Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483710473 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4274 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1431 letture

Il Consiglio di Istituto dell'IIS Majorana-Meucci di Acireale manifesta disagio per la decisione di non autorizzare la formazione della classe terza del Tecnico Economico
di m-nicotra
827 letture

A scuola di robot al liceo scientifico ‘G. Galilei’ di Catania
di m-nicotra
747 letture

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
687 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Recensioni
Recensioni

·Kaleidoscopio di Enzo Randazzo alla Fondazione Verga di Catania
·All'Ursino Recupero presentato il volume dell'italianista Maria Valeria Sanfilippo
·Venerdì 7 luglio, alle 17:00, all’Ursino Recupero (via Biblioteca 13), avrà luogo la presentazione del volume “Giuseppe Bonaviri e le Novelle saracene” (ed. Aracne) di Maria Valeria Sanfilippo
·La Madonna dei Bambini a Sant’Agata La Vetere
·Un libro per amico, 'Un milanese a Catania' di Gianluca Granieri


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Didattica: Chi nasce tondo può morire quadrato

Redazione
Quando frequentavo i primi anni del liceo ricordo che ci portarono al cinema a vedere il film "Mery per sempre", ambientato nel carcere minorile di Palermo. Da allora non porto con me le scene dure o il linguaggio violento, ma queste parole: «Chi nasce tondo non può morire quadrato!». Nonostante anche la geometria sostenga questa espressione, io non vi ho creduto allora e ancor di meno ora da adulto e educatore, e non penso che sia perché non amo quella materia. Non sempre gli educatori, i docenti, crediamo fino in fondo all'azione educativa o a quanto professiamo; spesso si resta fermi alle buone intenzioni, alle idee, alle teorie, ai convegni e alla tante parole, forse troppe! C'è bisogno di uno sguardo nuovo, meravigliato, trasognato e allo stesso tempo concreto sull'educazione; cambia la prospettiva, si va all'essenziale, si guarda con il cuore, si sta con i piedi per terra, lo sguardo in cielo e in maniche di camicia. C'è bisogno poiché spesso la società e l'ambiente in cui si nasce e cresce non fanno respirare, pensare e sognare. Qualche giorno fa sono stato invitato da due colleghe per incontrare gli alunni di una scuola professionale e di una scuola media site la prima in un paese e l'altra in un quartiere periferico. Il tema da affrontare era "C'è del buono in questo mondo?". All'inizio del confronto solo pessimismo sia nei piccoli che nei grandi: «Tanto qui siamo tutti così», diceva uno; «qui non può cambiare niente», affermava un'altra; «io ho provato a essere diverso, ma sono rimasto solo perché tutti la pensano allo stesso modo». Queste parole, le loro espressioni deluse, i volti "sconfitti" già a 12 o a 16 anni, sono state per me frecce appuntite come quelle parole del film. Hanno colpito il mio cuore e la mia mente continuamente, chiedendomi di mettermi in gioco, di non smettere di credere e di testimoniare il bene che c'è in questo mondo, che è possibile spiccare il volo e far quadrare il cerchio della propria vita. Così, dopo averli ascoltati, ho fatto vedere e commentare loro alcune scene del film «Les choristes», in cui un insegnante di musica, assunto come sorvegliante in un istituto di rieducazione per minori, crede al cambiamento, nel lato buono delle cose, nella possibilità che anche i ragazzi difficili abbiano sempre «un punto accessibile al bene» e che valorizzarli sia il modo migliore per non precludere loro la speranza nel futuro. Questo ottimismo lo induce a concedere varie opportunità di crescita ai suoi giovani allievi e dalla loro maturazione e soddisfazione trarrà arricchimento lui stesso. «Percepisco – afferma Mathieu - negli sguardi dei miei ragazzi il desiderio di libertà, di costruirsi capanne in cima agli alberi, e di non poterlo fare». Anch'io, alla fine dell'incontro con quei ragazzi, ho percepito qualcosa, ho visto alcuni sguardi rinnovati almeno in quel momento, ho sentito parole nuove come «allora ce la posso fare pure io» o «da soli è più difficile, ma se qualcuno ci aiuta è possibile». Più di tutto due scene porterò nel cuore e non del film bensì dai due incontri con le scuole: un ragazzo che, finito il confronto, mi racconta il suo sogno di fare il volontario nella Croce Rossa e una ragazzina che, al suono della campana, senza che nessuno le dicesse nulla, aiuta il compagno diversamente abile a sistemare lo zaino, a pulirsi il naso, e gli fa compagnia nell'atrio della scuola finché non vengono i genitori a prenderlo. Mi spiace per i matematici, ma la geometria ha perso: il cerchio è quadrato!

Marco Pappalardo
marcopappalardo01@gmail.com





articoli correlati

dello stesso autore




Postato il Lunedì, 29 ottobre 2012 ore 06:00:00 CET di Marco Pappalardo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.29 Secondi