Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 489078170 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
ottobre 2019

Domenica 6 ottobre Lungomare Fest per l’intera giornata all’insegna della solidarietà.
di a-oliva
739 letture

Richiesta pubblicazione Avviso selezione Esperti - PON Competenze di base - II edizione
di m-nicotra
621 letture

Grazie Nicholas
di a-oliva
547 letture

Proposta formativa Competenze Digitali e Certificazioni ECDL-AICA per il PON Avv. Prot. 26502 “CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA”.
di a-oliva
522 letture

Personale ATA - Elenco definitivo Assistenti Amministrativi disponibili alla copertura dei posti vacanti del profilo di D.S.G.A. – A.S. 2019/2020
di a-oliva
518 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Istituzioni
Istituzioni

·Il Majorana - Arcoleo di Caltagirone sulla Nave della Legalità il 22 e 23 maggio
·Il possibile nuovo volto della scuola dell’autonomia, al convegno nazionale al Campus Universitario di Matera
·L’insegnante e il dirigente scolastico nella scuola dell’autonomia tra didattica, governance e progetto culturale - Convegno a Matera 14 e 15 marzo
·Seminario per docenti 'Famiglie, scuole, servizi e nuove tecnologie'
·L’apprendimento dell’inglese come gioco. A Didacta un metodo sperimentale basato su tecnologie e movimento del corpo


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Erasmus+: How it is to live, study and work in a foreign EU Country. Erasmus + Newport, 16-20 aprile 2018

Istituzioni Scolastiche
Si avvia alla conclusione il progetto Erasmus Plus dal titoloHow it is to live, study and work in a EU Countryche in tre anni di interscambi culturali ha coinvolto nove scuole disette nazioni europee mobilitato più di trecento studenti e diverse decine di docenti italiani, spagnoli, inglesi, olandesi, finlandesi, estoni e polacchi. Iniziato a Scordia nel gennaio 2016 sotto la guida del coordinatore generale e responsabile delle attività internazionali dell'I.I.S.S. "Ettore Majorana",il prof. Salvatore Di Stefano, il progetto ha raggiunto la sua ultima tappa approdando nel Regno Unito, protagonista di una cinque giorni di intense attività effettuate nella settimana dal 16 al 20 aprile 2018 raccogliendo il plauso del Dirigente Scolastico, prof.ssa Ornella Sipala.

Ancora una volta, una delegazione di quattro studenti e due docenti (in questo caso le prof.sse di lingua inglese Letizia Racito e Stefania Santoro) ha rappresentato l'Istituto in un contesto europeo vivendo per una settimana quali cittadini di un altro Paese con l'obiettivo di conoscerne e comprenderne la realtà sotto diversi punti di vista:educativo,scolastico, universitario e post universitario,economico,lavorativo, imprenditoriale.

Molto intenso il programma di attività approntato per l'occasione dal coordinatore inglese del progetto, il prof.Graham Heskethe dal suo team, costituito, tra gli altri, dai colleghi Tim Ramsay e Ina Gironne, che hanno previsto anche un momento di socializzazione e condivisione fra studenti, docenti e famiglie ospitanti con una bella serata dedicata ad un quiz di cultura generale.

I convenuti da ogni parte d'Europa sono stati accolti a Newport, antico borgo dell'Essex inglese,collocato strategicamente fra Londra e Cambridge,ricco di case storiche (alcune risalenti perfino al periodo Tudor) e sede della scuola ospitante, laJoyce Frankland Academy,rinomata istituzione scolastica fondata nel 1588 e oggi diretta dal Prof. Gordon Farquhar. Il borgo sorge nei pressi di Saffron Walden, tipica cittadina inglese che gli studenti hanno perlustrato in lungo e in largo partecipando ad una caccia al tesoro alla scoperta degli angoli più suggestivi del centro storico, non prima di essere stati ricevuti dal sindaco vestito per l'occasione in abito tradizionale.

Di particolare interesse la visita guidata della scuola con i suoi molti padiglioni immersi nel verde, la biblioteca, i laboratori attrezzati, la sala cucine, e gli impianti sportivi interni ed esterni, il tutto mostrato con orgoglio dagli studenti dell'istituto, gli stessi che hanno presentato ai compagni europei il sistema scolastico-educativo nazionale.

Non poteva mancare una visita alla città di Londra, rinomata capitale del Regno Unito, di cui abbiamo potuto ammirare i monumenti principali attraversando la città in direzionePalazzo di Westminster, prestigiosa sede del Parlamento inglese. Con le sue splendide sale ricche di storia, fra cui le celeberrimeHouse of CommonseHouse of Lords, il palazzo ha incantato tutti. Impressionanti le misure di sicurezza poste in essere qui come in tutti i punti nevralgici della nazione.

Assai interessante anche la visita all'aeroporto di Stansted, uno dei sei aeroporti internazionali dell'area metropolitana di Londra, centro nevralgico dell'economia dell'Essex con i suoi 13.000 impiegati. Si stima che gli attuali 25 milioni di passeggeri annui diventeranno 35 milioni nel prossimo quinquennio creando ulteriori 5.000 posti di lavoro. L'imponente piano di sviluppo già messo in atto punta a raggiungere ben 45 milioni di utenti annui creando nuovi collegamenti e realizzando ulteriori infrastrutture. Si tratta di una realtà lavorativa in forte espansione, come dimostra la prossima apertura, nel settembre 2018, di un college dedicato, lo Stansted Airport College, che formerà le figure professionali richieste: personale di bordo (piloti, e assistenti di volo), di terra (ingegneri e addetti alla manutenzione), impiegati nei settori ricezione e ristorazione. Un'occasione d'oro per i giovani di tutta Europa in cerca di occupazione.

Se l'ambiente aeroportuale ha aperto interessanti prospettive lavorative per i nostri ragazzi, sono state, invece, le visite alla splendida città diCambridge,percorsa sotto un tiepido sole primaverile, a rappresentare il maggior numero di opportunità didattiche per i convenuti. Con i suoi 18.000 studenti provenienti da ogni parte del mondo,5.000 fra professori e ricercatori,31 College e 150 fra facoltà,dipartimenti, scuole e istituti, l'Università di Cambridge è fra letop 5 Universities del mondo.

Insieme alCambridge Regional College, first for training and skills, come recita il logo, grazie alle numerose partnerships internazionali (85 in 22 Paesi nel mondo), e alla multinazionale farmaceuticaAstra Zeneca, che proprio a Cambridge annovera il proprio quartier generale, queste istituzioni hanno dato la misura di un ambiente formativo estremamente eterogeneo, dinamico, multietnico, competitivo e soprattutto ancora aperto a tutti nonostante qualche preoccupazione per il futuro dovuta agli esiti della Brexit.

Di notevole impatto anche le attività di workshop realizzate ad Astra Zeneca, oltre che la presenza di sei giovani ricercatori che hanno condiviso la loro esperienza e dato i loro consigli ai nostri allievi. Esplorare più opportunità possibile, diversificare le proprie esperienze, uscire dal proprio ambito territoriale: questi i suggerimenti principali.

Last but not least, la conferenza conclusiva con ospiti di tutto rispetto, fra cui un membro del Parlamento inglese e rappresentanti dell'economia locale (Stansted Airport e Astra Zeneca), ha ulteriormente approfondito i temi già trattati nel corso della settimana: formazione scolastica, universitaria e post universitaria, apprendistato, tirocinio e stage, sistemi di reclutamento lavorativo.

Questa tappa conclusiva del programma Erasmus Plus How it is to live, study and work in a EU Country è risultata particolarmente interessante essendo l'Inghilterra un Paese molto ricco di opportunità, culla peraltro della lingua inglese, da tutti adoperata quale lingua di comunicazione internazionale. Abbiamo vissuto davvero cosa significhi vivere, studiare e lavorare in un altro Paese europeo, come recita il titolo del progetto, efornito interessantissime prospettive ai nostri studenti, estendendo i loro confini personali, umani e culturali.

Quest'area del Regno Unito si contraddistingue, infatti, per le notevoli opportunità di istruzione universitaria rappresentate dalle prestigiosissime Università di Cambridge e Oxford, oltre che per il ricco e variegato panorama di attività di formazione professionale realizzate in ambito aeroportuale (Stansted Airport College), in campo farmaceutico (Astra Zeneca), nei numerosi corsi di formazione offerti dal Cambridge Regional College.

In tre anni di attività internazionali è stata realizzata una vera e propriafull immersionnel mondo della formazione (scuola, università e ricerca) e del lavoro (tirocinio, apprendistato, imprenditoria) all'estero di cui tutti i partecipanti faranno certamente tesoro e chissà che qualcuno dei nostri studenti non riesca a proseguire gli studi proprio nella prestigiosa Università di Cambridge o trovi impiego presso una delle molte imprese locali: sarebbe un bellissimo epilogo a questo progetto.

In fondo è questo il compito della scuola: creare opportunità per i giovani, accendere una luce perché ogni studente possa trovare la propria via. Per dirla con Shakespeare: "We know what we are, but know not what we may be" (Sappiamo quello che siamo, ma non sappiamo cosa possiamo essere).

Stefania Santoro
















Postato il Domenica, 20 maggio 2018 ore 07:00:00 CEST di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi