Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 495530237 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
febbraio 2020

Lettera aperta alla Ministra Lucia Azzolina
di m-nicotra
3766 letture

'Agata, Vergine e Martire' di Pino Pesce al Teatro Sangiorgi di Catania. Una sacra rappresentazione multimediale fra medievalità e contemporaneità
di m-nicotra
1313 letture

Cara Lucia Azzolina, prima che diventassi ministro, eri d’accordo su tutto quello che ho scritto in questo articolo. Oggi lo sei ancora?
di m-nicotra
1312 letture

Francesco Paratore Sindaco dei Ragazzi dell’Istituto 'Gabelli' di Misterbianco. I Commissari: lodevole iniziativa che dovrà coinvolgere tutte le scuole.
di a-oliva
1305 letture

Io non sono così cattivo. Questo personaggio mi fa stare male. Non mi piace anche se lo interpreto. La banalità del male!
di m-nicotra
1262 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Modulistica
Modulistica

·Personale scolastico 2013/2014
·Concorso dirigenti, quando la comunicazione è ambigua. Depennate le domande inoltrate dopo il 16. ''Colpevoli'' alcuni Usr.
·2011-2012 modelli di autodichiarazioni da allegare alle Utilizzazioni e Assegnazioni Provvisorie
·Modelli di utilizzazione verso i distinti gradi di scuola da parte del personale titolare in altro ruolo e appartenente a classe di concorso o posto i
·Sul Blog di professione insegnante modulistica assegnazioni provvisorie e utilizzazioni a.s. 2011/12


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Strumenti didattici: In classe con la maestra e i robot

Rassegna stampa
Esperimento «fantascientifico» del dipartimento di Informatica di Siena. Obiettivo: stimolare nei più piccoli una fruizione non passiva delle nuove tecnologie e Pensare, progettare, costruire. Naturalmente a scuola, ma per una volta con i robot. Questa la sfida di Robolandia: portare la robotica in aula, e metterla al servizio dei ragazzi. Computer, braccia meccaniche, mani che sembravano uscite da un film di fantascienza: per un giorno, la scuola materna di Montisi (Siena) si è trasformata nel laboratorio del Siena Robotics and Systems Lab (SIRS Lab) del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’università toscana. Con l’aiuto del suo team di ricerca, dei genitori e delle maestre, il professore Domenico Prattichizzo, docente di Robotica all’Università di Siena, ha tenuto una lezione «interattiva» in cui i genitori hanno recitato assieme ai robot, con l’obiettivo di spiegare ai figli il funzionamento del computer. Ad un narratore il compito di spiegare i movimenti dei robot, con gli altri genitori protagonisti nel simularne le varie funzioni (scrittura, riproduzione audio, calcolo di semplici somme). Una mano meccanica e un braccio robotico, invece, sono stati impostati per afferrare oggetti e manipolarli, fornendo una dimostrazione plastica della manualità plasmata sulle macchine. Ai bambini, infine, il compito di interagire con lo schermo del pc, per vedere i propri movimenti riprodotti sul display, mantenendo la dimensione fisica della loro stessa gestualità.
Piccoli progettisti crescono
Obiettivo: proporre ai più piccoli strumenti che possano scoraggiarli dal restare fruitori passivi delle nuove tecnologie, stimolandoli a diventare soggetti attivi che pensano, progettano e costruiscono. «Non pretendiamo di insegnare loro la robotica, ma sfruttando la sua manualità, vorremmo incentivare le relazioni all’interno di un gruppo che lavora allo stesso progetto o gioca insieme», spiega il professor Prattichizzo. Dare il là, insomma, a una nuova generazione di artigiani e makers, ma anche di semplici ragazzi che oggi si divertono e interagiscono attivamente con la tecnologia, e domani potrebbero vedersi accendere la lampadina di una nuova idea, proprio grazie all’approccio ludico sviluppato nei confronti delle macchine. Ecco perché per un giorno le aule della scuola materna della piccola frazione del senese si sono trasformate negli uffici del SIRS Lab.
Ma la maestra resta insostituibile
«Vogliamo incuriosire i ragazzi, non puntiamo a sostituire la maestra con un robot. Non è qualcosa in cui credo», continua Prattichizzo. Il docente guida il team di ricerca del Dipartimento di Ingegneria dell’ateneo senese, ed è persuaso che la robotica possa offrire un approccio educativo e ludico alle più moderne tecnologie. Nulla di più attuale per il periodo storico che viviamo, in cui l’età del primo telefonino è calata vertiginosamente, e i più piccoli entrano in contatto sempre più presto con le nuove tecnologie. Ma la scommessa è che osservando i movimenti delle macchine, e sperimentando le loro potenzialità dal vivo, i bambini vengano restituiti alla dimensione creativa propria della loro età. Sfuggendo il pericolo, così, di rassegnarsi ad una fruizione passiva della tecnologia, finendo per considerare il joystick della console come lo strumento più entusiasmante per divertirsi nel tempo libero.
Un aiuto per gli alunni con bisogni educativi speciali
«Alcuni studi hanno già dimostrato che attraverso l’utilizzo della robotica, si possono promuovere l’apprendimento e le abilità relazionali di alunni con bisogni speciali», spiega il docente, che nell’ambito degli eventi a sostegno della candidatura di Siena a Capitale Europea della Cultura nel 2019, ha presentato un progetto per teleguidare i non vedenti da casa. La robotica, insomma, al servizio della didattica con dispositivi come i sensori di rilevamento dei movimenti. «Perché non usare il corpo umano per spiegare il corpo umano? Quando vede replicare il movimento della mano sullo schermo, il bambino si stupisce, capisce che non è uno specchio ma qualcosa di più. Quel computer ha degli occhi per guardare la sua mano, e può diventare uno strumento in grado di gestire il movimento del corpo», conclude il docente dell’ateneo senese. In fondo, «il robot è di per sé inanimato e tutto quello che riesce a fare, deve essere programmato. Anche un bambino deve generare un codice, che gli consentirà di comprendere la complessità del sistema senso-motorio attraverso una macchina». Ecco perché i robot possono aiutare a pensare, progettare e costruire. Anche a scuola, perché no?

Nicola Di Turi
Corriere.it








Postato il Lunedì, 14 luglio 2014 ore 06:00:00 CEST di Antonia Vetro
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.27 Secondi