Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483635619 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4253 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1402 letture

Il Consiglio di Istituto dell'IIS Majorana-Meucci di Acireale manifesta disagio per la decisione di non autorizzare la formazione della classe terza del Tecnico Economico
di m-nicotra
806 letture

A scuola di robot al liceo scientifico ‘G. Galilei’ di Catania
di m-nicotra
733 letture

L’Anima e il Corpo (Parte I)
di m-nicotra
620 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Eventi
Eventi

·Job orientation and Work experience in Europe
·Tavola rotonda al III IC Rodari di Acireale
·Sabato 17 marzo Gara Regionale ''EXPONI le tue idee 2018'' per il Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
·Tavola rotonda su dislessia, disgrafia, discalculia, disturbo da deficit di attenzione e iperattività
·"Autismo: transizioni e sinergie"


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Didattica: Insegnare o Imparare?

Opinioni

Gli ambiti educativi, all’interno della nostra società, sono davvero moltissimi. Se il primo posto – dal punto di vista non solo cronologico (per il bambino), ma anche sociologico, antropologico e, diciamolo pure, ontologico – spetta senz’alcun dubbio alla famiglia, non è però certamente l’unico. La scuola, il doposcuola, l’oratorio, il centro sportivo, quello musicale sono altrettanti ambienti che, per vocazione o per necessità, si trovano rivestiti di una valenza prevalentemente e fondamentalmente educativa. Suo malgrado, e spesso inconsciamente, vi è anche la televisione: se, una volta, rivestì questo ruolo, oggigiorno non è né predisposta né adeguata a ricoprire tale incarico, e mostra – impietosamente – al mondo le sue lacune. «L’educazione è questione del cuore… i ragazzi si sentano amati» ripeteva don Bosco. Inutile dire che tutto questo, parlando coi piedi per terra, è ancora lontano anni luce. I ragazzi sono – in buona sostanza – visti unicamente in base agli obiettivi, incasellati in tabelle precompilate, che devono raggiungere, da insegnanti preoccupati, più ancora che da profitto e comportamento degli allievi, dal ferreo adempimento dei programmi ministeriali (che, spesso, si rivelano una sorta di mission impossible, che manda nel panico i docenti e li spinge a non lasciare spazio anche alle più che legittime domande di chiarimento). Ed ecco che, per pressapochismo, superficialità e malintesa ricerca di efficienza, ci dimentichiamo della cosa più importante: la persona che abbiamo davanti! Col suo capitale – di valore inestimabile – di esperienze, di vissuto, di sentimenti, di emozioni, di passioni, di vitalità. Non c’è più tempo per ascoltare l’emozione nella voce del ragazzo che si mette a raccontarti di qualcosa che gli sta a cuore; non c’è n’è per assaporare la bellezza dei suoi occhi che s’illuminano per la passione più grande, che gli occupa tempo, mente e cuore, forse l’unica per cui sia disposto a sacrificarsi davvero (lo sport, la musica, un sogno per il futuro…); né, tanto meno, potrà esserci posto per far caso ai primi batticuori (bollati come gossip, quando non emulazione del mondo adulto), testimonianza di quel desiderio d’amore vero che è di tutti e che arde in particolar modo negli adolescenti. C’è una cosa che i ragazzi faticano molto a fare, di cui hanno tremendamente bisogno e che non impareranno mai, se nessuno trova il tempo per insegnargliela nell’unico modo possibile: saper ascoltare. Saper ascoltare è come saper amare: si impara per imitazione. Non è possibile poterlo insegnare a parole, darne un procedimento o farne un diagramma di flusso...

C’è tanta apprensione per un brutto voto ricevuto, ma mi domando: ce n’è abbastanza per la perdita di un’amicizia? Per un’incomprensione in famiglia o tra compagni di scuola? Non rischiamo a volte – noi per primi – di inculcare, già sui banchi di scuola, una spietata logica della produttività (basata, appunto, sul profitto)? Accantonando per il momento la mia perplessità sull’effettiva utilità della scuola nel preparare al mondo del lavoro, senza dubbio c’è una carenza d’ascolto che denota una certa ‘massificazione’ anche in questo aspetto. Se ogni persona è diversa, con differenti propensioni, abilità, gusti e interessi, perché non sfruttarli anche in vista dello studio? Le passioni del ragazzo sono invece spesso sfruttate – unicamente – come ‘debolezze’ su cui rifarsi in caso di mancato successo e quasi mai diventano un rinforzo positivo (e propositivo) in occasione di un risultato soddisfacente. Nell’educazione dobbiamo, del resto, tenere presente che l’empatia è fondamentale, perché il rispetto e la fiducia reciproca facilitano l’apprendimento (se il ragazzo si sente preso in considerazione, acquista autostima, prende l’iniziativa, non teme di far domande e in tal modo approfondisce le proprie conoscenze, facendo leva sul proprio interesse personale). E in realtà, tutto questo è da considerare vero per tutti, non solo per coloro che sono ritenuti o si ritengono educatori. Ognuno è chiamato ad essere – a suo modo – educatore, e dobbiamo esserlo gli uni per gli altri. Ognuno, infatti, ha conoscenze, competenze, abilità ed esperienze peculiari. Quindi, scendendo dal piedistallo – su cui siamo spesso issati per vanagloria – ci rendiamo conto dell’ineluttabile dato di fatto per cui, nonostante la nostra conoscenza possa essere vasta, ci saranno sempre tantissime cose che sfuggono al nostro controllo, al nostro raggio d’azione o, semplicemente, al novero delle esperienze finora computate.

E allora, cosa c’è di più bello che lasciarci guidare in nuove scoperte da qualche Virgilio, un amico più bravo di noi a districarsi in quel campo?

Maddalena Negri

 






articoli correlati

dello stesso autore




Postato il Giovedì, 14 aprile 2011 ore 14:00:00 CEST di Marco Pappalardo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



Argomenti Correlati

Opinioni

contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi