Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 493686195 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
gennaio 2020

VI edizione della Notte dei Licei al Classico ed Artistico 'Mario Rapisardi' di Paternò
di m-nicotra
959 letture

Il Circolo Didattico 'Teresa di Calcutta' in prima linea con la Robotica
di m-nicotra
857 letture

Un Paese dei Balocchi declassato a sogno dei poveri
di a-palumbo
745 letture

Una scuola chiamata poesia
di a-battiato
696 letture

PREMIO THEMIS all’insegna della Libertà”. Una positiva occasione offerta per valorizzare talenti e creatività degli studenti.
di a-oliva
668 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Sindacati
Sindacati

·ANCoDiS: le dimissioni di Fioramonti e l’emergenza del sistema scolastico italiano
·Legge di bilancio 2020: si ripristini l’esonero del Primo Collaboratore (ex vicepreside) e si riconosca l’importante funzione
· Amara lettera di inizio anno
·Decreto Legge sulla scuola e nessuna attenzione ai temi della governance nelle autonome Istituzioni scolastiche
·Non vogliamo una scuola di sole 'competenze'


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Didattica: Uno scrittore non finisce mai di dire quello che ha da dire. Calvino, 28 anni dopo

Redazione
Il mito del labirinto si fonda sull'opposizione dialettica tra ordine e caos. In realtà, esso, solo in età moderna acquista una categorizzazione psicologica inquietante. Il labirinto, infatti, come emblema di mistero, è un'idea che nasce nel secolo XVII, col barocco; appartiene a quest'epoca storica la fioritura iconografica del labirinto come luogo di disorientamento e di disordine, espressione della condizione tragica dell'esistenza umana smarrita di fronte all'inestricabile, e insieme attratta dalla sfida di venire a capo dell'intrigo, dell'ingarbugliamento. Nell'immaginario della letteratura del Novecento, codesta attrazione, mediata anche dalla eredità ottocentesca del romanzo gotico, e dalle filosofie in vario modo irrazionalistiche, ha assunto le caratteristiche della ricerca spasmodica delle ragioni dell'essere; ragioni che sfuggono, irrelate come sono con la complessità labirintica, nascoste nelle strutture stesse del disordine, ma alle quali, tuttavia, non possiamo rinunciare, pena un andare disorientante e disordinato, che sarebbe come un riconoscimento di sconfitta, un perdersi e uno smarrirsi nel "non senso" angosciante dell'esistenza.

La sfida al labirinto, sì! Ma vogliamo vincerla. Scrive H.M. Enzensberger:
"Il labirinto è fatto perché chi vi entra si perda ed erri. Ma il labirinto costituisce pure una sfida al visitatore perché ne ricostruisca il piano e ne dissolva il potere. Se egli vi riesce avrà distrutto il labirinto; non esiste labirinto per chi lo ha attraversato".

Orbene, è proprio sulla struttura del labirinto con la sua polidimensionalità, e con sue opposizioni binarie, che si modella la sfida scrittoria contrastiva della poetica di Italo Calvino. Dalla complessità del reale lo scrittore non esce sfuggendola, o ignorandola ( cosa che non si può), ma affrontandola e formalizzandola nella scrittura del romanzo, o meglio, dell'iper-romanzo, che è il luogo, - come scrive Calvino- (richiamandosi alla lezione della scrittura gaddiana del "pasticciaccio", e non solo), in cui : "[...] ogni minimo oggetto è visto come il centro d'una rete di relazioni che lo scrittore non sa trattenersi dal seguire, moltiplicando i dettagli in modo che le sue descrizioni e divagazioni diventano infinite. Da qualsiasi punto di partenza il discorso si allarga a comprendere orizzonti sempre più vasti, e se potesse continuare a svilupparsi in ogni direzione arriverebbe ad abbracciare l'intero universo".

E ancora : " [...] la grande sfida per la letteratura è il sapere tessere insieme i diversi saperi e i diversi codici in una visione plurima, sfaccettata del mondo". A differenza della letteratura medievale che tendeva a opere ordinate, prodotte da un pensiero sistematico e unitario ( si pensi alla Divina Commedia), " i libri moderni che più amiamo nascono dal confluire e scontrarsi d'una molteplicità di metodi interpretativi, modi di pensare, stili di espressione. Anche se il disegno generale è stato minuziosamente progettato, ciò che conta non è il suo chiudersi in una figura armoniosa, ma è la forza centrifuga che da esso si sprigiona, la pluralità dei linguaggi come garanzia d'una verità non parziale". (Calvino)

Sulla scorta di queste affermazioni s'intuisce come Calvino non ami tutta quella letteratura che tende a narcotizzare, per così dire, la totalità esistenziale dell'io per annegarla nell'indifferenziato magma dell'oggettività, abolendo il punto di vista coscienziale, la dialettica tra soggetto e oggetto. Non l'ama, codesta letteratura, perché essa sì, sarebbe una caotica, disordinata e disorientante elencazione di oggetti giustapposti (si pensi alla tipologia di labirinto che trionfa nella linea di Robbe-Grillet), incapace di qualsiasi atto liberatorio; una scrittura bloccata nelle spire della sua mimesi del reale, impotente ad offrire la chiave per uscire dal labirinto e dominarlo.

La scrittura a struttura labirintica, propostaci da Italo Calvino, soprattutto in alcuni dei suoi romanzi e racconti più significativi, procede come una lunga catena, come un puzzle infinito, che si snoda e si costruisce continuamente con una libertà e una ricchezza inventiva inesauribili. Un labirinto che non esiste più per chi ha il coraggio e la forza, l'intelligenza e la curiosità di attraversarlo, e di sapere riportare ad " un livello di vitalità positiva il caos labirintico che, scisso dal suo logos, non sarebbe se non inutile groviglio"( Monica Filograno).

Nuccio Palumbo


Fonte bibliografica:
Monica Filograno: I.Calvino e i percorsi labirintici ( sta in La scrittura, rivista letteraria trimestrale, anno 1,n.21996. Stango editore.
Lezioni americane. Sei proposte per il prossimo millennio, Milano, Garzanti, 1988.
(Le lezioni furono concepite da Italo Calvino nel 1985 per un ciclo di sei conferenze all'Università di Harvard, Cambridge, nel Massachusetts. La morte lo colse mentre vi stava lavorando)





articoli correlati

dello stesso autore




Postato il Mercoledì, 11 dicembre 2019 ore 09:00:00 CET di Nuccio Palumbo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi