Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 415642090 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
gennaio 2018

Chiudono le scuole paritarie, 104 in Sicilia. Alleanza tra genitori e docenti e all’orizzonte il costo standard
di g-aderno
1329 letture

Notte Nazionale del Liceo Classico al Liceo Spedalieri – IV edizione – Natura Naturans
di m-nicotra
1039 letture

Legge di Bilancio 2018: l’insoddisfazione dei Collaboratori dei DS. Appello alle forze politiche
di m-nicotra
859 letture

In varietate concordia…. IV Edizione 'Notte Nazionale dei Licei Classici 2018' al Convitto Mario Cutelli - Catania
di a-oliva
732 letture

Future Lab, il Marconi polo formativo in Sicilia
di m-nicotra
701 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Andrea Oliva
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Patrizia Bellia
· Sebastiano D'Achille
· Sergio Garofalo
· Santa Tricomi
· Marco Pappalardo
· Alfio Petrone
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Modulistica
Modulistica

·Personale scolastico 2013/2014
·Concorso dirigenti, quando la comunicazione è ambigua. Depennate le domande inoltrate dopo il 16. ''Colpevoli'' alcuni Usr.
·2011-2012 modelli di autodichiarazioni da allegare alle Utilizzazioni e Assegnazioni Provvisorie
·Modelli di utilizzazione verso i distinti gradi di scuola da parte del personale titolare in altro ruolo e appartenente a classe di concorso o posto i
·Sul Blog di professione insegnante modulistica assegnazioni provvisorie e utilizzazioni a.s. 2011/12


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Concorso Docenti: Concorsi pubblici, record ricorsi in scuola e università

Rassegna stampa
Diecimila ricorsi in cinque anni contro i concorsi della pubblica amministrazione. Le selezioni per l’assunzione dei dipendenti della Pa spesso e volentieri prendono la strada dei Tar e del Consiglio di Stato, organi competenti a intervenire sulle procedure concorsuali. Un numero di impugnazioni che si può considerare significativo, tanto più in anni in cui il reclutamento nella pubblica amministrazione è vincolato dai blocchi del turn over per esigenze di risparmio, e finisce per paralizzare o, nel migliore dei casi, rallentare l’attività degli uffici pubblici coinvolti. Ricorsi che, almeno davanti ai Tar, vedono la pubblica amministrazione vincere la maggior parte delle volte.
La galassia senza confini
Nessuno sa quanti siano i concorsi pubblici che finiscono in un ricorso, come è accaduto da ultimo – per rimanere ai casi più eclatanti – al contenzioso che ha investito le nomine dei dirigenti dell’agenzia delle Entrate. Si tratta di un monitoraggio complicato, se non impossibile, anche a voler restare solo sul piano dei concorsi banditi a livello nazionale da parte delle amministrazioni centrali. Non c’è, infatti, un ufficio che tenga il conto di quante selezioni pubbliche finiscono davanti ai giudici nella fase del reclutamento, cioè quella del bando e dell’espletamento del concorso, fasi che sono di competenza dei giudici amministrativi (dopo l’assunzione la questione passa nelle mani del giudice civile).
La stima
Per avere un’idea del problema si deve cercare di mettere insieme più pezzi. Intanto, il numero di concorsi banditi in questi ultimi anni. Rimanendo a livello di amministrazioni centrali, un tale quadro lo si può ottenere attraverso i bandi autorizzati dal dipartimento della Funzione pubblica. Dal 2012 a oggi risultano 39 concorsi, soprattutto nella scuola, nelle Forze di polizia e nei Vigili del fuoco. Si tratta di bandi, in particolare nella scuola, per migliaia di posti.
Per capire l’ordine di grandezza del contenzioso che si origina dal numero tutto sommato ristretto dei bandi – e che riguardano solo alcuni settori della Pa, dove il blocco del turn over si allenta o non è previsto – si deve guardare all’andamento delle cause pubbliche presso i Tar e il Consiglio di Stato. Le elaborazioni messe a punto dal segretariato della giustizia amministrativa parlano di quasi 10mila ricorsi che in vari settori – dalle Forze di polizia all’istruzione, dal pubblico impiego ai notai – sono stati presentati presso i tribunali amministrativi.
Si tratta, comunque, di dati che possono dare l’idea – e confermare la sensazione diffusa – di un intervento massiccio dei giudici amministrativi nella corretta applicazione delle procedure concorsuali. Ci sono, però, almeno due elementi di cui tener conto: spesso un ricorso è presentato da più persone; di contro, una stessa selezione può essere oggetto di più cause. Dunque, i 10mila ricorsi presentati ai Tar non corrispondono al numero di ricorrenti, né, tanto meno, dicono quanti siano i concorsi impugnati. Si tratta, tuttavia, di un ordine di grandezza che dimostra come il contenzioso sia pesante.
Dal primo grado all’appello
Se si analizzano i dati della giustizia amministrativa, ci si rende conto che la parte più consistente di contenzioso è imputabile ai ricorsi in materia di pubblico impiego: i ricorsi presentati nei cinque anni presi in considerazione sono quasi 5mila, seguiti dai 2mila nell’Università e dai mille nelle Forze armate.
I Tar hanno definito poco più della metà dei ricorsi presentati e tale proporzione viene rispettata in tutte le materie monitorate: nel pubblico impiego, per esempio, sono quasi 2.500 le cause arrivate a sentenza, nell’Università oltre mille.
In primo grado, la pubblica amministrazione riesce spesso ad avere ragione: oltre 3mila i ricorsi respinti contro i 1.800 accolti. E anche qui c’è da fare una precisazione: la mancata corrispondenza tra numero di cause definite e la somma di quelle accolte e respinte è imputabile al fatto che uno stesso verdetto può riferirsi a ricorsi su un’identica questione.
Diverso il quadro in appello: davanti al Consiglio di Stato o al Consiglio di giustizia amministrativa della Sicilia, infatti, si registra una sostanziale parità di verdetti: 786 a favore dei ricorrenti e 835 della pubblica amministrazione. In appello, però, arriva una solo una parte delle cause definite in primo grado: il 40% circa si perde per strada perché non c’è interesse a proseguire nel contenzioso.

Antonello Cherchi
Il Sole 24 Ore








Postato il Martedì, 10 gennaio 2017 ore 07:00:00 CET di Antonia Vetro
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.39 Secondi