Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 556450952 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2022

La forza della lettura al Liceo Lombardo Radice con Libriamoci
di a-oliva
838 letture

Quando l’arte porta lontano: primo premio, premio del presidente della giuria e menzione d’onore per il Convitto Cutelli al Premio Enrico Bonino
di a-oliva
728 letture

LA SCUOLA COME LA VORREI. Il Ministro Valditara interroga i presidi
di a-oliva
521 letture

La scuola fuori… non come prima di Lorenzo Bordonaro e Teresa Garaffo
di a-oliva
462 letture

Ma il Merito non era di sinistra?
di a-oliva
453 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Redazione
Redazione

·Misterbianco – Flavia Distefano, sindaco dei ragazzi dell’Istituto “Gabelli”
·I minori nella “ragnatela” dei social “Dare centralità ai ragazzi è una priorità del Governo”
·La forza della lettura al Liceo Lombardo Radice con Libriamoci
·Nuovo laboratorio in risposta alla povertà educativa. Istituito nella diocesi di Catania l’Ufficio Dispersione scolastica
·Maria Raspatelli, docente di Religione Cattolica vince l’Oscar degli insegnanti


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Umanistiche: Formazione permanente per i docenti: aggiornamenti e produzione di ricerche e studi

Redazione
La scuola è per la vita; questo si dovrebbe dire in continuazione ai nostri alunni. Purtroppo, però, a volte si dimentica che la scuola dovrebbe essere per la vita … anche per i docenti.
Dal trattato di Maastricht dei primi anni Novanta alla Strategia di Lisbona del 2001 non si è fatto altro che giustamente ribadire l’importanza di una educazione che miri a migliorare la sostanziale qualità della vita; un’educazione, quindi, che sia permanente, per evitare fenomeni come l’analfabetismo di ritorno, l’abbandono scolastico e tutte quelle problematiche legate ad un livello d’istruzione e di formazione che non coglie pienamente tutte le potenzialità della persona.
Tutti i docenti , crediamo, siano d’accordo nel porre l’accento sull’importanza del Long life learning, ma quanti , onestamente, si sono mai posti il problema che per trasmettere un habitus mentale, un’abitudine di vita, perché tale deve essere un processo di apprendimento che duri per tutta la vita, bisogna in primo luogo possederlo integralmente.
E dunque perchè mai si pensa alla formazione dei docenti, una tantum, al momento  dell’ assunzione, dando poi per assodata e conclusa la loro formazione e con essa, purtroppo, anche ogni ulteriore prospettiva di sapere e di conoscenze formative  in fieri?
Considerato che su questo sito si è aperto un dibattito per proporre e sdoganare anche per gli italiani il modello tedesco di eleggibilità dei presidi, per par condicio, vorremmo proporre l’altrettanto pragmatico modello inglese del docente che se vuole restare tale … deve produrre,e non solo insegnamento in classe, ma ricerca e studio sulle metodologie didattiche, sulle aree disciplinari di cui è competente e tutto il resto. Non si capisce infatti perché il campo della ricerca , anche su ciò che è peculiare del lavoro del docente, la didattica, e con essa correlati anche la pedagogia, la psicologia e quant’altro, debba restare di competenza dei docenti universitari e non  dei singoli docenti della scuola primaria e secondaria, soggetti dell’insegnamento.
Crediamo che prima di chiedere e richiedere ogni forma di giusta  e sacrosanta  rivalutazione economica  e sociale del proprio ruolo, è assolutamente necessario che ogni docente riguadagni in concreto la prospettiva  di essere al centro del proprio lavoro;  non solo come fruitore come si è fatto finora, ma anche  nella prospettiva innovativa di ideatore e ricercatore.
In Gran Bretagna vale infatti il detto “ pubblic or perish” ( o pubblichi o sei finito) e nessun docente rimane per molto a tempo indeterminato se non si adegua a questa regola.
In Italia, la produzione a cui è tenuto il docente è spesso solo di carattere compilativo; anche gli stessi Piani per l’offerta formativa spesso ricalcano schemi stereotipati, laddove ogni affermazione, ogni proposta educativa dovrebbe essere commentata, dovrebbe servire da spunto per approfondimenti, ricerche, studi e resoconti personalizzati di questi studi con lavori  e  scritti individuali, originali e diversi di anno in anno e diversi perché nascono da esperienze diverse.
Si potrà obiettare che  lo scrivere può portare solo ad una mera condizione teorica  della docenza.
Rispondiamo che  lo scrivere, legato sempre alla prassi del lavoro in classe, quando non è stereotipato, ovvero una pura “copiatura” delle idee altrui solo per scrivere qualche breve relazionetta “di forma”, ovvero quando comporta delle riflessioni proprie e maturate dalla ricerca metodologia e dalla comparazione tra differenti metodologie, è la forma più proficua di realizzazione dei saperi; la parola scritta, infatti, è pensiero e nessun pensiero può mai esistere se non lo si riesce ad esprimere. Promuovere il pensiero, e il pensiero soprattutto scritto, è la forma  eccellente per indirizzare un ruolo che sembra essersi logorato in un auto vittimismo autoreferenziale, una sorta di auto compatimento da vicolo cieco, ad un punto morto e senza una  concreta volontà di riscatto.
Un’educazione permanente dei docenti che non si esaurisca in pochi corsi di aggiornamento che stimolano poco a diventare “autori” della propria ricerca metodologica; insomma non veramente attivi ma quasi sempre soggetti passivi di una comunicazione  data loro quasi per grazia ricevuta, come una sorta di “travaso” di conoscenze e nozioni che poco dopo vengono del tutto smarrite.
Soltanto in questa soluzione vediamo un orizzonte nuovo e di vero riscatto per il ruolo docente.
Chi dipende dalle idee altrui dovrà sempre accodarsi al loro “ipse dixit”, chi comincia a lavorare invece da “autore”, da produttore del suo stesso lavoro, diventa autonomo e , alla lunga, può avere anche la forza di richiedere con autorevolezza.
 E siccome del modello anglosassone amiamo soprattutto il concetto del “self made man”, crediamo sia sempre più utile per se stessi e per gli altri, lavorare in questo senso invece che perdere tempo e preziose energie a colpevolizzare, inveire o fare la cernita dei vizi e dei difetti altrui; del governo, dei politici, dei corrotti…. I corrotti ci sono sempre stati, non si è mai vissuti nel migliore  dei mondi possibili, nemmeno gli antichi Greci o Romani vivevano in un paradiso di virtù, nemmeno per loro c’è mai stato il mondo ideale, il migliore dei mondi possibili. E invece di perdere inutile tempo a trovarlo dovremmo piuttosto chiederci in modo molto pratico e concreto: e noi cosa pensiamo di fare per noi stessi?
La scuola è per la vita; anche per i docenti.

Tecla Squillaci
stairwayto_heaven@libero.it









Postato il Martedì, 18 gennaio 2011 ore 07:25:07 CET di Tecla Squillaci
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.50 Secondi