Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 484014581 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4441 letture

Plauso alle ordinanze di sospensione dell’efficacia esecutiva delle sentenze del Tar. Concorso Ds 2017
di m-nicotra
1825 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1475 letture

Concorso Ds 2017.Verso l’impugnazione della graduatoria. Il Tar sospende i giudizi,in attesa del Cds
di m-nicotra
1206 letture

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
965 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Giurisprudenza
Giurisprudenza

·Il Tribunale di Roma, in una recente sentenza, ha sancito il valore abilitante della laurea unitamente ai 24 cfu in materie psico-antropo-pedagogiche
·Corte D’Appello di Bologna: - Il D.S. non può comminare una sanzione di sospensione dal servizio per i docenti. Grande vittoria del Sindacato 'Politeia Scuola'
·Il caso dei DM, lungo quasi venti anni!
·Il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei docenti di Geografia contro lo scandalo delle cattedre atipiche
·ASA Scuola - Il verbale d’invalidità anche se scaduto è ancora valido: da rifare l’assegnazione provvisoria di scuola dell’infanzia della provincia di Catania


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Leggi: DDL Stabilità e fondi alle paritarie, ecco come stanno le cose. Ignoranza e malafede tra i detrattori della libertà di educazione.

Opinioni

In Italia se la famiglia sceglie una scuola paritaria, lo Stato (quando va bene) le dà un contributo, che mediamente copre il 20% del costo e il resto lo mette la famiglia, che comunque paga le tasse che dovrebbero coprire anche la spesa per l’educazione dei figli. Nonostante tutto questo, si continua a sentir parlare “dei privilegi dati alle scuole private”.
Ho detto queste cose perché sia chiaro a tutti che in Italia esiste una libertà di scelta educativa dimezzata. Il problema è che spesso e volentieri al danno si aggiunge la beffa. La beffa in questione sta nella costante previsione del dimezzamento del contributo.
Così nel bilancio previsionale 2013, rispetto alla cifra “storica” del contributo che era pari a circa 540 milioni di euro, le risorse ammontavano a 279 milioni di euro. Un taglio quindi quasi del 50%. Un taglio soprattutto che avrebbe o fatto chiudere le scuole non statali, o fatto aumentare le rette e quindi le spese delle famiglie, di fatto condizionando ancora di più le scelte delle famiglie che a fronte di un aumento della propria spesa avrebbero fatto sempre più fatica a mantenere una scelta che costa.
Dopo un lavoro non facile né semplice in un momento delicato per i conti del Paese - un lavoro comunque sempre svolto con interlocutori del Governo attenti e coscienti del problema -, è arrivata la manovra finanziaria, la legge di Stabilità. Al suo interno, all’articolo 8 comma 17 vi è anche una cifra, pari a 223 milioni di euro in sostegno alle scuole paritarie. Questi fondi sono a reintegro del fondo tagliato e comunque un reintegro parziale visto che i fondi tagliati erano 259 milioni di euro. Pertanto se non ci saranno sorprese nel corso dell’iter della legge in commissione che seguirò direttamente, la cifra del contributo alle 15mila scuole paritarie sarà di poco superiore ai 500 milioni contro una cifra storica di 540 milioni.
Io rimango convinto che ogni euro tagliato a questo settore porta un male maggiore allo Stato. Lo dicono i numeri, con le scuole paritarie lo Stato ci risparmia.
Occorre sempre ricordare che queste scuole permettono allo Stato un reale e significativo risparmio. Infatti, un bambino che frequenta una scuola statale dell’infanzia costa in media 5.828 euro l’anno; lo stesso bambino che frequenta invece la scuola non statale, grazie ai contributi, costa alla collettività 584 euro.
Per le elementari invece il costo nella scuola statale è di 6.525 euro, mentre per le paritarie è di 866 euro. Scuola di primo grado: 7.232 euro le statali, 106 euro le paritarie, scuola di secondo grado 7.147 nello stato contro i 51 euro alle paritarie.
In media quindi la spesa pubblica per ogni allievo della statale è di 6.635 euro; per un allievo della paritaria, invece, l’erario eroga circa 660 euro. Il risparmio per lo Stato è di 5.974 euro a studente, ovvero, in totale, di quasi 6 miliardi all’anno.
Se, per assurdo, tutte le scuole paritarie dovessero chiudere lo Stato sarebbe costretto ad assumere nuovi insegnanti e trovare aule, banchi, lavagne, materiale, pulmini, palestre, mense per un milione di alunni che attualmente studiano nelle scuole non statali. E tutto questo ha un costo in più per tutti di quasi 6 miliardi.
Gabriele Toccafondi
Deputato del Pdl

 Gabriele Toccafondi è nato a Firenze nel 1972. Laureato in Scienze politiche, è stato dirigente di cooperativa. Consigliere comunale a Firenze, è stato vicecapogruppo di Forza Italia. Alle elezioni politiche di aprile 2008 è stato eletto alla Camera nella circoscrizione XII (Toscana). È attualmente componente della Commissione Bilancio, tesoro e programmazione.









Postato il Mercoledì, 24 ottobre 2012 ore 17:08:49 CEST di Salvatore Indelicato
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 1
Voti: 3


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi