Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547736029 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2022

VIII edizione del concorso PICCOLI REGISTI CERCASI…per la LEGALITA’
di a-oliva
1929 letture

Il Progetto DLC ancora una volta per lo 'Spedalieri' una palestra di vita
di m-nicotra
1882 letture

“DIO NON SI È ANCORA STANCATO DEGLI UOMINI”. Lettera aperta dell’Arcivescovo di Catania alla madre del piccolo Germano
di a-oliva
1818 letture

La preside Brigida Morsellino "Cavaliere della Repubblica"
di a-oliva
1752 letture

Ultimi appuntamenti dell’anno scolastico al Convitto Cutelli: Countdown e Gran Galà
di a-oliva
1732 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Modulistica
Modulistica

·Personale scolastico 2013/2014
·Concorso dirigenti, quando la comunicazione è ambigua. Depennate le domande inoltrate dopo il 16. ''Colpevoli'' alcuni Usr.
·2011-2012 modelli di autodichiarazioni da allegare alle Utilizzazioni e Assegnazioni Provvisorie
·Modelli di utilizzazione verso i distinti gradi di scuola da parte del personale titolare in altro ruolo e appartenente a classe di concorso o posto i
·Sul Blog di professione insegnante modulistica assegnazioni provvisorie e utilizzazioni a.s. 2011/12


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: Non più 'Ministero delle emergenze', ma 'scuola di qualità per tutti'. Idee e progetti del Ministro Stefania Giannini

Redazione
Il Ministro Stefania Giannini ha incontrato la Commissione Cultura del Senato, della quale ha fatto parte ed ha presentato le linee programmatiche del suo Dicastero. Il doveroso riferimento alla centralità della scuola che il nuovo Governo ha manifestato sin dai primi interventi operativi dell'agenda politica Le ha consentito un maggiore slancio per elencare le proposte innovative e di miglioramento elaborate e progettate.
In una precedente intervista aveva osservato che "la scuola italiana non ha bisogno di una riforma epocale, ma di una svolta epocale" e pare che ci siano tutte le premesse; occorrono soltanto le risorse ed i sostegni adeguati per mettere a frutto le molteplici potenzialità.
Ed ecco alcune proposte operative che coinvolgono la scuola primaria nella quale si propone un potenziamento dello studio della lingua inglese, non come disciplina, bensì avvio al processo di comprensione e di comunicazione nella dimensione europea, come pure un potenziamento dell'educazione motoria che trova poca applicazione per mancanza di spazi, di attrezzature e di personale specializzato.

L'Europa rappresenta il contesto geopolitico di riferimento primario per l'Italia ed il Ministro nel descrivere i quattro principi ispiratori della propria azione di Governo: la semplificazione, la programmazione, la valutazione e l'internazionalizzazione, riferendosi al settore scuola intende ridurre all'essenziale l'ipertrofia normativa, che da sempre l'ha caratterizzata.
Palazzo della Minerva, al viale Trastevere, invece di essere "Ministero delle emergenze" a causa di una criticità cronica e di un logorio costante nel dettaglio burocratico e amministrativo, vuole diventare "ministero per un servizio della qualità" per l'istruzione e la formazione dei cittadini italiani e di quanti, anche straniero, frequentano la scuola italiana.

Mentre la scuola accusa il dramma del precariato, "problema rilevante sotto il profilo quantitativo e drammatico", l'università presenta il semaforo rosso della carenza d'iscrizioni di risorse che mortificano e limitano di fatto il progredire della ricerca.

Dalla constatazione che il personale della scuola è costituito da "dipendenti pubblici demotivati e sindacalizzati", scaturisce un nuovo e reale impegno a "lavorare in modo che la scuola torni a formare le coscienze dei cittadini adulti di domani, che i dirigenti scolastici siano sostenuti nel loro compito direttivo e di supporto agli insegnanti, e che questi si sentano spalleggiati nel loro ruolo di formazione diretta degli alunni".

 Gli interventi per l'edilizia scolastica, ha detto il Ministro, non sono frutto di una reazione meramente emotiva, ma di un problema strutturale reale, e il Governo sta predisponendo un Piano pluriennale che porterà a fare interventi in altre 10.000 scuole su tutto il territorio nazionale.
Il riassorbimento dei precari potrà avvenire sia attraverso il turnover del personale, ma ancor prima e meglio attraverso l'organico funzionale, tanto atteso e annunciato.

In passato sono stati effettuati corsi e progetti, sono stati spesi tanti soldi, senza ottenere alcun beneficio. La presenza di personale stabile in relazione alle esigenze della scuola è garanzia di successo e di efficacia didattica, valorizzando le professionalità dei singoli, senza barriere ed ostacoli di carattere sindacale.
Con la dotazione dell'organico funzionale viene altresì colmato il vuoto didattico delle supplenze a garanzia di un'efficace e costante azione formativa. L'idea del "supplente stabile" potrebbe diventare finalmente realtà.

La "promessa" del Ministro di riportare l'ammontare del Fondo d'Istituto alla dotazione del 2011 (pari a 1,5 miliardi di euro) fa ben sperare per una ripresa della progettualità dell'offerta formativa, oggi, di fatto, frenata e mortificata dalla decurtazione delle somme assegnate.
Il Ministro, anche per dare un reale regime di autonomia alla scuola, al fine di realizzare i suoi progetti e le sue scelte, reputa essenziale prevedere l'assegnazione di stanziamenti certi già all'inizio dell'anno scolastico in un budget unico, senza vincoli di spesa, se non quelli fissati dalla scuola e finalizzati al miglioramento dell'offerta formativa, anche con la possibilità di utilizzare contratti d'opera laddove essi siano utili.  

Per rafforzare l'autonomia scolastica, ritiene, inoltre, importante trasferire il budget orario previsto per il personale e favorire l'utilizzo condiviso di risorse strumentali e umane tra reti di scuole, anche nell'ottica di garantire continuità alle supplenze, nonché la presenza d'insegnanti di sostegno specializzati, docenti per l'apprendimento nelle lingue straniere (CLIL) e tecnici di laboratorio.
La cultura di rete è una scommessa che la scuola di oggi dovrà vincere se vuole conseguire i traguardi di qualità. La cooperazione tra le scuole, l'interazione tra docenti ed anche tra il personale delle segreterie delle scuole, valorizzando le competenze, costituisce la carta vincente di sicuro successo; ma tutto ciò comporta una rinuncia all'autoreferenzialità che ciascun Istituto costruisce come barriera protettiva e spesso di chiusura e di solitudine.
La cultura di rete, inoltre s'inserisce nell'ottica di "scuola aperta" che il Ministro ritiene opportuno valorizzare sia come risposta alla dispersione scolastica e ad un'efficace integrazione, sia presenza di servizio nel territorio, centro di promozione, "luogo dell'integrazione e della creazione di una diffusa cultura del rispetto delle diversità".

Le iniziative di educazione alimentare collegate all'EXPO 2014-2015 impegnano la scuola per il prossimo anno ad essere veramente "aperta" e capace di allargare gli orizzonti culturali e formativi alle diverse espressioni di linguaggio e di comunicazione.
La riflessione del Ministero sullo sviluppo della scuola oggi merita una particolare attenzione: "Come nel Novecento gli istituti tecnici hanno formato i tornitori e gli elettricisti che sono stati protagonisti del successo industriale italiano, così oggi gli stessi istituti dovrebbero a suo avviso insegnare ai nostri giovani a stampare in 3D, a tagliare al laser, ad usare Arduino e l'hardware open source, permettendo alla nostra manifattura di essere leader anche nel XXI secolo".

Ecco i presupposti di una scuola nuova che utilizza la ricchezza del patrimonio culturale di ieri per rispondere ai bisogni di oggi, capace di rinnovare il vocabolario e valorizzare le competenze di ciascuno nella direzione della qualità che, sommando gli apporti positivi di ciascuno, produce una "qualità per tutti" e quindi una scuola nuova, efficiente e produttiva.

Giuseppe Adernò
g.aderno@alice.it








Postato il Martedì, 01 aprile 2014 ore 08:00:00 CEST di Giuseppe Adernò
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi