Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 515653203 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
gennaio 2021

Lu Trenu
di a-battiato
1712 letture

# Ragazzi Sindaci di Sicilia uniti salutano il 2020
di a-oliva
1612 letture

Valutazione scuola primaria senza voti, ma…
di a-oliva
1504 letture

Elogio del tempo, ovvero, al nuovo anno che verrà
di a-battiato
1456 letture

Come sarà la festa di S. Agata?
di a-oliva
1373 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Attività parlamentare
Attività parlamentare

·Le linee guide che spezzano la scuola, non la riaprono
·Il ministro blocchi il progetto scuola/esercito in Sicilia
·Una campagna nella scuola contro le falsificazioni anticomuniste della storia
·Gli amici delle scuole private all’attacco della Costituzione
·Autonomia differenziata, la partita è aperta


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Riforma: Verso il nuovo PATTO PER LA SCUOLA che alcuni chiamano 'PACCO'

Redazione
Il nuovo "patto per la scuola" ha messo in movimento le acque stagnanti della scuola e cominciano a ribollire i fermenti maleodoranti delle opposizioni sindacali che in questi anni hanno, di fatto, contribuito all'affossamento del sistema scuola, sostenendo soltanto alcune battaglie di quartiere. Il Ministro Giannini con l'appoggio del Governo Renzi sembra intraprendere la via del cambiamento che, com'è stato ben osservato non riguarda soltanto gli orari, le retribuzioni, il merito, l'apertura prolungata delle scuole.
Oggi nelle medie e nelle superiori un docente lavora 18 ore settimanali (più 80 ore l'anno per consigli di classe e d'istituto). Il resto, non è contabilizzato: chi fa zero e chi fa troppo.  Con il nuovo "patto", che alcuni chiamano" con tono dispregiativo: "Un bel pacco!" tutti i docenti saranno impegnati a scuola per 36 ore la settimana e gli attuali 208 giorni di scuola, diventeranno presto 230 giorni di attività.
Già alcuni dirigenti "burocratizzati" hanno impegnato tutti i docenti, senza eccezioni, fino al 30 giugno ed in qualche scuola per assicurare la collegialità delle operazioni di ratifica delle prove scritta agli esami di licenza media, data la coincidenza d'impegni di docenti in più scuole, la riunione collegiale è stata svolta alle ore sei del mattino.

A Genova è stata decisa la "settimana corta" anche per le scuole superiori, allungano l'orario giornaliero fino alle ore pomeridiane, con poca soddisfazione degli studenti.
Le motivazioni non sono certamente nobili e per nulla didattiche, ma la "e" dell'economia è più forte della "e" dell'educazione e quindi vincerà ogni battaglia. La logica del risparmio prevale, domina, detta legge, modifica modelli consolidati e, secondo i politici, rinnova e modernizza anche la scuola.
Il leader della Flc Cgil, Mimmo Pantaleo, il quale si chiede: "Se a fine anno si premia qualcuno, gli altri che fine fanno?" insinuando quasi la proposta di non pensare ad alcun progetto di premialità, com'è stato fatto da sempre, sembra voler proseguire la cattiva strada dell'assegnazione a pioggia di eventuali benefici e, com'è stato dimostrato, senza alcun beneficio per la qualità della scuola.

Circa l'amputazione di un anno alla scuola superiore il leader della Flc Cgil ed altri sindacalisti come Marcello Pacifico dell'Anief, vedono soltanto l'aspetto del risparmio dei docenti, senza guardare il beneficio di una scuola che punta alla qualità, se è vero che l'ultimo anno di scuola risulta poco produttivo, vissuto nella tensione delle prove di ammissioni all'università e degli esami di stato, che secondo alcuni dovrebbero essere aboliti.
Alle tanti voci di opposizione si contrappone l'on.Valentina Aprea, ora assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia, la quale si dichiara soddisfatta che il governo presenterà a giorni una proposta di modifica dello stato giuridico degli insegnanti "che riparte dai principi contenuti nella proposta di legge 953 discussa nella Commissione Cultura nella scorsa legislatura".

Da parte di tutti si auspica che i docenti ottengano il meritato riconoscimento anche economico "che tenga conto non solo e non tanto dell'anzianità di servizio, ma delle effettive capacità, delle attività realizzate e delle responsabilità organizzative, sia nell'ambito della classe sia nell'istituto".
Nel nuovo patto per la scuola si prevedono "scuole aperte tutto il giorno per permettere agli studenti di vivere la scuola come la propria casa, dove tornare a studiare da soli o in compagnia trovare libri e pc, fare musica e sport", ma non dice come si possa realizzare tutto ciò (!) ed aggiunge che così "si dà valore all'autonomia scolastica e alla professionalità dei docenti, dando piena libertà di organizzazione della didattica offrendo una remunerazione aggiuntiva a chi si occupa di orientamento o di coordinamento delle attività didattiche".

L'interrogativo sulle risorse da utilizzare per questi lavori extra e aggiuntivi, comprese le supplenze, che saranno a carico dei docenti, è d'obbligo. Non si può parlare di riforme e di rinnovamento senza soldi
Giustamente le forze sindacali annunciano battaglie, ma non si conosce ancora quale sarà il destino della scuola.
Il 14 luglio, data storica che ricorda la presa della Bastiglia, è stato annunciato un presidio di protesta in viale Trastevere e forse si darà inizio ad una nuova "rivoluzione".

Giuseppe Adernò
g.aderno@alice.it








Postato il Lunedì, 07 luglio 2014 ore 07:00:00 CEST di Giuseppe Adernò
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.32 Secondi