Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 495227707 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
febbraio 2020

Lettera aperta alla Ministra Lucia Azzolina
di m-nicotra
3554 letture

Francesco Paratore Sindaco dei Ragazzi dell’Istituto 'Gabelli' di Misterbianco. I Commissari: lodevole iniziativa che dovrà coinvolgere tutte le scuole.
di a-oliva
1192 letture

Cara Lucia Azzolina, prima che diventassi ministro, eri d’accordo su tutto quello che ho scritto in questo articolo. Oggi lo sei ancora?
di m-nicotra
1173 letture

'Agata, Vergine e Martire' di Pino Pesce al Teatro Sangiorgi di Catania. Una sacra rappresentazione multimediale fra medievalità e contemporaneità
di m-nicotra
1166 letture

Io non sono così cattivo. Questo personaggio mi fa stare male. Non mi piace anche se lo interpreto. La banalità del male!
di m-nicotra
1137 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Eventi
Eventi

·Job orientation and Work experience in Europe
·Tavola rotonda al III IC Rodari di Acireale
·Sabato 17 marzo Gara Regionale ''EXPONI le tue idee 2018'' per il Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
·Tavola rotonda su dislessia, disgrafia, discalculia, disturbo da deficit di attenzione e iperattività
·"Autismo: transizioni e sinergie"


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Riforma: RIFORMA BRUNETTA:MA I CONTROLLI A SCUOLA CHI LI FA...?

Opinioni

Riforma Brunetta.
Ma i controlli a scuola chi li fa…?

Sulla Gazzetta Ufficiale,  nel supplemento di Sabato 31.10.09, è stato finalmente pubblicato il decreto legislativo n. 150, meglio conosciuto come decreto Brunetta.

Si tratta,  come recita  l’intestazione, dell’attuazione della legge n.15 del 4.3.09 in materia di contrattazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni.

Il decreto si compone di 5 Titoli e ben 74 articoli. Dall’art.1 all’art.16 , i principi generali, la misurazione,valutazione trasparenza delle performance. Dall’art.17 all’art. 31 le norme su Merito e Premi. Dall’art.32 al 73 -  Nuove norme su ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche. L’art.74 contiene le norme finali e transitorie.

Proprio quest’ultimo articolo , afferma che le norme contenute nei Titoli II e III , quelli su misurazione, valutazione, trasparenza, merito e premi, per quanto riguarda il personale docente della scuola, saranno determinati nei limiti e con le modalità da prevedere con apposito DPCM.

In ogni caso è da escludere sempre  per la scuola la costituzione dell’organismo di cui all’art.14 (Organismo indipendente di valutazione della performance ).

Di fatto, soprattutto sulla Dirigenza pubblica, il decreto altro non è che una riscrittura del precedente decreto legislativo n.165/01, schiacciando questa figura su quella del privato datore di lavoro in una visione forzatamente aziendalistica che spesso mal si concilia con gli obiettivi e le finalità pubbliche. Non è un caso che per i docenti della scuola e dell’alta formazione artistica e musicale si rende  necessario un apposito decreto che salvaguardi , come si diceva un tempo, le specificità dei rispettivi settori.

Ma è proprio sui temi più sensibili, quali la valutazione, le carriere, il merito e i premi, che si fanno pericolosissimi passi indietro. Lasciare in mano al legislatore le norme sullo stato giuridico dei docenti vuol dire ripercorrere in senso contrario la strada intrapresa agli inizi degli anni novanta, con la contrattualizzazione piena del rapporto di lavoro. Vuol dire reintrodurre rigidità, coi tempi lunghi e le convenienze della politica . Un Regolamento non ha la stessa flessibilità e manovrabilità d’un Contratto Collettivo. Regolamento vuol dire tornare alla legificazione e alle logiche del vecchio centralismo ministeriale . Altro che decentramento, altro che federalismo! Non bastano i nuovi poteri attribuiti al dirigente, né l’inasprimento delle sanzioni stabiliti per legge per ridare nuova credibilità alla pubblica amministrazione. Il restayling  fatto alla pubblica amministrazione dal decreto Brunetta è più d’immagine che di sostanza. 

La lotta ai fannulloni, ai certificati medici fasulli, ai dirigenti incapaci tutte belle parole che però si scontrano con la realtà. Chi farà questi controlli nelle scuole che non funzionano,  come nella sanità pubblica o negli enti locali ? Chi e quanti saranno questi controllori della valutazione delle performance nella scuola non è dato sapere, visto che l’organismo indipendente previsto dal decreto Brunetta non è applicabile alla scuola. Noi sappiamo benissimo quello che non funziona oggi , quello che manca e quello che ci vorrebbe. Nella scuola, come nel resto del pubblico impiego, dove non c’è un libero mercato regolatore come nel privato, diventa decisivo per il buon funzionamento e la qualità dei servizi, disporre di un sano ed efficiente sistema di controlli, di incentivi e di sanzioni. 

Insomma , premi sì ai capaci e meritevoli , dall’ultimo impiegato al primo dirigente ma anche sanzioni a chi sbaglia e, se necessario, nei casi estremi si licenzi, a partire dai dirigenti.

Ma il sistema dei controlli, oggi, fa acqua da tutte le parti. Pochi gli addetti e scarse le risorse, perché se una scuola funzioni bene o funzioni male non gliene importa a nessuno. 

Gli interventi,  sempre più richiesti ma sempre più rari per carenze strutturali , si limitano al patologico, quando la febbre è alta o alto il livello dello scontro.

Che fine faranno i 145 nuovi Ispettori all’interno della Riforma Brunetta? Saranno un corpo estraneo o come si paventava già prima, un corpo con compiti sempre più amministrativi, alle dirette dipendenze delle burocrazie ministeriali? Certo la scuola dell’autonomia e della Repubblica, coi suoi 800mila addetti e 10mila dirigenti scolastici, un sindacalismo diffuso, geloso dei propri privilegi  e non sempre accomodante col potere politico, può risultare un boccone troppo grosso anche per un Ministro come Brunetta. Quel DPCM che dovrà modulare limiti e modalità di applicazione per i docenti della scuola  dei Titoli II e III della riforma ci dirà quanto in là si spingerà la voglia di cambiamento di questo governo, quali compromessi ci saranno e quanta polpa resterà ancora attaccata all’osso,  anche a quello dei sindacati cosiddetti “amici.









Postato il Venerdì, 06 novembre 2009 ore 00:00:00 CET di Salvina Torrisi
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.30 Secondi