Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 416128141 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
gennaio 2018

Chiudono le scuole paritarie, 104 in Sicilia. Alleanza tra genitori e docenti e all’orizzonte il costo standard
di g-aderno
1349 letture

Notte Nazionale del Liceo Classico al Liceo Spedalieri – IV edizione – Natura Naturans
di m-nicotra
1083 letture

Legge di Bilancio 2018: l’insoddisfazione dei Collaboratori dei DS. Appello alle forze politiche
di m-nicotra
880 letture

In varietate concordia…. IV Edizione 'Notte Nazionale dei Licei Classici 2018' al Convitto Mario Cutelli - Catania
di a-oliva
780 letture

Future Lab, il Marconi polo formativo in Sicilia
di m-nicotra
734 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Andrea Oliva
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Patrizia Bellia
· Sebastiano D'Achille
· Sergio Garofalo
· Santa Tricomi
· Marco Pappalardo
· Alfio Petrone
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Attività parlamentare
Attività parlamentare

·Con le maestre in lotta, per cambiare le politiche sula scuola
·Diplomati magistrali, una sentenza gravissima, adesso mobilitazione
·il governo inventa l’alternanza scuola/guerra
·Manovra. Scuola: rimuovere l’anomalia dei docenti ingabbiati
·Il burn out degli insegnanti è una realtà. Il governo non può continuare a ignorarlo


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Riforma: Assunzioni ed algoritmo: condannato il MIUR per mancanza di trasparenza

Sindacati
Sebbene sventolate come epocali, le assunzioni di docenti dello scorso anno, oltre alle disparità determinate dalla politica a danno delle migliaia di docenti esclusi, nonostante il possesso dei titoli per essere stabilizzati, sono ora state indirettamente condannate dal TAR. Il MIUR, infatti, dovrà fornire i codici con cui ha impostato l'algoritmo che ha sparpagliato a casaccio docenti in varie parti d'Italia, senza seguire le logiche di priorità e trasparenza che necessariamente devono accompagnare una procedura pubblica di assunzione. L'anzianità di servizio, i titoli e i punteggi derivanti non sono stati minimamente calcolati e dopo l'assegnazione della sede sono state intentate migliaia di conciliazioni per rattoppare il disastro casato dalle incomprensibili  attribuzioni dell'algoritmo.

Oggi, grazie all'iniziativa del Sindacato Gilda, scopriamo che la richiesta di accesso agli atti, diritto di ciascun cittadino in virtù delle norma sulla trasparenza, fu negata avanzando da parte del MIUR eccezioni sulla proprietà intellettuale e sul segreto di Stato, ragioni addotte per non rilasciare l'algoritmo. Sarebbe interessante sapere quante menti si sono sforzate per avanzare simili giustificazioni ad un diniego su una richiesta fondata su precisi diritti e su altrettanto precisi doveri dell'Amministrazione pubblica. In gioco era un sistema di assunzioni pubblico, operato da parte di un Ministero che ha tempestato il Paese con slogan sul merito e sulla straordinarietà dell'operazione che ha coinvolto migliaia di persone. Come può, quindi, un'amministrazione pubblica, gestita con soldi pubblici, volta al servizio pubblico, sottrarsi al dovere di rendere noti i criteri di assegnazione delle sedi dell'assunzione e sostenere il concetto di “proprietà intellettuale” ? Quale processo di personificazione è stato operato sotto i nostri occhi da permettere che si possa sostenere una proprietà su uno strumento di pubblica utilità come dovrebbe essere un sistema informatico atto a definire, sulla base di parametri oggettivi, le attribuzioni di contratti a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione?

Peggio, mi permetto di dire, è voler avanzare il segreto di Stato in un settore quale quello delle assunzioni nella pubblica amministrazione dove deve regnare il principio costituzionale dell'equità. Quale segreto potrebbe mai essere celato dietro l'immissione in ruolo di docenti nella scuola statale?  Forse il Ministero dell'istruzione vede nei suoi dipendenti dei nemici dai quali difendersi?
L'assurda vicenda, sulla quale il MIUR ha forse voluto far calare un velo pietoso, con la mobilità straordinaria e le assegnazioni provvisorie, sperando di placare le contestazioni e i contenziosi che hanno accompagnato gli esiti dell'algoritmo, rivela ai nostri occhi che tra Governo e cittadini, come denunciamo da tempo, si è creato un solco profondo e ogni scelta politica non coinvolge ma ricade sui soggetti che investe, senza nemmeno il rispetto delle regole minime democratiche e i principi di equità e trasparenza che dovrebbero caratterizzare ogni settore dello Stato, a garanzia di tutti. Lo Stato, quindi, se nelle sue articolazioni, da garante del diritto e dell'equità, diventa garante di se stesso, non può che essere sottoposto al giudizio della Magistratura, su richiesta dei cittadini e delle categorie sulle quali ricadono scelte politiche discutibili, per permettere di ristabilire i principi costituzionali e le regole alla base della nostra vita sociale e lavorativa.

Anche se un'amministrazione pubblica si avvale del privato per un servizio, come nel caso dell'algoritmo in questione, ciò non può essere protetto dal “segreto” perché deve rispettare i criteri di  trasparenza di cui lo Stato deve farsi garante. Il risultato ottenuto da Gilda, quindi, va letto come importante non solo per la scuola, perché stabilisce criteri di cui ogni altro settore potrà beneficiare e permette di ribadire che anche e soprattutto l'amministrazione pubblica ha l'obbligo di rendere noti gli strumenti che adotta, soprattutto se questi generano evidenti disparità. Sebbene fuori da questa vicenda, questa è un importante riferimento anche per le associazioni e i movimenti  di dicenti precari che da tempo pongono molta attenzione al sistema scolastico nel suo complesso, non solo al mero obiettivo di raggiungere la stabilizzazione. Impensabile sarebbe per noi condurre una battaglia miope che punta unicamente all'immissione in ruolo senza tener conto degli strumenti che traducono scelte politiche che hanno disatteso criteri oggettivi per il reclutamento nella scuola. Il consolidamento di criteri non trasparenti getterebbe  un'ombra anche sulle procedure che potrebbero riguardarci.

Di grande importanza, quindi, è questo risultato che, tra gli altri, obbliga l'Amministrazione per la quale prestiamo il nostro servizio al rispetto di regole e  diritto.

Valeria Bruccola, Associazione Adida








Postato il Sabato, 25 marzo 2017 ore 08:00:00 CET di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 1.66 Secondi