Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 480065604 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
maggio 2019

Chi ha sospeso la docente di Palermo deve dimettersi
di m-nicotra
843 letture

Maggio dei libri per il liceo G. Lombardo Radice tra le molteplici manifestazioni della città Metrolitana di Catania
di m-nicotra
843 letture

Al Comune di Catania l’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” celebra la 'giornata della Memoria tra ieri e oggi' – Never Again
di m-nicotra
656 letture

Introduzione di sistemi di verifica biometrica dell'identità e di video sorveglianzaper i dirigenti pubblici e per il personale pubblico. Richiesta di abrogazione
di m-nicotra
651 letture

Necessità di tutelare i diritti acquisiti e salvaguardare la titolarità dell’insegnamento per le docenti e per i docenti della classe di concorso A-21
di m-nicotra
610 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Giurisprudenza
Giurisprudenza

·Il Tribunale di Roma, in una recente sentenza, ha sancito il valore abilitante della laurea unitamente ai 24 cfu in materie psico-antropo-pedagogiche
·Corte D’Appello di Bologna: - Il D.S. non può comminare una sanzione di sospensione dal servizio per i docenti. Grande vittoria del Sindacato 'Politeia Scuola'
·Il caso dei DM, lungo quasi venti anni!
·Il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei docenti di Geografia contro lo scandalo delle cattedre atipiche
·ASA Scuola - Il verbale d’invalidità anche se scaduto è ancora valido: da rifare l’assegnazione provvisoria di scuola dell’infanzia della provincia di Catania


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Programmi Ministeriali: Visita Profumo: l'alunno: «Se ti dimentichi di noi come facciamo?»

Rassegna stampa
lettera «Sono un alunno della quinta e sono contento che sei venuto a visitare la nostra scuola. Il preside cerca di fare miracoli per noi. Abbiamo le maestre e di bidelli ce ne sono tre soli in tutta la scuola».
A scriverlo è Cristian, un alunno dell'Istituto «Falcone» di Palermo, nel quartiere dello Zen, che ieri, assieme ad altri suoi compagni di classe, ha consegnato la letterina al ministro Francesco Profumo, in visita alla scuola, ripetutamente presa di mira dai vandali nel corso degli ultimi mesi.
«Siamo senza riscaldamenti - scrive Cristian - abbiamo anche i bagni rotti, la palestre fuori uso, non abbiamo neanche una stanza per fare progetti. La classe è sempre sporca, danno una scopata veloce e neanche puliscono i banchi spesso li puniamo noi. Abbiamo anche i vetri rotti e i muri scrostati. Caro ministro questa lettera è per te. Noi siamo come tutti gli altri bambini», ha aggiunto l'alunno che poi a sorpreso tutti, suscitando il sorriso del ministro quando ha detto: «Se tu avessi figli e nipoti li manderesti in una scuola come questa?". A quel punto con una carezza e un sorriso rivolto al piccolo Cristian il ministro ha promesso di «provare a renderla migliore».

Una giornata di festa ha accolto la prima visita di un ministro della Repubblica nel quartiere Zen e in quella scuola da troppo tempo vittima di atti vandalici da parte di coloro che vedono l'istruzione e la cultura come una minaccia alla prevalenza della criminalità. Oltre alla scuola Falcone, anche gli alunni di un altro plesso scolastico del quartiere, l'istituto Leonardo Sciascia, hanno voluto portare il loro saluto al ministro che, accompagnato dalla moglie, ha voluto visitare l'istituto seguito dai tanti alunni che hanno scherzato e giocato con lui per tutta la durata della visita. Ad aspettare Profumo, oltre alle autorità, c'erano molte mamme: «E' la prima volta che un politico da Roma viene qui - ha detto una di loro -. Speriamo possa rendersi conto di come viviamo noi e i nostri figli e, partendo dai problemi della scuola, possa risolvere quelli dell'intero quartiere».

Il lungo giro del ministro per la scuola «Falcone» è cominciato con il calcio ad un pallone nel campetto dove i carabinieri della stazione di San Filippo Neri hanno giocato una partita con i ragazzi in modo da condividere insieme il rispetto delle regole nello sport come nella vita. Su e giù per le scale del plesso scolastico, il ministro Profumo accompagnato dal preside della scuola Falcone, Domenico Di Fatta, ha incoraggiato insegnanti e operatori scolastici che quotidianamente lottano per portare luce e legalità in un quartiere soprattutto ricco di creatività e voglia di rinascita. «Spesso, dopo gli innumerevoli atti vandalici - ha detto il preside Di Fatta - ho pensato di farmi trasferire, ma la visita di Francesco Profumo ha rinforzato il desiderio di non mollare mai di fronte agli ostacoli».

Musiche, canti, e l'inno nazionale suonato dai giovani studenti hanno accolto il ministro che ha partecipato anche ad alcune lezioni di danza in palestra e alla lezione di chimica in laboratorio. «Ministro, se ti dimentichi di noi come facciamo? Possiamo venire a trovarti?», è la domanda di Salvo studente della V elementare che, tirando per la manica il ministro Francesco Profumo al momento dei saluti a conclusione della visita, vuole avere la garanzia che non finisca tutto in una bolla di sapone. «Sai usare internet - risponde il ministro al piccolo studente -? Bene allora ecco la mia e mail così mi tieni aggiornato su tutto quello che succede scuola e io ti prometto che torno presto». Non soddisfatto, il piccolo Salvo incalza il ministro chiedendogli precisamente una data e suggerendogli ad alta voce: «Ogni mese? Ministro torni ogni mese?». Strappando così un sì categorico.

La lettera
Sono un alunno della quinta e sono contento che sei venuto a visitare la nostra scuola. Il preside cerca di fare miracoli per noi. Abbiamo le maestre e di bidelli ce ne sono tre soli in tutta la scuola. Siamo senza riscaldamenti, abbiamo anche i bagni rotti, la palestra fuori uso, non abbiamo neanche una stanza per fare progetti. La classe è sempre sporca, danno una scopata veloce e neanche puliscono i banchi spesso li puliamo noi. Abbiamo anche i vetri rotti e i muri scrostati. Caro ministro questa lettera è per te. Noi siamo come tutti gli altri bambini. Se tu avessi figli e nipoti li manderesti in una scuola come questa?

O.A.
La Sicilia








Postato il Lunedì, 27 febbraio 2012 ore 11:26:21 CET di Redazione
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.33 Secondi