Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 481989639 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2019

Caldo canicolare, basta con l'esame di Stato tra fine giugno e luglio. Bisogna anticipare l'esame di maturità
di m-nicotra
1682 letture

Il saluto alla cara prof.ssa Caterina Ciraulo
di a-battiato
1261 letture

#Maturità2019, online le commissioni d’Esame Motore di ricerca sul sito del MIUR
di m-nicotra
836 letture

Manifestazione finale 'Legalità in arte ... Oltre 100 passi...verso la Legalità' all'Istituto Comprensivo Statale Santa Venerina
di m-nicotra
813 letture

Il Certamen 'Giustino Fortunato', vinto dal Liceo Artistico Emilio Greco, di Catania
di a-battiato
739 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Redazione
Redazione

·Premio letterario un monte di poesia 2019 - quattordicesima edizione
·Presentato al Monastero dei Benedettini di Catania il libro “Né carne, né pesce”, della giovane scrittrice Gaia Sarpietro, che riscuote successo e condivisione evocando il male generazionale: i disturbi del comportamento alimentare
·Partita la petizione per l’equiparazione stipendiale dei docenti Infanzia, Primaria e secondaria di primo grado
·Quarant’anni senza Aldo Moro
·La Società delle Belle Arti Casa di Dante organizza la 1° edizione del 'Concorso Internazionale Biennale di Grafica', Firenze


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Umanistiche: Un mese fa è morto Giorgio De Rienzo. Oggi, un altro Giorgio, lo scrittore Faletti, gli scrive una lettera.

Rassegna stampa
       Giorgio De Rienzo è stato uno scrittore appassionato, giornalista e rigoroso critico letterario, una firma storica del «Corriere», col quale aveva iniziato a collaborare nel 1980.
       Modalità critiche sempre attente al testo e mai sconfinate nell'intervento di carattere impressionistico, che ricordano come De Rienzo non fosse un semplice recensore, strutturale e stilistico. E del resto, tale atteggiamento era stato anche consegnano ai due agili volumetti: Guida alla scrittura e Guida alla lettura . Come leggere un classico (Bompiani 1998-1999).
     Due gli autori, particolarmente amati, e soprattutto studiati anche con strumenti nuovi, quali l'elaborazione al computer dei loro testi. Collodi di Pinocchio , di cui elabora le concordanze, e i cui studi saranno infine raccolti nel 2009 in Pinocchio uno, due, tre (Aragno); e soprattutto a Manzoni, al quale, insieme a Egidio Del Boca e Sandro Orlandi allestisce quattro corposi e, al tempo (1985), desideratissimi volumi delle Concordanze dei Promessi sposi rese possibili dalla convergenza tra Banca del Monte di Milano e Fondazione Mondadori, da un lato punto d'approdo di studi in una precisa direzione già sottolineati da L'avventura della parola nei Promessi Sposi (1980), e dall'altro rilancio verso approfondimenti approdati in Per amore di Lucia in quello stesso 1985 e opportunamente riproposti da Aragno (2010) ad esiti sorprendenti in ambito critico, rappresentando una decisa svolta rispetto alle spesso impressionistiche quanto asessuate interpretazioni del personaggio di Lucia.

Oggi sul Corriere.it, un altro Giorgio, lo scrittore Faletti, gli scrive una lettera “aperta” per ringraziarlo di averlo criticato duramente. Eccola.
   
     Elogio della stroncatura (mi ha aiutato a scrivere)

Caro Giorgio De Rienzo,
ritengo che il modo migliore per comunicare con un amico che è partito sia
quello di scrivergli una lettera. La mia inguaribile natura di sognatore mi fa essere sicuro che tu la leggerai, così mi sentirò meno in colpa.
Le cose che penso e che scrivo avrei dovuto dirtele di persona tempo fa. Ma tu hai letto e scritto troppe cose per non sapere come va spesso nella vita. A volte il pudore, a volte il tempo che crediamo sia solo stupida sabbia in una clessidra e poi ti frega, a volte un suono che pare il tuo nome e invece giri di scatto la testa dove non c'è nessuno.

     Nel corso della mia carriera mi sono sottoposto diverse volte e in diversi campi alla regola delle recensioni. È lo scotto che deve pagare chi ha l'ardire di volere comunicare con la pretesa di essere ascoltato. Quando ne ho avute di buone, ho sempre sollevato un telefono o scritto una mail per ringraziare. Quando ne ho ricevute di meno buone non ho mai protestato, pensando che quelle critiche, anche solo in parte, forse me le ero meritate. Con te è stato diverso. Ero reduce da due romanzi gratificanti dal punto di vista del successo di pubblico e con qualche critica sorpresa e sorprendente. Le tue pagelle erano di un tenore decisamente diverso: al primo hai dato 3, al secondo 4. Pensavo che anche tu, come molti altri, fossi prevenuto nei miei confronti e avessi, con queste stroncature, preso le distanze da un sedicente scrittore che nel passato si era macchiato della colpa grave di essere un comico. Non ci eravamo mai incontrati di persona e quando finalmente è successo alla serata finale di un premio letterario, con la mia migliore faccia tosta sono venuto da te e mi sono presentato con queste esatte parole. «Salve, mi chiamo Giorgio Faletti e sono un ex comico di successo, ora aspirante scrittore. Ho letto le sue critiche e ho notato con piacere che col secondo libro sono passato dal tre al quattro. Procedendo di questo passo, un altro paio di romanzi e dovrei raggiungere la sufficienza». E tu mi hai risposto nel modo per me più bello del mondo: hai sorriso. E lì ho capito che la tua severità nei confronti delle mie opere non era un attacco alla persona ma al contenuto, con la serenità d'animo che ogni critico dovrebbe avere nel momento in cui si appresta a recensire una storia. Da quel sorriso ho capito che eri una persona che mi sarebbe piaciuto conoscere meglio, non per avere un numero più alto nella tua pagella sul giornale ma per avere un numero più alto di amici.

     Purtroppo quella sera, come accade in simili occasioni, ci siamo persi nel caos della convivialità e non è stato possibile approfondire la nostra conoscenza. In seguito sono usciti altri miei lavori, sempre regolarmente da te stroncati. Non me la sono presa e non mi sono sorpreso. La mia battuta non voleva essere una captatio benevolentiae ma solo l'espressione di un mio modo abituale di comunicare. Dal tuo sorriso mi sono accorto che l'avevi capito. Ogni volta che ci vedevamo il mio piacere era constatare che si trattava dell'incontro di due persone e non di un autore e del suo critico, come se le reciproche attività fossero due cose staccate dal piacere di parlare di libri davanti a un pessimo caffè in un bar di Guadalajara con una buona sigaretta fra le dita.

      Per arrivare al tanto agognato 6 ci ho messo un libro in più di quanti ne avevo preventivati.
      Alla fine di quella benevola recensione di una storia americana, mi ricordo, c'era un piccolo incentivo, un lusinghiero sprone. Poche parole che mi hanno acceso una luce nella testa. «Ora saremmo curiosi di vederlo alle prese con una storia italiana». La storia italiana è arrivata, è arrivato un tuo 7 che mi ha fatto un immenso piacere perché non è stato un episodio isolato ma è venuto insieme ad altri lusinghieri consensi di critica. Quel tuo voto mi è stato particolarmente caro perché sapevo che, se per caso il libro non ti fosse piaciuto, non avresti avuto la minima esitazione a utilizzare una delle valutazioni algebriche che mi ero visto attribuire in passato. Il motivo di questa lettera è che volevo comunicarti di avere scritto un nuovo libro. Altri ne scriverò in futuro e, sempre per la mia inguaribile natura di sognatore, sono certo che li leggerai e prima o poi mi farai sapere. Ma ora, subito, ci tenevo a dirti che in ognuno ci sarà qualcosa di tuo. E ci tenevo che lo sapessero tutti. Un abbraccio, in qualunque posto tu sia.

Giorgio Faletti

23 agosto 2011 08:16

redazione@aetnanet.org











Postato il Martedì, 23 agosto 2011 ore 09:11:56 CEST di Giovanni Sicali
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi