Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 481987823 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2019

Caldo canicolare, basta con l'esame di Stato tra fine giugno e luglio. Bisogna anticipare l'esame di maturità
di m-nicotra
1682 letture

Il saluto alla cara prof.ssa Caterina Ciraulo
di a-battiato
1261 letture

#Maturità2019, online le commissioni d’Esame Motore di ricerca sul sito del MIUR
di m-nicotra
836 letture

Manifestazione finale 'Legalità in arte ... Oltre 100 passi...verso la Legalità' all'Istituto Comprensivo Statale Santa Venerina
di m-nicotra
813 letture

Il Certamen 'Giustino Fortunato', vinto dal Liceo Artistico Emilio Greco, di Catania
di a-battiato
739 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ufficio Scolastico Provinciale
Ufficio Scolastico Provinciale

·Due giornate su Educazione alla Legalità a Caltanissetta
·Istruzioni e indicazioni operative in materia di supplenze al personale docente, educativo ed A.T.A. - Anno scolastico 2018/2019
·Personale docente scuola Secondaria di II grado - Assegnazioni provvisorie interprovinciali su posti comuni nella scuola secondaria di I grado
·Assegnazioni provvisorie interprovinciali su posti di sostegno dei docenti non in possesso di titolo specifico. Assegnazioni sedi. Errata corrige Scuola Primaria
·Assegnazioni provvisorie interprovinciali su posti comuni per le classi di concorso indicate nel dispositivo. Assegnazioni sedi Secondaria di II grado


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Cultura e spettacolo: Giorgio Vasari. Firenze celebra l'architetto, il pittore e il teorico nei 500 anni dalla nascita

Rassegna stampa
     Giorgio Vasari. Firenze celebra l'architetto, il pittore e il teorico nei 500 anni dalla nascita. Cinquecento anni e non sentirli. Architetto, pittore, teorico, Giorgio Vasari nacque ad Arezzo il 30 luglio 1511. Se ne celebrano i cinquecento anni dalla nascita, e la riflessione sulla sua figura non può che trasformarsi in una riflessione sulla sua attualità. Perché Vasari è fra noi molto più di quanto si creda. Basti pensare che si deve a lui, primo storico dell'arte, la gerarchia artistica che ancora ci influenza.
Firenze lo ricorda con un'importante mostra in cui gli Uffizi, interessati da uno degli interventi più importanti nel nostro paese in questo decennio, si concentrano sulla propria vicenda, che è quella di un'impresa architettonica e urbanistica semplicemente geniale. «Vasari, gli Uffizi e il Duca», fino al 30 ottobre 2011, presenta il Vasari architetto, in quella che delle tante è forse la più ardimentosa realizzazione.
      Arezzo, da settembre, privilegerà il Vasari pittore, ma un posto ci sarà pure per il teorico. Non che Firenze se ne dimentichi, impossibile scindere i talenti. Eppure è lo stesso Vasari che, come riporta in catalogo la curatrice Claudia Conforti, massima esperta del Vasari architetto, antepone un'illuminante frasetta alle sue «Vite» degli artisti: «Comincerommi dunque dall'architettura, come dalla più universale e più necessaria ed utile agli uomini, ed al servizio ed ornamento della quale son l'altre due», che sarebbero le arti sorelle della pittura e della scultura. L'architettura, infatti, è imprescindibile nella vita di una società organizzata.
      Il progetto urbanistico che ridisegnò Firenze nel Cinquecento non poteva che nascere da una quasi simbiosi fra l'architetto e il suo committente, quel Cosimo I che piegò l'anima libera dei fiorentini ad un potere istituzionalizzato che neppure le modifiche operate da Lorenzo il Magnifico avevano impresso. Gli Uffizi, lo dice il nome stesso, sarebbero sorti come nuova sede accentrata di tutti gli uffici amministrativi dello Stato. Non solo, ma avrebbero unito, pur con un profondo radicamento nel tessuto medioevale, i centri del nuovo potere, da Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti, con quel miracoloso camminamento che controlla, cela, sfugge, il Corridoio Vasariano. Già violentato in occasione della visita di Mussolini e Hitler, con lo squarcio di finestre panoramiche sul Ponte Vecchio, per permettere all'illustre ospite di ammirare l'Arno, è ancora incerto nel futuro dei Nuovi Uffizi, che lo vedrebbe trasformato in corridoione di passaggio per il flusso turistico dagli Uffizi a Pitti. Altra incognita: il futuro dell'uscita dei tanti visitatori, lì in piazza del Grano, dove già un poetico progetto Michelucci aveva ipotizzato una leggera struttura e un concorso internazionale avrebbe previsto una loggia firmata dal grande architetto giapponese Arata Izosaki.
      Aborrita dall'allora ministro Bondi, istigato da Vittorio Sgarbi, come rea di turbare il magico equilibrio delle logge del Vasari. Peccato che il progetto di Isozaki disegni una loggia ben lontana da quelle del Vasari, proprio sul retro della fabbrica degli Uffizi, che ora langue in un contesto trascurato. Lì Vasari non aveva previsto nessuna uscita, gli Uffizi non erano nati per accogliere una marea di visitatori. La trasformazione in galleria, e pur sempre privata, si deve al figlio umbratile ed antipragmatico di Cosimo, il granduca Francesco. Quell'architettura in qualche modo duttile ha fatto sì che quell'edificio, capolavoro di per sé, si plasmasse alla trasformazione per divenire scrigno di capolavori.
      Ma la mostra non privilegia solo il dato progettuale, scegliendo la via del racconto. Spesso intrigante, per far rivivere quella corte dove il provincialotto Giorgio era visto dai rivali come il parveneu che viene a rompere le uova nel paniere. Dipinti, sculture, bronzetti, arazzi, disegni, libri, medaglie, incisioni, tutto concorre a ricreare quel clima fertile e contradditorio in cui nacque l'impresa. Un confronto impietoso con la pochezza progettuale dell'oggi, a cui fanno però da controcanto le suppliche e i lamenti di quanti si videro espropriare la casa o la bottega per la gloria della Firenze dei granduchi.

Vasari, gli Uffizi e il Duca
Firenze, Galleria degli Uffizi, fino al 30 ottobre 2011

redazione@aetnanet.org









Postato il Domenica, 07 agosto 2011 ore 12:30:00 CEST di Giovanni Sicali
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.22 Secondi