Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 481989734 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2019

Caldo canicolare, basta con l'esame di Stato tra fine giugno e luglio. Bisogna anticipare l'esame di maturità
di m-nicotra
1682 letture

Il saluto alla cara prof.ssa Caterina Ciraulo
di a-battiato
1261 letture

#Maturità2019, online le commissioni d’Esame Motore di ricerca sul sito del MIUR
di m-nicotra
836 letture

Manifestazione finale 'Legalità in arte ... Oltre 100 passi...verso la Legalità' all'Istituto Comprensivo Statale Santa Venerina
di m-nicotra
813 letture

Il Certamen 'Giustino Fortunato', vinto dal Liceo Artistico Emilio Greco, di Catania
di a-battiato
739 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Redazione
Redazione

·Premio letterario un monte di poesia 2019 - quattordicesima edizione
·Presentato al Monastero dei Benedettini di Catania il libro “Né carne, né pesce”, della giovane scrittrice Gaia Sarpietro, che riscuote successo e condivisione evocando il male generazionale: i disturbi del comportamento alimentare
·Partita la petizione per l’equiparazione stipendiale dei docenti Infanzia, Primaria e secondaria di primo grado
·Quarant’anni senza Aldo Moro
·La Società delle Belle Arti Casa di Dante organizza la 1° edizione del 'Concorso Internazionale Biennale di Grafica', Firenze


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Costume e società: Una muraglia indecorosa sulla A12 a Marina di Carrara. Un esempio eclatante di rifiuto del bello di natura

Opinioni
Speravo nell'immediata rimozione della muraglia costruita sull'autostrada A12 nel tratto che dal Viale XX Settembre di Marina di Carrara corre verso Massa, lungo la parete laterale nord-est che si affaccia sullo splendido paesaggio delle Alpi Apuane, indubbiamente tra i fenomeni naturali più imponenti e straordinari al mondo. Ma le mie piccole speranze sono cadute di fronte ai grandi interessi preconfezionati, per i quali si può persino fare sparire un intero paesaggio dietro orribili barriere antirumore.
A guardarlo dai campi di Villa Ceci, il muraglione antirumore edificato con molta disinvoltura e tanti inutili disallineamenti sembra un grosso bastione di contenimento murario costituito da pannelli opachi che specie nel tratto di circa 500 metri, tra i più belli dell'intero percorso, annullano la vista delle Alpi Apuane, determinano una gravissima alterazione del paesaggio e deprimono in modo violento il senso del bello,con conseguenze non prive di pericoli a danno dell'ambiente e dell'immagine complessiva di tutto il territorio. Basta dare un semplice sguardo per capirlo, come invece non si capiscono le continue alternanze di barriere antirumore opache con altre trasparenti una volta superato il tratto che ho indicato.
Non so con esattezza per quale motivo nessuno si sia accorto finora dell'orribile mostruosità, forse perché essa occupa i circa cinquecento metri sporgenti all'interno, verso Villa Ceci, e dunque riesce poco visibile dall'esterno in tutta la sua bruttezza volgare. Neppure gli amministratori locali,gli ambientalisti di professione o di vocazione, sempre attenti con clamore alla tutela del patrimonio artistico e naturalistico,hanno potuto sollevare dubbi né tanto meno contrastare il compimento dello scempio del paesaggio, l'oltraggio all'ambiente e l'offesa inaudita ad un contesto paesaggistico tra i più preziosi ed esclusivi. Soltanto una brava e coraggiosa giornalista de "La Nazione" di Carrara, Cristina Lorenzi, si è assunto il compito ingrato di rappresentare la situazione di fatto e di indicare i pericoli visivi, percettivi e strutturali,venendo incontro alle ragioni della concreta difesa ambientalista. Si ripristini perciò al più presto,da parte di Autostrade per l'Italia, l'ordine logico e naturale delle cose e si utilizzino, se mai, i più validi e moderni dispositivi antirumore per esaltare le bellezze della natura e valorizzare il paesaggio, anziché per offenderlo e distruggerlo. E ciò non può avvenire solo in territorio carrarese e toscano, giacché si tratta di argomento universale.
Il caso carrarese è un vero e proprio rifiuto,da parte di chi ha una visione solamente materialistica, di un bello di natura che dovrebbe coinvolgere tutti gli esponenti di tutte le classi sociali, giacché tutti possiedono un "gusto" verificabile e documentabile. Ogni soggetto ha il proprio "gusto", è vero, e con questo strumento sentimentale egli è in grado di apprezzare in misura maggiore o minore il senso del bello (e di goderne). Se ne viene privato per determinate circostanze, come a Carrara, le operazioni di deprivazione restringono la sfera estetica, intellettuale e morale dell'individuo e abbassano lo stesso livello della sua umanità.
Insomma,il giudizio estetico può essere (ed è) relativo a ciascun soggetto,ma non può essere del tutto cancellato in nessuno,tranne che si perda l'oggetto naturale che lo determina.Qui è la sconfitta del bello di natura.Se scompare l'esserci di un oggetto determinato come a Carrara un intero paesaggio, soffocato in modo astuto tra i pannelli opacizzanti e strazianti di una rozza muraglia, scompare anche l'idea estetica o si riduce notevolmente la possibilità di rappresentazione sul campo di quella che abbiamo chiamato bello di natura e si perde la capacità di gustare il bello nella sua stessa lingua verginale. Questo è in sintesi il senso che attribuisco alla difesa dell'ambiente e del paesaggio,soprattutto da coloro che hanno ricevuto un'educazione estetica accanto a tutte le altre educazioni fondamentali.
Sarebbe davvero un fatto fortemente progressivo se venisse trasformata la vecchia civiltà borghese dell'opportunismo di pochi e delle palizzate carraresi in una nuova civiltà estetica per molti,e addomesticare gli interessi costituiti e le sensibilità cristallizzate per poter meglio proteggere il mondo esterno,custodirne con molta cura le forme e farlo piacere a tutti in quanto vero "cosmo", senza più legarlo ad una determinata utilità economicistica per la quale bisogna sempre ricevere anziché dare. La scarnificazione delle cave carraresi può fornire l'idea della quantità di marmo che è stata ricavata strappandola alla bellezza e dell'utile che alcuni hanno ottenuto senza offrire apprezzabili qualità e visibili conseguenze di bellezza alla comunità. Questo è in fondo il pensiero più generale che si fa strada quando ci si avvia per una riflessione critica,, sia pure sintetica, sulla muraglia della A12 a Marina di Carrara.

Salvatore Ragonesi
salvatoreragonesi@hotmail.com








Postato il Sabato, 30 agosto 2014 ore 08:00:00 CEST di Redazione
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi