Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483865831 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4396 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1460 letture

Plauso alle ordinanze di sospensione dell’efficacia esecutiva delle sentenze del Tar. Concorso Ds 2017
di m-nicotra
939 letture

Il Consiglio di Istituto dell'IIS Majorana-Meucci di Acireale manifesta disagio per la decisione di non autorizzare la formazione della classe terza del Tecnico Economico
di m-nicotra
901 letture

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
893 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Modulistica
Modulistica

·Personale scolastico 2013/2014
·Concorso dirigenti, quando la comunicazione è ambigua. Depennate le domande inoltrate dopo il 16. ''Colpevoli'' alcuni Usr.
·2011-2012 modelli di autodichiarazioni da allegare alle Utilizzazioni e Assegnazioni Provvisorie
·Modelli di utilizzazione verso i distinti gradi di scuola da parte del personale titolare in altro ruolo e appartenente a classe di concorso o posto i
·Sul Blog di professione insegnante modulistica assegnazioni provvisorie e utilizzazioni a.s. 2011/12


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Quesiti: Ora di lezione - Docente cade dalle scale - Convalescenza post ricovero - partecipazione dei docenti alle assemblee sindacali

Sindacati

Si intende sapere se quanto esposto nella "Guida alla nuova scuola secondaria superiore", che prevede che le scuole "dovranno garantire agli studenti e alle famiglie un orario complessivo di lezioni corrispondente al monte ore annuale assegnato al corso di studi, calcolato su ore di 60 minuti", sia inderogabile o possa ancora procedersi ad una riduzione dell´ora di lezione secondo quanto previsto dalle CM 243/79 e 192/80.


Dall´a.sc. 2010/2011 le ore di lezione sono riportate alla durata di 60 minuti, o meglio le scuole devono garantire agli studenti un orario complessivo di lezioni corrispondente al monte ore annuale assegnato al corso di studi, calcolato su ore di 60 minuti, com´è espressamente detto al punto 1.3 ("Le ore di 60 minuti") della "Guida alla nuova scuola secondaria superiore".

Ciò peraltro è conforme al dettato dell´art. 5 del DPR 275/99 che parla di possibilità di organizzare in modo flessibile l´orario complessivo del curricolo e quello destinato alle singole discipline nel "rispetto del monte ore annuale, pluriennale o di ciclo previsto per le singole discipline e attività obbligatorie".

In nessun dispositivo normativo della "Riforma Gelmini" si fa riferimento, direttamente o indirettamente, alla abrogazione della possibilità di ridurre l´orario delle lezioni, né una Guida al pubblico sembra poter avere cogenza di norma.

Restano in vigore pertanto l´art. 28, comma 8, del CCNL e le norme ivi richiamate: la C.M. 243/79, che prevede alcuni criteri di riduzione delle prime e/o ultime ore nei giorni con orario di cinque, sei o sette ore; la C.M. 192/80, che consente riduzioni "... anche nelle ipotesi non contemplate nella CM 243/79".

Gli organi competenti in materia sono gli organi collegiali (collegio docenti e consiglio di istituto), che decidono sulla base delle condizioni della propria scuola.

Pertanto, l´ora di lezione potrà essere ridotta per due ragioni:

- per cause di forza maggiore, con decisione assunta dal Consiglio di circolo/istituto e senza obbligo di recupero da parte dei docenti;

- per ragioni didattiche, su delibera assunta dal collegio dei docenti con obbligo del recupero della frazione oraria solo "nell´ambito delle attività didattiche programmate dall´istituzione scolastica" (art. 28, comma 7 del CCNL).

Sono docente di sostegno per la scuola media. La settimana scorsa sono caduta per le scale della mia abitazione mentre uscivo per andare a scuola. Ho riportato una lesione del tallone sinistro con prognosi di 40 giorni. Il mio incidente può essere considerato infortunio in itinere?

In relazione al quesito posto si ritiene che l´infortunio della docente di cui al quesito non possa essere considerato "infortunio in itinere".
E´ infatti pacifico in giurisprudenza che "l´infortunio "in itinere", come tale indennizzabile nell´ambito della tutela del lavoratore contro il rischio di infortuni sul lavoro, non è configurabile - oltre che nell´ipotesi di infortunio subito dai lavoratore nella propria abitazione (o nel proprio domicilio o dimora) - anche in quella di infortunio verificatosi nelle scale condominiali od in altri luoghi di comune proprietà privata, atteso che l´indennizzabilità (come risulta chiaramente anche dalle nuove disposizioni di cui al D.Lgs. n. 38 del 2000, art. 12) presuppone che l´infortunio si verifichi nella pubblica strada o, comunque, non in luoghi identificabili con quelli di esclusiva (o comune) proprietà del lavoratore assicurato. (cfr. Cass. civ., 9 giugno 2003, n. 9211; Cassazione civile sez. lav., 11 giugno 2007 n. 13629; Tar Lazio - Sezione II bis - sentenza n. 2695 del 13 aprile 2005).

Sono un´insegnante di scuola primaria di ruolo....venerdì scorso ho subito un intervento chirurgico in ospedale, ieri sono stata dimessa e da oggi è incominciata la convalescenza a casa che durerà fino al 4 novembre.  Una collega mi ha riferito che per questo tipo di malattia non è prevista la visita fiscale e nemmeno la trattenuta sulla stipendio, è vero? La Direzione Didattica è del parere opposto alla mia collega, vorrei sapere l´informazione corretta, potreste aiutarmi a sciogliere con chiarezza il dubbio?


Trattandosi di periodo di convalescenza post ricovero ospedaliero, non si applicano le decurtazioni previste dall´art. 71 del decreto n. 112/2008 se la certificazione medica fa discendere espressamente la prognosi dall´intervento subito in ospedale.
Tuttavia la visita fiscale va richiesta, non rinvenendosi alcuna norma derogatoria in tal senso e prevedendo il CCNL/2007 (art. 17, comma 12) unicamente che la visita non è disposta se il dipendente è ricoverato in strutture ospedaliere, pubbliche o private.

 

Il dirigente scolastico ha diffuso una circolare nella quale si comunica che nel caso di assemblee sindacali da svolgersi durante l´orario di servizio provvederà a rilevare la effettiva presenza a dette assemblee dei docenti che hanno dichiarato di voler prendervi parte. E´ ammissibile una tale circolare? 

L´art. 8 del CCNL regola il diritto di assemblea in applicazione dell´art 20 della legge n. 300/1970 e dell´art. 42 del D.Lgs. 165/2001; in nessuna di tali fonti si fa menzione di forme di controllo sul reale impiego da parte del lavoratore delle ore di astensione dal servizio cui ha diritto per partecipare alle assemblee in orario di lavoro.

Inoltre la Corte di Cassazione con sentenza n. 6442 del 17.5.2000 ha affermato che il pubblico datore di lavoro non ha alcun potere di controllo dello svolgimento dell´assemblea e dell´effettiva partecipazione da parte dei lavoratori alla stessa, che può essere tenuta sia all´interno che all´esterno dei luoghi di lavoro senza che in quest´ultima evenienza venga meno l´obbligo retributivo.

La comunicazione del dirigente deve ritenersi pertanto illegittima.









Postato il Domenica, 07 novembre 2010 ore 13:40:38 CET di Filippo Laganà
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 5


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi