Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 511255056 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2020

La scuola ha un futuro?
di m-nicotra
1680 letture

Chi cura le anime?
di g-aderno
1665 letture

Trasformazioni del piano e coniche: una proposta didattica
di m-nicotra
1602 letture

TFA e CONCORSI DA CONGELARE
di a-oliva
1399 letture

La voce dei ragazzi sul Covid. Proposta operativa di Educazione Civica
di a-oliva
1347 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Istituzioni
Istituzioni

·CORONAVIRUS - VOUCHER PER L'ACQUISTO PC, TABLET E CONNESSIONI
·CINEMA – Un finanziamento per riqualificare le sale cinematografiche
·CORONAVIRUS - DALLA REGIONE SOSTEGNO ALLE RIVENDITE DI GIORNALI
·MEDICI DI FAMIGLIA E PEDIATRI POTRANNO FARE TAMPONI RAPIDI
·Coronavirus, il Presidente Conte firma il Dpcm del 3 novembre 2020


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Nuove Tecnologie: Il sogno di una scuola così.Martedì 10 dicembre dalle ore 16:30 c/o la biblioteca della SM Dante Alighieri–CT Via Cagliari,59 presentazione del volume di LORENZO BORDONARO “Giù le cattedre–Guida alla sopravvivenza nella scuola di oggi e di domani”

Redazione
Lorenzo1

A Roma, al Palazzo della “Minerva” al Viale Trastevere, sede del Ministero dell’Istruzione, nei pressi della storica Biblioteca, sono allestiti due spazi: uno riproduce l’aula scolastica di ieri: con cattedra con la bacchetta del Maestro, banchi doppi con il foro per il calamaio, lavagna di resina con spugna e gessetti, l’appendiabiti con il grembiule nero e di fronte è stato allestito uno spazio dai colori chiari con computer, lim, tablet, monitor, videoproiettori, tavoli circolari e poltroncine.
Due realtà che raccontano la storia della scuola che cresce e risponde all’esigenza dei nuovi linguaggi, che adotta i nuovi alfabeti, per continuare una comunicazione efficace con i giovani.
Il libro di Lorenzo Bordonaro “Giù le cattedre. Guida alla sopravvivenza nella scuola di oggi e di domani” (Gaeditori-2019) risponde agli interrogativi riproposti in copertina: “Serve la scuola? – Come si costruisce la professione dell’insegnante?”.


Nel capitolo intitolato “L’ultima ora” l’Autore cita Froebel che già nell’800 diceva: “Educare è arte nobile, quanto difficile. Non è la cattedra che dà valore al maestro, è l’azione dell’educatore, l’opera intelligente e buona è il metodo che il maestro adotta”.

E Igor Spinella, imprenditore modenese, autore di “Sirius”, afferma che “Un insegnante bravo cambia la vita di un alunno, ma, purtroppo, lo fa anche quello cattivo” e poi amaramente conclude “E’ incredibile che entrambi percepiscano uno stipendio di sopravvivenza”.

Tra le pagine del volume viene descritto il “sogno di una scuola così”, in esse vibra forte e luminosa l’idea di scuola che educa, che forma, che istruisce e aiuta gli studenti a crescere, a diventare uomini e cittadini. Insegnare non è un mestiere, bensì una professione e chi la esercita “crede alle cose che fa”.

Una scuola che accoglie si manifesta nella gioia di andare a scuola contenti e non nell’immagine dell’uscire da scuola correndo e urlando, quasi per liberarsi da un incubo.

Una scuola pensata “di tutti e per ciascuno” risponde alle conclamate emergenze educative, quando il docente è capace di “saper guardare tutti ed osservare ciascuno”.

Solo allora la classe, non rimane semplice elenco di nomi in ordine alfabetico, ma assume un’anima, il gruppo classe manifesta uno stile, diventa laboratorio creativo di un metodo interattivo e coinvolgente che rende tutti gli alunni protagonisti nel pensare e nel fare e quindi, a conclusione della giornata scolastica, alla mamma che chiede “cosa avete fatto oggi scuola?” la risposta gioiosa delle nuove conoscenze acquisite gratifica l’impegno nello studio.

Le coordinate di sopravvivenza che il prof. Bordonaro traccia nel volume seguono i principi della qualità, dell’efficacia, del significato che ogni gesto e azione educativa deve avere per suscitare motivazione e partecipazione attiva.

Ed ecco che la “scuola sognata” e vestita con l’abito della festa, qualificandosi con l’attributo di “buona scuola”, s’imbatte nella realtà di una scuola reale, presente, con le sue eccellenze, felice del glorioso passato, ed anche con tutti i disagi, le imperfezioni, le carenze, i bisogni, i vuoti e gli errori.

Nella dedica sono ricordati due eccezionali educatori: Padre Luigi Giuliano, fondatore dell’Istituto “S. Maria della Mercede” di S Agata Li Battiati, dove Lorenzo ha promosso numerose attività di formazione nell’aula d’informatica e il preside Santo Gagliano, della “Scuola della seconda opportunità “Francesco Petrarca”, carissimo amico e attento educatore dei giovani, campione d’innovazioni e di progettualità, diventate adesso norma e legge della scuola di qualità, senza classi, senza zaino, capace di guardare il futuro e costruire una “seconda opportunità” in vista del domani dei giovani nell’ottica del lavoro. Presso la scuola Petrarca il prof. Bordonaro ha insegnato diversi anni, contribuendo attivamente al processo d’innovazione.

L’attenzione agli “ambienti di apprendimento” come recita la legge 107, trova nel volume un percorso di anticipazione e di convinta asserzione che per essere “ docenti significativi” non serve la cattedra, simbolo della trasmissione della cultura, segno dell’insegnamento dall’alto, ma si privilegia uno stile di cooperazione e di “interazione tra lo studente e l’insegnante allo scopo di facilitare le modificazioni previste nel comportamento dello studente”. Il termine comportamento afferisce al modo di pensare, di sentire e di agire e tutto ciò si chiama: apprendimento.

Mettere lo studente al centro dell’azione educativa significa operare il passaggio dalla lezione frontale allo studio individuale e al lavoro di gruppo; dalla cattedra con pedana, con banchi in fila per due, all’aula laboratorio, al circle time; dalla teoria nozionistica al saper fare e al “compito di realtà; dalla didattica per obiettivi alla “didattica per competenze”; dall’aula chiusa, alla classe aperta e proiettata “al di là della finestra”, per conoscere e scoprire il mondo e guardare le cose con occhi nuovi.

Lorenzo Bordonaro, alla luce della sua esperienza di docente che ha saputo da sempre dialogare con l’informatica dedica quattro capitoli alle nuove tecnologie della didattica, ai benefici e vantaggi del Piano digitale, all’uso delle T.I.C.: computer, LIM, tablet, smartphone, video proiezione, classe 2.0 . 4.0 e poi alla nuova didattica digitale che utilizza: E.book, E.Learning, E.Twinning ed il PBL Problem Based Learning. Tutte innovazioni che, ben utilizzate, aiutano e supportano l’azione didattica che ha sempre al centro la formazione integrale dello studente di oggi, “nativo digitale”.

Nel sogno di una scuola vera appare molto evidente la dimensione della relazione educativa, dell’orientamento e della scuola inclusiva, attenta ai bisogni di tutti e di ciascuno. Una particolare attenzione viene riservata agli alunni disabili, BES e DSA e a tutti gli alunni che hanno il diritto di trovare a scuola una guida sicura e “significativa” nel cammino di formazione.

Il docente bravo sta con i ragazzi, in mezzo ai ragazzi e la sua professione diventa viva, dinamica, creativa. Le procedure burocratiche spesso tolgono respiro alla vera didattica e rendono alcuni docenti “insignificanti” a tal punto che i ragazzi tornano a casa, dopo cinque ore di scuola, buttando la cartella a terra alla mamma che chiede: “Cosa avete fatto oggi a scuola?” la risposta immediata e pronta è : “Niente!” Come se cinque ore di lezioni non abbiano lasciato alcuna traccia, neppure un “segno”,  quasi a confermare che  il tempo scuola, anche se prolungato, nella sigla TP, voglia dire “tempo perso”.

Nei diversi capitoli l’Autore “vede” e descrive la scuola, “giudica” e formula considerazioni d’incoerenza tra il dire e il fare, e quindi, senza alcuna pretesa disegna un “piano di azione” che sollecita il coinvolgimento e l’intenzionalità personale.

Tante cose si possono frequentare a scuola: “Basta volerle fare”.

Quanti camminano sul sentiero delle lamentele, e si sentono a disagio a scuola, spesso s’indirizzano verso il crinale dell’indifferenza, del distacco, del minimo sforzo, e facilmente scivolano sul terreno della complicità, rendendo ancor più evidente il negativo, confermando il detto latino: “Non progredì, regredi est”.

Il libro di Lorenzo Bordonaro, comunica con uno stile semplice e immediato il profondo sentire dell’educatore, e con saggezza evidenzia le tracce di un percorso da seguire per continuare a costruire una scuola efficiente, capace di produrre qualità formativa ed eccellenti competenze, garantendo all’intera società un futuro migliore.

 

Giuseppe Adernò









Postato il Lunedì, 09 dicembre 2019 ore 08:00:00 CET di Andrea Oliva
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



Argomenti Correlati

Redazione

contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.26 Secondi