Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 465090040 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
ottobre 2018

Progetto Erasmus all’Istituto Comprensivo 'A. Gabelli' di Misterbianco
di m-nicotra
617 letture

Per una scuola di qualità. Seminario formativo per i futuri dirigenti
di m-nicotra
539 letture

Stato giuridico del personale docente e ATA. Quale futuro per la scuola pubblica ed i precari?. Convegno della CUB a Catania
di a-battiato
508 letture

IV workshop regionale su ADHD e Comportamenti dirompenti Nodi, snodi e percorsi - Liceo Cutelli
di m-nicotra
482 letture

X Edizione Rassegna Premio Giorgio Gaber - Obiettivo Nuove Generazioni
di m-nicotra
461 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Patrizia Bellia
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Sergio Garofalo
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Modulistica
Modulistica

·Personale scolastico 2013/2014
·Concorso dirigenti, quando la comunicazione è ambigua. Depennate le domande inoltrate dopo il 16. ''Colpevoli'' alcuni Usr.
·2011-2012 modelli di autodichiarazioni da allegare alle Utilizzazioni e Assegnazioni Provvisorie
·Modelli di utilizzazione verso i distinti gradi di scuola da parte del personale titolare in altro ruolo e appartenente a classe di concorso o posto i
·Sul Blog di professione insegnante modulistica assegnazioni provvisorie e utilizzazioni a.s. 2011/12


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Dirigenti Scolastici: Il miraggio della dirigenza

Rassegna stampa
Dal 1° settembre scattano le reggenze, ma in Sicilia ci sono tanti  aspiranti Ds, in attesa di cui nessuno s'interessa! Dopo le vergognose scelte operate dall'Amministrazione due anni addietro, con un corso-concorso intensivo svoltosi in piana estate e conclusosi con esami, ma non risolutivo per le previste immissioni in  ruolo (ne hanno beneficiato solo pochi partecipanti!), riceviamo e pubblichiamo la lettera a firma del Comitato "Giustizia per il 2004". Scontata l'amarezza dei componenti del Comitato, ma soprattutto delusione per il silenzio colpevole (e forse collusivo!) dei politici nostrani che spesso sposano le "cause perse" per fare spettacolo, ma ignorano le "cause vere", forse perché una soluzione di tal genere non farebbe notizia e non conquisterebbe intere pagine della stampa cartacea e web. Questa testata e chi scrive, non è per le soluzioni abborracciate, ma la storia che si coglie nel documento riportato integralmente appresso è davvero incredibile! Come sempre questa testata pubblicherà eventuali opinioni diverse e precisazioni.  (n.b.)

ceripnews.it

"Calunnie, solo calunnie", noi rappresentanti del Comitato "Giustizia per il 2004" siamo contrariati dalle affermazioni che da mesi il Comitato ricorrenti del 2011 ripete incessantemente gettando ombre su tutto il mondo della scuola. Un buon docente, per giunta aspirante dirigente, dovrebbe avere contezza dei termini che usa, rendendo onore al ruolo che ricopre e soprattutto alla verità, cosa che non fanno i ricorrenti del 2011 che reclamano una sanatoria MAI realizzata, soprattutto in Sicilia, e fanno passare per vera una condizione che è tale soltanto per chi non conosce la realtà della scuola siciliana e le inadempienze pregresse della sua governance.
Ma andiamo per ordine nel tentativo di ricostruire il percorso tortuoso dei ricorrenti del 2004. Tutto ha origine proprio nel 2004, quando il concorso per dirigenti scolastici viene espletato con tali evidente irregolarità nella nostra regione Sicilia, che nel 2009 il CGA di Palermo lo annulla, "per vizi insanabili", imponendo la rinnovazione dell'intera procedura. Ecco, questa è una differenza sostanziale tra i ricorrenti del 2004 e i ricorrenti aspiranti dirigenti del 2011. Infatti nelle regioni nelle quali il concorso del 2011 è stato dichiarato nullo, i candidati idonei hanno giustamente reclamato e ottenuto una sanatoria, mentre gli altri bocciati del 2011 ora invocano a livello nazionale una sanatoria anche per loro, in virtù di una presunta disparità di trattamento con i ricorrenti del 2004.

Con la legge n. 202 del 2010 il governo aveva cercato una soluzione in Sicilia per evitare la ripetizione del concorso; tale norma, di fatto, ha garantito solo quei 426 candidati diventati dirigenti in Sicilia attraverso la suddetta procedura irregolare, quindi congelati fino all'emanazione della legge 202, così da mantenere il ruolo. La legge 202 ha scontentato tutti gli altri, anche in relazione al fatto che la soluzione proposta sollevava dubbi circa la costituzionalità. La risoluzione totale di tutti i contenziosi veniva inquadrata nel 2015 nell'ambito della la famosa 107 del 13 luglio, cosiddetta "Buona scuola", che, con i commi 87 ed 88 dell'art.1, proponeva di chiudere i contenziosi e salvaguardare il sistema scolastico dai rischi derivanti dai ricorsi, garantendo altresì una regolare presenza di dirigenti nelle scuole. Per l'applicazione della legge fu emanato il DM n. 499, che fu però messo in atto in forme diverse nelle varie regioni italiane. In particolare, mentre altrove (Toscana, Lombardia, ecc...) si sono svolti i corsi di formazione intensivi e la relative prove finali con regolarità, in Sicilia si sono svolti con una procedura confusa e sommaria sin dall'inizio (tanto che al corso poteva entrare e firmare chiunque ed i controlli, effettuati da parte del personale ATA, sono iniziati soltanto dal terzo giorno in poi).

Dopo le lezioni intensive e consecutive per dieci giorni, dal 10 agosto 2015 in poi, il percorso formativo si concludeva con una prova effettuata dopo soli tre giorni (e non dopo i 20 giorni che prevede un concorso serio, e di cui hanno goduto tutti coloro che hanno svolto il corso successivamente, a Napoli e Palermo). Inoltre, a seguito della conclusione del corso, contrariamente ad ogni logica valutativa tempestiva, i criteri per la valutazione della prova scritta venivano pubblicati a prova conclusa, nel pomeriggio della giornata in cui i candidati svolgevano la stessa.

Queste ed altre innumerevoli irregolarità sono state e sono oggetto di numerosissimi contenziosi che intasano le aule dei tribunali dove le lungaggini burocratiche alimentano i dissapori insieme alle sentenze cosiddette "copia-incolla" di tanti giudici sbrigativi o procrastinatori, mentre le scuole annaspano per il numero sempre più alto di reggenze che non potranno mai sostituire una piena governance dirigenziale.
Pertanto, a seguito del chiasso mediatico che stanno suscitando da mesi i ricorrenti del 2011, l'opinione pubblica viene indotta a credere che la totalità dei ricorrenti del 2004 siano stati già sanati e che il loro percorso sia simile a quello del 2011, mentre le cose stanno diversamente, sostanzialmente e giuridicamente.

Di certo la quantità esorbitante dei ricorrenti del 2011 non può rientrare in una sanatoria che di solito si rivolge ad un numero contenuto di soggetti; non potendo tali richieste essere accolte, neanche la nostra situazione è stata mai presa in seria considerazione, per non creare ulteriori proteste e azioni di dissenso, dando così un alibi all'inerzia dei governanti.

A seguito della procedura del 2015, su 137 candidati sono stati dichiarati idonei solamente 50 soggetti, mentre il restante 65 per cento è rimasto escluso; eppure, di fronte a tale eclatante risultato e ad un eccessivo rigore non compatibile con la frettolosità della procedura, nessuno di noi ha mai pensato di andare nelle piazze, o a protestare davanti al Ministero, ma ci siamo affidati alla magistratura che, allo stato attuale, non si è ancora espressa definitivamente in merito.  Ci siamo rivolti ai nostri rappresentanti politici siciliani e nazionali, abbiamo denunciato l'anomalia della procedura, l'evidente volontà di eliminare dalla corsa un cospicuo numero di professionisti formati (a spese della collettività) e il palese atteggiamento di ostilità da parte dell'USR Sicilia e dei Sindacati (che hanno pubblicato articoli aggressivi durante lo svolgimento del corso e inviato diffide all'Ufficio scolastico). Il Ministro e il governo non hanno ascoltato la voce dei rappresentati politici che, messi a conoscenza della nostra penosa odissea, hanno proposto innumerevoli volte degli emendamenti per chiudere una volta per tutta una situazione incresciosa che va avanti da ben 13 anni. Ma non siamo stati considerati e non c'è stata alcuna solerzia nel constatare il danno che deriva alla Scuola nell'escludere docenti, formati dallo Stato per la dirigenza, che da anni affiancano con riconosciuta professionalità i dirigenti nella complessa gestione delle rispettive istituzioni scolastiche, ricoprendo ruoli di responsabilità in scuole di ogni ordine e grado.

La scuola è un settore chiave della società e, in vista delle prossime elezioni, il popolo siciliano dovrebbe conoscere i fatti e le palesi irregolarità commesse, avere informazioni oggettive su cui formulare opinioni circa le diverse responsabilità. Il persistere di questo vulnus rende oltretutto problematica anche la futura procedura del concorso, non ancora avviata ma già tanto discussa, che non potrà a breve risolvere questioni pluridecennali, laddove né i sindacati né molti politici di tutto l'arco costituzionale sono riusciti ad affrontarle e risolverle.

L'assessore Marziano deve discutere con la ministra del problema dei docenti siciliani, ma degli aspiranti dirigenti scolastici già formati chi si occupa? Di certo non la Ministra che si è preoccupata di ricevere o far ricevere dai sottosegretari solo i ricorrenti del 2011, non i presidenti di Camera e Senato, e l'elenco potrebbe ancora proseguire. Di noi si occupano solo i ricorrenti del 2011 per diffondere falsità e calunnie. E' venuto il momento di far sentire, forte e chiara, anche la nostra voce per proclamare la tortuosità del nostro lungo percorso che continua ancora".

Giustizia per il 2004








Postato il Sabato, 19 agosto 2017 ore 07:30:00 CEST di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 3.66
Voti: 3


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.22 Secondi