Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 457324183 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2018

Sicilia terra d’accoglienza al II Circolo Didattico 'G. Mazzini' di Bronte
di m-nicotra
1487 letture

Personale Scuola Secondaria di II grado - Movimenti a.s. 2018/2019
di m-nicotra
1275 letture

Incarichi, mansioni, servizio e riconoscimento economico dei Collaboratori dei DS nell’anno scolastico 2017-2018
di m-nicotra
842 letture

Ultima Mobilità con studenti in Spagna. Progetto Erasmus+ KA2 'Tradigames around Europe'
di m-nicotra
707 letture

Nicolosi ricorda Gioacchino Russo Morosoli patron della Funivia dell’Etna
di m-nicotra
686 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Patrizia Bellia
· Sebastiano D'Achille
· Sergio Garofalo
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Comunicati
Comunicati

·SVIMEZ, una valutazione degli effetti economici di breve periodo dell’emigrazione universitaria dal Sud al Centro-Nord
·Prosegue la lotta delle maestre/i diplomate magistrali
·A Tremestieri una nuova sezione dell’Uciim
·I Collaboratori dei DS ricorrono al TAR del Lazio contro la Direttiva MIUR 281/2018
·Da Catania un appello al Ministro Bussetti perché sia ripristinata l’ora di Educazione Civica


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Umanistiche: Nefas – Certo che Leopardi è pessimista

Redazione
Nefas. - Certo che Leopardi è pessimista. Di più: a parere di chi scrive egli è un pessimista senza redenzione alcuna, un nichilista che non soltanto nega qualunque postulazione di trascendenza - "superbe fole" e "pargoleggiar" vari permettendo - ma che descrive come vera natura del mondo "il solido nulla", tanto per metterci l'anima in pace. Pensatore che il nichilismo ha robustamente concettualizzato sul versante linguistico, assiologico ed ontologico, come è agevole constatare dalla lettura dello Zibaldone. Tuttavia, il guaio dei nostri tempi consiste nel non attribuire sovente a questo nichilismo - dico in sede didattica, non solo eminentemente speculativa - tutta la fecondità delle riflessioni e delle tematiche che lo pregnano e supportano, che lo arricchiscono e vivificano, che lo rendono dinamico; e al contrario ridurlo ad una categoria interpretativa schematica e bolsa, data una volta per tutte e che non necessita di alcuna ricognizione gnoseologica, etica, e soprattutto filologica. Bizzarro destino per l'ultimo dei poeti-filologi cui finanche Nietzsche si inchinò deferente.

"E allora, figliolo, cosa ti hanno fatto leggere di Leopardi agli esami di Stato?". "Niente professore, mi hanno chiesto il pessimismo storico, ed appena ho accennato all'Ultimo canto di Saffo, hanno voluto sapere del pessimismo cosmico". "E il doglio avaro? e il natar tra' nembi? ed il lubrico piè?", ribatto. "Ma quale lubrico piè prof, non c'era tempo...". Sono vent'anni che faccio esami di Stato qua e là per lo Stivale, e conosco il ritornello, come anche le fortunose eccezioni che lo zittiscono e sanno far parlare anima e cervello; ma sono sinceramente annoiato da certa approssimazione e mortificazione estetica, e ancor di più della arroganza con cui le si ignora. Il tempo si trova, se lo si vuole; e soprattutto si potrebbe trovare la qualità del tempo, provarci almeno. Insomma, anziché recepire acriticamente questo dato di fatto, il pessimismo, - che tanto può significare ma anche niente - sarebbe più confacente sostanziarlo del corredo testuale da cui promana e che è risorsa imprescindibile per qualunque ermeneutica che voglia aspirare ad un briciolo di serietà. Cosa che non sempre o compiutamente avviene - dobbiamo riconoscere con neanche eccessiva franchezza - sia all'università sia a scuola.

Esattamente laddove, cioè, dovrebbe passare il principio che studiare e far studiare Leopardi, ma non solo Leopardi, senza esigere una rigorosa conoscenza testuale, senza vagliare cioè con l'acume necessario l'oggetto letterario che ne invera il mondo interiore, la pienezza del sentire, è faccenda ridicola e presuntuosa, di una presunzione sbarazzina e criminale, giacché ammazza lo spirito del pensiero proprio quando si è chiamati, il pensiero, a farlo vivere. Diversamente possiamo arroccarci sul soglio della beatitudine continuando a sostenere - qualcuno finanche eccitato - che la formula del pessimismo leopardiano esaurisca, da sola o con qualche striminzito assaggio antologico, o con una semplice lettura proiettiva, le infinite domande della sua, nonché della nostra intelligenza; e magari seguitando a non far caso a questo martellante e avvilente dislagare di facilonerie cognitive e quizzaiole del nostro "sistema" d'istruzione e di formazione universitaria, e a tutta l'insipienza culturale che ne discende.

Come quella che in questi giorni apprendo da uno studente universitario che nel corso di latino è stato caldamente consigliato dalla docente di tradurre il celebre nefas di Virgilio in..."nefas" (sic!), giacché a suo dire "intraducibile"! Insostenibile e sciocco dirupo di qualsivoglia intelligenza di studio. A questo siamo, finalmente: il nuovo che avanza e che consente al "sistema", a questa banale procedura inquisitoria in cui si sta trasformando l'istruzione, di "rilasciare" i ragazzi al braccio secolare di una sempre più letale approssimazione. Potremmo tuttavia, invece che nella realtà, far finta di essere in un altro mondo e cavalcare anche noi - con molti meno scrupoli e più disinibito trasporto - le nostre "magnifiche sorti e progressive" (che in Italia sono puntualmente regressive) regalateci da questa salubre temperie che innerva istruzione e cultura, tanto per cambiare; magari augurandoci, come l'austero Marchese di Villabianca si augurava del suo tempo, che "faccia il Signore dunque perennarci ora quella salvezza che presentemente si sta godendo". Non fa per me.

Ragion per cui, sarebbe auspicabile che quei docenti tanto sbadati o tanto supponenti da trascurare o perfino ignorare di un autore la parola scritta ma al contrario tanto prodighi nell'utilizzo di formule ermeneutiche standard, tanto briosi cioè a perpetuare significanti senza significato e contenitori senza contenuto, trovassero di meglio da fare (lasciamo liberissima scelta) che non deprimere la nostra repubblica letteraria - "la sola figlia legittima delle due sole vere tra le antiche", per dirla col Nostro - coi medesimi ragli con cui sono stati formati laureati e abilitati. E questo affermiamo nella consapevolezza che è assai arduo che possa cessare l'effetto se continua a durare la causa. Vale per coloro che dovranno formarsi professionalmente che per coloro che già allietano e ingrassano, di vana prosopopea, università e scuola.

F. Martorana, Atlantide, Circospezioni e fantasticherie al tempo di Facebook





dello stesso autore




Postato il Domenica, 26 novembre 2017 ore 07:30:00 CET di Nuccio Palumbo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.37 Secondi