Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 480030599 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
maggio 2019

Maggio dei libri per il liceo G. Lombardo Radice tra le molteplici manifestazioni della città Metrolitana di Catania
di m-nicotra
829 letture

Chi ha sospeso la docente di Palermo deve dimettersi
di m-nicotra
804 letture

Al Comune di Catania l’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” celebra la 'giornata della Memoria tra ieri e oggi' – Never Again
di m-nicotra
652 letture

Introduzione di sistemi di verifica biometrica dell'identità e di video sorveglianzaper i dirigenti pubblici e per il personale pubblico. Richiesta di abrogazione
di m-nicotra
640 letture

Necessità di tutelare i diritti acquisiti e salvaguardare la titolarità dell’insegnamento per le docenti e per i docenti della classe di concorso A-21
di m-nicotra
605 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ministero Istruzione e Università
Ministero Istruzione e Università

·InnovAgorà, al via dal 6 all’8 maggio la piazza dei brevetti della ricerca italiana
·#FuturaLeonardo, dal 2 al 4 maggio a Roma le scuole celebrano Leonardo da Vinci a cinquecento anni dalla morte
·Olimpiadi di Problem Solving, premiati ‘i cervelloni’ d’Italia. Quasi 25.000 gli studenti in competizione
·On line i dati sugli esiti degli Esami di stato nella Scuola secondaria di II grado per l’anno 2017/2018
·Bussetti incontra organizzazioni sindacali. Annunciati nuovi concorsi per la scuola


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Concorso Docenti: Concorso docenti 2016: primo bilancio

Sindacati
Siamo circa a metà del periodo di svolgimento delle prove scritte del Concorso 2016 e ci si presenta su un piatto d'argento la possibilità di effettuare un primo bilancio sull'andamento di una delle più gravi ingiustizie subite dai docenti della scuola italiana. Di per sé, il concorso, sarebbe uno strumento adeguato per effettuare la verifica di idoneità per esercitare una professione ma, non possiamo evitare di ricordarlo, non certo per chi già la esercita una professione a pieno titolo alle dipendenze dello Stato, con tanto di titolo qualificante, l'abilitazione che, a livello anche squisitamente linguistico, è l'elemento che formalizza una abilità professionale. È così in tutte le professioni, in cui l'abilitazione è il riconoscimento acquisito a mezzo esame, esattamente quello sostenuto da tutti i docenti destinatari del concorso.

A chi obietterà che essere abilitati non comporta l'automatismo dell'assunzione, rispondiamo prontamente che i docenti che stanno effettuando il concorso, nella maggior parte dei casi sono già assunti, sono già stati assunti, a pieno titolo, da precari, da anni e su posti vacanti, quelli per i quali stanno concorrendo.

Ma entriamo in medias res, per capire se è possibile riscattare qualcosa di questa insensata situazione. L'unica, è quella di elaborare ideologicamente la partecipazione al concorso, sottolineando all'opinione pubblica che i docenti precari italiani, sebbene discriminati e vessati, si sono dignitosamente sottoposti a qualcosa di illogico, specie se si pensa a quanti tra questi hanno affrontato da poco tempo i loro esami abilitanti, solo per sfatare l'accusa di essere indisponibili alla valutazione. Solo chi vive al di fuori delle mura scolastiche può credere a questa idiozia, perché, anche da precari,  la valutazione è un elemento costante e quotidiano, a partire dai Dirigenti scolastici, che non solo controllano ma hanno il potere di sanzionare la condotta dei docenti, potere amplificato dalla legge in vigore.

Ribaltando la questione, invece, siamo noi docenti che possiamo, a metà percorso, valutare quanto da noi affrontato, a partire dalla mancanza di criteri di valutazione delle prove codificati e resi noti, cosa che invece ci viene puntualmente chiesta nel nostro lavoro. Le griglie di valutazione, infatti devono essere palesate in ogni documento, e devono rispettare criteri di oggettività e trasparenza, cosa tutt'altro che garantita in questo concorso in cui, a tutt'oggi, non esistono griglie e, in molte sessioni d'esame, nemmeno i Commissari. Insomma, chi ci valuta non sa rispettare nemmeno i criteri che ci impone.

Non esistono verbali, se non quelli redatti a fine prova. Non esistono adeguate informazioni scritte sul funzionamento della piattaforma informatica utilizzata e le poche indicazioni utili al suo coretto utilizzo, sono verbalmente fornite dal comitato di sorveglianza e sono il frutto degli intoppi e delle penalizzazioni subite da chi ha fatto da cavia nei primi giorni che, malcapitato, ha anche perso irrimediabilmente parte della sua prova. Per non parlare delle domande oggetto delle prove in cui sono stati riscontrano riferimenti a strumenti superati dalle norme e dalle prassi, come Unità didattica in luogo di unità di apprendimento. Sembra una inutile polemica, a un occhio inesperto, ma non lo è, dal momento che l'approccio ideologico tra l'una e l'altra formula è completamente diverso ma evidentemente gli "esperti" ingaggiati dal Miur non lo sanno.

Inoltre, nelle domande, sono richiesti riferimenti ad argomenti al di fuori dei programmi o impossibili da attuare nella programmazione reale, perché lontani dagli standard minimi che la scuola stessa impone.  Quale serietà valutativa poi, può essere prevista per risposte che lasciano il tempo che trovano, nella migliore delle ipotesi nozionistiche, nella peggiore una pallida evocazione di modelli burocratici che comprimono,appiattiscono e non potranno mai pallidamente riassumere un progetto educativo di ampio respiro come quello che si attua nella prassi scolastica. Quale insegnante serio, infatti, sarebbe in grado di produrre un insegnante in venti minuti, il tempo medio stimato per risposta, quale ricerca, quale spessore, potrebbe garantire? Per non parlare poi delle sigle, una tra tutte "BES", utilizzata in modo stereotipato e vuoto, a dimostrazione che chi ha costruito i quesiti non si è posto nemmeno il problema di capire di cosa stesse parlando.

Le segnalazioni di ogni tipo, ormai ,sono all'ordine del giorno e non sono stati nemmeno rispettati i più elementari criteri di buon senso, compreso quello di trattare i candidati in modo adeguato al loro profilo professionale, altamente qualificato e rispondente a criteri fissati dal proprio datore di lavoro, il Miur.
Durante il concorso, invece, il Miur e tutti i suoi rappresentanti "in campo" sembrano esserselo dimenticato, fino a sfiorare il ridicolo... è capitato a Roma dove ai docenti è stato impedito persino di utilizzare il bagno riservato ai colleghi della sede del concorso, obbligando ad utilizzare quello degli studenti. E alla segnalazione dell'assenza di carta igienica nei bagni degli alunni, la Dirigente scolastica si è prodigata a farla recapitare, per colmare questa che è una carenza cronica delle nostre scuole, quella della carta igienica utilizzata come argomento in Parlamento dall'On. Malpezzi per coprire di ridicolo le richieste e le proteste dei docenti contro la "Buona scuola".

Ovviamente nessun altro argomento è alla portata di chi sta difendendo, con superficialità inaudita, uno strumento inadeguato come quello scelto per "selezionare" i docenti, fatto di domandine volutamente retoriche alle quali rispondere retoricamente. Questa è la qualità tanto ostentata dal Miur e dal Governo, questo lo specchietto per le allodole, docenti compresi, molti dei quali aderiscono alla "fuffa" oggetto dei discorsi demagogici del Primo Ministro e della sua squadra.
Il Ministero forse sta aggiustando il tiro in corso d'opera, a partire dall'elemosina destinata ai commissari come compenso e dalla progressiva nomina in tempo utile dei commissari d'esame, assenti nelle prime prove, ma quanto è finora capitato sta progressivamente emergendo e sarà oggetto di precise denunce che, dopo le opportune verifiche, potrebbero mettere in luce un quadro inquietante in cui valore e merito, quello ostentato dal Governo nel vendere il Concorso, non sono i termini adatti a qualificare chi il concorso si è ostinato a metterlo in piedi, a dispetto di tutto ciò che lo sconsigliava, comprese opportunità e buon senso.

Valeria Bruccola, Coordinatrice nazionale Adida








Postato il Mercoledì, 18 maggio 2016 ore 06:30:00 CEST di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi