Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 482051678 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2019

Caldo canicolare, basta con l'esame di Stato tra fine giugno e luglio. Bisogna anticipare l'esame di maturità
di m-nicotra
1704 letture

Il saluto alla cara prof.ssa Caterina Ciraulo
di a-battiato
1281 letture

#Maturità2019, online le commissioni d’Esame Motore di ricerca sul sito del MIUR
di m-nicotra
840 letture

Manifestazione finale 'Legalità in arte ... Oltre 100 passi...verso la Legalità' all'Istituto Comprensivo Statale Santa Venerina
di m-nicotra
818 letture

Il Certamen 'Giustino Fortunato', vinto dal Liceo Artistico Emilio Greco, di Catania
di a-battiato
739 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ufficio Scolastico Provinciale
Ufficio Scolastico Provinciale

·Mobilità a.s. 2019/2020 - Personale ATA - Disponibilità posti prima dei movimenti
·Movimenti provincia di Catania - tutti gli ordini di scuola
·Due giornate su Educazione alla Legalità a Caltanissetta
·Istruzioni e indicazioni operative in materia di supplenze al personale docente, educativo ed A.T.A. - Anno scolastico 2018/2019
·Personale docente scuola Secondaria di II grado - Assegnazioni provvisorie interprovinciali su posti comuni nella scuola secondaria di I grado


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Open Day: Lingua dei segni a scuola: una storia di bilinguismo 'È giunta l'ora della Lis, la lingua dei segni italiana' alla Scuola Primaria Maddalena di Canossa di Catania

Istituzioni Scolastiche
Si arricchisce l'Offerta Formativa dell'Istituto Scolastico Paritario Canossiano sito in via Passo Gravina 78/A a Catania che, dall'anno scolastico in corso, ha avviato un percorso sperimentale per l'introduzione della Lingua dei Segni Italiana (LIS) nella Scuola Primaria. Proprio così! Dal mese di ottobre i 104 alunni della Scuola studiano come lingua, oltre l'inglese, anche quella dei segni. possono così comunicare con Carlotta e Omar e divertirsi con loro nell'intervallo.
Alle discipline scolastiche, infatti, è stata aggiunta un'ora settimanale di LIS per sordi e udenti.

La LIS è la Lingua dei Segni Italiana, una lingua con una propria morfologia e sintassi, alla pari delle lingue vocali. Attraverso questa il segnante (colui che usa i segni per comunicare) trasmette conoscenze e informazioni, stimolando le competenze di base della comunicazione visiva, ossia capacità di trasmettere un'informazione tramite "ciò che si vede" (le espressioni, la postura, i gesti).

Prevede l'uso simultaneo di più canali e di diversi segnali espressivi, nella realizzazione dell'atto comunicativo: i segni sono prodotti dalle mani, ma anche da diverse parti del corpo, con alterazioni dell'espressione facciale, della direzione e della postura. Ciascuna di queste componenti risponde a una grammatica ben precisa, nel caso di verbi, a una diversa coniugazione per il singolare e il plurale.

Il bambino sordo, oggi, è esposto simultaneamente a due lingue (la Lingua dei Segni e la Lingua Italiana): nello stesso contesto può apprendere completamente entrambe. La LIS gli da la possibilità di crearsi una competenza linguistica naturale e di sfruttare il residuo uditivo; l'italiano e la buona lettura labiale (delle labbra di colui che parla), invece, sono indispensabili per una buona integrazione. In questo modo non solo può conoscere due lingue, ma anche appartenere a due culture.
In un contesto bilingue (italiano e lingua dei segni) la LIS viene appresa in modo naturale per i sordi, permettendo loro una piena comprensione e partecipazione alle attività. Inoltre è appresa come seconda lingua per gli udenti, favorendo lo sviluppo delle competenze comunicative e permettendo di conoscere una nuova cultura.
In ambito pedagogico, esperienze nazionali ed estere hanno dimostrato qualcosa di molto importante: la lingua dei segni offre benefici anche ai bambini udenti , oltre a quelli sordi. Infatti la conoscenza della LIS, al pari di una lingua straniera, contribuisce allo sviluppo di una personalità ricca ed equilibrata, favorisce l'apertura mentale e la plasticità percettiva, stimolando la capacità di adattamento a contesti diversi.

"Carlotta ripete la lezione di scienze con la compagna di banco. A modo suo naturalmente, perché Carlotta, che ha nove anni, è sorda dalla nascita e si esprime anche con la lingua dei segni. Una cosa, questa, di per sé non eccezionale, anche se non scontata. La cosa eccezionale invece è che, per sua fortuna, tutti ma proprio tutti i suoi compagni di classe conoscono e parlano la lingua dei segni, esattamente come lei." - Queste le parole di Marcello Greco, Coordinatore Didattico che continua - "Da ottobre tutti i nostri bimbi studiano italiano, inglese e la LIS. Per loro non è un problema, sono come spugne e la imparano con grande facilità, come un bellissimo gioco".

La scuola"Maddalena di Canossa", gestita dalle Suore Canossiane, è una scuola storica e, per la propria tradizione e peculiarità, dà una particolare importanza all'integrazione didattica degli alunni sordi.
La Scuola mette in campo risorse umane specializzate, nonché un patrimonio scientifico e culturale che affonda le proprie origini nelle tradizioni della Scuola Canossiana.
Ai fini didattici vengono pianificati interventi personalizzati che trovano sostanzialmente fondamento in due diverse metodologie.

La prima nella individuazione della disabilità (all'uopo appare necessario un supporto di conoscenza scientifica fornita dalle famiglie) al fine di comunicare le prime strumentalità di base; la seconda creare condizioni oggettivamente positive al fine di una totale integrazione, quale risultato di un processo che è la sintesi tra lo sviluppo cognitivo e quello socio-affettivo.

A tal fine la didattica favorisce l'instaurarsi di relazioni sociali efficaci, per raggiungere un obiettivo più organico nel quale il disabile interagisce nel modo più naturale possibile senza che si ponga alcun elemento ostativo.
Il progetto didattico relativo all'alunno disabile, si addentra nella singola patologia per definire il progetto educativo individualizzato.

La conoscenza diagnostica permetterà di fare emergere un quadro non solamente clinico, ma tale da evidenziare le potenzialità sulle quali operare.
Inoltre il costante collegamento con i vari enti pubblici per la erogazione di servizi sociali ed educativi permette interventi mirati e quindi maggiormente efficaci per la realizzazione degli obiettivi proposti.
Tutto questo accade in un momento particolare. Infatti, mai come stavolta, in Parlamento ci sono i presupposti per il riconoscimento di tutti quei diritti da tempo negati a persone sorde.
A ricordarlo è stato il presidente del Senato Pietro Grasso, nel messaggio inviato al convegno organizzato da Anios (Associazione interpreti di lingua dei segni italiana), svolto l'11 maggio alla Camera, dal titolo "Il dovere di ascoltare: riconoscere il ruolo di interprete LIS".

"È giunta l'ora -si legge nel messaggio del Presidente - di operare un cambiamento nell'approccio culturale" verso il mondo sordo, con il riconoscimento per legge della Lis, la lingua dei segni italiana, e la consapevolezza della necessità di avere una figura, come quella dell'interprete, collocata in un ambito legislativo e professionale ben definito".
Il presidente del Senato ha sottolineato che "... un Paese civile non può sopportare che ad alcuni sia negata la legittima ambizione di essere completamente parte della sua comunità in ragione di una forma di disabilità".

In sintonia con Grasso, è stato il messaggio inviato dal ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini: "Nessuno può rimanere escluso in un mondo costantemente chiamato a comunicare. Gli interpreti di lingua dei segni italiana ci aiutano ogni giorno con professionalità a garantire questo diritto alla relazione con gli altri. Abbiamo bisogno di questi "mediatori linguistici" anche per promuovere una inclusione piena, favorendo lo studio e la diffusione della lingua LIS come se fosse la lingua di un altro Paese che vive insieme a noi".

Marcello Greco








Postato il Domenica, 06 novembre 2016 ore 07:00:00 CET di Giuseppe Adernò
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.26 Secondi