Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483592528 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4240 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1393 letture

Il Consiglio di Istituto dell'IIS Majorana-Meucci di Acireale manifesta disagio per la decisione di non autorizzare la formazione della classe terza del Tecnico Economico
di m-nicotra
796 letture

A scuola di robot al liceo scientifico ‘G. Galilei’ di Catania
di m-nicotra
723 letture

L’Anima e il Corpo (Parte I)
di m-nicotra
614 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ministero Istruzione e Università
Ministero Istruzione e Università

·Piano nazionale scuola digitale - Avviso pubblico per l'individuazione di 120 docenti costituenti le équipe formative territoriali
·Formazione GPU, dal 15 luglio sarà online la piattaforma di formazione
·#Maturità 2019, la traccia più scelta è quella sull’illusione della conoscenza
·#Maturità2019, al via mercoledì con la prova di Italiano. Ammesso il 96,3% degli iscritti
·#Maturità2019, online le commissioni d’Esame Motore di ricerca sul sito del MIUR


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Consorzio: Asasi- Intervista a Giorgio Israel

Redazione
Abbiamo posto alcune domande a Giorgio Israel, docente ordinario di Storia della Matematica all’Università La Sapienza di Roma, coordinatore del Gruppo di lavoro per la Formazione degli Insegnanti presso il MIUR.
ASASi: Il docente, nella qualità di componente del consiglio d’istituto, ha un ruolo sovraordinato di indirizzo e di controllo rispetto al preside. Nella qualità di professore ha un ruolo subordinato e dipendente. Un docente può far parte contemporaneamente della RSU, del comitato di valutazione e del consiglio d’istituto. Pensa che possa esservi un conflitto d’interesse?
GIORGIO ISRAEL: Non c’è dubbio che vi sia. I problemi tuttavia nascono in relazione alle nuove modalità di valutazione che si vuole introdurre e che si pretende siano il più possibile “oggettive”. In linea generale, è assurdo che chi deve essere valutato elegga i propri valutatori. Se vi deve essere “oggettività” (preferisco parlare di “equanimità”) occorre che la valutazione sia compiuta da soggetti esterni alla dinamica dell’istituto.
ASASi: Ritiene che la presenza di 13 organi collegiali in ogni scuola migliori le condizioni amministrative, didattiche e gestionali?
GIORGIO ISRAEL: Ritengo che la pletora di organi collegiali sia uno dei fattori dello sfascio della scuola, della sua burocratizzazione, dell’alienazione del docente dai suoi compiti primari e della dispersione della sua attività in mille rivoli amministrativi e organizzativi, cui si aggiungono ora altri adempimenti insensati, come la “certificazione delle competenze”. Inoltre, questa pletora risponde a un’idea falsa e demagogica della “democrazia”. La scuola è un’istituzione educativa e non un’istituzione rappresentativa. Non esiste “democrazia” nell’ambito delle istituzioni educative se non per quanto riguarda gli aspetti organizzativi. Tanto per parlar chiaro, un insegnante - se merita questo nome - non si colloca sullo stesso piano del personale amministrativo, delle famiglie e degli studenti, per quanto riguarda i contenuti dell’insegnamento. Naturalmente, in presenza di evidenti incompetenze (un docente che insegna che il congiuntivo di “cantare” è “che io canta”), si può sempre ricorrere a una denuncia documentata e alla richiesta di interventi ispettivi.
ASASi: L’assenza di valutazione del personale negli ultimi quarant’anni può aver influito sui livelli di apprendimento degli allievi?
GIORGIO ISRAEL: Può aver influito, senz’altro. Ma non ritengo che sia stata la causa primaria della caduta di livello degli apprendimenti degli studenti. Basta guardare ai “programmi” o “indicazioni nazionali” che si sono succeduti: sempre più fumosi, generici, verbosi e contenenti obbiettivi di apprendimento sempre più modesti e limitati. La responsabilità primaria del declino della scuola italiana è dovuta al prepotere del pedagogismo costruttivista che si è manifestato a partire dagli anni ottanta. Tutti i governi che si sono succeduti hanno avuto al ministero i loro “pedagogisti di Stato” che hanno fatto danni incalcolabili. Ora il rischio è che si cada dalla padella nella brace passando dal pedagogismo all’aziendalismo.
ASASi: Pensa che comandi, utilizzazioni, esoneri dall’insegnamento abbiano influito nel rapporto insegnamento-apprendimento?
GIORGIO ISRAEL: Mi pare che la domanda si risponda da sola… Quelle cifre sono specchio di un malcostume e della riduzione della scuola ad ammortizzatore sociale e sfogatoio di ogni esigenza particolaristica.
ASASi: Un dirigente scolastico può essere chiamato a rispondere del raggiungimento dei risultati del suo istituto, senza avere potere di valutazione sul personale, poteri di controllo sull’arruolamento di titolari e supplenti e poteri disciplinari nei confronti degli studenti?
GIORGIO ISRAEL: Certo che non può. Il problema è che non possiamo passare da una forma organizzativa a un’altra senza una profonda riflessione. Se il dirigente scolastico deve essere visto come un “manager” e non come un insegnante dedito alla direzione di un istituto, allora non può avere un potere di valutazione nel merito, che si tratti di valutazione degli insegnanti in ruolo o di arruolamento. I suoi poteri debbono limitarsi agli aspetti organizzativi e gestionali (inclusi quelli disciplinari nei confronti di studenti o docenti assenteisti, ecc.), come il direttore di una ASL che è assurdo abbia poteri di decisione sul merito delle questioni sanitarie, in quanto ha una funzione di manager e non di medico. Altrimenti, è giusto che abbia determinati poteri di valutazione e di intervento nel merito, da contemperare con forme di valutazione esterna che debbono riguardare anche la sua attività. Non sono affatto convinto della bontà dell’idea che il dirigente assuma direttamente gli insegnanti. Gli istituti scolastici sono strutture piccole ed esposte. Per essere anche qui franchi: chi garantisce che in determinate realtà la scuola non diventi un nuovo e proficuo terreno di intervento per la malavita organizzata e le liste di assunzione per le singole scuole non le scriva la camorra, la mafia o la ‘ndrangheta?

Giorgio Israel per la Letterina

A cura di Roberto Tripodi (da La Letterina Asasi)

redazione@aetnanet.org








Postato il Lunedì, 31 gennaio 2011 ore 09:46:05 CET di Pasquale Almirante
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.22 Secondi