Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 477974927 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2019

Gli studenti dell’IIS De Nicola di San Giovanni La Punta sulla 'via' del pane
di m-nicotra
2064 letture

La SIBEG di Catania apre le porte agli alunni del corso Serale dell’I.I.S. De Nicola di San Giovanni La Punta
di m-nicotra
1979 letture

'Njura Cirasa. Canti e Storie di Siciliani alla Grande Guerra' di Carlo Muratori ad Acireale
di m-nicotra
1423 letture

L’editoria come strumento per valorizzare e diffondere il patrimonio culturale: Metti una redazione a scuola!
di m-nicotra
1409 letture

A Romecup 2019 le sfide dell'umanità aumentata. E più inclusiva tra robotica, intelligenza artificiale e scienze della vita
di m-nicotra
1381 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sergio Garofalo
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Comunicati
Comunicati

·Edu Day di Microsoft a Matera. Con Arin
·Mostra d'arte contemporanea 'Connotazioni stilistiche' al Museo Emilio Greco di Catania - 13 al 22 aprile 2019
·Lettera al Ministro dell'istruzione di SOS Geografia
·A Romecup 2019 le sfide dell'umanità aumentata. E più inclusiva tra robotica, intelligenza artificiale e scienze della vita
·Conferenza di studio su Emanuele Navarro della Miraglia - Il Precursore del Verismo


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Vi racconto ...: Sant’Antonio Abate, le tentazioni, e la ricerca della verità. Un’intervista possibile

Redazione
Dicono di un uomo che nelle notti di plenilunio cammina in solitudine nel deserto, guarda il firmamento e parla di verità. Un uomo che gioca con le stelle in compagnia dei lupi e governa serpi e armenti, lungo filari d'infinito. Un uomo che conosce tutte le speranze e le tentazioni del mondo, che sa leggere le vie segrete delle passioni umane, che ha appreso nel tempo della sua giovinezza le beatitudini della vita. Molti lo conoscono come l'Abate, l'Eremita, l'Anacoreta, l'Asceta. Per noi è solamente Antonio, il Grande. Per tutti è un amico, una guida, un maestro. Sant'Antonio Abate. Ha scelto per la sua vita, la solitudine, l'isolamento, il silenzio. Nelle grotte del deserto dell'Africa ha tutto il suo mondo. Una vita di sacrificio e di preghiera, di fatica e di meditazione, di rinunce e di raccoglimento. E di ricerca. Per capire il mondo ha scelto di "uscire" dal mondo, per conoscere la Verità ha rinunciato alla verità degli uomini, per sapere il segreto della vita ha rifiutato tutto dalla vita. Antonio, un uomo alla ricerca della Verità. E Antonio è un fiume di sapienza e santità in un oceano di silenzio. E parla con il linguaggio dell'infinito ...

In quell'antica terra d'Egitto, arsa e senza un filo di vento, l'ho incontrato, era in compagnia d'alcuni discepoli e di tanto silenzio. «Il mio luogo è la solitudine, e abito il silenzio. L'opposto del vostro "comodo" mondo, della vostra bella vita in movimento, piena di tutto,... piena di niente! Da qui, da questo spazio incontaminato, da quest'ultimo "gradino del mondo", ho capito tutto,... tutto quello che un uomo mortale può comprendere... E sono felice».

Padre, non ci nascondere le tue umane solitudini, le tristezze, le paure, le speranze, i momenti bui morsi dalla tentazione, i giorni migliori passati sotto lividi di ricordi e di rimorsi smarriti. Parlaci del tuo tempo, tutto il tempo lasciato, tutti gli anni perduti, tutto l'amore donato, tutte le lacrime versate, tutte le parole consumate, in questo muto invaso del mondo. Basteranno covoni e trecce di vimini per raccogliere i fili di vita intarsiati         all'improvviso in quest'angolo muto di terra!? Dimmi come fai, un giorno, un mattino, uno come tanti, ti alzi felice e diventi santo!?

«Si, è vero, tutto ebbe inizio dal passo evangelico del "giovane ricco", ma niente sarebbe stato possibile senza, diciamo, il "sostegno" dei miei cari genitori. Tutte le notti li ricordi e prego per loro, la parsimonia della mia povera mamma, la laboriosità di mio padre, il loro carattere forte e deciso, la "ricchezza" della loro educazione! Il mondo è triste senza una visione, un'idea, una fede. La vostra "radicalità" per il materiale, per l'immanente, per il possesso, per il "già visto" mi fa pena e mi commuove. Dal mio eremo, il mondo lo vedo lontano, quasi non lo capisco, non lo riconosco più. Sono andato via dal mondo per capire meglio il mondo, per conoscere il segreto di tutte le cose, per trovare la verità intima di questo povero mondo. Certo, lo so. La solitudine fa paura, confonde, sconvolge, anch'io ho avuto paura di non farcela, anch'io sono stato tentato di mollare tutto e di ritornare nella mia vita, nel mio tempo. Sapessi quante notti insonni che ho passato... Poi ho capito che solo la solitudine può aiutare a conoscere, a capire, a trovare; senza di essa mai sarei diventato quello che sono! La volontà aiuta, fa tanto, ma se non ci sono le idee, la determinazione, se non c'è coraggio, se non c'è fede, niente è possibile. Credimi!».

Padre, cosa sono le "tentazioni"?
«Caro figliuolo, anche tu li conosci bene, vero!? Vedi, quello che io chiamo "tentazioni", e i miei cari confratelli francescani "vanità", voi li chiamate "vita". Lo so, la vita è bella, e senza le "tentazioni" quant'è noiosa la terra! Anch'io, in gioventù, ho amato tutto dalla vita, "ho succhiato il midollo stesso della vita", tutte le gioie, l'amore per le donne, l'amicizia, i viaggi, l'arte, la bellezza, i piccoli, gli animali, la passione per la politica, il furore per la battaglia, la rabbia dei tradimenti, l'esultanza della vittoria. Ma,... se riesci a sollevarti anche d'un sol palmo da terra, come fanno i poeti, i matti, o i santi, capirai che "tutto" scivola come sabbia infuocata del deserto, e alla fine non rimane niente, solo il bruciore nel palmo della mano. Lo so, non è facile combattere le "tentazioni", io c'ho messo un'intera vita... e le combatto ancora!».

Padre, cosa pensi dei migranti?
«Caro figliuolo, lo dici a me che sono un africano!? La migrazione è vita! La verità è che nessuno si vuole ricordare del tempo in cui ha patito la fame ed è dovuto andare in terre lontane in cerca di sollievo e di fortuna. Ma tutti, chi più chi meno siamo "migranti". E anche tu, ricordi, vero!? "Migrare" è la condizione della nostra esistenza. Tutti andiamo verso qualcosa e qualcuno... che non conosciamo neppure! Beato chi è sempre pronto "con la cintura ai fianchi e le lucerne accese", come diceva il Maestro!».

Quest'anno si celebrerà il Giubileo della Misericordia, indetto da papa Francesco.
«Papa Francesco è davvero un grande! La Misericordia è un dono divino che può essere solamente "donata" dall'alto, e custodita da ciascuno come dono prezioso e divino, appunto. Temo che non tutti riescono a comprenderne il profondo significato, umano e spirituale. Io, caro figliuolo, appartengo ad una generazione che sente ancora l'odore di carne bruciata nelle cavee degli anfiteatri di tutto l'impero, eppure abbiamo perdonato i romani. Spero che anche voi possiate perdonarvi l'un l'altro!».

Misterbianco non t'ha mai scordato, t'ha sempre "festeggiato"!
«Ma le feste, caro figliolo, quelle si che sono solo "vanità"! Però, se sono per la gloria di Dio, se aiutano a fortificare la fede del popolo, se sono a giovamento del messaggio evangelico, ebbene, allora anche quelle servono! Macari 'a "Festa Ranni", come la chiamate voi! Però, stiamo attenti a non esagerare,... 'u suprècchiu è comu 'u mancanti", come dite dalle vostre parti! E dillo ai tuoi cari compaesani, soprattutto a qualche misterbianchese "testa calda"! Adesso s'è fatto tardi e devo proprio andare; ti voglio dire ancora una cosa: Amate sempre, amate comunque! Solo l'amore conta, solo l'amore resta! "Ama e fa ciò che vuoi", come dice Agostino d'Ippona, un altro mio grande conterraneo. Solo l'amore vince!». Quanta verità nelle sue parole! Quella verità che solitaria vaga in campi color fuoco, tra sabbia e rose del deserto... nel mondo di Antonio, il Grande!

Angelo Battiato
angelo.battiato@istruzione.it








Postato il Sabato, 16 gennaio 2016 ore 01:00:00 CET di Angelo Battiato
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.22 Secondi