Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 467015933 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2018

UCIIM - Biblioteca 'Gesualdo Nosengo'
di g-aderno
587 letture

Restiamoalsud - Incontro al Senato docenti e senatrici. Per i docenti in arrivo il 'domicilio professionale'
di g-aderno
573 letture

I Siciliani il 2 di novembre non commemorano i defunti, li festeggiano
di m-nicotra
565 letture

De profundis all'Alternanza Scuola/Lavoro
di a-palumbo
553 letture

Si fa presto a dire storia
di a-battiato
551 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Patrizia Bellia
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Sergio Garofalo
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Sondaggi
Sondaggi

·Universita’di Catania: dirigenti d’oro con stipendi cresciuti del 50%
·A tenaglia sulla questione della illegittima reiterazione delle nomine a t.d. nelle scuole
·Sezioni Primavera - Esiti monitoraggio
·Questionario sul Valore Legale della Laurea, termine ultimo 24 aprile 2012
·Miur e Istat assieme per la diffusione della cultura statistica nelle scuole


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Alternanza Scuola Lavoro: Alternanza Scuola/Lavoro

Redazione
L’alternanza scuola-lavoro è stata introdotta formalmente nel sistema di istruzione con l’art.4 della legge n.53 del 2003 e definita nelle sue norme generali con il Decreto Legislativo del 15/4/2005 n.77 “come modalità di realizzazione dei corsi del secondo ciclo, sia nel sistema dei licei, sia nel sistema dell’istruzione e formazione professionale” per assicurare conoscenze e competenze “spendibili nel mercato del lavoro”. La 107/2015 ha quantificato l’esperienza dell’alternanza per i licei in 200 ore al triennio e in 400 ore per i tecnici e i professionali. Tale attività che di norma si svolge durante l’anno scolastico, “puo’ essere svolta durante la sospensione delle attività didattiche”. Che sia necessaria per tecnici e professionali, mi pare che sia indiscutibile, ma l’estensione generalizzata a tutti gli indirizzi di studio sa di opzione ideologica, di assunzione dogmatica dell’aziendalismo come modello formativo; sembra un gesto di sottomissione culturale al mondo economico, un altro segno del prevalente economicismo degli orientamenti in materia di riforme scolastiche.

Che poi si possa realmente produrre alternanza con 400 ore in un triennio mi sembra improbabile; più correttamente si dovrebbe parlare di stage. Dovrebbe dirsi alternanza se i tempi di lavoro e di formazione fossero pressochè uguali e se si andasse dalla scuola al lavoro e viceversa con un percorso strutturato e condiviso tra azienda e scuola con un’attività in continuità tra teoria e prassi, quale che sia il punto iniziale. Non mi pare che sia quello che sta succedendo, anche se si auspicava che si potesse, per gli alunni che l’avessero scelto, realizzare l’intero percorso dai 15 ai 18 anni in alternanza tra azienda e scuola.

C’è da dire anche che iniziare l’esperienza dell’alternanza al secondo anno dei professionali, per la stragrande maggioranza degli alunni ancora anno di obbligo scolastico, utilizzando parte delle ore della personalizzazione, mi pare un’esagerazione, perchè come sempre si raccomanda i periodi di apprendimento mediante esperienze di lavoro devono essere articolate secondo criteri di gradualità e progressività, tenendo conto degli obiettivi formativi dei diversi percorsi degli indirizzi di studio.

A parte l’insufficienza strutturale dell’alternanza non mi pare esatto dire che serva a incrementare le opportunità di lavoro; puo’ servire certamente a sviluppare la capacità di orientamento degli studenti, qualora fosse un’esperienza felice. Le vere finalità sono: correlare l’offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio; realizzare un organico collegamento delle istituzioni scolastiche e formative col mondo del lavoro e la società civile.

Contrariamente a quello che ha pensato l’amministrazione l’alternanza, anche così limitata nei tempi, non è un’esperienza facile da realizzare, senza adeguati supporti logistici, senza personale appositamente formato, senza aziende che rispondano ai requisiti dimensionali e professionali per un’attività di formazione. Fare esperienze degradanti, come è stato denunciato, non è stato per tanti alunni un’eccezione. Non è solo questione di carta dei diritti e dei doveri, e nemmeno di registro delle imprese idonee (peraltro quante sono innovative per processi e prodotti e sicure? Quante in grado di ospitare una classe intera?).

E’un problema di rigorosa programmazione didattica. I periodi di alternanza vanno progettati, attuati e valutati passo dopo passo, con l’alta vigilanza della scuola, altrimenti è meglio fidarsi dei propri reparti di lavorazione, delle proprie aziende agricole, dei propri ristoranti. Una buona capacità di iniziativa e un buon rapporto con la società e il territorio con i propri mezzi opportunamente utilizzati si puo’ dare agli alunni molto di più di tante esperienze di alternanza raffazzonate alla meno peggio, perchè bisogna farle ad ogni costo.

Il ricorso intensivo alle attività di alternanza senza un alto controllo epistemologico sui vari momenti del rapporto tra teoria e prassi puo’ condurre alla banalizzazione dei saperi, all’impoverimento degli apprendimenti, ad una complessiva preparazione professionale soggetta a facili deperimenti e potenzialmente non adeguata a seguire e a confrontarsi con gli sviluppi tecnologici dell’apparato produttivo.

Michele Pellerey a proposito delle esperienze di alternanza ricorda che tra esperienza in azienda e interventi formativi nelle scuole va attivata una vera e propria circolarità: l’apporto conoscitivo offerto nei luoghi di formazione deve trovare riscontro nelle esperienze lavorative e le esperienze lavorative devono trovare spazio di riflessione critica e di consapevolezza progressiva all’interno degli interventi delle scuole.
Quante esperienze di alternanza hanno avuto queste caratteristiche?
Questo è il vero problema.

Raimondo Giunta





dello stesso autore




Postato il Venerdì, 26 ottobre 2018 ore 09:00:00 CEST di Nuccio Palumbo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi