Community
Diventa utente attivo della community di Aetnanet!
Inviaci articoli, esperienze, testimonianze sul mondo della scuola.

scrivi a: redazione@aetnanet.org


Pubblicità
pubblicità su Aetnanet.org


Seguici
telegram facebook
google plus facebook
mobile twitter
youtube rss


Bandi PON

Bando selezione esperti madrelingua FSE/PON - ICS San Domenico Savio - San Gregorio di Catania
di s-tricomi

Concluso il Pon 10.2.5A-FSEPON-SI-2018-164 con i due moduli 'Maletto, tra arte e natura' e 'Panchine letterarie a Maletto all'IC Galilei di Maletto
di m-nicotra

Progetti PON all'Istituto Comprensivo 'P. A. Coppola': investire nella cultura e nell'apprendimento attivo
di m-nicotra

Avviso per la selezione di Esperti - IC Leonardo da Vinci di Castel di Iudica
di m-nicotra

Avviso di selezione personale esterno madrelingua INGLESE e FRANCESE Progetto 10.2.2A-FSEPON-SI-2017-185 Competenze di base Scuola Primaria
di m-nicotra

Bando per la selezione esperti esterni madrelingua inglese – I. C. 'G. Rodari' – Acireale
di p-bellia

Bando per la selezione esperti esterni – I. C. 'G. Rodari' – Acireale
di p-bellia

Proroga avviso pubblico per la fornitura pasti – servizio mensa per il Progetto 'Competenze di Base' PON 10.2.2A-FSEPON-SI-2017-487
di m-nicotra

Avviso pubblico per la fornitura pasti – servizio mensa per il Progetto 'Competenze di Base' PON 10.2.2A-FSEPON-SI-2017-487
di m-nicotra

Dalla cambusa al piatto - manuale di sicurezza a bordo all'IIS Fermi-Eredia in collaborazione con il Politecnico del mare di Catania
di m-nicotra

Indice Progetti PON


Top Five Settimana
i 5 articoli più letti della settimana

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
760 letture

Concorso dirigenti
di g-aderno
528 letture

Il libro-vademecum contro il business dei titoli di studio patacca 'lauree 30 e frode' mette in guardia sulle trappole dei diplomifici dilaganti
di m-nicotra
507 letture

Autonomia si .... Regionalizzazione no!
di m-nicotra
378 letture


Top Video
Video
Il Caffè filosofico al Liceo scientifico dell'IISS Francesco Redi di Belpasso
3354 letture

Riflessioni della maestra Margherita sull'Innovazione didattica a scuola di Giovanni Biondi - Presidente INDIRE
5138 letture

26 Novembre, manifestazione nazionale contro la violenza maschile sulle donne: le CattiveMaestre ci saranno
6231 letture

Human - Le fonti. Trovare il proprio posto
5839 letture

Sicilia, record dei beneficiati dalla legge 104 nella scuola, e Agrigento è la prima provincia per numero di applicazioni
8501 letture

La 5A Informatica di Belpasso discute di Rivoluzione industriale 4.0
8923 letture

L'unione fa la scuola - Palermo 24 ottobre 2015
6961 letture

NO DDL Scuola Renzi - Flash mob 09 maggio 15
13261 letture

Sciopero scuola 5 maggio 2015 Catania - No DDL Riforma Scuola
13863 letture

Renzi: 3 miliardi per la scuola e centomila insegnanti in più
14035 letture



Articoli Precedenti
Seleziona il mese da vedere:

  Luglio, 2019
  Giugno, 2019
  Maggio, 2019
  Aprile, 2019
  Marzo, 2019
  Febbraio, 2019
  Gennaio, 2019

[ Mostra tutti gli articoli ]


Chi è Online
Benvenuto Anonimo
Se ancora non hai un account clicca qui per registrarti



Utenti registrati:
Ultimo: gmirabella
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 11170

Persone Online:
Visitatori: 248
Iscritti: 0
Totale: 248

Traffico Generato
Anonimi: 248 (100%)
Registrati: 0 (0%)
Numero massimo di utenti online:248
Membri:0
Ospiti:248
Ultimi 5 Registrati
gmirabella
    Jan 28, 2017.
raffagre
    Jan 28, 2017.
gvaccaro
    Jan 28, 2014.
mrdinoto
    Jul 09, 2013.
sostegno
    Jul 09, 2013.

Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2002

Pagine visitate
· Visitate oggi 34,117
· Visitate ieri 66,601

Media pagine visitate
· Oraria 3,126
· Giornaliera 75,020
· Mensile 2,281,885
· Annuale 27,382,617

Orario Server
· Ora

15:20:13

· Data

18 Jul 2019

· Zona

+0200

© Weblord.it


contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi