Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 467011295 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2018

UCIIM - Biblioteca 'Gesualdo Nosengo'
di g-aderno
586 letture

Restiamoalsud - Incontro al Senato docenti e senatrici. Per i docenti in arrivo il 'domicilio professionale'
di g-aderno
572 letture

I Siciliani il 2 di novembre non commemorano i defunti, li festeggiano
di m-nicotra
563 letture

De profundis all'Alternanza Scuola/Lavoro
di a-palumbo
553 letture

Si fa presto a dire storia
di a-battiato
550 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Patrizia Bellia
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Sergio Garofalo
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Redazione
Redazione

·Ampia impostura ...
·Apre a Ferrara il Museo Penazzi della Caffettiera
·Incontro conviviale dei docenti della scuola Parini dell’anno scolastico 1999-2000
·Per non dimenticare ...
·Giada Santangelo eletta sindaco dei Ragazzi. Il 15 novembre cerimonia di giuramento al Municipio di Belpasso


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Didattica: Si fa presto a dire storia

Redazione
Purtroppo la storia non è una scienza esatta. Tanti si considerano storici e legittimati a scrivere libri di storia. Molti si ritengono competenti ad esprimere giudizi e ad interpretare eventi storici. Parecchi "testimoni oculari" di avvenimenti passati, dalla loro testimonianza, ne ricavano "libri di storia", che è come dire: uno spettatore d'una partita di calcio, sol perché guarda la partita, si considera un grande giocatore, o un ascoltatore d'un concerto si considera un grande musicista. Soprattutto, ahinoi, la storia la scrivono solo e sempre i vincitori! Si, si fa presto a dire storia!

Per "fare storia" intanto bisogna conoscere in maniera approfondita fatti e avvenimenti, saperli collegare, dargli linearità, continuità, spessore; bisogna avere sensibilità, competenza, rigore, perizia, capacità intuitiva e senso della misura. Solo chi ha passione e vocazione riesce a "scendere in profondità" nei meandri della memoria e della coscienza dell'uomo. Si, dell'uomo! Bisogna cercare l'uomo, innanzitutto. Diceva Lucien Febvre, "la storia deve cogliere le persone. Chi si arroga il nome di storico, ma senza provare il bisogno di cercare, di trovare l'uomo là dove esso è (o dove talvolta si nasconde) - l'uomo vivente, l'uomo sensibile, l'uomo pieno di passioni e di ardore e di temperamento - non è che un erudito".

La storia è, soprattutto, "storia degli uomini nel tempo", come affermavano gli storici delle "Annales", la cui scuola, fondata in Francia nel 1929, da Lucien Febvre e Marc Bloch, intorno alla rivista "Annales d'histoire économique et sociale", e deve essere caratterizzata da una tensione innovativa per la ricerca storiografica, considerata "disciplina scientifica".

Ma per essere "scienza" e non solamente una semplice narrazione di singoli fatti, verificatesi in un arco di tempo più o meno lungo, la storia ha bisogno di altri strumenti, di nuove metodologie, d'un approccio multidisciplinare, deve cioè "essere aiutata" da altre scienze. Per gli esponenti del movimento delle Annales la storia deve essere supportata dalla sociologia, dall'economia, dalla psicologia, dall'antropologia, dal diritto; "un lavoro comune con le scienze sociali, dalla geografia alla statistica, dall'economia politica alla psicologia e alla sociologia", bisogna considerare gli aspetti economici della produzione e del lavoro, della tecnologia e delle scoperte scientifiche; bisogna considerare anche la società, la lingua, la demografia, la sessualità, la religione, le credenze, l'alimentazione, gli usi e i costumi quotidiani.

Gli storici delle Annales auspicavano la necessità di un lavoro "collegiale", di una base interpretativa comune, capace di aprire nuovi e più vasti orizzonti, che oltrepassassero anche i confini nazionali, che tenessero conto dei diversi punti di vista degli studiosi di altre nazioni. Ecco allora che si allarga "a macchia d'olio" la "funzione" dello storico, il lavoro del ricercatore, che si fa più ampio, più articolato, ma per questo anche più complesso e più scientifico. Il tempo è un altro elemento importante da considerare. Fernand Braudel, un altro importante esponente della École des Annales, in un suo famoso articolo del 1958, sulla "lunga durata" del tempo, delineava la scomposizione della storia su tre piani, il "tempo geografico", il "tempo sociale", il "tempo individuale".

Infatti, "per la meccanica, il tempo è puramente una serie di istanti che si susseguono in un ben determinato ordine lineare: passato, presente e futuro; per la realtà della coscienza, il tempo non è qualcosa di riconducibile solamente ad una successione di istanti, invece è durata, è un flusso continuo, i cui momenti si compenetrano a vicenda, senza poter venire separati l'uno dall'altro". E il "tempo della coscienza" dà il senso della durata del tempo vissuto, e solo al suo interno è possibile ordinare in maniera razionale gli eventi. Per comprendere pienamente la storia è necessario considerare un "periodo lungo" e uno "spazio ampio", tale da capire fino in fondo le cause, le concause, gli effetti, le scelte, le decisioni, le responsabilità e le conseguenze degli avvenimenti storici.

Per tale motivo gli storici delle Annales hanno ampliato il loro campo d'azione, abbandonando la concezione "eurocentrica" ottocentesca ed allargando il perimetro geografico dell'indagine storiografica anche a continenti poco studiati: l'Asia, l'Africa, l'America. Seguendo quindi le indicazioni e la metodologia storiografica della scuola delle Annales, credo che molte delle più importanti questioni d'attualità - immigrazione, conflitti etnici e religiosi, povertà e sottosviluppo, emergenze ambientali, terrorismo internazionale - debbano essere viste e analizzate alla luce di un più ampio approccio "spazio-temporale"; vadano studiate e interpretate con un metodo scientifico multidisciplinare, che tenga conto del fattivo ed efficace contributo di altre scienze, economiche e sociali.

Se vogliamo cercare di capire il nostro difficile tempo dobbiamo "scendere in profondità" nella "storia degli uomini nel tempo". Ma occorre studio, impegno, sacrificio, preparazione, e tanta volontà.
Solo così la storia avrà tanto da raccontarci...

Angelo Battiato





articoli correlati




Postato il Domenica, 04 novembre 2018 ore 10:00:00 CET di Angelo Battiato
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.28 Secondi