Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 556449032 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2022

La forza della lettura al Liceo Lombardo Radice con Libriamoci
di a-oliva
838 letture

Quando l’arte porta lontano: primo premio, premio del presidente della giuria e menzione d’onore per il Convitto Cutelli al Premio Enrico Bonino
di a-oliva
728 letture

LA SCUOLA COME LA VORREI. Il Ministro Valditara interroga i presidi
di a-oliva
521 letture

La scuola fuori… non come prima di Lorenzo Bordonaro e Teresa Garaffo
di a-oliva
462 letture

Ma il Merito non era di sinistra?
di a-oliva
453 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Comunicati
Comunicati

·Elezione presidente neo eletto all'Ars, on.le Gaetano Galvagno
·COMUNICATO STAMPA . “Bambini no limits più forti di tutto”
·L’Educazione Civica è nata a Catania - una targa ricordo al Castello Ursino
·L’Educazione Civica è nata a Catania. Ben tornata Educazione Civica
·Vaccinazione obbligatoria over 50: hub Palermo, Catania e Messina aperti fino alle 24


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Didattica: Omaggio alla satira e all’ironia: ridendo fustigare i costumi e scherzando dire grandi verità.

Redazione
Per quanto si vada a ritroso nel tempo , il gusto per l'ironia è sempre stato insito nella natura umana. Il termine greco di "eironèia" ( simulazione-dissimulazione) ha sempre indicato, all'interno della tragedia, il suo imminente disvelarsi attraverso le parole di un ignaro ed inconsapevole personaggio.
 Ed acquistò valenza educativa e formativa con Socrate, cosa infatti è più argutamente ironico e stimolante del saper di non sapere?
E cosa dire di quell'altra grandiosa arte di meditare sui propri e universali difetti che è la satira? E quale opera è più moderna e gradevole nel fustigare in costumi che da sempre connotano gli esseri umani come il Satyricon di Petronio Arbitro?
Noi esseri umani,infatti,abbiamo sempre pensato ,in quanto esseri coscienti od onirici, predatori, enigmi sfingei, storici equivoci e colossali iperbole  del paradosso -uomo   di trasformare noi stessi attraverso anche il grottesco ed il paradossale.
Quanti scandalosi scambi d'identità possiamo realizzare con il riso come con  la perseveranza del buon ricercatore di vaccini e medicine, con la pervicacia dell'inventore o con la freddezza dell'economista? Con paziente matematico calcolo o con lo slancio pazzo di un attimo di estro improvviso quanti attendono a questa salvifica trasformazione dell'Io?
Quanti Io e Tu possiamo invertire d'istinto o smarrirci assolutamente come maree? E quanti Noi? Voi? Essi?
Ah... bellissimo l'espediente letterario di Groddeck nello "Scrutatore di anime",lì, il protagonista anfitrionescamente scambia il suo ruolo non con altri... ma con se stesso, ovvero con il suo Es, con il fauno libertino sopito in noi, il borghese signor Muller che si trasforma nel suo esatto contrario, il trickster ( burlone) Thomas Weltlein. L'incipit di tale rivoluzione copernicana , di questa paradossale apologia dell'apocatastasi dell'Io avviene durante la snervante lotta notturna contro un esercito di cimici che  presidiavano il suo giaciglio. ma, nell'angosciosa battaglia notturna, tra un nimbo di insetti inferociti, l'eroico signor Muller  contrae la scarlattina e giace dunque esanime, apparentemente sconfitto, delirante, febbricitante... ma alla fine  della sua malattia egli si accorge che la battaglia è vinta giacchè le cimici hanno contratto la scarlattina e sono dunque sterminate pure loro. Non solo, Muller stesso è morto per sempre, ovvero si è trasformato per sempre in Wetslein. E la trasformazione è irreversibile, definitiva, escatologica!
 Quante cimici dovranno pungerci perchè noi finalmente ci disponiamo ad abdicare al nostro vero Sè ed emendare ( purificare, togliere) i nostri vizi e difetti attraverso chi ce li fa anche burlescamente notare?
Mi chiedo... quanto incalcolabile tempo  dedichiamo invano a disinfestare, de-rattizzare, anestetizzare piuttosto che a pensare che piuttosto questi piccoli fastidiosi e buontemponi insetti potrebbero essere i nostri migliori alleati nella mutazione genetica che ci attende,nella trasformazione larvale da baco a farfalla? Invece che offenderci se tali queruli insetti per un attimo rivestono i nostri panni e la nostra stessa identità o stuzzicandoci ci inducono a cambiare... dovremmo essere loro grati eccome!
Sfuggendo da noi stessi, dall'alveo di una malcelata identità sociale, sempre accettata tacitamente dagli altri, ma alla fine  persino mortalmente noiosa
 ed insana persino al nostro più profondo Progetto dell'IO, ci allontaniamo per un frangente  dall'infausta nausea di essere sempre noi stessi, dalla funerea noia di osservarsi sempre uguali e mai diversi, stantii... sempre servilmente pronti a dover salvare l'apparenza e con l'unico soldino che ognuno riceve in credito alla nascita, quali novelli gatti con gli stivali, comperarci dei bei stivaloni, un vestito elegante e magari un cappello piumato da moschettiere con i quali comparire alla corte del re!
E con tutto ciò, noi, furbastri conoscitori del mondo, rinunciando però al vero Progetto dell'Io, ci attacchiamo ostinatamente a quello che altri,il mondo, il capo, la moglie, il ruolo... hanno decretato per noi!
Ma che siano benedette le fastidiose cimici,allora!
Se esse possiedono il dono magico di farci obliare un momento della nostra identità , confonderci con improbabili sosia, con intrallazzatori d'ogni risma, con gli smemorati cronici....o con ogni sorta di farsesco personaggio.
Benchè il tarlo di essere sconosciuti a noi stessi, quello, talvolta assillante ma in pochi e rari momenti di lucidità,ma pressocchè sempre ignorato, escluso, ricacciato fuori dalla nostra mente,inascoltato, indesiderato,inaccettabile... benchè quel tarlo, dicevo, è di troppa rara specie per essere ospitato nella maggior parte dei cerebri mortali.
E così, poniamo, se in nostro aiuto vengono questi poveri insettucci o immonda malattia che ci cancella per un po' i connotati ferini ed obsoleti del nostro volto col suo esantema da vivido affresco palatino, se essi, vengono alfine in nostro aiuto, in aiuto del vero progetto del Sè,generosi e fecondi, con la follia di ricami e pruriginosi sfoghi, invece che gridare allo scandalo ed all'offesa, dovremmo esserne grati, eccome!
Che qualcuno, un misero esserino, ma così magnanimo e nobile per pochi frangenti si metta nei nostri sozzi panni  da vittima perpetua della convenienza-connivenza sociale,del borghesismo, dell'obnubilimento asfittico del nostro Essere,che qualcuno ci faccia, una tantum, nella vita il grande dono di scambiare il nostro ruolo di caparbia sfericità impiegatizia con quello romanzesco di una collezionista di suppellettili comiche o di ardito esploratore di terre cimmerie.... bisognerebbe corrergli incontro e chiamarlo amico e benefattore!
Che questo qualcuno, ridendo, fustiga i propri ed altrui vizi e difetti, dovrebbe essere considerato un gran beneficio,una boccata d'ossigeno puro che riattivi i nostri neuroni asfittici, un alito di frescura da pineta branderburghese, l'occasione imperdibile della nostra vita di scrutare a fondo la nostra anima, di vederci allo specchio per quel che siamo e per quel che dovremmo essere.
 Nelle risibili o invereconde reazioni altrui all'impareggiabile satira ed all'ironia possiamo solo riconoscerci come lo zero coupon di noi stessi, senza alcuna speranza di investimento positivo, che sia simpatia o amicizia, nelle molte anime circondarie della casa circondariale in cui abbiamo rinchiuso tristemente la nostra anima.Tale fausto evento, l'analisi di se stessi,il rispecchiamento  o meno in archetipi umani, per un qualsivoglia imprevisto accidente  è un ricambio di sangue, la ri-capitalizzazione di cedole scadute e fuori corso,l'apertura ai pubblici avvoltoi sociali del fondo chiuso di noi stessi, altro che arrabbiare od inveire! Un parto del genere è degno solo dei migliori capocomici, quelli che tengono testa alla vita e non si fanno da essa, invece, irridere.
E per finire questo  omaggio al gusto del ridere e dell'ironia, ecco a voi una chicca, una vera e propria "lectio magistralis", a riprova che anche i Giudici non sono affatto quegli esseri grigi e compassati che spesso si crede:
« La satira è quella manifestazione di pensiero talora di altissimo livello che nei tempi si è addossata il compito di castigare ridendo mores, ovvero di indicare alla pubblica opinione aspetti criticabili o esecrabili di persone, al fine di ottenere, mediante il riso suscitato, un esito finale di carattere etico, correttivo cioè verso il bene": Prima sezione penale della Corte di Cassazione, sentenza n. 9246/2006


Tecla Squillaci
stairwayto_heaven@libero.it








Postato il Venerdì, 07 gennaio 2011 ore 08:56:35 CET di Tecla Squillaci
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 3
Voti: 2


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.47 Secondi