Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 556973802 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
dicembre 2022

Sognando una Catania più pulita. Il progetto “Green” del Liceo Lombardo Radice
di a-oliva
612 letture

PREMIO JEAN PIAGET E JACQUES MULHLETHLER alla Lumsa di Roma il 3 dicembre. Tra i premiati il Prof. Luciano Corradini ed il preside Giuseppe Adernò , “Ambasciatori dell’Educazione Civica”
di a-oliva
392 letture

“La scrittrice Barbara Bellomo alla scuola Dante Alighieri di Catania”. Riprendono le attività di Bibliocenter
di a-oliva
387 letture

ALICE COLETTA - Sindaco dei Ragazzi di MOTTA S. ANASTASIA cerimonia di giuramento al Castello
di a-oliva
352 letture

Attività laboratoriali all'IIS “Francesco Redi”, indirizzo Tecnico Industriale 'Galileo Ferraris' di Belpasso
di m-nicotra
335 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Giurisprudenza
Giurisprudenza

·La negoziazione assistita
·Il Tribunale di Roma, in una recente sentenza, ha sancito il valore abilitante della laurea unitamente ai 24 cfu in materie psico-antropo-pedagogiche
·Corte D’Appello di Bologna: - Il D.S. non può comminare una sanzione di sospensione dal servizio per i docenti. Grande vittoria del Sindacato 'Politeia Scuola'
·Il caso dei DM, lungo quasi venti anni!
·Il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei docenti di Geografia contro lo scandalo delle cattedre atipiche


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Umanistiche: Breve storia di un apartheid nel cuore dell'Europa

Opinioni

Questo mio breve scritto vuole essere soprattutto un omaggio ad una terra, l'Irlanda, che per bellezze naturali è unica al mondo, ed alla sua coraggiosa gente, straordinaria per amabilità e cordialità, la cui unica sfortuna è stata quella di nascere vicina a quella mostruosa macchina colonizzatrice che è sempre stata la Gran Bretagna.

 La colonizzazione in particolare del nord dell'Irlanda, Ulster, che in precedenza per compattezza ed omogeneità era cattolico, da parte dei protestanti inglesi venne pianificata negli anni tra il 1608 ed il 1610 e toccò il suo apice con la sanguinaria e feroce spedizione di Cromwell atta a stroncare i ribelli. Con uno schieramento bellico mai visto prima egli attaccò la città di Drogheda, mettendola a ferro e fuoco e sterminando tutta la popolazione autoctona senza risparmiare nè donne nè bambini per sua stessa ammissione.Il massacro di Drogheda doveva essere un chiaro monito su chi erano i padroni da quel momento in poi.

L'azione colonizzatrice continuò nei secoli successivi con la deportazione coatta dei cattolici irlandesi che vennero tradotti in catene verso le zone più impervie del paese o verso le colonie americane. Si, perchè accanto alla tratta dei neri, vi fu una tratta dei bianchi, cattolici irlandesi, di cui, però, i libri di storia parlano poco. Gli irlandesi deportati in America e naturalizzati statunitensi e che oggi formano una comunità consistente hanno sempre mantenuto le proprie tradizioni. Tuttavia , hanno sempre rivestito un ruolo subalterno nei confronti della WASP (white anglo saxon protestant) dominante. Infatti, tutti i presidenti degli USA sono sempre stati protestanti, tranne per la breve parentesi di J.F. Kennedy che era cattolico, di origine irlandese, e sulla cui morte non è mai stata fatta chiarezza. Il predominio della WASP negli ultimi anni si è estesa anche in paesi come il Guatemala, da secoli tradizionalmente cattolico,  e che è stato fatto oggetto, di recente, di una vasta opera di protestantizzazione che ha coinciso con un avvicinamento del paese agli interessi politici degli USA laddove, invece, il cattolicesimo era più sensibile alla causa dell'autodeterminazione e del riscatto sociale del Guatemala.

Ritornando alla storia dell'Irlanda, da quel lontano 1610 , la colonizzazione inglese continuò anche attraverso l'opera di una società creata a tale scopo, the Honourable the Irish Society, che ha ancora sede a Derry e che rappresenta il simbolo evidente del dominio inglese sull'Irlanda. Da allora sono passati molti secoli, secoli di sanguinosi scontri e di un progressivo peggioramento ed isolamento dell'Irlanda a vantaggio di una sempre maggiore crescita e prosperità della  Gran Bretagna. Basta ricordare la grande carestia degli anni 1845-49 che decimò il popolo irlandese e che qualche storico ha ipotizzato come fosse un'opera sistematica di genocidio messa in atto dagli inglesi verso gli irlandesi. La grande carestia  fu preludio degli anni della guerra civile ed alle sempre più pressanti richieste di autonomia che si concretizzarono con la creazione di uno stato indipendente nel sud ma che rimasero un'utopia per i cattolici irlandesi dell'Ulster.

Possiamo dire che è stata attuata una vera e propria politica di apartheid nei loro confronti; i cattolici irlandesi dell'Ulster hanno sempre avuto un ruolo subalterno, spesso i loro diritti civili sono stati ignorati, con enormi difficoltà e discriminazioni nell'ambito della ricerca di un lavoro o di un'abitazione...

Negli anni 80, lo sciopero della fame condusse alla morte decine di repubblicani arrestati e detenuti in condizioni atroci e disumane, molti di loro non erano nemmeno attivisti dell 'IRA ( irish repubblican army) tra questi ricordiamo Bobby Sands che divenne un simbolo dell'indipendenza irlandese. L'allora primo ministro britannico, Margaret Thatcher, preferì lasciarli morire anzichè fare la benchè minima concessione ai repubblicani.

Negli ultimi decenni, in seguito agli accordi di Dowing Street, sembrò aprirsi un periodo di pace e di accogliemento delle richieste del Sinn Fein ( partito repubblicano cattolico irlandese).Ma in realtà la questione non è per niente chiusa.In occasione della concessione da parte di Londra a Belfast dei poteri in fatto di polizia e giustizia, al posto dell'odiata Ulster Constabulary , la polizia protestante accusata di vessazioni e crimini perpetrati nei confronti anche della popolazione inerme, il 23 Febbraio scorso un'autobomba esplode a Newtry e solo per miracoli non fa vittime. Alcuni giorni dopo l'abitazione di una famiglia cattolica di una contea vicina viene colpita da alcuni spari.

Ora, appare strano che la BBC e la stampa britannica proprio in concomitanza di queste allarmanti avvisaglie e invece di occuparsi di queste ultime, guarda caso, sventaglia la solita propaganda anticattolica  con lo scandalo dei preti cattolici accusati di pedofilia. Sia chiaro: la pedofilia è un crimine che va stroncato dovunque esso si manifesti e su questo non ci sono dubbi. Ma ciò che lascia perplessi è piuttosto la strumentalizzazione di tali fatti per fini politici e la sua voluta generalizzazione verso un'identità religiosa. Dimenticando che la responsabilità di tali crimini è sempre personale e che a fronte di una piccola percentuale di sacerdoti che si sono resi colpevoli di fatti così gravi, esiste però la stragrande maggioranza di religiosi che , a costo di enormi sacrifici, operano nei paesi più sperduti del mondo, accanto ad un'umanità abbandonata da tutti, e dei quali, però, si parla poco o niente.

Lascia anche perplessi il modo subdolo con cui soprattutto si cerca ancora una volta di svilire una popolazione la cui unica colpa, se di colpa si può parlare, è quella di voler conservare le proprie tradizioni gaeliche dal punto di vista linguistico, e cattoliche, dal punto di vista religioso.









Postato il Mercoledì, 05 maggio 2010 ore 16:45:35 CEST di Tecla Squillaci
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 4.5
Voti: 2


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.46 Secondi