Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 583612403 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
maggio 2024

“Maggio dei libri” in aula magna presso il liceo Lombardo Radice di Catania: gli studenti si confrontano sulla libertà di lettura con Italo Calvino
di a-oliva
609 letture

RADUNO NAZIONALE DEI RAGAZZI SINDACI a MORROVALLE nelle Marche
di a-oliva
366 letture

Decreto di nomina dei Componenti esterni dei Comitati di valutazione nelle Istituzioni scolastiche della Città Metropolitana di Catania
di a-oliva
285 letture

Concorso Serra International 2024: due premi al Convitto Cutelli
di a-oliva
276 letture

SCAMBIO CULTURALE CON IL LYCÉE BUFFON DI PARIGI (Febbraio-Marzo 2024)
di a-oliva
270 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Recensioni
Recensioni

·Recensione libro di Marco Pappalardo 'Cara Scuola ti scrivo ... L’attualità di Lettera a una professoressa' (Edizioni San Paolo)
·Kaleidoscopio di Enzo Randazzo alla Fondazione Verga di Catania
·All'Ursino Recupero presentato il volume dell'italianista Maria Valeria Sanfilippo
·Venerdì 7 luglio, alle 17:00, all’Ursino Recupero (via Biblioteca 13), avrà luogo la presentazione del volume “Giuseppe Bonaviri e le Novelle saracene” (ed. Aracne) di Maria Valeria Sanfilippo
·La Madonna dei Bambini a Sant’Agata La Vetere


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


News: Catania – Nell’Auditorium “Concetto Marchesi” del Palazzo della Cultura, ha avuto luogo sabato scorso giorno 25 la presentazione del volume “Le parole mute. Tra sussulti e bisbiglii dell’anima” (ed. La Bussola) di Carmela Calcagno

Redazione
Nell’Auditorium “Concetto Marchesi” del Palazzo della Cultura, promossa dalla Presidenza del Consiglio Comunale di Catania in collaborazione con l’Università etnea e il Lions Club Catania for an Absolute Serve (presidente Giuseppe Salerno), ha avuto luogo la presentazione del volume “Le parole mute. Tra sussulti e bisbiglii dell’anima” (ed. La Bussola) di Carmela Calcagno.A fare gli onori di casa è stato Sebastiano Anastasi (presidente Consiglio Comunale di Catania), che si è soffermato sull’importanza di valorizzare il patrimonio etneo attraverso le opere degli studiosi e degli scrittori nostrani contemporanei. Sergio Sciacca, docente, studioso nonché giornalista, nel suo ruolo di relatore, ha sapientemente messo a fuoco le peculiarità del volume, introdotto dalla pregnante prefazione di Sarah Zappulla Muscarà (già ordinaria di Letteratura italiana nell’Univesrità di Catania), la quale ha peraltro coordinato i lavori. Pubblicato da La Bussola, con un corredo di ritratti in graffite della docente e artista Patrizia Stefania Baiunco, la silloge poetica “Le parole mute. Tra sussulti e bisbiglii dell’anima” della Calcagno dà corso alle urgenze di un fiume sotterraneo che solca e lambisce l’anima, imponendo la catarsi dello sfogo. Il dettato lirico si fa diga per arginare le intemperanze della ragione, i travasi e gli sciabordii del cuore, esprimendo il profondo travaglio interiore, teso alla ricostruzione emotiva di una microstoria non dimentica dei motivi d’interesse più generale ascrivibili alla macro-storia.
Fortemente autobiografico, il volume traccia la parabola esistenziale della stessa autrice, ne segue l’andamento, consegnando l’evoluzione di una figura femminile, le cui gesta e allegorie sono in bilico tra trasparenza e cripticità. Un percorso stra-ordinario, nel senso etimologico del termine, pur nell’ordinarietà di una vita scandita dalle lancette dell’amore.


Il logos del dettato lirico restituisce al lettore la fotografia dell’hic et nunc, consentendogli di indugiare su di una immanente quotidianità, i versi sono espressi mediante una ‘lingua delle cose’, che diviene scavo archeologico del campionario umano dei sentimenti, geografia dell’anima, recupero di un patrimonio personale che diviene a un tempo collettivo. Il senso della ricerca di se stessi conferisce una dimensione temporale e a-spaziale. La scrittura, talvolta, prende abbrivio da luoghi fisici: la “smagata e fantasmagorica” Torino, la Venezia, “carezza di visioni smerlate”, l’istantanea di Catania con la cima dell’Etna innevata e la sua pietra lavica, l’atmosfera acese della città dalle 100 campane negli anni trascorsi in collegio, la nostalgia per la natìa Raddusa, che sempre torna ad accamparsi nei ricordi,
dando risalto a personaggi, luoghi e mestieri scomparsi, tipici dell’entroterra siculo, valorizzando il patrimonio paesaggistico e culturale, gli usi e i costumi etnei e della ‘bedda’ Sicilia tout court.
Il più delle volte, tuttavia, il verso non risponde a perlustrazioni di luoghi specifici quanto piuttosto agli aspetti odeporici di un ‘ulissismo’ tutto interiore. La poesia è gazza ladra di materiali umorali dal forte valore testimoniale, del dettaglio poco eclatante, sottocutaneo. Il tratto della penna è testimone oculare, cronista minuzioso, infaticabile bracconiere della realtà. Il volume non è sfoggio erudito di un poeta, bensì mediazione di bisogni, istanze trasfigurate in ‘pensieri erranti’, in paziente recupero di un sostrato umano, che può riaffiorare dall’oblio con una forza dirompente, destrutturarsi per ricomporsi alla luce di un’operazione che, per dirla con Pirandello, può forse compiersi solo quando lo scrittore si guarda vivere, come fosse un altro, estraneo da sé.
Fortemente autobiografico, il volume si configura anche come un bilancio dell’esistenza, che abbozza le figure più rappresentative, le soste più significative, le speranze, le sconfitte, le vittorie di un percorso straordinario pur nell’ordinarietà di una vita vissuta con sobrietà ma anche con gli eccessi dell’amore in tutte le sue accezioni: filiale, fraterno, materno, umanitario.
Le sezioni della raccolta disegnano il tracciato della parabola esistenziale della stessa autrice, consegnando l’evoluzione di una figura femminile dal primo affacciarsi alla vita ai sacrifici dello studio, dall’affermazione nel mondo del lavoro alle fasi degli amori sino al costituirsi di una nuova famiglia, coltivando gli affetti primitivi e quelli connessi al ruolo di moglie e di madre, dalle gioie ai dolori sino all’instaurarsi della maturità piena e consapevole. In ogni fase tuttavia non c’è mai egocentrismo. L’occhio è sempre vigile sul prossimo e su ciò che vi gravita attorno.
L’autrice ama sperimentare talvolta forme espressive alternative. È il caso della lirica dialogica Immigrati africani o Neocolonialismo, in cui il lettore ideale può rimestare stati d’animo che gli appartengono, compiacersi di aver già meditato su quei passi, di aver fatto a tratti i conti con la paura, la diffidenza, ma anche con l’umana pietas rivolta ai troppi sventurati in cerca di una vita migliore. Nell’ultima strofa è la denuncia, che scuote la coscienza e apre scenari di riflessione: Vergognati fratello civilizzato del 2000 / nonostante i mezzi in tuo possesso / sei rimasto l’uomo delle caverne / novello Hitler hai predato ancora / imponendo il tuo dominio in terra sprovveduta / che per niente ti appartiene! / Con forza bruta hai ripetuto gli errori del passato. I versi hanno quasi il sapore dell’amarezza quasimodiana di Uomo del mio tempo, ponendo inoltre l’attenzione sull’annoso problema di rendere autonomi i Paesi più fragili, mediante la cultura dell’implementazione di know how, con trasfusioni di conoscenze e competenze direttamente erogate nei luoghi ingiustamente sfruttati e depredati.
La saggezza degli anni sbarra il passo alla voce per poter apprezzare l’epifania del silenzio, con il suo valore e il suo carico di risposte. Così in Primavera 2020 si scorge l’inno di speranza intonato dalla natura. Tutt’altro che mera cornice, essa partecipa alle aspettative come pure alle inquietudini dell’umanità messa sotto scacco dall’emergenza epidemiologica del Coronavirus. Anche gli uccelli infatti vivono il tempo coevo, sospendendo i loro “giochi aerei”. Nel paesaggio immobile i corpi sono prigionieri e la ragione frena gli slanci della fantasia che vorrebbe sconfinare. Nella crudeltà e tragicità del momento la poetessa si domanda se i “pellegrini assetati di reciprocità” potranno ricavare una lezione, un insegnamento per riordinare la propria scala di valori, per ricollocare le priorità dell’esistenza: Come bimbi ai primi incontri ludici coi coetanei / riapprezzeremo il gioco della fruttuosa convivenza / e impareremo a guardare con gli occhi dell’anima / la miseria, la solitudine, l’alienazione / di chi ci vive accanto o lontano… / Cambieremo il corso della storia / il volto della vita / moltiplicando ogni giorno / i gesti di reciproco Amore!
A restituire la voce di molti dei componimenti della raccolta è stata Maria Valeria Sanfilippo (dottore di ricerca in Filologia nell’Università di Catania) e Salvo Valentino, docente di Lettere,  attore professionista e fondatore della Compagnia dei Giovani, apprezzati dal pubblico accorso all’evento.

redazione@aetnanet.org








Postato il Martedì, 28 febbraio 2023 ore 08:00:00 CET di Andrea Oliva
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.45 Secondi