Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483936389 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4421 letture

Plauso alle ordinanze di sospensione dell’efficacia esecutiva delle sentenze del Tar. Concorso Ds 2017
di m-nicotra
1524 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1465 letture

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
938 letture

Concorso Ds 2017.Verso l’impugnazione della graduatoria. Il Tar sospende i giudizi,in attesa del Cds
di m-nicotra
928 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Associazioni
Associazioni

·Promosso dall'associazione ''Stella Danzante'' il 15 marzo 2019 dalle ore 15:00 alle ore 20:00 si svolgerà l’VIII Giornata Nazionale di sensibilizzazione sui disturbi del comportamento alimentare presso il centro fieristico “Le Ciminiere” di Catania
·Per soddisfare le tante richieste ritorna in scena il 9 marzo alle ore 21.00 al Metropolitan di Catania la replica de ''I Promessi Sposi Amore e Provvidenza''
·Incontri, Teatro, Cinema: al centro le DONNE
·2° Galà degli ex Allievi del Convitto “Mario Cutelli”.
·X Edizione Rassegna Premio Giorgio Gaber - Obiettivo Nuove Generazioni


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Umanistiche: Andrea Giusti e il 'pessimismo radicale' nell’arte

Redazione
Andrea Giusti è nato a Massa e vive a Carrara, nel cuore del centro storico, dietro la graziosa piazzetta del Duomo di Sant'Andrea, là dove si radunano mensilmente gli "artisti del Borgo" e le artiste del circolo apuano "Artemisia" a vivere un intenso momento di comunicazione della loro vibrante vitalità culturale in una sorta di simposio platonico per celebrare la bellezza dell'arte ed il bene comune. Egli è però artista più riservato e se ne sta quasi appartato nella sua profonda meditazione che esprime soltanto con il segno e sulla tela, con rabbia e passione, con sofferenza e devozione, con violenza e spirito di compassione.

L'Artista apuano si ispira certamente all'espressionismo astratto di Pollock, ma lo fa con molta moderazione e ponderazione e soprattutto con molto acume, e perciò tiene conto del fatto che il grande pittore americano ha aggiornato e variato la sua tecnica dello sgocciolamento integrandola e arricchendola con l'uso tradizionale del pennello e che ha modificato e perfezionato il suo astrattismo rendendolo più concreto e figurativo, come per esempio avviene nella famosa tela "Pali Blu" del 1953, nella quale i sette pali conficcati profondamente nel terreno rappresentano l'immagine ben visibile e percepibile di una immensa e terribile sofferenza che tocca la profondità dell'animo. In Giusti lo sgocciolamento di colori sulla tela acquista subito un significato simbolico chiaramente e concretamente percepibile, in quanto la sua angoscia esistenziale ha bisogno di una potente ed urgente comunicazione nel clima di una pittura intuitiva che però non rifiuta l'azione successiva e mediata della "composizione" e della raffigurazione: "Ma l'intuizione pura o rappresentazione artistica ripugna con tutto l'esser suo all'astrazione; o, anzi, non vi ripugna nemmeno perché la ignora, appunto per il suo carattere conoscitivo ingenuo che abbiamo detto aurorale. In essa il singolo palpita della vita del tutto, e il tutto è nella vita del singolo; ed ogni schietta rappresentazione artistica è sé stessa e l'universo, l'universo in quella forma individuale e quella forma individuale come l'universo" (Benedetto Croce, Il carattere di totalità dell'espressione artistica, in Breviario di estetica, Laterza, Bari 1962, p. 134). L'arte è quindi intuizione che non rifiuta la configurazione, anzi la richiede, e pretende inoltre il passaggio dal sentimento immediato alla sua mediazione e risoluzione compositiva, anziché l'astrazione dispersiva e concettuale.

Quando l'emozione è grande e sincera, essa esplode e diventa sentimento e questo a sua volta si trasforma in corposo atto costruttivo, compositivo e intuitivo. Questo insegna pure Kandinskij, il massimo teorico dell'astrattismo, con il suo saggio di estetica Lo spirituale nell'arte del 1910 e poi con l'opera "Blu di cielo" realizzata a Parini a seguito di un avvenimento storico drammatico quale è l'occupazione nazista del 1940. Qua il dolore dell'artista non regge l'impatto con la durissima vicenda militare che accade nella capitale della cultura e della bellezza sfigurate dalla tracotante e feroce barbarie delle truppe di Hitler, e nasce la tela con uno sfondo di un azzurro intenso e bellissimo occupato e sfigurato da vermiciattoli e bruttissimi insetti. E questo insegna pure Picasso quando il suo dolore travalica i limiti di una semplice emozione ed esplode con l'esplosione di Guernica, la città inerme bombardata barbaramente dall'aviazione nazista intervenuta nel 1937 in aiuto di Francisco Franco nella guerra civile spagnola. Così Andrea Giusti quando avverte più forte la sua emozione, allora fa esplodere la sua intuizione estetica e crea le sue opere, che sono l'espressione autentica del suo sentimento e della sua poetica. La sintesi dei due fattori produce tele di grandissimo pregio come "Senza via d'uscita", che proclama peraltro la sua poetica, e "Prime luci di primavera", che sono dei veri capolavori sia per intensità e variazioni di colori che per simboli e significati.

La bellezza dei lavori di Giusti sta evidentemente nella scelta dei colori e nel loro accoppiamento, ma soprattutto essa è costituita dalla poetica che si nasconde sotto e dietro i sentimenti percepiti ed espressi e che concepisce e definisce il caos dell'esistenza nella sua inestricabilità ed ineluttabilità. Questo è il significato profondo della tela citata "Senza via d'uscita" con i suoi sentieri interrotti e con i suoi sentimenti spezzati come i rami secchi ed i rovi pungenti che occludono ogni forma di passaggio ad altro che non sia un movimento ripetitivo intorno allo stesso luogo ed allo stesso oggetto. Un nichilismo di fondo aggredisce l'esistenza dell'uomo che non trova facilmente, né troverà mai, la via della liberazione dalla sua prigione, che incombe ed avvinghia. L'esistere umano è assurdo perché dominato da una volontà cieca e perversa che vuole il male e il dolore e che procura infelicità ed irrequietezza.

Il pessimismo dell'Artista apuano culmina nella intercettazione del pensiero di Schopenhauer secondo cui l'esistenza umana si svolge entro i due poli ineludibili della sofferenza e della noia e non può proporsi in realtà alcun fine perché gira a vuoto attorno al nulla: "Infatti l'assenza di ogni fine e di ogni confine appartiene all'essenza della volontà in sé, che è un agognare senza fine ... Ogni meta raggiunta è a sua volta principio di un nuovo corso vitale e così all'infinito ... La stessa cosa si vede infine anche nelle aspirazioni e nei desideri umani che ci illudono facendoci vedere il loro adempimento sempre come meta ultima del volere;ma non appena sono realizzati, essi non sembrano più gli stessi e vengono quindi tosto dimenticati, superati e in realtà sempre, benché inconfessatamente, messi da parte come illusioni svanite" (Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, trad. a cura di Sossio Giametta Bompiani, 2009, pp. 289-290). L'esistenza umana, ripete l'Artista, è come toccata dal peccato originale che la costringe a girare a vuoto su se stessa, alla cieca, senza possibilità di uscire dallo stato di allucinazione e di irrazionalità la cui causa è appunto la colpa radicale delle origini. I colori dei suoi dipinti diventano tetri ed il pendolo della pittura giustiana oscilla tra quei due poli. Così è il "Rumore della noia", un dipinto che nell'espressione del sentimento infausto della vita fa gelare le corde dell'animo e diffonde tanta amarezza e malinconia per l'insensatezza verso la quale si corre e per l'inutile affanno procurato dall'assurdo mondo. Ma nell'infelicità rappresentata con tanta varietà di simboli e di significati vi è anche la sostanza dell'arte che realizza intuitivamente il suo progetto nichilista e che lo fa insieme alla rappresentazione di una bellezza capace di procurare accanto al turbamento psicologico un forte godimento estetico.

Carrara si conferma certo la Capitale Mondiale del Marmo per la presenza di una notevole quantità di cave sulle sue montagne e di segherie a ridosso delle abitazioni e dei vorticosi e ristretti corsi d'acqua, ma anche la città dell'arte manifestata dalla eccellente Accademia di Belle Arti e praticata dalle varie associazioni che attraversano il suo territorio e che costituiscono un elegante tessuto culturale articolato in una infinità di gruppi e di iniziative poco conosciute dagli organi ufficiali e istituzionali, e di grande interesse e spessore artistico. Andrea Giusti appartiene proprio a questi brillanti "spiriti nascosti" che animano i borghi carraresi e rendono più attraente e vitale l'immagine cittadina senza pesare sui bilanci pubblici e senza chiedere benefici e riconoscimenti municipali, regionali o statali.

prof. Salvatore Ragonesi








Postato il Sabato, 31 ottobre 2015 ore 03:00:00 CET di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.26 Secondi