Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 480029802 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
maggio 2019

Maggio dei libri per il liceo G. Lombardo Radice tra le molteplici manifestazioni della città Metrolitana di Catania
di m-nicotra
829 letture

Chi ha sospeso la docente di Palermo deve dimettersi
di m-nicotra
804 letture

Al Comune di Catania l’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” celebra la 'giornata della Memoria tra ieri e oggi' – Never Again
di m-nicotra
652 letture

Introduzione di sistemi di verifica biometrica dell'identità e di video sorveglianzaper i dirigenti pubblici e per il personale pubblico. Richiesta di abrogazione
di m-nicotra
640 letture

Necessità di tutelare i diritti acquisiti e salvaguardare la titolarità dell’insegnamento per le docenti e per i docenti della classe di concorso A-21
di m-nicotra
605 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Opinioni
Opinioni

·A chi giova escludere i posti Quota 100 dai posti disponibili per la mobilità?
·Sì ai controlli biometrici dei dirigenti scolastici
·I 'veri' problemi della scuola
·L'Istruzione non ha la stessa 'attrattiva' della salute?
·Siamo prossimi all’eutanasia dell’autonomia scolastica: passare dal PTOF al PAS!


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Satira: I paradossi di Zenone per spiegare le banalità banali dell’opinionista opinabile

Redazione
Quanta saggezza possiamo trovare nella filosofia greca e non soltanto nei “giganti” per antonomasia del pensiero ellenico, Platone ed Aristotele,ma persino nei “minori” che tuttavia hanno contribuito a quello studio del linguaggio che è sempre interamente collegato al pensiero, come Zenone di Elea.
Infatti, riteniamo i filosofi, prima ancora dei filologi, i veri e più profondi conoscitori del linguaggio, per la semplice ragione che lo studio dei meccanismi logici è la base comune di ogni tipo di linguaggio e quindi anche la chiave per aprire le porte di ogni sapere e cultura. Ed un vecchio detto afferma che è sempre meglio non mettersi a discutere con un filosofo… è battaglia persa in partenza, perché per ogni affermazione convincente o sicura che possa essere, c’è sempre una controparte altrettanto sicura e convincente, una sua confutazione atta a smontarla pezzetto per pezzetto. E così via all’infinito e chi la dura la vince e la vince quasi sempre, su questo piano, chi ha maggiore resistenza intellettiva.
E così via all’infinito e chi la dura la vince e la vince quasi sempre, su questo piano, chi ha maggiore resistenza intellettiva. Per cui possiamo anche pacificamente sostenere che tutta la cultura non è mai data dalla quantità di dati e nozioni posseduti ma dal possesso di quel grande strumento che è la logica, e la logica è scienza, non mera letteratura. Un noto professore di filosofia diceva che  chi è aduso alla dura palestra del pensiero della lettura completa, profonda e diretta di Kant o di Hegel può leggere  e capire di tutto nella vita anche senza altro avere.. mentre viceversa, forse, è assai più difficile!
Invito tutti a provare per credere.

Ma tornando a Zenone, dopo lunga ma opportuna introduzione, possiamo dire che non a caso lo stesso Aristotele lo chiamò “inventore della dialettica”;  della sua opera in prosa ne restano solo cinque frammenti , composti da vari “logoi” , argomenti, e per  ognuno dei quali dimostrava, portando alle conseguenze logiche “per assurdo”, i paradossi, l’incongruità o meno dell’argomento iniziale. Maestro, inventore della dialettica, ovvero di quella legge del contrappunto che esiste nella natura delle cose ( anche la musica di J.S.Bach, basata sul contrappunto, è infatti un riflesso della dialettica filosofica), Zenone aveva capito che  le contrapposizioni, pur spesso nel loro aspetto iperbolico, non sono una mera ridondanza del pensiero,ma rappresentano i cardini attraverso cui scorre il flusso, ben congegnato, del pensiero.
Per farla breve, sono tanti i paradossi, anche ripresi e confutati da Aristotele ( e soltanto da lui !) che hanno dato vita ad una esegesi molto vasta, anche attraverso spunti che sono stati usati nella matematica o nella fisica quantistica; infatti esiste il cosiddetto “effetto Zenone quantistico” desunto dal suo paradosso della freccia. La freccia che, per l'opinione comune è in movimento ,è in realtà ferma. Il tempo del  suo tragitto, infatti, è composto in istanti, e in ogni istante la freccia occupa uno spazio uguale alla sua lunghezza, ossia in ogni singolo istante è in stato di quiete. Ma si dà il caso che la  somma di stati di quiete non può produrre il movimento.
E poiché paradosso, nella sua etimologia significa anche “opinione fuori dal comune” ( fuori dal coro) lo scopo educativo ed induttivo è proprio quello di stimolare un pensiero divergente, non coatto e sempre uniforme.
Così, prima di adottare “d’abbraccio” ogni tesi, ogni fede o credenza comune o maggioritaria, si dovrebbe prima ragionare proprio… sull’esatto opposto!
Ma ciò succede più spesso di quanto si crede, purtroppo. E specie da parte di coloro che non viaggiano sicuramente su un poderoso jumbo jet intellettivo ma su un vettore ben più modesto e barcollante,, navigando a vista e magari senza la bussola degli strumenti logici, tutti limiti che consentirebbero semmai una rotta ben più cauta e ponderata, non di certo alti voli pindarici, e per ambascia di giungere in fretta alle conclusioni, si saltano importanti passaggi logici- procedurali; è facile leggere…” leggere fra le righe”… non sempre.
E quindi ci si sbraccia a destra e a manca, al minimo tintinnìo di catene, abboccando ad ogni miraggio dialettico, al classico specchietto per le allodole.
 Perché è vero, anzi verissimo, che “aquila non captat muscas”, l’aquila non dà la caccia ai moscerini, e se lo fa, dimostra di non essere affatto quel fiero rapace che dice di essere.
 E così accade che anche la fastidiosa e pruriginosa cimice a volte ci arreca ben più fastidio di qualunque altro peso e macigno. Ed il macigno stesso, anzi, se lo getta sui piedi, per pura follia, chi pur sostenendo e ragionando e così  cercando di dimostrare di aver inequivocabilmente ragione e ancora ragione!  Cade invece, in pieno, vittima del paradosso zenoniano, irrisolvibile in quanto  tale ed imprudentemente crede di colpire ignorando d’essersi colpito da solo, e parecchio.
 Perché l’aquila è anche metafora dell’intelletto , e non cade di certo nei miraggi, e se lo fa  vuol dire che il suo intelletto di ben altre e più nutrienti sostanze abbisogna, che la sorreggano, così debole ed impacciata.
E così accade finanche che   una piccola ed insignificante cimice, nulla in confronto a certi mostri sacri che lavorino nello stesso campo dell’informazione, ma caduci perché sclerotizzati nei loro inviolabili santuari, possa  molto di più con i suoi umili mezzi, rispetto a chi, di certo, spara a cannonate, e grosse, a… vuoto, e in gran fretta al miraggio, all’effetto ottico, alla riduzione per assurdo, paradossale e   provocatoria ad arte, che Zenone, maestro della dialettica e della logica, per aristotelica  definizione, aveva dedotto come necessario contrappasso per la dimostrazione o la confutazione d’ogni tesi.
La fretta è cattiva consigliera, ma anche la più antidemocratica dei nostri demoni interiori.
Perché mai, infatti, gli altri dovrebbero starci a sentire se noi stessi non siamo disposti ad ascoltare con pazienza le altrui idee anche se non gradite?
 E così si spara in fretta e furia, disperdendo  quelle poche munizioni , invero poche, che si hanno in saccoccia ad ogni piccola scaramuccia.
Ed è persino una tattica ben nota da quando la enunciò Von Clausewitz;  una mossa di logistica militare ( e logistica viene proprio da logica, benché sia deplorevole l’uso grossolanamente bellico che se ne faccia) aprire tanti varchi fallaci ed ingannevoli per far disperdere tutte le energie all’avversario,  con un impeto all’attacco ed una suscettibile  vulnerabilità che si commentano da soli, mostrarne  così tutte le debolezze, prima di sferrare l’attacco definitivo e fatale.


Tecla Squillaci
stairwayto_heaven@libero.it









Postato il Domenica, 09 gennaio 2011 ore 05:00:00 CET di Tecla Squillaci
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 3.85
Voti: 7


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi