Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483935188 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4421 letture

Plauso alle ordinanze di sospensione dell’efficacia esecutiva delle sentenze del Tar. Concorso Ds 2017
di m-nicotra
1523 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1465 letture

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
938 letture

Il Consiglio di Istituto dell'IIS Majorana-Meucci di Acireale manifesta disagio per la decisione di non autorizzare la formazione della classe terza del Tecnico Economico
di m-nicotra
928 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Recensioni
Recensioni

·Kaleidoscopio di Enzo Randazzo alla Fondazione Verga di Catania
·All'Ursino Recupero presentato il volume dell'italianista Maria Valeria Sanfilippo
·Venerdì 7 luglio, alle 17:00, all’Ursino Recupero (via Biblioteca 13), avrà luogo la presentazione del volume “Giuseppe Bonaviri e le Novelle saracene” (ed. Aracne) di Maria Valeria Sanfilippo
·La Madonna dei Bambini a Sant’Agata La Vetere
·Un libro per amico, 'Un milanese a Catania' di Gianluca Granieri


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Umanistiche: Donatella Gabrielli e l’estetica della metamorfosi metafisica

Redazione
Si può prescindere nella pittura da ogni rappresentazione del finito? Evidentemente non è possibile, e Donatella Gabrielli, grande artista e ed efficacissima organizzatrice di gruppi culturali e di eventi artistici a Sarzana, a La Spezia ed a Massa Carrara, ci fornisce l'immagine insistita e raffinata di un "finito minimalista" che ottiene il massimo dell'espansione e che contiene l'infinità. Miracolo dell'arte e della capacità artistica! Miracolo della pienezza dei mezzi espressivi, creativi e percettivi, e della visione totale della realtà. Miracoloso è il fenomeno del piccolo che contiene il grande, anziché esserne contenuto. E non è davvero cosa di poco rilievo, poiché si tratta dell'avvenimento più straordinario che si possa immaginare il fatto che l'artista riesca a produrre una molteplicità di forme piccolissime, appena visibili, appena abbozzate, mediante una speciale azione cromatica, e ad ottenere con una magia tecnica una suggestiva metamorfosi all'interno delle stesse forme e nell'assoluta simultaneità dell'azione artistica che rende il finito un infinito.

Donatella Gabrielli arriva tardi agli studi artistici,ma non all'idea dell'arte che ha nelle sue vene e che coltiva sin da ragazza con la stessa forza della sua acuta sensibilità e la potenza della sua intelligenza messe a frutto, certo, solo successivamente, quando riesce ad affinare nei corsi regolari del liceo artistico e dell'Accademia di Belle Arti di Carrara gli strumenti del mestiere ed i mezzi espressivi che appartengono per una piccola parte alla diligente e costante applicazione didattica e per la parte maggiore alla sua soggettività e alla sua intrinseca qualità ed al suo profondo sentimento dell'arte. Questo è presente in sommo grado nell'Artista e le permette di trasformare le acquisizioni tecniche in tessiture artistiche e in opere che hanno la loro sostanza nella poetica, cioè in quell'atto di percezione e di intellezione indispensabile per realizzare l'opera, il cui contenuto non è sufficiente, da solo, ad ottenere la completezza e la bellezza dell'operatività. Si impone allora l'esistenza e la preminenza di un quid che altro non è se non l'anima dell'artista, il suo personale punto di vista, la sua originale visione del mondo. Se l'arte non è semplice riproduzione ma creazione del reale nell'immaginario soggettivo, essa si conquista proiettando nell'opera la propria visione e valutazione dell'universo. Tecnica, cultura e visione, in sintesi, danno il prodotto artistico. E la Gabrielli produce ed offre in grande quantità e in ottima qualità le condizioni ora indicate.

L'Artista sarzanese-castelnovese dice di seguire un lontano modello di informale e di ispirarsi per questo motivo a Picasso ed a Pollock, che le sembrano i protagonisti più rappresentativi e fortunati di un informale che gradualmente si formalizza e che in effetti con Picasso compie la sua metamorfosi figurativa in "Guernica", in cui viene denunciato il misfatto del bombardamento nazista del 1937 nella guerra civile spagnola, e con Pollock fa lo sforzo estremo di dare forma alle forti emozioni nei "Pali Blu" del 1953. La Gabrielli assume e trasforma i suoi modelli estetici in semplice energia propulsiva che mette in moto la macchina della sua immaginazione per approdare ad un figurativo astrattamente delineato nel quale emergono dallo sfondo grigiastro della tela frammenti di umanità pensosa e dolorante. Siamo in una situazione storica diversa da quella rappresentata sia da Picasso che da Pellock, e la Gabrielli esprime l'attuale scomposizione dell'umanità che trascina pesantemente, nell'alienazione, il fardello del proprio corpo frammentato e delle proprie miserie morali per la perdita dell'Essere. L'alienazione umana viene da lei generalmente rappresentata sotto la forma dello sdoppiamento delle due antitetiche entità di luce e di ombra, là dove l'ombra corrisponde al silenzio malinconico ed interpreta l'angoscia che affligge drammaticamente l'umano mondo.

L'ombra è la realtà vera della civiltà attuale, nella quale tutti parlano e nessuno ascolta. Il parlare è un mero chiacchierare senza costrutto e senza senso che non può essere compreso e recepito e quindi è come se si stesse in silenzio. Questa, dice la Gabrielli, è la verità della nostra esistenza, che assomiglia alla rappresentazione platonica delle ombre che si allungano all'interno della caverna,nella quale gli uomini sono tenuti prigionieri e costretti a vedere solo immagini sbiadite di cose reali ed a scambiarle ingiustamente per reali. "Immaginati - rivela Platone - che degli uomini siano in una dimora sotterranea in forma di caverna, di cui l'entrata aperta verso la luce sia larga quanto tutta la bocca della stessa caverna, e che in questa degli uomini siano sin da bambini con catene ai piedi e al collo, sicché non possono muoversi né guardare altrove,se non dinanzi a sé, giacché dai ceppi sono impediti di volgere lo sguardo; alle loro spalle brilla la luce di un fuoco acceso lontano" (Platone, Repubblica, libro VII).
Così pure la Gabrielli immagina la realtà sdoppiata in luce e ombre nella caverna del mondo, in cui gli uomini sono prigionieri delle loro opinioni e imprigionati da oscuri pregiudizi e da stupide falsificazioni, e queste rendono pesante, falsa e alienata l'esistenza. Tutto ciò si trova rappresentato brillantemente nelle tele dell'Artista che è nata a Sarzana e che risiede a Castelnuovo Magra,la dolcissima cittadina posta prevalentemente in collina tra i fitti uliveti ed i campi ben coltivati, separata da Carrara, nell'area più a nord, dall'imprevedibile corso del torrente Parmignola.

La luce è, nella visione di Gabrielli, il Logos, la Sapienza divina, la Vera Realtà, ed è lo stesso Dio salvatore e regolatore dell'universo. Questo funziona e non si distrugge perché così vuole la Superiore Volontà che regola il tutto. E gli stessi individui devono sottostare alla potenza di Colui che ha creato le strutture e le leggi regolative di ogni movimento universale. Le ombre rappresentano le perversioni e le insubordinazioni. Sul piano intellettuale esse sono il non conosciuto e l'ignoto. Sul piano morale sono il male e le malignità. Il male assoluto, poi, si trova nelle tenebre ed è accoppiato indissolubilmente al Maligno. Luce, ombre e tenebre sono rappresentate puntualmente, mediante l'azione cromatica, nelle tele dell'Artista, e si tratta di opere di rara bellezza e di pura verità ontologica, in quanto fanno intravedere l'Essere e il non-essere "poiché tutte le cose si dicono luce e notte e poiché luce e notte sono presenti a questa o a quella cosa, secondo la loro possibilità" ( Parmenide, Sulla natura, fr. 9).
Ma la Gabrielli aggiunge che il Padre dell'universo è la vera sorgente della Luce, dalla quale vengono illuminati coloro che a Lui si affidano con il logos e con la fede. A questo risultato di profonda religiosità e bellezza perviene la faticosa ed entusiasmante ascesa dell'Artista sarzanese-castelnovese, le cui opere perciò assumono uno straordinario valore etico ed un eccezionale significato estetico.

prof. Salvatore Ragonesi








Postato il Lunedì, 19 ottobre 2015 ore 03:00:00 CEST di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi