Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 480037995 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
maggio 2019

Maggio dei libri per il liceo G. Lombardo Radice tra le molteplici manifestazioni della città Metrolitana di Catania
di m-nicotra
829 letture

Chi ha sospeso la docente di Palermo deve dimettersi
di m-nicotra
804 letture

Al Comune di Catania l’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” celebra la 'giornata della Memoria tra ieri e oggi' – Never Again
di m-nicotra
655 letture

Introduzione di sistemi di verifica biometrica dell'identità e di video sorveglianzaper i dirigenti pubblici e per il personale pubblico. Richiesta di abrogazione
di m-nicotra
644 letture

Necessità di tutelare i diritti acquisiti e salvaguardare la titolarità dell’insegnamento per le docenti e per i docenti della classe di concorso A-21
di m-nicotra
606 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Sondaggi
Sondaggi

·Universita’di Catania: dirigenti d’oro con stipendi cresciuti del 50%
·A tenaglia sulla questione della illegittima reiterazione delle nomine a t.d. nelle scuole
·Sezioni Primavera - Esiti monitoraggio
·Questionario sul Valore Legale della Laurea, termine ultimo 24 aprile 2012
·Miur e Istat assieme per la diffusione della cultura statistica nelle scuole


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Programmi Ministeriali: Quante le domande inevase nella conferenza stampa della ministra Gelmini?

Redazione
Quando non si hanno argomenti robusti da contrapporre all’interlocutore è meglio offendere o tergiversare, come ha fatto la ministra dell’istruzione Gelmini durante la conferenza stampa di Palazzo Chigi del 2 settembre scorso a proposito dei precari della scuola, alcuni dei quali stanno facendo lo sciopero della fame in quasi tutte le regioni d’Italia, e che non ha voluto incontrare perché: “Sono politicizzati e appartengono all’Idv. Non voglio essere strumentalizzata”. Però ai giornalisti ha dato la sua versione dei fatti: “229mila precari: un numero spaventoso, frutto di politiche disinvolte” che nel passato “hanno distribuito posti di lavoro nel mondo della scuola di cui non aveva bisogno e, soprattutto, che non era in grado di sostenere finanziariamente”.
Se fosse così avrebbe ragione, ma non ne ha, perché chi rimarrà senza lavoro quest’anno saranno circa 20mila docenti per effetto della  diminuzione di quasi 20 mila unità dell’organico di diritto, della presenza di 12 mila docenti in sovrannumero e la riduzione di circa 30 mila  posti da riservare ai precari per il sostegno. Ma se pure fosse come la ministra sostiene avrebbe dovuto spiegare il motivo per il quale da decenni questi docenti vengono chiamati per le sostituzioni o per supplenze o per incarichi su posti vuoti e ora lasciati a se stessi, senza assumerli in modo definitivo, e come carta straccia buttati nel cestino. Avrebbe dovuto dire perché non vengono rimpiazzati i posti lasciati liberi dai pensionamenti e avrebbe dovuto dare conto di tutti i patti che questo governo ha disatteso, e non solo coi docenti ma anche con l’utenza. Ma avrebbe dovuto motivare la scelta dell’implementazione delle varie graduatorie di prima, seconda e terza fascia e delle Gae (graduatoria a esaurimento) e il senso che si è voluto dare ad asse quando la sua riforma di tagli epocali non era contemplata nemmeno dalla sua collega di partito, Letizia Moratti. Avrebbe dovuto spiegare ai neo laureati che vogliono insegnare che speranze hanno e che prospettive si profilano e come si intenderebbe assumerli e se devono accettare supplenze temporanee e come saranno conteggiate e se è il caso, a questo punto, di accettare lavoro precario.
Sul fronte dell’utenza ci si aspettava che chiarisse la posizione del Miur rispetto alla sentenze contrarie venute dai Tar e pure dal Consiglio nazionale della pubblica istruzione che ha bocciato sonoramente la riduzione delle ore nelle classi intermedie dei tecnici e dei professionali. E che significa: migliorare la qualità della istruzione quando nei tecnici a indirizzo linguistico nella sua riforma epocale non si prevedono, come prima accadeva, gli insegnanti di madrelingua. E invece di indugiare sulle assenze di 50 giorni, che non consentono la promozione, perché non ha parlato degli istituti all’amianto o delle classi sovraffollate i cui spazi di vivibilità per alunno sono ridicole rispetto alla legge?Oppure del reale taglio di materie tecniche e informatiche in opposizione antitetica con le famose tre I del presidente del consiglio. E’ facile dire: i miei predecessori hanno sbagliato (anche durante i 5 anni della Moratti) e che il 97% delle risorse del Miur servono per pagare i docenti. Troppo facile di fronte a un budget limitato che se fosse più sostanzioso farebbe, lapalissianamente,  crescere la media.
Una conferenza stampa alla buona, casalinga, e conclusasi in meno di un’ora forse perché la figlia della ministra aspettava la poppata.


 Pasquale Almirante
 p.almirante@aetnanet.org








Postato il Venerdì, 03 settembre 2010 ore 01:00:00 CEST di Pasquale Almirante
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 2


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



Argomenti Correlati

Redazione

contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi