Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 522247287 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2021

31-MAR-2021 - PRESIDENZA DELLA REGIONE - Ordinanza contingibile e urgente n°29
di a-oliva
1096 letture

I disabili nelle paritarie non più a carico delle famiglie
di a-oliva
944 letture

Mobilità del personale docente, educativo ed A.T.A. a.s. 2021/2022
di a-oliva
935 letture

Accussì, il libro di poesie in lingua siciliana di Angelo Battiato
di m-nicotra
920 letture

Tanti fatti e poche parole. Ginevra Ferlito Sindaco dei ragazzi della Scuola Martoglio di Belpasso
di a-oliva
287 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ufficio Scolastico Regionale
Ufficio Scolastico Regionale

·Organico di adeguamento personale docente a.s. 2020/21 – Decreto ulteriori posti di sostegno
·Progetti Nazionali: procedura per la selezione – Esito
·Avviso per pubblicazione provincia-sedi candidati Classe A060
·Concorso DSGA D.D.G. n. 2015 del 28/12/2018 – Reclutamento con contratto a tempo indeterminato dei vincitori di concorso per il profilo di DSGA: assegnazione sedi n. 86 vincitori - immissioni in ruolo a.s. 2020/21
·Comunicato Stampa del Ministero: del tutto possibile uso paritarie per spazi aggiuntivi


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: L’arte speciale di Aliaia, del Liceo Artistico 'Emilio Greco', di Catania
Istituzioni Scolastiche
Piccoli artisti crescono al Liceo Artistico Statale “Emilio Greco”, della sede distaccata di Sant’Agata Li Battiati. Anche in tempo di Covid, con il distanziamento e le regole previste per garantire a tutti la sicurezza, il liceo artistico catanese continua in maniera proficua la propria funzione didattica ed educativa, soprattutto con gli alunni “speciali. Aliaia, nome d’arte, è una ragazza di 16 anni, affetta da una grave e rara patologia, che frequenta con vivo interesse il liceo artistico etneo, ed è un’alunna attenta, comunicativa, ed interagisce in maniera proficua con i docenti e con i suoi compagni di classe. La sua vena artistica è stata “scoperta” a scuola, quasi per caso, durante le lezioni di Discipline Pittoriche, grazie all’osservazione attenta della sua insegnante di sostegno, la prof.ssa Angelita Liotta e dell’assistente alla comunicazione, la dott.ssa Angela Maiello, che hanno notato, nei segni e nei disegni di Aliaia, un tratto estetico inusuale, accattivante e molto interessante. Così le insegnanti hanno stimolato quotidianamente l’alunna ad intensificare la sua attività artistica e ad utilizzare materiali di maggiore resa, quali tele cartonate, pastelli ad olio, ed altro, realizzando dei veri e propri “quadri d’autore”, incorniciati con un passepartout abbinato o in contrasto, in modo da rifinire ed esaltare la loro resa.

prof. Angelo Battiato
Referente Ufficio Stampa del Liceo Artistico “Emilio Greco”, Catania
Postato da Angelo Battiato Domenica, 11 aprile 2021 20:21:56 (0 letture)

(Leggi Tutto... | 4549 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: A Voz no Morro - Redi Jazz Orchestra 'In the space'
Istituzioni Scolastiche
Finalmente pronto per essere ascoltato, il nuovo lavoro della Redi Jazz Orchestre, ennesimo tentativo di tenere in vita un gruppo che purtroppo... non suona insieme da più di un anno.
La Redi Jazz Orchestra è l'orchestra jazz dell’Istituto "Francesco Redi" (nelle sue sezioni del liceo scientifico "A. Russo-Giusti" e dell'ITIS "G. Ferraris" di Belpasso) e nasce nel 2017 dal fortunato incontro tra il prof. Fabio Desiderio, jazzista, ed un gruppo di ragazzi simpatici, brillanti e musicalmente pieni di talento.

m.nicotra@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 08 aprile 2021 00:00:00 (91 letture)

(Leggi Tutto... | 3577 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Tanti fatti e poche parole. Ginevra Ferlito Sindaco dei ragazzi della Scuola Martoglio di Belpasso
Redazione
Giuro di essere fedele alla Repubblica…. mi impegno a collaborare per  il bene della scuola, piccola città e per la crescita sociale e civile della comunità scolastica”
Recitando questa formula con la mano sul testo della Costituzione, Ginevra Ferlito alunna della classe seconda I della scuola Media “Nino Martoglio” di Belpasso, è diventata “sindaco" del Consiglio Comunale dei Ragazzi della “scuola piccola città”.
La cerimonia ha avuto luogo il 29 marzo presso l’aula consiliare del Municipio di Belpasso, introdotta dal Canto degli italiani, alla presenza del Sindaco, Daniele Motta, del Presidente del Consiglio comunale Patrizia Vinci, dell’assessore all’Istruzione Fiorella Vadalà, della dirigente scolastica Anna Spampinato, della docente referente, Mariella Chiantello, della docente di sostegno Agata Tomasello e del fondatore e coordinatore dei Ragazzi Sindaci, Giuseppe Adernò.
Il Sindaco uscente Alessandro  Marletta ha presentato una dettagliata relazione delle attività svolte lo scorso anno, prima e durante il lockdown e, ringraziando la sua squadra per la collaborazione, ha depositato la fascia tricolore, che in seguito è stata indossata dalla neo sindaco Ginevra Ferlito.
Il vice sindaco Alice Nicoloso, con delega assessoriale alla Legalità e Pari opportunità,  gli assessori: Davide Catania  (Politiche giovanili e cultura), Giuseppe Cirino (Solidarietà e disabilità), Maria Chiara Russo (Sport, salute e transizione ecologica), Ettore Corsaro (Cooperazione scolastica e transizione digitale) hanno recitato coralmente la formula del giuramento, così pure i Consiglieri eletti: Francesco Occhipinti, Maria Teresa Galizia, Salvatore Mio, Andrea Lipera, Irene Gaito e Alessandro Mio.
La neo sindaco ha, quindi,  consegnato il campanello al Presidente del Consiglio Francesco Occhipinti, il quale ha dato avvio alla prima riunione .
Nel suo intervento Ginevra Ferlito ha presentato un ricco programma di proposte operative che gli assessori hanno dettagliato nei diversi ambiti, in coerenza con il motto: ”Tanti fatti, poche parole”.
Originali i programmi di “transizione ecologica e digitale”  che il Sindaco Motta ha elogiato, in linea di continuità con gli impegni dell’amministrazione comunale.

redazione@aetnanet.org

Postato da Andrea Oliva Giovedì, 01 aprile 2021 08:00:00 (287 letture)

(Leggi Tutto... | 15393 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: La scuola è una Istituzione
Redazione
Si aspettano con ansia i giorni in cui si potrà tornare serenamente a scuola e mettersi dietro le spalle due anni tra i più infelici degli ultimi tempi. Tornare come prima? Come se niente fosse? Spero che non accada, perché vorrebbe dire che non si è imparato nulla, nemmeno dai giorni più difficili. Al primo posto delle preoccupazioni dovrebbe esserci quella di rendere le scuole sicure, sotto ogni profilo e non soltanto dal punto di vista sanitario. Sicure non basta; devono essere accoglienti per la convivialità dei giovani e multifunzionali per attività che non possono ridursi a lezioni e ad esercitazioni. Luoghi non solo di istruzione, ma della più ampia formazione umana, per generazioni che fuori dal recinto scolastico un po' dappertutto trovano solo occasioni per dissipare i loro anni migliori. Mai come in questi ultimi tempi si è potuto constatare la centralità della scuola e degli insegnanti; mai come in questi ultimi tempi si è sentito il bisogno di una scuola che funzioni bene in qualsiasi circostanza, senza abbassare il livello delle sue prestazioni. Una scuola a pieno regime per ogni evenienza è la grande sfida da affrontare.
Ma la scuola nella società che cosa è?
E' questa una questione preliminare ad ogni sua possibile organizzazione e manifestazione e ad essa si cercherà di dare qualche cenno di risposta.

Raimondo Giunta
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 21 marzo 2021 14:00:00 (899 letture)

(Leggi Tutto... | 6441 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Gli alunni della Teresa di Calcutta incontrano lo Haiku
Istituzioni Scolastiche
Gli alunni della 5A plesso Immacolata del Circolo Didattico “Teresa di Calcutta” di Tremestieri Etneo, hanno incontrato la Professoressa Maria Concetta Conti, nata a Catania dove si è laureata in Filosofia, che insegna Lettere nell’Istituto comprensivo “De Amicis” di Tremestieri Etneo. Amante della poesia in tutte le sue forme, si è specializzata in Haiku, particolare testo poetico della tradizione letteraria giapponese, e i suoi testi e le sue liriche sono stati pubblicati in riviste straniere e italiane. L’idea di fondo alla base dell’iniziativa è stata quella di favorire l’incontro con autori del territorio e sperimentare con loro differenti tipologie di testi, per approcciarsi in modo creativo alla narrazione, utilizzando linguaggi e tecniche diversi. L’autrice ha pubblicato nel 2019, insieme alla collega Ines Torrisi, il piccolo volume “Risate e sogni”, una raccolta di haiku scritti dai ragazzi della scuola in cui insegna e che rappresenta una vera e propria sperimentazione metodologica che va incontro al cambiamento e all’innovazione.

Rosanna Cristaldi
Referente per la comunicazione
Postato da Michelangelo Nicotra Giovedì, 18 marzo 2021 09:00:00 (907 letture)

(Leggi Tutto... | 4616 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: Giardino della Memoria All’Istituto “XX Settembre” di Catania
Redazione
La rassegna Il giardino della memoria ricordando la Shoah organizzata dall’Istituto Comprensivo XX Settembre di Catania, si conclude il 19 marzo alle ore 11 con l’incontro sul tema: “La Shoah dei bambini”.
La prof.ssa Stefania Mazzone, del Dipartimento Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania, dialoga “  a distanza” con il Prof. Bruno Maida, docente di Storia Contemporanea dell’Università di Torino, autore del volume “La persecuzione dell'infanzia ebraica in Italia 1938-1945”
L’incontro sarà introdotto da Pinella Di Gregorio, presidente del
Corso di Laurea Magistrale in Storia e Cultura dei Paesi Mediterranei - Università di Catania.  
L’iniziativa, promossa dal dirigente scolastico, Antonino Rosselli con la collaborazione della docente referente per l’Educazione Civica, prof.ssa Cinzia Corso, è stata avviata mediante una serie d’incontri on-line su piattaforma meet, con l’obiettivo di rispondere alla domanda: “Come affrontare tematiche così importanti con gli alunni in modo esaustivo? Quali strumenti risultano più adeguati alle varie fasce d'età per dare significato e valore alla ricorrenza del 27 gennaio, Giornata della Memoria?.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Giovedì, 18 marzo 2021 08:15:00 (664 letture)

(Leggi Tutto... | 8775 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Santo Vitale, Sindaco dei ragazzi. Circolo didattico di Belpasso
Redazione

Santo Vitale , alunno della classe IV del Circolo Didattico "Madre Teresa di Calcutta” di Belpasso  emozionatissimo, ma deciso ha recitato la formula di giuramento , con la mano sul testo della Costituzione, impegnandosi a “collaborare per  il bene della scuola, piccola città e per la crescita sociale e civile della comunità scolastica“
La cerimonia ha avuto luogo  il 16 marzo  presso l’aula consiliare del Municipio di Belpasso, introdotta dal Canto degli italiani,  alla presenza del Sindaco Daniele Motta, del Presidente del Consiglio comunale Patrizia Vinci, dell’assessore all’Istruzione Fiorella Vadalà, della   dirigente scolastica Giuseppina Ferrante    delle  docenti referenti: Mimma Motta, Caterina Longo , Maria Concetta Conte e  del fondatore e coordinatore dei Ragazzi Sindaci, Giuseppe Adernò.
Il Consiglio comunale dei ragazzi , già attivo presso il Circolo Didattico riprende così il nuovo cammino.
Dopo aver ricevuto dal Sindaco la fascia tricolore ha chiamato per nome il vice sindaco Maria Sole Capuana, gli assessori: Carola Malfitana (Istruzione), Sofia Dieli (Sport), Ginevra Ferruccio (Ambiente), Chiara Motta (Solidarietà), i quali hanno recitato coralmente la formula del giuramento, così pure i Consiglieri: Alfio Signorello, Federico Sciuto, Maria Chiara Giordano, Sofia Moschitta, Emma Panzera.
Nel suo discorso il neo sindaco ha presentato un ricco programma di proposte operative: sistemazione del campo Capuana, già deliberato dal Comune, le lavagne interattive in tutte le classi, le olimpiadi di fine anno.
La nuova dirigente, Giuseppina Ferrante ha ben condiviso l’efficacia educativa del progetto nell’ambito dell’Educazione civica che “si impara facendo”, sviluppando la partecipazione attiva che diventa servizio, dialogo e dono.
Il Sindaco, Daniele Motta, si è impegnato a sostenere le iniziative dei Consigli dei Ragazzi ed ha comunicato che nel prossimo bilancio i tre CCR del comune avranno a disposizione una somma da utilizzare secondo i progetti dei ragazzi per il bene della Città e, sperando di superare al più presto la fase della pandemia, ha annunciato per fine anno la “festa dell’abbraccio”.

redazione@aetnanet.org


Postato da Andrea Oliva Giovedì, 18 marzo 2021 08:10:00 (658 letture)

(Leggi Tutto... | 9138 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: 17 marzo - 160 anni L’Italia nel cuore. Iniziative dei Ragazzi Sindaci con il patrocinio della Camera dei Deputati e del Presidente dell’ANCI. Lezione di Educazione civica applicata
Rassegna stampa
Il 17 marzo di 160 anni fa venne proclamato il Regno d’Italia ed ricordo dell’Unità d'Italia ha impegnato i Ragazzi Sindaci, a promuovere nelle rispettive scuole “Piccole città”, iniziative, incontri di studio, lezioni di storia, preparazione di striscioni, cartelli, bandiere e coccarde.
La scuola è in festa, anche se il recente decreto della didattica a distanza, per la pandemia, ha limitato gli aspetti organizzativi esterni.
Sono stati realizzati manifesti, cartelloni, ricerche sui personaggi della storia del Risorgimento; sulle porte e alle finestre delle aule sono stati esposte coccarde e bandiere tricolori.
 
Le iniziative programmate con il motto: “160 anni – L’Italia nel cuore” hanno ricevuto il Patrocinio della Camera dei Deputati ed un particolare messaggio del Presidente dell’Anci , Antonio Decaro, il  quale, plaudendo alla lodevole iniziativa dei ragazzi , scrive: “mi inorgoglisce e mi riempie il cuore di speranza  celebrare l’Unità del Paese ed il Tricolore, vessillo di libertà e simbolo dei sacrifici e del martirio di tanti italiani che nel corso di questi 160 anni hanno lottato per difendere e tutelare quei valori di oggi ispirano la nostra Costituzione”
Il Consiglio dei Ragazzi dell’Istituto “San Giovanni Bosco” di CATANIA ha organizzato l’evento presso “Porta Ferdinandea”, detta anche “Porta Garibaldi, dove , insieme alla delegazione del Consiglio di quartiere  il sindaco dei ragazzi, Manuel Pillera esporrà lo striscione.
I ragazzi del CCR hanno realizzato anche delle mascherine con il Tricolore e la data del 160°.

redazione@aetnanet.org



Postato da Andrea Oliva Giovedì, 18 marzo 2021 08:05:00 (536 letture)

(Leggi Tutto... | 11676 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Quando la difficoltà diventa opportunità. Dal Ministero 100 computer alla scuola ” di Catenanuova
Redazione
4 Marzo 2020 ore 18.00: la ministra  Lucia Azzolina comunica una notizia senza precedenti “La chiusura delle scuole  per evitare la diffusione del contagio da Covid-19”
4 Marzo 2021 ore 18.00: GENERAL DISTRIBUZIONE  consegna 50 tablet e 50 PC all’Istituto “E.Fermi”  di Catenanuova.
 
L’Istituto  “Fermi”  di Catenanuova è stato individuato dal Ministero dell’Istruzione  tra i cinque Istituti siciliani destinatari delle risorse  per la didattica a distanza.
Mentre nelle città deserte si respirava l’atmosfera surreale del silenzio  e in TV scorrevano le immagini   delle  lunghe colonne di camion militari nel centro di Bergamo, ci si rendeva sempre più conto  della necessità di attivare la Didattica a Distanza come  unica modalità per garantire il diritto alla studio, ma soprattutto per mantenere, pur nella virtualità, quello scambio “ di sguardi” e “ di voci” di cui si sostanzia l’azione educativa.
In pochissimo tempo i docenti recuperano i ritardi decennali  sull’utilizzo delle metodologie didattiche a mediazione digitale, si moltiplicano le occasioni di “ incontro”, di formazione, di scambio, di monitoraggio…ma i dispositivi sempre pochi per soddisfare le continue richieste delle famiglie.
Marco, 9 anni, abita nella sezione rurale di Carcaci, a pochi chilometri da Centuripe: non ha dispositivi, non ha rete ed ogni giorno percorre diverse centinaia di metri per “cercare il campo”, con il cellulare della mamma.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Giovedì, 18 marzo 2021 08:00:00 (333 letture)

(Leggi Tutto... | 10568 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Catania, al polivalente Valdisavoia con la rete civica della salute percorsi di competenze trasversali in democrazia partecipata, empowerment e cittadinanza responsabile
Rassegna stampa
Catania – Gli studenti diventano “catalizzatori” di empowerment nel settore, amplissimo, della Salute come valore e obiettivo comune, a partire da una formazione mirata sui temi della democrazia partecipata, della sicurezza, dell’Urban Health e della prevenzione, fino all’esperienza di incontri ad hoc con il Servizio Sanitario ma anche con quei volontari che hanno deciso di impegnarsi in prima persona per contribuire al benessere delle comunità. La responsabilizzazione e il coinvolgimento delle nuove generazioni in un percorso di competenze trasversali e orientamento che l’Istituto Polivalente Valdisavoia di Catania, diretto dalla prof. Anna Maria Di Falco, realizza in collaborazione con la Rete Civica della salute, partner della scuola.
“L’alleanza con i ragazzi è strategica e irrinunciabile”, ha detto nell’incontro di presentazione il Coordinatore Regionale della Rete Civica della Salute, prof. Pieremilio Vasta. “Da loro ci aspettiamo idee, spunti, progetti; e analisi, riflessioni, considerazioni. Gli elementi fondativi rintracciabili nella Costituzione, le sentenze e, soprattutto, la continua crescita della consapevolezza comune definiscono la salute come il ‘bene comune’ per eccellenza.

redazione@aetnanet.org

Postato da Andrea Oliva Sabato, 13 marzo 2021 08:00:00 (602 letture)

(Leggi Tutto... | 6885 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: All’Istituto San Vincenzo il 53° della liberazione dello Stato delle Mauritius
Redazione
Gli abitanti delle Isole   Mauritius nell’Oceano Indiamo, il 12 marzo 1968 conquistarono l'indipendenza e si costituì la Repubblica di Mauritius.
L’evento viene celebrato il 12 marzo presso l’Istituto San Vincenzo, nel rispetto delle norme di prevenzione Covid, con il coinvolgimento dei bambini, i quali hanno preparato i canti e le bandiere, con la guida degli insegnanti Francesca Vasta e Antonio Amato.
 Alla presenza di alcune autorità locali l’ambasciatore Davide S. Ramboll, mediatoremauritus, ricorderà gli eventi storici del suo Paese, ripercorrendo il cammino verso l’indipendenza.
L’arcipelago che i Portoghesi scoprirono nel 1505  e  chiamarono “isola del cigno” venne abitata  prima dagli olandesi, i quali diedero appunto il nome di Mauritius, in onore del principe Maurizio di Nassau
Nel 1715 i francesi ne presero possesso, ribattezzandola “Île de France”.
Nel dicembre del 1810 le isole furono conquistate dai britannici  ritornò al suo nome olandese. Il 1º febbraio 1835 l'amministrazione abolì la schiavitù..
Nel 1902 divenne repubblica nell'ambito del Commonwealth ed ha sempre conservato 1992 una democrazia stabile, con elezioni libere e regolari, nel rispetto dei diritti umani.
L’esecuzione degli inni e lo scambio delle bandiere costituirà il segno di amicizia e di Cooperazione internazionale.
La Comunità mauriziana residente a Catania ha adottato il percorso formativo un bambino dell’Istituto.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 12 marzo 2021 08:00:00 (437 letture)

(Leggi Tutto... | 12795 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: SCUOLA PER TUTTI e…. PER CIASCUNO
Redazione
“Più scuola per tutti” in ogni area territoriale; “più scuola per tutti” in ogni famiglia; “più scuola per tutti” per l’intero anno solare”. Sono questi gli obiettivi e i traguardi verso cui tende la nuova compagine ministeriale del Governo Draghi, con la guida di Patrizio Bianchi: mettere al primo posto del programma la “centralità della scuola” per scommettere su un futuro basato sulle competenze necessarie per affrontare le sfide globali del XXI secolo.
Lo slogan che segue l’immagine del “Tutti a scuola”, che, in questi anni, ha fatto da sfondo alle cerimonie d’inaugurazioni dell’anno scolastico, stampata sulle magliette bianche degli studenti, viene riproposta per mettere in luce i principi cardine:
·   Del diritto allo studio, sancito dall’art. 34 della Costituzione nel rispetto dalla Dichiarazione Universale dei diritti umani e della Convenzione dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.
·  Della regolare continuità del servizio scolastico senza interruzioni o alternanze, così da consentire di valorizzare il “tempo scuola” come “tempo di apprendimento”.
·    Della collaborazione con la famiglia per una linea di continuità e di convergenza educativa cercando il miglior bene dei “figli”, a scuola “studenti”.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Martedì, 02 marzo 2021 17:00:00 (1484 letture)

(Leggi Tutto... | 17441 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Verso il primo settembre. I temi urgenti: Covid precariato, graduatorie ATA
Redazione
Il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, nel gestire la situazione di emergenza sanitaria dovuta al Covid, si è fatto portavoce delle richieste delle Regioni per avere un parere dal Comitato Tecnico Scientifico sull’apertura o chiusura delle scuole: gli esperti, dovrebbero fornire anche un report aggiornato sulla situazione epidemiologica complessiva nel settore scuola.
Ha proposto di aprire un tavolo denominato “Primo settembre”, puntando l’attenzione all’apertura delle scuole per il prossimo anno scolastico, dopo questi due anni di difficoltoso svolgimento delle attività didattiche. Gli esperti studieranno, infatti, la questione degli apprendimenti perduti durante la Dad, allontanando dunque l’ipotesi di un prolungamento generalizzato del calendario scolastico.
Incontrando i Sindacati, il Ministro Bianchi ha messo al  primo posto la necessità di intervenire su “reclutamento e mobilità” per avere il personale al completo a settembre.
Uno dei primi atti dovrebbe riguardare l’organico e la definizione del numero degli alunni per classe, rivedendo la legge 183 del 2008, nella prospettiva di poter assicurare a tutti gli studenti una regolare attività didattica in presenza.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 01 marzo 2021 14:00:00 (1464 letture)

(Leggi Tutto... | 7918 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Un’idea di giustizia
Redazione
Le sofferenze, i disagi e le preoccupazioni che la pandemia sta seminando in ogni angolo della terra rende nelle coscienze più avvertite necessaria una riflessione sulle condizioni di debolezza delle istituzioni democratiche, mostrate nell'affrontare una sciagura che ha sconvolto la vita di moltissime nazioni ed ha allargato il fossato delle disuguaglianze. Una riflessione che per forza di cose ci conduce ai problemi della giustizia sociale, dopo qualche decennio di abbandono sistematico. I partiti e i sindacati, nati nel suo segno, dovrebbero essere i primi a farla e dovrebbero aver preso coscienza che è stato alto il prezzo pagato per avere allentato e diluito i rapporti con le proprie tradizioni;i primi col ridimensionamento del peso politico, i secondi con la perdita di consensi e di iscritti. Pagano, soprattutto i partiti, per essersi fatti testimoni e garanti della promessa di buone occasioni per tutti, proclamata ad alta voce dall'imperante neo-liberismo. Non è bastato, però, suonare la fanfara per i nuovi diritti civili conquistati, per occultare la miseria dei risultati ottenuti. E' stato un grave errore, perchè i diritti civili non possono e non devono essere messi in rotta di collisione con quelli sociali.

Raimondo Giunta
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 01 marzo 2021 13:28:40 (1480 letture)

(Leggi Tutto... | 10065 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Consiglio Comunale dei ragazzi di Motta S Anastasia. Cerimonia di giuramento
Redazione
La piazzetta antistante al Castello normanno di Motta S Anastasia, in una splendida giornata di sole, il 25 febbraio, si è trasformata in “aula consiliare”.
 La cerimonia svoltasi all’aperto e nel rispetto delle norme di prevenzione Covid-19 ha avuto inizio con il canto dell’inno d’Italia e il saluto del sindaco uscente Desiré Giunta, la quale ha relazionato sulle attività svolte dal CCR nel biennio precedente, quindi ha deposto sul leggio, accanto al testo della Costituzione la fascia tricolore. Con evidente attaccamento al progetto e alle splendide esperienze formative, alcuni membri del precedente Consiglio dei Ragazzi, ormai liceali, hanno accompagnato il Sindaco uscente: Giada Egitto, Christian Caudullo, Dario Virgillito e Samuele Bellia.
Con viva commozione il neo sindaco dei ragazzi, Diana Giuffrida, ha recitato la formula: “Giuro di essere fedele alla Repubblica, di rispettare le leggi dello Stato, … di collaborare per il bene della scuola, piccola città e per la crescita sociale e civile della Comunità scolastica” con la mano sul testo della Costituzione e quindi ha ricevuto dall’Assessore alla cultura, Carmen Zappalà, in rappresentanza del Sindaco, Anastasio Carrà, la fascia tricolore.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Sabato, 27 febbraio 2021 17:00:00 (627 letture)

(Leggi Tutto... | 9105 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Un economista al comando della scuola. Quando il turno di un pedagogista?
Redazione
1) Una nuova disciplina
Il nuovo ministro è un nome dell'economia dell'istruzione ed è stato assessore regionale all'istruzione nella Regione Emilia-Romagna. Ogni ministro si porta appresso il proprio bagaglio di cultura, di esperienze e di specifica professionalità. Il bagaglio dell'economia dell'istruzione non è di quelli che si puo' lasciare a casa ed è molto ingombrante. Questo ramo dell'economia politica viene fuori con forza dalle riflessioni sulla crisi fiscale dello Stato negli anni '70 e anche in Italia ha cominciato ad avere i suoi cultori. Nel DNA di questa disciplina c'è l'impulso a rendere efficiente la spesa pubblica per l'istruzione e soprattutto c'è la preoccupazione a non ad aumentaSi è cominciato a dire, proprio perché c'è la crisi fiscale dello Stato, che non è più sostenibile la pretesa di pensare che la composizione della spesa pubblica non debba cambiare e che debba solo crescere. Le risorse per l'istruzione che bisogna strappare all'avidità di altri reparti dello Stato devono essere spese bene, senza sprechi, in modo efficace e ogni innovazione, così come il mantenimento dell'esistente, devono essere sottoposti ad una rigorosa analisi dei costi . Anche il diritto allo studio e alla formazione, come il necessario prolungamento dell'obbligo scolastico non possono e non devono essere esclusi da una ricerca approfondita di questo genere. Potrebbero non essere inviolabili come si crede. . . Ma già nei primi tempi qualche dubbio sulle pretese di questa disciplina incominciò a circolare. In un saggio esemplare per chiarezza e profondità di analisi pubblicato nel n. 239 del quindicinale CENSIS del Febbraio '76, U. Trivellato, che è stato sempre un grande esperto di problemi scolastici e anche Rettore della Facoltà di Statistica a Padova, indicava le notevoli difficoltà analitiche nel definire l'impiego ottimale delle risorse in campo educativo.

Raimondo Giunta
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 24 febbraio 2021 15:00:00 (1018 letture)

(Leggi Tutto... | 14431 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Na ‘n’ura Diu lavura, ovvero, le rose, a scuola, non si vendono a peso
Redazione
Cos’altro potevamo aspettarci da un banchiere!? Da un uomo abituato a far di conto e a far quadrare i conti. Da un burocrate avvezzo a usare la calcolatrice per “pareggiare” l’impegno d’un uomo, per resettare una giornata di lavoro, a misurare la fatica degli uomini con una cifra, a conseguire il risultato da una somma algebrica, a mettere in colonna uomini e mezzi e a tirare una linea con l’occhio alla resa, a frazionare lo sforzo e a moltiplicare i profitti, a centellinare dividenti per ottenere il resto. A sacrificare tutto e tutti sull’altare della Quantità.
Ma a scuola no, caro presidente, a scuola non si può calcolare lo studio, e il risultato dello studio, con i mucchietti di lenticchie, non si può definire la conoscenza con i dati statistici, non si possono spiegare gli apprendimenti con i contrassegni numerici. No! Non si può. Si rischia di prendere fischi per fiaschi, si rischia di definire la sete di conoscenza con il teorema di Pitagora, si rischia di mettere il dolore dell’uomo tra le ascisse e le ordinate.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Mercoledì, 24 febbraio 2021 09:30:00 (436 letture)

(Leggi Tutto... | 3428 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il 17 marzo i Ragazzi Sindaci sventolano il Tricolore. Lezione di Educazione civica applicata
Redazione
In occasione del 160° anniversario dell’Unità d'Italia, mercoledì 17 marzo 2021, i Ragazzi Sindaci, accogliendo la proposta del Sindaco di Maletto; Giuseppe De Luca, si sono resi protagonisti della lodevole iniziativa di esporre uno striscione con la scritta: "160 anni L'ITALIA NEL CUORE”.
Lo striscione sarà preparato dai ragazzi del CCR, con il coinvolgimento dei compagni e in occasione della ricorrenza, mercoledi 17 marzo,  nel rispetto delle vigenti norme anti COVID-19, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, si potrà organizzare una manifestazione, un corteo con le bandiere, esponendo lo striscione su un monumento cittadino.
La finalità è, appunto, quella di ricordare a tutta la cittadinanza la ricorrenza dell'Unità d’Italia (1861-2021) e far sì che lo spirito nazionale si rinnovi e aiuti a migliorare il futuro, mettendo in atto azioni di cittadinanza attiva e responsabile.
Nella comunicazione che il Coordinatore dei CCR, Giuseppe Adernò, ha inviato alle scuole interessate, vengono, altresì, invitati tutti gli alunni ad appendere uno striscione con la stessa scritta o ad esporre nella giornata del 17 marzo la bandiera tricolore sul balcone di casa.
E’ questa una lezione di Educazione civica ed il messaggio dell’Unità nazionale, esce dalla scuola e coinvolge le famiglie e la Città.
Il tricolore, vessillo di Libertà, simbolo dei valori della Patria, custodisce la storia d’Italia, che ama, crede e spera, sventolando nel cielo ogni vittoria e, abbrunato, ricorda ogni dolore.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Sabato, 20 febbraio 2021 08:00:00 (523 letture)

(Leggi Tutto... | 6126 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Un giorno alla Camera dei Deputati ... una scuola ...
Istituzioni Scolastiche
“Anche se non sono destinate all’eternità, le cose che hanno importanza arrivano ancora in tempo anche se arrivano all’ultima ora” Martin Heidegger.

E’ possibile appassionarsi ancora per qualcosa? E, in particolare è possibile, in questi tempi di sfiducia e relativismo intendere lo studio e la scuola non come semplice dovere, ma come possibilità di approfondire sé stessi e la realtà in cui si vive  guardando alle cose con occhi diversi?
"Ai posteri l’ardua sentenza" direbbe il poeta, ma forse si può fare riferimento, qualche volta ad una eccezione. 19 Gennaio 2021, tempo immobile, tempo di pandemia, scuola a distanza, ma pur tra gli affanni e le difficoltà dettate dal momento storico, al liceo Scientifico “Russo Giusti” di Belpasso si vive, anche se solo per un giorno, un momento particolare.
Ore 11,30 le classi dell’ultimo biennio del liceo si collegano con la sala Regina della Camera dei Deputati e, presenti 32 alunni delle sezioni A e B, ha luogo un incontro che vede il coinvolgimento di tre deputati nazionali con gli studenti liceali. L ‘on. Stefania Prestigiacomo, l’ on. Fausto Raciti e l’ on. Francesco D’Uva, questore alla Camera dei Deputati, qui moderatore dell’incontro, ingaggiano con gli studenti un interessante dibattito, tale da restituire, almeno in parte il senso delle deliberazioni parlamentari nel confronto tra maggioranza e opposizione. Quattro studenti rivolgono, ognuno un quesito diverso agli onorevoli deputati su problemi cruciali del territorio siciliano e ... magicamente ... ci si trova, come per incanto, trasportatati lì ... nell’aula del PARLAMENTO ITALIANO, il monumento della democrazia rappresentativa nazionale, e proprio nelle ore delicate nelle quali il governo si dibatte in una difficile crisi sulla fiducia.

m.nicotra@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 14 febbraio 2021 08:30:00 (1916 letture)

(Leggi Tutto... | 6692 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Un governo contro la scuola
Attività parlamentare
Il governo Draghi è un concentrato da incubo delle classi dirigenti italiane (padronali, finanziarie, burocratiche, professionali, accademiche), compresa un’ampia rappresentanza del peggiore ceto politico. La scuola ha molto da temere da questo esecutivo, come confermano le caratteristiche dei ministri che si occuperanno, in diverse forme, di essa. -Ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI.
A partire dal ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi, naturalmente.
Un ministro che ha una storia inequivocabile nell'affermazione della centralità dell’impresa: nel suo curriculum rivendica il ruolo in quel Consiglio d’Amministrazione dell’IRI che fu artefice della più ampia privatizzazione di attività realizzata in Europa. Anche nel campo più specifico degli apparati formativi Bianchi ha dato prova, tanto come rettore dell'Ateneo di Ferrara quanto come assessore regionale emiliano, di considerare l'impresa privata l'alfa e l'omega dell’istruzione. Ne sono prova tanti atti, a partire dalla sperimentazione in partnership con Ducati e Lamborghini (cioè Volkswagen) del sistema duale (tedesco) di formazione.

pci.istruzione@gmail.com
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 14 febbraio 2021 07:30:00 (1764 letture)

(Leggi Tutto... | 4003 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: Patrizio Bianchi, Ministro Dell’istruzione
Redazione
Patrizio Bianchi, già presidente della task force del Ministero per gestire la fase di rientro a scuola nel tempo del Coronavirus da oggi e Ministro dell’Istruzione nella compagine di governo presieduto dal Prof Mario Draghi, già Presidente della Banca Europea.
La scuola ha così una guida tecnica nel “Governo dei migliori”.
Il Prof. Bianchi ordinario di Economia applicata e titolare della Cattedra Unesco in Educazione, crescita ed eguaglianza presso l’Università di Ferrara, dove è stato Rettore fino al 2010; Assessore alla scuola, università, ricerca, formazione e lavoro della Regione Emilia-Romagna. Presso la casa editrice il Mulino ha pubblicato numerosi volumi, tra cui «Il cammino e le orme. Industria e politica alle origini dell’Italia contemporanea» (2017) e «4.0. La nuova rivoluzione industriale» (2018).  e recentemente “Nello Specchio della scuola”, nel quale risponde ad alcune domande precise: “Quanto incide la scuola su crescita ed economia? Perché l’Italia è il paese d’Europa con i più bassi livelli di istruzione, i più alti tassi di dispersione scolastica e il più alto numero di NEET?
Questi interrogativi diventano ora pista di lavoro per una sempre maggiore qualificazione della scuola italiana che è centrale nella vita sociale, politica ed economica.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Venerdì, 12 febbraio 2021 21:10:43 (624 letture)

(Leggi Tutto... | 4608 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Intervista Senatrice Tiziana Drago 'Canciari l’Italia' proposte e sogni per una scuola nuova
Redazione
Il nome della senatrice Tiziana Drago, siciliana doc, di Catania in questi giorni circola tra le righe del “totoministri” e si pena a Lei al Viale Trastevere. In una testimonianza su facebook si legge:
Ricordo i miei quindici anni come fosse ieri... Mia madre desiderava che studiassi Giurisprudenza Mio padre, invece, col quale avevamo spesso confronti accesi su temi di giustizia sociale ed economica, a mo' di provocazione e con sarcasmo pennellato da un sottile maschilismo, commentava (in lingua siciliana): "A vo' canciari tu l'Italia?".
Forse oggi ci sarà la possibilità di “canciari l’Italia” o meglio dare una svolta nuova alla politica italiana alla struttura dei partiti e fare in modo che la politica sia veramente “ricerca del bene comune”.

SENATRICE,  Lei sta contribuendo ad un progetto politico denominato Popolo Protagonista-Alternativa Popolare, in relazione al quale è stata formata alla Camera dei Deputati una componente che stenta a partire in Senato, nonostante la richiesta sia stata avanzata nell'ottobre del 2020 A causa di ciò ufficialmente non ha avuto modo di far pare della consultazione che il Presidente incaricato Mario Draghi ha avviato in questi giorni.
 Ho letto di una sua lettera aperta a MARIO DRAGHI nella quale  condivide la linea del Recovery Fund, inteso come che  un "debito buono", in quanto capace di generare  credito, grazie ad un moltiplicatore, a vantaggio dell’incremento democratico  nei prossimi anni.

​​Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Venerdì, 12 febbraio 2021 18:00:00 (511 letture)

(Leggi Tutto... | 12649 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Scuola Media Pluchinotta - Ricordo della Prof.ssa Lidia Marranca
Redazione
Nel rispetto delle norme di prevenzione anti Covid, a quindici mesi dalla scomparsa,la Scuola Media “M Pluchinotta” ha reso un doveroso omaggio alla prof.ssa Lidia Marranca intitolandole il laboratorio multifunzionale e informatico.
Una cerimonia semplice ma ricca di emozioni ha coinvolto i familiari della professoressa, il Sindaco del Comune, Marco Nunzio Rubino, i ragazzi sindaci Miriam Puliatti  della scuola Pluchinotta, Martina Vaiana dell’Istituto “S Maria della Mercede” e Francesco Grippaldi dell’Istituto “De Amicis” di Tremestieri, ed un drappello di ex alunni, oggi universitari e liceali,  i quali hanno voluto rendere omaggio alla cara insegnante di Lettere, che li ha avviati e guidati nei sentieri della cultura.
La dirigente Linda Piccione ha tracciato il profilo professionale della docente, da 18 anni in servizio presso la scuola Pluchinotta, apprezzatissima dai genitori e dai ragazzi, ai quali ha saputo imprimere “un segno” particolare di cultura, visione della vita, coerenza e impegno.
Nella scuola, valorizzando le potenzialità e i talenti dei suoi alunni, è stata promotrice di diversi progetti e concorsi didattici ed i suoi studenti sono stati più volte premiati anche a livello nazionale.
Si è sempre distinta per eleganza, signorilità e impegno civile, cooperando anche  con il Consiglio Comunale dei Ragazzi, progetto che ha condiviso con generosa disponibilità collaborativa, accompagnando i ragazzi per le visite istituzionali al Quirinale, al Parlamento, al Senato, al Ministero dell’Interno e degli Esteri.  
Gli ex alunni  con parole cariche di ricordi e di emozioni hanno confermato la bontà e i frutti del “buon seme” messo a dimora attraverso la diligente azione didattica che proiettava i ragazzi al domani, anche mediante le lezioni aggiuntive di analisi logica e di latino in seconda e terza media e numerose attività di laboratorio teatrale e di recitazione.

redazione@aetnanet.org


Postato da Andrea Oliva Venerdì, 12 febbraio 2021 17:30:00 (698 letture)

(Leggi Tutto... | 11436 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: I Ragazzi Sindaci ricordano Giulio Regeni
Redazione

Riuniti nel cortile della scuola media “M. Pluchinotta” gli alunni di terza media hanno ricordato il V anniversario della morte di Giulio Regeni.
La manifestazione programmata per il 25 gennaio, ma   a causa dello stato pandemico  di “zona Rossa” della Sicilia, è stata rinviata al 9 febbraio.
I ragazzi hanno esposto le riflessioni scaturite dalla ricerche sul “caso  Giulio Regeni” approfondendo  anche il tema dei Diritti umani di libertà, dignità e giustizia.
I messaggi “Verità per Giulio” “Io sto con Giulio”  hanno risuonato nelle comunicazioni degli studenti, i quali hanno saputo interpretare i fatti accaduti, prendendo coscienza e consapevolezza dell’efferatezza che ha coinvolto il ventottenne studente universitario, il quale da ragazzo di scuola media è stato consigliere, assessore e sindaco del Consiglio comunale dei Ragazzi di Fiumicello in provincia di Udine.
L’iniziativa è stata promossa, appunto,  dal CCR della scuola “Pluchinotta” ed insieme al sindaco Miriam
Puliatti  hanno partecipato anche Martina Vaiana dell’Istituto “S Maria della Mercede” e Francesco Grippaldi dell’Istituto “De Amicis” di Tremestieri.

redazione@aetnanet.org




Postato da Andrea Oliva Giovedì, 11 febbraio 2021 17:30:00 (547 letture)

(Leggi Tutto... | 7951 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Motta S Anastasia - Diana Giuffrida sindaco dei ragazzi. Il CCR festeggia S Agata
Redazione
Anche in tempo di Covid Consiglio Comunale dei Ragazzi, è stato rinnovato a Motta S Anastasia, dove il progetto di educazione civica applicata ha preso avvio nel 1993, ideato dal preside Giuseppe Adernò e poi diffuso nella provincia e nella regione. Oggi i Consigli Comunali dei ragazzi sono oltre 700 e presidenti in tutte le regioni d’Italia.
Nel rispetto di tutte le procedure di prevenzione anti Covid, la campagna elettorale è stata svolta, on line, con collegamenti e video incontri, coordinati dal prof. Antonino  Aiello. I risultati delle elezioni sono stati diffusi via social da un “Breaking news” con la comunicazione dell’elezione a sindaco di Diana Giuffrida classe della II A e Giuseppe Santonocito classe II C, vice sindaco.
Hanno partecipato alle elezioni come assessori e consiglieri: Francesco Pesce, Marta Zappalà, Giorgia Foresta, Leonardo Bruno, Salvo Aiello, Adriana Filocco e Sofia Nicotra. Segretario di Giunta è stata eletta Elena Rugnone della classe II D. La prima iniziativa del neo eletto Consiglio dei Ragazzi è stata quella di meglio conoscere la storia di S Agata.
Il 5 febbraio di 1770 anni fa a Catania,  subendo atroci martiri  per non avere accettato le lusinghe del proconsole Quinziano e rinnovando la sua fede a Cristo, moriva nella fornace  la giovane e bella Agata , il cui nome in greco Agathé, significava “buona”.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Domenica, 07 febbraio 2021 08:05:00 (535 letture)

(Leggi Tutto... | 5077 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Ragazzi Sindaci a Sant’Agata Li Battiati
Redazione
S. Agata Li Battiati. Invitati dal Sindaco di Sant’Agata Li Battiati Nunzio Rubino, i ragazzi sindaci: Miriam Puliatti della scuola media “Pluchinotta”; Martina Vaiana dell’Istituto “S Maria della Mercede”; Francesco Grippaldi dell’Istituto “De Amicis” di Tremestieri e Manuel Pillera dell’Istituto “San Giovanni Bosco” di Catania,  hanno partecipato alla Messa solenne celebrata nella Chiesa madre di S Agata Li Battiati, unico comune della provincia di Catania che porta il nome di S Agata, e per iniziativa del Sindaco Rubino, dichiarata “Compatrona” del comune etneo.
Essendo state sospese a Catania tutte le manifestazioni esteriori della festa per la pandemia Covid -19 e nel rispetto delle norme di prevenzione del contagio, nella cittadina della cintura metropolitana, dove un tempo c’era una cappella per i riti del battesimo, dedicata a S Agata, con una solenne messa cantata è stata onorata la Santa Patrona e nella chiesa il busto marmoreo della Martire catanese era ricco di fiori.
Nell’omelia è stato ricordato che” la devozione fa rima con l’imitazione” e quindi la devozione a Sant’Agata impegna ad imitare il suo esempio nella fedeltà a Cristo e nell’amore ai fratelli, vivendo così il proprio battesimo.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Domenica, 07 febbraio 2021 06:00:00 (1262 letture)

(Leggi Tutto... | 3398 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Lo scrittore ed attivista per i diritti umani Jean Pierre Yvan Sagnet dialogherà con gli studenti dell’I.I.S. Mario Rapisardi di Paternò sul tema: «Modelli virtuosi contro il fenomeno del caporalato in agricoltura»
Istituzioni Scolastiche
Il 27 gennaio, appena qualche giorno fa, il nostro Paese ha commemorato il genocidio perpetrato dai nazi-fascisti ai danni degli Ebrei, dei Rom, delle minoranze religiose, culturali, politiche. Ricordare è essenziale presupposto per la formazione della consapevolezza storica, è la base imprescindibile per pensare il futuro, in una prospettiva etica e di giustizia. Ce lo indicava già Tucidide: la Storia deve rappresentare “acquisizione perenne”. Tuttavia, accanto alla necessaria attenzione che viene tributata alle sofferenze e agli errori prodotti dall’essere umano nel proprio percorso, spesso si assiste alla rimozione del presente, come se riconciliarsi con il passato possa prescindere dalle responsabilità attuali. Così, oggi, purtroppo vi sono gravissime emergenze umanitarie del tutto obliate dall’informazione ufficiale e, quindi, dalla coscienza e conoscenza collettiva. Riusciamo a sfiorare le tragedie che si svolgono accanto a noi solo in occasione dei naufragi, con morti e dispersi, cui assistiamo giornalmente nel Mediterraneo e di cui sono vittime esseri umani senza colpa se non la propria condizione di fuggiaschi da guerre, dalla fame, dalla violenza. Ci volgiamo altrove dinnanzi alle colonne di profughi lungo i confini balcanici: tristi teorie di sventurati seminudi e senza scarpe che si inerpicano tra paesaggi innevati, abbandonati dall’Europa che ha altro di cui occuparsi in tempo di covid ... Così la marea umana è fatta oggetto di interesse solo da parte delle guardie di confine turche o croate che torturano, uccidono, maltrattano torme di infelici assiderati e digiuni. L’Occidente ricco dimentica, tra l’altro, di aver creato le proprie fortune sullo sfruttamento delle risorse di Paesi come quelli del Continente africano, sul commercio di armi fornite a caro prezzo alle fazioni in contesa, sul mercato globale creato dal liberismo selvaggio. L’imperialismo e neocolonialismo assume adesso connotazioni ancor più inquietanti che in passato perché teatro d’azione sono divenuti anche i territori europei e italiani in particolare. L’Italia negli ultimi venti anni si è trasformata in luogo di sfruttamento della manodopera in nero e di riduzione in schiavitù, proprio avvalendosi della manovalanza proveniente dal bacino costituito dalle migliaia di rifugiati, legali o clandestini, che confluiscono nel nostro Paese.
Di questi temi si parlerà ad un interessantissimo incontro che avrà luogo in videoconferenza presso l’IIS “Mario Rapisardi” di Paternò il prossimo 2 febbraio.
download Locandina

Maria Làudani
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 31 gennaio 2021 08:00:00 (1193 letture)

(Leggi Tutto... | 12295 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: la scuola in presenza è davvero sicura?
Redazione
25_01_01
Seppur lentamente e con tutte le criticità non risolte in alcune aree regionali o territoriali, la didattica in presenza è un obiettivo conseguito in quasi tutte le regioni italiane seppur con tutte le limitazioni connesse all’evoluzione dell’emergenza pandemica che sembra allentare molto lentamente.
L’esperienza di questi mesi ci induce a riconsiderare la necessità di potenziare le azioni di prevenzione di sistema e protezione individuale che sicuramente hanno avuto effetti mitigatori nel controllo della diffusione del virus in territorio scolastico per le scuole del primo ciclo nel corso del primo quadrimestre.
Nel rapporto n. 63 dell’ISS si legge che “Per un ritorno a scuola in presenza, dopo le misure restrittive adottate in seguito alla seconda ondata dell’epidemia di COVID-19, è necessario bilanciare le esigenze della didattica con quelle della sicurezza. Le scuole devono far parte di un sistema efficace e tempestivo di test, tracciamento dei contatti, isolamento e supporto con misure di minimizzazione del rischio di trasmissione del virus, compresi i dispositivi di protezione individuale e un’adeguata ventilazione dei locali.”
 
Per ANCoDiS
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 25 gennaio 2021 08:05:00 (1306 letture)

(Leggi Tutto... | 12999 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Video e rap per la Shoah. Il Coro interscolastico di voci bianche 'Vincenzo Bellini'
I video della scuola
Il video Shoah-Rap interpretato dal Coro Interscolastico “Vincenzo Bellini” diretto da Daniela Giambra, rende particolarmente emozionante la “giornata della memoria”, appuntamento educativo che offre ai ragazzi l’opportunità di riflettere sulla tragedia della Shoah e contribuisce alla formazione di una coscienza civile a difesa dei diritti dell’uomo. La scuola istruisce, insegna, offre opportunità educative come quella della celebrazione della “Giornata della memoria” e il piccolo seme di parole e pensieri di un ragazzo di 12 anni, Gabriele Rinaldi, esce dalle pagine di un quaderno dimenticato, viene oggi alla luce, germoglia e fiorisce con l’elaborazione musicale composta dalla mamma, la maestra del Coro interscolastico di voci bianche, “Vincenzo Bellini”, Daniela Giambra. Ogni parola nel canto diventa “lezione” per i ragazzi del coro che per primi hanno imparato quei versi e si trasforma in messaggio forte per le coscienze di quanti ascolteranno il testo sul ritmo rap che piace ai giovani e che con convinzione ripetono a se stessi e agli adulti: “Se vuoi, cambiare puoi”.
Ecco la prospettiva pedagogica di educare al rispetto delle differenze contro ogni forma di violenza e discriminazione.
L’ispirazione del video-rap è nata durante una visita alla Comunità ebraica e alla Sinagoga di Roma ripetendo per le vie ghetto i canti ebraici. La coreografia del video che vede i ragazzi del coro in abito bianco, la base musicale della danza tradizionale ebraica "Ma Navu", su musica di Yossi Spivak, appartiene al filone Yemenita, e s’ispira al testo di un salmo biblico che inneggia alla Pace ed alla Speranza con le parole del profesta Isaia che nel cap.52 esalta la liberazione di Sion: “Quanto sono piacevoli, sui monti, i passi del messaggero di buone notizie che annunzia la liberazione che annunzia la pace” mentre le immagini delle simboliche anime dalle vesti bianche sulla nuda sabbia, rendono il video particolarmente emozionante.

m.nicotra@aetnanet.org
Postato da Michelangelo Nicotra Lunedì, 25 gennaio 2021 06:00:00 (699 letture)

(Leggi Tutto... | 6989 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Scuole in competizione
Redazione
EDUSCOPIO anche quest’anno ha pubblicato l’atlante delle scuole superiori, di cui ci si puo’ fidare, perchè vanno bene e fanno tutto quello che bisogna fare per primeggiare sulle altre. Sono informazioni, ammesso che abbiano solide fondamenta, utili solo a quelli e a quanti hanno il tempo per leggerle, ma che contribuiscono a iniettare il veleno della concorrenza tra le scuole, non certamente per avere migliori servizi. Questa specie di mercato scolastico è uno dei frutti avariati dell’autonomia scolastica. La formazione delle nuove generazioni non è un compito che si puo’ far meglio mettendo le scuole una contro l’altra; è un compito difficile, complicato che puo’ dare risultati soddisfacenti solo se le scuole collaborano, se scambiano tra di loro esperienze e competenze, aperte l’una all’altra e non in guerra per l’accaparramento di risorse e per vanitose ricerche di visibilità, di cui fa le spese la coerenza del processo educativo e del curriculum.
Il principio che ogni scuola debba essere una comunità educativa viene messo in discussione da queste pratiche concorrenziali. D’altra parte vorrei chiedere a quanti producono graduatorie tra le scuole e se ne godono se al punteggio contribuisca la capacità di dare risposte efficaci agli alunni portatori di disabilità o quella di riuscire a migliorare il rendimento degli alunni difficili o quella di accogliere nel proprio seno e integrare alunni figli di immigrati. Vorrei chiedere se sono buone le scuole che lavorano con alunni che non avrebbero bisogno di insegnanti o quelle in cui ai ragazzi bisogna dare tutto, a cominciare dai libri di testo.

Raimondo Giunta
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 24 gennaio 2021 19:31:48 (1233 letture)

(Leggi Tutto... | 4777 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Parlamento della legalità multietnico all'Istituto “F. FERRARA” di Palermo
Redazione
Gli studenti e le studentesse dell'Istituto Superiore "Francesco Ferrara " di Palermo, con la guida del professore di religione Nicolò Mannino, hanno attivato il Parlamento della Legalità internazionale e Multietnico.
L’Istituto accoglie, infatti, studenti di diverse nazionalità che, di là dal colore della pelle e dell’essere musulmani, buddisti, protestanti, frequentano con interesse e attivo coinvolgimento le lezioni di Religione cattolica e sentono forte il senso della “fratellanza universale”, si aiutano a vicenda e si sentono tutti parte attiva della Comunità scolastica.
 Anche in tempo di pandemia Il virus non è riuscito a spegnere il loro entusiasmo e “a distanza”, con collegamenti on line hanno mantenuto vivo il gruppo studentesco, hanno eletto il presidente e i collaboratori, continuando nel desiderio di crescere insieme, incontrando e condividendo le problematiche sociali e le diversità culturali dei coetanei.
Sono giovani studenti che professano tanti "credo " e arrivano da diverse parti del mondo, ciò non impedisce loro di condividere un cammino culturale ricco di riflessioni a favore di quei valori che volano alto: la dignità della persona umana, la libertà, il rispetto, la legalità, l’onore.

 Giuseppe Adernò
 
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 20 gennaio 2021 17:00:00 (661 letture)

(Leggi Tutto... | 8658 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: 'Il MUOStro di Niscemi' - Antonio Mazzeo, all’I.I.S. 'Mario Rapisardi' – Liceo Classico ed Artistico di Paternò, ospite del Progetto 'Incontri con l’Autore'
Istituzioni Scolastiche
I temi legati all’ambiente, alla salute, alla pace, alla legalità sono intimamente connessi con la Scuola e con le funzioni educative di cui essa è portatrice.
“Fare Scuola” -  nella nostra società improntata a principi di democrazia - , acquisisce un significato ampio che racchiude tutta una gamma di aspetti culturali e civili, come sottolineato ultimamente dalla Legge 92 del 2019 che prevede l’inserimento strutturale all’interno dei curriculi, nei vari gradi di Istruzione, dell’Educazione civica.
Ma, al di là dell’obbligo normativo, è il sentire collettivo, sono le urgenze dell’oggi, che richiedono la formazione della consapevolezza etico-politica nei giovani.In questo complesso percorso si inserisce con iniziative di portata significativa l’I.I.S. “Mario Rapisardi”, di Paternò.
Download Locandina e Programma

Maria Làudani
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 20 gennaio 2021 04:00:00 (1591 letture)

(Leggi Tutto... | 14057 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: Covid - SCUOLE PULITE - GRAZIE ai COLLABORATORI
Redazione
Osservando le scuole oggi, in tempo di Covid, forse l’unico elemento positivo è vedere le scuole pulite, o meglio più pulite di prima, disinfettate, igienizzate, in azione protettiva dai contagi del virus Covid-19.
 Grande merito si deve attribuire ai collaboratori scolastici, componenti attivi della Comunità scolastica, dei quali si parla poco, ma sono essenziali e preziosi per il regolare e buon funzionamento della scuola.
L’incremento del numero dei Collaboratori sollecitato dall’emergenza pandemica ha apportato nella scuola forze nuove e giovani desiderosi di lavorare e fare ben il proprio dovere, sentendosi parte attiva della Comunità scolastica, quasi veri “azionisti” nell’impresa cooperativa della scuola, che cresce in relazione alla sempre migliore qualità ed efficienza dei servizi.
L’assunzione nei ruoli di nuovi collaboratori provenienti dalle aziende che avevano prima i contratti di pulizia delle scuole ha facilitato il compito di un più attento servizio di pulizia reso urgente delle norme di prevenzione del Covid-19. La loro presenza e la loro qualificazione professionale ha positivamente contagiato il personale in servizio e i nuovi assunti a seguito dell’ampliamento dell’organico dei Collaboratori e si auspica che non resti collegato alla crisi pandemica, ma che il personale assunto resti in servizio nella scuola anche dopo la fase emergenziale della crisi sanitaria.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 18 gennaio 2021 15:00:00 (747 letture)

(Leggi Tutto... | 8414 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Scuola primaria e classi prime medie in presenza
Redazione
Le nuove restrizioni a causa della diffusione del virus per la Sicilia, dichiarata fino al 31 gennaio in “zona Rossa”, hanno riservato un segno di attenzione verso il servizio scolastico, consentendo ai bambini della scuola primaria e della prima classe delle medie di frequentare in presenza.
L’Ancodis, - Associazione che sostiene il riconoscimento giuridico e contrattuale dei Collaboratori dei DS e delle Figure di sistema che lavorano nelle autonome Istituzioni scolastiche -. ritiene incomprensibile chiede la revisione dell’articolo 5 dell’Ordinanza Regionale n. 10 del 16/1/2021 ritenendola rispettosa del DPCM, ma non coerente con la precedente ordinanza di didattica a distanza per tutti gli alunni del primo ciclo fino al 31 gennaio, perché si determina un significativo spostamento di genitori che accompagnano i figli a scuola e risulta complessa l’organizzazione degli orari scolastici.
Nel dare priorità ai bisogni degli alunni, la risposta di buon senso mette in luce le difficoltà oggettive della didattica a distanza per i bambini piccoli per i quali è indispensabile la presenza e la guida dei genitori e la necessità di non spezzare il legame di continuità che a fatica è stato creato con gli alunni in classe.

Giuseppe Adernò
 
Ecco il COMUNICATO STAMPA A.N.Co.Di.S.
Postato da Andrea Oliva Domenica, 17 gennaio 2021 15:00:00 (945 letture)

(Leggi Tutto... | 15195 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: OPEN DAY: “Classe II A in esubero”
Redazione
“Visitando la scuola, in occasione dell’Open day, mi ha colpito la scritta sulle porte delle aule: classe IA, classe IIA, classe IIA in esubero, classe IIIA.
Mi sentivo fortunato poter visitare i locali della scuola media che mio figlio frequenterà il prossimo anno, mentre in altre scuole l’Open day si fa on line e dopo qualche minuto il collegamento s’interrompe per dare spazio ad altri.
L’iscrizione si fa on line e quindi non c’è alcun contatto neanche con la Segreteria.
 A mio parere il termine II A in esubero sa di eccedente, di superfluo, di discriminante, e per usare un termine moderno e sociale “di scarto”.
Mi è stato spiegato che in quell’aula ci sono i ragazzi della seconda A che è stata sdoppiata nel rispetto delle norme Covid, considerato il numero degli studenti e gli spazi dell’aula.
Il termine appare poco felice e la scuola, che vuole essere “inclusiva”, non può utilizzare un’espressione che ha tutte le caratteristiche della discriminazione.
 
Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Domenica, 17 gennaio 2021 08:00:00 (961 letture)

(Leggi Tutto... | 8336 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Pandemia educativa 34 mila gli assenti da scuola. Con questo titolo il quotidiano “Avvenire” ha presentato il rapporto di Save the Children, descrivendo lo stato di stanchezza, sfiducia, paura del futuro tra gli adolescenti.
Redazione
Dopo la pausa delle vacanze natalizie tradizionalmente si rientrava a regime nel ritmo dello studio, delle interrogazioni di fine quadrimestre e poi…. Le schede di valutazione.
La ripresa quest’anno è stata rallentata e diversificata nel territorio nazionale e questo stato di confusione ha fortemente inciso sullo stato d’animo degli studenti, i quali hanno attivato anche manifestazioni di “sciopero bianco” chiedendo le lezioni in presenza.
“Vedere gli studenti in piazza a chiedere: garanzia del diritto all’istruzione; autonomia ai presidi e alle scuole mi pare il riscatto della Libertà educativa”, ha scritto Suor Anna Monia Alfieri.
 Oltre alla pandemia sanitaria, l’Italia deve affrontare la pandemia educativa, che pone una pesante ipoteca sul successo di una generazione e sullo sviluppo del Paese. Due anni senza scuola regolare, fa registrare un rallentamento nello sviluppo culturale di cinque anni e, purtroppo il tempo perduto non si potrà recuperare, nonostante tutto l’impegno e le innovazioni didattiche e tecnologiche.  Il 46%, degli studenti intervistati parla di un "anno sprecato" e la costrizione di vivere incontri solo virtuali ha fatto riscoprire a molti il valore della relazione "dal vivo".

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Martedì, 12 gennaio 2021 16:05:00 (739 letture)

(Leggi Tutto... | 10175 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: SCIOPERO BIANCO ALLA PARINI “ I nostri figli non seguiranno alcuna lezione a distanza; svolgeranno i compiti assegnati dalle maestre, ma non si collegheranno da remoto”
Redazione
12_01_01

LETTERA APERTA DEI GENITORI DEGLI ALUNNI DELLA CLASSE 2a A DELL’ Istituto  “G. PARINI” CATANIA : niente didattica a distanza.


Alla dirigente scolastica
Noi genitori degli alunni della classe 2° A, preso atto dalla decisione di istituire la didattica a distanza per la settimana intercorrente tra i giorni 11/ 1 e 15/1 pp.vv. e dopo esserci riuniti, abbiamo deciso di rivogerLe il nostro pensiero comune.-
I recenti provvedimenti adottati dai nostri amministratori locali penalizzano oltremodo i nostri figli costretti - nuovamente – a restare chiusi in casa.-
Ci permetta di dire, senza timore di essere smentiti, che le motivazioni frettolosamente sbandierate a giustificazione dell’improvvisa chiusura della scuola primaria appaiono ai più pretestuose e del tutto contrarie allo spirito di protezione delle nuove generazioni, ancora una volta calpestate.
E’ opportuno premettere che nessuno, tra noi, sottovaluta l’attuale situazione emergenziale e siamo ben consapevoli della pressione che subiscono le strutture ospedaliere chiamate a fronteggiare il copioso aumento dei ricoveri.
Tuttavia, non è in alcun modo condivisibile la scelta di posticipare il rientro a scuola individuando tra i giovani alunni la categoria sulla quale far ricadere il peso di condotte di una minoranza ristretta di incoscienti e che per i loro comportamenti si decida di recludere i nostri figli a casa, negando loro il diritto alla formazione.
Sembrerebbe mancare qualsivoglia criterio in ciò che viene deciso per le scuole.

A nome dei genitori :  Avv. Todaro
Postato da Andrea Oliva Martedì, 12 gennaio 2021 16:00:00 (1134 letture)

(Leggi Tutto... | 12379 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: Valutazione scuola primaria senza voti, ma…
Redazione
La normativa ha individuato, per la scuola primaria, un impianto valutativo che supera il voto numerico su base decimale nella valutazione periodica e finale e consente di rappresentare, in trasparenza, gli articolati processi cognitivi e meta-cognitivi, emotivi e sociali attraverso i quali si evidenziano i risultati degli apprendimenti.
La motivazione principale di tale innovazione trova le sue radici nel cuore dell’azione didattica che è orientata non solo all’acquisizione di nozioni, ma ancor più allo sviluppo di apprendimenti e quindi di specifiche competenze, espressione della modificazione dei comportamenti, del modo di pensare, di sentire e di agire dello studente.
 Le competenze non sono elementi misurabili con il metro del voto, né utilizzando la scala numerica decimale, né tanto meno sono codificabili con termini descrittivi preconfezionati dei “livelli di apprendimento”.
Unica formula della valutazione delle competenze è di tipo descrittivo, che prevede una dettagliata elencazione dei traguardi conseguiti in stretta connessione con il percorso didattico realizzato. Tale descrizione va espressa sotto forma di parole che fotografano nel dettaglio gli effettivi obiettivi raggiunti e le competenze acquisite.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Domenica, 10 gennaio 2021 10:00:00 (1929 letture)

(Leggi Tutto... | 10289 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: UNA MAESTRA INDIGNATA. La scuola è un ambiente educativo e di apprendimento. I nostri alunni nutriti con amore, condivisione, collaborazione, curiosità, affettività in una didattica che coniuga cervello ed emozioni
Redazione
10_01_01
Considero una vergogna nazionale chiudere nuovamente i giovani a casa, rinfacciando a tutti la festa organizzata da una superficiale di qua o un deficiente di là.
 È vero da Nord a Sud un gruppetto d’incoscienti c’è stato, anche percentualmente era prevedibile, ma da qui a recludere tutti in casa, negando il diritto alla formazione, lo trovo un abuso. La cosa più grave è che sono stati proprio i giovani di Catania e provincia a organizzare una petizione affinché non si tornasse in presenza… “per la tutela della salute propria e dei propri cari.”
 L’80% di essi ritiene non sia sicuro ritornare a scuola… piuttosto che scendere in piazza per pretendere mezzi di trasporto dedicati, tamponi settimanali o quindicinali, garanzia di tracciamento. È evidente lo stato di ottundimento: in solo 8 mesi d’isolamento, i giovani si sono abituati e quasi rassegnati alle norme dei DPCM.
Analizziamo insieme il termine rassegnarsi: disposizione ad accogliere senza reagire fatti che appaiono inevitabili: soffrire con santa, eroica rassegnazione], ma non con rassegnamento e sottomissione. longanimità, pazienza, che molti oggi confondono con il più nobile sostantivo resilienza che implica, invece, la non alienazione della propria identità.
 
Ins. Paola Liuzzo
Postato da Andrea Oliva Domenica, 10 gennaio 2021 09:45:00 (1168 letture)

(Leggi Tutto... | 11471 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: CAOS SCUOLA. LO SCOTTO PIÙ DEVASTANTE PER I RAGAZZI, LE FAMIGLIE ED IL PAESE. Quale futuro per gli studenti Covid-19?
Redazione
08_01_04
"I genitori italiani sono gravemente preoccupati per le scelte politiche sulla scuola che il Governo sta attuando in risposta alla crisi pandemica", queste parole di Carlo Stacchiola, Presidente di Articolo 26, Associazione nazionale membro del FoNAGS, il Forum Nazionale dei Genitori nella Scuola presso il MIUR, trovano consenso diffuso tra genitori, docenti, e studenti.
 L’incertezza della data di ripresa delle lezioni al termine delle vacanze natalizie, la variegata modulazione di orari e di tipologia didattica “ distanza” o “in presenza” sono il segno della pesante confusione che caratterizza ancora una vola il nuovo anno appena iniziato.
Spettacolo indecoroso, sulla pelle degli alunni, delle famiglie, dei dirigenti e docenti, dell’intera società, che, temiamo, sarà destinato a proseguire”, afferma l’ex ispettore, Roberto Leoni, presidente della Fondazione “Sorella Natura”.
 I ragazzi, le nuove generazioni stanno pagando il prezzo più elevato in termini di disagio psicologico, rischio d’insuccesso e abbandono scolastico.

Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 08 gennaio 2021 21:50:48 (762 letture)

(Leggi Tutto... | 8705 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Festa del Tricolore. Lezione di Educazione Civica con 55 ragazzi sindaci
Redazione
Il 7 gennaio, primo girono di scuola dopo le vacanze natalizie, si celebra il 224° anniversario della Giornata nazionale della Bandiera, il simbolo della Patria, di onore di unità nazionale.
Era il 1797 quando da Reggio nell’Emilia ha avuto inizio il percorso durante il quale il Tricolore si è radicato lungo tutta l’Italia come simbolo dello Stato unitario e poi della Repubblica, affermando i valori di libertà e democrazia che hanno ispirato tante generazioni d’italiani».
Durante il lockdown abbiamo provato una grande emozione nel vedere tanti tricolori esposti alle finestre, sulle terrazze e sulle case lungo tutta la Penisola. Lo scorso 2 giugno la pattuglia acrobatica nazionale delle “Frecce tricolore” hanno “visitato” diverse città capoluoghi di regioni e la ricorrenza del 7 gennaio ha impegnato 55 ragazzi sindaci e consiglieri del CCR di: Catania, Motta S. Anastasia, Piano Tavola, Camporotondo, San Pietro Clarenza, Tremestieri, S Agata Li Battiati, Caltagirone e poi ancora il CCR di Zevio e Palù in provincia di Verona.
In video conferenza hanno seguito con vivo interesse la lezione di Educazione Civica sulla storia del Tricolore tenuta dal coordinatore dei CCR, preside Giuseppe Adernò, nominato dall’UCIIM ambasciatore dell’Educazione Civica.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Venerdì, 08 gennaio 2021 21:35:37 (648 letture)

(Leggi Tutto... | 9284 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: il 50% degli studenti del secondo ciclo resterà “fuori le mura”. Siamo di fronte all’ennesima prova per la scuola italiana.
Redazione
La Nota MPI 2241 del 28 dicembre 2020 avente come oggetto: “Ordinanza del Ministro della salute 24 dicembre 2020” firmata dal Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione, dottor Marco Bruschi, fa riferimento all’Ordinanza del Ministero della Salute che dispone il rientro in classe in presenza dal prossimo 7 gennaio (8 gennaio in Sicilia) per il 50 per cento degli studenti del secondo ciclo di studi.
Tante le problematiche che le scuole per l’ennesima volta si trovano ad affrontare: attività didattica in presenza; attività di didattica a distanza; entrate ed uscite differenziate; rimodulazione dell’orario scolastico per alunni e docenti; rimodulazione dei servizi del personale ATA; applicazione di misure prudenziali e precauzionali sempre più attente e quant’altro.
Bisognerà creare le condizioni per un ritorno alla didattica in presenza che riprenda le esperienze realizzate in DaD in modo che si possa garantire in tutto e per tutti il diritto allo studio.
E’ possibile iscriversi al meeting attraverso il seguente link: https://forms.gle/1R2pyuiG8P9dh6MU6
Si allega la locandina
Per ANCoDiS
Prof.ssa Connie Fascella*
*componente del Direttivo ANCoDiS
Postato da Andrea Oliva Sabato, 02 gennaio 2021 15:11:22 (722 letture)

(Leggi Tutto... | 8016 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: # Ragazzi Sindaci di Sicilia uniti salutano il 2020
Redazione
Per salutare il 2020, un anno da dimenticare, pieno di preoccupazioni, smarrimenti e tristezza, un anno che ci ha messo tutti sullo stesso piano e che ha fatto scendere piogge di lacrime, non potevamo fare altro che recitare la preghiera che Papa Francesco ha scritto per il bene dell’umanità, in questo momento afflitta dalla Pandemia.
È questa l’iniziativa promossa dal Comune di Maletto, rivolta a tutti i #Sindaci e ai Baby Sindaci della Sicilia, uniti insieme nella preghiera per le proprie comunità, la sera del 31 dicembre alle ore 18:00.
Un modo per essere uniti, seppur distanti, con un pensiero rivolto a coloro che hanno perso una persona cara o che lottano in prima persona per fronteggiare l'emergenza sanitaria come gli operatori sanitari, le forze dell'ordine e tutti i lavoratori dei servizi essenziali, e con la speranza che tutte le famiglie del mondo possano superare questo brutto momento guardando al futuro con coraggio e ottimismo.
 Delle nove provincie siciliane oltre 100 Comuni hanno aderito all’iniziativa, coinvolgendo Sindaci e Assessori dalle sale dei Consigli Comunali e, dalle loro case, in video collegamento il baby Sindaco, il vice sindaco, e il presidente del Consiglio Comunale dei Ragazzi. I social hanno diffuso la notizia condivisa con tanti “mi piace”.
Della provincia di CATANIA hanno aderito i comuni di: Maletto, Bronte, Maniace, Randazzo, Linguaglossa, Biancavilla, Paternò, Ragalna, Belpasso, San Pietro Clarenza, Camporotondo, Tremestieri, Trecastagni, Sant'Agata Li Battiati, Nicolosi, Fiumefreddo, Mascali, Giarre, Mazzarrone, San Michele di Ganzeria, Caltagirone, Grammichele, Zafferana, Gravina di Catania, Caltagirone, Pedara, Licodia Eubea, Motta Sant'Anastasia.
 
redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Sabato, 02 gennaio 2021 15:00:00 (2001 letture)

(Leggi Tutto... | 10130 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ConvittOrienta 9-13-23 gennaio 2021. Prenota il tuo webinar al Convitto Cutelli per la Scuola Primaria, Secondaria di Primo Grado, Liceo Classico Europeo sul sito istituzionale http://convittocutellict.gov.it/
Redazione

Quest’anno l’orientamento sarà tutto in modalità on line, dal momento che le piattaforme didattiche hanno temporaneamente sostituito la fisicità di alunni, docenti e famiglie.
Il Convitto Cutelli organizza dei virtual open days in sostituzione degli open days in presenza. E se quest’anno non sarà possibile, com’era nostra consuetudine, permettere agli alunni delle scuole medie del territorio della Sicilia Orientale di trascorrere una giornata da semiconvittori, vivendo sulla pelle emozioni ed esperienze, per poter poi scegliere in serenità il proprio percorso di studi al Liceo Classico Europeo, cercheremo di accogliere virtualmente al Convitto Cutelli tutti coloro che lo vorranno.
Il nostro canale youtube Convitto Nazionale M. Cutelli Catania mostrerà gli interni del nostro splendido palazzo monumentale e il suo moderno adattamento alle aule scolastiche, oltre alle attività e peculiarità delle nostre scuole, attraverso i video dei nostri alunni.
Prenotando sul sito istituzionale http://convittocutellict.gov.it/ il webinar on line sarà possibile conoscere il Convitto nei suoi tre ordini di scuola, Primaria, Secondaria di Primo Grado e Liceo Classico Europeo, anche interagendo formulando domande sugli aspetti di maggior interesse. Accedendo ai link sarà possibile ricevere l'invito (link sulla e-mail indicata nel modulo di prenotazione) al webinar prescelto dal calendario. Vi aspettiamo numerosi.

Sito istituzionale: http://convittocutellict.gov.it/   -  Canale youtube: Convitto Nazionale M. Cutelli Catania

Calendario webinar:
http://convittocutellict.gov.it/media/attachments/2020/11/20/calendario-webinar-orientamento.pdf
Modulo adesione webinar Primaria https://forms.gle/ZPMBXhcDJ9FNvb9Y6
Modulo adesione webinar Secondaria Primo Grado https://forms.gle/mB1eLonwpmGehfiA7
Modulo adesione webinar Liceo Classico Europeo https://forms.gle/9LJ6U4vsPef5GTpV6

Stay tuned 😜
Team Orientamento Convitto Cutelli

Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 30 dicembre 2020 08:00:00 (831 letture)

(Leggi Tutto... | 8612 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il Coordinamento ITP chiede 'riconoscimento giuridico e pari dignità'
Comunicati
Quella dei docenti ITP (Insegnanti Tecnico Pratici) è una vicenda tanto nota, quanto complessa e intricata. Una querelle tanto semplice, quanto (sembra) di difficile soluzione. Una controversia, comunque, che ha bisogno solamente d’un po’ d’attenzione e tanta buona volontà, per avere una dignitosa e definitiva risoluzione. Ed è sicuramente una delle tante ingiustizie della scuola italiana. Per conoscerla a fondo abbiamo voluto sentire la loro “campana”, la voce degli insegnanti ITP, di chi si batte, da anni, per il riconoscimento dei “diritti e della dignità”, attesi da troppo tempo e fino adesso negati. Siamo andati fino a Biella per ascoltare le loro rimostranze e le loro richieste. Hanno costituito pure un’associazione per meglio tutelare le loro istanze, il “Coordinamento ITP”, il cui portavoce da sempre è il prof. Liborio Butera, un siciliano trasferitosi da anni in Piemonte.
«Lo storico Coordinamento ITP, mai domo, dopo le dure lotte del passato, che hanno salvato la categoria dall’ira “riformista” della ministra Moratti e della ministra Gelmini, che volevano cancellare i docenti di laboratorio dalla scuola italiana; dopo aver ottenuto la riconversione sul sostegno, per sanare gli esuberi creati dalla loro scellerata politica scolastica, adesso ha deciso di spostato la lotta nei tribunali italiani. – è un fiume in piena il prof. Butera, raggiunto al telefono – E i risultati positivi non si sono fatti attendere, confermando la bontà e la giustezza delle nostre rivendicazioni. – continua Liborio Butera – Gli esponenti del coordinamento ITP hanno ottenuto delle sentenze straordinarie, in alcuni Tribunali del Lavoro italiani, come quella ottenuta presso la Corte d’Appello di Torino, che finalmente ha riconosciuto l’equiparazione economica tra docenti diplomati e docenti laureati, specializzati sul sostegno.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Giovedì, 24 dicembre 2020 20:57:25 (1653 letture)

(Leggi Tutto... | 5573 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Phisycs vs manga, dai fumetti alle leggi della Fisica. Seminario di studi al Liceo Scientifico 'A. Russo Giusti' di Belpasso
Istituzioni Scolastiche
Cosa può avere a che fare un personaggio dei fumetti come Lupin con le leggi della Fisica? Mazinga, Conan, Holly e Benji con la Meccanica classica?
L’associazione potrebbe apparire peregrina, invece spiegare la teoria della gravità differenziata o la relatività partendo dalle avventure degli eroi dei più noti cartoni animati giapponesi è stato il filo conduttore che ha tenuti con il fiato sospeso ed ha entusiasmato per circa due ore gli studenti del Liceo scientifico “Antonino Russo Giusti” di Belpasso lo scorso 21 dicembre.
L’idea è nata, qualche anno fa, davanti ad un caffè, quando due compagni di classe del Liceo si ritrovano dopo anni a parlare; da una parte c’è il Dott. Antonio Mannino Direttore dell’evento Etnacomics e dall’altra il Prof. Noto.
Promotrice del Seminario dal suggestivo titolo “Phisycs vs manga”  la professoressa Elena Làudani, insegnante di Materie scientifiche e Direttrice di Dipartimento del Liceo; relatore il Professore Francesco Noto, Docente di Analisi matematica presso l’Università di Catania, Tecnologo e Progettista meccanico per l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare -  Laboratori Nazionali del Sud.

Gruppo Orientamento
Liceo Scientifico “A. Russo Giusti” - Belpasso
IIS “Francesco Redi”
Postato da Michelangelo Nicotra Mercoledì, 23 dicembre 2020 08:00:00 (1119 letture)

(Leggi Tutto... | 7273 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: S. AGATA LI BATTIATI – Si insedia il Consiglio Comunale dei ragazzi dell’Istituto S Maria dalla Mercede
Redazione
“Giuro di essere fedele alla Repubblica … mi impegno a collaborare per il bene della scuola, piccola città”
Con queste parole Martina Vaiana, con solennità e grande emozione ha pronunziato la formula del giuramento come quarto sindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi dell’Istituto S Maria della Mercede e, quindi ha ricevuto dal Sindaco Nunzio Rubino la fascia tricolore.
Nella sala del Consiglio comunale di S Agata Li Battiati alla presenza del Sindaco Nunzio Rubino, dei dirigenti scolastici Lina Di Caro, dell’istituto Mercede; Linda Piccione della scuola Pluchinotta; del preside Giuseppe Adernò, e di Miriam Puliatti, Sindaco dei ragazzi della scuola Pluchinotta, si è svolta la cerimonia che ha visto in sequenza la recita della formula da parte dei componenti della giunta e gli assessori hanno presentato i loro programmi: Martina Argurio, vice sindaco e assessore alla solidarietà; Matteo Messina, assessore alla cultura; Valerio Giuffrida, assessore al bilancio e all’economia; Gaia Alberati, assessore allo sport; Luigi D’Arrigo, assessore all’ambiente; Lorenzo Duscio, assessore all’igiene.

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 21 dicembre 2020 08:00:00 (1329 letture)

(Leggi Tutto... | 7556 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Per una scuola giusta
Redazione
1) Parlare di giustizia
La disuguaglianza a scuola è un problema serio,ma è scomparso da tanto tempo dal dibattito pubblico, come se fosse stato risolto o semplicemente perché non ha avuto più alcuna rilevanza nelle preoccupazioni delle formazioni politiche che hanno costituito i governi nell’ultimo ventennio. La giustizia a scuola, anche se disattesa,è un problema politico di prima grandezza, preminente sui problemi dell’organizzazione, dell’efficienza, dell’autonomia, della qualità e delle dotazioni tecnologiche ai quali si è voluto ridurre la questione scolastica e ai quali ci si è interessati in modo esclusivo.A quanti non si interessano di sapere se a scuola c’è giustizia, si deve ricordare che ancora oggi non tutti i gradi di istruzione sono accessibili alla generalità dei giovani e che rimane alta la percentuale delle persone, che escono dal sistema scolastico e formativo prive delle necessarie competenze per esercitare i diritti di cittadinanza. Quasi sessanta anni dopo la riforma della media unificata (‘62) e dopo decenni di scolarizzazione di massa non si riesce di fatto a parificare l’istruzione tecnica e professionale con quella liceale e a disarticolare la confluenza, socialmente condizionata, degli alunni verso i vari indirizzi di istruzione secondaria superiore. Non solo. Più gravi sono diventate le conseguenze sociali dell’insuccesso scolastico. L’attuale organizzazione del lavoro non è in grado di offrire opportunità ai drop-outs del sistema scolastico e di assorbirli come avveniva non molto tempo fa. Proprio per questo è sempre meno tollerabile la disparità nella qualità dell’insegnamento dato e ricevuto. L’attenzione verso la giustizia nella scuola esprime una preoccupazione realistica per quelle disuguaglianze che possono diventare intollerabili e incompatibili con la coesione sociale. Una scuola giusta rimane sempre la più importante giustificazione della sua esistenza ed è la via d’uscita dalla sua crisi. Rappresenta la sfida per il suo futuro. La scuola pubblica deve formare cittadini uguali, con uguali chances di partecipare alla vita pubblica, economica e sociale. Al centro del problema della giustizia a scuola si pone il bene, primario e necessario nel terzo millennio, della conoscenza e del sapere. Il problema è quello della distribuzione e dell’accesso al sapere e alla conoscenza. Bisogna chiedersi allora se il patrimonio collettivo di esperienze e conoscenze consegnatoci dalle generazioni precedenti sia al servizio di tutti o di pochi privilegiati e se la conoscenza come bene pubblico per definizione non debba essere posseduto da tutti.Se la conoscenza è e deve essere per pochi, infatti, non si capisce perché si debba mantenere un sistema pubblico di istruzione.

Raimondo Giunta
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 20 dicembre 2020 09:00:00 (1983 letture)

(Leggi Tutto... | 27660 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Curriculo di sicurezza. Premiata la scuola Verga di Siracusa
Redazione
Il progetto pilota “La sicurezza a partire dai banchi di scuola: 10 Scuole, 10 Ordini, 10 Città”, elaborato dal Gruppo di lavoro Sicurezza del CNI e avente come obiettivo primario la diffusione della cultura della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro, ha coinvolto e premiato anche una scuola siciliana: il IV Istituto Comprensivo Giovanni Verga di Siracusa, ad indirizzo musicale.
Il 14 maggio 2019 è stato sottoscritto un importante protocollo d’intesa tra il Consiglio Nazionale Ingegneri (CNI), il Ministero dell’Istruzione (MIUR) ed il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri per sviluppare un programma di promozione e di educazione alla sicurezza partendo dai banchi di scuola, a cominciare dalla scuola media inferiore. Il progetto è stato avviato nel mese di settembre 2019 e si è concluso nell’ottobre 2020, nonostante le difficoltà e i condizionamenti dovuti alla pandemia Covid-19.
Mercoledì 16 dicembre nel corso di un webinar  si è svolta online la Cerimonia di Premiazione dei progetti che il comitato paritetico del progetto con rappresentanti del Ministero dell’Istruzione e del  Consiglio Nazionale degli Ingegneri  ha selezionato Sono stati premiati i tre migliori safety project e sono state assegnate due menzioni speciali.

 Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Sabato, 19 dicembre 2020 09:53:56 (643 letture)

(Leggi Tutto... | 11618 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Oltre la distanza, insieme per la legalità attraverso il cinema - Sabato 19 Dicembre in streaming sul canale youtube del Redi
Istituzioni Scolastiche
Invito a partecipare attraverso la diretta streaming sul canale YouTube dell’Istituto d'Istruzione Superiore "Francesco REDI", alla cerimonia di presentazione del protocollo d’intesa “Cinema, legalità e cultura”. Si rende noto che, nel quadro delle attività dirette all'Educazione alla Legalità, allo studio trasversale dell’Educazione Civica e nella realizzazione delle finalità connesse alla Funzione Strumentale volta ai rapporti con il territorio, in seguito all’approvazione del Consiglio d’Istituto, sabato 19 dicembre a partire dalle ore 11.00, si procederà, in diretta streaming sul canale Youtube dell’Istituto, alla firma di un protocollo d'intesa con l'Associazione "Antimafia e Legalità" e con l'Associazione no profit "Cinemaset" volto a promuovere iniziative finalizzate alla diffusione presso le giovani generazioni della cultura antimafia e della sicurezza attraverso la formazione di una coscienza civile.Saranno presenti i sindaci delle città di Paternò, Belpasso, Biancavilla,con il saluto, in collegamento web,di S. Ecc. Rev.ma Mons. Antonino Raspanti, Vescovo di Acireale,Vicepresidente della Conferenza Episcopale Italiana; della dott.ssa Giovanna Boda, Capo Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali MI.
Interverranno alla cerimonia: il Vicequestore dot. Paolo Leone, Dirigente Commissario Polizia di Stato;
l’avv. Enzo Guarnera, vicepresidente Associazione “Antimafia e legalità”;
il produttore cinematografico Antonio Chiaramonte, Presidente Associazione “Cinemaset”;
mons. Giovanni Lanzafame, Vicario foraneo della città di Belpasso.
Download Invito
Il Dirigente Scolastico
dott.ssa Giuseppa Morsellino
Postato da Michelangelo Nicotra Sabato, 19 dicembre 2020 08:11:45 (905 letture)

(Leggi Tutto... | 7952 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Regalo di Natale. Un container di banchi e materiale didattico verso il Senegal
Redazione
I vecchi banchi scolastici biposto sono stati sostituiti da quelli monoposto arrivati in tutte le scuole a seguito dell’emergenza Covid-19.
Che cosa fare dei banchi non utilizzati che sono ancora in buone condizioni?
Ce lo siamo chiesti in tanti, vedendoli ammassati nei corridoi e nei cortili ,ed abbiamo esteso l’invito a donarli alle associazioni, oratori, parrocchie.
L’invito è stato accolto dal Liceo “Lombardo Radice” a favore di un istituto di Acireale ed il Liceo “Turrisi Colonna” di Catania, ha destinato i banchi, (come da foto) all’Associazione Cappuccini Onlus”, alla Parrocchia S. Croce del Villaggio S. Agata e alla Parrocchia S. Maria di Valverde.
L’invito rivolto ai Salesiani è stato ben accolto dall’Associazione Don Bosco 2000 che ha attivato già dal 2016 un progetto di cooperazione allo sviluppo “migrazione circolare” in Senegal.
Il progetto è articolato in due focus:
1. Beteyà BIO: Attività generatrici di reddito in campo agricolo e avicolo per l'autosufficienza alimentare dei villaggi più poveri
2. Beteyà EDU: attività educative e animazione territoriale a favore di bambini e ragazzi dei villaggi, accompagnamento all'inserimento scolastico con donazione Kit didattici e materiali di studio.

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 16 dicembre 2020 15:00:00 (614 letture)

(Leggi Tutto... | 8887 bytes aggiuntivi | Voto: 5)

Voce alla Scuola: L’arte di orientare
Istituzioni Scolastiche
Orientare ed orientarsi, conoscere la strada da indicare e da percorrere, sapere dove ci troviamo e pianificare il percorso da seguire per raggiungere una meta, non brancolare nella confusione e nel buio (l’oriente del sole che sorge indica la via e guida i viandanti), tutto questo dovrebbe essere l’accompagnamento alle scelte di passaggio da un ordine di studi all’altro e, in senso più ampio e completo, a tutta la costruzione del sé come oggetto e soggetto di un processo davvero permanente.
Troppo spesso, però, nonostante le consapevolezze teoriche e le oneste buone intenzioni, le attività di orientamento scolastico sembrano snaturare l’etimologia della loro stessa definizione; quanto conta far emergere le attitudini personali, rendere autoconsapevoli di punti di forza e di debolezza, far scoprire e maturare passioni, a fronte di una logica divenuta troppo spesso aziendale anche nel contesto formativo, della necessità di attrarre l’utenza e di battere la concorrenza?
E tutte le figure adulte in gioco, genitori e docenti dei diversi ordini di studi, legislatori e organi di governo, vedono e conoscono il s - oggetto della loro educazione per ciò che realmente è e potenzialmente sarà, o lo guardano con occhi velati dalle attese, dai convincimenti e i desideri personali?

La docente FS Orientamento
IIS “M. Rapisardi” - Liceo Classico ed Artisitco
prof.ssa Lorena Grazia Salfi
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 13 dicembre 2020 11:00:00 (1812 letture)

(Leggi Tutto... | 5559 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: L’I.I.S. “Mario Rapisardi” di Paterno’ – Liceo Classico ed Artistico e l’I.C. “G. Marconi” Paternò – Ragaln. Incontrano l’autore Massimo Arcangeli
Istituzioni Scolastiche
Lunedì 14 e martedì 15 dicembre 2020, h 9.30 -11.00,  presso l’IIS “Mario Rapisardi” di Paternò - Liceo Classico ed Artistico,  prenderà l’avvio una nuova edizione del Progetto “Incontro con l’Autore”. L’attività, -  creata per aprire ai giovani l’orizzonte della Letteratura contemporanea mediante il contatto diretto con gli scrittori  - è rivolta sia ai ragazzi del “M. Rapisardi”, ma anche agli alunni delle Scuole secondarie di primo grado del territorio, infatti favorisce  il raccordo in senso verticale tra gli ordini di istruzione e orienta alla scelta mirata della Scuola superiore. Il primo incontro ospiterà una personalità rilevantissima del panorama culturale e letterario italiano, il Professore Massimo Arcangeli, docente universitario ordinario di Linguistica italiana presso la Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Cagliari, responsabile scientifico mondiale del PLIDA – Dante Alighieri, saggista e scrittore, collaboratore dell’Enciclopedia Treccani, opinionista su testate giornalistiche nazionali, direttore di vari Festival tra i quali il prestigioso “Memoria/Futuro” Festival di Ascoli Piceno, ed altro ancora.


Ufficio Stampa
I.I.S. “Mario Rapisardi” – Paternò
Liceo Classico ed Artistico
Postato da Michelangelo Nicotra Domenica, 13 dicembre 2020 10:00:00 (1187 letture)

(Leggi Tutto... | 8043 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il Convitto Cutelli vince al Concorso “Con lo sguardo del cuore” ed. 2020. I silenzi del lockdown che “urlano” sui fogli digitali… In occasione della “Giornata internazionale del disabile 2020
Redazione

”Il Centro Italiano Femminile, il Centro Amico Onlus e il C.I.F., Casa dell’Amicizia hanno indetto l’ottava edizione del concorso "Con lo sguardo del cuore", a cui hanno partecipato sei nostri alunni del Liceo Classico Europeo nelle due aree letteraria e grafico visiva. Ci sono sembrate interessanti, infatti, sia il tema proposto per la sezione scuole ovvero “Il lockdown: una parentesi di silenzi che urlano”, sia la possibilità di promuovere un mondo post Covid-19 inclusivo della disabilità, accessibile e sostenibile per combattere ogni forma di discriminazione. E, difatti, abbiamo sentito i ragazzi molto coinvolti da entrambe le riflessioni e il risultato non ha tardato ad arrivare poiché, a parte la cospicua partecipazione, due allieve hanno ottenuto il primo premio in entrambe le sezioni: Anna Allibrio di ID per aver realizzato un magnifico disegno digitale dal titolo “Immersa per tutti” e Lisa Behm per il racconto “Il silenzio di Lucy” in cui narra le vicende della protagonista durante il periodo del primo lockdown e di come, con coraggio e determinazione, non si è abbattuta nel dover continuare ad affrontare “i silenzi, i lunghi e interminabili silenzi: per le strade, nelle piazze, nei vicoli…”, interrotti solo “dai canti e dalle ballate sui balconi: voci sparse di un popolo con il desiderio di condividere, di incontrarsi, in qualche modo”. Per lei è stato “come se il mondo intero si fosse ritirato da qualche parte”. E, nelle motivazioni, vengono sottolineate appunto “la puntualità cronachistica, le nitide e piacevoli riflessioni, la speranza di riavere la libertà quotidiana” per il racconto così come “l’immagine surreale che già nel titolo evidenzia la precarietà di una situazione che rendono la protagonista prigioniera in una capsula di vetro con gli occhi vuoti e la mano tesa in cerca di aiuto” per il disegno. Nel corso della cerimonia di premiazione, tenutasi on line a causa dell’emergenza Covid-19 giovedì 10 dicembre, le giovani studentesse hanno ricevuto in premio due targhe-ricordo e due buoni libri. La prof.ssa Giusy Gattuso, referente per i concorsi artistico-letterari del Convitto, le ha seguite ed accompagnate nelle varie fasi della partecipazione come per tutti i concorsi proposti, al fine di educare gli studenti del gruppo Aspiranti autori alla “buona” competizione, intesa come valore positivo, per far emergere i loro talenti e le loro peculiarità ed indirizzarli a riflettere sui temi proposti per poi “mettersi alla prova” sperimentando la scrittura e la produzione artistica personale.

Prof.ssa Giusy Gattuso

Postato da Andrea Oliva Sabato, 12 dicembre 2020 08:05:00 (1213 letture)

(Leggi Tutto... | 6902 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: I RAGAZZI SINDACI PARTE CIVILE AL PROCESSO REGENI
Redazione
Nel giorno  che ricorda il 72 ° anniversario  della Dichiarazione universale dei Diritti umani,  appresa la notizia delle chiusura delle indagini per il rapimento, le torture e l’omicidio di Giulio Regeni , i Ragazzi Sindaci  hanno scritto una lettera al Presidente della Camera dei Deputati , Roberto Fico,  dichiarando di volersi costituire parte civile” nel processo a sostegno della verità e della giustizia, sul caso Giulio Regeni  denunciando gli errori commessi  a causa del non corretto svolgimento delle indagini e delle falsità che dal 2016 hanno costellato la complessa vicenda, che nel tempo ha assunto carattere diplomatico e  internazionale.
Nella lettera hanno presentato la motivazione della proposta in considerazione del fatto che Giulio Regeni nel triennio 2001-2003 è stato Sindaco dei Ragazzi di Fiumicello, in provincia di Udine, e questa esperienza d’impegno civile l’ha formato a quella serietà e coerenza, che hanno caratterizzato il suo operare, fino alla tragica fine, come si evince dalle indagini della Procura di Roma.
Il racconto dei testimoni e le atroci torture subite dal giovane ricercatore suscitano sentimenti di rabbia e attivano il grande desiderio di giustizia e di verità.
Già dal 25 gennaio del 2016 quando si è appresa la notizia della morte di Giulio Regeni i ragazzi del CCR dell’Istituto “Parini” con la guida delle professoresse Graziella Buscemi, e Loredana Raudino hanno fatto una ricerca su Giulio ed hanno preparato delle riflessioni e messaggi sull’impegno sociale di Giulio, maturato anche grazie all’esperienza di “Sindaco dei Ragazzi”.
Hanno scritto di lui: Ludovica Lentano, Giusy Seminara, Maria Zorzanello e Salvo Di Bartolo. Il Dossier è stato presentato al Presidente della Repubblica e ai Presidenti della Camera: Laura Boldrini e Roberto Fico.
Nella lettera, i Ragazzi Sindaci, che hanno nel ricordo di Giulio una testimonianza di ricerca del bene, una lezione da imitare ed un modello d’impegno civile da seguire, rinvolgono un messaggio di solidarietà e di vicinanza ai cari Genitori, che stanno affrontando con ammirevole coraggio e forza il difficile cammino verso la verità.  

Giuseppe Adernò

Postato da Andrea Oliva Sabato, 12 dicembre 2020 08:00:00 (610 letture)

(Leggi Tutto... | 8968 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Scuola in movimento e banchi colorati
Redazione
“Se sapeste che iattura sono i banchi a rotelle, specie in una scuola media inferiore. I ragazzi li hanno accolti con entusiasmo euforico. Al vederli hanno realizzato subito che è finita la scuola ed è iniziata la giostra. Loro ci hanno messo pochi secondi, a renderli funzionali allo scopo.
La Ministra ancora non si rende conto e si vanta di questa prodezza.
A nulla sono servite le proteste degli insegnanti avviliti ed esasperati.”.
E’ questo un messaggio captato su WhatsApp in una chat di professionisti impegnati sul sociale e sulle problematiche della famiglia.
La professoressa Angela continua il messaggio allegando la lettera inviata alla Dirigente della scuola media di Gagliano, in provincia di Enna.
Gentile dirigente, preside -----,
 
Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Martedì, 08 dicembre 2020 08:00:00 (2368 letture)

(Leggi Tutto... | 12788 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: S.AGATA LI BATTIATI ISTITUTO MERCEDE Martina Vaiana quarto sindaco dei Ragazzi dell’Istituto “S. Maria della Mercede” di S. Agata Li Battiati
Redazione
Martina Vaiana, alunna della classe quinta B, dell’Istituto “S. Maria della Mercede” di S. Agata Li Battiati è stata eletta quarto sindaco della scuola – piccola città, nella quale è stato attivato il Consiglio comunale dei Ragazzi.
Il progetto, proposto dal preside Giuseppe Adernò, coordinatore dei CCR. da alcuni anni fa parte  integrante del Piano dell’Offerta Formativa dell’Istituto. Ben accolto dal Collegio dei Docenti, ha entusiasmato anche i Genitori, lieti della significativa opportunità offerta ai ragazzi di fare l’esperienza del voto e di praticare la democrazia e la partecipazione attiva alla cosa pubblica.
Con diligente impegno la maestra Melina Basile e le colleghe hanno coinvolto i bambini delle classi terze e mentre tra gli alunni delle classi quarte e quinte, sono stati scelti nelle elezioni primarie i quattro candidati a sindaco: Martina Argurio, Valerio Giuffrida, Matteo Messina e Marina Vaiana e i dieci candidati a consiglieri.
Sono state composte due liste con i motti, una: “Un mondo migliore si può: Progettare e costruire insieme”, “ Una scuola fatti di noi”.
Molto coinvolgenti sono stati i programmi elettorali presentati ed esposti nei cartelloni a scuola e in classe nel rispetto delle norme Covid-19.
Tra le attività proposte sono ricorrenti: organizzare cineforum, gare sportive, la “fiera delle Scienze”, attività di giardinaggio, raccolta differenziata, un giornalino scolastico, laboratori di lingua e d’informatica, anche con l’ausilio del robot; lo scambio dei libri da leggere; aumentare di cinque minuti la ricreazione.
Anche i piccoli di terza elementare per la prima volta hanno espresso nella “cabina elettorale” il loro voto, segnando la X sulla scheda per l’elezione del Sindaco e dei Consiglieri.       

redazione@aetnanet.org
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 07 dicembre 2020 08:00:00 (739 letture)

(Leggi Tutto... | 9473 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: 4 Dicembre Web-Pressing “Fermiamo la strage di scuola pubbliche paritarie
Redazione
143 istituti scolastici paritari hanno chiuso.  Quasi 28.000 studenti hanno perso la loro scuola. Altrove la retta è cresciuta troppo, divenendo ormai appannaggio solo di ricchi. Per i disabili scegliere una  scuola “paritaria” comporta costi inarrivabili.
E’ questa la fotografia della scuola paritaria in Italia, riconosciuta per legge, ma ostacolata di fatto nell’espletare un servizio “pubblico”, facendo parte del sistema scolastico nazionale.
La proposta di legge di stabilità (“Bilancio 2021”)  in discussione alla Camera dei Deputati continua a  sottovalutare la sempre più grave situazione di disabili e  delle scuole paritarie, esposti al perdurare di una crisi che non risparmia certo i soggetti più fragili.
La liberta di scelta educativa, sancita dalla Costituzione viene calpestata facendo morire  il  già ridotto  pluralismo scolastico presente in Italia, che sarebbe addirittura scomparso senza l’impegno comune dello scorso giugno di decine di associazioni, di tantissimi partecipanti a quel web-pressing” e di (quasi) tutti i gruppi parlamentari che, mettendo fondi “propri”, hanno poi raddoppiato lo stanziamento del “Decreto Rilancio”.
Nel “web-pressing” del 4 dicembre  quasi tutti i gruppi parlamentari  sono compatti nell’approvare alcuni emendamenti finalizzati a non discriminare bambini e giovani, soprattutto con disabilità.
Interverranno al  Web pressing:  Suor Anna Monia ALFIERI (ALTIS-Univ. Cattolica-USMI), Maria Elena BOSCHI (Italia Viva), Piero FASSINO (PD), Stefano FASSINA (LEU), Padre Luigi GAETANI (USMI-CISM), Mariastella GELMINI (FI), Paola FRASSINETTI (Fratelli d'Italia), Giancarlo GIORGETTI (Lega), Virginia KALADICH (FIDAE-Agorà), Stefano LEPRI (PD, )Maurizio LUPI (misto), Luigi MORGANO (FISM-Agorà), Maria Rachele RUIU (membro Fonags), Gianluca ROSPI (Misto). Coordina  il giornalista Giancarlo LOQUENZI.
Per partecipare il 4 Dicembre 2020 ore 13.30-15.00, ecco il link:
https://us02web.zoom.us/meeting/register/tZIocOqqrDgoEt0B_Z908-ksCE3HFxHy6V5d


Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 02 dicembre 2020 08:00:00 (1976 letture)

(Leggi Tutto... | 10938 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: All’Europeo si ritornerà tra i banchi
Redazione
Il suono della campanella, sorda al silenzio dei corridoi, il colonnato del Vaccarini, che avvolge l’eco delle voci in fila per il pranzo …
Il Convitto sembra respirare solitudine, quasi come un albero cui han tagliato le fronde, le più basse, ma anche le più verdi e rigogliose.
Le nuove aule con i banchi, tutti incolonnati nel rispetto del protocollo di distanziamento, son là, sospese nel tempo dell’incertezza, finalmente pronte ad accogliere gli alunni.
Pur tuttavia, ancora i piccoli semiconvittori della primaria e della secondaria di primo grado corrono in cortile nella pausa dopo pranzo, seguiti dalle loro educatrici che, attente, ricordano loro di tener ben salda la mascherina al viso, come farebbe Zorro in una combattuta azione di salvataggio della sua bella señorita.
Presto bambini, è ora di fare i compiti, gridano loro con fermezza, e subito i piccoli riprendono l’impegno scolastico, che, al Convitto, si sa, non finisce mai, ma li farà crescere forti nella mente e nello spirito.
Nonostante tutto il Convitto non si arrende … Verranno ancora i giorni di lezione in presenza, con le aule dense di sapere, i pranzi dello chef, i gran galà col ballo di fine anno, le giornate della più sfrenata creatività, le feste di carnevale con il gruppo più votato per la maschera più bella, che stavolta li renderà tutti diversi e non tutti uguali, impauriti dall’altro, ma l’altro è nostro amico, l’altro è nostro fratello.

Cinzia Nigro
Postato da Andrea Oliva Domenica, 29 novembre 2020 11:00:00 (1989 letture)

(Leggi Tutto... | 7360 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Per chi suona la campanella?
Redazione
Per chi suona la campanella? Ci siamo chiesti in questi giorni muti e malinconici, con un sole pallido e asciutto che fa breccia fin dentro le aule semideserte di tutte le scuole d’Italia. Per chi suona la campanella? Ci chiediamo ogni mattina mentre fuori avanza un nemico insidioso e invisibile, e da tramontana si preannuncia una tempesta di furore e di paura, con lugubri nuvoloni che rubano anche il cielo. Per chi suona la campanella? Ci chiedono i ragazzi che proprio l’altro ieri sgambettavano sorridenti nei corridoi, nelle palestre, nei laboratori, nelle aule, mentre l’autunno con impeto attacca gli alberi e li denuda di foglie e di speranza. Oramai sono tante, troppe le domande senza più risposte, gli interrogativi che non trovano soluzioni, le richieste inevase, che fanno capolino dalle “alpi alle piramidi”, come i lamenti delle vestali nelle tragedie greche. “Chiuderanno tutto! Devono chiudere tutto!”: è il grido di dolore di tante mamme, di tanti insegnanti che snocciolano, come poste di rosario, cifre, luoghi, nomi, statistiche, percentuali, numeri da far paura, “aumenti esponenziali di dolore e di terrore”. E’ difficile “fare scuola” con quest’incubo, è difficile “stare a scuola” mentre tutt’intorno infuria la bufera, mentre quello che sapevamo vita sembra irriconoscibile, sembra quasi irrimediabilmente perduto.

Angelo Battiato
Postato da Angelo Battiato Martedì, 24 novembre 2020 06:00:00 (1666 letture)

(Leggi Tutto... | 4603 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: Il Liceo Artistico Emilio Greco, di Catania, promosso a pieni voti da EDUSCOPIA 2020
Istituzioni Scolastiche
Il Liceo Artistico Statale “Emilio Greco”, di Catania, diventa sempre più una delle più importanti istituzioni scolastiche e culturali e scuola polo per l’orientamento, la valorizzazione e la promozione delle competenze e dei saperi acquisiti dei propri studenti. E’ stata pubblicata nei giorni scorsi la classifica FGA che, pur essendo “molto scarna”, vede solo il liceo artistico catanese “Emilio Greco” con un indice pari al 54,72 % e una percentuale di diplomati in regola uguale al 53,7 %, promuovendolo agli onori della cronaca nazionale. E’ un risultato di grande valore che “entusiasma” il dirigente del liceo, il prof. Antonio Alessandro Massimino, «ringrazio per gli sforzi profusi da tutto il personale scolastico per gli ottimi risultati, per la trasmissione dei saperi ai nostri discenti e per la crescita esponenziale che la nostra scuola ha avuto in questi anni. Gli alunni devono essere adeguatamente preparati per affrontare le enormi sfide del mercato del lavoro, soprattutto in questi difficili tempi. - prosegue il preside Massimino - I risultati raggiunti dal liceo artistico Emilio Greco in termini di visibilità, ripagano degli anni di duro lavoro, in condizioni non proprio ottimali in cui opera la nostra istituzione scolastica, per il raggiungimento degli obiettivi nazionali determinati dall’Ufficio Scolastico Regionale. Grazie dunque a tutti gli operatori scolastici, Docenti e non Docenti, che si sono susseguiti ed impegnati negli anni e che hanno, con puntuale interesse, regalato alla città di Catania progetti e lavori preziosi ed importanti, degni di essere annoverati nei cataloghi artistici nazionali ed internazionali. - conclude Massimino - La gioia nel leggere il nome della nostra scuola tra le statistiche EDUSCOPIO dei migliori Licei catanesi è grande, ritengo che sia sentimento comune; siete gli artefici dei successi dei vostri ragazzi, quindi professionisti speciali.

prof. Angelo Battiato
Referente Ufficio Stampa del Liceo Artistico “Emilio Greco”, Catania
Postato da Angelo Battiato Lunedì, 23 novembre 2020 08:30:00 (923 letture)

(Leggi Tutto... | 5717 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: legge di bilancio e rinnovo contrattuale per la scuola del futuro
Redazione
E’ in dirittura d’arrivo l’esame della legge di bilancio per il 2021 in Commissione Bilancio della Camera e da parte di Ancodis è prestata ovvia attenzione agli articoli che interessano la scuola italiana.
“Tra le misure previste – fa rilevare il Presidente di Ancodis Rosolino Cicero - troviamo il piano pluriennale per l’assunzione in organico di diritto di 25000 docenti di sostegno che si accompagna al piano per la formazione sui temi dell’inclusione unitamente all’acquisto di ausili didattici, l’assunzione di 1000 docenti di potenziamento per rispondere alle carenze di organico nella scuola dell’infanzia, la stabilizzazione degli Assistenti tecnici nella scuola del primo ciclo e dei collaboratori scolastici ex LSU. Dal punto di vista infrastrutturale è posta l’attenzione per l’ammodernamento degli edifici, per il potenziamento della digitalizzazione delle scuole (implementata l’attività degli animatori digitali e dei team digitali), per il sistema dei trasporti urbani ed extraurbani che – in questa emergenza pandemica – si è rivelato uno degli anelli deboli. Viene, infine, incrementato il fondo per la formazione e l’apprendistato e “riesumata” e speriamo semplificata la 440, una legge che dà meritata attenzione all’arricchimento ed ampliamento dell’offerta formativa”.

Per Ancodis
Ins. Kelia Modica
Responsabile Comunicazione Ancodis
Postato da Andrea Oliva Domenica, 22 novembre 2020 08:00:00 (1732 letture)

(Leggi Tutto... | 14491 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: La voce dei ragazzi sul Covid. Proposta operativa di Educazione Civica
Redazione
Nel precedente lockdown, anche se in alcune realtà ha avuto buon esito la didattica a distanza, i ragazzi si sono sentiti trascurati e molti di essi hanno scritto nei loro diari “i professori fanno lezioni, ma non ci chiedono come ci sentiamo”.
Adesso è il caso di dare voce ai ragazzi, ascoltare i loro bisogni e aiutarli a recuperare la dimensione della positività e del futuro. Come sarà il post.Covid-19?
Su proposta dei Ragazzi Sindaci e dei Consigli Comunali dei ragazzi si estende a tutte le scuole l’invito a scrivere una pagina di diario sul tema: “Scrivere dritto su righe storte “ e raccontare esperienze, sentimenti, riflessioni, paure, sogni, desideri, nella semplicità del linguaggio spontaneo e creativo.
S’intende estendere l’iniziativa a tutte le scuole e rendere i ragazzi protagonisti attivi di cittadinanza, costruendo ponti di amicizia tra studenti del Nord e del Sud, allacciando una rete di cooperazione per la ricerca del bene comune, e attivare scambi d’idee e di proposte originali provenienti da diverse regioni, in vista di un futuro migliore.

Nell’ambito dell’insegnamento dell’Educazione Civica che quest’anno sarà valutata con voto, pur nella sua trasversalità, la proposta intende essere un invito a riflettere sul momento storico che stiamo attraversando in maniera critica e attenta, pensando al futuro e come costruire una società migliore post-Covid-19.
Si invitano gli studenti delle scuole ad inviare in formato Word prima di Natale, entro il 20 dicembre 2020  all’indirizzo e.mail  ccr.consiglio.ragazzi@gmail.com
 
le  riflessioni e i lavori prodotti   dai singoli o dai gruppi classe, con l’intento di realizzare una pubblicazione che raccolga la voce dei ragazzi sull’emergenza coronavirus.

Coordinatore CCR - Preside Giuseppe Adernò
giuseppe.aderno1@gmail.com -  ccr.consiglio.ragazzi@gmail.com

Postato da Andrea Oliva Mercoledì, 18 novembre 2020 08:15:00 (1941 letture)

(Leggi Tutto... | 7740 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Il Giornale Web del Convitto Cutelli su Repubblica@Scuola
Redazione
14_01

Quest’anno, in occasione dell’iniziativa​ "Effetto Terra" realizzata da Repubblica@Scuola, il Convitto Nazionale Mario Cutelli partecipa alle proposte della nota testata giornalistica che ha lanciato i due concorsi “Il mio giorno perfetto con la natura” (con articolo giornalistici) e ”I colori delle stagioni”(con foto). Per il primo contest gli studenti partecipanti descrivono l’esperienza più bella fatta a contatto con la natura o ad avvicinarsi ad essa e raccontano ciò che li ha colpiti, in che modo quell’esperienza li ha fatti cambiare o se hanno fatto qualcosa, anche forse solo un piccolo gesto, per preservare quell’angolo di natura o, ancora, se immaginano qualcosa di particolare che possa essere utile a preservarlo. Per il secondo, invece, inviano una foto in cui sono riusciti a cogliere l’esplosione di luce e colori che la natura può offrire durante la stagione estiva o autunnale.
Saranno scelti​ due vincitori​ (uno per concorso), ritenuti gli autori più originali e interessanti tra tutti gli articoli e le foto e si aggiudicheranno due tablet.
Tutti i pezzi e le fotografie, inoltre, vengono pubblicati su Repubblica@Scuola, nelle sezioni dedicate a questi concorsi e sul Giornale scolastico della nostra scuola, che trova spazio da quest’anno sempre su Rep@Scuola.
L’iniziativa è seguita dalla prof.ssa Giusy Gattuso, referente per​ concorsi artistico-lettereri, e vede la partecipazione di un gruppo cospicuo di studenti che danno attivamente ed entusiasticamente il loro contributo.
Di seguito i link.
http://scuola.repubblica.it/sicilia-catania-lceconvittonazionalemcutelli
https://scuola.repubblica.it/blog/tema/il-mio-giorno-perfetto-con-la-natura/
https://scuola.repubblica.it/blog/la_mia_foto/i-colori-delle-stagioni/
http://scuola.repubblica.it/sicilia-catania-pmlceconvittonazionalemariocutelli/

Prof.ssa Giusy Gattuso
Postato da Andrea Oliva Sabato, 14 novembre 2020 08:00:00 (1106 letture)

(Leggi Tutto... | 8114 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Non ce n’è coviddi? Tesi di laurea del giornalista siciliano Salvatore Ganci a Torino
Redazione
È questo il titolo originale della tesi di Laurea magistrale in Comunicazione Digitale e Marketing del giornalista siciliano, Salvatore Ganci, presentata all’Università di Torino, presso il dipartimento di Culture, politica e società. La tesi sviluppa una diligente analisi dell’orientamento verso la pandemia Covid-19 nella twittersfera italiana. La lezione tremendissima del virus ci ha introdotto forzatamente nella porta stretta della fratellanza che reclama libertà e uguaglianza e nello strano e surreale isolamento, proclamato “distanziamento sociale”, invece dovrebbe limitarsi solo a quello fisico, attraverso i social si è aperto ad una forma nuova di libertà e di socialità, senza limiti. Dopo una breve introduzione ed excursus storico di altre pandemie, come Sars, Ebola, Colera fino al Coronavirus, la tesi prende in esame 1800 tweet, annotati a mano, in un intervallo di tempo che va dal 31 gennaio al 31 marzo 2020, analizzando, attraverso tecniche mutuate dall'analisi del sentimento, le diverse dimensioni di opinioni degli utenti nei confronti della pandemia: la stance, ossia l’atteggiamento degli utenti verso la malattia di Covid-19 divisa in preoccupazione, neutralità, propositività e sottovalutazione; il sentiment dell’ironia rispetto al sarcasmo, prestando attenzione alle differenze tra queste due etichette, che sono ancora oggi difficili da rilevare dagli stessi strumenti di Sentiment Analysis; e infine fake news vs debunk, per evidenziare la presenza o meno di notizie false tra i tweet e se ci sono stati casi di smascheramento della bufala tra i tweet del corpus, campione di messaggi.

Giuseppe Adernò
Postato da Giuseppe Adernò Lunedì, 09 novembre 2020 08:00:00 (923 letture)

(Leggi Tutto... | 5109 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Scrivere dritto su righe storte. Iniziativa del Consiglio dei Ragazzi di Zevio (Verona)
Redazione
Il sindaco dei ragazzi, Pietro Todeschini e i rappresentanti di classe, eletti al Consiglio Comunale dei Ragazzi dell’Istituto comprensivo di Zevio (Verona), coordinati dall’assessore comunale  all’istruzione, Paola Conti e dalla prof.ssa Francesca Beltrame coordinatrice del CCR e referente per l’Educazione Civica, hanno organizzato la prima riunione “a distanza”, invitando a partecipare anche il preside Giuseppe Adernò, primo ideatore dei Consigli Comunali dei Ragazzi in Sicilia nel 1993.
L’incontro è stato efficace nel rendere attiva l’Educazione Civica che quest’anno fa parte delle materie da valutare con voto, e il CCR costituisce uno spazio privilegiato di tale disciplina trasversale che insegna nel concreto e con “compiti di realtà” la cultura della democrazia e della partecipazione attiva e responsabile.
L’impossibilità di attivare scambi e gemellaggi in presenza ha reso necessario il collegamento in videoconferenza dalla quale sono emerse delle proposte operative.
In considerazione del momento difficile che vive la scuola e la società nello stato di emergenza contagio Covid -19, è emersa la proposta di raccogliere considerazioni e riflessioni personali e di gruppo classe sul tema: “Scrivere dritto su righe storte “con l’intento di socializzarle con i ragazzi di altri CCR d’Italia.
Il tema condiviso si presta a costruire una rete di relazione e di scambio tra le diverse regioni e realtà locali e presentare originali interpretazioni e commenti.


Postato da Andrea Oliva Sabato, 07 novembre 2020 08:00:00 (879 letture)

(Leggi Tutto... | 6159 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: La campanella è suonata
Redazione
La campanella è ritornata a suonare dopo circa sei mesi di lungo silenzio … il 4 marzo 2020 sarà una data che rimarrà ben scolpita nella memoria di tutti, chi avrebbe mai pensato che quello sarebbe stato l’ultimo giorno di scuola in presenza per l’anno scolastico 2019/2020? Sicuramente nessuno!!! La scuola nonostante l’angosciosa emergenza Covid 19 non si è mai fermata, perché dal giorno dopo ha continuato in modo diverso, con altri mezzi, utilizzando la DaD ed insegnanti ed allievi, per non interrompere il rapporto oltre che alle lezioni, si sono reinventati poiché si è compreso nell’immediatezza il bisogno di ritrovarsi in qualche modo insieme, ma soprattutto per dare tante rassicurazioni che potessero convincere i discenti che tutto sarebbe “andato bene”. Tutto ciò è stato possibile realizzarlo grazie all’impegno costante dei docenti e di molte famiglie che per quasi tre mesi di scuola sono riusciti a mantenere il gruppo classe coeso e vivo l’interesse dei nostri ragazzi.
Purtroppo, per molte altre famiglie la situazione è stata molto drammatica perché non in tutte le case vi erano strumentazioni adatte e connessione adeguata tanto da consentire di seguire le lezioni on-line; per non parlare poi della perdita del lavoro di molti genitori che ha causato un disagio economico non indifferente.

Bello Maddalena
Postato da Andrea Oliva Martedì, 27 ottobre 2020 08:00:00 (822 letture)

(Leggi Tutto... | 6118 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Al Convitto Cutelli colori, volti e gesti solidali in uno scatto per il Concorso “Solidarietà: un colore...un senso...un volto...un gesto...” ed. 2019
Redazione
cutelli
Come scriveva Alfred Stieglitz “nella fotografia c’è una realtà così sottile che diventa più reale della realtà stessa”, citazione che deve aver ispirato due alunne del Liceo Classico Europeo del Convitto Cutelli, ovvero Alice Turrisi di VC e Gloria Brancato di IVE, che giovedì 15 ottobre si sono aggiudicate il primo ed il secondo premio in ex aequo alla cerimonia di premiazione del concorso “Solidarietà: un colore… un senso… un volto… un gesto…”, organizzato dall’Associazione San Vincenzo de’ Paoli di Acireale. L’evento si è tenuto presso la Basilica di San Sebastiano della città, alla presenza del sindaco Stefano Alì, della presidente Adriana Vecchio e di un vasto pubblico, adeguatamente distanziato e immancabilmente con mascherina, che ha assistito interessato. Nel corso della cerimonia sono state mostrate le fotografie delle allieve dai titoli “Stiamo solo a guardare” (Alice Turrisi, primo premio), “ Un sorriso in Costa d’Avorio” (Alice Turrisi, secondo premio in ex aequo) e “Insieme si può” (Gloria Brancato, secondo premio in ex aequo) ed espresse le motivazioni dell’attribuzione del podio: sono state giudicate particolarmente efficaci, suggestive ed evocative, atte a mostrare squarci di realtà appunto così pregnanti e sfumate da esprimere, in quell’attimo fuggente, più significatività immediata della realtà stessa. Le giovani studentesse hanno ricevuto in premio due testi di fotografia e un attestato mentre al Convitto è stata regalata una targa-ricordo, un testo in tema di solidarietà e un mazzo di fiori alla prof.ssa Giusy Gattuso, che ha seguito ed accompagnato le ragazze e che guida e indirizza un gruppo di giovani studenti del Convitto Cutelli che coltivano l’arte e la letteratura e sono pronti a mettersi in gioco sperimentando la scrittura, la fotografia, il disegno e la produzione artistica personale in generale per avventurarsi nella mondo della creatività come motore per l’esplorazione del proprio mondo interiore.

Prof.ssa Giusy Gattuso
Postato da Andrea Oliva Lunedì, 19 ottobre 2020 08:00:00 (1158 letture)

(Leggi Tutto... | 5700 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: ANCoDiS: la diffusione del Covid 19 e “l’autodifesa” della scuola
Redazione
In seguito agli ultimi dati epidemiologici relativi alla diffusione del Covid 19, si è accesso un aspro dibattito circa l’opportunità di tenere le scuole aperte o quanto meno limitarne l’apertura in alcuni territori anche a livello regionale.
Certamente l’andamento crescente dei casi di positività, dei ricoveri ospedalieri e dei pazienti in terapia intensiva deve suscitare una attenta riflessione che evidenzi cosa nel sistema di protezione e di controllo della diffusione del virus non sta funzionando.
E da questo punto di vista, a molti sembrerebbe che la scuola sia uno degli anelli deboli della catena.
E’ il caso di ricordare che in ciascuna scuola già dal mese di luglio sono state programmate, progettate e poi messe in campo dallo scorso mese di agosto, misure strategiche di prevenzione e di controllo che – sono certo di non poter essere smentito – hanno fortemente mitigato il rischio di contagio in tutti gli ambienti interni ed esterni.
I Dirigenti scolastici, con il sostegno dei loro Collaboratori, dei loro RSPP, dei medici competenti, hanno adottato tutte quelle misure di prevenzione che certamente hanno reso la scuola da cenerentola del sistema Italia la REGINA nel campo della sicurezza e della prevenzione anticovid.
 
Per Ancodis
Prof. Rosolino Cicero
Postato da Andrea Oliva Domenica, 18 ottobre 2020 08:00:00 (1745 letture)

(Leggi Tutto... | 13125 bytes aggiuntivi | Voto: 1)

Voce alla Scuola: Scuola covidiana. Tempo scuola e tempo di apprendimento?
Redazione
Nei libri di pedagogia didattica si legge che “tutto il tempo scuola deve essere tempo di apprendimento”.
Le ore che i ragazzi trascorrono a scuola non possono avere vuoti formativi, ed anche la ricreazione, momento di socializzazione e di amicizia condivisa, è un’opportunità formativa.
I bravi pedagogisti insegnano che anche le ore di supplenza sono “opportunità formative” e non tempo fermo, libero o come spesso accade,“tempo perso”, da rendere veritiera l’espressione dei ragazzi, quando, tornando a casa e gettando la cartella per terra, alla domanda della mamma che chiede “cosa avete fatto oggi a scuola” la risposta  immediata è:“Niente!”
Leggendo il diario di un ragazzo di scuola secondaria di secondo grado si registra come l’emergenza Covid-19 e le restrittive norme di prevenzione dei contagi abbiano fortemente contratto il tempo di lezione, spazio dedicato all’insegnamento e momento privilegiato di apprendimento.
L’ora di lezione si riduce da sessanta a quarantacinque minuti per consentire le procedure di areazione, igienizzazione e cambio dei docenti.
Quel che è peggio si registra nel constatare che questa riduzione formale,  di fatto è ancor più contratta a quindici minuti, caricata di procedure burocratiche per la prevenzione: la registrazione della scheda di presenza, la consegna al collaboratore scolastico, l’attivazione del computer, il collegamento alla rete, spesso ballerina,  della scuola , la registrazione degli alunni presenti ed avvio al collegamento on line con gli alunni che non sono in presenza.
 
Giuseppe Adernò
Postato da Andrea Oliva Sabato, 17 ottobre 2020 08:00:00 (714 letture)

(Leggi Tutto... | 10672 bytes aggiuntivi | Voto: 0)

Più letto di Oggi
L’arte speciale di Aliaia, del Liceo Artistico 'Emilio Greco', di Catania
di a-battiato
0 letture




Social AetnaNet
Cerca


Community
Community
Diventa utente attivo della community di Aetnanet!
Inviaci articoli, esperienze, testimonianze sul mondo della scuola.

scrivi a: redazione@aetnanet.org


Pubblicità
pubblicità su Aetnanet.org


Seguici
telegram facebook
google plus facebook
mobile twitter
youtube rss


Bandi PON

Progetto PON 'Comunicare per crescere'. Ovvero, insegnando s’impara, al Circolo Didattico Teresa di Calcutta, Tremestieri Etneo
di a-battiato

Reiterazione avviso ad evidenza pubblica per la selezione di esperti esterni “madre lingua” francese - PON/FSE: avviso pubblico n. 4396 del 09/03/2018 - FSE - Competenze di base - 2a edizione
di m-nicotra

Bando di selezione n. 3 Esperti esterni madrelingua inglese e n. 3 Esperti esterni madrelingua francese - Scuola Media Castiglione di Bronte
di m-nicotra

I ragazzi del Liceo Cutelli al Processo Simulato del Lavoro a.a. 2019/2020
di m-nicotra

Da Roma all’Europa: tappe del progetto di Cittadinanza Europea per gli studenti del Liceo Classico Europeo del Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
di a-oliva

Bando selezione esperti FSE/PON - Liceo Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra

Proposta formativa Competenze Digitali e Certificazioni ECDL-AICA per il PON Avv. Prot. 26502 “CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA”.
di a-oliva

Richiesta pubblicazione Avviso selezione Esperti - PON Competenze di base - II edizione
di m-nicotra

Contrasto alla povertà educativa: pubblicato il bando per 50 milioni
di m-nicotra

Bando selezione esperti madrelingua FSE/PON - ICS San Domenico Savio - San Gregorio di Catania
di s-tricomi

Indice Progetti PON


Top Five Settimana
i 5 articoli più letti della settimana

L’arte speciale di Aliaia, del Liceo Artistico 'Emilio Greco', di Catania
di a-battiato
0 letture


Top Video
Video
Video e rap per la Shoah. Il Coro interscolastico di voci bianche 'Vincenzo Bellini'
699 letture

25 aprile, lontani ma vicini: i giovani cantori di Torino cantano 'Bella ciao'
2402 letture

Caro virus, non sei simpatico e gentile
3016 letture

L'aeronautico di Catania si prepara al lavoro nella base di Sigonella
2816 letture

Premiazione concorso #Zerobullismo, la tua storia contro il bullismo in rete - Liceo Classico 'Tommaso Fazello' di Sciacca
2923 letture

Il Caffè filosofico al Liceo scientifico dell'IISS Francesco Redi di Belpasso
18530 letture

Riflessioni della maestra Margherita sull'Innovazione didattica a scuola di Giovanni Biondi - Presidente INDIRE
16269 letture

26 Novembre, manifestazione nazionale contro la violenza maschile sulle donne: le CattiveMaestre ci saranno
17270 letture

Human - Le fonti. Trovare il proprio posto
16594 letture

Sicilia, record dei beneficiati dalla legge 104 nella scuola, e Agrigento è la prima provincia per numero di applicazioni
19409 letture



Articoli Precedenti
Seleziona il mese da vedere:

  Aprile, 2021
  Marzo, 2021
  Febbraio, 2021
  Gennaio, 2021

[ Mostra tutti gli articoli ]


Chi è Online
Benvenuto Anonimo
Se ancora non hai un account clicca qui per registrarti



Utenti registrati:
Ultimo: gmirabella
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 11170

Persone Online:
Visitatori: 176
Iscritti: 0
Totale: 176

Traffico Generato
Anonimi: 176 (100%)
Registrati: 0 (0%)
Numero massimo di utenti online:176
Membri:0
Ospiti:176
Ultimi 5 Registrati
gmirabella
    Jan 28, 2017.
raffagre
    Jan 28, 2017.
gvaccaro
    Jan 28, 2014.
mrdinoto
    Jul 09, 2013.
sostegno
    Jul 09, 2013.

Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2002

Pagine visitate
· Visitate oggi 85,529
· Visitate ieri 89,380

Media pagine visitate
· Oraria 3,070
· Giornaliera 73,689
· Mensile 2,241,405
· Annuale 26,896,856

Orario Server
· Ora

20:22:06

· Data

11 Apr 2021

· Zona

+0200

© Weblord.it


contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 1.25 Secondi