Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 484014657 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4441 letture

Plauso alle ordinanze di sospensione dell’efficacia esecutiva delle sentenze del Tar. Concorso Ds 2017
di m-nicotra
1825 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1475 letture

Concorso Ds 2017.Verso l’impugnazione della graduatoria. Il Tar sospende i giudizi,in attesa del Cds
di m-nicotra
1206 letture

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
965 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Attività parlamentare
Attività parlamentare

·Al Governo si gioca a spaccare la scuola ed il paese
·Concorso presidi annulllato, Bussetti si dimetta
·Educazione Civica dibattito al senato il 13 giugno
·Scuola intitolata ad Agnelli? No, Grazie
·La carenza dei medici figlia di una politica assurda


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Giuridico-economiche: Quel capolavoro della nostra Costituzione...

Redazione

Immaginate una collana di perle: ogni singolo elemento che la compone nasconde in sé una bellezza unica, un’importanza introvabile in natura, una individualità meritevole di rispetto in sé e per sé; eppure il risultato d’insieme è dei migliori: grazie al lavoro di un bravo orafo l’accostamento è perfetto, merito di una continuità elegante e sobria che la rende un gioiello senza tempo.
Immaginate adesso la nostra Costituzione: legge fondamentale e fondativa dello Stato Italiano, elaborata e poi approvata dall’Assemblea Costituente il 22 Dicembre 1947, entrata in vigore l’1 Gennaio 1948, rappresenta la conquista più importante per un Paese come il nostro, uscito a pezzi dal secondo conflitto mondiale e dal totalitarismo fascista che l’aveva resa schiava nei fatti e nel pensiero. Ma la nostra Costituzione manifesta anche una svolta nel panorama delle Carte Fondamentali europee: diversa da una tipologia meramente atomista, individualista, di stampo occidentale e rousseauiano, ma altrettanto lontana da un modello statalista-hegeliano, la nostra Fonte delle Fonti compie un passo in avanti. Sceglie infatti di tutelare la persona umana cogliendo non soltanto uno degli aspetti in cui essa può esternare il suo agire, ma tutti; attraverso il riconoscimento infatti dei diritti individuali, sociali, ma soprattutto dei diritti di tutte le  comunità intermedie, che vanno dalla famiglia, alle persone giuridiche, alla comunità internazionale, il miracolo è compiuto. Non un tassello della nostra vita di relazione resta scoperto da una tutela e una disciplina.  Altro che gioiello allora, stiamo parlando di un capolavoro.
La grandezza dell’operato dei padri costituenti si evince in maniera palese da due elementi portanti: la semplicità e completezza della struttura da un lato, la chiarezza del linguaggio dall’altro. Partendo dalla struttura possiamo dividere la nostra Carta in tre settori: il primo dedicato ai “principi fondamentali” (artt. 1-12), il secondo incentrato sui “diritti e doveri dei cittadini” ( artt. 13-54), il terzo che definisce “l’Ordinamento della Repubblica” , formato da Parlamento, Governo, Presidente della Repubblica, Corte Costituzionale e organi ad essi annessi ( artt. 55-139). Quanto di più immediato per chi cerca una risposta, insomma, per chi vuole capire “come funziona”.
Ma la struttura, per quanto essenziale e ben fatta, non avrebbe mai potuto aprire le porte alla conoscenza attraverso gli anni, se non grazie alla massima chiarezza del linguaggio.
Perché un testo sia leggibile e assimilabile, deve essere scritto in maniera piana, diretta e lineare; formato il più possibile su un vocabolario di base, e articolato in frasi che badino sicuramente più all’effetto che devono sortire che non alla lunghezza. Sembrano regole banali e ripetitive, ma in realtà, soprattutto nella lingua del Diritto,  il messaggio da comunicare attraverso leggi, decreti, regolamenti e circolari sembra proprio essere diventato “l’inaccessibilità”. Come se l’utilizzo di termini aulici, arcaici e assolutamente oscuri e complessi conferisca ai testi e a chi li scrive una sacralità autocelebrativa che li distingue dalla massa; come se la difficoltà della ricerca di termini lontani dal reale sottolinei il potere in mano a chi detiene la conoscenza delle regole del gioco; col solo unico problema che “il popolo italiano”, primo vero e unico destinatario naturale del precetto giuridico, risulta essere il primo
 escluso. La bruttezza stilistica delle norme è collegata alla ristrettezza culturale e alla chiusura ideologica, nonché al tentativo di mascherare l’una e l’altra. Del resto non c’è niente di più facile da capire che, se ho le idee chiare, le trasmetto in maniera diretta per far sì che chi ascolta le capisca e le faccia proprie. Avendo idee confuse o non avendone per nulla, ma convinto comunque dell’ importanza di far sentire una voce, tenterò vuoti giri di boa, contorti labirinti verbali confondendo me stesso e chi mi sta davanti. Fa sorridere constatare come questo incomprensibile andazzo giuridico si sia sviluppato in un momento di tranquillità politica e nazionale, sicuramente lontano dagli orrori delle due guerre, quando al contrario si aveva la possibilità di guardare ai problemi del paese e alla loro risoluzione in maniera calma e ordinata.  Anche per questo la nostra Costituzione è un gioiello, un capolavoro; “perché è nata da un travaglio storico e ideale, da una fusione di visioni politiche e culturali, dall’incontro di forze molto diverse tra loro ma consapevoli del rischio connesso all’assenza di valori fondanti”come dice Carofiglio. Con tutta la facilità di accesso propria di chi ha in mente un modello volto a coinvolgere anziché isolare.
L’unico modo per tenere in piedi questo colossale tempio di giustizia, sottraendolo alle smanie di modifica della politica celate sotto esigenze di naturale cambiamento, era assicurare alla Carta il carattere della rigidità. Solo imponendo una procedura “aggravata” davanti alle richieste di cambiamento delle norme costituzionali, -procedura che richiede una maggioranza qualificata (percentualmente maggiore di una maggioranza semplice, quindi più difficile da ottenere) nei voti espressi a favore della modifica da ciascuna camera , con due diverse delibere, a distanza di tre mesi l’una dall’altra- , siamo riusciti a salvare le fondamenta. È bene allora conoscere questo patrimonio di libertà e garanzie, e custodirlo come un vademecum vitae, come il Rosario per il credente, come la mappa per il viaggiatore.

Eleonora Savoca









articoli correlati

dello stesso autore




Postato il Mercoledì, 23 febbraio 2011 ore 14:12:20 CET di Marco Pappalardo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



Argomenti Correlati

Redazione

contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi