Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 480280450 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
maggio 2019

Chi ha sospeso la docente di Palermo deve dimettersi
di m-nicotra
924 letture

Maggio dei libri per il liceo G. Lombardo Radice tra le molteplici manifestazioni della città Metrolitana di Catania
di m-nicotra
889 letture

Introduzione di sistemi di verifica biometrica dell'identità e di video sorveglianzaper i dirigenti pubblici e per il personale pubblico. Richiesta di abrogazione
di m-nicotra
725 letture

Al Comune di Catania l’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” celebra la 'giornata della Memoria tra ieri e oggi' – Never Again
di m-nicotra
676 letture

Necessità di tutelare i diritti acquisiti e salvaguardare la titolarità dell’insegnamento per le docenti e per i docenti della classe di concorso A-21
di m-nicotra
639 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Comunicati
Comunicati

·Introduzione di sistemi di verifica biometrica dell'identità e di video sorveglianzaper i dirigenti pubblici e per il personale pubblico. Richiesta di abrogazione
·Convegno nazionale sul middle management nella scuola italiana
·Necessità di tutelare i diritti acquisiti e salvaguardare la titolarità dell’insegnamento per le docenti e per i docenti della classe di concorso A-21
·Emanuele Navarro della Miraglia nel centenario della sua morte e 140 anni dopo la pubblicazione de 'La Nana' il primo romanzo del Verismo italiano
·Edu Day di Microsoft a Matera. Con Arin


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Integrazione sociale: Stranieri in classe, la demografia travolge il tetto Gelmini

Redazione
Un massimo del 30%, così recita la circolare di ispirazione leghista del ministro dell’Istruzione. Il provvedimento quest’anno è stato disatteso da 10mila istituti, tremila solo in Lombardia. Ma i bimbi stranieri aumentano, gli italiani diminuiscono. Che succede quando il limite in classe viene raggiunto? Si nega loro la scuola?                 
Sono 72. Studenti e lavoratori iscritti al serale del Bertarelli di Milano. L’Ufficio scolastico regionale però gli concede l’apertura di una sola classe. Dunque, dei 72, qualcuno dovrà rimanere a casa, oppure dovranno cercare uno spazietto altrove. In un’altra scuola del milanese. L’idea di porre un tetto massimo del 30 per cento alla presenza di alunni stranieri è della ministra Maria Stella Gelmini che deve aver accolto la proposta lanciata esattamente un anno fa dalla Lega che spingeva per porre un limite all’ingresso dei piccoli stranieri anche negli asili nido.
La circolare del ministro parla chiaro: non più del 30 per cento per ogni classe. Ma per la Cisl «non può essere valida per le scuole per i lavoratori. Basta leggerla per vedere che si parla di minorenni. Quei ragazzi hanno tutti più di 18 anni e hanno diritto di avere una classe ora, non a settembre, perché rischiamo di perderli per strada».
Il provvedimento sembra prossimo al fallimento. A confermarlo è il direttore scolastico della Lombardia, Giuseppe Colosio, che ad aprile aveva già disegnato il quadro della situazione: «Tutte le elementari della Regione che ne hanno fatto richiesta – diceva - avranno la deroga a formare classi con oltre il 30 per cento di stranieri». In tutto, le deroghe già concesse in Lombardia sono 129: 43 a Milano e provincia, 32 a Brescia, 16 a Bergamo, 15 a Mantova. Il 16,6 per cento del totale (803 istituti). La Gelmini dice di no. Ribadisce che «quasi tutti gli istituti d'Italia hanno rispettato il tetto». Ma, dati alla mano, si scopre che il provvedimento è già stato disatteso da oltre 10mila scuole che - quest’anno – hanno registrato una presenza di alunni di origine straniera superiore al 30 per cento. 7.279 scuole primaria e 3.122 scuole medie. Il record assoluto tra le regioni è della Lombardia, appunto, dove il limite è stato superato in 2.955 classi.
In una circolare, la Gelmini prova a precisare: «Nel calcolo della percentuale devono essere inclusi solo i ragazzi di cittadinanza straniera non nati in Italia». Ma cambia poco: il dato si riduce solo di tremila unità. I guai arriveranno a settembre, quando anche le deroghe non basteranno più. Nell’anno scolastico 2009/2010 gli alunni stranieri erano il 7,5% della popolazione scolastica. La maggior parte (244.457) nelle scuole primarie, cui la ministra fa esplicito riferimento parlando di tetto massimo. L’Istat conta 630mila studenti senza cittadinanza italiana iscritti però alla scuola pubblica nel nostro Paese. L’aumento previsto è di circa 70 mila alunni stranieri in più ogni anno. Quest’anno potrebbero salire a quota 700mila. Il numero dei nati italiani invece dal 2009 non smette di diminuire (-6,913, pari all'1,2%). Il decremento si registra in tutte le ripartizioni, in particolare nelle Isole (-1,8%), al Sud (-1,6%) e al Nord-ovest (-1,4%).
Lo scenario è illustrato  in una relazione della Commissione cultura  della Camera: di questo passo, il sorpasso arriverà nel 2050. E se i piccoli stranieri saranno un giorno di più dei piccoli italiani, sorgeranno altri problemi. Uno, toccherà fare in modo che tutte le scuole della penisola aprano le porte anche agli alunni stranieri, cosa che ancora non avviene. Alcune zone d’Italia (il 26,2% delle scuole) infatti non ne accolgono nemmeno uno.
Due, cosa dovranno fare i genitori di uno di questi bambini se la scuola più vicina a casa avrà giù raggiunto il tetto del 30 per cento? E anzi, con quale preavviso verrà loro comunicato che, in Italia, per i loro piccoli non c’è posto?
        (Di Giulia Cerino da http://www.linkiesta.it)

 redazione@aetnanet.org








Postato il Venerdì, 01 luglio 2011 ore 23:30:00 CEST di Pasquale Almirante
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi