Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 472316432 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
gennaio 2019

Bandito il concorso per 2004 posti di Direttori dei Servizi Generali ed Amministrativi (ex segretari) nelle scuole statali. Domande entro il 28 gennaio 2019
di m-nicotra
514 letture

Prorogata la mostra didattica itinerante su Van Gogh
di m-nicotra
489 letture

La cucina Thaillandese si aggiudica il primo premio del contest 'Intercultura a tavola' organizzato dell’alberghiero di Caltagirone
di m-nicotra
452 letture

Il governo colpisce il Centro-Sud e premia chi tassa gli studenti
di m-nicotra
438 letture

Con il nuovo anno, si cambia? Vent’anni e passa di 'guerra civile fredda' il Paese ha dovuto sopportare!
di a-palumbo
384 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Patrizia Bellia
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Sergio Garofalo
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Opinioni
Opinioni

·Ministro Bussetti, i problemi della scuola sono ben altri!
·Un concorso dalle duemila ingiustizie
·Sulla rimozione dell’esame di Storia dalla Maturità
·Salvini e DI Maio: chi ha paura di cambiare? gli studenti rispondono ai ministri
·Lettera aperta al Ministro Bussetti


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: DS SICILIANI: IL CONCORSO BIS E' UNA VITTORIA DELLA LEGALITA'

Opinioni
Il commento
 
Il concorso bis è una vittoria della legalità
 
 
 
 
GIOVANNI GUZZETTA ( DA LA REPUBBLICA)
 
Questo 2009 si chiude con una buona notizia. E´ stato nuovamente bandito il concorso per preside, già annullato dalla magistratura amministrativa, che una leggina incostituzionale avrebbe salvato se non ci fosse stata l´informazione di questo giornale e l´intervento del Presidente della Repubblica.
Certo. Quando un concorso pubblico viene annullato, e dopo tre anni dal primo si deve ricominciare quasi tutto daccapo, c´è qualcosa che non va. Uno Stato di diritto non dovrebbe lasciare che l´incertezza si prolunghi per così tanto tempo. Ed è certamente comprensibile, sul piano umano, la rabbia di quanti, in buona fede (perché lo sono tutti, fino a prova contraria), hanno fatto affidamento sul risultato originario. Il ritardo e l´incertezza sono comunque costi elevati per tutti gli interessati alla vicenda. E la società tutta ci perde un po´.
Ma una tale considerazione non può far velo rispetto ad altre, ben più rilevanti.
Innanzitutto, va ricordato che a fronte delle comprensibili aspettative, preoccupazioni e amarezze dei quattrocento (e relative famiglie) che vinsero il vecchio concorso non c´è un esito al buio.
n concorso verrà rifatto e i tantissimi che legittimamente vinsero il primo, vinceranno anche il secondo. Il problema è che, dato il vizio d´origine della precedente procedura, su tutti i vincitori di allora grava il sospetto, che loro per primi dovrebbero aver interesse a fugare. Un sospetto che inficia la relativa credibilità di operatori della formazione e riferimenti educativi.
Nello stesso tempo, un sano spirito di giustizia, non può ignorare le altrettanto meritevoli aspettative, preoccupazioni e amarezze di coloro (e relative famiglie) che avrebbero dovuto legittimamente vincere tre anni fa. E che, a causa di atti che la magistratura amministrativa ha accertato come illegittimi, per tre anni hanno dovuto rinunziare alla posizione, stipendio, riconoscimento e status di cui altri ha goduto, senza titolo legittimo. Contro gli eventi prodottisi, dunque, non vale invocare una giustizia del caso concreto. Perché tutti sono casi concreti.
La certezza di una procedura legittima, in un caso del genere, è un elemento di autorevolezza e credibilità della scuola siciliana e di chi in essa svolge il proprio servizio.
Il dramma privato dei protagonisti di questa vicenda è certo un aspetto importantissimo.
Ma oltre ad esso ce n´è uno che ci riguarda tutti. Che attiene al nostro rapporto con le istituzioni e con la legalità. Ciò su cui si fonda quella "educazione alla cittadinanza", che da quest´anno si è inteso ricominciare ad insegnare nelle scuole.
Perché il fondamento della cittadinanza, la ragion d´essere dell´appartenere ad una comunità politica, sta proprio nella fiducia sull´applicazione certa e eguale della legge. Quella fiducia che tanto scarseggia in Italia.
La fiducia che l´agire pubblico, per esempio, nel caso di un concorso, sia improntato agli interessi generali per i quali il concorso viene bandito e non agli interessi particolari di chi lo bandisce o di chi ne giudica l´esito. La fiducia che valga la pena lottare per i propri diritti, perché, alla fine, ci sarà qualcuno che si farà carico di darci una risposta e quella risposta, quale che essa sia, non potrà essere travolta da nessun arbitrio successivo che ne stravolga gli esiti perché così piace a qualcuno.
Per questo ha fatto bene questo giornale ad accendere i riflettori sulla vicenda del concorso per dirigenti scolastici e bene ha fatto il Presidente della Repubblica a richiedere al Governo di riparare allo sfregio (bipartisan) che il Parlamento aveva operato, calpestando il principio della separazione dei poteri e travolgendo quanto deciso irrevocabilmente da un´autorità giudiziaria.
Per questo oggi dobbiamo celebrare un successo della Costituzione e delle sue norme. Oggi, si afferma, una volta tanto, la normale pratica della legalità. Il principio secondo cui l´abuso non può essere giustificato, nemmeno quando lo commette il Parlamento.
Alcuni interessati al giudizio, che ha condotto all´annullamento del concorso, ritengono che quel procedimento abbia leso i loro interessi e hanno promosso ricorso alla Corte europea dei diritti dell´Uomo. Benissimo. Questo è un loro diritto. Ed è un altro omaggio alla legalità. Fa parte della fisiologia della vita di un ordinamento. Di questo abbiamo bisogno. Di atti di normalità. Perché in questo paese la normalità è la vera rivoluzione.
Viceversa non sarebbe stato fisiologico, ma un´abnorme violazione dei principi di civiltà giuridica oltre che degli interessi di tanti, capovolgere artatamente e gratuitamente una decisione definitiva sulla base di colpo di mano parlamentare.
Comprendo che per alcuni sarà difficile accettarlo, ma nessuno ha interesse ad un paese che divenga (ancor di più) un far west in cui viene meno qualsiasi certezza e ciascuno è spinto a cercasi un protettore sempre più in alto. In cui le eccezioni superano di gran lunga la regole, producendo una risultante di ingiustizia, rancore reciproco e insicurezza.
Per questo – senza enfasi, ma con serena soddisfazione - possiamo dire che oggi si è compiuto un piccolo passo sulla via della normalità, della legalità e della libertà di ciascuno.





dello stesso autore




Postato il Martedì, 29 dicembre 2009 ore 00:00:00 CET di Silvana La Porta
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 3.16
Voti: 24


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi