Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 425492567 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
febbraio 2018

Invasioni: l’Intervista a Piero Ristagno fondatore Associazione culturale Neon
di m-nicotra
756 letture

Il rinnovo del contratto: menefreghismo, indifferenza e noncuranza verso gli ATA
di m-nicotra
707 letture

Il Liceo Artistico Emilio Greco, di Catania, ai Campionati Studenteschi di Corsa Campestre
di a-battiato
707 letture

Agone di Lingua e Cultura Greca 'Roberto Carpino' - 1 Edizione, al Liceo Classico Spedalieri di Catania
di m-nicotra
667 letture

Le porte della Musica del Liceo Artistico Emilio Greco
di a-battiato
665 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Andrea Oliva
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Patrizia Bellia
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Sergio Garofalo
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Istituzioni
Istituzioni

·Il presidente Musumeci: spero che in ogni scuola dell’Isola possa essere allestito un presepe
·Chi ha paura della scuola? Convegno presso l’Aula Magna dell’Università LUMSA in Roma
·Approfondimento: Detrazioni per familiari a carico
·Piccoli imprenditori vincono! all'ITIS Ferraris di S.Giovanni La Punta
·Errata-Corrige - Concorso DS, modificati i titoli valutabili


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: Buon compleanno liceo Spedalieri di Catania! 150 anni e non li dimostra, anzi.

Eventi
In netta antitesi rispetto agli input della seduzione propagandistica dominante, l’agonizzante scuola pubblica italiana si rivela ancora una volta un inatteso e sorprendente detonatore di stupore.
Ne è un segno evidentissimo l’abbraccio sentito e affettuoso del pubblico dell’Auditorium grande del complesso fieristico Le Ciminiere verso il glorioso liceo classico Spedalieri, in occasione del suo centocinquantesimo compleanno.
Infatti, formalmente istituito con Decreto Prodittatoriale il 17 ottobre del 1860, il Liceo Ginnasio Nicola Spedalieri viene ufficialmente inaugurato il 19 dicembre 1861. Così, il mese di dicembre è stato riscaldato dal susseguirsi di vari eventi e manifestazioni, come l’inaugurazione della mostra “I sensi e la memoria” (oggetti e ricordi di un’esperienza scolastica), un convegno di studi (in collaborazione con la Facoltà di Lettere dell’Università di Catania) e il gran finale, ovvero la serata conclusiva “150 anni… e non li dimostra!”.
Dopo un avventuroso posteggio acrobatico, onoriamo lo speciale annullo filatelico, realizzato in collaborazione con Poste Italiane, e, guidati da un solerte battaglione di hostess e steward marca Spedalieri, giungiamo alla meta pieni di curiosità e nostalgia.
Nonostante una temperatura non eccessivamente catanese, la calca è impressionante (sembra il 721 nell’ora di punta). Tutti incontrano tutti, mollando e subendo baci, abbracci e battute letali. Non mancano una sincera commozione, i testimoni del centesimo genetliaco dello Spedalieri, ex studenti arrivati dagli estremi confini della terra, né, tantomeno, opere di alta ingegneria tricologica e sobri abiti arancione ANAS pastello.
Il decollo dello spettacolo è affidato alla sapiente lettura di un brano tratto dal Giovannino di Ercole Patti. Uno spaccato di vita scolastica autentica all’interno dello Spedalieri, liceo nel quale il grande scrittore si diplomò con la strabiliante media del 6. Del resto, le aule dell’istituto hanno ospitato insegnanti di straordinario spessore culturale, morale, educativo, e studenti che hanno saputo conquistarsi stima e apprezzamento unanimi in campo culturale, professionale e umano. Ricordiamo Concetto Marchesi, grande latinista, convinto antifascista, Deputato alla Costituente e al Parlamento, il cardinale Salvatore Pappalardo, il presidente della Corte costituzionale Antonio La Pergola, Vitaliano Brancati.
Sfilano, a questo punto, una molteplicità di parti creativi, tenuti insieme dal dialogo fra l’abile presentatrice, Michela Giuffrida (giornalista ed ex allieva), e lo sguardo luminosamente ironico e profondo di Alfio Pennisi (alunno, docente e preside dello Spedalieri).
Si va dall’esibizione del coro “Freedom” a quella del laboratorio teatrale dell’istituto, dal sound adrenalinico del gruppo rock “Spedalieri dream team” ad una video-cartolina di Pippo Baudo, fino al video affascinante e suggestivo di Lorenzo Mannino, che ripercorre le tappe fondamentali della vita del liceo.
Lo Spedalieri è coetaneo dell’Italia unita e, in misura non del tutto irrilevante, contribuisce a costruirne le fortune. Voluto dal governo garibaldino al fine di sottrarre all’impronta ecclesiastica la formazione della futura classe dirigente, prende il nome di Nicola Spedalieri (1740-1795, sacerdote di Bronte e teologo di grande rilievo) ed è guidato da un insigne studioso, monsignor Giuseppe Coco Zanghì; un modo per mettere d’accordo i 2 contendenti, lo spirito laico e quello religioso.
La prima sede del liceo è nei locali di piazza Duomo che avevano ospitato il Seminario Vescovile, confiscati, come altri beni ecclesiastici, agli antichi proprietari. Successivamente, nell’anno scolastico 1871-72, si trasferisce nel monumentale convento dei Benedettini e, nel 1969, nell’attuale sede di piazza Annibale Riccò.
Tuttavia, l’anima vera della serata è da ricercarsi nel minitalk show che vede protagonisti alcuni ex allievi oggi divenuti dei fuoriclasse: Luciano Modica, docente alla Normale di Pisa e presidente della conferenza dei Rettori delle università italiane, Tuccio Musumeci (<<tantu sceccu da essere ex allievo di tutte le scuole d’Italia>>), i consiglieri del CSM Giovanna Di Rosa e Mariano Sciacca, la prof.ssa La Pergola ( insegnante di storia dell’arte e vicepreside, 35 anni allo Spedalieri).
In una scuola collocata in un quartiere dove lo Stato è ospite e gioca in trasferta, viene sottolineato il ruolo strategico svolto dalla cultura nel costruire una coscienza antimafia, per cui non si usano i capitelli corinzi per fare il barbecue e si vota non chi vince ma chi merita di vincere. Vengono evocate alcune colonne portanti dell’istituto. Il preside di ferro, Salvatore Cuccia, in grado di essere forte con i forti e piccolo con i piccoli. Antonio Pagano, insegnante di latino madrelingua, capace di produrre esperienze che si fanno messaggio. Don Francesco Ventorino, premio Nobel per la  storia e la filosofia, medaglia d’oro al valor pedagogico; quando lui è in cattedra, non c’è nessun altro posto dove vorresti essere.
Soggiogati dalla magia dei ricordi, osserviamo questo pubblico entusiasta ed eterogeneo; persone con mille accenti diversi, di tutti i ceti sociali e di tutte le età.
I giovani accesi di una volta sono ormai ingrigiti. Sequestrati dal tarlo del disincanto, spesso hanno annientato, nel vortice della quotidianità, le loro speranze possibili e impossibili.
 Agli occhi dei ragazzi, invece, il futuro appare sempre più una minaccia e sempre meno una promessa di felicità. Assuefatti all’apprendimento passivo davanti al video, si candidano ad essere la generazione degli sprecati.
Non è necessario essere maghi della profondità per comprendere che cerchiamo di scoprire, o di riscoprire, la nostra scuola come il luogo dove i sogni imparano a camminare.
Grazie caro liceo Spedalieri, per la tua appassionata difesa della funzione intellettuale in un mondo che non la sopporta più.

Guglielmo La Cognata
 gliegli@hotmail.it








Postato il Giovedì, 22 dicembre 2011 ore 19:24:56 CET di Pasquale Almirante
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 3.66
Voti: 3


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 1.17 Secondi