Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 487862266 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
settembre 2019

Utilizzazione e Assegnazione: Personale Docente scuola secondaria di I grado - Assegnazioni provvisorie interprovinciali su posto comune e di sostegno dei docenti non in possesso di titolo specifico. A.S. 2019/20. Movimenti
di a-oliva
992 letture

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie provinciali, limitatamente alle classi di concorso indicate nell'allegato - secondaria di II grado
di m-nicotra
992 letture

Incarichi di reggenza Dirigenti scolastici - A.S. 2019/2020
di m-nicotra
872 letture

Istituto San Vincenzo, al via il nuovo anno scolastico con la cerimonia di accoglienza dei nuovi docenti
di m-nicotra
729 letture

L'aeronautico di Catania si prepara al lavoro nella base di Sigonella
di m-nicotra
682 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Sindacati
Sindacati

·Non vogliamo una scuola di sole 'competenze'
·Il 27 settembre i COBAS scioperano insieme a Fridays for future
·Ferdinando Pagliarisi (segretario generale Cisl Scuola): “Dispersione fa rima con disoccupazione”
·Nuovo confronto aperto sulla Scuola italiana. Il punto di vista dei Collaboratori del Dirigente Scolastico
·Concorso straordinario infanzia e primaria. Rettifica erronea attribuzione punteggi per titoli e servizi


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


News: San Suu Kyi, una donna sola che lotta per la libertà

Comunicati

Venti minuti dopo il tribunale, riunito nel carcere di Insein a nord di Yangon, sentenzia: Aung San Suu Kyi è colpevole, condannata a tre anni di carcere e ai lavori forzati per violazione delle norme sulla sicurezza. Ne rischiava fino a cinque. Subito dopo, però, si apprende dal ministero dell'Interno birmano che, il generale Than Shwe, capo della giunta militare al potere, ha deciso di ridurre la pena, commutandola in un anno e mezzo di arresti domiciliari: una nuova pena dunque che si assomma alla reclusione che la donna subisce da ormai da quattordici anni
Insomma un chiaro segnale politico, una macchia da gettare su l'unico baluardo di speranza democratica che esiste in Myanmar, così da mettere sotto scacco l'opposizione al regime in vista delle elezioni del 2010. Se, infatti, non verrà annunciata alcuna misura di clemenza entro il prossimo anno, la leader politica non potrà partecipare alle elezioni nazionali fissate dalla giunta militare. John William Yethaw è stato invece condannato a sette anni di lavori forzati.

La determinazione impiegata nel perseguitare una donna sola e armata unicamente di prestigio personale è l’evidente dimostrazione del fatto che la giunta militare birmana ancora considera Aung San Suu Kyi un pericolo mortale per la propria sopravvivenza. E di questo infatti si tratta: Myanmar è oggi un esempio di mal governo, di un Paese che pur disponendo di buone risorse non è mai davvero decollato ( e, anzi, ha rischiato il tracollo nel 2003, quando venti banche private hanno chiuso per sempre gli sportelli) e si accontenta di sfruttare in modo parassitario l’esportazione di gas e petrolio e l’amicizia interessata della Cina, il principale partner economico.
Ma l’emarginazione e la persecuzione di figure come la sua, capaci di portare un contributo politico creativo in un’epoca di globalizzazione e di contatti sempre più fitti, è proprio ciò che costringe ancora molti Paesi a un ruolo marginale rispetto alle proprie potenzialità, spingendoli magari poi a inseguire sogni nucleari per compensare il ritardo con un’immagine di forza e aggressività. I generali di Myanmar insegnano, gli ayatollah dell’Iran semmai confermano.



«Grazie per il vostro verdetto». Così, tra l’ironia e il sarcasmo,la leader dell’opposizione birmana, il premio Nobel per la Pace 1991 Aung San Suu Kyi,ha commentato il verdetto della corte speciale nel famigerato carcere di Insein a Yangon, la vecchia capitale dell’ex Birmania già nota come Rangoon, che l’ha condannata ad altri 18 mesi di arresti domiciliari. Fino al 2010, quando si dovrebbero tenere le lezioni politiche.

Il volto teso, eretta, minuta nel suo abito tradizionale dal colore rosa e grigio chiaro, la donna sotto forte scorta è rientrata nella sua modesta abitazione alla periferia ovest della città da dove era stata prelevata a forza dai militari lo scorso 14 maggio, per l’inizio del processo. Ora nella sua residenza sconterà l’ennesima pena.
Non sono state sufficienti le proteste internazionali, la minaccia da parte dell’Unione Europea di irrobustire le sanzioni economiche. La condanna è arrivata violenta come uno schiaffo in piena faccia all’opinione pubblica del mondo intero.
«La sua testardaggine è la sua forza», dice Silverstein. Questa donna non si piegherà e non si spezzerà». L'opposizione democratica contro il regime militare in Birmania è sempre più impersonata da una donna sola e decisa.

In attesa di avere notizie sul processo ad Aung San Suu Kyi, il dibattito sulla Birmania è destinato a continuare in molte sedi. Chi volesse conoscere meglio la realtà politica di quel Paese – meraviglioso sotto molti aspetti, ma funestato da un regime oppressivo – può avere aggiornamenti e approfondimenti (oltre che su Birmania Campaign) anche su questi blog e bollettini: Sudestasiatico.com, Burma Campaign UK e Democratic Voice of Burma.






dello stesso autore




Postato il Mercoledì, 12 agosto 2009 ore 16:55:04 CEST di Maria Allo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 2.77
Voti: 9


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.22 Secondi