Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 472627486 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
gennaio 2019

Lettera a Francesco Merlo
di a-palumbo
650 letture

Bandito il concorso per 2004 posti di Direttori dei Servizi Generali ed Amministrativi (ex segretari) nelle scuole statali. Domande entro il 28 gennaio 2019
di m-nicotra
625 letture

Prorogata la mostra didattica itinerante su Van Gogh
di m-nicotra
603 letture

La cucina Thaillandese si aggiudica il primo premio del contest 'Intercultura a tavola' organizzato dell’alberghiero di Caltagirone
di m-nicotra
582 letture

Il governo colpisce il Centro-Sud e premia chi tassa gli studenti
di m-nicotra
517 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Patrizia Bellia
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Sergio Garofalo
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Redazione
Redazione

·Quando la scuola diffonde la gioia. Consegnata la targa di Ambasciata della Gioia all’Istituto “E. De Nicola” di San Giovanni La Punta
·Nel marzo 2019 al via la quinta edizione dei Campionati della Geografia
·Cittadini a scuola e cittadini nella società. La vita stentata dell’Educazione Civica
·Festa del Tricolore all'IC San Giovanni Bosco di Catania
·Con il nuovo anno, si cambia? Vent’anni e passa di 'guerra civile fredda' il Paese ha dovuto sopportare!


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Sicurezza: Riflessioni sul caso di pedofilia in una scuola elementare di Roma

Redazione
Mentre il governo vara un decreto che esternalizzerà sempre di più servizi scolastici a cooperative e a ditte private vorremmo proporre una riflessione sul caso di pedofilìa in una scuola elementare di Roma. In questa vicenda si ripresenta con forza il problema degli affidamenti di servizi a privati. Con un titolo a caratteri cubitali un quotidiano romano pubblica il titolo: "Insegnante abusa di un bambino disabile di 10 anni" l'articolo inizia così: "Insegnante di sostegno e pedofilo..". Invece, gli insegnanti (maestre e maestri elementari) non c'entrano nulla, anzi, è stata proprio una maestra a scoprire il  pedofilo e farlo arrestare. A compiere i presunti abusi sessuali su un bambino disabile di 10 anni non è stato un insegnante, e nemmeno un collaboratore scolastico (come hanno scritto falsamente altri giornali) ma è stato un assistente di base esterno, dipendente da una cooperativa convenzionata con il municipio.

E' quindi gravissimo quanto accaduto ai danni di un bambino inerme ma è anche grave l'errore di indicare un insegnante della scuola elementare (o altri profili interni della scuola) come colpevole di questa odiosa e tragica vicenda.
Probabilmente sarà stato frutto della superficialità del cronista.
Premesso che un fatto del genere scuote le coscienze di tutti, che allarma tanti genitori che ogni mattina affidano i propri figli in una scuola pubblica sapendoli al sicuro, e che casi come questi determinano un profondo trauma psicologico nelle vittime e nelle loro famiglie,  dobbiamo chiederci se è possibile prevenire episodi simili e individuare quali siano le responsabilità di enti pubblici e soggetti privati.

A Roma il capitolo della cooperazione sociale è diventato un punto dolente dopo il grande polverone di Mafia Capitale che ha coinvolto piccole e grandi cooperative.  Ma il mondo degli appalti sociali e degli accreditamenti con i municipi è stato, fin dalla seconda Giunta Rutelli, oggetto di contestazioni e di polemiche per lo sfruttamento interno degli operatori e per l'utilizzo di personale senza titolo e qualifica che non poteva garantire la necessaria qualità del servizio.
Il Consiglio comunale di Roma nell'estate dell'anno 2000 ha provato a fare una prima regolamentazione con la delibera n. 135/2000 che prevedeva, come pena, la rescissione della convenzione/appalto con le cooperative che non rispettavano i contratti collettivi e gli obblighi contributivi verso il personale impiegato.

Come succede per molte norme approvate e non applicate, a quella delibera comunale non è stato dato un seguito sostanziale perché gli abusi di contratti a progetto illegittimi e di collaborazioni coordinate e continuative sono proseguiti per molti anni. In alcuni casi, l'assistenza ai disabili è stata come una "gallina dalle uova d'oro".
In base a ricerche in rete dagli anni 2000 ad oggi, emerge che alcune cooperative accreditate erano, da una parte, costrette a svolgere una doppia funzione a beneficio dei municipi e del comune: Quella di probabile bacino elettorale per candidati "protettori" e quella di bancomat per le casse comunali. Nel senso che i fondi venivano erogati alle cooperative con molto ritardo e queste erano costrette ad anticipare gli stipendi con l'utilizzo delle fidejussioni e/o del TFR dei soci. In cambio di questa disponibilità, le cooperative non ricevevano adeguati controlli sui rapporti di lavoro, sulle qualifiche impiegate nei servizi di assistenza, sull'entità del pagamento orario agli operatori, sulla valutazione ex ante, in itinere e ex post di un progetto sociale o del Piano Assistenziale o/o Educativo individualizzato. Per questi motivi il lavoro sociale così poco valorizzato è diventato in molti casi un "estrema ratio" per disoccupati alla ricerca di qualcosa per sbarcare il lunario. Motivazione etica professionale, titoli di studio e qualifica erano diventati roba sconosciuta e secondaria se si avevano le giuste conoscenze.

E inoltre, come l'Assessore alla Legalità, Alfonso Sabella aveva fatto emergere, l'uso delle proroghe dei servizi senza gara alle stesse cooperative sociali era diventata da due decenni una prassi consolidata. Non era poi raro che queste cooperative  assumessero parenti o amici di dirigenti e  funzionari comunali e persone raccomandate da politici.
Rievocata questa memoria storica, vorremmo ribadire alcuni primitivi suggerimenti di base per poter ristrutturare la qualità del lavoro e del servizio nel settore del welfare esternalizzato a Roma:
  1. Introdurre nei capitolati e nei bandi di accreditamento il controllo nominativo sistematico dei titoli del personale effettivamente impiegato da citare obbligatoriamente nella relazione mensile;
  2. Introdurre l'obbligo periodico di supervisione terapeutica degli assistenti a bambini, anziani e diversamente abili;
  3. Regolamentare l'utilizzo degli operatori che sostituiscono in caso di assenza breve o lunga del titolare attenendosi al concetto di continuità e qualità assistenziale;
  4. Controllo sistematico dei rapporti di lavoro e del reclutamento di personale
  5. ....
Ci limitiamo a questi concetti base sperando di aver lanciato alcuni utili spunti di riflessione.

Ciardullidomenico.it/pedofilia-scuola-le-responsabilita/








Postato il Sabato, 12 marzo 2016 ore 06:00:00 CET di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi